Tor, una Internet di seconda categoria

Una nuova ricerca evidenzia il pessimo trattamento riservato dai servizi di rete agli utenti di Tor, un network notorio per fare da scudo a cracker e cyber-criminali ma anche a chi non può accedere alla Internet pubblica causa censura

Roma – La darknet di Tor è nata con lo scopo di garantire la privacy degli utenti di rete e di “sbloccare” l’accesso al Web mondiale nei paesi in cui Internet è censurata, ma l’abuso del network da parte dei cyber-criminali ha portato alla spiacevole situazione per cui chi usa Tor, indipendentemente dalle sue intenzioni, viene trattato in malo modo dai siti Web più popolari.

Una nuova ricerca evidenzia il trattamento di seconda categoria degli utenti di Tor da parte di circa 1,3 milioni di indirizzi IP univoci, molti dei quali riconducibili a corporation telematiche del calibro di Google, Yahoo, Craigslist, Yelp e altre ancora.

Il 3,7 per cento dei 1.000 siti Web più popolari – secondo la classifica di Alexa – fa uso di una qualche forma di censura nei confronti degli IP appartenenti ai nodi di uscita di Tor pubblicamente riconosciuti, spiegano i ricercatori, con un’esperienza Web “degradata”, interrotta dalla necessità di risolvere qualche CAPTCHA per provare di non essere bot o addirittura bloccata in toto con visualizzazione di apposito errore 403.

I servizi di CDN come CloudFlare e aziende concorrenti sono i principali indiziati per questa censura forzata degli utenti di Tor, anche se nel caso dell’azienda californiana si sta provando a scendere a patti tra chi vuole difendere la propria privacy e quei siti disposti ad aprire le porte ai visitatori che passano per i meandri della darknet a cipolla.

Il blocco o la degradazione dell’accesso di rete per mezzo di Tor è in larga parte imputabile ai cyber-criminali che abusano della rete anonimizzatrice per nascondere le loro attività, spiegano i ricercatori; anche stando così le cose, comunque, il trattamento di seconda categoria degli utenti di Tor rappresenta un serio pericolo per l’anonimato in rete e la difesa della libertà di espressione al riparo dei regimi dittatoriali.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • bubba scrive:
    cosi', per i posteri -
    redfox
    slysoft, antigua e' diventata redfox, belize. Mai morta neanche 5 minuti :Phttps://forum.redfox.bz
  • Alessandro scrive:
    Allora ti fai Sky On Demand
    L'unica soluzione è la TV on Demand come Sky. Mi sa che il futuro sarà così... non mi piace ma purtroppo andiamo in questa direzione... mi sembra l'unica soluzione che mette d'accordo Major e utenti.Ciao
  • bye scrive:
    più usato
    ma il programma più usato? DVD FAB?e sotto linux?
    • peppeblu scrive:
      Re: più usato
      Finito ma ne troverai degli altri, anzi, magari ci sono già. Io non so nulla di Linux, provato e non mi piace ma, prova a cercare altri programmi.Per ora, usa anche l'ultimo Dvdfab e vedrai che ti funzionerà per un bel po' ancora.Ciao
  • peppeblu scrive:
    Che buffonata!
    La DRM anche se bloccherà tutto il mondo sui supporti, si tirerà la zappa sui piedi.Se tutto si basa sui soldi, allora dovrebbero pagarci 5000 euro al mese per poter comprare i loro Bluray e Dvd bloccati che, tra l'altro, alcuni lettori da tavolobluray, non leggono certi film, si bloccano, parlo proprio degli originali e prima ancora di questa notizia DRM.La zappa sui piedi se la stanno tirando sui piedi davvero, non si copierà più? questo lo dubito, ci saranno altri programmi e ce ne sono altri oltre advdfab e anydvd e, se faranno chiudere anche tutti gli altri software, allora potrei rispondergli che non solo ci perderanno in vendite Bluray e Dvd originali ma, anchein vendite di computers, se non riuscirò più a farne quello che voglio del mio computer, che cosa lo aggiorno a fare? A cosa mi servirà?Non avrò più nemmeno un computer quindi ma nemmeno comprerò un Dvd o Bluray originale, anche per dispetto, alcuni li compro originali perché mi piacciono ma solo alcuni ese vedevo il costo più o meno abbordabile, direi sulle 10 euro un dvd e 14 un Bluray ma a volte vedo che costa di più un Dvd che un Bluray ed ecco la buffonata DRM,lavorare sull'anticopia ma poi non venderne nemmeno uno? perché così finirà. Di fatto le vendite dei supporti originali sta già morendo, così lo uccidono del tutto, complimentialla rara intelligenza di questi tipi e marche citate in questo post che però, hanno omesso una cosa importante, mi riferisco ai signori DRM e produttori vari di varie marche,che si autodistruggono perchè molte di queste comprendono la Mitsubishi che fabbrica supporti vergini per copia, anche la toshiba produce come altri questi supporti, insomma,se la fanno e disfano da soli.In sostanza, non ce la faranno mai, aumenteranno di brutto i programmi free per copia e, a meno che non spariscano del tutto Dvd e Bluray, le copie esisteranno sempre.Ci sono anche le copie da web, come faranno con quelle? Niente faranno! Come faranno con le catture video? Niente, non ce la faranno mai a bloccare tutto ameno che non facciano più film e se sarà così, torno a dire che non avremmo più computer perché se spariscono i supporti, i software video, foto, scrittura, giochi ecc...non ci saranno più e per internet non comprerò nulla per rendermi schiavo a vita di aggiornamenti a pagamento, quindi, ciao computer, ciao marche computer,Asus, HP, stampanti e tutti i componenti elettronici che lo comprendono, vediamo un po' cosa diranno poi quando faranno fallire tutte le caseproduttrici.Forse se invece di pagarci due dita negli occhi per un lavoro o addirittura disoccupati o mai occupati, ci dessero 5000 euro al mese, forse, ci potremmo permetterequei blocchi ma così, come va l'andazzo oggi, questo sistema che non regge più, che ci vuole rendere del tutto ignoranti togliendoci anche questeconoscenze, beh! Complimentoni! Ma poi, si chiederanno cosa bloccare in futuro? magari i nostri cervelli?Saluti a tutti
    • prova123 scrive:
      Re: Che buffonata!
      Ma lasciaglielo credere. è dagli anni 70 con le musicassette che sento proclami di ogni genere. Sono passati circa 50 anni, ne passeranno altrettanti... vedi quello che è sucXXXXX con le console "inviolabili" semplicemente non vendono. Prima o poi cadranno giù dal pero.
      • Saggista scrive:
        Re: Che buffonata!
        Meglio distinguere tra libri,musica, film, videogiochi,programmi sono tutti un'po' a se, un settore che ha gia' preso la batosta sui DRM sono stati i libri con un crollo di vendite degli ebook
        • prova123 scrive:
          Re: Che buffonata!
          Non proprio concettualmente il DRM mi impedisce di utilizzare quello che pagato "quando, dove e con cosa" voglio.è la stessa cosa di acquistare un auto ed il costruttore ti obbliga in un qualche modo ad utilizzarla solo per andare a lavorare ma non per andare in vacanza, in quanto per andare in vacanza devi pagare una seconda auto identica alla prima.Spero che adesso sia chiara la follia del DRM.
          • prova123 scrive:
            Re: Che buffonata!
            PS: Per quanto riguarda i film è da XXXXXXXXX comprare un lettore DVD/BR che necessita di un router ... se proprio vogliono io pago il film e loro mi danno router e abbonamento ADSL gratis a vita. Ovviamente il router me lo cambiano ogni volta che si guasta in quanto è in comodato d'uso come il film ...
          • panda rossa scrive:
            Re: Che buffonata!
            - Scritto da: prova123
            PS: Per quanto riguarda i film è da XXXXXXXXX
            comprare un lettore DVD/BR che necessita di un
            router ... se proprio vogliono io pago il film e
            loro mi danno router e abbonamento ADSL gratis a
            vita. Ovviamente il router me lo cambiano ogni
            volta che si guasta in quanto è in comodato d'uso
            come il film
            ...Ma neanche.Perche' anche se arrivassimo a questo punto, loro con la connessione che si pagherebbero loro, potrebbero sapere quando guardo il film, a che ora, e magari pure quanta gente c'e' in stanza (perche' a quel punto aggiungere una telecamera ci vuol poco).E invece no.Io pretendo il mio anonimato! Io guardo il film quando mi pare, con chi mi pare senza dover rendere conto a nessuno.
          • Basilisco di Roko scrive:
            Re: Che buffonata!
            Si potrebbe realizzare un sistema di streaming con DRM blindato che perfino tu (che sei un purista dei sistemi aperti, e del concetto "io-sul-mio-hardware-faccio-quello-che-voglio") potresti accettare; il punto è che chiunque lo realizzasse non avrebbe poi i contenuti da metterci sopra.Basterebbe darti in comodato uno scatolotto sigillato, dotato di una presa USB (o di connessione wifi/ethernet, se preferisci), e di una uscita VGA (o HDMI, scegli tu).Il film viene inviato in streaming via internet, criptato: tu lo ricevi con il tuo computer, ed usi un software che invia i dati via USB allo scatolotto: il software usato è open source, così te lo puoi controllare, e compilare per il tuo sistema operativo preferito dopo esserti assicurato che non ci sono funzioni che non vuoi. Ma sul tuo computer non vedi nulla, perché lo streaming è criptato: puoi vederlo solo su un televisore/monitor collegato all'uscita video dello scatolotto. Inoltre, la chiave di cifratura cambia una volta al minuto (lo scatolotto ha in memoria tutto l'elenco delle chiavi, e un orologio che indica quando è il momento di cambiare chiave), quindi anche se usi il computer per registrare lo stream dei dati, poi non potrai decodificarlo perché nel frattempo la chiave è cambiata.L'unico modo per poterti fare una copia del film, a questo punto, a meno di non filmare lo schermo (ma la qualità sarebbe infima), sarebbe di registrare direttamente dall'uscita video dello scatolotto: ma sei in grado di farlo? Hai un sistema per registrare da una porta VGA? I normali videoregistratori, o i dispositivi di acquisizione analogica, registrano da Scart o RCA, non da VGA, e i dispositivi in grado di registrare dall'uscita VGA sono quasi introvabili (l'utente medio non ne ha nessun bisogno, perché in genere se vuole registrare l'output video del pc gli basta un programma di cattura schermo)Sul TUO hardware, tu potresti continuare a fare quello che vuoi (l'unico hardware che non sarebbe sotto il tuo controllo sarebbe lo scatolotto... ma non è tuo, è mio, te lo ho dato in comodato); nessun rischio per la tua privacy o la tua sicurezza (sul tuo computer gira solo software libero); certo, chi gestisce il servizio viene a sapere quando guardi il film (ma questo capita anche se lo guardi in streaming da un sito gratuito: per avere l'anonimato completo l'unica soluzione è la tv via antenna, dove la ricezione è puramente passiva).Supponiamo che ti propongano un servizio del genere, ed il primo mese è gratis: avresti qualche obiezione? Probabilmente accetteresti (male che vada, ti vedi qualche film gratis e poi non compri nulla). Ma il problema è che dovrei metterti dei film che non hai ancora visto da altre parti... e dove li trovo?
          • panda rossa scrive:
            Re: Che buffonata!
            - Scritto da: Basilisco di Roko
            L'unico modo per poterti fare una copia del film,
            a questo punto, a meno di non filmare lo schermo
            (ma la qualità sarebbe infima), sarebbe di
            registrare direttamente dall'uscita video dello
            scatolotto: ma sei in grado di farlo? Hai un
            sistema per registrare da una porta VGA?Si puo' fare?Se si puo' fare, qualcuno lo fara'.E una volta fatto, i buoi sono scappati dal recinto.
          • Basilisco di Roko scrive:
            Re: Che buffonata!
            Tu lo faresti? Tieni presente che tu non ci guadagneresti nulla, e dovresti spendere dei soldi in più
          • panda rossa scrive:
            Re: Che buffonata!
            - Scritto da: Basilisco di Roko
            Tu lo faresti? Tieni presente che tu non ci
            guadagneresti nulla, e dovresti spendere dei
            soldi in
            piùNessuno ha mai detto che gli insetticidi sono gratis.Bisogna spendere qualcosa se si vuole fare una disinfestazione accurata.Ma ne vale la pena.
          • Basilisco di Roko scrive:
            Re: Che buffonata!
            Perché vorresti distruggere chi ti propone un servizio del genere? Che male ti avrebbe fatto (direttamente o indirettamente ) per meritare la tua vendetta? Ti ha forse impedito di fare qualcosa con ciò che è tuo? Ti ha forse spiato? No.
          • panda rossa scrive:
            Re: Che buffonata!
            - Scritto da: Basilisco di Roko
            Perché vorresti distruggere chi ti propone un
            servizio del genere? Che male ti avrebbe fatto
            (direttamente o indirettamente ) per meritare la
            tua vendetta?


            Ti ha forse impedito di fare qualcosa con ciò che
            è tuo? Ti ha forse spiato?
            No.Non ci siamo capiti.Tu hai detto che una eventuale apparecchiatura per copiare il flusso video in uscita dalla vga e' costosa.E io ho detto che gli antiparassitari sono effettivamente costosi: bisogna spenderci qualcosa se si vogliono eliminare i parassiti.
          • Basilisco di Roko scrive:
            Re: Che buffonata!
            Avevo capito. Ma ti chiedo: se qualcuno ti proponesse una soluzione come quella che ti ho descritto, lo considereresti un parassita?Il punto del mio discorso era: nell'ipotesi che tu NON ABBIA in casa il dispositivo per registrare da una porta VGA, se ti venissero a proporre una soluzione come quella che ho descritto per vedere i film, tu accetteresti?Non parlo di questioni di soldi (diciamo che ti offrono un mese di prova gratuita, senza impegno), ma di principio: sarebbe a tutti gli effetti un DRM, ma non limiterebbe in alcun modo le cose che già fai. Accetteresti o no? Se no, perché?
          • panda rossa scrive:
            Re: Che buffonata!
            - Scritto da: Basilisco di Roko
            Avevo capito. Ma ti chiedo: se qualcuno ti
            proponesse una soluzione come quella che ti ho
            descritto, lo considereresti un
            parassita?Guarda che non sono mica quelli i parassiti.I parassiti sono quelli che si illudono di ingrassare implementando DRM che poi vengono fatti pagare all'utente finale.
            Il punto del mio discorso era: nell'ipotesi che
            tu NON ABBIA in casa il dispositivo per
            registrare da una porta VGA, se ti venissero a
            proporre una soluzione come quella che ho
            descritto per vedere i film, tu
            accetteresti?

            Non parlo di questioni di soldi (diciamo che ti
            offrono un mese di prova gratuita, senza
            impegno), ma di principio: sarebbe a tutti gli
            effetti un DRM, ma non limiterebbe in alcun modo
            le cose che già fai. Accetteresti o no? Se no,
            perché?Aspetta un attimo che forse stiamo parlando di due cose diverse.Io sto rispondendo alla questione di una ipotetica apparecchiatura costosa in grado di decodificare il segnale in uscita dalla VGA per poterlo salvare scavalcando il DRM a monte.E adesso te ne esci con un mese di prova gratuita? Che c'entra?
          • Basilisco di Roko scrive:
            Re: Che buffonata!
            Io avevo fatto una ipotesi: ipotizziamo che io voglia offrire un servizio di streaming a pagamento (con il primo mese di prova gratuita) di film, e che voglia impedire agli utenti di duplicare tali film e distribuirli su siti pirata. Potrei farlo, usando un decoder da mettere tra il pc e il monitor: sul pc (che appartiene a te) gira solo software open source, ma i dati del film (che provengono dal mio sito) sono criptati e quindi inutilizzabili. Il decoder (che appartiene a me, e tu hai in comodato d'uso) decodifica i dati, e li invia direttamente al monitor mediante connettore VGA. Quindi, l'unico modo per piratare sarebbe di registrare dal connettore VGA, e ciò richiede un hardware specifico che probabilmente tu non hai. In conclusione, se tu accetti di diventare mio cliente, potrai vedere i film, ma non potrai copiarli (a meno di non comprarti un dispositivo come questo: http://www.epiphan.com/products/vga2usb/ ).Accetteresti di usare un servizio del genere, a queste condizioni, per vedere i film?
          • panda rossa scrive:
            Re: Che buffonata!
            - Scritto da: Basilisco di Roko
            Io avevo fatto una ipotesi: ipotizziamo che io
            voglia offrire un servizio di streaming a
            pagamento (con il primo mese di prova gratuita)
            di film, e che voglia impedire agli utenti di
            duplicare tali film e distribuirli su siti
            pirata. Potrei farlo, usando un decoder da
            mettere tra il pc e il monitor: sul pc (che
            appartiene a te) gira solo software open source,
            ma i dati del film (che provengono dal mio sito)
            sono criptati e quindi inutilizzabili. Il decoder
            (che appartiene a me, e tu hai in comodato d'uso)
            decodifica i dati, e li invia direttamente al
            monitor mediante connettore VGA. Quindi, l'unico
            modo per piratare sarebbe di registrare dal
            connettore VGA, e ciò richiede un hardware
            specifico che probabilmente tu non hai. In
            conclusione, se tu accetti di diventare mio
            cliente, potrai vedere i film, ma non potrai
            copiarli (a meno di non comprarti un dispositivo
            come questo:
            http://www.epiphan.com/products/vga2usb/
            ).

            Accetteresti di usare un servizio del genere, a
            queste condizioni, per vedere i
            film?Se quel dispositivo, oltre a decodificare lo stream, non fa nient'altro, posso prendere in considerazione la cosa e analizzare costi e benefici.Se inviece quel coso richiede una qualsivoglia connessione ad internet, assolutamente no.Mentre per quanto riguarda il dispositivo di decodifica: basta che se ne compri uno solo, che poi copia i film per tutti, e si risolve il problema.
          • Basilisco di Roko scrive:
            Re: Che buffonata!

            Se quel dispositivo, oltre a decodificare lo
            stream, non fa nient'altro, posso prendere in
            considerazione la cosa e analizzare costi e
            benefici.Eccoci al nuovo problema: se vedi che i film disponibili sono gli stessi che trovi sui siti pirata, immagino che il rapporto costi/benefici non ti andrebbe mai bene, anche se ti chiedessi solo un euro al mese. Dovrei dartene altri, che sui siti pirata non ci sono... e dove li prendo?
            Mentre per quanto riguarda il dispositivo di
            decodifica: basta che se ne compri uno solo, che
            poi copia i film per tutti, e si risolve il
            problema.Anche se lo facesse, appena mi accorgo che lo fa (basterebbe un watermark personalizzato nello stream per scoprire chi è) gli stacco l'abbonamento.
          • panda rossa scrive:
            Re: Che buffonata!
            - Scritto da: Basilisco di Roko

            Se quel dispositivo, oltre a decodificare lo

            stream, non fa nient'altro, posso prendere in

            considerazione la cosa e analizzare costi e

            benefici.

            Eccoci al nuovo problema: se vedi che i film
            disponibili sono gli stessi che trovi sui siti
            pirata, immagino che il rapporto costi/benefici
            non ti andrebbe mai bene, anche se ti chiedessi
            solo un euro al mese. Dovrei dartene altri, che
            sui siti pirata non ci sono... e dove li
            prendo?Non ho detto che non mi andrebbe mai bene.Ho detto che valuterei il rapporto costi/benefici.Oppure gia' sai che i costi che intendi proporre, oltre al giusto riconoscimento agli autori, prevendo anche un cospicuo ingiusto ingrasso della filiera degli intermediari?In ogni caso un DVD mi offre:1) lingua originale2) sottotitoli3) commento del regista4) acXXXXX diretto alle scene5) contenuti extra, making of, etc...6) possibilita' di estrarre la colonna sonora7) possibilita' di prestare il dvd a parenti e amici


            Mentre per quanto riguarda il dispositivo di

            decodifica: basta che se ne compri uno solo,
            che

            poi copia i film per tutti, e si risolve il

            problema.

            Anche se lo facesse, appena mi accorgo che lo fa
            (basterebbe un watermark personalizzato nello
            stream per scoprire chi è) gli stacco
            l'abbonamento.E quello rivende il giocattolo ad un altro abbonato che si salva un altro paio di film....
          • Basilisco di Roko scrive:
            Re: Che buffonata!

            Non ho detto che non mi andrebbe mai bene.
            Ho detto che valuterei il rapporto costi/benefici.
            Oppure gia' sai che i costi che intendi proporre,
            oltre al giusto riconoscimento agli autori,
            prevendo anche un cospicuo ingiusto ingrasso
            della filiera degli
            intermediari?Tieni presente che è anche nel mio interesse ridurre la filiera al minimo... il mio margine di profitto, e la mia competitività rispetto ai concorrenti, salirebbero.
            E quello rivende il giocattolo ad un altro
            abbonato che si salva un altro paio di
            film....Sono problemi che si possono risolvere: ad esempio, se tu cambi il monitor al tuo computer, il computer se ne accorge e si adatta alla risoluzione possibile con il monitor nuovo; quindi, probabilmente è possibile accorgersi che alla porta VGA non è attaccato un monitor, ma un dispositivo di cattura... lo scatolotto decoder potrebbe essere programmato in modo da smettere di funzionare, in tal caso.
          • panda rossa scrive:
            Re: Che buffonata!
            - Scritto da: Basilisco di Roko

            Non ho detto che non mi andrebbe mai bene.

            Ho detto che valuterei il rapporto
            costi/benefici.

            Oppure gia' sai che i costi che intendi
            proporre,

            oltre al giusto riconoscimento agli autori,

            prevendo anche un cospicuo ingiusto ingrasso

            della filiera degli

            intermediari?

            Tieni presente che è anche nel mio interesse
            ridurre la filiera al minimo... il mio margine di
            profitto, e la mia competitività rispetto ai
            concorrenti,
            salirebbero.E allora parliamone.

            E quello rivende il giocattolo ad un altro

            abbonato che si salva un altro paio di

            film....

            Sono problemi che si possono risolvere: ad
            esempio, se tu cambi il monitor al tuo computer,
            il computer se ne accorge e si adatta alla
            risoluzione possibile con il monitor nuovo;
            quindi, probabilmente è possibile accorgersi che
            alla porta VGA non è attaccato un monitor, ma un
            dispositivo di cattura... lo scatolotto decoder
            potrebbe essere programmato in modo da smettere
            di funzionare, in tal
            caso.Tutti questi sistemi di protezione del sistema hanno una conseguenza: consumano risorse e provocano un degrado dell'immagine.Io rimango dell'idea che il business vincente debba essere quello dell'all you can eat.Un costo fisso per un acXXXXX illimitato a tutto, senza alcun drm.Tanto stiamo parlando di prodotti GIA' SFRUTTATI COMMERCIALMENTE, mediante proiezione in sala cinematografica.
          • Basilisco di Roko scrive:
            Re: Che buffonata!

            Tutti questi sistemi di protezione del sistema
            hanno una conseguenza: consumano risorse e
            provocano un degrado
            dell'immagine.Perché? La trasmissione di informazioni dal monitor al pc c'è da anni in tutti i monitor plug and play, e non provoca nessun degrado. Basterebbe un semplice controllo per verificare se hai cambiato il monitor.

            Io rimango dell'idea che il business vincente
            debba essere quello dell'all you can
            eat.Sì, ma i ristoranti all you can eat non ti permettono di portarti a casa le provviste per sfamare tutta la tua famiglia e pure i vicini di casa.

            Un costo fisso per un acXXXXX illimitato a tutto,
            senza alcun
            drm.Così uno lo paga, e lo sfruttano in 10.

            Tanto stiamo parlando di prodotti GIA' SFRUTTATI
            COMMERCIALMENTE, mediante proiezione in sala
            cinematografica.Allora tanto varrebbe passarli direttamente sulle tv in chiaro, con interruzioni pubblicitarie.
          • panda rossa scrive:
            Re: Che buffonata!
            - Scritto da: Basilisco di Roko

            Tutti questi sistemi di protezione del
            sistema

            hanno una conseguenza: consumano risorse e

            provocano un degrado

            dell'immagine.

            Perché? La trasmissione di informazioni dal
            monitor al pc c'è da anni in tutti i monitor plug
            and play, e non provoca nessun degrado.
            Basterebbe un semplice controllo per verificare
            se hai cambiato il
            monitor.




            Io rimango dell'idea che il business vincente

            debba essere quello dell'all you can

            eat.

            Sì, ma i ristoranti all you can eat non ti
            permettono di portarti a casa le provviste per
            sfamare tutta la tua famiglia e pure i vicini di
            casa.Benissimo.Ma non mi impediscono di digiunare tre giorni e poi andare a mangiare da loro.

            Un costo fisso per un acXXXXX illimitato a
            tutto,

            senza alcun

            drm.

            Così uno lo paga, e lo sfruttano in 10.Ovviamente se il costo e' elevato c'e' questa possibilita'.Ma se il costo e' ragionevole, io che bisogno ho di invitare a casa mia amici e parenti tutte le sere? Gli dico "fatevi l'abbonamento anche voi e fuori dalle palle!"

            Tanto stiamo parlando di prodotti GIA'
            SFRUTTATI

            COMMERCIALMENTE, mediante proiezione in sala

            cinematografica.

            Allora tanto varrebbe passarli direttamente sulle
            tv in chiaro, con interruzioni
            pubblicitarie.E infatti e' gia' quello che succede.Il valore aggiunto del servizio che proponi e' che la pubblicita' non c'e' e il video e' on demand.
          • Basilisco di Roko scrive:
            Re: Che buffonata!

            Ovviamente se il costo e' elevato c'e' questa
            possibilita'.
            Ma se il costo e' ragionevole, io che bisogno ho
            di invitare a casa mia amici e parenti tutte le
            sere? Gli dico "fatevi l'abbonamento anche voi e
            fuori dalle
            palle!"Il canone rai è così
          • panda rossa scrive:
            Re: Che buffonata!
            - Scritto da: Basilisco di Roko

            Ovviamente se il costo e' elevato c'e' questa

            possibilita'.

            Ma se il costo e' ragionevole, io che
            bisogno
            ho

            di invitare a casa mia amici e parenti tutte
            le

            sere? Gli dico "fatevi l'abbonamento anche
            voi
            e

            fuori dalle

            palle!"

            Il canone rai è cosìSi ma quello e' una tassa.
          • Skywalker scrive:
            Re: Che buffonata!
            Temo sia il termine "tuo" che sia l'argomento della discordia.Dopo che sei uscito dal Cinema, il ricordo di quanto hai visto è "tuo" o "suo"? Se prendo i miei ricordi e li ricompongo insieme in modo diverso, questo è "mio" o "suo"? Lo posso raccontare ad altri, lo posso scrivere? Stampare? Dopo quanto tempo i "ricordi" prevalgono sull'evento che li ha generati? Il sucXXXXX di una operazione di amarcord, tipo riproposizione in BR ai 40enni dotati di potere di spesa di filmati diffusi 25 anni prima, è legato all'intramontabilità di quei filmati o al ricordo nostalgico di quei tempi?Il "suo" è sicuramente tale fin tanto che resta nel cassetto: una volta PUBBLICATO, come dice il verbo, diventa "pubblico" e stabilire di chi sia la condivisione di una esperienza, è al limite del filosofico. Tranne che a Berna, dove regolarmente viene sancito che è Tutta Riservata ad una parte, anche dopo che l'altra l'ha pure remunerata.A Berna, nel 1886, tutto sommato c'era solo la Stampa Tipografica Industriale e la memoria umana. Ed la soluzione identificata poteva anche essere un valido compromesso. 130 anni dopo, è adeguata come i Feldmarescialli dell'Austria Ungheria (che partecipò alla Convenzione...)
          • peppeblu scrive:
            Re: Che buffonata!
            non si può criptare un file video, non lo vedrebbe nemmeno lo scatolotto, si può solo criptare l'hardware, vedi playstation 3 e 4 che non fanno leggere alcuni audio ma basta rielaborare i film o solo l'audio.Non esiste ancora un metodo per criptare i video e se c'è, io non l'ho ancora visto.E, tutto il discorso che hai fatto che senso ha se poi devi connetterti nuovamente via rete?Farai una copia sempre pagando perchè connesso ad una rete, insomma, idem con patate e con tutta la DRM e compagnia dentro poi, non lo faranno mai questo che hai scritto tu.E ripeto, criptare un video è impossibile a meno che intendi che faranno un nuovo codec che sarà caricato solo in quei lettori che dici tu o lo scatolotto ma, prima o poi, il codec verrà estratto e idem con patate, tuttivedranno ugualmente.Ciao
          • peppeblu scrive:
            Re: Che buffonata!
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: prova123

            PS: Per quanto riguarda i film è da XXXXXXXXX

            comprare un lettore DVD/BR che necessita di
            un

            router ... se proprio vogliono io pago il
            film
            e

            loro mi danno router e abbonamento ADSL
            gratis
            a

            vita. Ovviamente il router me lo cambiano
            ogni

            volta che si guasta in quanto è in comodato
            d'uso

            come il film

            ...

            Ma neanche.
            Perche' anche se arrivassimo a questo punto, loro
            con la connessione che si pagherebbero loro,
            potrebbero sapere quando guardo il film, a che
            ora, e magari pure quanta gente c'e' in stanza
            (perche' a quel punto aggiungere una telecamera
            ci vuol
            poco).

            E invece no.

            Io pretendo il mio anonimato! Io guardo il film
            quando mi pare, con chi mi pare senza dover
            rendere conto a
            nessuno.Esatto, in realtà in vendita ci sono ancora i Bluray e i Dvd, io vedo soprattutto i Bluray che escono con le novità più disparate mentre i dvd meno ma non so il perchè, preferisco i dvd, non me ne frega nulla dei Bluray, comunque, non li compro lo stesso, per il motivo indicato prima, costano troppo e non se li compra nessuno poi, ci sono già interi in internet, per questo anche che non vendono, mica che son spariti, forse ne usciranno meno e finiranno anche come ho scritto prima. Fine, vorrà dire che non comprerò nulla, nemmeno il pc.
          • Basilisco di Roko scrive:
            Re: Che buffonata!
            - Scritto da: prova123
            PS: Per quanto riguarda i film è da XXXXXXXXX
            comprare un lettore DVD/BR che necessita di un
            router ... se proprio vogliono io pago il film e
            loro mi danno router e abbonamento ADSL gratis a
            vita. Ovviamente il router me lo cambiano ogni
            volta che si guasta in quanto è in comodato d'uso
            come il film
            ...Con l'hardware in comodato si potrebbe realizzare un DRM efficace, volendo, ma non ci sarebbe niente da trasmettere...
          • peppeblu scrive:
            Re: Che buffonata!
            - Scritto da: Basilisco di Roko
            - Scritto da: prova123

            PS: Per quanto riguarda i film è da XXXXXXXXX

            comprare un lettore DVD/BR che necessita di
            un

            router ... se proprio vogliono io pago il
            film
            e

            loro mi danno router e abbonamento ADSL
            gratis
            a

            vita. Ovviamente il router me lo cambiano
            ogni

            volta che si guasta in quanto è in comodato
            d'uso

            come il film

            ...

            Con l'hardware in comodato si potrebbe realizzare
            un DRM efficace, volendo, ma non ci sarebbe
            niente da
            trasmettere...Giusto.
      • peppeblu scrive:
        Re: Che buffonata!
        - Scritto da: prova123
        Ma lasciaglielo credere. è dagli anni 70 con le
        musicassette che sento proclami di ogni genere.
        Sono passati circa 50 anni, ne passeranno
        altrettanti... vedi quello che è sucXXXXX con le
        console "inviolabili" semplicemente non vendono.
        Prima o poi cadranno giù dal
        pero.Si concordo con te. Le console però si possono violare ma quelle più nuove non ne vale la pena perchè dopo un po' di tempo si rompono e non leggono più bene.
    • Saggista scrive:
      Re: Che buffonata!
      All'inizio con il super DRM venderanno piu' copie ma il tutto viene controbilanciato immediatamente da una perdita di popolarita' ed anche con quella si guadagna, a lungo termine la popolarita' diviene un fattore chiave per tutto lo sviluppo del tuo progetto e rischi di abbandonarlo completamente, non riguarda solo le arti visive ci sono sport molto popolari che finiti sulla pay TV sono finiti nel dimenticatoio
      • panda rossa scrive:
        Re: Che buffonata!
        - Scritto da: Saggista
        All'inizio con il super DRM venderanno piu' copieMa chi le compra?Conosci qualcuno che ha il lettore dvd collegato al router?
        ma il tutto viene controbilanciato immediatamente
        da una perdita di popolarita' ed anche con quella
        si guadagna, a lungo termine la popolarita'
        diviene un fattore chiave per tutto lo sviluppo
        del tuo progetto e rischi di abbandonarlo
        completamente, non riguarda solo le arti visive
        ci sono sport molto popolari che finiti sulla pay
        TV sono finiti nel
        dimenticatoioGia'. La vela!Ricordo anni fa quando trasmisero la coppa america: mi alzavo di notte a vedere le regate.Poi hanno messo a pagamento sia la trasmissione che il software che tracciava le posizioni delle barche in tempo reale.Risultato: ho chiuso con la vela.
  • ... scrive:
    o copiato o niente
    mi sono ripromesso di non vedere contenuti se non duplicati e non intendo venire meno alla mia promessa.
  • Basilisco di Roko scrive:
    Non vi sembra che manchi qualcosa?
    Cercano di fare delle protezioni anticopia insuperabili, e possono anche riuscirci, in modo da rendere la pirateria dei film impossibile ... ma si sono dimenticati di produrre i film da proteggere con tale tecnologia. I film già esistenti non possono essere protetti con tali DRM, perché ormai sono già disponibili su centinaia di supporti diversi, più o meno legali, non protetti, e chiunque può accedere ad essi.
    • panda rossa scrive:
      Re: Non vi sembra che manchi qualcosa?
      - Scritto da: Basilisco di Roko
      Cercano di fare delle protezioni anticopia
      insuperabili, e possono anche riuscirci, in modo
      da rendere la pirateria dei film impossibile ...
      ma si sono dimenticati di produrre i film da
      proteggere con tale tecnologia. I film già
      esistenti non possono essere protetti con tali
      DRM, perché ormai sono già disponibili su
      centinaia di supporti diversi, più o meno legali,
      non protetti, e chiunque può accedere ad
      essi.Abbiamo qualcosa da guardare per ingannare il tempo, mentre stiamo seduti in riva al fiume.Comunque credo che non ci sara' da aspettare molto.Qualcuno ricorda questi?http://www.corriere.it/Primo_Piano/Scienze_e_Tecnologie/2006/05_Maggio/05/dvd.shtml
      • Basilisco di Roko scrive:
        Re: Non vi sembra che manchi qualcosa?

        Qualcuno ricorda questi?
        http://www.corriere.it/Primo_Piano/Scienze_e_TecnoL'ingenuità della gioventù... se tu avessi vissuto un po' più di storia dei DRM (a proposito, quello che hai citato non è un DRM, perché l'autodistruzione non avviene in modo digitale... al massimo è un RM), sapresti che esisteva già da 8 anni prima:https://it.wikipedia.org/wiki/DivX#DivX_e_DIVXAnche se si è fatto il possibile per cancellarne il ricordo, trasformando il marchio in modo che significasse l'esatto contrario
      • prova123 scrive:
        Re: Non vi sembra che manchi qualcosa?
        Mi ricordo, non esitono più. :Dhttp://www.altroconsumo.it/hi-tech/televisori/news/dvd-usa-e-getta-inutili-e-inquinanti
  • Saggista scrive:
    Inutili
    Tutti i DRM digitali per bloccare contenuti analogici sono inutili non serve un genio per capirlo
  • bubba scrive:
    meno SlySoft, piu' Vupen
    ottimo :(
  • Stephen scrive:
    non se ne sentirà la mancanza
    che ricordi anydvd e dvdfab senza dimenticare il leggendario dvd shrink, ma oggi giorno ci sono decine di team che fanno ottimi bdrip
    • .o0O0o. scrive:
      Re: non se ne sentirà la mancanza
      - Scritto da: Stephen
      che ricordi anydvd e dvdfab senza dimenticare il
      leggendario dvd shrink, ma oggi giorno ci sono
      decine di team che fanno ottimi
      bdriptra l'altro le cose si sono spostate lato cavo... lì una volta trovata la chiave non ce n'è per nessuna protezione...Oddio possono sempre blacklistare i cavi della marca hackerata, rendendoli inutilizzabili a tutti coloro che li hanno comprati, LOL...
    • prova123 scrive:
      Re: non se ne sentirà la mancanza
      dvdshrink con dvddecripter fanno ancora oggi ottimamente il loro lavoro.
      • Basilisco di Roko scrive:
        Re: non se ne sentirà la mancanza
        Ovvio, il formato dei dvd attuali (protezione anticopia inclusa) è uguale a quello che si usava negli anni 90, altrimenti i lettori più vecchi non potrebbero leggere i dischi che escono adesso. E se il firmware di un lettore dvd del 1999 riesce a decodificare un dvd uscito adesso, perché non dovrebbe riuscirci un software di copia di 10 anni fa?
        • peppeblu scrive:
          Re: non se ne sentirà la mancanza
          Infatti non serve a nulla e nemmeno bloccare ancor più i bluray che con le chiavi codificate di prima, non riesco a leggere nel lettore da tavolo nemmeno un originale, esempio "Full metal jacket" in bluray ovvio. Si congela dopo vari minuti. Pensavo fosse rigato dato che preso in prestito in biblioteca ma non aveva una riga, allora ho provato a codificarlo e non c'è stato niente da fare nemmeno con anydvd hd e dvdfab, hanno fatto proprio un bel lavoro, non serve nemmeno originale, almeno sugli LG.
          • Basilisco di Roko scrive:
            Re: non se ne sentirà la mancanza
            Ma poi a cosa serve blindare "Full metal jacket"? È già passato in tv un mucchio di volte, esistono migliaia di registrazioni su quasi ogni supporto (dalle videocassette, ai dvd, alle pendrive, agli hard disk) non protette, quindi chiunque voglia copiarlo lo può fare. Proteggere il bluray è come mettere i vetri antisfondamento alle finestre, e lasciare la porta spalancata.
  • djechelon scrive:
    Addio originali
    Uffa, io uso sempre AnyDVD per vedere i miei (pochi a dire il vero) blu ray ORIGINALI 3d. Non posso fare diversamente, altrimenti VLC non li legge. E non esiste alcun player free per Winzozz. Ho detto Winzozz? :-)Quindi senza AnyDVD HD io perderò il diritto a vedere i film che ho ACQUISTATO e PAGATO- Trilogia Lo Hobbit- Star Trek Into DarknessQuindi io avrò ancora più necessità di SCARICARE film pur essendo ben disposto per alcuni capolavori a PAGARE, ripeto PAGARE, per gli ORIGINALI
    • user_ scrive:
      Re: Addio originali
      non sono capolavori quelli
      • panda rossa scrive:
        Re: Addio originali
        - Scritto da: user_
        non sono capolavori quelliHa parlato il fan di Cozzalone e Cristian de Sica!
        • ... scrive:
          Re: Addio originali
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: user_

          non sono capolavori quelli

          Ha parlato il fan di Cozzalone e Cristian de Sica!Beh quelli sono peggio però definire capolavori la trilogia dello Hobbit e Star Trek Into Darkness proprio no... avesse almeno detto quella del Signore degli Anelli potrei forse ancora capire (oddio, non so se definirei capolavoro neanche quella ma certamente molto meglio di quella dello Hobbit).In quanto a J.J. Abrams poi... lasciamo perdere, vah...
    • xx tt scrive:
      Re: Addio originali
      Non ti preoccupare: Darwin arriverà ben presto in tuo soccorso, come sempre capita quando qualche idiota pensa di imporsi sugli utenti perché "più forte" di loro.Basta aspettare che pubblichino il codice sorgente in open source, e poi potrai scaricarti il tuo bel plugin per VLC.Si potrebbe far notare a certi "fini giursiti" che così questi plugin saranno molto più diffusi e disponibili di AnyDVD ma sono quisquiglie che questi personaggi non possono cogliere.Coglieranno, più probabilmente, i calci nelle chiappe da parte dei produttori che si saranno fatti i conti a fine anno.
    • prova123 scrive:
      Re: Addio originali
      - Scritto da: djechelon
      Uffa, io uso sempre AnyDVD per vedere i miei
      (pochi a dire il vero) blu ray ORIGINALI 3d. Non
      posso fare diversamente, altrimenti VLC non li
      legge. E non esiste alcun player free per
      Winzozz. Ho detto Winzozz?
      :-)Se non sbaglio Winzozz 10 XXXX tutto quello che è DRM ... o sbaglio? :D
  • LinkZ scrive:
    Che schifo!
    Che schifo, alla fine lo stato di polizia ha prevalso. Ad ogni modo, continuerò a boicottare dvd e blu-ray. Se un film non si trova in streaming online e ovviamente gratis, per me non esiste-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 29 febbraio 2016 10.56-----------------------------------------------------------
  • panda rossa scrive:
    Non sara' necessario.
    Un sistema anticopia di film che prevede un collegamento ad internet per poter vedere il film, e' morto prima ancora di nascere.Non sara' necessario eliminare una protezione del genere, per il semplice fatto che NESSUNO vorra' vedere un film in questo modo.E siccome lo stesso film continuera' ad essere distribuito anche in DVD e Blue Ray per tutti quegli utenti che non hanno e non vogliono usare la connessione per vedersi il film ecco che il problema e' comunque risolto.
    • prova123 scrive:
      Re: Non sara' necessario.
      Però a questo punto è d'obbligo avvertire chi acquista paga un DVD/BR di controllare molto attentamente che non ci sia scritto magari con caratteri molto piccoli diciture simili a " Richiede connessione Internet ".Non facendolo sarà facile ritrovarsi con un disco inutilizzabile non avendo un lettore connesso alla rete... bisogna avere pure quello eh ... !Quando andrà da chi lo ha acquistato pagato la risposta sarà:" Ma non ha letto prima di pagare ? C'era scritto ... :D "
      • panda rossa scrive:
        Re: Non sara' necessario.
        - Scritto da: prova123
        Però a questo punto è d'obbligo avvertire chi
        <s
        acquista </s
        paga un DVD/BR di controllare
        molto attentamente che non ci sia scritto magari
        con caratteri molto piccoli diciture simili a

        " <b
        Richiede connessione Internet </b
        ".
        Non facendolo sarà facile ritrovarsi con un disco
        inutilizzabile non avendo un lettore connesso
        alla rete... bisogna avere pure quello eh ...
        !
        Quando andrà da chi lo ha <s
        acquistato </s

        pagato la risposta
        sarà:
        " <b
        Ma non ha letto prima di pagare ? C'era
        scritto ... :D
        </b
        "E a quel punto il videotechino rimpiangera' di non aver pagato il pizzo alla mafia per avere protezione.
    • djechelon scrive:
      Re: Non sara' necessario.
      - Scritto da: panda rossa
      Un sistema anticopia di film che prevede un
      collegamento ad internet per poter vedere il
      film, e' morto prima ancora di
      nascere.
      Alla fin fine la spunta Netflix. La comodità di pagare un film 10 volte meno di un disco, a parità di risoluzione per chi ha connessioni veloci..............Il mercato dei BD è morto (grazie al/per colpa del) lo streaming
      • Sg@bbio scrive:
        Re: Non sara' necessario.
        Il mercato home video muore se lo luccettano in maniera cosi pesante.Sistemi ANTI UTENTE.Perchè c'è chi i film li colleziona, per dire.
        • panda rossa scrive:
          Re: Non sara' necessario.
          - Scritto da: Sg@bbio
          Il mercato home video muore se lo luccettano in
          maniera cosi
          pesante.
          Sistemi ANTI UTENTE.Il mercato home video e' morto da tempo.
          Perchè c'è chi i film li colleziona, per dire.E che c'entra?Il DRM ti impedisce la visione, mica la collezione.
          • Sg@bbio scrive:
            Re: Non sara' necessario.
            - Scritto da: panda rossa

            Il mercato home video e' morto da tempo.Ma anche no.

            E che c'entra?
            Il DRM ti impedisce la visione, mica la
            collezione.Il problema è che se io non posso vedere una cosa che ho acquistato per colpa della demenza dei DRM, faccio prima a non collezionare e darmi alla pirateria o far finta che tale film non sia mai esistito.
          • panda rossa scrive:
            Re: Non sara' necessario.
            - Scritto da: Sg@bbio
            - Scritto da: panda rossa




            Il mercato home video e' morto da tempo.

            Ma anche no.





            E che c'entra?

            Il DRM ti impedisce la visione, mica la

            collezione.

            Il problema è che se io non posso vedere una cosa
            che ho acquistato per colpa della demenza dei
            DRM, faccio prima a non collezionare e darmi alla
            pirateria o far finta che tale film non sia mai
            esistito.Il problema e' che tu confondi il contenuto col contenitore.Nel caso di contenuti digitali, si paga il contenitore.Il contenuto e' gratis.Se il contenitore non ti interessa, non ci spendi i soldi.I collezionisti collezionano i contenitori, mica i contenuti.
          • Sg@bbio scrive:
            Re: Non sara' necessario.
            Credo che tu abbia le idee molto confuse.
          • Max scrive:
            Re: Non sara' necessario.
            - Scritto da: panda rossa
            Il problema e' che tu confondi il contenuto col
            contenitore.
            Nel caso di contenuti digitali, si paga il
            contenitore.
            Il contenuto e' gratis.
            Se il contenitore non ti interessa, non ci spendi
            i
            soldi.Ancora, ma che stai a di? Tu paghi sia il contenuto digitale che il contenitore o il mezzo di diffusione. Il contenuto può essere gratis o meno, ma in un film normalmente non è gratis. Pertanto paghi sia il diritto di visione del film che il contenitore/mezzo di diffusione o riproduzione.
          • panda rossa scrive:
            Re: Non sara' necessario.
            - Scritto da: Max
            - Scritto da: panda rossa

            Il problema e' che tu confondi il contenuto
            col

            contenitore.

            Nel caso di contenuti digitali, si paga il

            contenitore.

            Il contenuto e' gratis.

            Se il contenitore non ti interessa, non ci
            spendi

            i

            soldi.


            Ancora, ma che stai a di? Tu paghi sia il
            contenuto digitale che il contenitore o il mezzo
            di diffusione.No. Io pago solo il contenitore.E non lo dico io, lo dicono loro.Dicono che il contenitore e' mio e lo posso vendere, regalare, rompere...Il contenuto invece non e' in vendita.
            Il contenuto può essere gratis o
            meno, ma in un film normalmente non è gratis.Ma visto che non e' in vendita, vuol dire che e' gratis.
            Pertanto paghi sia il diritto di visione del film
            che il contenitore/mezzo di diffusione o
            riproduzione.Io pago la scatola, e della scatola ho lo scontrino.Il contenuto no, perche' se fosse veramente mio, ci potrei fare cose che invece mi vietano di fare.
          • Max scrive:
            Re: Non sara' necessario.
            Ti sfugge sempre la differenza tra acquistare un prodotto o i suoi diritti di fruizione (aka licenza d'uso).Te lo spiego ancora una volta: con la prima acquisti anche il prodotto, che diventa tuo.Con la seconda acquisti il diritto di usarlo, ma il prodotto (o la proprietà intellettuale) no, non è tuo, resta del produttore.Ergo, nel secondo caso, paghi sia la scatola che il diritto di usare il prodotto contenuto nella scatola. Ma il diritto di utilizzo non prevede che tu ci possa fare quello che vuoi. Puoi solo usarlo.Ti è chiara la differenza?
          • panda rossa scrive:
            Re: Non sara' necessario.
            - Scritto da: Max
            Ti sfugge sempre la differenza tra acquistare un
            prodotto o i suoi diritti di fruizione (aka
            licenza
            d'uso).

            Te lo spiego ancora una volta: con la prima
            acquisti anche il prodotto, che diventa
            tuo.
            Con la seconda acquisti il diritto di usarlo, ma
            il prodotto (o la proprietà intellettuale) no,
            non è tuo, resta del
            produttore.

            Ergo, nel secondo caso, paghi sia la scatola che
            il diritto di usare il prodotto contenuto nella
            scatola. Ma il diritto di utilizzo non prevede
            che tu ci possa fare quello che vuoi. Puoi solo
            usarlo.

            Ti è chiara la differenza?Questo e' quello che ti piacerebbe che la gente credesse.A casa mia invece funziona cosi': quello che compro e' mio, e di quello che e' mio ci faccio quello che mi pare.
          • Max scrive:
            Re: Non sara' necessario.
            E allora fai causa al produttore. Vediamo cosa ne pesnsa un giudice delle tue "solide" motivazioni....
          • panda rossa scrive:
            Re: Non sara' necessario.
            - Scritto da: Max
            E allora fai causa al produttore. Vediamo cosa ne
            pesnsa un giudice delle tue "solide"
            motivazioni....Ma neanche per idea.Io non ho mica bisogno di un giudice per esercitare i miei diritti in casa mia.
          • smarmaduk scrive:
            Re: Non sara' necessario.
            per una volta ne hai detta una giusta !
          • Max scrive:
            Re: Non sara' necessario.
            - Scritto da: panda rossa
            Il DRM ti impedisce la visione, mica la
            collezione.Ma che stai a di? Il DRM ti impedisce (o cerca di impedire) la copia di un contenuto, o ne regolamenta la visione per i diritti di visione che hai acquistato. Mica ti impedisce la visione in modo assoluto....
          • panda rossa scrive:
            Re: Non sara' necessario.
            - Scritto da: Max
            - Scritto da: panda rossa

            Il DRM ti impedisce la visione, mica la

            collezione.

            Ma che stai a di? Il DRM ti impedisce (o cerca di
            impedire) la copia di un contenuto, o ne
            regolamenta la visione per i diritti di visione
            che hai acquistato.

            Mica ti impedisce la visione in modo assoluto....Hai letto che cosa fa questa cosa?Devi collegare il lettore alla rete internet altrimenti non ti fa vedere il film.Riassumo: NON TI FA VEDERE IL FILM.
          • Max scrive:
            Re: Non sara' necessario.
            Scindiamo i diritti di visione con i sistemi anticopia: il diritto di visione ovviamente può essere verificato solo via internet, o una tantum mediante certificato digitale (che ti scarica al momento che acquisti il contenuto) o mediante diritti a tempo, che ovviamente richiedono la connessione. L'anticopa non richiede nessuna connessione ad internet, difatti il mio lettore BD non è collegato ad internet e i film li riproduce senza problemi.AnyDVD elimina(va) quest'ultimo, mica gestiva i diritti di visione.
          • panda rossa scrive:
            Re: Non sara' necessario.
            - Scritto da: Max
            Scindiamo i diritti di visione con i sistemi
            anticopia: Scindiamoli pure, anche se a quanto pare sono strettamente connessi.
            il diritto di visione ovviamente può
            essere verificato solo via internet,Non c'e' niente da verificare nel diritto di visione.E' un mio diritto visionare un contenuto di cui possiedo il dvd.E' un mio diritto farlo come mi pare e senza rendere conto a nessuno.Che cosa vorresti verificare tu?
            o una tantum
            mediante certificato digitale (che ti scarica al
            momento che acquisti il contenuto) o mediante
            diritti a tempo, che ovviamente richiedono la
            connessione.Queste condizioni sono inaccettabili.
            L'anticopa non richiede nessuna connessione ad
            internet, difatti il mio lettore BD non è
            collegato ad internet e i film li riproduce senza
            problemi.Pure il mio.
            AnyDVD elimina(va) quest'ultimo, mica gestiva i
            diritti di
            visione.Elimina ancora, tranquillo.
          • Max scrive:
            Re: Non sara' necessario.
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Max

            Scindiamo i diritti di visione con i sistemi

            anticopia:

            Scindiamoli pure, anche se a quanto pare sono
            strettamente
            connessi.


            il diritto di visione ovviamente può

            essere verificato solo via internet,

            Non c'e' niente da verificare nel diritto di
            visione.
            E' un mio diritto visionare un contenuto di cui
            possiedo il
            dvd.
            E' un mio diritto farlo come mi pare e senza
            rendere conto a
            nessuno.
            Che cosa vorresti verificare tu?
            Ma niente, e infatti quello del DVD/BD non è un diritto di visione ma uno strumento anticopia... E difatti non verifica nulla su internet.

            o una tantum

            mediante certificato digitale (che ti
            scarica
            al

            momento che acquisti il contenuto) o mediante

            diritti a tempo, che ovviamente richiedono la

            connessione.

            Queste condizioni sono inaccettabili.Eh non comprare un film in digitale su internet... Se lo compri accetti un contratto (EULA), e nel contrattomci sono quelle condizioni. Non ti stanno bene? Legittimo, quindi non accettarlo e non comprare. Compri, e quindi accetti l'EULA? Allora poi non puoi lamentarti.

            AnyDVD elimina(va) quest'ultimo, mica
            gestiva
            i

            diritti di

            visione.

            Elimina ancora, tranquillo.Per ora. Appena cambieranno l'algoritmo non sarà più in grado di farlo, perché AnyDVD non viene più aggiornato. A meno che qualcuno si prenda carico di portare avanti lo sviluppo al posto di SlySoft.
          • panda rossa scrive:
            Re: Non sara' necessario.
            - Scritto da: Max
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Max


            Scindiamo i diritti di visione con i
            sistemi


            anticopia:



            Scindiamoli pure, anche se a quanto pare sono

            strettamente

            connessi.




            il diritto di visione ovviamente può


            essere verificato solo via internet,



            Non c'e' niente da verificare nel diritto di

            visione.

            E' un mio diritto visionare un contenuto di
            cui

            possiedo il

            dvd.

            E' un mio diritto farlo come mi pare e senza

            rendere conto a

            nessuno.

            Che cosa vorresti verificare tu?



            Ma niente, e infatti quello del DVD/BD non è un
            diritto di visione ma uno strumento anticopia...
            E difatti non verifica nulla su
            internet.E ci mancherebbe altro.


            o una tantum


            mediante certificato digitale (che ti

            scarica

            al


            momento che acquisti il contenuto) o
            mediante


            diritti a tempo, che ovviamente
            richiedono
            la


            connessione.



            Queste condizioni sono inaccettabili.

            Eh non comprare un film in digitale su
            internet...Infatti. Me lo procuro da altri fornitori che non applicano queste condizioni.
            Se lo compri accetti un contratto
            (EULA), e nel contrattomci sono quelle
            condizioni. Non ti stanno bene? Legittimo, quindi
            non accettarlo e non comprare.Ed e' proprio quello che facciamo.
            Compri, e quindi
            accetti l'EULA? Allora poi non puoi
            lamentarti.Non compro, non accetto l'EULA, non mi lamento.Mi pare che chi si lamenti sono loro.


            AnyDVD elimina(va) quest'ultimo, mica

            gestiva

            i


            diritti di


            visione.



            Elimina ancora, tranquillo.
            Per ora. Appena cambieranno l'algoritmo non sarà
            più in grado di farlo, perché AnyDVD non viene
            più aggiornato. A meno che qualcuno si prenda
            carico di portare avanti lo sviluppo al posto di
            SlySoft.Continuera' a funzionare sui dvd.O forse stai dicendo che le major smetteranno di pubblicare su dvd (rinunciando al 90% del mercato) e distribuiranno solo con la nuova tecnologia?
          • Basilisco di Roko scrive:
            Re: Non sara' necessario.

            Continuera' a funzionare sui dvd.
            O forse stai dicendo che le major smetteranno di
            pubblicare su dvd (rinunciando al 90% del
            mercato) e distribuiranno solo con la nuova
            tecnologia?Qui ti volevo! Ti avevo fatto l'esempio di come si potrebbe realizzare un sistema con DRM abbastanza solido, senza calpestare i diritti del cliente, e usando la tecnologia che già esiste. Ma su un tale sistema non avrebbe senso distribuire i film già usciti su dvd, perché chiunque volesse piratarli, non dovrebbe far altro che prendere il dvdrip (e ne basta uno). Quindi, prima di attivare la piattaforma nuova occorrerebbe eliminare completamente il mercato dei dvd... e non sarebbe conveniente, perché farebbe cento volte più danno che la pirateria.
          • Basilisco di Roko scrive:
            Re: Non sara' necessario.



            AnyDVD elimina(va) quest'ultimo, mica

            gestiva

            i


            diritti di


            visione.



            Elimina ancora, tranquillo.
            Per ora. Appena cambieranno l'algoritmo non sarà
            più in grado di farlo, perché AnyDVD non viene
            più aggiornato. E allora i dvd con algoritmo nuovo si potranno usare come sottobicchieri, perché nemmeno i lettori dvd vengono aggiornati (alcuni lettori risalgono a fine anni 90, e non sono più in produzione da anni)
          • Izio01 scrive:
            Re: Non sara' necessario.
            - Scritto da: Max
            Scindiamo i diritti di visione con i sistemi
            anticopia: il diritto di visione ovviamente può
            essere verificato solo via internet, o una tantum
            mediante certificato digitale (che ti scarica al
            momento che acquisti il contenuto) o mediante
            diritti a tempo, che ovviamente richiedono la
            connessione.
            Senti, se cominci a parlare di "diritti di visione", allora quei #@# di dischi non li vendi al supermercato, dove la gente COMPRA la roba.O tu saresti felice di trovare un foglietto che spiega che i "diritti di tostatura" che hai acquisito con il tuo nuovo tostapane prevedono solo un lato delle fette e solo di venerdì?
        • Izio01 scrive:
          Re: Non sara' necessario.
          - Scritto da: Sg@bbio
          Il mercato home video muore se lo luccettano in
          maniera cosi pesante.
          Sistemi ANTI UTENTE.

          Perchè c'è chi i film li colleziona, per dire.Bravo.Acquistare un film che mi interessa, per poi averlo lì, a disposizione per quando mi verrà voglia di vederlo. Ma anche per prestarlo a un amico o un familiare che mostri interesse.Nel momento in cui un disco fisico diventa un noleggio, se lo possono tenere.
    • James Kirk scrive:
      Re: Non sara' necessario.
      Per una volta tanto sono d'accordo con te.
    • peppeblu scrive:
      Re: Non sara' necessario.
      Giusto
Chiudi i commenti