La campagna elettorale di Trump torna su Twitch

Dopo poco più di due settimane cade il ban di Twitch nei confronti di Trump: il Presidente riprende la propria campagna elettorale sulla piattaforma.
Dopo poco più di due settimane cade il ban di Twitch nei confronti di Trump: il Presidente riprende la propria campagna elettorale sulla piattaforma.

Alla fine Twitch ha deciso di revocare il ban imposto a fine giugno all’account di Donald Trump con l’accusa di incitamento all’odio. Il tycoon e il suo staff possono dunque ora tornare a condurre la campagna elettorale in vista delle Presidenziali 2020 attraverso un canale che per sua natura si rivolge a un pubblico giovane, chiamato per la prima volta alle urne.

Twitch riammette Trump dopo due settimane

La misura era stata adottata in conseguenza ad alcune frasi piuttosto discutibili pronunciate dall’inquilino della Casa Bianca sui migranti messicani durante un suo comizio a Tulsa, nell’Oklahoma. Al momento non è disponibile alcun comunicato ufficiale in merito alle ragioni della riammissione. Riportiamo invece di seguito la breve dichiarazione pubblicata a fine giugno in occasione del ban.

Così come tutti gli altri, i politici su Twitch devono rispettare i nostri termini di servizio e le linee guida della comunità. Non facciamo eccezioni per politici o contenuti di interesse pubblico e prenderemo decisioni sui contenuti riportati che infrangono le nostre regole.

Il debutto su Twitch risale all’ottobre 2019. Una mossa che ha testimoniato la volontà di rivolgere la campagna per la rielezione anche a una platea prevalentemente giovane, interessata a un tema solitamente non vicino al mondo della politica come quello del gaming. Dal 2014 la piattaforma è controllata da Amazon il cui CEO Jeff Bezos non può essere considerato il miglior amico di Trump.

Fonte: Engadget
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti