Tutti pazzi per il broadband di Google

I sindaci statunitensi sono disposti a fare letteralmente di tutto per far sì che la propria città venga inclusa nel piano per la banda larga di BigG

Roma – Cambiare nome della propria città sembra essere solo uno dei tanti metodi per attirare l’attenzione di Google (e della sua banda larga) adottati da parte di alcuni primi cittadini statunitensi. Stando a quanto riporta il New York Times il sindaco di Duluth, Minnesota, si sarebbe gettato nelle gelide acque del Lago Superiore per farsi notare dagli strateghi di Mountain View impegnati a delineare i passi da compiere per la realizzazione dell’infrastruttura di rete della Grande G.

Questa “singolare iniziativa” non sembra essere però un gesto isolato: diversi altri primi cittadini sparsi per gli States si sono lasciati andare a dimostrazioni di ogni genere pur di accattivarsi la benevolenza di Google.
La massima autorità di Sarasota, Florida, ha nuotato in una vasca piena di acqua e squali martello mentre il collega di Wilmington, North Carolina ha dichiarato che sarebbe disposto a paracadutarsi da un aereo per ottenerne l’attenzione.

Altre azioni ricalcate su quella fatta dal sindaco di Topeka, cittadina dell’Arizona ribattezzata Google per un mese, sono state riportate in diverse località sparse per gli USA, tra cui spicca Austin, la città capoluogo del Texas.

Il piano per la banda larga di Google sembra dunque riscuotere molto più successo dell’analogo provvedimento annunciato dal governo USA, quel National Broadband Plan nel quale gli stessi addetti ai lavori non nutrono grande fiducia.

Giorgio Pontico

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • franco stiletti scrive:
    si ma...
    ma XXXXXddio!
  • Diffrazione scrive:
    Diffrazione
    Qualcuno conosce il significato della parola DIFFRAZIONE?
    • Wolf01 scrive:
      Re: Diffrazione
      È un fenomeno legato alla natura ondulatoria della luce[img]http://www.quellidellavialattea.com/imgsito/diffrazione.gif[/img]
  • alexiots scrive:
    Precisazione
    Nell'articolo viene riportato:"Un simile setup ha però la cruciale controindicazione di bloccare una buona parte della luce che colpisce il sensore (il 75 per cento, dice la BBC"Questa frase è da precisare, infatti non si dice se la luce di cui si parla fa parte dello spettro visibile o comprende anche tutte le lunghezze d'onda che il sensore della fotocamera può "misurare" e quindi convertire in immagine. Se la luce che viene bloccata fa parte del solo spettro visibile sono d'accordo che è una pesante limitazione alla risoluzione finale dell'immagine. Se, invece, la luce bloccata fa parte di tutto lo spettro che il sensore può captare l'articolo è fuorviante in quanto non si considera tutta la zona di spettro del vicino infrarosso (NIR) e le poche radiazioni ultraviolette che bisogna necessariamente bloccare per non avere risultati "psichedelici".
  • Kyashan scrive:
    Ahh maruccia...
    ...se ieri dormivi sarebbe stato meglio non scriverlo affatto l'articolo!Oltre al problema col solfuro,trovo che hai avuto qualche difficoltà anche con la redazione dell'articolo in generale.Infatti in un punto esso risulta molto poco chiaro:prima parli del problema dei microproXXXXXri ("limitati nella risoluzione ma soprattutto nella quantità di luce") indicando dapprima la risoluzione e quindi la luce.Nel periodo successivo inverti gli oggetti di discussione ("bloccare una buona parte della luce che colpisce il sensore, senza considerare il limite di miniaturizzazione").Il terzo periodo si riferisce ai due problemi utilizzando i numeri ordinali,rendendo incomprensibile a mio avviso il tutto ("abbatterebbe drasticamente il primo problema e mitigherebbe abbondantemente il secondo").Inoltre l'utilizzo di primo secondo etc lo trovo elementare.A mio avviso meglio periodi brevi e un utilizzo maggiore di sinonimi piuttosto che questo!La mia non vuole essere una trollata,una critica costruttiva.Alla prossima
    • attonito scrive:
      Re: Ahh maruccia...
      - Scritto da: Kyashan
      ...se ieri dormivi sarebbe stato meglio non
      scriverlo affatto l'articolo!non disturbare il manovratore... che' tanto e' inutile....
    • krane scrive:
      Re: Ahh maruccia...
      - Scritto da: Kyashan
      ...se ieri dormivi sarebbe stato meglio non
      scriverlo affatto l'articolo!Oltre al problema
      col solfuro,trovo che hai avuto qualche
      difficoltà anche con la redazione dell'articolo
      in generale.Infatti in un punto esso risulta
      molto poco chiaro:prima parli del problema dei
      microproXXXXXri ("limitati nella risoluzione ma
      soprattutto nella quantità di luce") indicando
      dapprima la risoluzione e quindi la luce.Nel
      periodo successivo inverti gli oggetti di
      discussione ("bloccare una buona parte della luce
      che colpisce il sensore, senza considerare il
      limite di miniaturizzazione").Il terzo periodo si
      riferisce ai due problemi utilizzando i numeri
      ordinali,rendendo incomprensibile a mio avviso il
      tutto ("abbatterebbe drasticamente il primo
      problema e mitigherebbe abbondantemente il
      secondo").Inoltre l'utilizzo di primo secondo etc
      lo trovo elementare.A mio avviso meglio periodi
      brevi e un utilizzo maggiore di sinonimi
      piuttosto che questo!La mia non vuole essere una
      trollata,una critica costruttiva.Alla prossimaMa si... Ma dai... In fondo sono informatici mica dei chimici...Ha, emmm... peccato che piu' in la' c'e' l'articolo in cui confondono arm con atom... :( :| (anonimo)http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2837931&m=2838480#p2838480-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 23 marzo 2010 13.09-----------------------------------------------------------
  • vac scrive:
    Spesso il limite è nelle lenti.
    ...Ma spesso il limite è nelle lenti.
  • Antonio Merumi scrive:
    'GNURANTI !
    Traduzione da cani (o da google traduttore o simili) il "lead sulphide" tasformato in "zolfide di piombo".......Ma andate a studiare la chimica!P.S.: La traduzione corretta è "Solfuro di piombo"
Chiudi i commenti