Chroma Labs è la nuova acquisizione di Twitter

Il social network di Jack Dorsey ha allungato le mani su una startup fondata da veterani di Facebook e specializzata nell'editing dei contenuti.
Il social network di Jack Dorsey ha allungato le mani su una startup fondata da veterani di Facebook e specializzata nell'editing dei contenuti.

Nuova acquisizione per Twitter che nel tentativo di spingere sul fronte dei contenuti multimediali ha deciso di fare propria Chroma Labs. Si tratta di una startup composta da sette persone, inclusi alcuni ex dipendenti di Facebook, Oculus e Instagram (tra questi anche John Barnett, l’inventore di Boomerang), specializzata nell’editing di foto e video per la creazione di storie da condividere.

Quando abbiamo fondato Chroma Labs nel 2018 è stato per creare un’azienda in grado di ispirare la creatività e aiutare le persone a raccontare visivamente le loro storie. Durante lo scorso anno abbiamo permesso a creatori e business di tutto il mondo di realizzare milioni di storie grazie all’app Chroma Stories.

Twitter compra Chroma Labs per l’editing di foto e video

A questo punto non è da escludere l’ipotesi che la piattaforma abbia messo in cantiere una novità che potremmo descrivere come Twitter Stories, andando a replicare una caratteristica ormai pressoché onnipresente sui social network. I dettagli economici dell’operazione non sono stati rivelati.

Terminiamo il nostro business con effetto immediato. Sarete ancora in grado di utilizzare l’applicazione Chroma Stories per creare incredibili storie finché rimarrà installata sul vostro smartphone.

Screenshot per l'applicazione Chroma Stories

Tra le funzionalità dell’applicazione ci sono filtri, cornici e la composizione automatica di collage. Con poco più di un anno di attività alle spalle, Chroma Labs ha ricevuto investimenti tra gli altri da Sweet Capital, Index Ventures e Combine VC.

Con l’acquisizione la natura di Twitter potrebbe almeno in parte cambiare: da piattaforma concentrata quasi esclusivamente su post e contenuti testuali a vetrina più attenta a immagini e video. A suggerire una virata in questa direzione altre iniziative come la recente implementazione di Guetzli per migliorare la qualità delle foto condivise.

Fonte: Chroma Labs
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti