Twitter e gli attacchi di stato

La piattaforma di microblogging mette in guardia i suoi utenti: attacchi informatici ai danni degli account potrebbero essere stati perpetrati da attori governativi
La piattaforma di microblogging mette in guardia i suoi utenti: attacchi informatici ai danni degli account potrebbero essere stati perpetrati da attori governativi

Twitter ha avvertito diversi utenti che i loro account potrebbero essere stati oggetto di attacchi informatici sponsorizzati da Stati .

Come già previsto da qualche mese da Facebook, anche il la piattaforma di microblogging ha deciso di segnalare ai propri utenti eventuali ingerenze, a mezzo informatico, da parte dei governi. Per lo stesso motivo Google, per cui hanno molto valore i dati dei cittadini della Rete, ha disposto un simile sistema di notifiche fin dal 2012, ancor prima che il vaso di Pandora del Datagate venisse scoperchiato.

Twitter, da ultimo, non ha dati certi da condividere né prove certe, ma riferisce di star investigando la questione degli attacchi subiti da alcuni dei suoi utenti.
Per il momento la piattaforma ha riferito agli account interessati che “si tratta di una precauzione” e che gli attacchi avrebbero coinvolto solo “un piccolo gruppo di account”, tra cui associazioni e persone che si occupano di crittografia e sicurezza informatica.

D’altra parte la vera preoccupazione non è legata all’estensione della minaccia, ma alla sua natura: “Crediamo – ha scritto Twitter – che questi attori potrebbero essere associati ad un governo e che il loro scopo sia quello di ottenere informazioni personali quali indirizzi email, indirizzi IP o numeri di telefono.”

Claudio Tamburrino

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti