Twitter, Paola Ferrari minaccia querela

La popolare conduttrice televisiva stanca dei cinguettii sul suo aspetto fisico. Decisa a chiedere un maxi risarcimento da devolvere ai terremotati dell'Emilia

Roma – Una dose eccessiva di epiteti offensivi, con “pesanti allusioni fisiche a presunti rifacimenti estetici”. La popolare conduttrice RAI Paola Ferrari – volto di punta nella trasmissione Stadio Europa che ha accompagnato gli italiani nel corso dell’ultimo torneo di calcio in Polonia e Ucraina – ha deciso di querelare la piattaforma di microblogging Twitter per diffamazione .

I dettagli della causa sono attualmente vaghi. Non è chiaro se la conduttrice sportiva abbia denunciato i responsabili di Twitter o gli utenti che l’avrebbero offesa cinguettando . Così come non è stato quantificato il “maxi-risarcimento” che – se ottenuto – andrebbe devoluto totalmente alle famiglie delle vittime del terribile terremoto che ha devastato l’Emilia-Romagna.

“Lavoro nel giornalismo da più di 30 anni e da 20 in RAI – avrebbe detto Paola Ferrari a Klaus Davi nel suo programma YouTube Klauscondicio – e ho sempre accettato le critiche, anche quelle più dure e a mio avviso immotivate, ben sapendo che fanno parte del gioco. Tuttavia con questo atto voglio dire un no chiaro! Il web non può diventare solo una bacheca della diffamazione anonima, dell’insinuazione volgare e del razzismo solo perchè nel web c’è la libertà di espressione”.

A far saltare i nervi alla conduttrice una valanga di tweet postati dagli utenti nel corso dell’ultima competizione calcistica europea . Con allusioni reiterate ai suoi ritocchi estetici che l’avrebbero resa “giovane come una Barbie”. “Non è giusto usare la Rete e i social network per insultare le persone – ha continuato – senza la possibilità di un contraddittorio, e questo accade soprattutto con Twitter”.

Sempre nel corso dell’intervista rilasciata a Klaus Davi, Paola Ferrari si è detta d’accordo con la norma di legge relativa all’obbligo di rettifica per i siti Web come previsto nel DL Intercettazioni . “La mia sarà una battaglia per una informazione più civile che si basa su una semplice regola: sì e sempre alla libertà di critica, ma no alla libertà d’insulto e di diffamazione vigliacca e, soprattutto, anonima”.

Immediata la reazione degli stessi utenti di Twitter, che hanno varato l’hashtag #QuerelaConPaola per postare battute dissacranti. “Se alla fermata del tram scrivo col pennarello frasi contro di te quereli l’Atm?”, si chiede a caldo un utente di Milano. “Pare che John Belushi in chiesa nei Blues Brothers non abbia visto la luce ma #PaolaFerrari alla prima comunione”, scherza un altro iscritto al social network.

Nel delicato rapporto tra piattaforme digitali e volti dello spettacolo, casi del genere si contano a decine. Da Vasco Rossi e la sua pagina su Nonciclopedia al sindaco di Firenze Matteo Renzi, che aveva minacciato di querelare gli utenti Twitter per un presunto finanziamento ottenuto dal tesoriere della Margherita Luigi Lusi. Oltre ai casi internazionali degli attori Hugh Grant e Zhang Ziy.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Aleb scrive:
    XXXXXXXXX via browser
    Un SO/firmware che permette una procedura del genere è fallato alla base.
  • gnammolo scrive:
    F.U.D.
    http://www.tomshw.it/cont/news/google-la-botnet-android-in-verita-e-un-problema-windows/38476/1.html
    • collione scrive:
      Re: F.U.D.
      no, quella è relativa ad un altro caso, in cui un ricercatore ms ha affermato di aver scovata una botnet spara-spam basata su androidl'articolo invece parla di un poc per il clickjackinginteressante notare come nel mondo windows si chiamino poc ( cioè roba dimostrativa non in circolazione ) e nel mondo android li chiamino malware ( sottintendendo che ci sono miliardi di terminali già infettati )se non è un tentativo di fare allarmismo questo, non so cosa sia
  • reminder scrive:
    Re: Apple
    Se è uno strumento di lavoro vale la pena eccome...nel tuo privato fai quello che vuoi ma è prassi normale limitare le possibilità dei terminali utente...uno strumento che già di suo limita il software che puo' girare facendolo provenire da un'unica fonte è innegabilmente piu' sicuro e piu' facile da controllare
  • agnello scrive:
    Re: Apple
    - Scritto da: collione
    la teoria che lo store di apple sia invulnerabile
    è pura fantasia, vero, ma la pratica ci dice siamo in un rapporto di 25'000 a 1
    anche perchè quante applicazioni
    ricevono al giorno?parecchie
    quanto personale hanno per analizzarle? poco (per questo passa molto tempo per l'approvazione) ma buono
    quanto è facile nascondere una
    backdoor in un programma in codice nativo?dipende dai tool che hanno a disposizione le persone che verificano: su AppStore ci fai solo se hai sviluppato con API ufficiali
    non capisco quali sarebbero gli strumenti che
    apple ha e google no per tenere al sicuro lo
    storePer iOS c'è uno store solo verificato da Apple; ovvio che qualcosa può sempre scappare, ma le probabilità sono basse.Per Android ci sono potenzialmente infiniti store le cui App non si sa se/cosa/come vengono verificate (da chi poi?)
    inoltre consideriamo che tutti i malware android
    provengono da fonti terzeFalso: Google ha già usato il kill switch in molte occasioni per App vendute sul proprio AndroidMarket (ora PlayStore)
    e si capisce che tra
    play store e app store non c'è tutta questa
    grande differenzacome detto sopra, è falso
    • collione scrive:
      Re: Apple
      - Scritto da: agnello
      - Scritto da: collione
      vero, ma la pratica ci dice siamo in un rapporto
      di 25'000 a
      1supppongo ci siano statistiche ufficiali a riguardo
      parecchieappunto, è quindi impossibile controllarle tutte
      poco (per questo passa molto tempo per
      l'approvazione) ma
      buonocon poco personale e molte app da controllare, la vedo dura ottenere un buon risultatoma se un malware da poche decine di KB richiede mesi di lavoro per essere analizzato a fondoquesti vorrebbero farci credere che in 3-4 giorni vivisezionano un'applicazione e ne scovano eventuali pezzi malevoli?che poi si è visto http://punto-informatico.it/3555957/PI/News/app-store-aggiornamento-del-crash.aspxe parliamo di una cosa visibilissima, bastava eseguirle su un terminale ios
      dipende dai tool che hanno a disposizione le
      persone che verificano: su AppStore ci fai solo
      se hai sviluppato con API ufficialima perchè i malware usano le api di Hogwarts? :D

      Per iOS c'è uno store solo verificato da Apple;
      ovvio che qualcosa può sempre scappare, ma le
      probabilità sono
      basse.qualcosa? migliaia di app che crashano non sono qualcosa, è una debacle
      Per Android ci sono potenzialmente infiniti store
      le cui App non si sa se/cosa/come vengono
      verificate (da chi
      poi?)non si può pretendere che google controlli pure siti terziil confronto va fatto tra play store e app store
      Falso: Google ha già usato il kill switch in
      molte occasioni per App vendute sul proprio
      AndroidMarket (ora
      PlayStore)certo, ci sono stati casi del genere, ma si contano sulle dita di una mano
      come detto sopra, è falsoinfatti, su play store non si è mai incappati in migliaia di app che crashavano all'instanteSVEGLIATI!!!
      • MacGeek scrive:
        Re: Apple
        - Scritto da: collione
        ma se un malware da poche decine di KB richiede
        mesi di lavoro per essere analizzato a
        fondo

        questi vorrebbero farci credere che in 3-4 giorni
        vivisezionano un'applicazione e ne scovano
        eventuali pezzi
        malevoli?Beh sicuramente hanno dei tools che verificano le API utilizzate ed è facile che possono sapere se in un'app che non dovrebbe collegarsi ad internet, c'è invece del codice che lo fa.Poi, essendo questi controlli in realtà ignoti, l'eventuale sviluppatore di malware non sa bene neanche come cercare di aggirarli. E oltretutto se ci prova e viene beccato viene bannato subito dallo store (e magari denunciato).Insomma la barriera d'entrata per fare un malware sull'AppStore Apple è sicuramente molto più alta che farla su Android, quindi tanto vale farli su quello! ;)
        • collione scrive:
          Re: Apple
          - Scritto da: MacGeek
          Beh sicuramente hanno dei tools che verificano le
          API utilizzate ed è facile che possono sapere se
          in un'app che non dovrebbe collegarsi ad
          internet, c'è invece del codice che lo
          fa.un trojan lo puoi scaricare usando le normali api per l'acXXXXX alla rete, quindi niente di sospetto o tortuoso
          Poi, essendo questi controlli in realtà ignoti,
          l'eventuale sviluppatore di malware non sa bene
          neanche come cercare di aggirarli. E oltretuttopure virustotal ha controlli ignoti, ciò non ha impedito ai malware writer di farsene un'idea a furia di prove ed errori
          se ci prova e viene beccato viene bannato subito
          dallo store (e magari
          denunciato).questa è gente che usa carte di credito di paradisi fiscali o addirittura rubatefigurati se hanno problemi ad essere bannati
          Insomma la barriera d'entrata per fare un malware
          sull'AppStore Apple è sicuramente molto più alta
          che farla su Android, quindi tanto vale farli su
          quello!
          ;)più alta di poco non di moltoè piuttosto un modo per creare un finto senso di sicurezzadel resto pure su mac abbiamo un continuo evolversi e diffondersi di malware, ma apple continua a minimizzare e far finta che il problema non esiste
          • MacGeek scrive:
            Re: Apple
            - Scritto da: collione
            più alta di poco non di moltoAlte abbastanza, che ancora non se ne sono visti

            è piuttosto un modo per creare un finto senso di
            sicurezza

            del resto pure su mac abbiamo un continuo
            evolversi e diffondersi di malware, ma apple
            continua a minimizzare e far finta che il
            problema non
            esisteSu OS X sta facendo modifiche strutturali importanti per aumentare la sicurezza, che non hanno precedenti su altri OS desktop (ancora....: copieranno). Vedi GateKeeper.http://www.panic.com/blog/2012/02/about-gatekeeper/
      • agnello scrive:
        Re: Apple
        - Scritto da: collione
        - Scritto da: agnello

        - Scritto da: collione


        vero, ma la pratica ci dice siamo in un

        rapporto
        di 25'000 a

        supppongo ci siano statistiche ufficiali a
        riguardoil 25'000 di Android è riportato in questo articolo.il "1" di iOS è l'applicazione "Find and Call" (disponibile anche per Android) che mandava SMS e mail di SPAM dopo aver chiesto all'utente l'acXXXXX alla rubrica... non ci sono altri casi di malware per iOS

        parecchie

        appunto, è quindi impossibile controllarle tuttenulla è impossibile: è solo una questione di risorse

        poco (per questo passa molto tempo per

        l'approvazione) ma buono

        con poco personale e molte app da controllare, la
        vedo dura ottenere un buon risultatovedila come vuoi, ma lo stato attuale delle cose parla chiaro: per Android ci sono 25'000 malware, per iOS ne è spuntato "1" in questi giorni, dopo 4 anni di attività
        ma se un malware da poche decine di KB richiede
        mesi di lavoro per essere analizzato a
        fondo

        questi vorrebbero farci credere che in 3-4 giorni
        vivisezionano un'applicazione e ne scovano
        eventuali pezzi malevoli?Se c'è un modo veloce per risalire al fatto che siano state fatte con API ufficiali o meno, la questione è presto risolta, e restano da scandagliare "solo" i contenuti... ma a quel punto non è questione di malware...
        e parliamo di una cosa visibilissima, bastava
        eseguirle su un terminale iosma infatti il problema (che non c'azzecca nulla col malware) non è nell'eseguirle:-lo sviluppatore manda l'app-il tema la testa e l'approva-"dopo" l'approvazione passa per gli algoritmi DRM per arrivare sullo store-se il problema è in un bug sugli algoritmi, il team che l'ha testata non poteva certo individuare il problema, perché il problema non era nell'App

        Per iOS c'è uno store solo verificato da Apple;

        ovvio che qualcosa può sempre scappare, ma le

        probabilità sono

        basse.

        qualcosa? migliaia di app che crashano non sono
        qualcosa, è una debacle"questo" è un problema diverso, che non ha nulla a che fare né con i meccaniusmi di approvazione, né con il malware

        Per Android ci sono potenzialmente infiniti store

        le cui App non si sa se/cosa/come vengono

        verificate (da chi

        poi?)

        non si può pretendere che google controlli pure
        siti terziinfatti mica lo pretendo... fatto sta che la realtà è questa
        il confronto va fatto tra play store e app storeNO: il confronto va fatto con quello che puoi installare sul terminale.

        Falso: Google ha già usato il kill switch in

        molte occasioni per App vendute sul proprio

        AndroidMarket (ora PlayStore)

        certo, ci sono stati casi del genere, ma si
        contano sulle dita di una manoHai la memoria corta... solo l'anno scorso se ne contavano una trentina... a giugno... supponendo una crescita lineare, se è vero che negli ultimi tre mesi sono quadruplicate, andiamo come niente a qualche centinaio

        come detto sopra, è falso

        infatti, su play store non si è mai incappati in
        migliaia di app che crashavano all'instanteE' inutile che giri la frittata: il malware è una cosa, il crash dovuto ad un bug (ora risolto) non c'azzecca nulla... detto questo, le App per Android crashano spesso e volentieri a seconda del terminale dove le fai girare... e te lo assicuro da utilizzatore di Galaxy S II
        • picicci scrive:
          Re: Apple
          - Scritto da: agnello
          - Scritto da: collione

          - Scritto da: agnello


          - Scritto da: collione




          vero, ma la pratica ci dice siamo in un


          rapporto
          di 25'000 a



          supppongo ci siano statistiche ufficiali a

          riguardo

          il 25'000 di Android è riportato in questo
          articolo.
          il "1" di iOS è l'applicazione "Find and Call"
          (disponibile anche per Android) che mandava SMS e
          mail di SPAM dopo aver chiesto all'utente
          l'acXXXXX alla rubrica... non ci sono altri casi <b
          divulgati </b

          di malware per
          iOSFixed
          • agnello scrive:
            Re: Apple
            spiritoso come un dito nel XXXX... ma non serve a niente: se ti brucia le realtà, comprati la vasella... cerca su Google
        • collione scrive:
          Re: Apple
          - Scritto da: agnello
          il 25'000 di Android è riportato in questo
          articolo.25.000 di android 2012 contro 6.000 di android 2011l'1 di apple lo stai forzando tul'ecosistema apple è talmente opaco che è difficile pure per i ricercatori sapere esattamente che diavolo sta succedendoguarda qua http://apple.slashdot.org/story/12/07/05/1727215/first-ios-malware-discovered-in-apples-app-store e leggiti i commenti tipo"but years ago there was a tethering app disguised as a flashlight app so it's been possible for a long time."l'appstore non è più sicuro, è semplicemente più opaco anche e soprattutto nei confronti dei ricercatori di sicurezzac'è una precisa volontà aziendale di insabbiare casi del genere
          vedila come vuoi, ma lo stato attuale delle cose
          parla chiaro: per Android ci sono 25'000 malware,ma dove? sul play store? ci credo poco!!!poi lo vedi, pure i poc vengono chiamati malware, ma sappiamo bene che non sono in circolazione
          nell'eseguirle:
          -lo sviluppatore manda l'app
          -il tema la testa e l'approvale testano così bene che non si sono accorti che c'erano centinaia di app che crashavano all'avvio? e con questi presupposti vogliono farci credere di riuscire a stanare i malware?
          -"dopo" l'approvazione passa per gli algoritmi
          DRM per arrivare sullo
          storeil drm non è un'antivirus
          -se il problema è in un bug sugli algoritmi, il
          team che l'ha testata non poteva certo
          individuare il problema, perché il problema non
          era
          nell'Appgli algoritmi non hanno bug, sono le implementazioni che ne hanno e comunque quel "bug" faceva crashare l'app all'avviouna cosa facilissima da scoprire, bastava avviare le applicazioni in questioneevidentemente non le avviano neanche e quindi come pretendono di darci a bere che le vivisezionano fin nei minimi dettagli?
          "questo" è un problema diverso, che non ha nulla
          a che fare né con i meccaniusmi di approvazione,
          né con il
          malwarequindi un'applicazione che non funziona viene approvata lo stesso?bel controllo di qualità :D
          NO: il confronto va fatto con quello che puoi
          installare sul terminale.e perchè mai? se sul tuo pc vuoi installare un software sospetto che ti ha passato un russo, la colpa dovrebbe essere di google o microsoft?
          Hai la memoria corta... solo l'anno scorso se ne
          contavano una trentina... a giugno... supponendo
          una crescita lineare, se è vero che negli ultimi
          tre mesi sono quadruplicate, andiamo come niente
          a qualche
          centinaioquindi non ci sono dati attuali? e come mai??? quindi queste aziende possono nascondere la verità? dunque è plausibile pensare che anche apple nasconda la verità?
          E' inutile che giri la frittata: il malware è una
          cosa, il crash dovuto ad un bug (ora risolto) non
          c'azzecca nulla... detto questo, le App perinfatti i crash sono verificabili banalmente eppure il mirabolante team di controllo della apple non è riuscita a fare una verifica così banale?se non sai camminare come pretendi di poter correre? ergo i controlli antimalware di apple sono pura pubblicitàstanno semplicemente giocando la carta della negazione plausibile, non dando informazioni su incidenti malware che avvengono nel loro ecosistema
          Android crashano spesso e volentieri a seconda
          del terminale dove le fai girare... e te lo
          assicuro da utilizzatore di Galaxy S
          IIma google non lo controlla le applicazioni no!?! quindi è normalenon è normale per uno store che si dice essere controllato da nazisti in divisa (rotfl)
          • agnello scrive:
            Re: Apple
            - Scritto da: collione

            il 25'000 di Android è riportato in questo

            articolo.

            25.000 di android 2012 contro 6.000 di android
            2011appunto
            l'1 di apple lo stai forzando tu"forzando" un bel niente... se hai prove che dimostrano il contrario postale, altrimenti ciccia

            vedila come vuoi, ma lo stato attuale delle cose

            parla chiaro: per Android ci sono 25'000 malware,

            ma dove? sul play store? ci credo poco!!!quello che credi "tu" è irrilevante, così com'è irrilevante se siano su PlayStore o meno, visto che uno dei "presunti" vantaggi di Android è proprio quello di concedere più market

            -lo sviluppatore manda l'app

            -il tema la testa e l'approva

            le testano così bene che non si sono accorti che
            c'erano centinaia di app che crashavano
            all'avvio? SVEGLIA!!!!Non è l'applicazione in se che crasha di suo... il crash avveniva sulla versione scaricata dall'utente a causa di un bug dell'algoritmo Fairplay, algoritmo che viene applicato all'atto del download dell'utente

            -"dopo" l'approvazione passa per gli algoritmi DRM

            il drm non è un'antivirusInfatti l'argomento che hai tirato in ballo tu non ha nulla a che fare con i malware

            -se il problema è in un bug sugli algoritmi, il

            team che l'ha testata non poteva certo

            individuare il problema, perché il problema non

            era nell'App

            gli algoritmi non hanno bug, sono le
            implementazioni che ne hanno e comunque quel
            "bug" faceva crashare l'app all'avvio

            una cosa facilissima da scoprire, bastava avviare
            le applicazioni in questioneNon se testi l'applicazione "pura" inviata dallo sviluppatore, che non è ancora passata dall'algoritmo
            evidentemente non le avviano neanche No: evidentemente "tu" non hai ancora capito il giro che avviene dall'invio dello sviluppatore al download dell'utente

            "questo" è un problema diverso, che non ha nulla

            a che fare né con i meccaniusmi di approvazione,

            né con il malware

            quindi un'applicazione che non funziona viene
            approvata lo stesso?Non te lo sto a rispiegare: sta scritto sopra

            NO: il confronto va fatto con quello che puoi

            installare sul terminale.

            e perchè mai?Perché qualunque terminale Android puà installa sw da qualunque store... è un vostro vantaggio... o no...?

            Hai la memoria corta... solo l'anno scorso se ne

            contavano una trentina... a giugno... supponendo

            una crescita lineare, se è vero che negli ultimi

            tre mesi sono quadruplicate, andiamo come niente

            a qualche centinaio

            quindi non ci sono dati attuali?e chi l'ha detto che non ci sono?io non li ho cercati, ma è facile trovare anche qui su PI l'alrticolo di giugno 2011 che parla di 26 App killate da Google (non so che mani hai tu, ma le mie dita sono un po' meno di 26...), e non erano le prime...

            E' inutile che giri la frittata: il malware è una

            cosa, il crash dovuto ad un bug (ora risolto) non

            c'azzecca nulla... detto questo, le App per

            infatti i crash sono verificabili banalmenteI crashe sono verificabili se testati sull'app "dopo" l'applicazione dell'algoritmo che causava il crash, ma non se l'applicazione è testata "prima"... suvvia, è facile da capire...
  • agnello scrive:
    Re: Apple
    - Scritto da: uno qualsiasi
    Chi rinuncia alla libertà per la sicurezza, non
    merità nè la libertà, nè la sicurezza.peccato che questa frase parlasse delle libertà "fondamentali" dell'uomo, che poco hanno a che vedere con quello che ci fai con un telefonodel resto ognuno è "libero" di comprarsi l'iPhone o meno mentre, stando a quello che dici tu, dovrebbe essere vietato vednere un prodotto chiuso. dov'è il confine della libertà di scelta?io scelgo quello che più si adatta a quello che devo fare, e nello specifico è l'iPhone
  • Lorenzo scrive:
    Re: Apple
    Vin Diesel è una XXXXXX.
    • TheOriginalFanboy scrive:
      Re: Apple
      - Scritto da: Lorenzo
      Vin Diesel è una XXXXXX.si si ora sono tutti gayma le ha date a the rock.. scusa se è poco
      • Jacopo scrive:
        Re: Apple
        Penso che stavamo tutti aspettando quel film solo per vedere loro due darsele di santa ragione!!! hahahahahaha
  • CRWN scrive:
    Benjamin Franklin
    "Chi è pronto a dar via le proprie libertà fondamentali per comprarsi briciole di temporanea sicurezza non merita né la libertà né la sicurezza."E' divertente vedere come anche i più duri e puri possano, a volte, cambiare idee e punti di vista...Adesso che i problemi comincia ad averli una piattaforma non-MS improvvisamente si cita Franklin e si comincia a sostenere che in fin dei conti la colpa è degli utenti incapaci.E' bello vedere che tutto sommato il giudizio che davo di certa gente e di certi commenti (e non solo su PI ma anche nel mondo reale) è sempre stato quello corretto.La cosa triste invece è avere la prova irrefutabile della pochezza di una così larga parte del genere umano.
    • Metro scrive:
      Re: Benjamin Franklin
      - Scritto da: CRWN
      "Chi è pronto a dar via le proprie libertà
      fondamentali per comprarsi briciole di temporanea
      sicurezza non merita né la libertà né la
      sicurezza."Le libertà "FONDAMENTALI" non sono certo quelle di installare software XXXXX su un telefono, mentre sull'altro telefono è vietato...
      • Jacopo scrive:
        Re: Benjamin Franklin
        adesso...vietato....che parolona!!! Semplicemente non è una feature di IOS5!!! Varrà poi implementata più avanti! hahahahahahahaha
    • MeX scrive:
      Re: Benjamin Franklin
      - Scritto da: CRWN
      "Chi è pronto a dar via le proprie libertà
      <b
      fondamentali </b
      per comprarsi briciole di temporanea
      sicurezza non merita né la libertà né la
      sicurezza."[img]http://static.fjcdn.com/comments/I+really+dislike+this+meme+_8893b6e6e44f6af7ac3b5510ee63b3b9.png[/img]
  • Jacopo scrive:
    Re: come andra a finire
    hahahahahahah
  • The Original Trollboy scrive:
    Re: Apple

    dominic torettoah be, premio nobel...[img]http://unicode.org/mail-arch/unicode-ml/y2011-m03/att-0004/01-facepalm.jpg[/img]Ma quanti anni hai che ti ispiri a Fast and Furious? a 15 ci arrivi?E poi chi ha parlato di scappare? stai perdendo colpi, TheOriginalTrollboy, forse il caldo?
  • TheOriginalFanboy scrive:
    Salutiamo Android
    è stato brutto finchè è durato...
  • maxsix scrive:
    Crumiro qua
    Ti voglio sull'attenti, pulito e profumato.Ho qualcosa da dirti.
  • Paolo scrive:
    ma quali sono i malware?
    No, veramente, quali sono i malware di Android?C'è una lista tra cui controllare le proprie app?Perchè sinceramente non ho mai avuto sentore di aver preso un malware ne' ho mai conosciuto qualcuno che lo abbia mai visto.
    • maxsix scrive:
      Re: ma quali sono i malware?
      - Scritto da: Paolo
      No, veramente, quali sono i malware di Android?

      C'è una lista tra cui controllare le proprie app?

      Perchè sinceramente non ho mai avuto sentore di
      aver preso un malware ne' ho mai conosciuto
      qualcuno che lo abbia mai
      visto.Beh un malware che si fa notare non è molto furbo.Un malware tipico è quello delle botnet, se ti accorgessi immediatamente non servirebbe a un granchè.Comunque qua:http://forensics.spreitzenbarth.de/android-malware/Trovato a caso.
      • Risposta al commento scrive:
        Re: ma quali sono i malware?
        - Scritto da: maxsix
        - Scritto da: Paolo

        No, veramente, quali sono i malware di
        Android?



        C'è una lista tra cui controllare le proprie
        app?



        Perchè sinceramente non ho mai avuto sentore
        di

        aver preso un malware ne' ho mai conosciuto

        qualcuno che lo abbia mai

        visto.

        Beh un malware che si fa notare non è molto furbo.
        Un malware tipico è quello delle botnet, se ti
        accorgessi immediatamente non servirebbe a un
        granchè.

        Comunque qua:
        http://forensics.spreitzenbarth.de/android-malware

        Trovato a caso.Android.MoghavaCompromises all pictures of the smartphone by merging them with a picture of Ayatollah Khomeini.geniale O_O
        • FDG scrive:
          Re: ma quali sono i malware?
          - Scritto da: Risposta al commento
          Android.Moghava
          Compromises all pictures of the smartphone by
          merging them with a picture of Ayatollah
          Khomeini.

          geniale O_OConcordo :D
      • collione scrive:
        Re: ma quali sono i malware?
        Però ne stanno pure facendo un caso mediatico. Guarda qua http://www.tomshw.it/cont/news/google-la-botnet-android-in-verita-e-un-problema-windows/38476/1.htmlAldilà di quale azienda puoi starti più simpatica, ma non trovi vergognoso che un concorrente arrivi a diffamare la piattaforma avversaria?Ormai si è completamente persa la professionalità, questi tizi sono dei pallonari prezzolati.E' un caso che i primi a gridare al lupo siano stati i produttori di antivirus? Sarebbe interessante vedere quanti terminali android sono infettati da malware, considerando il fatto che la stragrande maggioranza di quei trojan sono stati trovati su store di terze parti.Il malware per android esiste, ma il 99% è pura pubblicità.
  • ruppolo scrive:
    25 MILA malware??????
    Sarei rimasto sbalordito se avesse detto 250 malware!Per una piattaforma mobile anche 25 sono troppi. Ma 25 mila... Non ho parole.
    • bubba scrive:
      Re: 25 MILA malware??????
      - Scritto da: ruppolo
      Sarei rimasto sbalordito se avesse detto 250
      malware!
      Per una piattaforma mobile anche 25 sono troppi.
      Ma 25 mila... Non ho parole.According to the data, Google's market place Google Play was also breached this past quarter, with 17 malicious apps downloaded over 700,000 times before they were spotted and removed from the web site.wow, 17.
    • Commento approvato scrive:
      Re: 25 MILA malware??????
      - Scritto da: ruppolo
      Sarei rimasto sbalordito se avesse detto 250
      malware!
      Per una piattaforma mobile anche 25 sono troppi.
      Ma 25 mila... Non ho parole.E che cosa significa 25mila malware? Cifre sparate a caso senza alcun senso!Se si tratta semplicemente di 25 mila file diversi... sono POCHISSIMI, visto che il 99.9% del malware esistente è polimorfico per ovvie ragioni. 25 mila file diversi con funzioni maligne per Windows si vedono in meno di un giorno!
  • cow races scrive:
    articolo
    Mariuccia, vai a fare gare di vacche...!
    • Klut scrive:
      Re: articolo
      In fondo, se gli androidi sognano pecore elettriche, Maruccia non può che sognare gare di vacche...
  • Alvaro Vitali scrive:
    Non si sa se ridere o piangere ...
    Tutti danno per scontato che Maruccia scriva questi articoli per scatenare i flame; io però comincio ad avere dei dubbi. Allora, provo a spiegare per l'ennesima volta, ben sapendo che tanto sarà tutto inutile.Perché i ricercatori usano Android e Linux per sviluppare esempi di malware?La risposta è semplicissima e la saprebbe dare anche un bambino: perché Android e Linux sono open e rendono disponibile il codice sorgente.Come si realizza un rootkit?Prendo il codice sorgente di Linux o di Android e scrivo un esempio didattico di rootkit senza violare alcuna legge.Ovviamente, la stessa cosa può essere fatta con altri SO; infatti, quanti malware esistono per Windows e iOS?Un ricercatore che però usa Windows o iOS per scrivere un esempio didattico di malware finisce in galera in quanto non ha a disposizione il codice sorgente e quindi si rende colpevole del reato di reverse engineering.Ci vuole tanto a capire queste cose?Un altro aspetto da sottolineare poi è che in ambito Android tutto avviene alla luce del sole, compresa la rimozione di eventuali malware dallo store di Google.In ambito iOS, invece, tutto viene tenuto nascosto da Apple; a meno di qualche fuga di notizie, nella quasi totalità dei casi gli utenti di iPhone, iPad, etc, sono totalmente all'oscuro di eventuali problemi nell'AppStore.Pensare che "Closed == Invulnerabilità" è totalmente ridicolo.
    • maxsix scrive:
      Re: Non si sa se ridere o piangere ...
      - Scritto da: Alvaro Vitali
      Tutti danno per scontato che Maruccia scriva
      questi articoli per scatenare i flame; io però
      comincio ad avere dei dubbi. Allora, provo a
      spiegare per l'ennesima volta, ben sapendo che
      tanto sarà tutto
      inutile.

      Perché i ricercatori usano Android e Linux per
      sviluppare esempi di
      malware?

      La risposta è semplicissima e la saprebbe dare
      anche un bambino: perché Android e Linux sono
      open e rendono disponibile il codice
      sorgente.
      Come si realizza un rootkit?
      Prendo il codice sorgente di Linux o di Android e
      scrivo un esempio didattico di rootkit senza
      violare alcuna
      legge.

      Ovviamente, la stessa cosa può essere fatta con
      altri SO; infatti, quanti malware esistono per
      Windows e
      iOS?
      Un ricercatore che però usa Windows o iOS per
      scrivere un esempio didattico di malware finisce
      in galera in quanto non ha a disposizione il
      codice sorgente e quindi si rende colpevole del
      reato di reverse
      engineering.

      Ci vuole tanto a capire queste cose?
      E ci vuole tanto a capire che come è facile fare, come dici te, un esempio didattico e altrettanto facile metterne uno sul "campo"?E ci vuole tanto a capire che i molteplici app store fuori controllo di google possono iniettare nei terminali quello che gli pare?E ci vuole tanto a capire che un smartphone non E' un PC?
      Un altro aspetto da sottolineare poi è che in
      ambito Android tutto avviene alla luce del sole,
      compresa la rimozione di eventuali malware dallo
      store di
      Google.E negli altri store che famo?
      In ambito iOS, invece, tutto viene tenuto
      nascosto da Apple; a meno di qualche fuga di
      notizie, nella quasi totalità dei casi gli utenti
      di iPhone, iPad, etc, sono totalmente all'oscuro
      di eventuali problemi
      nell'AppStore.
      Vero. Ma.Se succede qualcosa, come è sucXXXXX, si sa chi andare a inchiapettare per direttissima e senza passare dal via.
      Pensare che "Closed == Invulnerabilità" è
      totalmente
      ridicolo.Closed == Garantito dal proprietario. Se succede qualcosa sono calci rettali.
      • ninjaverde scrive:
        Re: Non si sa se ridere o piangere ...

        Closed == Garantito dal proprietario.
        Se succede qualcosa sono calci rettali.Ma fatemi capire:cosa garantisce il proprietario?Un belin.I veri malware o virus o similari di solito si scrivono in assmblyo sbaglio? Va beh, forse adesso si scrivono con linguaggi più facili, ma questi sono degli pseudovirus. Comunque sia Però non mi risulta che M$ paghi dei danni perchè il suo SO è vulnerabile, altrimenti avrebbe già chiuso i battenti da un bel pò.Quindi garantisce un Belin.
      • Commento approvato scrive:
        Re: Non si sa se ridere o piangere ...
        - Scritto da: maxsix
        Closed == Garantito dal proprietario.
        Se succede qualcosa sono calci rettali.[img]http://farm3.staticflickr.com/2403/2095735327_3e1a39e8d5.jpg[/img]http://www.forbes.com/sites/adriankingsleyhughes/2012/05/30/windows-8-eula-prohibits-class-action-lawsuits-against-microsoft/
    • MacGeek scrive:
      Re: Non si sa se ridere o piangere ...
      Con iOS non avrebbe modo di distribuire il malware, quindi sarebbe uno sforzo inutile.Oltre al fatto che un rootkit è un software di basso livello quindi senza XXXXXXXXX neanche lo può scrivere (l'OS ha binari certificati, non si possono modificare senza XXXXXXXXX).Non è questione di copyright, non c'entra niente.
  • Piero scrive:
    Re: come andra a finire
    LOL, ad libitum
  • collione scrive:
    Re: Apple
    come dicevo http://punto-informatico.it/3555957/PI/News/app-store-aggiornamento-del-crash.aspxsicurezza e stabilità? solo un mito
    • FDG scrive:
      Re: Apple
      - Scritto da: collione
      come dicevo
      http://punto-informatico.it/3555957/PI/News/app-st

      sicurezza e stabilità? solo un mitoAggiungo: http://t.co/TSGKcD8nQuesto a prescindere. I controlli non possono mai essere certi al 100%. A questo punto bisognerebbe misurare il grado di affidabilità dei controlli, perché questa si è una variabile.Sul modo di lavorare dell'AppStore Apple c'è questo simpatico articolo: http://t.co/kNIRMBcs(non riesco ad accedere all'originale in inglese)Mi pare che Google fino ad ora abbia dovuto fare più rimozioni.
      • collione scrive:
        Re: Apple
        bah, quell'articolo è un tantinello superficialepartono dall'analisi delle app e finiscono con i peli pubicitrovare un'immagine osè in un'app è banale, ma scovare una routine dormiente che all'ora X scaricherà un trojan è tutt'altro paio di manicheil problema è che gli strumenti usati nel reverse engineering sono incredibilmente inefficaci rispetto alle minacce che si trovano in giro ed è per questo che nutro forti dubbi sul fatto che 100-1000 dipendenti apple riescano a fare quello che non sono in grado di fare centinaia di ricercatori di sicurezza nello stesso tempo
        • FDG scrive:
          Re: Apple
          - Scritto da: collione
          bah, quell'articolo è un tantinello superficiale

          partono dall'analisi delle app e finiscono con i
          peli pubiciE' un'intervista. E' normale che sia così.
          il problema è che gli strumenti usati nel reverse
          engineering sono incredibilmente inefficaci
          rispetto alle minacce che si trovano in giro ed è
          per questo che nutro forti dubbi sul fatto che
          100-1000 dipendenti apple riescano a fare quello
          che non sono in grado di fare centinaia di
          ricercatori di sicurezza nello stesso
          tempoSu questo sono d'accordo. Ma non vuol dire che i dipendenti Apple siano impiegati poco qualificati. Sicuramente devono occuparsi di parecchia roba e ovviamente non riescono a controllare tutto.
  • becker scrive:
    il classico articolo per flame, troll
    Ormai ho capito che le maggior visiste di utenti di questo sito è generato da troll, fanboys e flame, quindi articoli di questo genere non possono mancare :DAllora si facciano avanti i Troll e i Fanboys! Qualcuno ha già postato!
    • aphex twin scrive:
      Re: il classico articolo per flame, troll
      Le tue argomentazioni mi hanno convinto.
    • Klut scrive:
      Re: il classico articolo per flame, troll
      - Scritto da: beckerMa zitto te che Sampras ti ha sempre umiliato!
      • becker scrive:
        Re: il classico articolo per flame, troll
        ecco alcuni troll in azione (rotfl)(rotfl)
      • attonito scrive:
        Re: il classico articolo per flame, troll
        - Scritto da: Klut
        - Scritto da: becker

        Ma zitto te che Sampras ti ha sempre umiliato!io ci metto un "viva laXXXXX", che ci sta sempre bene. Oh scusate, non volevo buttarla in faccia in modo cosi' volgare a cook e i suoi amichetti...Com'e' come troppata? troppo greve? va bene?
  • trullo scrive:
    sottovalutazione
    semplicemente e' stato, ed'e' tuttora sottovalutato il problema sicurezzae nessuno ha seriamente sviluppato un antivirus o si e' occupato di rendere realmente sicuro android. beandosi del fatto che e' "linux" e che non servono virus...nel momento in cui diventa conveniente e interessante creare malware per un OS state tranquilli che qualcuno li creera'.gia' il fatto che poi per avere aggiornamenti di android (intendo del OS non delle applicazioni) si debba aspettare la benevolenza del venditore che bonta' sua si degni di fornire una versione corretta da bug la dice lunga su quanto sia sicuro android (sempre se lo fa).
    • Mavala scrive:
      Re: sottovalutazione
      - Scritto da: trullo
      realmente sicuro android. beandosi del fatto che
      e' "linux" e che non servono
      virus...A parte che android di linux ha giusto il kernel...
      nel momento in cui diventa conveniente e
      interessante creare malware per un OS state
      tranquilli che qualcuno li
      creera'.Quando l'exploit è quello che tiene in mano il cell, non c'è sistema operativo che tenga.
      gia' il fatto che poi per avere aggiornamenti di
      android (intendo del OS non delle applicazioni)
      si debba aspettare la benevolenza del venditore

      che bonta' sua si degni di fornire una versione
      corretta da bug la dice lunga su quanto sia
      sicuro android (sempre se lo
      fa).Quello è un problema del venditore, non di Android di suo.
      • maxsix scrive:
        Re: sottovalutazione
        - Scritto da: Mavala
        - Scritto da: trullo

        realmente sicuro android. beandosi del fatto
        che

        e' "linux" e che non servono

        virus...

        A parte che android di linux ha giusto il
        kernel...
        Non proprio. Android ha una versione parecchio customizzata del kernel in cui in questo periodo Cicciopanza Torvald sta decidendo come e cosa integrare nel fork principale.Tra un rutto e un wurstel ovviamente.

        nel momento in cui diventa conveniente e

        interessante creare malware per un OS state

        tranquilli che qualcuno li

        creera'.

        Quando l'exploit è quello che tiene in mano il
        cell, non c'è sistema operativo che
        tenga.
        Per questo una periferica fatta per la massa deve essere a prova di bomba.Dalla A alla Z.

        gia' il fatto che poi per avere
        aggiornamenti
        di

        android (intendo del OS non delle
        applicazioni)

        si debba aspettare la benevolenza del
        venditore



        che bonta' sua si degni di fornire una
        versione

        corretta da bug la dice lunga su quanto sia

        sicuro android (sempre se lo

        fa).

        Quello è un problema del venditore, non di
        Android di
        suo.Concetto molto italiota. Si chiama scarica barile.
        • xisxam scrive:
          Re: sottovalutazione

          Concetto molto italiota.
          Si chiama scarica barile.Attento, lo stai impugnando nel modo sbagliato...
        • Jacopo scrive:
          Re: sottovalutazione
          scarica barile?non mi pare proprio! Compra un Nexus ed avrai SEMPRE il terminale aggiornato e curato da google. Compra un Samsung e prega che abbia la minima voglia di aggiornarlo, Google gli strumenti li da a tutti i partner se poi non vogliono usarli non è certo colpa dell'OS!!!
          • trullo scrive:
            Re: sottovalutazione
            e' come se windows update non funzionasse sui pc di marca lasciando a hp/acer/etc etc il compito di rilasciare attraverso di loro gli aggiornamenti di windows. capisci cosa voglio dire ?
          • Jacopo scrive:
            Re: sottovalutazione
            Capisco, ma il problema è diametralmente opposto, M$ rilascia windows ed i fornitori rilasciano i driver per i loro componenti. Stessa cosa succede per Android, Google rilascia la nuova versione ed il kit di sviluppo, alla casa rimane solo che inserire i propri driver, compilare ed hanno finito! Solo che non lo fanno!! E la cosa non è molto complicata! altrimenti come farebbero gli sviluppatori a fare i porting da un dispositivo all'altro? Sono tutti geni mentri chi lavora per HTC Samsun ecc ecc sono XXXXXXXXX pur avendo in mano tutto il codice e supporto possibile?Dai siamo seri perfavore, gli OEM non hanno interessa ad aggiornare i terminali anche potendo per spingere la gente e comprare i nuovi modelli.Come avevo già scritto in passato, a parer mio, Google dovrebbe imporre gli aggiornamenti ai suoi partner se reputa che il dispositivo interessato abbia le caratteristiche richieste!
          • maxsix scrive:
            Re: sottovalutazione
            - Scritto da: Jacopo
            Capisco, ma il problema è diametralmente opposto,
            M$ rilascia windows ed i fornitori rilasciano i
            driver per i loro componenti. Windows Update questo sconosciuto.
            Stessa cosa succede
            per Android, Google rilascia la nuova versione ed
            il kit di sviluppo, alla casa rimane solo che
            inserire i propri driver, compilare ed hanno
            finito! Solo che non lo fanno!!
            Lo fanno per la versione in essere di lolAndrocoso da montare.Poi santo sbattimento ad aggiornarlo sia da un punto di vista hardware che da un punto di vista sw. Anche perché se non lo sai i driver possono essere compilati sia interni che come moduli.Chi ti dice a te che lolSamsung non compili internamente?Se fanno così come aggiorni sei bello che XXXXXXX.
            E la cosa non è molto complicata! altrimenti come
            farebbero gli sviluppatori a fare i porting da un
            dispositivo all'altro? Sono tutti geni mentri chi
            lavora per HTC Samsun ecc ecc sono XXXXXXXXX pur
            avendo in mano tutto il codice e supporto
            possibile?
            Stai farfugliando random senza sapere di cosa stai parlando.
            Dai siamo seri perfavore, gli OEM non hanno
            interessa ad aggiornare i terminali anche potendo
            per spingere la gente e comprare i nuovi
            modelli.
            Appunto, chiamata frammentazione. Ed è la tomba di lolAndrocoso.Che è la tomba di Linux (senza lol).
            Come avevo già scritto in passato, a parer mio,
            Google dovrebbe imporre gli aggiornamenti ai suoi
            partner se reputa che il dispositivo interessato
            abbia le caratteristiche
            richieste!Non può.Ed è l'origine del disastro.
          • FDG scrive:
            Re: sottovalutazione
            - Scritto da: Jacopo
            scarica barile?
            non mi pare proprio! Compra un Nexus ed avrai
            SEMPRE il terminale aggiornato e curato da
            google. Compra un Samsung e prega che abbia la
            minima voglia di aggiornarlo, Google gli
            strumenti li da a tutti i partner se poi non
            vogliono usarli non è certo colpa
            dell'OS!!!Ok, allora è colpa dell'utente.
          • Jacopo scrive:
            Re: sottovalutazione
            No è colpa del produttore!
  • Observer scrive:
    Re: Apple
    Virus?Malware?? scusate di cosa si parla?sono un utente BlackBerry e non ho mai sentito parlare di questi problemi...ahahahahah
    • aphex twin scrive:
      Re: Apple
      ahahahahEd é assurdo e triste pensare come stan messi , vedró di tenerlo bene per futura memoria :'(
      • Prozac scrive:
        Re: Apple
        - Scritto da: aphex twin
        ahahahah

        Ed é assurdo e triste pensare come stan messi ,
        vedró di tenerlo bene per futura memoria
        :'(Condivido...Sono veramente triste per il mio Torch...
  • aphex twin scrive:
    Re: Apple
    Si Si, per il momento beccati i malware :)
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: Apple
      Io non ho mai beccato un malware su android. Con un po' di fortuna non me lo beccherò mai. Tu, invece, ti sei beccato le limitazioni di ios... e quelle te le beccherai sempre, fortuna o no.
      • aphex twin scrive:
        Re: Apple
        Non mi sento limitato in nulla.Ciao
        • il segretario di ruttolo scrive:
          Re: Apple
          - Scritto da: aphex twin
          Non mi sento limitato in nulla.Invece lo sei. Sei limitato nel dare un giudizio imparziale e obiettivo! Te ne esci con <i
          Si Si, per il momento beccati i malware </i
          Probabilmente ci sono piu` utenti che nella loro storia con Apple si sono sentiti almeno una volta limitati in qualcosa, rispetto al numero di utenti Android che si sono beccati il malware in questione. Tu questo non lo sai, ma intanto spari a 0 e ti metti a trollare. Quindi sei limitato di obiettivita` e giudizio.
          CiaoA te
          • aphex twin scrive:
            Re: Apple
            Mi spiace se ti sei offeso.
          • il segretario di ruttolo scrive:
            Re: Apple
            Pazienza, me ne faro` una ragione.Del resto oramai ci sono abituato a lobotomizzati pro-Apple che hanno perso il senso dell'obiettivita` e della sincerita`. I pro-Microsoft non si vedono piu` (newbie) e i pro-Android si vedono un po' meno.Siete primi anche in questo! Adesso arriva Ruttolo con le statistiche di market share e lo dimostra ;)
          • maxsix scrive:
            Re: Apple
            - Scritto da: il segretario di ruttolo
            Pazienza, me ne faro` una ragione.

            Del resto oramai ci sono abituato a lobotomizzati
            pro-Apple che hanno perso il senso
            dell'obiettivita` e della sincerita`.Ma non dire fesserie. I lobotomizzati qua siete voi androcosi cantinari che passate le giornate a usare parole come libertà, obbiettività e sincerità e non sapete minimamente ne cosa vogliano dire e nemmeno contestualizzarle.Su, ora, via a biscottare un altra versione di cynongencoso che hanno aggiunto 2 virgole e un punto nel codice sorgente del sottosistema USB.Veloci eh.
          • Lorenzo scrive:
            Re: Apple
            hahahaha io sinceramente di limiti in Apple ne vedo infiniti... e non parlo di mod o libertà...Se devo diventare matto per stampare un file in wifi o passarne uno in bluetooth con altri dispositivi... mi può giusto servire come calzascarpe l'iphone...
          • Jacopo scrive:
            Re: Apple
            Max...non sai nemmeno cos'è una rom oppure un kernel moddato vero?Mai nemmeno provato un terminale con il software tirato a puntino per lavorare al meglio possibile?
          • Lorenzo scrive:
            Re: Apple
            Figurati... basta cambiare modello secondo la filosofia di Apple... tanto esce l'iphone 12 che ha il proXXXXXre nucleare e ti offre 4 funzioni che già esistevano da una vita come fossero inventate da loro.Bhè e ricordati che se non le hanno inventate loro sicuramente hanno qualche schizzo del figlio dell'amministratore delegato che conferma che loro avevano già brevettato il tutto.Non hanno idea di cosa vuol dire ottimizzare e sono dei PatentTroll certificati.
          • Jacopo scrive:
            Re: Apple
            Ho appena preso un xperia P (con l'offertona che ha fatto mediaworld lunedi :) 199 invece che 399) e lascio il mio sg1 alla sorella della mia fidanzata...bhè ho installato l'ultima tiramislim l'altro ieri, è ottimizzata in tutto e per tutto, e sia rom che kernel sono stati compilati con il codice linaro...bhè è una bomba!!! penso che lo rimpiangerò per un bel po' (almeno fino a fine luglio quando uscirà l'aggiornamento ICS anche per l'xperia)
          • FDG scrive:
            Re: Apple
            - Scritto da: maxsix
            Ma non dire fesserie.
            I lobotomizzati qua siete voi androcosi cantinari
            che passate le giornate a usare parole come
            libertà, obbiettività e sincerità e non sapete
            minimamente ne cosa vogliano dire e nemmeno
            contestualizzarle.Aggiungerei qualcun altro. Stiamo qui a discutere di libertà come se stessimo a parlare di democrazie e dittature. We, stiamo parlando di telefoni. Fino ad ora mi pare che nessuno ti punti una pistola e ti obblighi a comprare un telefono piuttosto che un'altro. Se non ti piace uno te ne scegli un'altro. E la pianti con le razzate.
  • bertuccia scrive:
    come stanno i russi?
    "una botnet in grado di usare dispositivi Android per spedire mail spazzatura in giro per la rete."[img]http://cdn.walyou.com/wp-content/uploads//2012/03/Obama-not-bad-meme.jpg[/img]
    • maxsix scrive:
      Re: come stanno i russi?
      - Scritto da: bertuccia
      "una botnet in grado di usare dispositivi Android
      per spedire mail spazzatura in giro per la
      rete."

      [img]http://cdn.walyou.com/wp-content/uploads//201LOL!You win.
  • Klut scrive:
    Complimenti
    Maruccia sei un mito, questo sì che è un titolo!:D
    • attonito scrive:
      Re: Complimenti
      - Scritto da: Klut
      Maruccia sei un mito, questo sì che è un titolo!:Di titoli li fa il suo capobastone: annunziata.
      • Mhabha scrive:
        Re: Complimenti
        se accettassero le critiche anziché censurare...Perché non fate un articolo sulla consolle android?
        • maxsix scrive:
          Re: Complimenti
          - Scritto da: Mhabha
          se accettassero le critiche anziché censurare...
          Perché non fate un articolo sulla consolle
          android?Perchè a parlare sempre di cessi a un certo punto ci si stufa.
          • Mavala scrive:
            Re: Complimenti
            - Scritto da: maxsix
            - Scritto da: Mhabha

            se accettassero le critiche anziché
            censurare...

            Perché non fate un articolo sulla consolle

            android?

            Perchè a parlare sempre di cessi a un certo punto
            ci si
            stufa.Il certo Punto non si è stufato di parlare sempre di cessi, ha pure il dominio:http://www.pigadget.it/:D
          • Lorenzo scrive:
            Re: Complimenti
            infatti parlare di te dopo un po' stufa decisamente...
      • Klut scrive:
        Re: Complimenti
        - Scritto da: attonito
        i titoli li fa il suo capobastone: annunziata.Dici? Solitamente gli articoli di annunziata mi sembrano meno sensazionalistici... dici che lui si tiene sul sicuro e manda maruccia allo sbaraglio?:P
  • Francesco_Holy87 scrive:
    Re: Apple
    Non è il problema di chiusura o no. Il problema è che Google sottovaluta il pericolo di infezioni su Android.
  • gnammolo scrive:
    beh google...
    datti una svegliata... anche se la notizia Maruccia l'ha messa giù (volutamente) caricata come fosse una catastrofe imminente , rimane un problema di sicurezza non accettabile. Più negozi vanno bene, creano concorrenza, ma devono essere certificati e sicuri!
    • Lumaco Scarafoni scrive:
      Re: beh google...
      - Scritto da: gnammolo
      datti una svegliata... anche se la notizia
      Maruccia l'ha messa giù (volutamente) caricata
      come fosse una catastrofe imminenteBeh, è un articolo di Maruccia. [img]http://valitics.com/Images/blogposts/web%20analytics%20bounce%20rate%20-%20disgusted%20face.jpg[/img]
    • Jacopo scrive:
      Re: beh google...
      MAI preso un malware! basta stare attenti a ciò che si installa sul telefono!!!! ovvio che se installi un app cinese scaricata da un forum warez fatta da chissà chi rischi!!!Ma se utilizzi il market ufficiale e stai leggermente attento a chi ha fatto l'app, a quanti l'hanno scaricata ed i loro commenti hai già quasi evitato ogni malware!!!Perchè ricordiamoci che sono malware e non virus che si prendono in rete! se non li installi tu non ti faranno mai nulla!
      • gnammolo scrive:
        Re: beh google...
        stesso vale per me e per chiunque conosca con un telefono android. Però bisogna iniziare a pretendere di più. Saremo mica come gli applefan pronti ad accettare ogni schifezza imposta dalla loro religione?
        • Jacopo scrive:
          Re: beh google...
          Oddio... anche si!L'unica cosa possibile da fare sarebbe quella di inserire un check sul codice prima di far pubblicare l'app, in modo che se è presente del codice malevolo l'app non venga pubblicata!Penso che comunque con JB il problema si ridurrà molto in quanto sarà impossibile passare apk già installati da qualcuno, quindi sarà possibile installare App solo dal market.
      • FDG scrive:
        Re: beh google...
        - Scritto da: Jacopo
        MAI preso un malware! basta stare attenti a ciò
        che si installa sul telefono!!!!Si parla di clickjacking, cioè usi un link e non ti rendi conto che t'installa qualcosa.
Chiudi i commenti