Twitter, stordiscono i cinguettii privati

La piattaforma di microblogging cambia le policy per l'invio di messaggi privati dai vari follower di un determinato account cinguettante. Mentre si tenta invano di inviare link
La piattaforma di microblogging cambia le policy per l'invio di messaggi privati dai vari follower di un determinato account cinguettante. Mentre si tenta invano di inviare link

Le nuove policy di Twitter per la gestione dei messaggi privati (o Direct Message ) sulla piattaforma di microblogging rischiano di peggiorare una situazione già fastidiosa per milioni di utenti cinguettanti. I vari account del tecnofringuello potranno spuntare una specifica opzione che permetterà la ricezione da parte di tutti i follower, che si tratti di utenti effettivamente seguiti o meno .


In sostanza , la piattaforma in 140 caratteri ha deciso di eliminare l’obbligo di seguire un determinato account per lo scambio di messaggi privati. Una condizione risultata evidentemente scomoda per numerosi profili cinguettanti, impossibilitati nel contattare un determinato account in quanto non-follower. Ma le nuove politiche di Twitter aprono ad uno scenario decisamente più problematico, con un aumento vertiginoso dei messaggi in arrivo. Gli account di marchi e aziende potranno ora accogliere i propri seguaci senza essere costretti a seguirli di rimando .

La situazione è risultata anche più confusa per tutti quegli utenti che hanno tentato invano di inviare link tramite i messaggi privati. Inizialmente si è pensato ad una forma di difesa dallo spam o dalla diffusione di malware. In realtà , si tratterebbe di un più banale errore tecnico nella funzione Direct Message . ( M.V. )

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

17 10 2013
Link copiato negli appunti