Acquisizioni: Uber-Postmates, affare fatto (update)

L'accordo tra le parti è stato raggiunto: Postmates è l'acquisizione portata a termine da Uber per rafforzare la propria posizione nel food delivery.
L'accordo tra le parti è stato raggiunto: Postmates è l'acquisizione portata a termine da Uber per rafforzare la propria posizione nel food delivery.
Guarda 12 foto Guarda 12 foto

Manca solo l’ufficialità, ma secondo Bloomberg l’annuncio potrebbe giungere entro fine giornata: Uber e Postmates hanno portato a termine con successo la trattativa per l’acquisizione di quest’ultima. L’entità dell’investimento messo sul piatto per arrivare alla stretta di mano sarebbe pari a 2,65 miliardi di dollari. Confermate dunque le indiscrezioni circolate la scorsa settimana.

Aggiornamento (06/07/2020, 17.05): ora l’accordo è ufficiale come si legge nel comunicato stampa diramato dalle due società. Confermata anche la transazione da 2,65 miliardi di dollari.

Postmates è l’acquisizione di Uber per il food delivery

L’obiettivo è quello di rafforzare la posizione di Uber Eats nel mercato del food delivery che di recente ha visto il concorrente Just Eat Takeaway ampliare in modo importante il proprio raggio d’azione inglobando Grubhub.

L'applicazione di Postmates per il food delivery

Nel settembre dello scorso anno, quando la società ha raccolto 225 milioni di dollari in finanziamenti privati, la valutazione di Postmates è stata stimata in 2,4 miliardi di dollari. Fondata nel 2011 a San Francisco, il suo business si concentra negli Stati Uniti: secondo gli analisti di Second Measure nel mese di maggio ha gestito circa l’8% di tutti gli ordini per la consegna del cibo a domicilio oltreoceano.

Pierre-Dimitri Gore-Coty, attualmente a capo di Uber Eats, continuerà a guidare il business anche in seguito all’acquisizione. Ricordiamo che a fine maggio l’attività è valsa nel nostro paese il commissariamento di Uber Italy per caporalato sui rider. La notizia ha riportato in auge la discussione in merito al trattamento riservato a coloro che si occupano concretamente di portare le pietanze nelle case degli utenti in seguito all’acquisto via app.

Fonte: Bloomberg
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti