Uber Office nelle strade di Milano e Roma

Un servizio offerto a chi per esigenze lavorative o urgenze di altro tipo ha necessità di spostarsi nelle città di Milano e Roma: nasce Uber Office.
Un servizio offerto a chi per esigenze lavorative o urgenze di altro tipo ha necessità di spostarsi nelle città di Milano e Roma: nasce Uber Office.

Oggi il colosso del ride sharing lancia in due città italiane il nuovo servizio Uber Office, già attivo a Milano e Roma, rivolto a coloro che per esigenze legate alla professione svolta o per urgenze di altro tipo hanno la necessità di spostarsi. Un’offerta strutturata tenendo conto delle nuove esigenze di distanziamento necessarie per rallentare la diffusione di COVID-19.

Nasce Uber Office per gli spostamenti di lavoro

Un’alternativa al trasporto pubblico, ma anche all’auto privata, con tariffe ridotte del 40% e accorgimenti per la sicurezza sia di chi viaggia sia degli autisti. È accessibile in due fasce orarie: dalle 7 alle 10 per muoversi dalle zone periferiche verso il centro e dalle 17 alle 20 per compiere il tragitto contrario. Queste le parole di Lorenzo Pireddu, Country Manager di Uber Italia.

Mai come in questo momento di emergenza la parola d’ordine, per chi si occupa di trasporti, è accessibilità, sia in termini di disponibilità sia in termini di tariffe e con Uber Office vogliamo andare incontro alle necessità di tutti coloro che devono per forza spostarsi per motivi di lavoro o altre urgenze. Il tutto con un’attenzione particolare al tema della sicurezza, infatti da mesi abbiamo adottato una policy molto severa, sia per gli autisti che per i passeggeri, che prevede norme igieniche, distanziamento e obbligo di mascherina.

Uber Office

Per prenotare un viaggio con Uber Office non bisogna far altro che affidarsi all’applicazione del servizio, scegliendo l’apposita voce al momento di inoltrare la richiesta, come mostra lo screenshot qui sopra. Rimangono in vigore le misure precauzionali introdotte nella scorsa primavera: obbligo di indossare la mascherina per autisti e passeggeri, costante sanificazione dei veicoli, fornitura di gel igienizzante per autisti e passeggeri, mask verification per gli autisti (gli autisti devono dimostrare di indossare una mascherina o una copertura per il viso prima di iniziare il servizio) e per i passeggeri (quelli segnalati in passato per non aver indossato la mascherina dovranno provare di indossarla scattandosi un selfie).

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti