UE, utenti uniti per la neutralità

Una piattaforma per raccogliere informazioni su quegli operatori TLC che discriminano determinati contenuti o servizi web. I netizen si trasformeranno in cani da guardia, a difesa di una Internet aperta e neutrale

Roma – Si chiama RespectMyNet ed è una nuova piattaforma online lanciata da un gruppo di organizzazioni per la tutela dei diritti digitali in terra europea. Un sito nato con precisi obiettivi: raccogliere informazioni su quegli operatori che di fatto impongono agli utenti restrizioni all’accesso di contenuti e servizi web .

O, per dirla con gli attivisti di La Quadrature Du Net , “violano le libertà digitali”. Dal momento che i grandi provider vorrebbero “controllare le attività online”, bloccando o soffocando le comunicazioni in Rete . È il grande e delicato tema della neutralità della Rete, contro qualsiasi discriminazione nella fruizione di determinati servizi o applicazioni.

Altrettanto chiaro il compito assegnato ai netizen, che dovranno diventare i cani da guardia per le attività dei grandi operatori. Gli stessi utenti sono stati così invitati a segnalare eventuali discriminazioni, che saranno portate all’attenzione delle autorità dell’Unione Europea . (M.V.)

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • say no scrive:
    contano i formati!!!
    ma isomma... dei lettori poco importa... questi articoli sono solo marchette che incentivano stupide mode consumiste e inquinamento elettronicovolete parlare di qualcosa di VERAMENTE IMPORTANTE per le persone, per il futuro della conoscenza dell'umanità, della libertà di espressione, della libera circolazione delle idee e dei saperi? allora parlate dei FORMATI ebook e non dei lettori...e dite che ci stanno condizionando (per imporci di fatto) dei formati NON LIBERI e pure bloccati da sistemi DRM (con relativo supporto hardware sugli schifosissimi lettori blindati di cui tanto si parla)... e fate capire alla gente che tutto questo è pericolosissimo per la libertà e che occorre RIBELLARSI!!!
    • faccioillog in scrive:
      Re: contano i formati!!!
      si,vero.ma..intanto Kindle regna sovrano.
    • eleirbag scrive:
      Re: contano i formati!!!
      Eehhh parole di TROPPO BUON SENSO le Tue,e come tutte quelle che lo sono, essesaranno destinate a rimanere solo tali,ovvero Solo parole!Comunque l'importante è parlarne.Difatti è propio questo il motivo percui tutti si guardano bene dal farlo.
    • iii scrive:
      Re: contano i formati!!!
      Non basta rifornirsi di libri in formati liberi, pur comprando un lettore che supporta il DRM e, ovviamente, i formati chiusi del produttore del reader?
      • shevathas scrive:
        Re: contano i formati!!!
        - Scritto da: iii
        Non basta rifornirsi di libri in formati liberi,
        pur comprando un lettore che supporta il DRM e,
        ovviamente, i formati chiusi del produttore del
        reader?dipende da cosa può fare il venditore con il tuo reader. Personalmente preferisco non prendere lettori "brandizzati" da qualche rivenditore di libri.
    • Funz scrive:
      Re: contano i formati!!!
      - Scritto da: say no
      ma isomma... dei lettori poco importa... questi
      articoli sono solo marchette che incentivano
      stupide mode consumiste e inquinamento
      elettronico

      volete parlare di qualcosa di VERAMENTE
      IMPORTANTE per le persone, per il futuro della
      conoscenza dell'umanità, della libertà di
      espressione, della libera circolazione delle idee
      e dei saperi?


      allora parlate dei FORMATI ebook e non dei
      lettori...

      e dite che ci stanno condizionando (per imporci
      di fatto) dei formati NON LIBERI e pure bloccati
      da sistemi DRM (con relativo supporto hardware
      sugli schifosissimi lettori blindati di cui tanto
      si parla)... e fate capire alla gente che tutto
      questo è pericolosissimo per la libertà e che
      occorre
      RIBELLARSI!!!Basta rifiutarsi di comprare roba col DRM, e rivolgersi al torrente
      • Dottor Stranamore scrive:
        Re: contano i formati!!!
        - Scritto da: Funz
        Basta rifiutarsi di comprare roba col DRM, e
        rivolgersi al
        torrenteEcco un business, quello degli ebook readers che distruggerà la vendita al dettaglio di libri, quindi falcerà posti di lavoro. In realtà falcerà anche gli utili delle case editrici, ma se non servono a generare posti di lavoro non mi interessano.
      • Mela avvelenata scrive:
        Re: contano i formati!!!
        - Scritto da: Funz
        - Scritto da: say no

        ma isomma... dei lettori poco importa...
        questi

        articoli sono solo marchette che incentivano

        stupide mode consumiste e inquinamento

        elettronico



        volete parlare di qualcosa di VERAMENTE

        IMPORTANTE per le persone, per il futuro
        della

        conoscenza dell'umanità, della libertà di

        espressione, della libera circolazione delle
        idee

        e dei saperi?





        allora parlate dei FORMATI ebook e non dei

        lettori...



        e dite che ci stanno condizionando (per
        imporci

        di fatto) dei formati NON LIBERI e pure
        bloccati

        da sistemi DRM (con relativo supporto
        hardware

        sugli schifosissimi lettori blindati di cui
        tanto

        si parla)... e fate capire alla gente che
        tutto

        questo è pericolosissimo per la libertà e che

        occorre

        RIBELLARSI!!!

        Basta rifiutarsi di comprare roba col DRM, e
        rivolgersi al
        torrenteAh, ecco, come si suol dire "abbeverarsi alla fonte" :D
Chiudi i commenti