Ufficiale, Microsoft ritira My Private Folder

Accolte le critiche di molti amministratori di sistemi. MS cancella dal proprio sito ogni riferimento alla sua utility per la protezione di file e cartelle personali

Roma – Ieri Microsoft ha provveduto a cancellare dal proprio sito ogni riferimento a My Private Folder , una recente utility gratuita che permette agli utenti di creare una cartella privata protetta da password.

La decisione di Microsoft è arrivata in risposta alle critiche provenienti da molti amministratori di sistema , preoccupati dei rischi legati all’uso di un tool di questo genere da parte dei dipendenti aziendali: a loro dire, infatti, My Private Folder non solo incoraggia gli utenti a celare programmi pericolosi o contrari alla policy dell’azienda, ma potrebbe anche spingerli a proteggere documenti di una certa importanza che, in caso di problemi (come il banale smarrimento della password), potrebbero andare irrimediabilmente perduti. A ciò si aggiungerebbe poi il fatto che il programma è privo sia di supporto tecnico che di documentazione.

“Microsoft ha ascoltato queste richieste d’aiuto e ha deciso di eliminare il suo nuovo tool dal sito Genuine Microsoft Download”, si legge in questo post apparso sul blog istituzionale di Microsoft. “Questo era un buon prodotto per gli utenti domestici, ma poteva effettivamente diventare un problema per le reti non chiuse”.

Sebbene il ritiro del programma fosse stato preannunciato lo scorso fine settimana, l’home page di My Private Folder è stata cancellata soltanto nel pomeriggio di ieri. Peraltro, nel momento in cui si scrive, il tool può ancora essere scaricato seguendo i link diretti al download: quello ufficiale , che richiede la verifica dell’autenticità di Windows (Windows Genuine Advantage, WGA), e quello secondario , che permette di bypassare il controllo WGA. Il programma è disponibile anche su svariati siti di download del software.

Il destino di My Private Folder sembra segnato: alcuni portavoce di Microsoft hanno infatti confermato che lo sviluppo di questo strumento verrà definitivamente abbandonato.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • fsdfs scrive:
    fsfs
    [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-datejust-c-2]Rolex DateJust watches[/url], Rolex DateJust watches [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-day-date-c-3]Rolex Day Date watches[/url], Rolex Day Date watches [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-daytona-c-4]olex Daytona watches[/url], Rolex Daytona watches [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-explorer-c-5]Rolex Explorer watches[/url], Rolex Explorer watches [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-gmt-c-6]Rolex GMT watches[/url], Rolex GMT watches [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-masterpiece-c-7]Rolex Masterpiece watches[/url], Rolex Masterpiece watches [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-milgauss-c-8]Rolex Milgauss watches[/url], Rolex Milgauss watches
  • fsdfs scrive:
    fsfs
    [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-datejust-c-2]Rolex DateJust watches[/url], Rolex DateJust watches [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-day-date-c-3]Rolex Day Date watches[/url], Rolex Day Date watches [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-daytona-c-4]olex Daytona watches[/url], Rolex Daytona watches [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-explorer-c-5]Rolex Explorer watches[/url], Rolex Explorer watches [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-gmt-c-6]Rolex GMT watches[/url], Rolex GMT watches [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-masterpiece-c-7]Rolex Masterpiece watches[/url], Rolex Masterpiece watches [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-milgauss-c-8]Rolex Milgauss watches[/url], Rolex Milgauss watches
  • Anonimo scrive:
    Manipolazione prezzi Ram
    Non so se nel periodo indicato ci fosse un cartello, ma il cartello c'era di sicuro nella prima metà degli anni 90, mi ricordo ancora quando nel 1995 dovetti scucire per 16 Mb di ram qualcosa come £ 1.150.000, ossia circa 600 e come tale prezzo fosse praticamente stabile dal 1990 quando pagai per 2 Mb di ram circa 220 mila lire .....
  • Anonimo scrive:
    45 euro una sdram pc133 da 256 MB
    Cioe' non e' possibile, lo stesso costo di 5 anni fa, quando in 5 anni la velocita' dei processori e' aumentata di molto.
    • Anonimo scrive:
      Re: 45 euro una sdram pc133 da 256 MB
      Il costo maggiore ha senso dato che è un tipo di memoria in via di estinzione, ossia sempre più rara.Comunque se le cerchi su ebay in USA o Taiwan/Hong Kong le trovi molto più economiche.
  • Anonimo scrive:
    wow l'aqua calda finalmente!
    ma perche con le memorie fla sh cosa fanno?secondo voi una sd da 4 gb o altra taglia costa veramente quella ciffra?
  • Anonimo scrive:
    E il petrolio allora????
    Ma chi se ne frega di qualche euro per le ram, i soldi ce li fregano dal petrolio ogni volta che andiamo a far benzina o acquistiamo qualcosa che necessariamente è stata prodotta facendo uso di energia! Credete realmente che il prezzo del petrolio aumenta perchè nn ce nè o perchè è difficile estrarlo?? Si sono messi daccordo ed hanno fatto un cartello (della serie fin quanto la richiesta aumenta e non diminuisce significa che il prezzo è al di sotto del suo valore di mercato e quindi vai a far lievitare con mille scuse il prezzo del petrolio) Se ci fermassimo per un mese con le auto questi imbecilli abbasserebbero di colpo il prezzo fino a 40 dollari il barile come 3 anni fa!Il petrolio si che è manipolato!!
    • Anonimo scrive:
      Re: E il petrolio allora????

      Se ci fermassimo
      per un mese con le auto questi imbecilli
      abbasserebbero di colpo il prezzo fino a 40
      dollari il barile come 3 anni
      fa!E chi organizza sta cosa? siamo mica tutti tassisti :D
      Il petrolio si che è manipolato!!Nessuno sembra disposto a toccare un potere così forte, se chiudono i rubinetti siamo noi, come nazione, a finire a gambe all'aria.
    • Anonimo scrive:
      Re: E il petrolio allora????
      Il petrolio i paesi succubi degli USA lo pagano in dollari americani.L'USA è in forte crisi, stranamente succedono sempre due cose quando l'USA è in crisi, diminuisce leggermente il valore del dollaro per favorire le esportazioni e aumenta paurosamente il prezzo del petrolio.Ora hai capito perché il Venezuela e la Cina stanno iniziando a ricorrere al baratto o accettano euro, altre monete e perino servizi in cambio di petrolio?Al presidente Chavez la CIA ha provato ad assassinarlo 3 volte.E noi Italia a leccare continuamente il culo agli USA.
      • Anonimo scrive:
        Re: E il petrolio allora????
        Ti è passato per l' anticamera del cervello che, con il cambio del dollaro basso, a noi non conviene la quotazione in Euro?Forse che i produttori di petrolio vogliono quotare in Euro perchè guadagnerebbero sul cambio più forte?E' economia questa non politica le teorie complottistiche sulla CIA dovevano finire almeno 20 anni fa, sei un nostalgico delle scemenze?
  • Anonimo scrive:
    Questo e' vero su un sacco di altre cose
    Molto spesso il prezzo no ndipende da cosa si vende ma da quanto sono disposti a spendere chi acquista.Molte cose hanno un prezzo diverso da stato a stato.
  • Anonimo scrive:
    e in Italia...
    visti i fatti chi ha comprato memorie in questi anni verosimilmente ha subito la stessa manipolazione (ve lo immaginate un ipotetico "accordo di cartello" fra le industrie interessate con l'avvertenza in calce "N.B.: questi accordi non devono essere applicati al di fuori degli USA"? ma per favore...)... ma a noi i soldi arriveranno?
  • Anonimo scrive:
    Sarà una coincidenza, ma sono tutti Jap
    Come da titolo, non mi stupisce che le case denunciate siano tutte Jappo. Come mai non viene denunciata Microsoft che invece di un cartello ha un monopolio?Poi un altro punto interessante sarebbe vedere a chi vanno i soldi di questa mega denuncia. Gli stati hanno affermato che i truffati sono gli utenti finali che in questi anni hanno dovuto sborsare una montagna di soldi in più per le memorie. Ora i soldi ottenuti dal processo andranno sicuramente agli utenti finali vero...?
    • Anonimo scrive:
      Re: Sarà una coincidenza, ma sono tutti
      la samsung mi sembra coreana... no?
    • Luca69 scrive:
      Re: Sarà una coincidenza, ma sono tutti
      Infineon é tedesca
    • Anonimo scrive:
      Re: Sarà una coincidenza, ma sono tutti
      questo dimostra la competenza della gente che viene a sparare ca**ate sui forum solo ed esclusivamente per fede politica...tutte giapponesi? e poi anche se fosse ti sembra così strano che i maggiori produttori di elettronica arrivano da li?
    • Anonimo scrive:
      Re: Sarà una coincidenza, ma sono tutti
      - Scritto da:
      Come mai non viene denunciata Microsoft che
      invece di un cartello ha un monopolio?mi sa che ti sei perso qualche puntata
    • Anonimo scrive:
      Re: Sarà una coincidenza, ma sono tutti
      - Scritto da:
      Come da titolo, non mi stupisce che le case
      denunciate siano tutte Jappo. Come mai non viene
      denunciata Microsoft che invece di un cartello ha
      un
      monopolio?
      Poi un altro punto interessante sarebbe vedere a
      chi vanno i soldi di questa mega denuncia. Gli
      stati hanno affermato che i truffati sono gli
      utenti finali che in questi anni hanno dovuto
      sborsare una montagna di soldi in più per le
      memorie. Ora i soldi ottenuti dal processo
      andranno sicuramente agli utenti finali
      vero...?al posto di fare il linuxiano di estrema sinistra non prendere sempre Microsoft come capo d'accusa per tutto quello che succede nel mondo.Con questo non voglio dire che Ms non abbia il monopolio, eh.
      • Anonimo scrive:
        Re: Sarà una coincidenza, ma sono tutti

        al posto di fare il linuxiano di estrema sinistrama che cosa cappero c'entra la sinistra con linux lo sai solo tu...
        • Anonimo scrive:
          Re: Sarà una coincidenza, ma sono tutti
          - Scritto da:

          al posto di fare il linuxiano di estrema
          sinistra


          ma che cosa cappero c'entra la sinistra con linux
          lo sai solo
          tu...E soprattutto cosa c'entra linux in tutto questo? Ma cos'è un intercalare? Come quando si dice "min...a" giusto per riemprire le frasi?
        • Anonimo scrive:
          Re: Sarà una coincidenza, ma sono tutti
          - Scritto da:

          al posto di fare il linuxiano di estrema
          sinistra


          ma che cosa cappero c'entra la sinistra con linux
          lo sai solo
          tu...http://images.google.com/images?hl=it&q=linux%20communism&sa=N&tab=wi
    • Anonimo scrive:
      Re: Sarà una coincidenza, ma sono tutti
      - Scritto da:
      Come da titolo, non mi stupisce che le case
      denunciate siano tutte Jappo. Come mai non viene
      denunciata Microsoft che invece di un cartello ha
      un
      monopolio?avere un monopolio non è reato...cmq la microsoft E' stata denunciata, ma non per monopolio, ma per abuso di posizione dominante..ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Sarà una coincidenza, ma sono tutti
        - Scritto da:
        avere un monopolio non è reato...
        cmq la microsoft E' stata denunciata, ma non per
        monopolio, ma per abuso di posizione
        dominante..
        ciaoAncora con questa storia. Il giudice Jackson nella sentenza lo ha chiamato ufficialmente monopolio.E così hanno fatto tutti gli altri giudici e avvocati interessati nelle cause contro M$.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sarà una coincidenza, ma sono tutti
      - Scritto da:
      Come da titolo, non mi stupisce che le case
      denunciate siano tutte Jappo. Come mai non viene
      denunciata Microsoft che invece di un cartello ha
      un
      monopolio?zzo c'entra microsoft? e poi dove sei stato negli ultimi 5 anni?
Chiudi i commenti