UK, batterie esplosive: addio

Indagato il pericoloso fenomeno dei laptop e degli accumulatori flambé. Per ora si conoscono solo le cause dei cortocircuiti, ma nulla impedisce di guardare oltre

Roma – Le batterie agli ioni di litio rappresentano un elemento cruciale della moderna mania per il mobile computing e i gadget high tech trasportabili, ma oltre a fornire energia a laptop, smartphone e parecchio altro, i succitati accumulatori hanno la perniciosa tendenza a infiammarsi o, peggio ancora, a esplodere. I ricercatori della University of Cambridge dicono ora di aver scoperto il perché, aprendo potenzialmente la strada a nuove batterie più sicure e senza il rischio di mettere a repentaglio la salute fisica degli utenti/consumatori.

Nella ricerca pubblicata su Nature Materials , la professoressa Clare P. Grey e i colleghi della prestigiosa università britannica riferiscono dei risultati dell’impiego della Risonanza Magnetica Nucleare sugli accumulatori agli ioni di litio e in particolare su una batteria campione di un centimetro di lunghezza.

Utilizzando la scansione RMN i ricercatori hanno potuto osservare in tempo reale la formazione di dendriti di litio sull’anodo al carbonio, filamenti cristallini di crescita irregolare che portano appunto alla generazione di veri e propri cortocircuiti e quindi al surriscaldamento e all’infiammazione (o anche esplosione) della batteria li-ion.

Il pericoloso fenomeno si presenta dopo che l’accumulatore viene sottoposto a svariati cicli di carica e scarica, e in particolare se la carica avviene molto velocemente. Aver sperimentato il metodo di osservazione della formazione di dendriti di litio, sostengono i ricercatori, darà modo di analizzarli con maggior precisione e individuare le condizioni in cui tendono a comparire per porvi rimedio a beneficio della sicurezza delle batterie portatili.

“Queste fibre di litio inerte sono state un significativo impedimento alla commercializzazione di nuove generazioni di batterie di maggior capacità”, ha detto la professoressa Grey, sottolineando come la questione “sicurezza contro gli incendi” vada risolta prima di cominciare a usare le batterie per nuove applicazioni come i trasporti (automobili e mezzi pubblici elettrici) oltre ai gadget.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Funz scrive:
    mai e poi mai Amazon
    O almeno finchè non levano 'sto caz*zo di DRM.Devo pagare 10 euro per poi avere una cosa blindata che non ha niente di più di un libro cartaceo (ma diverse cose di meno), con l'aggiunta di fastidi extra e del fatto di non essere *proprietario di ciò che ho comprato*
    • ruppolo scrive:
      Re: mai e poi mai Amazon
      - Scritto da: Funz
      O almeno finchè non levano 'sto caz*zo di DRM.
      Devo pagare 10 euro per poi avere una cosa
      blindata che non ha niente di più di un libro
      cartaceo (ma diverse cose di meno), con
      l'aggiunta di fastidi extra e del fatto di non
      essere *proprietario di ciò che ho
      comprato*Devi leggere o devi trollare?
      • Funz scrive:
        Re: mai e poi mai Amazon
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: Funz

        O almeno finchè non levano 'sto caz*zo di DRM.

        Devo pagare 10 euro per poi avere una cosa

        blindata che non ha niente di più di un libro

        cartaceo (ma diverse cose di meno), con

        l'aggiunta di fastidi extra e del fatto di non

        essere *proprietario di ciò che ho

        comprato*

        Devi leggere o devi trollare?Senti senti chi da del troll :pIo leggerei anche, ma se cercano di legarmi ad un formato chiuso, acquistabile solo tramite un negozio particolare, leggibile solo con un particolare modello di lettore, gestibile solo con un particolare software su un determinato sistema operativo, e su cui non posso accampare alcun diritto, no. Continuo a leggere la carta. E vaffan*ulo ad Amazon B&N, Android e pure Apple e Microsoft (che ci sta sempre :p)
      • angros scrive:
        Re: mai e poi mai Amazon
        Io devo leggere, e per essere sicuro che nessuno mi cancelli il libro a metà, me lo scarico gratis, in forma anonima. E il DRM possono infilarselo su per...
  • shevathas scrive:
    i rischi per la fine del kindle
    credo sia più probabile siano per l'ingresso dei grossi nel mercato, i tablet non li vedo molto come grossi concorrenti. Chi compra un ebook reader è soprattutto per la comodità di lettura e la praticità di portarti la biblioteca in giro. I tablet con lo schermo retroilluminato non hanno la stessa comodità di lettura oltre a consumare più batteria.
  • non so scrive:
    sbagliato
    non devono far girare il sw kindle su android, devono mettere android sul dispositivo kindle
    • ruppolo scrive:
      Re: sbagliato
      - Scritto da: non so
      non devono far girare il sw kindle su android,
      devono mettere android sul dispositivo
      kindleE cosa cambia avere un Kindle con Android?Questi e-ereader sono già zombie. Se fossero costati 20-30 euro, allora avrebbero avuto una loro ragione di esistere, viste le colossali limitazioni (ve lo immaginate un ricettario di cucina con le foto in bianco e nero?)Comunque Amazon venderà ben poco agli utenti Android, quelli non spendono un centesimo in software per principio.
      • syntaris scrive:
        Re: sbagliato
        Lo dici per cognizione di causa o per supposizione?Personalmente è da un mese che smanetto sull'Android Market e noto che alcune applicazioni a pagamento siano molto gradite (io per primo ne ho già acquistate un paio).Non mi risulta che ci sia tutto questo astio verso le applicazioni non gratuite, se queste hanno un giusto rapporto qualità/prezzo, espresso dalla valutazione continua di tutti gli utenti (visibile direttamente dal market).Boh forse la mia analisi è ancora troppo acerba.Saluti.
        • ruppolo scrive:
          Re: sbagliato
          - Scritto da: syntaris
          Lo dici per cognizione di causa o per
          supposizione?Potrei risponderti subito, ma voglio provare un'altra strada: perché non hai preso iPhone?
          Personalmente è da un mese che smanetto
          sull'Android Market e noto che alcune
          applicazioni a pagamento siano molto gradite (io
          per primo ne ho già acquistate un
          paio).Un paio di applicazioni in 1 mese?Posso sapere quali e quanto hai speso?
          Non mi risulta che ci sia tutto questo astio
          verso le applicazioni non gratuite, se queste
          hanno un giusto rapporto qualità/prezzo, espresso
          dalla valutazione continua di tutti gli utenti
          (visibile direttamente dal
          market).Non ti risulta? I 3 miliardi di download su AppStore e il 99,4% delle applicazioni mobile acquistate sono state acquistare su AppStore, cosa ti suggerisce?
          Boh forse la mia analisi è ancora troppo acerba.Decisamente acerba, ma aspetto che tu mi dica qualcosa in proposito della tua scelta Android.
          • angros scrive:
            Re: sbagliato
            Il punto è: se su una piattaforma si può avere gratis quello che sulle altre si paga, quale è la migliore?
          • ruppolo scrive:
            Re: sbagliato
            - Scritto da: angros
            Il punto è: se su una piattaforma si può avere
            gratis quello che sulle altre si paga, quale è la
            migliore?Dipende dal eventuale valore aggiunto.È come se ti chiedessi se è meglio farsi rifornimento di benzina da soli risparmiando 5 centesimi il litro o farla fare al benzinaio, o se è meglio mangiare al ristorante o prepararsi il pasto in casa.Pagando si ha sempre un valore aggiunto.
          • poiuy scrive:
            Re: sbagliato

            Pagando si ha sempre un valore aggiunto.Complimenti per la sintesi... in una frase ti sei riassunto perfettamente.
          • syntaris scrive:
            Re: sbagliato
            neanche due mesi fa, perché?
          • ruppolo scrive:
            Re: sbagliato
            - Scritto da: syntaris
            neanche due mesi fa, perché?Per capire quanto spendi in software: 4 sterline in quasi 2 mesi. Anzi, nei primi 2 mesi, quando il terminale è praticamente vuoto.Questo non fa che confermare la mia tesi della scarsa propensione degli utenti Android a spendere soldi sul software.Ma non è solo una mia tesi, è anche una realtà:http://www.agemobile.com/iphone/notizie/gartner_apple_detiene_994_mercato_applicazioni_mobile.html
          • syntaris scrive:
            Re: sbagliato
            Sì sono d'accordo, ma:1) il nexus non era affatto scarico, anzi era fin da subito strapieno di app di default che mi bastavano ed avanzavano2) ho poi trovato nel market molte app gratuite che mi ribastano e mi riavanzano... in tutto ne avrò installate 5-6 e solo per curiosità, non per funzioni effettivamente mancanti nel telefono "fuori dalla scatola".Tutto qua... almeno per il sottoscritto non è stata questione di costi ma del fatto che il prodotto è già molto soddisfacente di suo.riciao.
          • ruppolo scrive:
            Re: sbagliato
            - Scritto da: syntaris
            Sì sono d'accordo, ma:

            1) il nexus non era affatto scarico, anzi era fin
            da subito strapieno di app di default che mi
            bastavano ed
            avanzavano
            2) ho poi trovato nel market molte app gratuite
            che mi ribastano e mi riavanzano...


            in tutto ne avrò installate 5-6 e solo per
            curiosità, non per funzioni effettivamente
            mancanti nel telefono "fuori dalla
            scatola".

            Tutto qua... almeno per il sottoscritto non è
            stata questione di costi ma del fatto che il
            prodotto è già molto soddisfacente di
            suo.

            riciao.Quello che tu hai fatto con il Nexus è lo stesso che tutti hanno fatto con gli smartphone dell'era pre-iPhone, ovvero installare 10-20 applicazioni gratuite e comprare 1 o 2 applicazioni (tipicamente un navigatore e/o un dizionario), questo nell'arco della vita del terminale.iPhone OS è un altro pianeta, gli utenti installano centinaia di applicazioni tra cui decine di applicazioni a pagamento, e questo perché c'è una disponibilità di applicazioni semplicemente inimmaginabile per chi è fuori dal questo mondo.Giusto qualche giorno fa la Treccani ha reso disponibile un dizionario della lingua italiana da 500 mila lemmi, tanto per fare un esempio, e la Barilla ha "sfornato" la sua applicazione ricettario sulla pasta.
          • syntaris scrive:
            Re: sbagliato

            (tipicamente un navigatore e/o un dizionario),
            questo nell'arco della vita del
            terminale.E cosa te ne fai quando hai di default i widget di google maps (con navigatore turn by turn, entro breve anche in italiano)e google translate??Scherzo dai, ora vado a disintossicarmi ;-)
      • Storgione scrive:
        Re: sbagliato
        Sei un mito, sempre a parlare a XXXXX di android.Se non lo hai mai usato e non conosci chi lo usa, perché continui a trarre conclusioni idiote? Come l'idiozia che non è aggiornabile...(ti ricordi ruppolo il video del ragazzino che aveva flashato la rom?)
        • ruppolo scrive:
          Re: sbagliato
          - Scritto da: Storgione
          Sei un mito, sempre a parlare a XXXXX di android.
          Se non lo hai mai usato e non conosci chi lo usa,
          perché continui a trarre conclusioni idiote? Come
          l'idiozia che non è aggiornabile...(ti ricordi
          ruppolo il video del ragazzino che aveva flashato
          la
          rom?)http://www.roughlydrafted.com/2010/05/01/android-2-2-to-do-things-we-assumed-it-already-did/Il ragazzino che flasha la rom non interessa a nessuno se non a 4 nerd.
          • Storgione scrive:
            Re: sbagliato
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: Storgione

            Sei un mito, sempre a parlare a XXXXX di
            android.

            Se non lo hai mai usato e non conosci chi lo
            usa,

            perché continui a trarre conclusioni idiote?
            Come

            l'idiozia che non è aggiornabile...(ti ricordi

            ruppolo il video del ragazzino che aveva
            flashato

            la

            rom?)

            http://www.roughlydrafted.com/2010/05/01/android-2

            Il ragazzino che flasha la rom non interessa a
            nessuno se non a 4
            nerd.WTF?Perché mi posti le opinioni di un'opinionista del XXXXX qualunque? No, puoi fare anche a meno dato che me ne sbatto le palle anche se tu basi le tue opinioni sulle sue.Volevo farti solo notare che spari XXXXXXX senza nemmeno sapere quello di cui stai parlando (in quel caso la presunta impossibilità di aggiornare il software).Il fatto è che pensare che tutti gli utenti di android siano degli smanettoni e che non vogliano pagare il software (che anch'io ho aquistato dal market) è semplicemente una XXXXXXXta bella e buona. Sicuramente il market di android non sarà a livello di quello dell'iphone per molto tempo, ma i tuoi giudizi tout court da 4 soldi lasciano veramente il tempo che trovano.
          • ruppolo scrive:
            Re: sbagliato
            - Scritto da: Storgione
            WTF?
            Perché mi posti le opinioni di un'opinionista del
            XXXXX qualunque?Per dimostrare che non sono solo le mie.
            No, puoi fare anche a meno dato
            che me ne sbatto le palle anche se tu basi le tue
            opinioni sulle
            sue.E allora che vuoi?
            Volevo farti solo notare che spari XXXXXXX senza
            nemmeno sapere quello di cui stai parlando (in
            quel caso la presunta impossibilità di aggiornare
            il
            software).Quella non solo sta scritta ovunque, ma è testimoniata dalle percentuali attuali di utilizzo delle versioni di Android. I dati sono dati, non opinioni.
            Il fatto è che pensare che tutti gli utenti di
            android siano degli smanettoni e che non vogliano
            pagare il software (che anch'io ho aquistato dal
            market) è semplicemente una XXXXXXXta bella e
            buona.Bene, vediamo: cos'hai comprato, quanto hai speso e in che arco di tempo?
            Sicuramente il market di android non sarà
            a livello di quello dell'iphone per molto tempo,
            ma i tuoi giudizi tout court da 4 soldi lasciano
            veramente il tempo che
            trovano.Io posso provarti con dati alla mano quello che dico, tu puoi fare altrettanto?http://www.agemobile.com/iphone/notizie/gartner_apple_detiene_994_mercato_applicazioni_mobile.html
          • Storgione scrive:
            Re: sbagliato
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: Storgione

            WTF?

            Perché mi posti le opinioni di un'opinionista
            del

            XXXXX qualunque?

            Per dimostrare che non sono solo le mie.


            No, puoi fare anche a meno dato

            che me ne sbatto le palle anche se tu basi le
            tue

            opinioni sulle

            sue.

            E allora che vuoi?Che magari potresti basarle prendendo in mano un dispositivo con android e usarlo e non leggendo articoli che parlano di quanto iphone sia meglio.

            Volevo farti solo notare che spari XXXXXXX senza

            nemmeno sapere quello di cui stai parlando (in

            quel caso la presunta impossibilità di
            aggiornare

            il

            software).

            Quella non solo sta scritta ovunque, ma è
            testimoniata dalle percentuali attuali di
            utilizzo delle versioni di Android. I dati sono
            dati, non
            opinioni.Infatti è un dato che è possibile aggiornare il software con pochi passi.Tu parlavi di impossibilità e così non è.

            Il fatto è che pensare che tutti gli utenti di

            android siano degli smanettoni e che non
            vogliano

            pagare il software (che anch'io ho aquistato dal

            market) è semplicemente una XXXXXXXta bella e

            buona.

            Bene, vediamo: cos'hai comprato, quanto hai speso
            e in che arco di
            tempo?Ho il telefono da inizio aprile e ho acquistato circa 10 di software, ma penso che avrei fatto lo stesso con un iphone, dato che non ho grandi fini ludici con il telefono.Per la cronaca un translator,uno scanner di coumenti pdf, un client ssh un giochino per vedere le capacità sul 3d e qualcos'altro

            Sicuramente il market di android non sarà

            a livello di quello dell'iphone per molto tempo,

            ma i tuoi giudizi tout court da 4 soldi lasciano

            veramente il tempo che

            trovano.

            Io posso provarti con dati alla mano quello che
            dico, tu puoi fare
            altrettanto?

            http://www.agemobile.com/iphone/notizie/gartner_ap Cosa XXXXX provi con quei dati? Che il market share delle applicazioni è detenuto da iphone? Ma va??? Cosa non ti era chiaro di "Sicuramente il market di android non sarà a livello di quello dell'iphone per molto tempo". Lo so anch'io che per ora l'iphone spadroneggia, ma il market è immaturo e va ancora organizzato (per quanto riguarda la mia opinione) e soffre di questa cosa e della disponibilità di belle applicazioni, ma questo non fa arrivare alla conclusione avventata(leggasi anche del XXXXX) che chi compra un cellulare con android non voglia spendere nulla per il software.Poi non so se tu spendi settordicimila euro al mese in applicazioni iphone per fare grande il faro della tua vita.
      • Mettiuz scrive:
        Re: sbagliato
        - Scritto da: ruppolo
        Comunque Amazon venderà ben poco agli utenti
        Android, quelli non spendono un centesimo in
        software per
        principio.Già, son tutti genovesi...
      • angros scrive:
        Re: sbagliato

        Comunque Amazon venderà ben poco agli utenti
        Android, quelli non spendono un centesimo in
        software per
        principio.Infatti, il Kindle è un software inutile (anzi, è nocivo, perchè cosa fa all'utente? Spilla soldi, e tiene in ostaggio permanente i libri, potendoli cancellare in qualunque momento. Un comportamento del genere è tipico di un malware, non di una applicazione.Per la cronaca, io è da anni che ho gli ebook: gratuiti, e leggibili su qualsiasi piattaforma (o stampabili, se volessi); quella di amazon è poco piu' che una truffa (come quelli che ti facevano scaricare un dialer che chiamava un 899 per scaricare una suoneria o uno sfondo)
        • ruppolo scrive:
          Re: sbagliato
          - Scritto da: angros

          Comunque Amazon venderà ben poco agli utenti

          Android, quelli non spendono un centesimo in

          software per

          principio.

          Infatti, il Kindle è un software inutile (anzi, è
          nocivo, perchè cosa fa all'utente? Spilla soldi,
          e tiene in ostaggio permanente i libri, potendoli
          cancellare in qualunque momento. Un comportamento
          del genere è tipico di un malware, non di una
          applicazione.Il punto non è l'applicazione, ma come viene utilizzata dai suoi autori. Quello che è sucXXXXX è stato un errore, errare è umano. Lo hanno riconosciuto e tale errore non verrà ripetuto.

          Per la cronaca, io è da anni che ho gli ebook:
          gratuiti, e leggibili su qualsiasi piattaforma (o
          stampabili, se volessi); quella di amazon è poco
          piu' che una truffa (come quelli che ti facevano
          scaricare un dialer che chiamava un 899 per
          scaricare una suoneria o uno
          sfondo)Come ho già detto molto volte, anche i sassi sono gratuiti, ma questo non implica che tutti corrono a prenderli. Se tu sei contento dei tuoi ebook gratuiti, buon per te. Io ho invece parecchi libri che ho comprato, perché desidero una qualità maggiore. Tra l'altro sono tutti libri dentro applicazioni specifiche.
  • mr_caos scrive:
    Non mi è chiaro
    Se vendo qualcosa direttamente tramite un applicazione per IPhone, devo pagare il 30% a Apple?
    • Shu scrive:
      Re: Non mi è chiaro
      - Scritto da: mr_caos
      Se vendo qualcosa direttamente tramite un
      applicazione per IPhone, devo pagare il 30% a
      Apple?Sì, perché sei costretto a usare le loro API di pagamento, che trattengono il 30% delle transazioni.Invece per Android ti puoi implementare le API che vuoi (Google Checkout, Paypal, BancaSella, quello che hai...), quindi paghi le normali commissioni di tali intermediari (dal 3 al 10%, di solito, dipende dalle cifre in ballo e dal circuito).Bye.
      • Sky scrive:
        Re: Non mi è chiaro
        - Scritto da: Shu
        Sì, perché sei costretto a usare le loro API di
        pagamento, che trattengono il 30% delle
        transazioni.

        Invece per Android ti puoi implementare le API
        che vuoi (Google Checkout, Paypal, BancaSella,
        quello che hai...), quindi paghi le normali
        commissioni di tali intermediari (dal 3 al 10%,
        di solito, dipende dalle cifre in ballo e dal
        circuito).Interessante. Se è vero, il 30% sembra una percentuale da strozzini, cioè peggio, molto peggio, di quanto possa estorcere la peggiore delle banche (e dicendo banche ho detto tutto).Ma chi è che continua a dare ossigeno a tali personaggi? I petrolieri e i produttori di armi a confronto sembrano dei chierichetti.Non è ora di fare pulizia? Il mondo sarebbe sicuramente un posto migliore.
        • Loris Batacchi scrive:
          Re: Non mi è chiaro
          se non ti basta il 70%, vai a programmare per altri, poi apriti il tuo sito, gestisci le transazioni, reclami, rimborsi, porta milioni di persone sul tuo sito, paga il servizio di addebito carte di credito...
          • ullala scrive:
            Re: Non mi è chiaro
            - Scritto da: Loris Batacchi
            se non ti basta il 70%, vai a programmare per
            altri, poi apriti il tuo sito, gestisci le
            transazioni, reclami, rimborsi, porta milioni di
            persone sul tuo sito, paga il servizio di
            addebito carte di
            credito...Tutte cose che fa il market android e non al 30%!Quindi?
          • MeX scrive:
            Re: Non mi è chiaro
            ma dici sempre e solo XXXXXXX?http://news.cnet.com/8301-1035_3-10072682-94.html
          • ullala scrive:
            Re: Non mi è chiaro
            - Scritto da: MeX
            ma dici sempre e solo XXXXXXX?
            http://news.cnet.com/8301-1035_3-10072682-94.htmlPenso tu non abbia capito .. o mi sono spiegato maleAndroid Market fa la stessa cosa (e sempre al 70%) ma a differenza di appstore puoi farne a meno e quindi niente 30%E non è che tu mi stia dando una notiziona!ho 3 apps su android market e una su appstore!Totale 42 sono gratis e 2 no (una su market e una su appstore) per problemi di licensing (royalties).Rilassati che ti fa bene saputello da 4 palanche!
          • Ciufolo scrive:
            Re: Non mi è chiaro
            Perchè con la Apple c'è Stiv Giobs che ti fa i conti e il call center per i reclami? (rotfl)
          • ruppolo scrive:
            Re: Non mi è chiaro
            - Scritto da: Ciufolo
            Perchè con la Apple c'è Stiv Giobs che ti fa i
            conti e il call center per i reclami?
            (rotfl)Precisamente, IGNORANTE!
          • Ciufolo scrive:
            Re: Non mi è chiaro
            Ciccio calmati eh, io non parlo dell'AppStoreMetti che ho fatto una mia app, approvata e quant'altro, che permette all'utente di ordinare tavoli alla mia fabbrica.Mi stai dicendo che se arriva un tavolo storto l'utente chiama Apple??
          • Sky scrive:
            Re: Non mi è chiaro
            - Scritto da: Loris Batacchi
            se non ti basta il 70%, vai a programmare per
            altri, poi apriti il tuo sito, gestisci le
            transazioni, reclami, rimborsi, porta milioni di
            persone sul tuo sito, paga il servizio di
            addebito carte di
            credito...Mi sembra di capire che non siano questi i termini del problema, qui si parla di incassare il 30% su una vendita di un oggetto, o qualunque cosa sia, solo perché si transita su una piattaforma di pagamento piuttosto che su PayPal, Banca Sella, ecc. Confermo il profondo disgusto e avrò il massimo della comprensione per chi usa l'AK-47 per cercare di fare rientrare le persone nell'ambito della ragionevolezza.
        • ruppolo scrive:
          Re: Non mi è chiaro
          - Scritto da: Sky
          Interessante. Se è vero, il 30% sembra una
          percentuale da strozzini, cioè peggio, molto
          peggio, di quanto possa estorcere la peggiore
          delle banche (e dicendo banche ho detto
          tutto).Non hai capito un piffero.iTunes Store è un negozio, che applica un ricarico a fronte di un servizio. Un ricarico, tra l'altro, veramente basso.
    • Brrrrrr... scrive:
      Re: Non mi è chiaro
      - Scritto da: mr_caos
      Se vendo qualcosa direttamente tramite un
      applicazione per IPhone, devo pagare il 30% a
      Apple?Si.
    • ruppolo scrive:
      Re: Non mi è chiaro
      - Scritto da: mr_caos
      Se vendo qualcosa direttamente tramite un
      applicazione per IPhone, devo pagare il 30% a
      Apple?Dipende da cosa vendi. Se vendi applicazioni e contenuti per tali applicazioni, la risposta è si (e la transazione verrà effettuata da iTunes, quindi utilizzando il conto economico del cliente legato al suo account).Se vendi padelle, no, ma devi farti carico della transazione, quindi devi appoggiarti ad un tuo sito e-commerce. Come fa, ad esempio, l'app Amazon.
Chiudi i commenti