UK e USA puntano su Skynet e Predator

Le nuove esigenze della comunicazione militare e della roboguerra spingono i due paesi in una direzione che sa forse un po' troppo di fantascienza. A partire dal nome delle tecnologie in campo

Roma – Il più recente e avanzato satellite di comunicazione dell’esercito del Regno Unito, lo Skynet 5A , è entrato in funzione da poche ore, a circa un mese dal lancio avvenuto lo scorso marzo dalla Guyana Francese.

Il nuovo satellite è il primo di tre che costituiranno la quinta generazione del progetto iniziato nel 1969. Realizzata dal Ministero della Difesa britannico in collaborazione con Paradigm Secure Communications e EADS-Astrium , la rete Skynet 5 è costata circa 3 milioni di sterline messe a disposizione da un gruppo di investitori privati.

Commenti entusiastici sono stati espressi da Lord Drayson , a capo della divisione per l’equipaggiamento bellico e la logistica d’oltremanica: ” Skynet 5 garantirà circa due volte e mezzo le prestazioni del vecchio sistema e permetterà un miglioramento significativo del nostro sistema di comunicazione globale – permettendoci di trasmettere i dati più velocemente”.

Lo Skynet 5A assicurerà una migliore comunicazione tra Regno Unito e il Medioriente: saranno coperte anche le zone teatro dei recenti conflitti in Iraq e Afghanistan, permettendo ai soldati in missione di poter dialogare in voce e video con le famiglie a casa. Un analogo progetto era stato annunciato il mese scorso dal Dipartimento della Difesa USA.

Ma il nuovo Skynet permetterà soprattutto un enorme miglioramento in fatto di banda disponibile per il controllo delle truppe e maggiore sicurezza per le trasmissioni : fino ad oggi l’esercito di Sua Maestà era costretto ad affittare spazio su un comune satellite commerciale e aggiungere una codifica ai propri segnali. Il lancio di Skynet 5B è previsto per la fine dell’anno, mentre quello di Skynet 5C per il 2008.

La notizia è giunta solo 24 ore dopo che l’aviazione USA aveva annunciato l’ordine di altri quattro MQ-9 Reaper , gli impressionanti aerei robotici sviluppati dalla General Atomic già in servizio in Iraq, che tanto assomigliano ai Flying-HK di cinematografica memoria.. Il costo dei 4 velivoli è stimato in 59 milioni di dollari, e porterà ad undici il numero di apparecchi in dotazione alla US Air Force.

Gli aereetor Tra le più letali macchine di morte mai costruite, su un MQ-9 (vedi foto a lato) trovano spazio fino a 14 missili teleguidati ed alcune bombe “intelligenti”, oltre ad un raffinato sistema radar in grado di individuare oggetti in movimento su una superficie di 60 chilometri quadrati.

La sua peculiarità consiste nella capacità di volare per oltre 14 ore senza rifornimento fino all’altitudine massima di 50.000 piedi (circa 15 chilometri): il tutto senza alcuna presenza umana a bordo .

Ironicamente, le due notizie appaiono collegate dal tipo delle tecnologie impiegate: Skynet e Flying-HK sono due appellativi celebri , che i cinefili avranno senz’altro già collegato alla nota saga Terminator (interpretata tra gli altri dall’attuale governatore dello stato della California Arnold Schwarzenegger ).

Skynet è infatti il nome della malvagia rete di computer dotata di coscienza , responsabile della guerra che i robot muovono agli esseri umani nella finzione, mentre i Flying-HK (alter ego del MQ-9) sono i terribili roboaerei impiegati per individuare e annientare eventuali gruppi di cittadini sopravvissuti. Ma se nel primo caso il nome scelto potrebbe essere un omaggio al lavoro degli scienziati inglesi, nel secondo sono stati gli stessi ingegneri al lavoro per la General Atomic a rifarsi (con dubbio umorismo nero) alla nota saga ideata da James Cameron (Reaper, mietitore, è il soprannome affibbiato ai Terminator dagli umani).

dal celebre film Nella realtà gli MQ-9 Reaper saranno effettivamente controllati attraverso la rete Skynet : il centro di controllo USA per questi velivoli, che agiscono tra l’altro nelle zone martoriate dai conflitti in Iraq e Afghanistan, pare sia situato nelle vicinanze di Las Vegas, ma il Regno Unito ha da poco inoltrato un ordine per fornirsi di Reaper da inserire nel proprio organico.

In futuro ci si attende l’introduzione di altri Unmanned Aerial Vehicle ( UAV ), che si uniranno alle sentinelle robotiche coreane e agli insetti killer israeliani, ed al futuribile robot liquido pensato da DARPA in un progetto che a qualcuno ricorda il T-1000 di Terminator 2 .

Luca Annunziata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • sinadex scrive:
    da domani produco porte blindate...
    così posso denunciare tutti i miei vicini perchè hanno le porte normali e rischiano di aver i ladri in casa... vabè va', se comprano le MIE porte ritiro la denuncia(idea) :D ;)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 15 maggio 2007 01.12-----------------------------------------------------------
  • Anonimo scrive:
    Siamo alla follia
    Chi garantisce che il loro DRM sia più sicuro degli altri?Voglio vedere se esiste un giudice malato di mente che prenderà in considerazione le loro richieste.
  • Anonimo scrive:
    Mi ricorda South Park....
    Nellepisodio Sexual Harassment Panda, la citta di South Park è sconvolta da unincredibile serie di processi per molestie sessuali (naturalmente senza alcun fondamento). Fino a quando lintera popolazione sfiora la bancarotta nella causa collettiva intentata da tutti nei confronti di tutti."Viene da dire "dilettanti" a Parker e Stone.
  • Anonimo scrive:
    Ma quanto fumano?
    Se producono tecnologie di protezione che le vendano a chi vuole acquistarle e non a chi non le vuole, e poi perchè dovrebbe spettare ai player blindare? sono loro che fanno le protezioni non i produttori di player mah...
  • Nicola scrive:
    Chi di spada ferisce....
    A parte l'evidente assurdità di questa causa direi che c'è un motivo di fondo sul quale riflettere....Sarebbe bello che fosse proprio una rigida interpretazione della legge sul Copyright a dare una mazzata pesante alle aziende che di fatto si sono adattate ai voleri di major e produttori per la diffusione dei contenuti.Immagino che se un ricorso di questo tipo fosse accolto il DMCA verrebbe abrogato come per magia....Non ne vedete l'ironia di fondo? :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Chi di spada ferisce....
      ...concordo in pieno, sopratutto per quanto riguarda il fatto che sia una cosa assolutamente ridicola!
  • Sparrow scrive:
    Principio errato ...
    ... conseguenze assurde !Mi spiego:in campo scientifico, un modo per provare la non verità di una teoria è il c.d. principio di "falsificazione".Ovvero se una teoria A può essere applicata in modo da portare a dimostrare un risultato o un assunto che, viceversa, si sa essere palesemente errato o in contrasto con altra teoria B già rivelatasi esatta, allora la teoria A in questione è falsa !In questo caso, queste norme tipo DMCA ecc, DRM ecc., brevetti sw ecc., stanno portando la stessa Industria che le ha sostenute e le sostiene verso situazioni palesemente assurde e insostenibili, rivelandosi in tal modo ERRATE, proprio come la teoria A dell'esempio.
  • MeX scrive:
    invece Microsoft...
    blinda tutto per bene :)Viva il DRM paciocco di Microsoft, MSN e Zune :)
  • xWolverinex scrive:
    [FUN] Anche io voglio imporre...
    ... il mio DiErreEmme alla microsoft... e voglio farmi pagate MILLEMILA dollari ogni byte appartenente ad ogni player che non lo supporti. Cosa devo fare? Me lo spiegheranno i legali di questa societa' ?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 maggio 2007 08.40-----------------------------------------------------------
  • Anonimo scrive:
    La denuncia come mezzo di sostentamento
    Credo che questa notizia non meritasse neanche gli onori della cronaca.Un manager che pensa di potere mandare avanti un'azienda attraverso una denuncia, peraltro davvero bizzarra, semplicemente deve chiudere baracca e burattini.Ma siccome sono in America, non solo ha avuto eco, ma probabilmente sarà anche valutata da un tribunale.Che posto strano, l'America.
  • Anonimo scrive:
    Sono allibito, esterefatto, sconvolto...
    E non so aggiungere altro perchè sono rimasto senza parole... PAZZESCO
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono allibito, esterefatto, sconvolt
      - Scritto da:
      E non so aggiungere altro perchè sono rimasto
      senza
      parole...

      PAZZESCO uelcom in iu-es-sei :D !
    • Alfonso Maruccia scrive:
      Re: Sono allibito, esterefatto, sconvolt
      Azzo, per così poco? Vedrai che festa quando implementeranno lo stadio finale di Palladium, aka NGSCB, aka TCP, aka Fritz+sVista SP1....Vedrai.....
      • Anonimo scrive:
        Re: Sono allibito, esterefatto, sconvolt
        - Scritto da: AlfonsoMaruccia
        Azzo, per così poco? Vedrai che festa quando
        implementeranno lo stadio finale di Palladium,
        aka NGSCB, aka TCP, aka Fritz+sVista
        SP1....

        Vedrai.....Una volta nel forum si scriveva"E la marmotta incartava la cioccolata...."
      • Anonimo scrive:
        Re: Sono allibito, esterefatto, sconvolt
        - Scritto da: AlfonsoMaruccia
        Azzo, per così poco? Vedrai che festa quando
        implementeranno lo stadio finale di Palladium,
        aka NGSCB, aka TCP, aka Fritz+sVista
        SP1....

        Vedrai.....vedrai, vedraaaiiiiiivedrai che cambierààààààforse non sarà domaniiiiiima un bel giorno cambierààààààoooops, spero di non aver infranto il copyrait
        • Msdead scrive:
          Re: Sono allibito, esterefatto, sconvolt
          Secondo me allo stadio finale di Palladium non ci arrivano...stanno tutti cambiando idea piano piano sul DRM e limitazioni e molti stanno sperimentando strade alternative.Al momento ci sono alcune major che sono favorevoli ma oramai si stanno convincendo che il DRM e limitare l'utente è un quasi suicidio, perchè se da un lato c'è a chi non gliene frega e compra, paga e subisce, c'è invece chi questo non lo accetta, fra cui Apple ed EMI che hanno dato una bella mazzata, presto arriveranno tutti ad abbandonarlo e troveranno strade alternative ad esso.Tutti fanno i duri ma alla fin fine, chi lo ha promosso si sta lentamente convincendo che è una strada impraticabile, controproducente e sopratutto non vengono ripagati del lavoro che fanno perchè il mercato DRM va, ma non quanto basta per ricoprire il tempo impiegato e sopratutto i pirati e molte organizzazioni stanno iniziando nuove attività che stanno catturando sempre più utenti, dando roba senza limitazioni, abbonamenti per scaricare legalmente qualunque cosa e far cadere il DRM.E' inutile, per me il DRM morirà insieme al palladium e sarà la volta buona che forse si svegliano tutti.L'unica è crederci e continuare ad evitare e pigliare la roba senza limitazioni.Se poi arriva...speriamo nei pirati, gli unici combattenti contro questo assurdo abuso.Questa è una mia opinione ovviamente, non è niente di più.
  • Msdead scrive:
    MRT, 4 GROSSI CONTRO UNO!
    Microsoft, Adobe, Real e Apple fanno quello che vogliono LORO.I programmi lì fanno loro e non sono costretti proprio a niente.Loro non sono molto favorevoli al DRM e se non usano le protezioni dovute vuol dire che hanno i loro motivi.MRT statte zitta e non rompere il cactus!(per non dire una parola pesante...)
    • Pejone scrive:
      Re: MRT, 4 GROSSI CONTRO UNO!
      - Scritto da: Msdead
      Microsoft, Adobe, Real e Apple fanno quello che
      vogliono LORO.Infatti. La vedo dura per questa aziendina poter imporre qualcosa ai 4 sopracitati.Temo sia davvero una gran mossa pubblicitaria.
      • Anonimo scrive:
        Re: MRT, 4 GROSSI CONTRO UNO!
        - Scritto da: Pejone
        Infatti. La vedo dura per questa aziendina poter
        imporre qualcosa ai 4
        sopracitati.
        Temo sia davvero una gran mossa pubblicitaria.Beh, non è niente di diverso da quello che fa SCO contro IBM/Novell ecc..Anche questa è alla frutta.
    • Anonimo scrive:
      Re: MRT, 4 GROSSI CONTRO UNO!
      Sarebbe il caso che mandassero a zampe all'aria la societa', visto che ne hanno la possibilita'. Una volta tanto che facciano qualcosa di buono (eliminare chi fa solo scompiglio e non serve a portare effettivo progresso).
  • outkid scrive:
    quindi perche' in USA le armi..
    ..son di libero commercio la Beretta, non quella dei salamini per ovvi motivi, puo' far causa ad ogni cristiano che non difende la sua proprieta' a sufficienza come sancito dalla SSSMA costituzione?OMG!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: quindi perche' in USA le armi..
      - Scritto da: outkid
      ..son di libero commercio la Beretta, non quella
      dei salamini per ovvi motivi, puo' far causa ad
      ogni cristiano che non difende la sua proprieta'
      a sufficienza come sancito dalla SSSMA
      costituzione?
      OMG!!!A quanto leggo quelli della mrt non sono gli unici a fumarsi l' impossibile.
Chiudi i commenti