UK, fermato un sospetto cracker dell'intelligence USA

Ha 16 anni e le forze dell'ordine britanniche sospettano si sia macchiato di accesso non autorizzato a certi sistemi informatici. Il giovane rivela i capi d'accusa, per cui si dichiara innocente

Roma – I sospetti delle autorità si sono concentrati su un giovane britannico: ha 16 anni e le forze dell’ordine di Stati Uniti e Regno Unito ritengono sia uno dei responsabili del cracking operato ai danni di alcune figure di spicco dell’intelligence statunitense.

Lo hanno identificato come Cracka, pseudonimo con il quale sono stati rivendicati gli attacchi condotti con il supporto del gruppo “Crackas With Attitude”: le forze dell’ordine britanniche hanno confermato che il giovane, arrestato il 9 febbraio e poi rilasciato, è sospettato di aver violato diversi articoli del Computer Misuse Act del 1990 nell’aver compiuto accessi non autorizzati a sistemi informatici non meglio precisati.

È colui che si presenta a Motherboard come il 16enne fermato a rivelare a quali azioni si riferiscano i capi d’accusa: le forze dell’ordine, riferisce, ritengono sia responsabile dell’ intrusione nell’account email del direttore della CIA John Brennan, ma anche del recente attacco inferto ai sistemi del Department of Justice statunitense, a cui è seguito il rilascio di dati personali di dipendenti della sicurezza nazionale (DHS) e di agenti dell’FBI. Nessun riferimento, invece, all’ incursione ai danni del Director of National Intelligence statunitense James Clapper, altresì rivendicato dal gruppo “Crackas With Attitude”.

Il giovane dichiara di non essere Cracka e si dichiara innocente, almeno fino a prova contraria.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • lin chin scrive:
    Io vi spegale pelchè
    Buonasela io sono lin chin io vi spiegale ploblema....Voi sapele quanto costale lame pel fale cavetti?Costale un sacco di yuan!!!Noi avele tlovato sistema pel lispalmiale lame (e yuan) cioè mettele meno lame!Se apple volele cavetto migliole c'è sistema!Dale più yuan a lin chin! :D :D
  • ve lo ficono in faccia scrive:
    utenti apple? Analfabeti
    "Designed by Apple in California


    Assembled in China"significa"costa molto di più


    qualità scadente"
  • ... scrive:
    come si XXXXXXX la Gaia :-)
    uh che coda di paglia!!
  • ... scrive:
    dove sono i servi fedeli?
    e anche a questo giro i servi fedeli non si sono visti...
  • ... scrive:
    penosi
    e ancora sui problemi apple mandano avanti la "carne da cannone" (botta') mentre i colonnelli (galimberti e annunziata) se ne stanno nelle retrovie con champagne e donnine allegre, salvo poi presentarsi a mostrare le loro medaglie negli articoli sulla trimestrale.... gli piace vincere facile.
  • prova123 scrive:
    2016 ...
    ancora problemi con i cavetti ... quando c'era lui queste cose non accadevano! :D
    • Sg@bbio scrive:
      Re: 2016 ...
      - Scritto da: prova123
      ancora problemi con i cavetti ... quando c'era
      lui queste cose non accadevano!
      :DQueste critiche da bambini...
      • prova123 scrive:
        Re: 2016 ...
        è più da bambini dover combattere nel 2016 con i cavetti usb ...
        • Pietro scrive:
          Re: 2016 ...
          - Scritto da: prova123
          è più da bambini dover combattere nel 2016 con i
          cavetti usb
          ...sono cavi con velocità di trasferimento massima di a 5 Gbps
          • Mi piace Vincere Facile scrive:
            Re: 2016 ...
            - Scritto da: Pietro
            sono cavi con velocità di trasferimento massima
            di a 5
            GbpsGià peccato che il problema descritto da cupertology non sia quello!Che fai metti in dubbio? 8) 8)
Chiudi i commenti