UK, niente Internet per gli utenti scomodi

Londra punta a nuove norme contro il crimine telematico: poteri speciali per la polizia, che potrà decidere autonomamente, anche senza prove, di proibire Internet agli individui sospettati di condurre attività illegali online

Londra – Il Ministero degli Interni britannico ha proposto un disegno di legge per istituire nuove forme di prevenzione dell’e-crime . Nella speranza di abbattere il numero di reati connessi a spamming e frode online, il cosiddetto phishing , i legislatori vogliono dotare le autorità di poteri speciali : anche senza prove, gli investigatori potranno ottenere la messa al bando dalla Rete di tutti gli individui sospetti.

In pratica, basterà il criterio di legittimo sospetto per ottenere un’ordinanza di diffida, denominata ASBO , Anti Social Behaviour Order . Questo tipo di ordinanza viene solitamente utilizzata come avvertimento per tutti coloro che possono disturbare l’ordine pubblico o si ritiene possano tenere un comportamento potenzialmente criminogeno: organizzatori di rave, adolescenti affiliati a gang giovanili e persone dal carattere incandescente.

“L’obiettivo è dare grande potere alle forze dell’ordine ed ai magistrati”, ha dichiarato un portavoce del governo alla stampa locale, “così che gli individui sospettati di poter causare danni ai sistemi informatici vengano tenuti al di fuori da Internet”. Le fonti ufficiali parlano addirittura della confisca dell’hardware arbitraria, così da rendere ancora più inoffensivi i potenziali criminali.

La proposta dell’amministrazione Blair sta spaccando la società civile e gli esponenti dell’industria informatica: se da una parte molti osservatori sostengono che la nuova legge sia una chiara limitazione dei diritti civili degli utenti casuali, in grado di finire nei guai anche se de facto innocenti, dall’altra è un potentissimo deterrente.

“Sembra un bel pezzo d’arsenale giuridico contro il crimine informatico”, ha detto Richard Starnes, presidente della International Systems Security Associations , in un’intervista rilasciata a ZDNet . Starnes ha ricordato che “una legge di questo tipo, ad esempio, negli Stati Uniti sarebbe incostituzionale” perché violerebbe gravemente le libertà individuali dei cittadini. Tuttavia “c’è da sperare che le autorità utilizzino i poteri di questa nuova legge con parsimonia e con giudizio”, ha poi aggiunto.

La proposta di legge, secondo gli esperti britannici, potrebbe violare i diritti individuali che l’Unione Europea riconosce ai propri cittadini. L’ultima parola sul provvedimento spetta adesso ai parlamentari. Il più oscuro tra i nuovi poteri che verrebbero conferiti alla polizia è sicuramente la possibilità di eseguire ispezioni finanziarie in modo del tutto arbitrario, così da poter ottenere i movimenti e la lista delle transazioni eseguite online.

Tommaso Lombardi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    8% mantiene un blog ? bullshit !
    i teorici "milioni di blogs" sono al 99% blogs creati in automatico con tecniche ben note di black-hat, altro che "8% degli utenti hanno un blog".e comunque i blog nel complesso sono spazzatura salvo rarissimi casi, ben vengano i giornali cartacei.
    • Anonimo scrive:
      Re: 8% mantiene un blog ? bullshit !
      - Scritto da:
      i teorici "milioni di blogs" sono al 99% blogs
      creati in automatico con tecniche ben note di
      black-hat, altro che "8% degli utenti hanno un
      blog".

      e comunque i blog nel complesso sono spazzatura
      salvo rarissimi casi, ben vengano i giornali
      cartacei.quoto
    • Anonimo scrive:
      Re: 8% mantiene un blog ? bullshit !
      - Scritto da:
      ben vengano i giornali
      cartacei.E poi se finisci la carta igienica non ti puoi pulire con i blog.
    • Anonimo scrive:
      Re: 8% mantiene un blog ? bullshit !
      - Scritto da:
      i teorici "milioni di blogs" sono al 99% blogs
      creati in automatico con tecniche ben note di
      black-hat, altro che "8% degli utenti hanno un
      blog".

      e comunque i blog nel complesso sono spazzatura
      salvo rarissimi casi, ben vengano i giornali
      cartacei.Ottimo ci hai convinto, tu si che sei un gallo!!
  • Anonimo scrive:
    perchè i giornalisti...
    ... sono autorevoli come verifica delle fonti, vero ?non sono prezzolati da servizi segreti nazionali ed esteri, condizionati dagli inserzionisti pubblicitari, conformati tutti ad un'agenda globale che non fornisce spazio o ne fornisce di marginale alle notizie non gradite
    • Anonimo scrive:
      Re: perchè i giornalisti...
      Non stiamo parlando dei giornalisti.
    • Anonimo scrive:
      Re: perchè i giornalisti...

      ... sono autorevoli come verifica delle fonti,
      vero
      ?
      non sono prezzolati da servizi segreti nazionali
      ed esteri, condizionati dagli inserzionisti
      pubblicitari, conformati tutti ad un'agenda
      globale che non fornisce spazio o ne fornisce di
      marginale alle notizie non
      graditePurtroppo anch'io percepisco questa situazione.Ci sono tanti giornalisti preparati ed impegnati che, se lasciati lavorare, farebbero emergere tante di quelle "schifezze" in Italia che potrebbero adirittura destabilizzare lo Stato. :|Sembra che i giornalisti, se vogliono lavorare, debbano "conformare" i loro articoli al volere delle redazioni che a loro volta si devono confrontare con chi o cosa permette loro di rimanere sul mercato.
  • Anonimo scrive:
    blog = fuffa
    cdo... solo fuffa!
    • Anonimo scrive:
      Re: blog = fuffa
      - Scritto da:
      cdo... solo fuffa!quoto, IMHO sono utili come diari peronali e niente più.attualmente si da troppa impostanza a quei cosi (ovviamente ci sono dei distinguo, ma il 99,999999998% cono cavolate inutili)
      • Anonimo scrive:
        Re: blog = fuffa

        quoto, IMHO sono utili come diari peronali e
        niente
        più.
        attualmente si da troppa impostanza a quei cosi
        (ovviamente ci sono dei distinguo, ma il
        99,999999998% cono cavolate
        inutili)Magari se leggi un po' di più qualche blog scritto bene, riesci anche a scrivere un po' meglio.
        • Anonimo scrive:
          Re: blog = fuffa

          Magari se leggi un po' di più qualche blog
          scritto bene, riesci anche a scrivere un po'
          meglio.magari, se fossi su internet da un pò di più e sapessi qualche regolina,conosceresti la netiquette.e i blog restano inutili.
          • Anonimo scrive:
            Re: blog = fuffa
            - Scritto da:

            Magari se leggi un po' di più qualche blog

            scritto bene, riesci anche a scrivere un po'

            meglio.

            magari, se fossi su internet da un pò di più e
            sapessi qualche
            regolina,
            conosceresti la netiquette.

            e i blog restano inutili."Spessi qualche regolina" ... mi aggiungo a chi ti ha scritto di leggere qualche buon blog per scrivere meglio :P :P
      • Anonimo scrive:
        Re: blog = fuffa
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        cdo... solo fuffa!

        quoto, IMHO sono utili come diari peronali e
        niente
        più.
        attualmente si da troppa impostanza a quei cosi
        (ovviamente ci sono dei distinguo, ma il
        99,999999998% cono cavolate
        inutili)Lo dici in base ai tuoi gusti personali oppure in base ad un'analisi critica?
  • Anonimo scrive:
    e il tg-com?
    come va classificato? prendete una notizia a caso:http://www.tgcom.mediaset.it/tgmagazine/articoli/articolo315972.shtmle provate ad andare su the village o wired...(rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: e il tg-com?
      - Scritto da:
      come va classificato?

      prendete una notizia a caso:
      http://www.tgcom.mediaset.it/tgmagazine/articoli/a

      e provate ad andare su the village o
      wired...(rotfl)Fatto da professionisti per gente idiota e sempre alla modanaturalment evenendo incontro alle loro capacità mentali ridotte
Chiudi i commenti