Un brevetto scuote il multimedia

Un'azienda californiana è ora detentrice di un brevetto che potrebbe dare non pochi grattacapi agli sviluppatori Java, Flash e Ajax, solo per dirne alcuni


San Francisco (USA) – Martedì scorso una semisconosciuta società californiana è riuscita a farsi approvare un brevetto che copre il design e lo sviluppo di quasi tutti i servizi di sviluppo multimediale online. Si chiama Balthaser e non ha nulla a che vedere con la brasserie newyorchese Balthazar : si tratta di una media company che, con il brevetto 7,000,180 , intende “mettere nel sacco” Flash, Flex, Java, Ajax e XAML.

Nel testo del brevetto si legge infatti “Metodi, sistemi e processi per il design e la creazione di applicazioni multimediali via Internet”. Nel sommario si entra un po’ più nel dettaglio e così si scopre che “questa invenzione si riferisce a metodi di providing con la possibilità di creare applicazioni multimediali via Internet. (…) Con un procedimento specifico gli utenti possono accedere ad un sito in hosting che permette di creare applicazioni multimediali ed esaminare l’intero set di strumenti disponibile. Allo stesso tempo, con un altro procedimento, il sito in hosting permette agli utenti di modificare un’applicazione multimediale già esistente”.

Insomma, grazie a questa “trovata” Balthaser potrà richiedere alle società che distribuiscono servizi multimediali online sfruttando le potenzialità di Flash, AJAX e Java un’ apposita licenza , con l’incasso di conseguenti royalty.

“Questo aggiornamento del nostro pacchetto brevetti è senza dubbio qualcosa di pionieristico che fornirà grandi opportunità alla nostra azienda”, ha dichiarato Neil Balthaser, CEO di Balthaser. “Il brevetto riguarda tutte le implementazioni delle tecnologie per il multimedia, come Flash, Flex, Java, AJAX e XAML, e tutti i dispositivi che permettono l’accesso a queste, compresi i PC, smartphone, set-top box e console. Balthaser sarà in grado di fornire licenze per ogni Rich-Media Internet Application correlata a dispositivi e network”.

L’azienda californiana, sebbene già lanciata in proclami, potrebbe ritrovarsi a lottare in tribunale nel caso le media company dovessero ritenere questo brevetto non valido. C’è già chi fa ipotesi di prior art , ossia di applicazioni tecnologiche esistenti prima del deposito del brevetto stesso.
Balthaser ha registrato il brevetto nel lontano febbraio 2001, ma già nel 1999 Javu Technologies aveva iniziato a commercializzare un prodotto chiamato VideoFarm che permetteva agli utenti di creare e gestire online contenuti multimediali. Secondo gli analisti questo antefatto potrebbe invalidare il brevetto.

Sia come sia gli esperti, come Bola Rotibi, senior analyst londinese di Ovum , anche in questo caso tornano a parlare del problema vastissimo ed irrisolto della brevettabilità “selvaggia” nel mondo del software.

“Mentre l’Europa continua a tergiversare sulla possibilità di adottare le leggi statunitensi riguardanti il brevetto, la questione Balthaser, e le sue conseguenze sul mercato, dimostrano i pregi e difetti di quel sistema; abbiamo senza dubbio delle buone ragioni per sostenere la delibera di norme più attente prima di seguire l’esempio d’oltreoceano”, ha dichiarato Rotibi. “E’ quasi incredibile che questo brevetto possa coprire così tante tecnologie, in pratica tutti coloro che avranno a che fare con applicazioni multimediali si potrebbero trovare nella condizione di pagare della royalty a Balthaser”.

Neil Balthaser ha però già confermato che preferirebbe vendere il brevetto a un’azienda del settore più che perdersi nei meandri di cause legali. “Non voglio fare ancora nomi, ma siamo in trattativa. Chiunque dovesse disporre di questo brevetto sarebbe in grado di beneficiarne in ogni modo. Sia per strategie difensive che offensive. Inoltre, una buona politica licenziataria potrebbe fruttare non poco”, ha aggiunto Balthaser. L’asta praticamente è già avviata, ma l’ombra della “prior art” comunque incombe. Potrebbe essere solo fumo, e se il gioco dovesse diventare duro un gigante potrebbe fare di Balthaser un sol boccone.

Dario d’Elia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: Che IBM inizi ad aver paura?
    - Scritto da: frizzo
    questo codice malamente scritto e poco testato fa
    girare questa macchina da circa 5 giorni senza
    rallentamenti e mai crash....magari la Microsoft
    scrivesse codice così malamente...con windows 2000 ho dovuto riavviare la macchina solo in occasione di patch/service pack e quando sono migrato ad xp. le altre interruzioni del servizio erano causate o da guasti hardware (2 crash del disco e manutenzione ordinaria..leggasi pulizia da polvere :p ) o da cause esterne (corrente che se ne va e simili). il massimo tempo di up è stato di 8 mesi circa.per curiosità sono passato al dual boot con linux a novembre. non ho ancora fatto ad accesso a windows: mi trovo enormemente meglio. ma non si può dire che il codice ms sia scritto da cani. magari win95 o il 98 prima edizione non erano troppo stabili, ma nt e successivi erano (e sono) rock solid.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ultimora: IBM trova accordo con SCO
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    IBM ha siglato un accordo stragiudiziale con
    SCO.

    Sì! Gli ha sputato in un occhio!!Si, ma si sono messi d'accordo in quale dei due...
  • Anonimo scrive:
    Re: CHE NOVITÀ
    - Scritto da: Anonimo
    Non si firma perchè la settimana scorsa gli è
    stata recapitata una citazione dai legali del
    Draga.Con la "citazione" del legali del DRAGA mi ci pulisco il cuXo.
  • Anonimo scrive:
    Re: CHE NOVITÀ
    Non si firma perchè la settimana scorsa gli è stata recapitata una citazione dai legali del Draga.
  • Anonimo scrive:
    Ultimora: IBM trova accordo con SCO
    IBM ha siglato un accordo stragiudiziale con SCO.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ultimora: IBM trova accordo con SCO
      - Scritto da: Anonimo
      IBM ha siglato un accordo stragiudiziale con SCO.Sì! Gli ha sputato in un occhio!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Che IBM inizi ad aver paura?
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo



    - Scritto da: gipoint


    Ad oggi SCO non è stata in grado di mostrare
    una


    sola riga di codice di Linux copiata dal "suo"


    UNIX



    Anzi qualcuno ha scoperto varie parti rubate a

    Linux da SCO e incluse nei suoi Unix.

    Sì, vabbè. Sicuro.
    Questo è il massimo della pazzia visto che Linux
    è quasi tutto scritto da professionisti del
    settore Unix che nel tempo libero esportano
    codice e ne scrivono altro malamente testato o
    testato per nulla (visto che nessuno li paga di
    solito per farli per Linux pubblico -- mentre i
    Linux interni ad IBM ad esempio i programmatori
    son pagati per riscriverli).,,,,,,,,,,,Fanne buon uso...Ma forse hai ragione tu: è meglio non sprecarle per discorsi senza senso...
  • Anonimo scrive:
    Re: Che IBM inizi ad aver paura?
    Il mio serverino di rete col mio sitino le email ea ltre 3 cazzate tra amici e' acceso da luglio 2003, l' ho dovusto spegnere solo 2 volte, quando c'e' stato il backout in italia e quando se spaccato l' harddisk ... proprio come windows, hanno del coraggio a parlare di codice mal scritto quando loro con il loro bellissimo windows se gli va bene in una giornata lavorativa riavviano la macchina almeno una decina di volte ad essere buoni.
  • Anonimo scrive:
    Re: Che IBM inizi ad aver paura?
    Sco ha venduto linux, quindi la sua lamentela e' a priori inutileInoltre le accuse sono infondate e SCO non haneanche uno straccio di prova a supporto:chiede informazioni su versioni di linux che non esistono, mostra prove che dimostrano soloi reati di SCO ( IMHO e' da pirla ).Quindi direi che IBM ha solo da far soldi da questacosa, e con il fallimento di SCO ( che non ha soldiper pagargli i danni, se perde ) ha anche l'opportunita'di ottenere ulteriore denaro dai finanziatori se questihanno commesso reati.IMHO la paura suppongo l'abbia solo chi in pausapranzo in aziende come SCO, chiede sui forum seibm ha paura
  • Anonimo scrive:
    Re: CHE NOVITÀ
    - Scritto da: Anonimo
    Alien perchè non ti firmi?bambina , so che sei piccola, ma posso farti unadomanda?perche' la mamma ti ha detto di non firmare?NBse sei cosi' piccola dopo tutto, e' meglio chea quest'ora vai a dormire, e non stai sul forumdei grandi.
  • Anonimo scrive:
    Re: Che IBM inizi ad aver paura?
    - Scritto da: frizzo

    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: frizzo





    - Scritto da: Anonimo







    - Scritto da: Anonimo









    - Scritto da: gipoint





    Ad oggi SCO non è stata in grado di

    mostrare



    una





    sola riga di codice di Linux copiata dal


    "suo"





    UNIX









    Anzi qualcuno ha scoperto varie parti

    rubate a




    Linux da SCO e incluse nei suoi Unix.







    Sì, vabbè. Sicuro.



    Questo è il massimo della pazzia visto che

    Linux



    è quasi tutto scritto da professionisti del



    settore Unix che nel tempo libero esportano



    codice e ne scrivono altro malamente
    testato o


    questo codice malamente scritto e poco testato

    fa


    girare questa macchina da circa 5 giorni senza


    rallentamenti e mai crash....magari la
    Microsoft


    scrivesse codice così malamente...



    La mia pompa ininterrottamente da quasi otto

    mesi. L'ho dovuta spengere a suo tempo causa

    interruzione di corrente (il mio apc non ha

    tantissimi va)



    (linux)


    se ma questo non è server....è un desktop.Anche il mio, e' il desktop che uso in ufficio.
  • frizzo scrive:
    Re: Che IBM inizi ad aver paura?
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: frizzo



    - Scritto da: Anonimo





    - Scritto da: Anonimo







    - Scritto da: gipoint




    Ad oggi SCO non è stata in grado di
    mostrare


    una




    sola riga di codice di Linux copiata dal

    "suo"




    UNIX







    Anzi qualcuno ha scoperto varie parti
    rubate a



    Linux da SCO e incluse nei suoi Unix.





    Sì, vabbè. Sicuro.


    Questo è il massimo della pazzia visto che
    Linux


    è quasi tutto scritto da professionisti del


    settore Unix che nel tempo libero esportano


    codice e ne scrivono altro malamente testato o

    questo codice malamente scritto e poco testato
    fa

    girare questa macchina da circa 5 giorni senza

    rallentamenti e mai crash....magari la Microsoft

    scrivesse codice così malamente...

    La mia pompa ininterrottamente da quasi otto
    mesi. L'ho dovuta spengere a suo tempo causa
    interruzione di corrente (il mio apc non ha
    tantissimi va)

    (linux)se ma questo non è server....è un desktop.
  • Anonimo scrive:
    Re: Che IBM inizi ad aver paura?
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: frizzo



    - Scritto da: Anonimo





    - Scritto da: Anonimo







    - Scritto da: gipoint




    Ad oggi SCO non è stata in grado di
    mostrare


    una




    sola riga di codice di Linux copiata dal

    "suo"




    UNIX







    Anzi qualcuno ha scoperto varie parti
    rubate a



    Linux da SCO e incluse nei suoi Unix.





    Sì, vabbè. Sicuro.


    Questo è il massimo della pazzia visto che
    Linux


    è quasi tutto scritto da professionisti del


    settore Unix che nel tempo libero esportano


    codice e ne scrivono altro malamente testato o

    questo codice malamente scritto e poco testato
    fa

    girare questa macchina da circa 5 giorni senza

    rallentamenti e mai crash....magari la Microsoft

    scrivesse codice così malamente...

    La mia pompa ininterrottamente da quasi otto
    mesi. L'ho dovuta spengere a suo tempo causa
    interruzione di corrente (il mio apc non ha
    tantissimi va)Da me ieri e' andata via la corrente... Non avevo spento la macchina da quando l'ho installata 4 mesi fa.... Grrrr... (linux)
  • Anonimo scrive:
    Re: Che IBM inizi ad aver paura?
    - Scritto da: frizzo

    - Scritto da: Anonimo



    - Scritto da: Anonimo





    - Scritto da: gipoint



    Ad oggi SCO non è stata in grado di mostrare

    una



    sola riga di codice di Linux copiata dal
    "suo"



    UNIX





    Anzi qualcuno ha scoperto varie parti rubate a


    Linux da SCO e incluse nei suoi Unix.



    Sì, vabbè. Sicuro.

    Questo è il massimo della pazzia visto che Linux

    è quasi tutto scritto da professionisti del

    settore Unix che nel tempo libero esportano

    codice e ne scrivono altro malamente testato o
    questo codice malamente scritto e poco testato fa
    girare questa macchina da circa 5 giorni senza
    rallentamenti e mai crash....magari la Microsoft
    scrivesse codice così malamente...La mia pompa ininterrottamente da quasi otto mesi. L'ho dovuta spengere a suo tempo causa interruzione di corrente (il mio apc non ha tantissimi va) (linux)
  • frizzo scrive:
    Re: Che IBM inizi ad aver paura?
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo



    - Scritto da: gipoint


    Ad oggi SCO non è stata in grado di mostrare
    una


    sola riga di codice di Linux copiata dal "suo"


    UNIX



    Anzi qualcuno ha scoperto varie parti rubate a

    Linux da SCO e incluse nei suoi Unix.

    Sì, vabbè. Sicuro.
    Questo è il massimo della pazzia visto che Linux
    è quasi tutto scritto da professionisti del
    settore Unix che nel tempo libero esportano
    codice e ne scrivono altro malamente testato oquesto codice malamente scritto e poco testato fa girare questa macchina da circa 5 giorni senza rallentamenti e mai crash....magari la Microsoft scrivesse codice così malamente...
  • Anonimo scrive:
    Re: Che IBM inizi ad aver paura?
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: gipoint

    Ad oggi SCO non è stata in grado di mostrare una

    sola riga di codice di Linux copiata dal "suo"

    UNIX

    Anzi qualcuno ha scoperto varie parti rubate a
    Linux da SCO e incluse nei suoi Unix.Sì, vabbè. Sicuro. Questo è il massimo della pazzia visto che Linux è quasi tutto scritto da professionisti del settore Unix che nel tempo libero esportano codice e ne scrivono altro malamente testato o testato per nulla (visto che nessuno li paga di solito per farli per Linux pubblico -- mentre i Linux interni ad IBM ad esempio i programmatori son pagati per riscriverli).
  • francescor82 scrive:
    Re: La fine della schiavitù dei muli del
    - Scritto da: Giambo
    Veeeechia e stravecchia ... Qualcosa di piu'
    nuovo, stile "spedisci questo Email a 100 persone
    e Bill Gates ti regala un Nokia" :) ?"Spedisci questa email a tutte le persone, e Bill Gates e AOL sapranno che stai usando Internet Explorer."Per la serie, ci possono capitare solo i boccaloni.Ah, e attenzione sempre alle sedie volanti e agli invasati che corrono e ballano sul palco! ;)
  • Giambo scrive:
    Re: La fine della schiavitù dei muli del
    - Scritto da: Anonimo
    Durante gli anni '80, un progetto segretoVeeeechia e stravecchia ... Qualcosa di piu' nuovo, stile "spedisci questo Email a 100 persone e Bill Gates ti regala un Nokia" :) ?
  • Anonimo scrive:
    Re: Che IBM inizi ad aver paura?
    - Scritto da: gipoint
    Ad oggi SCO non è stata in grado di mostrare una
    sola riga di codice di Linux copiata dal "suo"
    UNIXAnzi qualcuno ha scoperto varie parti rubate a Linux da SCO e incluse nei suoi Unix.
  • Anonimo scrive:
    Re: Che IBM inizi ad aver paura?
    - Scritto da: Anonimo
    Se SCO perde, IBM avrà in mano i "gioielli di
    famiglia" dello zio bill....e stavolta stringerà
    MOLTO forte!!!!Ancora più forte di quanto li stringe il governo americano per farsi mettere backdoor e spyware?(Vedi progetto Magic Lantern).Il governo americano con antitrust e tribunali tiene zio Bill per le palle e le stringe quando e quanto vuole per fargli cantare più forte l'inno nazionale.
  • Anonimo scrive:
    Re: Che IBM inizi ad aver paura?
    Deduzione alquanto azzardata.... le premesse ???
  • gipoint scrive:
    Re: Che IBM inizi ad aver paura?
    Ad oggi SCO non è stata in grado di mostrare una sola riga di codice di Linux copiata dal "suo" UNIX
  • Anonimo scrive:
    Re: Che IBM inizi ad aver paura?
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    IBM forse inizia ad aver paura di perdere la

    causa e vuole alzare un polverone ancorapiù

    grosso di quello sollevato da SCO?

    È una tua speranza che andrà delusa.
    Se SCO perde, perderanno anche i suoi
    foraggiatori e esploderà l' OPEN SORCIO.Se SCO perde, IBM avrà in mano i "gioielli di famiglia" dello zio bill....e stavolta stringerà MOLTO forte!!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: CHE NOVITÀ
    Alien perchè non ti firmi?
  • Anonimo scrive:
    Re: La fine della schiavitù dei muli del
    - Scritto da: rock and troll

    - Scritto da: Anonimo

    I muli dell'open sourcio intravedono la via
    della

    salvezza così come Mosé liberò dalla schiavitù

    egiziana e condusse fuori dall'Egitto il popolo

    ebraico.

    il popolo piumato segue delirante la leggendaria
    volpe piromane, che attraversa il globo alla
    velocita' della luce, indicando a loro la via
    della salvezza... dall'alto dei cieli l'uccello
    elettricista e l'uccello petomane osservano con
    fare compiaciuto il buon esito dell'operazione,
    mentre la scimmia di mare porge al popolo dei
    pinguini le mistiche tavole della gpl4...QUESTA E' GRANDIOSAah ah ah ah ah ah
  • Anonimo scrive:
    bene bene!
    ora vediamo che magari con la causa a Sco si tirano giù pure altri che hanno fatto resistere Sco fino ad ora.Ottimo!
  • rock and troll scrive:
    Re: $CO, $un e Oracl?
    - Scritto da: Anonimo
    I tre porcellini del lupo $tallman pronti a
    divorarsi i dromedari linari...e cappuccetto rosso (red hat)??ah ah ah ah ahah ah
  • rock and troll scrive:
    Re: La fine della schiavitù dei muli del
    - Scritto da: Anonimo
    I muli dell'open sourcio intravedono la via della
    salvezza così come Mosé liberò dalla schiavitù
    egiziana e condusse fuori dall'Egitto il popolo
    ebraico.il popolo piumato segue delirante la leggendaria volpe piromane, che attraversa il globo alla velocita' della luce, indicando a loro la via della salvezza... dall'alto dei cieli l'uccello elettricista e l'uccello petomane osservano con fare compiaciuto il buon esito dell'operazione, mentre la scimmia di mare porge al popolo dei pinguini le mistiche tavole della gpl4...
  • Anonimo scrive:
    La fine della schiavitù dei muli dell'OS
    I muli dell'open sourcio intravedono la via della salvezza così come Mosé liberò dalla schiavitù egiziana e condusse fuori dall'Egitto il popolo ebraico.
  • Anonimo scrive:
    Re: Che IBM inizi ad aver paura?
    - Scritto da: Anonimo
    IBM forse inizia ad aver paura di perdere la
    causa e vuole alzare un polverone ancorapiù
    grosso di quello sollevato da SCO?È una tua speranza che andrà delusa.Se SCO perde, perderanno anche i suoi foraggiatori e esploderà l' OPEN SORCIO.
  • Anonimo scrive:
    CHE NOVITÀ
    E' stata scoperta l' acqua calda scoprendo i foraggiatori di pidocchiosi parassiti come SCO.Il caso SCO-LINUX&C. è la quintessenza di come campano i MAGNA-MAGNA avvocati dell' una e dell' altra tirando in lungo le cause e prosciugando le pur ricche tasche dei loro "assistiti".Certe leggi sembrano proprio fatte da avvocati per assicurarsi la pensione a spese dei fessi da alleggerire.Poi senza i ricchi foraggiamenti di interessati come il DRAGA e quelli che tengono il piede in 2 scarpe come HP e SUN, non si spiegherebbe l' esistenza di SCO che dovrebbe essere andata falita già anni fa.SCO non è altro che un polmone da tenere attivo finchè lo riterranno necessario alla loro causa il DRAGA, HP, e SUN.Comunque x SCO non ci sarà futuro; la TRIPPA x GATTI è FINITA anche x SCO.
  • Anonimo scrive:
    $CO, $un e Oracl?
    I tre porcellini del lupo $tallman pronti a divorarsi i dromedari linari...
  • Anonimo scrive:
    Che IBM inizi ad aver paura?
    IBM forse inizia ad aver paura di perdere la causa e vuole alzare un polverone ancorapiù grosso di quello sollevato da SCO?
Chiudi i commenti