Un trojan ruba segreti su una centrale

Succede in Giappone e accade ad un impianto di produzione energetica: un incidente del tutto simile era già avvenuto nel 2005. I dettagli circolano sul P2P. Imbarazzo ai massimi storici

Osaka (Giappone) – C’è aria di tempesta tra i dirigenti dell’impianto termoelettrico di Owase, nella prefettura di Mie, in Giappone: un trojan con cui è stato infettato un personal computer della struttura di produzione energetica, infatti, ha trasmesso all’esterno dati molto sensibili .

Stando a quanto riporta il Japan Times siamo di fronte ad informazioni che comprendono l’elenco delle infrastrutture della Chabu Electric Power, l’azienda che controlla l’impianto, e una mappa dei locali, con dettagli sulla sala controllo e sulla strumentazione.

Tra le informazioni classificate giunte all’esterno anche le procedure utilizzate su come reagire in caso di penetrazione di sconosciuti nell’impianto e un elenco dei nomi e degli indirizzi degli addetti della società di sicurezza che sorveglia la struttura, più tutta una serie di altre informazioni sul personale.

L’imbarazzo per la Chabu Electric Power è notevolissimo: nel giugno dell’anno scorso i dati tecnici e molte altre informazioni di un impianto nucleare giapponese erano stati veicolati all’esterno da un altro PC infettato da un virus o da un trojan.

A nulla, a quanto pare, sono servite le nuove policy sulla sicurezza introdotte dopo quell’incidente. In quel caso, come in quello della centrale di Owase, le informazioni sottratte hanno iniziato a circolare su Winny , la celebre piattaforma peer-to-peer utilizzata da molte migliaia di giapponesi ogni giorno.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    usate soft freeware se non avete soldi
    è uguale
  • ryoga scrive:
    Comportamento Inutile
    Se voglio acquistare un prodotto, la mia scelta sul prenderlo pirata o meno, non viene influita dai vari fattori quali :- lo trovo su P2P (gratis)- lo trovo su Ebay o dal marocchino (Pochi )- il prezzoma su altri fattori:- Quel software mi è utile?- Penso che valga tutti quei soldi?Se la risposta ad entrambe le domande è "si", allora lo acquisto ORIGINALE, nel caso contrario, scelgo altre strade e se non ce ne sono, non lo compro.( Per i film poi....se uno li vuole non originali, passa un attimo da BlockBuster e via di dvdrip )Quindi tutto cio' e' inutile (imho)
  • Anonimo scrive:
    Nessuna responsabilita' per EBAY
    Sono contento che tutte queste azioni contro questi mercanti del falso non coinvolgano EBAY che dimostra ancora una volta di essere al di sopra delle parti. Meno male che almeno questa volta chi indaga dimostra competenza.
    • Anonimo scrive:
      Re: Nessuna responsabilita' per EBAY
      Invece ebay andrebbe presa di mezzo perchè lei incassa commissioni a raffica. Troppo facile volersi accaparrare la parte bella e lasciare i casini agli altri.
      • Anonimo scrive:
        Re: Nessuna responsabilita' per EBAY
        - Scritto da:
        Invece ebay andrebbe presa di mezzo perchè lei
        incassa commissioni a raffica. Troppo facile
        volersi accaparrare la parte bella e lasciare i
        casini agli
        altri.Concordo in pieno, immaginate quanti soldi si è fatta bebay sulle vendite. Perlomeno restituisse tutti i soldi ... strano che in un circuito p2p cisi preoccupa anche di chiudere il circuito perseguitanto anche chi ha creato il client... per lo stesso ragionamento dovrebbero chiudere babey.. e fonte occasione di comportamenti malavitosi.
        • Anonimo scrive:
          Re: Nessuna responsabilita' per EBAY
          quoto
        • Anonimo scrive:
          Re: Nessuna responsabilita' per EBAY
          P2P = 90% di materiale illegale, 10% di materiale legale.eBay = 90% di vendite legali, 10% di vendite illegali.La cosa appare un po' diversa. Ciò non togli che obbligherei eBay a maggiori controlli sulle inserzioni.
          • ryoga scrive:
            Re: Nessuna responsabilita' per EBAY
            - Scritto da:
            P2P = 90% di materiale illegale, 10% di materiale
            legale.

            eBay = 90% di vendite legali, 10% di vendite
            illegali.

            La cosa appare un po' diversa. Ciò non togli che
            obbligherei eBay a maggiori controlli sulle
            inserzioni.A parte il fatto che Ebay offre "anche materiale fisico" rispetto al P2P e che il client p2p in genere è gratuito, mentre Ebay prende commissioni, non ha altri punti in disaccordo.Entrambi i canali agevolano la vendita/scambio di materiale contraffatto.Se chiudi un client, devi chiudere anche un sito (piccolo o grande che sia )
          • Anonimo scrive:
            Re: Nessuna responsabilita' per EBAY
            Continuo a concordare con ryoga
          • Anonimo scrive:
            Re: Nessuna responsabilita' per EBAY
            Prova a sparare qualche parola chiave tipo "anime" poi vedi quello che esce se veramente rispetta la proporzione 90/10
    • Anonimo scrive:
      Re: Nessuna responsabilita' per EBAY
      - Scritto da:

      Sono contento che tutte queste azioni contro
      questi mercanti del falso non coinvolgano EBAY
      che dimostra ancora una volta di essere al di
      sopra delle parti. Meno male che almeno questa
      volta chi indaga dimostra
      competenza.I peggiori mercanti sono però quelli mettono inserzioni di oggeti originali e poi invece ti spediscono una copia contraffatta! Il bello è che poi protestano se gli mandi feedback negativo! :|
    • Anonimo scrive:
      Re: Nessuna responsabilita' per EBAY
      - Scritto da:

      Sono contento che tutte queste azioni contro
      questi mercanti del falso non coinvolgano EBAY
      che dimostra ancora una volta di essere al di
      sopra delle parti. Meno male che almeno questa
      volta chi indaga dimostra
      competenza.al di sopra un paio di palle... io ho segnalato diversi taroccatori ma loro continuano a vendere roba tarocca...nonostante le segnalazioni le aste sono finite tranquillamente e ebay tranquillamente si è fatta pagare per quelle aste... quindi al di sopra delle parti non direi proprio...
  • Anonimo scrive:
    Questa sì che è lotta alla PIRATERIA!!!
    Oh... FINALMENTE!!!Questa sì che è lotta alla PIRATERIA, chiudere le aste a tutti quei "bravi" ragazzi che vendono materiale pirata.Basta tormentare gli utenti di P2P!!!Certo avranno beccati i 4 furbetti che vendono robetta ovviamente è più difficile beccare il tizio con lo scantinato con 50 masterizzatori al lavoro 24h su 24, ma intanto e' un inizio, io che mi trovo spesso a vendere DVD ORIGINALI con tanto di bollino SIAE devo districarmi tra la mia asta con un certo prezzo e le decine e decine di inserzioni che vendono lo stesso FILM SPAVALDAMENTE PIRATATO a costi MOOOLTO INFERIORI E CON DISPOBILITA' INFINITA DI COPIE!!!Scusate lo sfogo!Buonanotte!
    • Anonimo scrive:
      Re: Questa sì che è lotta alla PIRATERIA
      Concordo !Invece di rompere le scatole a chi utilizza il P2P farebbero bene a far fioccare un sacco di denunce a chi su Ebay o sulla strada vende merce contrafatta ! :@ :@
      • Anonimo scrive:
        Re: Questa sì che è lotta alla PIRATERIA
        Non so se concordare. Daltronde è sempre così, nonostante tutto. E se le cose fossero diverse? è come il discorso di quell'altro. O no? e allora in quel caso tutto si svolgerebbe in assoluta sincronia. E non potrete non dirvi d'accordo anche voi,visto che le verità da me espresse finiscono sempre per ritrovarsi in balia di pochi altri.Abbiamo sempre affermato il contrario di tutto, e ora che le strade delineano il tergiversarsi di qualche sintomo federalistico, in concomitanza con i presupposti intrinsechi alle realtà categoriche e apollinee, il districarsi di molte forme di avversione detiene ogni singola forma di caparbietà.Si continua a far finta di dimenticare ciò che non sapevamo, come se questo portasse a qualcosa, ma la vera soluzione non appartiene a coloro che, per vanità, o per meri scrupoli morali, distruggono ogni singola semantica.Ma tanto ormai è un anno che lo dico e nessuno ci capisce niente.
        • Anonimo scrive:
          Re: Questa sì che è lotta alla PIRATERIA
          - Scritto da:

          Non so se concordare. Daltronde è sempre così,
          nonostante tutto. E se le cose fossero diverse? è
          come il discorso di quell'altro. O no? e allora
          in quel caso tutto si svolgerebbe in assoluta
          sincronia. E non potrete non dirvi d'accordo
          anche voi,visto che le verità da me espresse
          finiscono sempre per ritrovarsi in balia di pochi
          altri.
          Abbiamo sempre affermato il contrario di tutto, e
          ora che le strade delineano il tergiversarsi di
          qualche sintomo federalistico, in concomitanza
          con i presupposti intrinsechi alle realtà
          categoriche e apollinee, il districarsi di molte
          forme di avversione detiene ogni singola forma di
          caparbietà.
          Si continua a far finta di dimenticare ciò che
          non sapevamo, come se questo portasse a qualcosa,
          ma la vera soluzione non appartiene a coloro che,
          per vanità, o per meri scrupoli morali,
          distruggono ogni singola
          semantica.
          Ma tanto ormai è un anno che lo dico e nessuno ci
          capisce
          niente.Quanto hai ragione :p
          • Anonimo scrive:
            Re: Questa sì che è lotta alla PIRATERIA
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            Non so se concordare. Daltronde è sempre così,

            nonostante tutto. E se le cose fossero diverse?
            è

            come il discorso di quell'altro. O no? e allora

            in quel caso tutto si svolgerebbe in assoluta

            sincronia. E non potrete non dirvi d'accordo

            anche voi,visto che le verità da me espresse

            finiscono sempre per ritrovarsi in balia di
            pochi

            altri.

            Abbiamo sempre affermato il contrario di tutto,
            e

            ora che le strade delineano il tergiversarsi di

            qualche sintomo federalistico, in concomitanza

            con i presupposti intrinsechi alle realtà

            categoriche e apollinee, il districarsi di molte

            forme di avversione detiene ogni singola forma
            di

            caparbietà.

            Si continua a far finta di dimenticare ciò che

            non sapevamo, come se questo portasse a
            qualcosa,

            ma la vera soluzione non appartiene a coloro
            che,

            per vanità, o per meri scrupoli morali,

            distruggono ogni singola

            semantica.

            Ma tanto ormai è un anno che lo dico e nessuno
            ci

            capisce

            niente.


            Quanto hai ragione :pE certo che ho ragione!La visione interdipendente delle categorie, è, a dire di coloro che di solito non parlano, l'ultima risorsa di quei pochi che nell'ultima riunione erano tanti (e forse sai senza dubbio ma chi mi riferisco, spero).Ma anche questa verità sembra non essere compresa
    • lorenzot scrive:
      Re: Questa sì che è lotta alla PIRATERIA!!!
      D'accordissimo.Quando poi qualcuno di noi vuole vendere musica o film originali usati su ebay si trova una concorrenza senza pari da parte dei pirati.Ciao.
    • Anonimo scrive:
      Re: Questa sì che è lotta alla PIRATERIA!!!
      1) Chi vende materiale illegale spesso lo ottiene anche via P2P2) Se questi sono pirati lo sono pure quelli che lo distribuiscono via P2P.Quindi piantatela di rompere. Se volete software e musica pagate l'originale, o scegliete quelli free. O altrimenti fatene a meno. E non accampate scuse ridicole.
      • rockroll scrive:
        Re: Questa sì che è lotta alla PIRATERIA!!!
        - Scritto da:
        1) Chi vende materiale illegale spesso lo ottiene
        anche via
        P2P

        2) Se questi sono pirati lo sono pure quelli che
        lo distribuiscono via
        P2P.

        Quindi piantatela di rompere. Se volete software
        e musica pagate l'originale, o scegliete quelli
        free. O altrimenti fatene a meno. E non accampate
        scuse
        ridicole. Piccola differenza: quelli che ti romperebbero (bella espressione!) difendono il P2P sharing a scopo di uso personale e di diffusione di patrimonio musicale cui nessuno dovrebbe essere escluso, e questo sopratutto per un principio di LIBERTA' che tu forse non comprendi, ma sono comunque i primi a condannare la pratica a scopo di lucro, vero o no? Quindi prenditela (possibilmente in forma educata) con chi specula sulla diffusione di contenuti multimediali a scopo di lucro, in primis con le Majors e chi altro, Ente o privato, ci parassita intorno!
    • rockroll scrive:
      Re: Questa sì che è lotta alla PIRATERIA!!!
      - Scritto da:
      Oh... FINALMENTE!!!

      Questa sì che è lotta alla PIRATERIA, chiudere le
      Basta tormentare gli utenti di P2P!!!

      ..., ma intanto e' un inizio, io che
      mi trovo spesso a vendere DVD ORIGINALI con tanto
      di bollino SIAE devo districarmi tra la mia asta
      con un certo prezzo e le decine e decine di
      inserzioni che vendono lo stesso FILM
      SPAVALDAMENTE PIRATATO a costi MOOOLTO INFERIORI
      E CON DISPOBILITA' INFINITA DI
      COPIE!!!

      Scusate lo sfogo!

      Buonanotte! Hai perfettamente ragione, condivido il tuo sfogo, e non vorrei trovarmi nei tuoi panni. Ma accetta un consiglio: appena puoi cambia questo tipo si attività, che spero non sia la tua principale fonte di reddito, Cambiala perchè, pirateria a parte, tu singolo privato non puoi comunque competere con le organizzazioni di distribuzione o meglio di diffusione on-line che stanno prendendo piede. Scusami se te lo dico, ma la tua figura purtroppo fa parte dell'indotto che gravita intorno alla distribuzione multimediale, facendone comunque lievitare i prezzi, ma destinando a te te solo briciole e mal di fegato e, dulcis in fundo, lasciando inalterati gli spudorati guadagni delle Major.
  • Anonimo scrive:
    X LA REDAZIONE!!!
    Si chiama SIIA!!!!!!!!!!! e non SIAA!!!!!!! è un errore ripetuto all'infinito nell'articolo!!SI richiede un "cerca&sostituisci" di emergenza! :D :D
    • Anonimo scrive:
      Re: X LA REDAZIONE!!!
      - Scritto da:
      Si chiama SIIA!!!!!!!!!!! e non SIAA!!!!!!! è un
      errore ripetuto all'infinito
      nell'articolo!!e ma sai la doppia A fa molto più trendy:RIAAMPAA"SIAA":-p
  • Ics-pi scrive:
    Re: Aggrediti con denunce i pirati su eBay
    Meglio usare il pitupì...(ghost)
Chiudi i commenti