Una class action per gli adesivi dei PC con Vista?

La denuncia di un consumatore che cerca la class action e mette all'indice le pubblicità di Microsoft: a chi compra non sarebbero sufficientemente chiari i limiti della versione Home Basic del sistema operativo

Roma – La campagna promozionale con cui Microsoft ha accompagnato il lancio di Windows Vista potrebbe essere ritenuta ingannevole. Questo è il rischio che corre il big di Redmond, qualora il Tribunale distrettuale occidentale dello Stato di Washington decidesse di darla vinta a Dianne Kelley, imbufalita acquirente di Vista che cerca la class action, un’azione giudiziaria alla quale possano accodarsi gli altri consumatori. La sua tesi? Aver consentito a chi vende PC di piazzare sui case adesivi che ne parlano come di PC “Vista-ready” quando, invece, non lo sarebbero.

La signora Kelley, come riporta il Seattle Post-Intelligencer , ha denunciato la softwarehouse per pratiche illecite correlate al suo programma di certificazione per Vista, che ha permesso ai produttori di pc di utilizzare loghi adesivi con le scritte “Windows Vista Capable PC”.

Questa designazione, secondo la giovane consumatrice, indicherebbe una compatibilità ottimale con la sola versione Home Basic – priva delle funzionalità più avanzate come Aero, media center e controllo remoto, che hanno caratterizzato la campagna pubblicitaria Wow . Kelley ha deciso quindi di chiedere la class action e un risarcimento di cinque milioni di dollari .

“Tutta la roba wow che Microsoft sta vendendo e pubblicizzando è presente nelle versione Premium, non in quella Basic”, ha dichiarato Michael Rosenberger, legale della denunciante. Inoltre, ha affermato, le funzioni che caratterizzando la Basic, Windows Defender e Internet Explorer 7, sono scaricabili gratuitamente e compatibili con Windows XP.

Eppure, secondo Linda Norman, consigliere generale dell’azienda di Redmond, lo sforzo per aiutare i produttori, i venditori e i consumatori a comprendere le richieste hardware per far girare le varie versioni di Vista è stato senza precedenti. “Ci sentiamo come un’azienda che si è spinta ben oltre rispetto al passato nel tentativo di educare le persone, in modo che potessero fare la scelta di acquisto più giusta”, ha sottolineato Norman.

Secondo la denunciante l’uso dei loghi adesivi è ingannevole. “Microsoft si è impegnata nell’assicurare che si stava comprando una macchina compatibile con Vista, ma alla fine la verità è che ci si poteva installare solo un sistema operativo de-potenziato, che manca di tutte quelle qualità pubblicizzate come soluzioni Vista”, sostiene il legale di Kelley. “Il vero Vista, insomma, lì non poteva funzionare”.

Anche la possibilità di aggiornare Vista ad una versione più “potente” per meno di 100 dollari sarebbe ingannevole. “Di fatto per quella cifra si può aggiornare solo la versione Home Basic”, si legge sulla denuncia. Per la parte lesa, Windows Vista Home Basic non dovrebbe quindi essere considerata una vera versione di Vista, bensì una soluzione paritetica ad XP.

“Abbiamo differenti versioni che offrono differenti funzioni, Windows Vista è un grande passo in avanti rispetto ad XP, crediamo, e dispone di caratteristiche avanzate e una maggiore facilità di utilizzo”, ha concluso Norman.

Dario d’Elia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    notare
    la libertà di stampa del blogger e' indicata nell'articolo con "(sua)" mentre fosse stato un blogger cinese avrebbe difeso la lbertà tout court, quella di tutti ...ah la mia non e' una polemica ne' comparazione fra cina e usa , ma una nota sulle tecniche di condizionamento mascherato (e magari involontario) che neanche i blog riescono a tenere fuori
    • Anonimo scrive:
      Re: notare
      - Scritto da:
      la libertà di stampa del blogger e' indicata
      nell'articolo con "(sua)"


      mentre fosse stato un blogger cinese avrebbe
      difeso la lbertà tout court, quella di tutti
      ...

      ah la mia non e' una polemica ne' comparazione
      fra cina e usa , ma una nota sulle tecniche di
      condizionamento mascherato (e magari
      involontario) che neanche i blog riescono a
      tenere
      fuoriyes, pnl docet ;)
  • Anonimo scrive:
    Poi sparlano della CINA
    Gli USA di Bush sono peggio delle ex Cina Comunista.Non parliamo della Cina di adesso che è molto più democratica degli USA di Bush.
    • Anonimo scrive:
      Re: Poi sparlano della CINA
      Concordo amico!
    • Anonimo scrive:
      Re: Poi sparlano della CINA
      - Scritto da:
      Gli USA di Bush sono peggio delle ex Cina
      Comunista.
      Non parliamo della Cina di adesso che è molto più
      democratica degli USA di Bush.Si la Cina e' molto democratica, infatti ci sono continue elezioni!!E anzicche' essere incarcerato e finire sui giornali come caso record, sparisci e basta, morto, o ai lavori forzati.http://www.google.com/search?rls=en&q=scomparso+cina&ie=utf-8&oe=utf-8Ma che bella democrazia questa Cina!E che bella persona che sei tu che indichi il fango sulla giacca altrui mentre ti compiaci di essere seduto nella m...a.
      • Anonimo scrive:
        Re: Poi sparlano della CINA
        Quanti luoghi comuni, mamma mia..
        • Anonimo scrive:
          Re: Poi sparlano della CINA
          parlando per parlare è facile sparlare no? i luoghi comuni esistono in america e in cina e pensa pure in italia
      • Anonimo scrive:
        Re: Poi sparlano della CINA
        - Scritto da:
        E anzicche' essere incarcerato e finire sui
        giornali come caso record, sparisci e basta,
        morto, o ai lavori
        forzati.Quelli che spariscono sono cinesiPurtroppo gli USA a Guantanamo hanno incarcerato persone provenienti da tutto il mondoAnche dall'Italia
      • ilmusico scrive:
        Re: Poi sparlano della CINA
        Questa volta, finalmente, si è detto come stanno effettivamente le cose...Il che non vuol dire, aver trovato la soluzione del problema principale: esercitare la propria libertà, rispettando quella altrui.Si dice sempre che il pesce più grande, mangia il piccolo: anche nella società (molto...!!) umana, avviene da sempre, qualcosa di simile . Per illudere le persone ingenue,il Potere ha "inventato" il mito della Libertà.Si, la Libertà è come una chimera! Noi, ancora possiamo scrivere quanto pensiamo, quello che proviamo.Ma mi sembra che l'aria che tira anche dalle nostre parti, si stia ...inquinando! Basta osservare attentamente, quanto accade intorno a noi: anche nella 'Libera Italia'.
    • Anonimo scrive:
      Re: Poi sparlano della CINA
      oddio in cina non le vieni a sapere le cose ... e poi non mi risulta che mandino il conto del proiettile a casa in america... o no?
    • Anonimo scrive:
      Re: Poi sparlano della CINA
      Veramente dall'articolo si capisce che il tizio non è stato arrestato per avere scritto su un Blog.E' stato arrestato perchè dopo che gli inquirenti hanno trovato che aveva fatto un filmato dove si era verificato un crimine(Incendio di Auto Polizia) da parte di criminali (Manifestanti Anti G8), il tizio si è rifiutato di collaborare con i giudici.IL tizio quindi è stato arrestato per favoreggiamento e resistenza a pubblico ufficiale o qualcosa del genere, e non per avere scritto su un blog.Quindi non c'è proprio paragone con la Cina.La questione qui era che il tizio voleva opporre il segreto professionale e non collaborare con i giudici, mentre secondo i giudici non poteva, non essendo un giornalista professionista.
      • Anonimo scrive:
        Re: Poi sparlano della CINA

        Quindi non c'è proprio paragone con la Cina.Si, ma non dirlo qui. Non lo vogliono sentire. Non permettono che la realtà interferisca con le loro illazioni.
        • Anonimo scrive:
          Re: Poi sparlano della CINA
          - Scritto da:


          Quindi non c'è proprio paragone con la Cina.

          Si, ma non dirlo qui. Non lo vogliono sentire.
          Non permettono che la realtà interferisca con le
          loro
          illazioni.Siete solo dei FASCISTI amici del terrorista Bush!
          • Anonimo scrive:
            Re: Poi sparlano della CINA
            - Scritto da:

            - Scritto da:




            Quindi non c'è proprio paragone con la Cina.



            Si, ma non dirlo qui. Non lo vogliono sentire.

            Non permettono che la realtà interferisca con le

            loro

            illazioni.

            Siete solo dei FASCISTI amici del terrorista Bush!VERISSIMO!!!! chi lo segnala questo abuso?
      • Anonimo scrive:
        Re: Poi sparlano della CINA
        paragonando la cina agli stati uniti il tipo sicuramente dice una cazzatama - Scritto da:
        Veramente dall'articolo si capisce che il tizio
        non è stato arrestato per avere scritto su un
        Blog.quasi vero
        E' stato arrestato perchè dopo che gli inquirenti
        hanno trovato che aveva fatto un filmato dove si
        era verificato un crimine(Incendio di Auto
        Polizia) da parte di criminali (Manifestanti Anti
        G8), il tizio si è rifiutato di collaborare con i
        giudici.

        IL tizio quindi è stato arrestato per
        favoreggiamento e resistenza a pubblico ufficialequa invece dici una cazzata colossale tu
        o qualcosa del genere, e non per avere scritto su
        un
        blog.

        Quindi non c'è proprio paragone con la Cina.

        La questione qui era che il tizio voleva opporre
        il segreto professionale e non collaborare con i
        giudici, mentre secondo i giudici non poteva, non
        essendo un giornalista professionista.esatto, per cui la resistenza a pubblico ufficiale dove sta? nella tua testa e basta.Per sostenere che gli stati uniti sono un paese democratico non c'e' bisogno di invetarsi panzane
Chiudi i commenti