Una mano per un drink

Una mano per un drink

I distributori automatici concederanno il prodotto solo dopo aver analizzato la configurazione delle vene del palmo
I distributori automatici concederanno il prodotto solo dopo aver analizzato la configurazione delle vene del palmo

Ci stava lavorando da tempo, ma adesso Hitachi è riuscita ad applicare uno scanner biometrico ad un distributore automatico di lattine, di quelli che ormai fanno parte dell'arredo urbano di molte città.

Il distributore

In un futuro non troppo remoto chi ne sentirà il bisogno dovrà semplicemente poggiare la propria mano all'interno di un'apposita fessura in cui alloggia un sensore capace di leggere la configurazione delle vene della mano.

Per potersi servire di questo apparecchio sarà necessario prima registrarsi ad un servizio, associando le proprie vene ad una carta di credito. Una volta inseriti nel sistema, i propri dati saranno analizzati dal software del distributore ogni volta che lo si vorrà utilizzare: diventando una sorta di buffet metropolitano, con tanto di pubblicità ad personam visualizzata sul monitor.

Hitachi non ha dichiarato quando sarà avviata la commercializzazione dei distributori hi-tech: per ora ne sono stati installati alcuni all'interno dei locali dell'azienda per effettuare una prima fase di testing . ( G.P. )

fonte immagine

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

30 07 2009
Link copiato negli appunti