Una videoteca in microSD

Pirati e cercatori di tesori presto in formato compatibile coi cellulari. Almeno nel Sol Levante

Roma – Disney Japan ha appena fatto sapere di voler vendere alcune pellicole attraverso memory card grandi quanto un’unghia. Lo scopo sarebbe quello di distribuire i film permettendone la visione su cellulari e altri dispositivi mobile .

Da quanto si apprende da Reuters , le memory card verrebbero fornite da Panasonic e sarebbero vendute insieme ad un DVD contenente la stessa pellicola, così da garantire agli amanti dei prodotti Disney di poter scegliere con quale modalità riguardare i loro classici preferiti.

Non appare ancora chiaro esattamente su quali dispositivi sarà possibile guardare i film, ma potrebbe essere richiesto qualche tipo di tecnologia in grado di garantire il supporto al DRM. Al momento, non sono stati forniti dettagli al riguardo, anche se è probabile che i dispositivi già oggi in grado di visualizzare contenuti multimediali, quali cellulari di ultima generazione e alcuni navigatori da automobile risulteranno compatibili.

La vendita, per ora limitata al mercato nipponico, dovrebbe prendere il via a novembre e per adesso riguarderebbe i film delle serie “Il mistero dei Templari” e “Pirati dei Caraibi” .

Il costo del pacchetto dovrebbe aggirarsi intorno ai 38 euro, il che, secondo Reuters , corrisponderebbe ad un costo di circa mille yen più alto (7,5 euro) di un semplice DVD comprato in Giappone.

Se confermato, per la prima volta che Disney rilascerebbe i propri film su microSD . Un’iniziativa simile, rivelatasi di scarso successo , era stata portata avanti da Sony qualche anno fa, quando furono messi sul mercato supporti in formato UMD in grado di contenere anche film riproducibili con la PSP. (F.R.)

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • il signor rossi scrive:
    Benvenuto Android....
    più scelta = più competizione = più qualità per l'utente finale e più possibilità di scegliere l'os più congeniale. Ben venga anche Android!
  • G1 Android scrive:
    Molto interessante
    Io mi ci trovo bene con Android. Complimenti a Google e agli sviluppatori per questa interessante piattaforma Open Source che offre opportunità di crescita notevoli sia ai programmatori di tutto il mondo, sia ai costruttori di dispositivi mobili, sia agli operatori di telecomunicazione.
Chiudi i commenti