Ungheria, standard aperti a norma di legge

Il paese mitteleuropeo si fa promotore dell'impiego degli standard aperti. Ne stabilisce per legge la sussistenza in tutte le comunicazioni fatte passare per il sistema informatico statale. In vista della presidenza europea

Roma – Dall’Europa centrale spira un vento di openness potente, che spinge verso la rivoluzione delle comunicazioni digitali in funzione di una competizione franca e aperta tra tutti i protagonisti di settore. Il parlamento ungherese ha ratificato l’obbligatorietà dell’utilizzo dei formati aperti per chiunque, nel settore pubblico e privato, debba servirsi delle infrastrutture elettroniche statali. Non si parla espressamente di “obbligo di open source”, ma il risultato rimane significativo in funzione della lotta ai monopoli e in vista della presidenza ungherese dell’Unione Europea del 2011.

L’iniziativa parlamentare era stata avviata da Open Standards Alliance , con l’obiettivo specifico di “promuovere la diffusione di mercati senza monopoli che incoraggino lo sviluppo di prodotti intercambiabili e interoperabili, quindi aprendo il mercato a una concorrenza estesa”. Alla fine la lobby dell’ openness l’ha avuta vinta e l’Atto LX del 2009 del parlamento ungherese è stato emendato per recepire la proposta.

Ma in pratica la nuova disciplina che cosa significa per operatori, aziende, fornitori e dipendenti variamente imparentati con la burocrazia statale d’Ungheria? Tutti i soggetti interessati dovranno prevedere l’interoperabilità delle proprie soluzioni software con quelle concorrenti , indipendentemente dal tipo di mercato in cui si trovano a operare.

La nuova disciplina ungherese non fa dunque distinzione tra codice chiuso o aperto, free software o prodotti “in scatola” venduti da big e pesci piccoli dell’IT. La definizione di interoperabilità stabilita dal parlamento è intelligente e potrebbe risultare applicabile anche al contestato formato .docx sviluppato da Microsoft, con riverberi che riguardano molto da vicino lo European Interoperability Framework su cui si discute da anni in quel di Bruxelles.

Nell’ultima bozza EIF presentata dall’Unione ci sarebbe la diluizione della definizione di standard aperti in favore della “omogeneità” tra i sistemi IT comunitari, ma nel 2011 la presidenza della UE toccherà proprio all’Ungheria e vista l’iniziativa parlamentare di Budapest l’EIF potrebbe anche prendere una piega diversa da quella attuale.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • paolo vergallo scrive:
    contestazione a Berlusconi
    cosa si rischia per la contestazione in piazza del duomo a berlusconi
  • mcesaretti2 scrive:
    Se l'on line è un aggravante
    Questa nuovo ddl del pdl dimostra ancora una volta l'ipocresia di questo governo. Il pdl dimentica quando Bossi in TV parlava di abbracciare i fucili se loro non ottenevano in parlamento quello che volevano, o quando Berlusconi attacca la magistratura che è quell'organo che deve garantire la sicurezza di tutti sia on line o altro.
  • morpe scrive:
    perché tutto va a putt.... ??
    Lo avete visto ZeitGeist?spiega in maniera dettagliata cosa, come e perché sta andando tutto a put.....e chi sono i responsabilihttp://www.zeitgeistitalia.org/nel tab multimedia ci sono due Documentari gratuiti da vedere, consiglio la visione a tutti!
  • Eretico scrive:
    Tranquilli...
    ... è la solita proposta di legge, ripeto proposta, emessa sull'onda emozionale del momento. Tra un anno, quando i cervelli di queste persone ricominceranno a funzionare, parola grossa lo so, ma tant'è, di qesto DDL non si saprà più nulla. Voglio vedere un proXXXXX con 100.000, o quanti cavolo erano, imputati quanto potrebbe durare, visto i tempi burocrato-letargici attuali, e i costi che lo stato dovrebbe sostenere.Naaahhh, andrà a finire in nulla.
  • dany scrive:
    hanno paura
    incredibile come ogni giorno ne pensino ad una nuova per inserire nei reati ciò che fa la plebaglia e per depenalizzare ciò che piace fare a loro......poco importa...in italia non va in galera manco chi ammazza figuriamoci chi fa un gruppo su facebook...è solo per impaurire la gente, mentre quelli che han paura davvero son loro...
  • upr scrive:
    conta solo l'apparenza
    Non conta il motivo..conta se ci metti o meno la faccia.E in rete fra filmati vari e altro questi signori come tutti noi ci rimettono la faccia. Solo che loro possono decidere cosa fare..noi possiamo solo resistere.In italia il servizi segreti piu efficenti sono i reporter di striscia la notizia...perché i truffatori/criminali vanno in tv e a quel punto vengono visti e quindi si agisce.
  • Uto Uti scrive:
    No, non è pazzo...
    ...è semplicemente XXXXXXX!
  • Cesco scrive:
    Ma vale anche per la TV?
    "Chiunque, comunicando con più persone in qualsiasi forma, istiga a commettere uno o più tra i delitti contro la vita e l'incolumità della persona, è punito, per il solo fatto dell'istigazione, con la reclusione da 3 a 12 anni. La stessa pena si applica a chiunque pubblicamente fa l'apologia di uno o più fra i delitti indicati. Se il fatto è commesso avvalendosi di comunicazione telefonica o telematica, la pena è aumentata".Ma si rendono conto che così come scritto lo possono applicare anche ad Umilio Fido?
  • so sempre io scrive:
    Non mi sembra male o sbaglio?
    Insomma qua non si dice che il nano non lo puoi offendere, vedete io il nano non lo vorrei vedere morto, semplicemente incolpato e recluso in galera insiema a molti dei suoi amici, insomma che gli ritorni in faccia tutta la XXXXX che ha sparso su noi Italiani, questa non è apologia al reato, è semplicemente un augurio che la legge in Italia sia uguale per tutti, purtroppo è un'utopia, ma noi cosa possiamo fare?Rivoluzione?....forseTanto qualunque legge facciano, quando la gente non avrà nemmeno i soldi per mangiare "quindi niente da perdere" vedranno i nostri politici come si troveranno sotto casa il popolo, non dico che finiranno come i reali francesi, ma loro alemeno sono morti in modo rapido, qua se continua così penso che finirà peggio per loro.Naturalmente sono solo previsioni, quindi non dati reali, ma se ad una corda si applica una tensione maggiore di quello che può supportare si rompe, quindi se mai qualcuno dei nostri politici leggerà questo post, roba che dubito, ma nel caso che lo legga ho un pensiero positivo per loro:La corda è moltoooo tesa, attenzione che si può rompere....
    • Teo_ scrive:
      Re: Non mi sembra male o sbaglio?
      - Scritto da: so sempre io
      Rivoluzione?....forse

      Tanto qualunque legge facciano, quando la gente
      non avrà nemmeno i soldi per mangiare "quindi
      niente da perdere" vedranno i nostri politici
      come si troveranno sotto casa il popolo, non dico
      che finiranno come i reali francesi, ma loro
      alemeno sono morti in modo rapido, qua se
      continua così penso che finirà peggio per
      loro.Immaginate un pentolone pieno dacqua fredda nel quale nuota tranquillamente una rana.Il fuoco è acceso sotto la pentola, lacqua si riscalda pian piano. Presto diventa tiepida. La rana la trova piuttosto gradevole e continua a nuotare. La temperatura sale. Adesso lacqua è calda. Un po più di quanto la rana non apprezzi. Si stanca un po, tuttavia non si spaventa. Lacqua adesso è davvero troppo calda. La rana la trova molto sgradevole, ma si è indebolita, non ha la forza di reagire. Allora sopporta e non fa nulla. Intanto la temperatura sale ancora, fino al momento in cui la rana finisce -semplicemente morta bollita. Se la stessa rana fosse stata immersa direttamente nellacqua a 50° avrebbe dato un forte colpo di zampa, sarebbe balzata subito fuori dal pentolone.
    • pinco pallino scrive:
      Re: Non mi sembra male o sbaglio?
      - Scritto da: so sempre io
      Insomma qua non si dice che il nano non lo puoi
      offendere, vedete io il nano non lo vorrei vedere
      morto, semplicemente incolpato e recluso in
      galera insiema a molti dei suoi amici, insomma
      che gli ritorni in faccia tutta la XXXXX che ha
      sparso su noi Italiani, questa non è apologia al
      reato, è semplicemente un augurio che la legge in
      Italia sia uguale per tutti, purtroppo è
      un'utopia, ma noi cosa possiamo
      fare?

      Rivoluzione?....forse

      Tanto qualunque legge facciano, quando la gente
      non avrà nemmeno i soldi per mangiare "quindi
      niente da perdere" vedranno i nostri politici
      come si troveranno sotto casa il popolo, non dico
      che finiranno come i reali francesi, ma loro
      alemeno sono morti in modo rapido, qua se
      continua così penso che finirà peggio per
      loro.

      Naturalmente sono solo previsioni, quindi non
      dati reali, ma se ad una corda si applica una
      tensione maggiore di quello che può supportare si
      rompe, quindi se mai qualcuno dei nostri politici
      leggerà questo post, roba che dubito, ma nel caso
      che lo legga ho un pensiero positivo per
      loro:

      La corda è moltoooo tesa, attenzione che si può
      rompere....La corda è molto tesa perché siamo nella stessa situazione della caccia alle streghe di 100 anni fa. C'è un continuo diffondere al bar di notizie false o incomplete che poi vengono ingigantite e alimentano nervosi dannosi.Se prima di parlare uno usasse il cervello, la parte di cervello evoluta intendo, non staresti a scrivere certe cavolate.
  • Undertaker scrive:
    Non chiudete i gruppi di odio su FB
    Io penso che i gruppi su FB tipo "uccidiamo Berlusconi" con 100.000 iscritti con nome, cognome e foto siano utilissimi e non debbano essere chiusi:Pensate alle agenzie del lavoro: pensate che non stiano procedendo ad una schedatura di massa ?Pensate che un'azienda, un domani, quando richiede un dipendente gradisca di farsi passare un demente che ha inneggiato ad atti terroristici ?Create i gruppi di odio, dementi ve ne accorgerete tra qualche anno.
    • dont feed the troll/dovella scrive:
      Re: Non chiudete i gruppi di odio su FB
      - Scritto da: Undertaker
      Io penso che i gruppi su FB tipo "uccidiamo
      Berlusconi" con 100.000 iscritti con nome,
      cognome e foto siano utilissimi e non debbano
      essere
      chiusi:
      Concordo
      Pensate alle agenzie del lavoro: pensate che non
      stiano procedendo ad una schedatura di massa
      ?Che ci sia una schedatura di massa ne sono sicuro, che sia ad opera delle agenzie di lavoro lo dubito.
      Pensate che un'azienda, un domani, quando
      richiede un dipendente gradisca di farsi passare
      un demente che ha inneggiato ad atti terroristici
      ?Ma quali atti terroristici non diciamo corbellerie. Che siano demenziali è una cosa che "innegino ad atti terroristici" è una fesseria di proporzioni bibliche.
    • ruppolo scrive:
      Re: Non chiudete i gruppi di odio su FB
      - Scritto da: Undertaker
      Io penso che i gruppi su FB tipo "uccidiamo
      Berlusconi" con 100.000 iscritti con nome,
      cognome e foto siano utilissimi e non debbano
      essere
      chiusi:Concordo, non vanno chiusi. Vanno affrontati. Il nostro Berlusconi dovrebbe iscriversi e rispondere a queste persone facendo del suo meglio. Forse in questo modo chi vorrebbe uccidere Berlusconi si renderebbe conto di avere davanti una persona, e non un simbolo. Se io fossi Berlusconi farei di più, andrei a trovare a casa le persone che su FB mi vorrebbero uccidere, e risponderei alle loro domande (perché sono certo che di domande ne hanno molte).
      • dont feed the troll/dovella scrive:
        Re: Non chiudete i gruppi di odio su FB
        ecco, la tua è "induzione" alla violenza.:D
      • Nedanfor non loggato scrive:
        Re: Non chiudete i gruppi di odio su FB
        - Scritto da: ruppolo
        Concordo, non vanno chiusi. Vanno affrontati. Il
        nostro Berlusconi dovrebbe iscriversi e
        rispondere a queste persone facendo del suo
        meglio.Non vorrei sembrare retorico, ma un uomo che non risponde a giornalisti dicendogli che sono degli idioti e, ancor peggio, che denuncia giornali per delle domande (come ha fatto anche D'Alema e molti altri politici, i quali non hanno minimamente il mio rispetto com'è giusto che sia), come può rispondere a delle persone? Come?
        Forse in questo modo chi vorrebbe
        uccidere Berlusconi si renderebbe conto di avere
        davanti una persona, e non un simbolo. Se io
        fossi Berlusconi farei di più, andrei a trovare a
        casa le persone che su FB mi vorrebbero uccidere,
        e risponderei alle loro domande (perché sono
        certo che di domande ne hanno
        molte).Stai dando per scontato che vi sia la volontà effettiva di ucciderlo, in primo luogo, e non che sia un gruppo 'catartico'. Inoltre finché è lui stesso a ergersi come simbolo come può la gente non vederlo come tale? Insomma, guardando la realtà io vedo solamente uno sfogo fisiologico. Da evitare e da emarginare, ma così è.
  • EffeGi scrive:
    Bene così, ma la cosa più importante...
    ... è che in questa Italietta in cui si inneggia alla libertà di insultare gli altri a mezzo web e/o a mezzo iutubb, l'unico vero disegno di legge che andrebbe fatto è quello di "emarginazione della maleducazione".In un contesto culturale di bassissimo profilo, in un'Italia in cui non si conosce più nemmeno la grammatica elementare, gli stolti e gli ignoranti strillano contro leggi di buon senso come fossero lupi ululanti alla luna piena.Maleducazione, di questo l'Italia è piena, da destra e da sinistra, persone che insultano altre persone senza la minima coscienza di dire mai nulla di costruttivo, ma solo di distruttivo (fino a desiderare la morte) nei confronti di altri individui. E' un segno dei tempi, questa generazione di maleducati è quella cresciuta a cartoni animati che non ponevano un limite chiaro alla differenza VERA tra bene e male. Sono diventati idoli il ladro Lupin, il pirata Rubber, Goku che ammazza i suoi nemici con una violenza inaudita, si sentono pensone dire che "io in casa mia sono libero di odiare chi voglio", e via dicendo.La differenza tra il bene ed il male oggi è meno netta di quanto sembra, gli inneggiatori ad odio e morte si sentono quasi in dovere di dire quello che pensano, quasi come se si sentissero in dovere di anticipare una pseudo-logica post fascista che vorrebbe tappargli la bocca, quando in realtà, l'unica cosa che si cerca di fare è ridare a questo paese un minimo di educazione che si sta lentamente perdendo per strada.
    • Pi314 scrive:
      Re: Bene così, ma la cosa più importante...
      - Scritto da: EffeGi
      E' un segno dei tempi, questa
      generazione di maleducati è quella cresciuta a
      cartoni animati che non ponevano un limite chiaro
      alla differenza VERA tra bene e male.

      Sono diventati idoli il ladro Lupin, il pirata
      Rubber, Goku che ammazza i suoi nemici con una
      violenza inauditaQui mi hai mandato in fibrillazione il mononeurone.. ma ci credi davvero o te lo sei fatto dettare?
      "io in casa mia sono libero di odiare chi
      voglio", e via dicendo.Questo direi è sacrosanto.. si parla di "odiare" eh.. e non menare
      • Paolino scrive:
        Re: Bene così, ma la cosa più importante...
        - Scritto da: Pi314
        - Scritto da: EffeGi

        E' un segno dei tempi, questa

        generazione di maleducati è quella cresciuta a

        cartoni animati che non ponevano un limite
        chiaro

        alla differenza VERA tra bene e male.



        Sono diventati idoli il ladro Lupin, il pirata

        Rubber, Goku che ammazza i suoi nemici con una

        violenza inaudita
        Qui mi hai mandato in fibrillazione il
        mononeurone.. ma ci credi davvero o te lo sei
        fatto
        dettare?
        Essendo psicologo prestato all'informatica (mi occupo di interfacce per utenti per una importante azienda americana), posso affermare con cognizione di causa che il ladro, il pirata e l'assassino sono simboli negativi, rappresentano il male. Non distinguere chiaramente la differenza tra il bene ed il male, di questo parlavo. Non si capisce per quale motivo il nostro tempo è infarcito di simboli negativi esaltati a modelli. E non mi si venga a parlare di RObin Hood, in quel caso il ladro lo fa per sfamare i poveri che non hanno nulla. Ha uno scopo "nobile".

        "io in casa mia sono libero di odiare chi

        voglio", e via dicendo.
        Questo direi è sacrosanto.. si parla di "odiare"
        eh.. e non
        menareAppunto, la libertà di non capire che odiare non è un sentimento positivo. Bisognerebbe sempre sforzarsi di capire le ragioni degli altri. Odiare gli altri mette la nostra coscienza in conflitto con noi stessi in primo luogo, ed in secondo luogo, è evidente, in contrapposizione con il resto dell'umanità non rappresentata dall'IO.Odiare, anche se fatto in casa propria, non fa crescere. In nessun caso. Mai
        • dont feed the troll/dovella scrive:
          Re: Bene così, ma la cosa più importante...
          - Scritto da: Paolino
          - Scritto da: Pi314

          - Scritto da: EffeGi


          E' un segno dei tempi, questa


          generazione di maleducati è quella cresciuta a


          cartoni animati che non ponevano un limite

          chiaro


          alla differenza VERA tra bene e male.





          Sono diventati idoli il ladro Lupin, il pirata


          Rubber, Goku che ammazza i suoi nemici con una


          violenza inaudita

          Qui mi hai mandato in fibrillazione il

          mononeurone.. ma ci credi davvero o te lo sei

          fatto

          dettare?



          Essendo psicologo prestato all'informatica (mi
          occupo di interfacce per utenti per una
          importante azienda americana), posso affermare
          con cognizione di causa che il ladro, il pirata e
          l'assassino sono simboli negativi, rappresentano
          il male.E dove hai studiato psicologia, per corrispondenza alla scuola radio elettra?Non si puç proprio leggere una tale banalizzazione di cosa sia un simbolo negativo. Un simbolo negativo è un evasore fiscale che paga un condono.Un sospetto mafioso che non solo fonda un partito, ma che vede quel partito essere il + votato del Paese.Un simbolo negativo è un Corona, da tutti additato malignamente, ma che intanto no nsolo è diventato straricco e straosannato, ma sta pure in pubblico a mostrare il frutto del suo modo di essere.
          Odiare, anche se fatto in casa propria, non fa
          crescere. In nessun caso.
          MaiE quindi? Anche mangiare la nutella non fa crescere, quindi la dichiariamo fuori legge?
        • Pi314 scrive:
          Re: Bene così, ma la cosa più importante...
          - Scritto da: Paolino
          Essendo psicologo prestato all'informatica (mi
          occupo di interfacce per utenti per una
          importante azienda americana), posso affermare
          con cognizione di causa che il ladro, il pirata e
          l'assassino sono simboli negativi, rappresentano
          il male. Mi confermi che la stessa affermazione si mantiene vera sostituendo "il bravo dentista che dichiara 5000 euro e gira col SUV", "il ragazzino con un sogno che va contro tutto e tutti, pirati cattivi e governo non proprio pulito inclusi" (perchè di questo parla One Piece) e "il soldato americano esportatore di pace et democrazia"?
          Non distinguere chiaramente la
          differenza tra il bene ed il male, di questo
          parlavo. Non si capisce per quale motivo il
          nostro tempo è infarcito di simboli negativi
          esaltati a modelli. E non mi si venga a parlare
          di RObin Hood, in quel caso il ladro lo fa per
          sfamare i poveri che non hanno nulla. Ha uno
          scopo
          "nobile".Bene e male sono sempre stati due concetti che non credo si possano stabilire dall'alto e a priori. Ci sono sempre due facce della stessa medaglia: un tuo caro amico/parente/conoscente muore per colpa di qualcuno, per qualche motivo (incidente, omicidio, controllo della polizia andato male). Cio è male, dirai. Poi scopri che quel tuo caro amico/parente/conoscente stava per farti saltare in aria la macchina, possibilmente con te dentro. E' un bene che sia morto? ma non era male fino a poco fa? E per i suoi altri amici, se lo meritava? non aveva ancora fatto nulla dopotutto..


          "io in casa mia sono libero di odiare chi


          voglio", e via dicendo.

          Questo direi è sacrosanto.. si parla di "odiare"

          eh.. e non

          menare

          Appunto, la libertà di non capire che odiare non
          è un sentimento positivo. Bisognerebbe sempre
          sforzarsi di capire le ragioni degli altri.
          Odiare gli altri mette la nostra coscienza in
          conflitto con noi stessi in primo luogo, ed in
          secondo luogo, è evidente, in contrapposizione
          con il resto dell'umanità non rappresentata
          dall'IO.
          Odiare, anche se fatto in casa propria, non fa
          crescere. In nessun caso.
          MaiMagari odiando qualcuno nel privato di casa mia, magari prendendo a pugni un sacco da boxe con su la sua foto, riesco a sfogarmi quel tanto che basta per non saltargli addosso la prima volta che lo vedo per strada..
        • Nedanfor non loggato scrive:
          Re: Bene così, ma la cosa più importante...
          - Scritto da: Paolino
          - Scritto da: Pi314

          - Scritto da: EffeGi


          E' un segno dei tempi, questa


          generazione di maleducati è quella cresciuta a


          cartoni animati che non ponevano un limite

          chiaro


          alla differenza VERA tra bene e male.





          Sono diventati idoli il ladro Lupin, il pirata


          Rubber, Goku che ammazza i suoi nemici con una


          violenza inaudita

          Qui mi hai mandato in fibrillazione il

          mononeurone.. ma ci credi davvero o te lo sei

          fatto

          dettare?



          Essendo psicologo prestato all'informatica (mi
          occupo di interfacce per utenti per una
          importante azienda americana), posso affermare
          con cognizione di causa che il ladro, il pirata e
          l'assassino sono simboli negativi, rappresentano
          il male. Non distinguere chiaramente la
          differenza tra il bene ed il male, di questo
          parlavo. Non si capisce per quale motivo il
          nostro tempo è infarcito di simboli negativi
          esaltati a modelli. E non mi si venga a parlare
          di RObin Hood, in quel caso il ladro lo fa per
          sfamare i poveri che non hanno nulla. Ha uno
          scopo
          "nobile".Sei uno studioso anche di cultura giapponese o ti sfugge che questi sono anime dedicati ad un pubblico adolescente (e quindi meno soggetto ai simboli di un bambino)? Posso capire che in ciò vedi una causa (la colpa è nell'emittente e nei genitori, che vedono un cartone animato e pensano sia per bambini), ma dare la colpa all'anime è ciò che fa il MOIGE. Per altro nei suddetti vengono evidenziati valori molto positivi quali, tra i tanti, l'amicizia: se ti fossi soffermato ad esempio su One Piece non ci vedresti un simbolo tanto negativo, anzi, è uno dei pochi anime per adolescenti che son riuscito a trovare a tratti anche commovente.


          "io in casa mia sono libero di odiare chi


          voglio", e via dicendo.

          Questo direi è sacrosanto.. si parla di "odiare"

          eh.. e non

          menare

          Appunto, la libertà di non capire che odiare non
          è un sentimento positivo. Bisognerebbe sempre
          sforzarsi di capire le ragioni degli altri.
          Odiare gli altri mette la nostra coscienza in
          conflitto con noi stessi in primo luogo, ed in
          secondo luogo, è evidente, in contrapposizione
          con il resto dell'umanità non rappresentata
          dall'IO.
          Odiare, anche se fatto in casa propria, non fa
          crescere. In nessun caso.
          MaiNeanche amare, se è per questo. Dei filosofi e dei sociologi hanno già evidenziato il problema, particolarmente italiano: la politica è diventata particolarmente emotiva, la causa sono i leader particolarmente carismatici. Finché ci sarà carisma (e scarsità di cultura, che purtroppo dilaga) ci saranno amore ed odio. Perché come ben saprai lo charme ti dà la capacità di manipolare l'emotività delle persone, facendo percepire alcune cose come giuste e altre come sbagliate... Prendi ad esempio la Lega e la xenofobia. Poi naturalmente l'odio genera altro odio, e così via... È un circolo vizioso da cui uscire è molto difficile.
    • dont feed the troll/dovella scrive:
      Re: Bene così, ma la cosa più importante...
      - Scritto da: EffeGi
      ... è che in questa Italietta in cui si inneggia
      alla libertà di insultare gli altri a mezzo web
      e/o a mezzo iutubb, l'unico vero disegno di legge
      che andrebbe fatto è quello di "emarginazione
      della
      maleducazione".Non vedo la necessità di una legge che sancisca cio' che è maleducato o no.Dovrebbero essere gli altri utenti della rete a emarginare i maleducati, non un poliziotto in tenuta antisommossa.Ma, considerando quello che si legge in rete ogni giorno, la maleducazione no nsolo non viene emarginata, ma condivisa, ritenuta normale.A questo punto bisogna riflettere sulla involuzione della società di una nazione e del pianeta in generale, non proporre modelli orwelliani di controllo totalitario.
      In un contesto culturale di bassissimo profilo,
      in un'Italia in cui non si conosce più nemmeno la
      grammatica elementare, gli stolti e gli ignoranti
      strillano contro leggi di buon senso come fossero
      lupi ululanti alla luna
      piena.A proposito di maleducazione, dare degli stolti e degli ignoranti a chi non condivide la tua opinione su cosa sia + o - di buon senso, non mi pare nè educato, nè costruttivo, nè tantomeno testimonia la tua apertura mentale.Siamo arrivati al XXXXX che da del suino alla gazzella.La maleducazione non è solo dire "XXXXX" o "pipì" ma non rispettare le altrui idee e posizioni.
      Maleducazione, di questo l'Italia è piena, da
      destra e da sinistra, persone che insultano altre
      persone senza la minima coscienza di dire mai
      nulla di costruttivo,Non mi sembra che il tuo intervento sia molto costruttivo, in compenso trovo che sia insultante, anche l'intelligenza di chi ha la sventura di leggerti. ma solo di distruttivo
      (fino a desiderare la morte) nei confronti di
      altri individui. E' un segno dei tempi, questa
      generazione di maleducati è quella cresciuta a
      cartoni animati che non ponevano un limite chiaro
      alla differenza VERA tra bene e male.
      Oddio, questa baggianata dei cartoni animati "cattivi maestri" l'abbiamo sentita 30 anni fa, ed era risibile già all'epoca.Sarà stato il '78 o il '79 quando i soliti benpensanti da 4 soldi, fecero addirittura una interrogazione parlamentare a proposito di Goldrake.
      Sono diventati idoli il ladro Lupin, il pirata
      Rubber, Goku che ammazza i suoi nemici con una
      violenza inaudita, si sentono pensone dire che
      "io in casa mia sono libero di odiare chi
      voglio", e via
      dicendo.Per lo stesso becero ragionamento, allora, potremmo dire che personaggi come Callaghan, e in generale la pletora di protagonisti di film polizieschi sullo stile di "Napoli violenta" hanno indotto la popolazione a ritenere non solo accettabile, ma addirittura auspicabile la violenza al di fuori della legge delle FdO sulla pelle dei criminali.Così le morti di Aldrovandi, Biasin, Cucchi, Giuliani e tanti (troppi) altri tollerate, accettate ed addirittura auspicate dai benpensanti, passano sui media nell'indifferenza generale.
      La differenza tra il bene ed il male oggi è meno
      netta di quanto sembraNon sei tu, nè una legge fatta da gente immorale, a stabilire quale sia il confine tra bene e male.
    • ruppolo scrive:
      Re: Bene così, ma la cosa più importante...
      Speriamo che si come dici.
      • dont feed the troll/dovella scrive:
        Re: Bene così, ma la cosa più importante...
        - Scritto da: ruppolo
        Speriamo che si come dici.MA speriamo proprio di no.Già è grave che quelle corbelleria siano solo pensate, ma che siano anche la realtà mette i brividi.
  • Marcello Mazzilli scrive:
    Libertà di espressione
    Se leggete l'articolo 21 della Costituzione dice che la libertà è garantita tranne per i limiti di legge. Io propongo di abolire questi limiti che sono...Mancanza di iscrizione all'Ordine dei GiornalistiMancanza di registrazione della testata giornalisticaBlasfemiaOffesa a pubblico ufficialeOltraggio al tricoloreOltraggio ad alta carica dello StatoIngiuria o InsultoDiffamazioneetc etcAboliamo tutto !!!
  • polipoide scrive:
    nuovi reati
    ma perchè non si introduce il reato di "proposta di norme antidemocratiche e contro i diritti fondamentali"?mi sembra di trovarmi nel regime iraniano (e sicuramente molti politici attuali ci sguazzerebbero benissimo)
  • ninjaverde scrive:
    LesaMaestà
    Una volta c'era il reato di Lesa Maestà....Forse oggi cambia nome.In realtà non si capisce ancora bene cosa sia o in che consista il termine di "apologia di reato".Forse il confine stà nel dire "Andiamo a prendere i fucili" ad "Ammazziamo il tale".Nel primo caso andar a prendere i ficili si intenede "Prepariamoci ad una rivoluzione" e non è implicito un obbligo ad usarli, se non si usano i fucili (infatti non è detto) non è apologia di reato. Se invece si dice andiamo o andate ad ammazzare il tale è un'apologia di reato poichè si incita ad un reato.Suppongo sia l'interpretazione giusta, poichè altrimenti ci sarebbe una notevole confusione.Inoltre tale apologia non deve essere fatta solo per una persona (politico o capo del governo) ma deve essere una legge fatta per tutti.Per i tempi di pena con più o meno anni o sanzioni ovviamente è un'altra questione.Rimane il fatto che la nuova proposta mette l'accento sull'uso delle nuove tecnologie, compresa la comunicazione per telefono.Su questo si può discutere. Personalmente credo ci voglia un pochettino in più di attenzione da parte di chi pubblica od usa le nuove tecnologie: un pizzico di responsabilità in più ci vorrebbe, poichè una frase detta al bar coinvolge poche persone, talvolta una sola, su internet coinvolge un numero notevole di individui, che otre tutto normalmente non conosciamo, quindi l'azione può diventate pericolosa se letta-ascoltata da persone spicolabili.Ovviamente questo è un tema che ha più sfumature, ma ciò non toglie la responsabilità implicita di chi pubblica.
    • ruppolo scrive:
      Re: LesaMaestà
      - Scritto da: ninjaverde
      Personalmente credo
      ci voglia un pochettino in più di attenzione da
      parte di chi pubblica od usa le nuove tecnologie:
      un pizzico di responsabilità in più ci vorrebbe,
      poichè una frase detta al bar coinvolge poche
      persone, talvolta una sola, su internet coinvolge
      un numero notevole di individui, che otre tutto
      normalmente non conosciamo, quindi l'azione può
      diventate pericolosa se letta-ascoltata da
      persone
      spicolabili.
      Ovviamente questo è un tema che ha più sfumature,
      ma ciò non toglie la responsabilità implicita di
      chi
      pubblica.Il fatto è che qui non stiamo parlando di persone comuni, ma degli uomini di potere che stanno mandando in rovina il Paese, ovvero NOI.Gli strumenti democratici non hanno più alcun effetto, né i nostri (le votazioni) né i loro (le Leggi), per questo hanno paura e abbiamo paura.La situazione non si aggiusterà e siamo alla frutta (resta il caffè e poi arriva il conto). Noi possiamo votare a destra o a sinistra, non cambia una virgola, loro possono fare tutte le leggi che vogliono, non cambia altrettanto una virgola.Da questa situazione se ne esce o con una presa di coscienza da parte degli organi dello Stato che il mondo è cambiato ed è ora di riscrivere le fondamenta delle regole di vita comune (ovvero la costituzione), oppure... nel modo che ben conosciamo per averlo letto sui libri di storia. Speriamo di non doverci arrivare.Giunti a questo punto, le leggine sull'apologia di reato o istigazione virtuale, fanno sorridere.
      • ninjaverde scrive:
        Re: LesaMaestà

        arrivare.
        Giunti a questo punto, le leggine sull'apologia
        di reato o istigazione virtuale, fanno
        sorridere.Condivido, sebbene la mia risposta si limitava al tema specifico.In effetti c'è il pericolo di una deriva oligarchica... che in un certo senso comunque c'è già.Come arginare tutto questo?Beh dato che il popolo è "gregge" ...sono pessimista. :(
  • Nome e cognome scrive:
    Reato di opinione (o lesa maestà?)
    «se non mi fossi opposto al mandato di cattura europeo, avremmo corso il rischio di avere un vero e proprio reato di opinione su razzismo e xenofobia. Tutti voi avreste rischiato di essere arrestati da un qualsiasi magistrato europeo di sinistra, e vi assicuro che ce ne sono molti, solo perché siete qui a manifestare contro l'immigrazione clandestina».Provate a indovinare chi lo ha detto...
    • Paolino scrive:
      Re: Reato di opinione (o lesa maestà?)
      una persona di buon senso
    • Undertaker scrive:
      Re: Reato di opinione (o lesa maestà?)
      - Scritto da: Nome e cognome
      «se non mi fossi opposto al mandato di cattura
      europeo, avremmo corso il rischio di avere un
      vero e proprio reato di opinione su razzismo e
      xenofobia. Tutti voi avreste rischiato di essere
      arrestati da un qualsiasi magistrato europeo di
      sinistra, e vi assicuro che ce ne sono molti,
      solo perché siete qui a manifestare contro
      l'immigrazione
      clandestina».Pensate che in Francia e Germania é un REATO "negare l'olocausto" cioé chiedere prove di quello che certi testimoni affermano.Tanto vale incarcerare quelli del cicap perché chiedono prove a maghi e santoni.
      • dont feed the troll/dovella scrive:
        Re: Reato di opinione (o lesa maestà?)
        - Scritto da: Undertaker
        - Scritto da: Nome e cognome

        «se non mi fossi opposto al mandato di cattura

        europeo, avremmo corso il rischio di avere un

        vero e proprio reato di opinione su razzismo e

        xenofobia. Tutti voi avreste rischiato di essere

        arrestati da un qualsiasi magistrato europeo di

        sinistra, e vi assicuro che ce ne sono molti,

        solo perché siete qui a manifestare contro

        l'immigrazione
        clandestina».

        Pensate che in Francia e Germania é un REATO
        "negare l'olocausto" cioé chiedere prove di
        quello che certi testimoni
        affermano.Sacrosanto.
        Tanto vale incarcerare quelli del cicap perché
        chiedono prove a maghi e
        santoni.Stai paragonando l'olocausto (REALE) alla magia (IMMAGINARIA)?Mi sto ricredendo, chi fa affermazioni come la tua andrebbe arrestato, e nemmeno processato, ma condannato direttamente.
  • Ingenuo 2001 scrive:
    Eppure, senza Internet
    Eppure, __senza bisogno di Internet__, nella storia sono stati portati a termine i seguenti eventi violenti:- Rivoluzione francese- Rivoluzione americana- Assassinio di Lincoln- Assassinio di Re Umberto I- Assassinio dell'Arciduca F. Ferdinando- Rivoluzione russa- Assassinio di Matteotti- Attentato a Togliatti- Assassinio di JF Kennedy- Rapimento e assassinio di Moro- Assassinio di John Lennon- Attentato a R. Regan- Attentato al Papa- ...Più una miriade di fatti che ora non ricordo o sono di minor clamore.Ciascuno di questi eventi ha in comune: la violenza, la rivolta al potere costituito e "legale", la necessità di una organizzazione o l'istigazione o iniziativa di un singolo, l'avversità verso una persona famosa...Questo dimostra che Internet non è né necessario né decisivo nella generazione della violenza.Quindi, cosa si vuole evitare __esattamente__ con questo DDL? Le mani si armeranno sempre e con la stessa probabilità, solo la libertà delle persone per bene ne risulterà compressa.Grazie
    • ruppolo scrive:
      Re: Eppure, senza Internet
      Concordo e dirò di più: Internet in questo caso sarebbe più di aiuto, per i nostri cari politici, che di danno. Con Internet avrebbero l'opportunità di dialogare direttamente con il popolo, rispondere alle domande reciproche. Secondo me questo eviterebbe il verificarsi di eventi violenti, ai quali, la storia insegna, non si sfugge.
  • Cazzo vuoi scrive:
    Morte
    Ma morissero tutti
  • fiertel91 scrive:
    In rete sì, nel mondo reale no
    Si fossero presi provvedimenti più pesanti contro certi sboccati e triviali personaggi della Lega, quali Gentilini, allora il messaggio educativo di rispetto sarebbe passato meglio. Ma, se non è opposizione... Ma, se non è critica...
  • piersilvio scrive:
    E' Natale
    E' Natale siamo tutti più buoni regaliamo un naso rosso ai nostri politici per renderli più credibili!
    • ruppolo scrive:
      Re: E' Natale
      Io gli regalerei un biglietto aereo di sola andata per la Polinesia. Ci costa un po' caro, ma poi saremmo tutti contenti.
  • Dr. Stephen Falken scrive:
    fascismo?
    L'unica risposta non può essere che l'anonimato. Più gente anonima si muoverà in rete, più i presunti tutori dell'ordine non sapranno che pesci pigliare. Usate Tor, navigate su reti anonime e possibilmente decentrate come RShare, I2P, Marabunta, ... le trovate su http://it.wikipedia.org/wiki/Peer-to-peer_anonimoInformatevi, leggete e mettete in pratica forme di disobbedienza anonima. Ne va delle libertà di tutti.
    • pippuz scrive:
      Re: fascismo?
      Non è questa la risposta. Non è qualcosa che ci dobbiamo prendere, è qualcosa che dobbiamo pretendere ci sia garantito.
      • Dr. Stephen Falken scrive:
        Re: fascismo?
        A me sembra che sia meglio fare qualcosa. E visto che in Parlamento per i prossimi 4 anni non si potrà fare molto sarebbe il caso di prendersela questa benedetta 'libertà'. Che non è una statuina scagliata contro il politico di turno, ma la diffusione e costruzione di strumenti che ne garantiscano l'esercizio. Non aspettarti niente dai politici, aiuta i programmatori.
  • mattomattom atto scrive:
    reati d'opinione
    da 3 a 12 anni più le aggravanti (che non si capisce perchè incitare alla violenza su internet piuttosto che in televisione debba essere diversamente grave), per aver espresso un'opinione (deprecabile quanto si vuole ma pur sempre un'opinione); difendere la libertà d'espressione è una cosa alquanto delicata, non è possibile discriminare cosa si può dire da cosa non deve essere detto; o salvaguardi la libertà d'espressione (e quindi chiunque può dire quel che vuole, fatti salvi gli ovvi casi di diffamazione) oppure non lo fai, non esistono "equilibri" o "salvare capra e cavoli" in questo caso.
  • FrankG scrive:
    Bisogna essere bilanciati
    Articolo interessante.Dal mio punto di vista le pene carcerarie dovrebbero essere proporzionali al danno effettivamente commesso.Ci sono molti livelli di "colpa"- C'è la persona che prende una pistola e spara contro un politico- C'è chi ha una pistola in casa è sta preparanado un attentato- C'è chi dice in pubblica piazza dice che bisogna far fuori pinco-pallino- C'è chi si trova al bar e dopo aver bevuto qualcosa dice "se si facesse fuori pinco-pallino le cose sarebbero meglio".Ci sono probabilmente varie altre sfumature.Ora, chi scrive su internet, ad esempio in un blog, o effettua un commento lo fa come se si trovasse in un bar e commentasse su un articolo di giornale con degli astanti.Talvolta in un bar si può sentire da qualcuno, con qualche grado alcolico di troppo, "per me sarebbe da andare a Roma e far piazza pulita".Ora la mia domanda è: "sarebbe giusto prendere questa persona e mandarla in prigione per 12 anni?"Evidentemente no. Si tratta semplicemente di una persona che verbalizza un pensiero... di uno che spara ...zate.Se si dovessero incarcerare gli italiani che hanno fatto commenti simili ci sarebbero milioni di persone in carcere!Per me bisgona mandare in carcere solo qualcuno che abbia FATTO qualcosa, ovvero chi abbia commesso un reato o chi lo stia EFFETTIVAMENTE preparando.
  • sante c scrive:
    come l'iran
    ma come si fa a mettere delle pene che quasi quasi sono piu alte per l'istigazione che per il reato istigato ? dodici anni sono una follia, non li davano neppure i tribunali speciali fascisti ai dissidenti politici. questo governo é una ammucchiata di nazisti e questa proposta di legge é una istigazione ed una provocazione di per sé , é roba da forconi, per dio. quanto tempo dovremo dormire ancora prima di dire basta? ah certo capisco, i problemi di berlusconi sono gli unici problemi che abbiamo in italia. questa e una delle piú abominevoli leggi bavaglio mai viste anche in un regime dittatoriale.
  • iupiter scrive:
    era ora
    io sono d accordo e' diventato uno schifo...da quando "certa" gente ha cominciato a usare internet per la politica e altro e diventato un insultometro...via dalle scatole chi non usa internet per quello che e' e non per rompere le scatole con commenti politici e altro...fuori dalle balle blog e cose politiche...tanto non interessano a nessuno se non ai sinistroidi che rompono sempre su tutto...solo in italia non si sono ancora estinti...c avete rotto le scatole con la politica pure qui...quindi se censurano meglio...uno nemmeno puo' vedersi un filmato su youtube senza vedersi settecentomila parolacce insulti o commenti volgari...andate a scannarvi fuori da qui
    • sante c scrive:
      Re: era ora
      ma tu devi essere pazzo, guarda non meriti altra replica.
    • zaadum scrive:
      Re: era ora
      non vengono mica sotto casa ad insultarti....fai a meno di leggere i loro blog, non iscriverti ai loro gruppi, non visitare i loro siti... insomma fatti gli affari tuoiè questo il bello di internet, puoi scegliere!
    • Lex Logic scrive:
      Re: era ora
      Perchè vi insultano? sono invidiosi? perdona ma è una mia curiosità personale, io su internet ci sono da qualche tempo ed effettivamente un peggioramento l'ho notato anchio da quando l'acXXXXX è divenuto fin troppo semplice per tutti, ma è statistica, non politica, che aumentando la quantità scende quasi sicuramente la qualità. Non è ne destra ne sinistra è semplicemente che l'essere umano ha la strana tendenza a rovinare tutto quello che tocca.. sarà una visione un po' pessimistica forse.Detto questo è rimandato all'utente scegliere cosa guardare, ho capito che per alcuni è una responsabilità troppo grande essere slegati dal concetto di "telecomando" ma http:// lo devi completare tu.. se vuoi che chiudano i blog (che sono riconducibili ad un account) ma vuoi che lascino youtube che a ben guardare tutti i commenti dei video potrebbero essere considerati post e la somma un miniblog tematico.. chiudono pure quelli no? Io vorrei recuperare una dignità che si è persa, io non mi ritrovo nella sinistra italiana, troppi inciuci palesi e non, troppo abbaiare vuoto.. ma nemmeno in chi ha fatto della rete un altarino tutto azzurro, mi riferisco a certi blog che inneggiano a "San Silvio".. cioè cavolo la destra non è mica solo lui. Si lamentano perchè hanno attaccato la persona, ma a sto punto potremmo sul serio considerarlo un attacco politico solo per il fatto che lui -è- il partito al governo. Mediaticamente è quello che hanno sempre voluto, nei simboli elettorali nelle pubblicità ecc ecc c'è sempre lui.. gli altri chi sono? chi li ha scelti? Io vorrei che quantomeno non considerassero il fatto di usare internet come un'aggravante, altrimenti dovremmo sperare realmente nel proXXXXX breve perchè minimo devono mettere via mezzo paese.
    • DarkOne scrive:
      Re: era ora
      - Scritto da: iupiter
      io sono d accordo e' diventato uno schifo...da
      quando "certa" gente ha cominciato a usare
      internet per la politica e altro e diventato un
      insultometro...via dalle scatole chi non usa
      internet per quello che e' e non per rompere le
      scatole con commenti politici e altro...fuori
      dalle balle blog e cose politiche...tanto non
      interessano a nessuno se non ai sinistroidi che
      rompono sempre su tutto...solo in italia non si
      sono ancora estinti...c avete rotto le scatole
      con la politica pure qui...quindi se censurano
      meglio...uno nemmeno puo' vedersi un filmato su
      youtube senza vedersi settecentomila parolacce
      insulti o commenti volgari...andate a scannarvi
      fuori da
      quiHey! Berlusconi bazzica su PI!!!
    • laico scrive:
      Re: era ora
      - Scritto da: iupiter
      io sono d accordo e' diventato uno schifo...da
      quando "certa" gente ha cominciato a usare
      internet per la politica e altro e diventato un
      insultometro...via dalle scatole chi non usa
      internet per quello che e' e non per rompere le
      scatole con commenti politici e altro...fuori
      dalle balle blog e cose politiche...tanto non
      interessano a nessuno se non ai sinistroidi che
      rompono sempre su tutto...solo in italia non si
      sono ancora estinti...c avete rotto le scatole
      con la politica pure qui...quindi se censurano
      meglio...uno nemmeno puo' vedersi un filmato su
      youtube senza vedersi settecentomila parolacce
      insulti o commenti volgari...andate a scannarvi
      fuori da
      quiPatetico, superficiale, illogico, ignorante.Qualcuno direbbe bimbominkia.
      • dont feed the troll/dovella scrive:
        Re: era ora
        La tragedia democratica è che questa gente ha diritto di voto.
        • Nurtium scrive:
          Re: era ora
          - Scritto da: dont feed the troll/dovella
          La tragedia democratica è che questa gente ha
          diritto di voto.la vera tragedia è che anche tu hai lo stesso dirittox la serie: certe cose non dirle neanche x scherzo
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: era ora
            - Scritto da: Nurtium
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            La tragedia democratica è che questa gente ha

            diritto di voto.

            la vera tragedia è che anche tu hai lo stesso
            diritto
            x la serie: certe cose non dirle neanche x scherzoio credo che il diritto al voto non possa essere conXXXXX a chicchessia.Il suffragio universale si è rilevato una utopia.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: era ora
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            io credo che il diritto al voto non possa essere
            conXXXXX a
            chicchessia.infatti andrebbe tolto il diritto a tutti coloro che pensano sia giusto togliere tale diritto tranne a me.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: era ora
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella


            io credo che il diritto al voto non possa essere

            conXXXXX a

            chicchessia.

            infatti andrebbe tolto il diritto a tutti coloro
            che pensano sia giusto togliere tale diritto
            tranne a
            me.Cioè per guidare una automible devo dare prova di esserne capace, mentre per decidere delle sorti di una nazione posso essere un XXXXXXXXX qualsiasi?Capisco che dovete difendere la categoria...ma un minimo di logica...
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: era ora
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            Cioè per guidare una automible devo dare prova di
            esserne capace, mentre per decidere delle sorti
            di una nazione posso essere un XXXXXXXXX
            qualsiasi?Tu sei troppo intelligente. Solo che l'omino che decide se sei XXXXXXXXX è uno che la pensa politicamente al contrario di te. Poi, se il tuo *bel* metodo non avrà comunque sucXXXXX, alzeremo sempre di più il QI necessario per votare.Anzi guarda, facciamo una bella gara di intelligenza tra tutti.L'italiano più intelligente decide tutto per tutti. Meglio di così... si muore.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: era ora
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella


            Cioè per guidare una automible devo dare prova
            di

            esserne capace, mentre per decidere delle sorti

            di una nazione posso essere un XXXXXXXXX

            qualsiasi?

            Tu sei troppo intelligente. In valore assoluto direi di no.Anzi in valore assoluto nessuno puo' ritenere che l'intelligenza sia troppa.In un contesto relativista è invece ahimè vero, non solo sono + intelligente della stragrande maggioranza dei miei interlocutori, ma a quanto pare questo viene pure percepito come un problema.
            Solo che l'omino che decide se sei XXXXXXXXX è
            uno che la pensa politicamente al contrario di
            te.
            L'XXXXXXXXXtà non è una questione di opinioni.Uno che si lamenta che in democrazia sia sbagliato che altri esprimano in pubblico le proprie opinioni e pulsioni politiche, quali esse che siano, è uno che chiaramente non ha capito il valore della democrazia.Perchè dovrebbe allora esercitarla?

            Poi, se il tuo *bel* metodo non avrà comunque
            sucXXXXX, alzeremo sempre di più il QI necessario
            per
            votare.A me basterebbe un QI nella norma, e la conoscenza di quel minimo di nozioni di "educazione civica" che gli permettano di sapere cosa sta facendo.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: era ora
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            L'XXXXXXXXXtà non è una questione di opinioni.Ottimo.Questo significa che potrai fare ricorso per ottenere il tuo diritto di voto (visto che comunque sarà un persona a togliertelo, o vuoi suggerire di farci giudicare da una macchina?).E poiché dici di essere intelligente, saprai come sono efficienti nel gestire i processi di questo tipo...
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: era ora
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella


            L'XXXXXXXXXtà non è una questione di opinioni.

            Ottimo.
            Questo significa che potrai fare ricorso per
            ottenere il tuo diritto di voto (visto che
            comunque sarà un persona a togliertelo, o vuoi
            suggerire di farci giudicare da una
            macchina?).
            E poiché dici di essere intelligente, saprai come
            sono efficienti nel gestire i processi di questo
            tipo...Non capisco se ti disturba il concetto in sè di meritarsi il diritto al voto o le modalità + o - oggettive di misurazione di tale merito.Il primo è un problema ideologico su cui possiamo + o - essere d'accordo, e ci sta che non siamo d'accordo, il secondo è un dettaglio tecnico, del quale si puo' pure discutere, magari non in questa sede.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: era ora
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            Non capiscoecco.edit: se non capisci che, indipendentemente dalla validità teorica della tua ideona, bisogna fare i conti con la sua praticabilità, e tali considerazioni vanno fatti all'interno dello scenario italiano dove la menzogna, l'accusa, l'abuso di potere, ......beh, finisci tu la frase che tanto sei intelligente...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 22 dicembre 2009 16.53-----------------------------------------------------------
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: era ora
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella


            Non capisco

            ecco.Allora siamo in due.Argomenti 0 come al solito, eh?
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: era ora
            leggi l'edit sopra
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: era ora
            Modificato dall' autore il 22 dicembre 2009 16.53
            --------------------------------------------------Innanzitutto non è detto che l'"ideona" avesse aneliti di praticabilità, ma era solo funzionale a sottolineare tanto la non scontatezza della democrazia, tanto il fatto che sia praticamente svenduta, come perle per i porci.La cosa + grave, è che la democrazia venga confusa con il voto a suffragio universale, cosa che per rispettive definizioni, non è.E' nel contesto che hai descritto, di menzogna sistematica, di abuso di potere, di accusa gratuita e strumentale ma anche di sostanziale ignoranza, deviazione morale, egoismo, cerchiobottismo, e quant'altro della popolazione che forse dovremmo riflettere sul nostro concetto di democrazia, su cosa significhi veramente questa IDEA e di come sia praticabile nella realtà.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: era ora
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            Innanzitutto non è detto che l'"ideona" avesse
            aneliti di praticabilitàMi fermo qui.grazie per avermi fatto conmpagnia durante la noiosissima configurazione di Oracle.
  • Teo_ scrive:
    Se aspettavano questo pretesto
    Se aspettavano questo pretesto per tentare di nuovo di controllare internet mi viene da chiedermi quanto hanno pagato Tartaglia e chi si è messo a giocare con i gruppi di FaceBook.È assurdo pensare a questa ipotesi? Probabile.Molto più probabile è invece che ci sia un piano ben preciso, studiato con professionisti della comunicazione e di altri ambiti strategici molto puntuali, che colgono ogni spunto per evolvere passo passo il controllo degli italiani e portarli a pensare quello che pochi decidono.
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Se aspettavano questo pretesto
      Perchè pagarlo?Gli hanno solo detto: vai pure, non ti facciamo niente...L'importante è parlarne non importa se male.
  • Effebi scrive:
    Mantenuti dalle nostre tasse
    Se una persona colposamente uccide un'altra persona rischia una pena da 1 anno a 5 anni,Se fai fallire un'azienda e mandi dieci persone a mendicare rischi fino 4 anni se ti va male.Non contano gli schieramenti politici, questi sono degli arroganti che si approfittano del potere, MANDARLI A CASA!
  • Toma scrive:
    C'è un avvocato in sala?
    A prescindere dall'assurdità e alle considerazioni sui fini della proposta, ho qualche domanda "tecnica-giuridica" su questa legge - premetto che di diritto ci capisco molto poco.1. Quando si dice "istighi a commettere uno o più tra i delitti contro la vita e l'incolumità di un individuo", si intende anche "o di un insieme di individui non determinati"? - es. le dichiarazioni di politici vari che incitano a imbracciare i fucili o mandano a morire ammazzati avversari politici o varie classi di persone, rientrano in questo reato?2. Cosa si intende con: "comunicando con più persone in qualsiasi forma"? Se uno manda una mail "istigatrice" a un destinatario, non rientra nel reato, ovviamente (è una persona sola). Se la manda a due destinatari rientra nel reato? 3. Sempre riguardo al "comunicando con più persone in qualsiasi forma", l'inserimento di un post su un blog o un social network può essere considerato come un insieme di comunicazioni one-to-one diluite nel tempo? Ad esempio, questo mio post verrà letto da N persone in N momenti diversi, ovvero quando le persone interessate cliccheranno sull'oggetto del mio post. Non si tratta quindi di tante comunicazioni mono-direzionali? E' come se chi clicca dicesse al server di punto informatico: mi fai sapere cosa pensa l'utente che ha scritto il messaggio con questo titolo? 4. L'aggravante che riguarda l'utilizzo di "Comunicazioni telefoniche o telematiche" è veramente il capolavoro dell'assurdità. Comunque, vorrei chiedere se rientra nell'ambito delle comunicazioni telematiche la TV ? A mio parere sì. Se così non fosse, è colpito dall'aggravante chi usa il telefono durante una trasmissione TV? Ad esempio il politico che chiama durante qualche trasmissione per accusare qualcuno? A mio parere, ovviamente sì. Quindi, se due politici dicono in TV, per assurdo, che gli spazzini andrebbero presi a capocciate (ho inventato), uno in studio e uno al telefono, quello al telefono rischia una pena maggiore? Grazie a chi può darmi un chiarimento.Toma
  • Novizio scrive:
    sono pienamente d'accordo ! !
    Sono pienamente d'accordo con l'applicazione di questa dll : l'articolo 21 non è come molti immaginano solo la prima riga :« Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure.

    ovviamente tutto ha delle moderazioni da applicare....sinceramente sono quasi certo che tutto questo sia stato attuato per via di strumentalizzazioni ma il concetto è giusto...sicuramente ci sarebbero moltre altre cose da fare...ma è un inizio..
    • Locke scrive:
      Re: sono pienamente d'accordo ! !
      - Scritto da: Novizio
      « Tutti hanno diritto di manifestare liberamente
      il proprio pensiero con la parola, lo scritto e
      ogni altro mezzo di diffusione.La stampa non può
      essere soggetta ad autorizzazioni o
      censure.


      ovviamente tutto ha delle moderazioni da
      applicare...."Tutti hanno il diritto di manifestare con moderazione il proprio pensiero..." non lo vedo scritto, vedo scritto solo "Liberamente" e liberamente vuol dire "In totale libertà, senza restrizioni o moderazioni".Poi se vuoi dire che "sarebbe meglio farlo con moderazione per evitare guai" è un conto, ma così sta scritto, chiaro e tondo
      • Novizio scrive:
        Re: sono pienamente d'accordo ! !
        ti linco un abbozzo dell'articolo 21 citato da wikipedia : leggilo bene « Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure.Si può procedere a sequestro soltanto per atto motivato dell'autorità giudiziaria nel caso di delitti, per i quali la legge sulla stampa espressamente lo autorizzi, o nel caso di violazione delle norme che la legge stessa prescriva per l'indicazione dei responsabili.In tali casi, quando vi sia assoluta urgenza e non sia possibile il tempestivo intervento dell'autorità giudiziaria, il sequestro della stampa periodica può essere eseguito da ufficiali di polizia giudiziaria, che devono immediatamente, e non mai oltre ventiquattro ore, fare denunzia all'autorità giudiziaria. Se questa non lo convalida nelle ventiquattro ore successive, il sequestro s'intende revocato e privo di ogni effetto.La legge può stabilire, con norme di carattere generale, che siano resi noti i mezzi di finanziamento della stampa periodica.Sono vietate le pubblicazioni a stampa, gli spettacoli e tutte le altre manifestazioni contrarie al buon costume. La legge stabilisce provvedimenti adeguati a prevenire e a reprimere le violazioni. »La Corte di Cassazione italiana ha recentemente stabilito una serie di requisiti affinché una manifestazione del pensiero possa essere considerata rientrante nel diritto di critica e di cronaca: veridicità (non è possibile accusare una persona sulla base di notizie false), continenza e interesse pubblico
      • soulista scrive:
        Re: sono pienamente d'accordo ! !
        - Scritto da: Locke
        - Scritto da: Novizio

        « Tutti hanno diritto di manifestare liberamente

        il proprio pensiero con la parola, lo scritto e

        ogni altro mezzo di diffusione.La stampa non può

        essere soggetta ad autorizzazioni o

        censure.



        ovviamente tutto ha delle moderazioni da

        applicare....

        "Tutti hanno il diritto di manifestare con
        moderazione il proprio pensiero..." non lo vedo
        scritto, vedo scritto solo "Liberamente" e
        liberamente vuol dire "In totale libertà, senza
        restrizioni o
        moderazioni".

        Poi se vuoi dire che "sarebbe meglio farlo con
        moderazione per evitare guai" è un conto, ma così
        sta scritto, chiaro e
        tondo... o meglio, potrebbe essere: "sarebbe meglio farlo con moderazione altrimenti potrebbe capitare, chessò, un incidente a lei o qualcuno della sua famiglia"
        • Novizio scrive:
          Re: sono pienamente d'accordo ! !
          La Corte di Cassazione italiana ha recentemente stabilito una serie di requisiti affinché una manifestazione del pensiero possa essere considerata rientrante nel diritto di critica e di cronaca: veridicità (non è possibile accusare una persona sulla base di notizie false), continenza e interesse pubblicoquante volte lo devo linkare?
  • ntrac scrive:
    Legge e Libertà
    Appare abbastanza evidente che qualsiasi legge limita l'espressione della libertà. I Francesi dicono che la tua libertà finisce laddove inizia quella altrui. C'è un problema profondo che non inizia dalla legge ma molto, ma molto prima. La legge serve solo ad evitare che ciò che c'è nel profondo esca in modo incontrollabile, colui che applica la legge non è santo. Se il problema non ci fosse già nel profondo, la legge sarebbe semplicemente inutile. La libertà d'espressione ha senso quando un "buon" percentuale di essa risulta "utile" alla communità, altrimenti ci sarà una legge per limitarla. Una legge "intelligente" limita i danni e favorisce la scoperta di nuove strade. È "intelligente" questo DDL? That is the question.
  • frakie scrive:
    DDL Vergognoso.
    Vergognoso. Sostanzialmente esprimere la propria opinione su internet diventerà più grave del far parte di una associazione mafiosa. Fantastico paese che l'Italia sta diventando. Fantastico.
    • berlusconia no scrive:
      Re: DDL Vergognoso.

      Sostanzialmente esprimere la propria opinione su
      internet diventerà più grave del far parte di una
      associazione mafiosa. Immagino che simpatici personaggi come il Sig. Dell'Utri (parlamentare berlusconiano condannato in primo grado a 9 -nove- anni per concorso esterno in associazione mafiosa) trovino il tutto normale e quindi lo approvino in sede di votazione.
  • vor scrive:
    Libertà ... identità certa
    OK, la libertà di espressione, macominciamo col TOGLIERE L'ANONIMATO da Internet ...... in modo che ognuno debba ASSUMERSI LE RESPONSABILITA' di ciò che dice ...X ha il diritto di dire "uccidiamo Y", assumendonese le responsabilità,ma Y ha il diritto di sapere chi è X eha il diritto di poter in maniera veloce ed efficentequerelare X !!!
    • Locke scrive:
      Re: Libertà ... identità certa
      - Scritto da: vor
      OK, la libertà di espressione, ma
      cominciamo col TOGLIERE L'ANONIMATO da Internet
      ...
      ... in modo che ognuno debba ASSUMERSI LE
      RESPONSABILITA'
      di ciò che dice ...

      X ha il diritto di dire "uccidiamo Y",
      assumendonese le responsabilità,
      ma Y ha il diritto di sapere chi è X e
      ha il diritto di poter in maniera veloce ed
      efficente querelare X !!!Guarda che se non te ne sei accorto, tutta sta gente che su Facebook è andata nel gruppo "Tartaglia santo subito" ha nome e cognome scritto in bella evidenza... perchè lo sai che sta legge nasce per paura di Facebook, vero?E comunque se passa questo DDL, per compensazione bisognerebbe che i politici vengano nuovamente intercettati per vedere se partecipano ad attività illegali. Loro non vogliono rinunciare alla privacy ma noi dovremmo? Ridicolo
      • eromids scrive:
        Re: Libertà ... identità certa
        - Scritto da: Locke
        Guarda che se non te ne sei accorto, tutta sta
        gente che su Facebook è andata nel gruppo
        "Tartaglia santo subito" ha nome e cognome
        scritto in bella evidenza... (rotfl)ingenuo
    • maio scrive:
      Re: Libertà ... identità certa
      Bene Bravo, allora esempio:scientology perseguita i propri affiliati che si sono stufati delle balle imposte. Come da direttive una tale persona viene considerata negativa e sempre da direttive si parla di fair game. in esempio: denunciare in tribunale con lo scopo non di accertare la verita ma di sfinire economicamente, finanziariamente ed in termini di considerazione sociale {pensa che telefonao al tuo datore di lavoro dicendogli gran balle} la persona critica verso l'organizzazione. E non e' possibile da singolo che ha di gia' magari sperperato i suoi danari affrontare un colosso economico quele la setta e'.Inoltre, per quanto la persona che si e' "fatta XXXXXXX" dalla setta possa essere definita ingenua, i suoi racconti sono di grande utilita'.Se tra l'altro non sei d'accordo, beh, invece di postare da anonimo chiedendo che l'anonimato sia elimitato dalla rete renditi pubblico. Ti apsettero' sotto casa per spiegarti bene ed approfonditamente quali sono a mio parere le tue responsabilita'.
      • maio scrive:
        Re: Libertà ... identità certa
        nota i racconti di molti ex-scentologists sono anonimi.
        • zaadum scrive:
          Re: Libertà ... identità certa
          io se vedo che scrivi delle scemenze... forse mi dispiaccio per te, più facilmente me ne frego...sicuramente non ho la pulsione irrefrenabile di venire sotto casa tua a spiegarti "come stanno realmente le cose"chi sei scusa per credere di poter andare da chi che sia a spiegare come stanno realmente le cose?
    • zaadum scrive:
      Re: Libertà ... identità certa
      ma cosa ne sai di internet!l' anonimato non esiste!!!è ora di finirla ...smettetela!l' anonimato su internet è una bugia che hanno raccontato alla C@r..... per farle firmare un po' di decretiuna bugia che raccontano al popolo bue per giustificare i loro crimini contro la libertà personale!
      • sxs scrive:
        Re: Libertà ... identità certa

        ma cosa ne sai di internet!
        l' anonimato non esiste!!!Allora, visto che ne sai cosi' tanta,spiegaci perche' non siamo anonimied i termini di legge per utilizzare quete informazionidopodiche' firmati un po' con nome e cognome e se nonlo farai smettila tu!
        • zaadum scrive:
          Re: Libertà ... identità certa
          ma hai capito cosa ho scritto?ce l' hai con me?se per te su internet c'è l' anonimato, significa che vivi nel pianeta degli struzzi...se tu non vedi gli altri allora pure loro non vedono te!
          • zaadum scrive:
            Re: Libertà ... identità certa
            da "Guida Galattica per Autostoppisti"La Vorace Bestia Bugblatta di Traal è un pericolosissimo e ferocissimo animale alieno noto per essere tremendamente vorace ed ignominiosamente stupido.Secondo la Guida Galattica per Autostoppisti, per sfuggire alla Bestia Bugblatta di Traal, bisogna avvolgersi la testa in un asciugamano, in quanto la Bestia è talmente stupida da ritenere che se voi non potete vederla, nemmeno lei può vedere voi.
          • sxs scrive:
            Re: Libertà ... identità certa

            ma hai capito cosa ho scritto?
            ce l' hai con me?
            se per te su internet c'è l' anonimato, significa
            che vivi nel pianeta degli
            struzzi...Certo che ho capito, solo non credo tu abbia le competenzeche millanti di avere.
          • zaadum scrive:
            Re: Libertà ... identità certa
            non importa quello che io credo di sapere, ci sono dei dati oggettivi,dei fatti, che non cambiano di valore in funzione di chi li dichiara!sono
          • zaadum scrive:
            Re: Libertà ... identità certa
            ...e comunque al mondo c'è sempre qualcuno "più avanti di te"questo non esclude però la realtà dei fatti
          • sxs scrive:
            Re: Libertà ... identità certa

            questo non esclude però la realtà dei fattiLa realta' dei fatti e' che l'anonimato in rete esiste.Scrivimi una cartolina.
        • Mettiuz scrive:
          Re: Libertà ... identità certa
          Ha pienamente ragione, chi parla di anonimato su internet è semplicemente un ignorante. Non lo dico per offendere ma perchè effettivamente non è coscente dello strumento che usa. Se commetti un reato su internet, basta un ordine della magistratura per costringere il provider a fornire il tuo indirizzo IP (quindi la tua identità). L'anonimato in internet non esiste perchè internet non è sotto il controllo degli utenti ma dei provider che forniscono un servizio.
          • sxs scrive:
            Re: Libertà ... identità certa

            Se commetti un reato su internet, basta un ordine
            della magistratura per costringere il provider a
            fornire il tuo indirizzo IP (quindi la tua
            identità).Mamma mia che geni, sai che non lo sapevo proprio?!?!??E dimmi, entro quanto tempo il provider e' costrettoa conservare queste informazioni? E dimmi, secondo teil fatto che tali informazioni siano richiedibili sottocondizione di reato non ti dice niente???Dire l'anonimato in rete non esiste e' una gran XXXXXXX,io non sto commettendo nessun reato, questo messaggio e' anonimoe tra un po' di tempo lo restera' senza possibilita' di risalireal mio abbonamento.Sarebbe meglio dire: Se commetti un reato in rete e vieni perseguitopuoi essere rintracciato ammesso che i termini non siano scaduti e ilprovider sia ancora in condizione di fornire i log di rete(sempre poi che tu stessi operando dal tuo abbinamento o che siaabbinabile la persona fisica ecc ecc)L'anonimato in internet esiste eccome ed e' un bene.
          • zaadum scrive:
            Re: Libertà ... identità certa
            ma questo non è anonimato!"se, ma, forse..."la cosa importante è che i criminali possano essere perseguiti:si può fare,quindi il sistema funziona e non serve niente altro!Cioè:un sistema trasparente che consente a chiunque, anche al più miserabile, di esprimere la propria opinione e allo stesso tempo in grado di leggere prevenire e perseguire chi usa internet per commettere dei reati!
          • Lemon scrive:
            Re: Libertà ... identità certa

            Se commetti un reato su internet, basta un ordine
            della magistratura per costringere il provider a
            fornire il tuo indirizzo IP (quindi la tua
            identità).
            No, veramente sarebbe l'identità del router/modem, a meno che tu non abiti da solo (e ancora la cosa è discutibile) nessuno può dimostrare che davanti al PC ci fossi collegato tu se non con altre prove.
          • Mettiuz scrive:
            Re: Libertà ... identità certa
            Anche se non eri fisicamente te al PC sei comunque responsabile di ciò che viene fatto attraverso la tua connessione, per questo per le reti wifi pubbliche viene chiesta l'autenticazione
          • Lemon scrive:
            Re: Libertà ... identità certa
            - Scritto da: Mettiuz
            Anche se non eri fisicamente te al PC sei
            comunque responsabile di ciò che viene fatto
            attraverso la tua connessione, per questo per le
            reti wifi pubbliche viene chiesta
            l'autenticazionela rete wi-fi con autenticazione ti identifica personalmente ed è una cosa, per la connessione di casa non credo proprio che l'intestatario sia responsabile in caso di reato penale, se ti rubano l'auto e invsetono qualcuno o se ti rubano la pistola e sparano ad una persona, magari sei colpevole di incuria ecc ma non certo di omicidio, al massimo sei il maggiore indiziato.
          • pippo75 scrive:
            Re: Libertà ... identità certa


            la rete wi-fi con autenticazione ti identifica
            personalmente ed è una cosa, per la connessione
            di casa non credo proprio che l'intestatario sia
            responsabile in caso di reato penalea quanto mi risulta invece lo è, sempre se il "vero" colpevole non salta fuori.
            rubano l'auto e invsetono qualcuno o se ti rubano
            la pistola e sparano ad una persona, magari sei
            colpevole di incuria ecc ma non certo di
            omicidio, al massimo sei il maggiore
            indiziato.spera che non ti succeda, spera che prima del fatto tua abbia già fatto denuncia di furto.se ti rubano l'auto in un posto pubblico e dentro ci sono le chiavi ( che potresti dimenticar ), peggio ancora.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Libertà ... identità certa
            contenuto non disponibile
    • Carlo scrive:
      Re: Libertà ... identità certa
      - Scritto da: vor
      OK, la libertà di espressione, ma
      cominciamo col TOGLIERE L'ANONIMATO da Internet
      ...
      ... in modo che ognuno debba ASSUMERSI LE
      RESPONSABILITA'
      di ciò che dice ...Ok, comiciamo con togliere l'anonimato quando si va a votare, d'accordo ? Così poi ognuno si prende le proprie responsabilità.
      • sxs scrive:
        Re: Libertà ... identità certa

        Ok, comiciamo con togliere l'anonimato quando si
        va a votare, d'accordo ? Così poi ognuno si
        prende le proprie
        responsabilità.Esatto!!!Ma quelli cosi' non capiranno mai.
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: Libertà ... identità certa
      contenuto non disponibile
    • Sgabbio scrive:
      Re: Libertà ... identità certa
      Perchè posti d'anonimo allora ?
    • pippuz scrive:
      Re: Libertà ... identità certa
      - Scritto da: vor
      OK, la libertà di espressione, ma
      cominciamo col TOGLIERE L'ANONIMATO da Internetanonimato solo per chi evade e poi usa lo scudo fiscale?
    • Funz scrive:
      Re: Libertà ... identità certa
      Ti chiami vor di nome o di cognome?Inizia a scrivere qua nome cognome, indirizzo, età, lavoro, orientamento politico sessuale e religioso, tanto cosa hai da nascondere?
    • CCC scrive:
      Re: Libertà ... identità certa
      - Scritto da: vor
      OK, la libertà di espressione, ma
      cominciamo col TOGLIERE L'ANONIMATO da Internet
      ...
      ... in modo che ognuno debba ASSUMERSI LE
      RESPONSABILITA'
      di ciò che dice ...allora, tanto per iniziare, com'è che non sei un utente registrato di PI?non dai il "buon" esempio?con quale faccia tosta fai questi bei discorsi?
      X ha il diritto di dire "uccidiamo Y",
      assumendonese le
      responsabilità,
      ma Y ha il diritto di sapere chi è X e
      ha il diritto di poter in maniera veloce ed
      efficente
      querelare X !!!querela per cosa?semmai una denuncia... ma mi sa che manco sai cosa sono né l'una né l'altra...
  • Max3D scrive:
    secondo me ci sta
    Sostanzialmente sono daccordo, nel senso che non è possibile pensare che internet sia una cosa staccata dalla realtà e chi commette dei reati online deve pagare come, quanto e più di quanto si possa pagare "offline".Internet di fatto da possibilità di accedere ad un pubblico vastissimo, e pensare di poter commettere reati come "istigazione alla violenza" o "istigazione al razzismo" e non essere punibili solo perche' si è "online" e' quantomento assurdo. Io sono il primo a difendere "internet anarchica", se volete, ma di fatto una volta tra i net users, c'era una cosa chiamata Netiquette, termine che oggi è andato perso, così come il rispetto per l'avversario e la tolleranza per chi la pensa diversamente, ecco quindi che, quando gli utenti non sono più in grado di auto-regolarsi e dove gli administrator non posso/vogliono arrivare, è giusto che arrivi un autorità più forte.Le leggi prima che punire, servono a prevenire, responsabilizzano i cittadini e prevengono i reati e sono a difesa di tutti.
    • zaadum scrive:
      Re: secondo me ci sta
      non è questione di anarchia o di netiquette...è semplicemente ridicoloper non dire autoritariopretendere di zittire chi,assumendosi le proprie responsabilità,al contrario di colui che ad esempio scrive sui muri,decide di prendere una posizione o di esprimere un' opinione servendosi di internet per condividerla...e magari discuterne!questo in tutto il mondo si chiama.... non voglio farmi bannare! ma ci siamo capiti
      • Max3D scrive:
        Re: secondo me ci sta
        se lo dici nel modo giusto, non ti banna nessuno ;)invece di aprire un gruppo che si chiama "Ammazziamo Berlusconi"trova un termine "politically correct" e nessuno ti accuserà di istigazione alla violenza. IMO è questo a quello che puntano.
        • zaadum scrive:
          Re: secondo me ci sta
          se uno apre un gruppo del genere... dimostra solo di essere un cretino!credo semplicemente che a priori non si debba censurare nulla... altrimenti si creano dei precedenti che sono difficili da gestire.gruppi del genere lasciano il tempo che trovano, nel senso che non porteranno mai a nulla di significativo, sono degli idioti che non creeranno mai veri problemi...non vale la pena mettere in pericolo la libertà di espressione, perché è di questo che parlo, per ripulire la rete da un po' di immondizia!
          • xxx scrive:
            Re: secondo me ci sta
            vedi che sei d'accordo alla fine... noi stiamo solo dicendo che quel "cretino" dovrebbe essere perseguibile con vie legali... TUTTO QUA
          • Sgabbio scrive:
            Re: secondo me ci sta
            Con una pena spropositata ai reati veri.... poi chi mi dice che questa geniale idea non venga applicata in altri modi ?
          • zaadum scrive:
            Re: secondo me ci sta
            esatto!il punto è proprio questo, creare un precedente per poi mettere ogni dissenso fuori legge!
          • Max3D scrive:
            Re: secondo me ci sta
            purtroppo dobbiamo sempre affidarci al buon senso dei PM e dei Giudici, è qui che casca l'asino. :(
    • pippuz scrive:
      Re: secondo me ci sta
      - Scritto da: Max3D
      Sostanzialmente sono daccordo, nel senso che non
      è possibile pensare che internet sia una cosa
      staccata dalla realtà e chi commette dei reati
      online deve pagare come, quanto e più di quanto
      si possa pagare
      "offline".perché di più e non allo stesso modo? Non sarebbe sufficiente aggiungere ai vari reati esistenti le parole "e in forma telematica"?
      Internet di fatto da possibilità di accedere ad
      un pubblico vastissimo, e pensare di poter
      commettere reati come "istigazione alla violenza"
      o "istigazione al razzismo" e non essere punibili
      solo perche' si è "online" e quantomento
      assurdo.ti faccio una domanda: in Italia si raggiungono più persone con internet o con la televisione? perché è possibile dare a qualcuno del "farabutto" o dire che qualcuno "vada a morire ammazzato" mentre non sarebbe possibile farlo in rete? perché quando il 69,qualcosa % si informa tramite la tv, questa può diventare un mezzo di calunnia, istigazione a delinquere, etc. mentre per la rete questo dovrebbe diventare un aggravante?
      • Max3D scrive:
        Re: secondo me ci sta
        perche' la rete e' interattiva,posso fare una "relazione" istigando all'omicidio di una persona, tuoi potresti ribattere che sono un maniaco violento, ma nel momento in cui cerco di convincerti del contrario, non convinco solo te e altre 10 persone che ci sono intorno, ma tutti quelli che passano per quella pagina. Nel caso specifico di "Uccidiamo Berlusconi" erano 14000 da quello che ho letto dalle immagini passate al TG5
        • zaadum scrive:
          Re: secondo me ci sta
          bella fonte usi!e poi vieni a farci la predica?
        • pippuz scrive:
          Re: secondo me ci sta

          perche' la rete e' interattiva,posso fare una
          "relazione" istigando all'omicidio di una
          persona, tuoi potresti ribattere che sono un
          maniaco violento, ma nel momento in cui cerco di
          convincerti del contrario, non convinco solo te e
          altre 10 persone che ci sono intorno, ma tutti
          quelli che passano per quella pagina. un comizio non è interattivo? una discussione al bar non è interattiva? Pensa, un uomo, partendo da un bar, ha convinto milioni di persone a sterminare altri milioni di persone, il tutto senza internet.e tralascio di spiegarti come l'interattività, fra l'altro, non c'entri un bel nulla. Devi vivere nel paese del Bianconiglio per non accorti (edit: accorgerti) che lo strumento più efficace per convincere qualcuno delle proprie idee è, qui ed ora, il medium televisivo, che di sicuro interattivo non è, che non ammette possibilità di replica (a meno che non lo decida chi quel mezzo lo controlla) e che raggiunge, qui ed ora, milioni di familie contemporaneamente e non quelli che, volontariamente, vanno a leggersi la paginetta internet.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 22 dicembre 2009 17.37-----------------------------------------------------------
    • pipij scrive:
      Re: secondo me ci sta
      Quindi se scrivi un articolo in un blog dicendo che in qualche modo quel pazzo deve essere fermato e poi un terzo sconosciuto gli spacca una bottiglia o una madonnina in testa sei d'accordo a farti 3 anni di galera?
  • ortega7 scrive:
    Saper fare
    "a chiunque, comunicando con più persone in qualsiasi forma, istighi a commettere uno o più tra i delitti contro la vita e l'incolumità di un individuo"Bisogna vedere quanto è istigabile l'istigato. O no?
  • Bomboi scrive:
    ADESSO STATE CAGANDO FUORI DAL VASO!
    Leggi - leggine e ... idee fasulle senza sostanza!
  • Roberto scrive:
    Incredibile! un DDL decente in italia!
    Non ci posso credere! Sono riusciti a proporre una legge _che_ha_senso_ (almeno per quel che sembra). non avrei mai creduto possibile una cosa simile in italia!
    • xxx scrive:
      Re: Incredibile! un DDL decente in italia!
      sperando non sia sarcasmo, sono d'accordo, forse esagerato il minimo della pena... ma in fondo in Italia qualsiasi pena, anche l'ergastolo, viene poi magicamente decimata...
      • maio scrive:
        Re: Incredibile! un DDL decente in italia!
        quale problema avete con la liberta' e/o la rete?Ma basta questi novizi e/o incapaci che dopo aver scoperto i forum credono di conoscere internet come uno che ha installato una slackware con i floppy!
        • xxx scrive:
          Re: Incredibile! un DDL decente in italia!
          come ho detto sopra, LIBERTA' NON E'FARE QUELLO CHE VUOI, altrimenti autorizziamo anche i pedofili... attualmente per le violazioni penali fatte sul web è difficile operare, si sta solo cercando di dare mezzi alla MAGISTRATURA per intervenire... poi possiamo discutere sul merito del provvedimento (pene previste), pero' non mi sembra una cosa così strana...
          • Sgabbio scrive:
            Re: Incredibile! un DDL decente in italia!
            MA LE LEGGI CI SONO GIA' Ma l'articolo l'avete letto ?
          • xxx scrive:
            Re: Incredibile! un DDL decente in italia!
            guarda, non sono esperto di legge, quindi non sono sicuro che le leggi prevedano tutto e diano i mezzi per operare facilmente ma potrebbe essere.Anche ponendo che sia una legge inutile, tu poni quindi un'altra questione... un conto è dire che una legge è inutile, un altro è che lede la libertà... sarai d'accordo su questo spero.
          • maio scrive:
            Re: Incredibile! un DDL decente in italia!
            se sappiamo dare definizioni esclusivamente in negativo probabilmente non conosciamo il significato originale della parola che cerchiamo di definire
  • Guybrush scrive:
    Qualcosa di buono e' stato pensato.
    Non si tratta di condannare l'uso di questo o quel social network, ma di colpire quei comportamenti che sono gia' contrari alla legge (l'istigazione a delinquere).L'oggetto della pena non è più il servizio a cui accedono anche i cittadini "onesti", ma il colpevole di un reato gia' sanzionato.Insomma: fino a ieri eravamo tutti contro la censura su facebook, invocando l'applicazione della legge contro chi effettivamente quela legge viola, e adesso?GT
    • Sgabbio scrive:
      Re: Qualcosa di buono e' stato pensato.
      Peccato che le leggi ci sono giò, questa è idiota per la sue pene e il suo concetto stesso.
  • Umbertone scrive:
    bossoli pronti
    Umberto Bossi minaccia di "imbracciare i fucili" se le schede elettorali non verranno ristampate. aprile 2008
    • Umbertone scrive:
      Re: bossoli pronti
      Bossi: "Fucili contro la canaglia romana". Parla a Verbania, sul Lago Maggiore, il leader della Lega e chiude il suo intervento con una delle minacce da lui più frequentate: visto che quella delle schede è "una vera XXXXXta", "se necessario imbracceremo i fucili contro la canaglia centralista romana"
      • Umbertone scrive:
        Re: bossoli pronti
        La violenza . scrive El Cid ., quando viene usata per autodifesa o protezione degli indifesi, e' un atto di coraggio di gran lunga migliore della sottomissione. Mi sono dichiarato favorevole all' addestramento militare di coloro che credono nel metodo della violenza.
        • Finetti scrive:
          Re: bossoli pronti
          Quelle cinquantamila braccia irrigidite nel saluto romano, quei "viva il duce" urlati sotto il balcone fatale di piazza Venezia, e poi tutto l' armamentario minaccioso della destra estrema: croci runiche, gagliardetti, teschi, giù giù fino al saluto finale dell' onorevole Alessandra, quel "grazie nonno" che potrebbe suonare innocente e un po' comico se non fosse che il nonno in questione si chiamava Benito Mussolini. E quella parola che sembrava tabù, confinata per sempre nei ricordi peggiori: fascismo, urlata a piena gola, gettata come una sfida alla democrazia. Tutto questo a Roma, nel centro della Capitale, un sabato pomeriggio. E allora la preoccupazione di molti si trasforma in paura. Nella memoria di ciascuno, anche di chi non c' era, di chi non era nato, ma ha saputo dopo, scattano orribili immagini: ieri il Ghetto, oggi Rostock. Ieri la caccia all' ebreo, oggi all' asylanten, allo straniero, al diverso. Come è potuto accadere, cinquantamila a Roma per gridare "viva il fascismo, viva il Duce", a due passi dal Parlamento, dal Quirinale, nella città che fino a qualche anno fa aveva una giunta di sinistra? Eppure è sucXXXXX. "Possibile che qualche saluto romano abbia creato tanta agitazione?", minimizza oggi il segretario del Msi Gianfranco Fini che sabato guidava la manifestazione. "Non scherziamo - aggiunge - nel parossismo del sistema c' è qualcosa di più profondo e più pericoloso. Il sistema ha paura e deve difendersi ad ogni costo. Ha paura che la protesta esploda anche al centrosud e si indirizzi verso il Msi". Insomma Lega al Nord e Msi al Sud. E infatti Fini ha già dichiarato guerra a Bossi. "Difenderemo l' unità nazionale a qualsiasi costo", ha giurato il leader missino contro le minacce secessioniste dei lumbard.
          • stampa germana scrive:
            Re: bossoli pronti
            http://orientalia4all.net/post/barlusconi-e-la-violenza-alla-giustizia
      • bossi in galera scrive:
        Re: bossoli pronti
        - Scritto da: Umbertone
        Bossi: "Fucili contro la canaglia romana". Non è Bossi, è il pregiudicato -pluricondannato con senze definitive- Bossi. Ricordiamocelo sempre. E soprattutto chiediamoci perchè non ha mai fatto un giorno di galera.
    • Reggio emilia scrive:
      Re: bossoli pronti
      A Reggio Emilia il leader della Lega ha attaccato in modo duro e violento lUnione di Centro dicendo che in Italia i vecchi Dc stanno cercando di tornare e per questo meritano legnate. Il leader della Lega si accanisce contro lUdc dal palco allestito nella piazza principale di Reggio Emilia durante un comizio elettorale. XXXXXX dice che Berlusconi chiacchiera e la Lega comanda e che questo è un danno per il Paese. «XXXXXX è un XXXXX» si è limitato a commentare il ministro e leader della Lega, Umberto Bossi, a margine di una manifestazione elettorale a Reggio Emilia.
    • Shiba scrive:
      Re: bossoli pronti
      - Scritto da: Umbertone
      Umberto Bossi minaccia di "imbracciare i fucili"
      se le schede elettorali non verranno ristampate.


      aprile 2008Sì, sono mesi che aspetto che quell'esercito di scimmie passi da Modena per scaraventare loro in testa olio bollente. ;)
  • Silvan scrive:
    Buonsenso
    A tutte le persone che scrivono con il dente avvelenato, mi permetterei di fare una domanda: Sareste felici e contenti se qualcuno, o molti, asserissero in siti internet, visibili da tutti, che siete dei XXXXXXXX pedofili mafiosi e che qualcuno dovrebbe avere il coraggio di ammazzarvi?Io sinceramente direi che i XXXXXXXX sono loro e vorrei essere tutelato da simili persone che infangano e minacciano la mia vita. Mentre invece accetterei volentieri un confronto di idee, anche molto diverse fra loro, e poi andrei a votare per chi sostiene quelle che mi convincono di più. Questa è democrazia. Perultimo mi chiedo se il buonsenso è ancora un valore importante in questa società.
    • Anto scrive:
      Re: Buonsenso
      A me non disturba.. che dicano quello che vogliono di me: se è falso non mi tocca assolutamente.Ah, scusate, ragionavo da adulto.
      • mr_caos scrive:
        Re: Buonsenso
        Ragionavi da adulto un po' ottuso. Ti faccio solo un esempio tra i 10000 possibili. Supponiamo che io stia cercando un dirigente per il marketing della mia azienda. Ho 2 possibili candidati, vagamente equivalenti sulla carta. Tu sei uno dei 2. Allora faccio una ricerca su internet. Sull'altro trovo qualche notiziola dai siti delle conferenze di settore. Su di te la stessa cosa, piu' un paio di gruppi facebook e myspace dove vieni insultato, e piu' o meno circonstanziatamente accusato di un paio di reati. Cosa credi che faro'?
        • Locke scrive:
          Re: Buonsenso
          - Scritto da: mr_caos
          Allora faccio una ricerca su internet.
          Sull'altro trovo qualche notiziola dai siti delle
          conferenze di settore. Su di te la stessa cosa,
          piu' un paio di gruppi facebook e myspace dove
          vieni insultato, e piu' o meno
          circonstanziatamente accusato di un paio di
          reati.

          Cosa credi che faro'?Quindi se io scrivo su Facebook il gruppo "Mario Rossi è un fanXXXXXsta" faccio perdere il lavoro a decine di migliaia di persone! Fico! Vado subito su Facebook e fare un po' di gruppi così alzo il tasso di disoccupazione dell'Italia :DA parte questa che è una stupidata... bisogna anche vedere chi è che da queste notizie, vere o false che siano.E' il gruppo su Facebook della bocciofila del quartiere, in cui il 2° candidato con la sua squadra ha vinto per XXXX la coppa e il suo avversario lo sXXXXXXX? Me ne frega niente.E' il sito web myspace gestito da piccoli bulletti che per gioco danno addosso a chi la pensa diversamente da loro? Me ne frega niente.E' il sito di un importante quotidiano o di un famoso blogger che accusa citando fonti? Inizio gia più a stare sull'attenti, di certo questo ha più peso che non Myspace o Facebook.Secondo la tua idea, Alberto Stasi ormai non dovrebbe più trovare lavoro, in quanto innocente (fino a prova contraria) ma sXXXXXXXto a vita a causa dell'incidente di Garlasco? E tutte le vittime di mala informazione che viene additata dai media come "terrorista" poi le indagini smentiscono questa tesi, con i media che zitti zitti non scrivono neanche 2 righe di scuse?
          • mr_caos scrive:
            Re: Buonsenso

            Quindi se io scrivo su Facebook il gruppo "Mario Rossi
            è un fanXXXXXsta" faccio perdere il lavoro a decine
            di migliaia di persone! Fico! Vado subito su Facebook
            e fare un po' di gruppi così alzo il tasso di
            disoccupazione dell'ItaliaA bocca apertaNon è quello che ho detto io. In ogni caso ci sono già stati casi di cronaca vagamente connessi.
            A parte questa che è una stupidata... bisogna anche
            vedere chi è che da queste notizie, vere o false che
            siano.Nel caso i 2 siano esattamente equivalenti puo' bastare l'informazione del gestore della bocciofila, vera o falsa, a farmi propendere per l'altro candidato.
            Secondo la tua idea, Alberto Stasi ormai non
            dovrebbe più trovare lavoro, in quanto innocente
            (fino a prova contraria) ma sXXXXXXXto a vita a
            causa dell'incidente di Garlasco? Infatti io non lo assumerei mai. Purtroppo pero', viste la totale distorsione mediatica della società in cui viviamo, lui ha molte piu' possibilità di trovare lavoro. In televisione o altrove.
            E tutte le vittime di mala informazione che viene
            additata dai media come "terrorista" poi le indagini
            smentiscono questa tesi, con i media che zitti
            zitti non scrivono neanche 2 righe di scuse?Mi spiace, ancora una volta, in presenza di un'alternativa equivalente, non li assumerei mai. Non sta a me favorire il rientro in società delle povere vittime di mala informazione. Nel mio interesse personale, anche il minimo dubbio mi fa optare per l'alternativa.E' appunto per questo che il tema è estremamente importante!
        • Teo_ scrive:
          Re: Buonsenso
          - Scritto da: mr_caos
          Ragionavi da adulto un po' ottuso. Ti faccio solo
          un esempio tra i 10000 possibili. Supponiamo che
          io stia cercando un dirigente per il marketing
          della mia azienda. Ho 2 possibili candidati,
          vagamente equivalenti sulla carta. Tu sei uno dei
          2. Allora faccio una ricerca su internet.
          Sull'altro trovo qualche notiziola dai siti delle
          conferenze di settore. Su di te la stessa cosa,
          piu' un paio di gruppi facebook e myspace dove
          vieni insultato, e piu' o meno
          circonstanziatamente accusato di un paio di
          reati.

          Cosa credi che faro'?Se sei furbo proverai a cercare anche cosa scrive a sua discolpa e indagherai un po, scoprendo che è stato il suo concorrente, sua ex., la concorrenza, il suo avversario politico a creare i gruppi. Poi li incontrerai entrambi per vedere quale è il candidato migliore.
          • mr_caos scrive:
            Re: Buonsenso

            Se sei furbo proverai a cercare anche cosa
            scrive a sua discolpa e indagherai un po,
            scoprendo che è stato il suo concorrente,
            sua ex., la concorrenza, il suo avversario
            politico a creare i gruppi. Poi li incontrerai
            entrambi per vedere quale è il candidato migliore.Beh intanto li ho già incontrati entrambi piu' volte. E poi no! Non andro' a indagare. Non ho tempo da perdere ed ho già un alternativa.
          • Teo_ scrive:
            Re: Buonsenso
            - Scritto da: mr_caos

            Se sei furbo proverai a cercare anche cosa

            scrive a sua discolpa e indagherai un po,

            scoprendo che è stato il suo concorrente,

            sua ex., la concorrenza, il suo avversario

            politico a creare i gruppi. Poi li incontrerai

            entrambi per vedere quale è il candidato
            migliore.

            Beh intanto li ho già incontrati entrambi piu'
            volte.

            E poi no! Non andro' a indagare. Non ho tempo da
            perdere ed ho già un
            alternativa.A me invece i pregiudizi non piacciono e cercherei di capirne di più anche se mi può costare del tempo.
          • mr_caos scrive:
            Re: Buonsenso
            Ok, solo tra noi due ha già perso il 50% delle oppurtunità. ;-)
          • Teo_ scrive:
            Re: Buonsenso
            - Scritto da: mr_caos
            Ok, solo tra noi due ha già perso il 50% delle
            oppurtunità.
            ;-)Io direi che ci ha guadagnato avendo disponibile il 50% migliore dellofferta :pE te lo dico da chi è stato diffamato nel proprio paese, trovando appoggio proprio da chi in seguito a quelle voci ha preferito informarsi meglio per scoprire gli ignobili fini di chi lo ha fatto.
          • pinco pallino scrive:
            Re: Buonsenso
            - Scritto da: Teo_
            - Scritto da: mr_caos

            Ok, solo tra noi due ha già perso il 50% delle

            oppurtunità.

            ;-)

            Io direi che ci ha guadagnato avendo disponibile
            il 50% migliore dellofferta
            :p
            E te lo dico da chi è stato diffamato nel proprio
            paese, trovando appoggio proprio da chi in
            seguito a quelle voci ha preferito informarsi
            meglio per scoprire gli ignobili fini di chi lo
            ha
            fatto.Adesso ha perso il 67% circa di probabilità di essere assunto,contando il sottoscritto.
    • Shiba scrive:
      Re: Buonsenso
      Confronto di idee? Certo, se le idee ce le mette solo lui allora è perfettamente d'accordo. Ma che confronto di idee ti aspetti da uno che non ammette nemmeno davanti all'evidenza di aver portato un mafioso in casa?
    • echoesp1 scrive:
      Re: Buonsenso
      Non si discute sull'offesa, ma sulla libertà.Io posso essere libero di esprimere la mia opinione? Si.Tu puoi essere libero di querelarmi? Si.Con questi provvedimenti invece alle stesse domande si risponde "No" e "Si".Questo non è buon senso, ma dittatura.E poi scusa, secondo la tua logica allora esiste una universale verità che tutti riconoscono.Ma non è così: quello che per te è male non lo è per il mondo intero.
    • xxx scrive:
      Re: Buonsenso
      secondo me sei l'unico qua con buon senso, felice di trovare qualcuno "fuori dal coro".Ragazzi, LIBERTA' non vuol dire FACCIO QUELLO CHE VOGLIO, lo vogliamo capire? qua non si sta parlando di censura, ma impedire di andare oltre.Secondo il vostro ragionamento io dovrei essere libero di aprire un blog e fare apologia del fascismo o dire che violentare bambini è un mio diritto, e se mi viene vietato si lede la mia libertà.Possiamo discutere sulla pena, il minimo di 3 anni in effetti mi pare eccessivo, pero' ragazzi... BUON SENSO...amen
    • pippuz scrive:
      Re: Buonsenso

      [...]Esistono i reati di diffamazione, di minacce, istigazione a delinquere e apologia di reato. Basta dire che valgono pure per le comunicazioni telematiche e il gioco è fatto.Altra cosa: a te pare buonsenso che uno che pur minaccia via web rischi più di uno stupratore?
      • pippuz scrive:
        Re: Buonsenso
        Tartaglia rischia 5 anni per la sua aggressione. Con la legge proposta, chi ha inneggiato al suo gesto rischia 12 anni. È buonsenso questo?
    • Carlo scrive:
      Re: Buonsenso
      - Scritto da: Silvan
      A tutte le persone che scrivono con il dente
      avvelenato, mi permetterei di fare una domanda:
      Sareste felici e contenti se qualcuno, o molti,
      asserissero in siti internet, visibili da tutti,
      che siete dei XXXXXXXX pedofili mafiosi e che
      qualcuno dovrebbe avere il coraggio di
      ammazzarvi?Sai quante volte quelle cose le dicono di qualcuno in TV ? E poi magri quel qualcuno viene assolto dalle accuse, ma per la gente è rovinato per sempre. Perché allora non danno 12 anni anche ai giornalisti ?La rete è un mezzo a disposizione di tutti, è questa la cosa che a chi comanda proprio non va giù. A differenza di giornali e TV, per accedere ai quali occorrono soldi e "agganci" vari, se uno viene diffamato in rete può sempre mettersi a scrivere a sua volta, e difendersi come e quando vuole.Sempre a differenza di giornali e TV, in rete è un mezzo incontrollabile, nel bene e nel male, ed è giusto che sia così perché questo dà voce a chi non ha potere. Perfino in Iran, grazie alla rete, chi comanda non riesce ad impedire che il mondo venga informato di quello che accade, ma questo è possibile solo se in rete c'è libertà, il che vuol dire libertà di attaccare (magari a sproposito) ma anche libertà di difendersi, perché non può esistere la seconda se non c'è la prima.Comunque tranquilli: la rete è nata per resistere ad una guerra atomica, non saranno certo un paio di DDL del piffero a bloccarne il funzionamento.
    • Mettiuz scrive:
      Re: Buonsenso
      Forse dimentichi che questi reati sono già previsti, bastava estendere la legge per farla valere anche sul web, invece è stato inventato un nuovo tipo di reato punito con più anni di carcere dello stupro e senza attenuanti anzi, con l'aggravante di aver usato il web...la verità è che delle centinaia di persone inutili che sono in parlamento nessuno ha idea di cosa si parli quando si fa riferimento al web 2.0 e social network quindi fanno leggi assurde con pene esagerate per intimidare le persone e risolvere il LORO problema alla radice...
      • so tutto io scrive:
        Re: Buonsenso
        - Scritto da: Mettiuz
        Forse dimentichi che questi reati sono già
        previsti, bastava estendere la legge ...esatto! il tipo non ha capito che qui non si tratta di essere tutelati da chi ci minaccia perche' gia' lo siamo attraverso gli strumenti attuali ...qui invece si tratta di disapprovare una legge palesemente inutile e intimidatoria per la libera opinione del popolo del web!
    • EffeGi scrive:
      Re: Buonsenso
      Sono in perfetta sintonia con quanto scrivi.
  • eaman non mi ricordo il login scrive:
    Ha un suo senso
    Dato che hanno il controllo di buona parte delle televisioni,e un buona penetrazione sul mercato editoriale cartaceocercano di intervenire sull'unico media che non riesconoa controllare. Ancora.
  • afiorillo scrive:
    Da grande potere...
    ...deriva grande responsabilità. Sono d'accordo con la proposta di legge, anche con l'aggravante. Di fatto, Internet è uno strumento spettacolare: permette a chiunque di comunicare potenzialmente col mondo intero in pochi secondi. Un grande potere, sconosciuto all'era pre-net.Di conseguenza, anche la responsabilità è grande. Un conto è se chiacchiero al bar con un mio amico, magari sottovoce; altro è se pubblico su Facebook o su un blog accessibile a tutti. Ben altro.
    • topolinik scrive:
      Re: Da grande potere...
      Ma il reato di istigazione a delinquere esiste già!Che senso ha questa legge?Io posso benissimo andare in piazza (perché posso dire quello che voglio) e dirne di tutti i colori contro il nano e se istigo qualcuno alla violenza (e me lo devi dimostrare, prima), allora sono cavoli miei.Ma qui che facciamo? Se parlo a 100 persone in piazza va bene e se parlo a 101 sul mio blog non va più bene?Ma abbiamo davvero perso il senno?(PS. nota che in entrambi i casi ci metto faccia, nome e cognome, quindi mi beccano comunque)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 21 dicembre 2009 23.56-----------------------------------------------------------
      • geppo12 scrive:
        Re: Da grande potere...
        La legge ha senso in quanto come spiegato nell'atricolo in italia non vale il principio di "analogia" quindi se nel codice non c'e' scritto esplicitamente che sono comprese le comunicazioni telematiche, il reato di apologia non può essere applicato alle comunicazioni telematiche come, del resto, è scritto dettagliatamente nell'articolo. Se vai in piazza e lo dici a 100 persono commetti sempre il reato, se poi non ti vogliono perseguire è un'altro paio di manicheMi sembra che la legge sia decente....Come ha scritto qualcuno in un'altro commento, magari le pene sono un po' troppo alte ma poi le abbassano sempre in fase di gidizio con tente attenuanti generiche.Giuseppe-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 22 dicembre 2009 09.46-----------------------------------------------------------
        • geppo12 scrive:
          Re: Da grande potere...
          l'incitamento è peggio che consumare un reato. Se mi permetti un paragone forse un po troppo stiracchiato, l'odio di Hitler nei confronti degli ebrei si è trasformato in campi di sterminio. L'odio seminato da chi ha convenienza in una certa guerra si trasforma in atti di terrorismo, l'odio seminato da un certo tipo di amministrazioni Americane si trasforma nei craceri di Guantanamo.... spero di non dover contunare oltre.Chi semina odio va punito molto più severamente di chi attua un atto perche potenziamente è resmponsabile di molti crimini. Questa è la mia idea, poi magari dico anche fesserie.CiaoGiuseppe
          • pippuz scrive:
            Re: Da grande potere...
            - Scritto da: geppo12
            l'incitamento è peggio che consumare un reato. Se
            mi permetti un paragone forse un po troppo
            stiracchiato
            Chi semina odio va punito molto più severamente
            di chi attua un atto perche potenziamente è
            resmponsabile di molti crimini.sai perché è un paragone troppo stiracchiato? perché l'istigazione all'odio razziale esiste già (si può quindi estenderlo a quello realizzato telematicamente, se non fosse previsto) e, a differenza di come la pensi tu, è punito con pene molto leggere rispetto a quelle a cui si incita. Per fare un esempio (v. Gentilini) per l'incitamento a quello che può essere considerato istigazione alla "pulizia etnica" ("Dobbiamo ripulire le strade dai neri, dai gialli, dai nomadi e anche dai rossi..." mi fermo qui per lo schifo, immagino che la pena per queste cose sia l'ergastolo), era stata chiesta una condanna a un anno e cinque mesi di carcere e una multa di circa 6.000 euro.Enorme differenza, quindi, tra pena a cui si istiga e pena per chi istiga e basta.edit: vedi http://it.wikipedia.org/wiki/Istigazione_a_delinquereCiò detto, non comprendo l'aggravante per l'utilizzo di mezzi telematici.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 22 dicembre 2009 18.26-----------------------------------------------------------
          • geppo12 scrive:
            Re: Da grande potere...
            Guarda che se per l'istigazione all'odio raziale (se è come dici tu) la pena è cosi bassa, andrebbe estesa anche quella. Tutto ciò che semina odio andrebbe punito più severamente del crimine in se. I motivi te li ho già spiegati.Circa il fatto di includere internet è perchè in intalia non è permessa analogia, quindi se in qualunque di queste leggi non c'e' scitto "telematico" la legge ed il reato non si può applicare. (Leggi bene l'articolo). Quindi scrivere da qualche parte telematico era più che necessario.Inoltre distinguere da istigazione a delinquere da istigazione all'incolumita della persona è una cosa molto diversa. Se mi dici che i nostri prolitici sono XXXXXXX perche l'anno fatto solo perchè l'incolumità era quella di Berlusconi sono daccordo , ma la legge in se non mi sembra cosi negativa. Visto il can can mediatico relativo all' evento e le dichiarazioni di Maroni direi che poteva uscire fuori qualcosa di molto peggio tipo oscuriamo tutti i siti dove c'e' una blanda minacca.Ci e' andata ancora bene.Giuseppe
          • pippuz scrive:
            Re: Da grande potere...
            - Scritto da: geppo12
            Guarda che se per l'istigazione all'odio raziale
            (se è come dici tu) la pena è cosi bassa,
            andrebbe estesa anche quella. Tutto ciò che
            semina odio andrebbe punito più severamente del
            crimine in se. I motivi te li ho già spiegati.Prendo atto, ma non sono d'accordo. Considera che se qualcuno viene poi effettivamente istigato (cioè compie il reato a cui si istigava), l'istigatore diviene corresponsabile del reato, oltre che istigatore, con tutto quello che ne comporta.
            Circa il fatto di includere internet è perchè in
            intalia non è permessa analogia, quindi se in
            qualunque di queste leggi non c'e' scitto
            "telematico" la legge ed il reato non si può
            applicare. (Leggi bene l'articolo). Quindi
            scrivere da qualche parte telematico era più che
            necessario.L'avevo letto bene. Quella dell'avvocato è un'opinione, probabilmente corretta, ma mi pare ci fosse la premessa di una discussione (può essere che fosse in un altro caso e confondo le cose). Se è così, perfetto, includiamolo.
            Inoltre distinguere da istigazione a delinquere
            da istigazione all'incolumita della persona è una
            cosa molto diversa. Se mi dici che i nostri
            prolitici sono XXXXXXX perche l'anno fatto solo
            perchè l'incolumità era quella di Berlusconi sono
            daccordo , ma la legge in se non mi sembra cosi
            negativa. Non ho un problema con l'incolumità di Berlusconi (o di chiunque altro), ma a mio avviso si tratta di una legge inutile. Per l'istigazione a delinquere c'è una pena fino a (massimo) 5 anni. Di più, mi sembra francamente esagerato (considerando che se il reato viene commesso, l'istigatore ne paga le conseguenze ulteriormente). Ovviamente si tratta solo della mia opinione.
    • ris8_allo_zen0 scrive:
      Re: Da grande potere...
      Anche TV e giornali sono strumenti spettacolari. Perché uno come La Russa (1) o Bossi (2) dovrebbero farla franca e l'ultimo pincopallino che dice "se l'è cercata" no?Ma poi la vogliamo smettere di trattare gli italiani come degli automi che fanno quello che sentono? Mi pare che abbiamo un cervello per ragionare e distinguere le fantasticherie (anche se di cattivo gusto) dalla realtà. Si pensi piuttosto a punire adeguatamente chi sbaglia in questo, tipo Tartaglia.(1) "Possono morire loro e quei finti organismi internazionali che non contano nulla", dalla trasmissione televisiva La vita in diretta, RaiUno, 4 novembre 2009(2) "Se la sinistra vuole scendere in piazza abbiamo trecentomila martiri pronti a battersi. E non scherziamo... mica siam quattro gatti, verrebbero giù anche dalle montagne con i fucili, che son sempre caldi", Corriere della sera, 29 aprile 2008
    • beebox scrive:
      Re: Da grande potere...
      - Scritto da: afiorillo
      ...deriva grande responsabilità. Sono d'accordo
      con la proposta di legge, anche con l'aggravante.Chi comanda non ammette che vi sia qualcosa che sfugge al suo controllo, tutto qui. Comunque questa legge non servirà a nulla, come i molti altri tentativi simili.
  • Marco Pizzioli scrive:
    vergognoso!
    voglio vedere se tiravano qualcosa in testa a qualcun altro se succedeva tutta sta cagnara. sono tutti succubi di berlusconi e adesso fanno i maestrini per nascondere il fatto che anche loro sono "contenti" di quello che è sucXXXXX.il fatto che uno scriva in dei social network dove è indispensabile registrarsi e connettersi, vuol dire che quello che scrive è leggibile solo a quelli che usufruiscono di quel servizio. e comunque la libertà di parola e pensiero resta intoccabile! adesso non si può neanche essere felici se a uno che ti sta sulle scatole lo menano? non ho mica detto io o altri a tartaglia di fare quel gesto! siamo sempre a un passo dalla dittatura...
    • Regur Mortis scrive:
      Re: vergognoso!
      Visto berlusconi pieno di sangue come si faceva vedere? per bene e inquadrare? e gli schizzi finti? su youtube è pieno di video che alzano più di qualche dubbio sull'accaduto.
      • Incubo notturno scrive:
        Re: vergognoso!
        - Scritto da: Regur Mortis
        su youtube è pieno di video che alzano più
        di qualche dubbio
        sull'accaduto.Su YouTube è pieno di video pure sugli ufo, teorie del complotto di ogni sorta e ogni cagata che la mente umana possa concepire.
  • lellykelly scrive:
    non sono comunista
    ne puntatore di diti verso il caro leader, ma mi viene da bestemmiare ed essere aggressivo. queste cose vanno oltre la politica, qua si va verso un regime totalitario.IMHO
    • Roberto Di scrive:
      Re: non sono comunista
      Te ne accorgi solo ora?
      • lellykelly scrive:
        Re: non sono comunista
        no, hai una soluzione attuabile senza dire inaplicabili?
        • Roberto Di scrive:
          Re: non sono comunista
          Io non ho soluzioni ma se si é a questo punto una ragione ci sará o no?Il malgoverno italiano é storico e fintanto che ci sono persone chea parole vogliono cambiamenti e poi si fanno lobotomizzare dai mediao credodono come mia madre che chi é ricco é una persona a posto.....PS io l'Italia l'ho lasciata a 21 anni nel lontano 1981.
          • Roberto Di scrive:
            Re: non sono comunista
            Ho dimenticato di scrivere: una speranza mi resta e che il No B Dayporti risultati concreti staremo a vedere.
          • lellykelly scrive:
            Re: non sono comunista
            come i congressi in piazza di grillo? pacchi di firme fatte per niente?
          • Roberto Di scrive:
            Re: non sono comunista
            Ho scritto che spero che succeda qualcosa ma se non cambia nienteallora vuol dire che la maggioranza del paese é giá lobotomizzata?Se é cosí cosa rimane secondo te? solo rassegniazione e magna magna finché puoi che non si sa che sará domanio peggio in questo caos solo i furbi hanno da guadagnare?Spero, ma non per me ma per la generazione a venire forse appartieni anche tu a questa generazione?
          • lellykelly scrive:
            Re: non sono comunista
            fin che si rimane a fare gli idealisti davanti ad un monitor è ovvio che le cose non cambiano.fin che l'amor di patria rimane un ricordo, a chi interessa ottenere il minimo per vivere come persone e non come pappagalli in gabbia?cosa ci manca? la libertà? di cosa? possiamo comprare quello che ci pare soldi permettendo, possiamo andare al cinema, ai ristoranti, in chiesa, a fare benzina, in vacanza, ecc...siamo a posto, va bene così.
          • Roberto Di scrive:
            Re: non sono comunista
            - Scritto da: lellykelly
            cosa ci manca? la libertà? di cosa? possiamo
            comprare quello che ci pare soldi permettendo,
            possiamo andare al cinema, ai ristoranti, in
            chiesa, a fare benzina, in vacanza,
            ecc...
            siamo a posto, va bene così.Sei ironico vero?
  • pippuz scrive:
    fb e gruppi terroristici anni '70
    Dopo l'affermazione di Schifani: "FB è più pericoloso dei gruppi terroristici degli anni '70", abbiamo un ddl che propone un nuovo reato per qualcosa già previsto e, non bastasse, l'aggravante per chi usa la rete. Se l'obiettivo è tornare agli anni '70, con vari personaggi (e non solo) gambizzati, quando non sequestrati, quando non uccisi, direi che stanno facendo di tutto per realizzarlo.
    • Lex Logic scrive:
      Re: fb e gruppi terroristici anni '70
      'A pippuz non nominarla! ci tengo all'appetito.. La cosa che mi risulta strana è quel fantomatico uso per le intercettazioni di strutture private.. ossia? i provider o vere e proprie agenzie che se ne stanno tutto il giorno a setacciare la rete? :)
  • Loris scrive:
    che schifo, amici
    in compenso non esiste il reato di torturain compenso manifestanti inermi vengono manganellati dalle "forze dell'ordine".che paese di merd@ciao, L.
    • Nome e cognome scrive:
      Re: che schifo, amici
      Io invece non avevo "collegato" le due cose, ovvero incidente a Silvio e Facebook.C'è veramente da mettersi le mani nei capelli... una scena di un film riuscita male, anzi malissimo.Tutte congetture? Allora una cosa: se mi tirano qualcosa addosso e riesco a raggiungere l'auto, di certo la prima cosa che faccio non è tornare fuori. Mai e poi mai!Io mi sono rotto un dente (uno solo e non 3) e il sangue è schizzato dappertutto riempiendono camicia e pantaloni. Qui non è uscita nemmeno una goccia.Rimane una sola parola: vergogna!
    • ruppolo scrive:
      Re: che schifo, amici
      - Scritto da: Loris
      in compenso non esiste il reato di torturaQuindi possiamo torturare i politici? No, non credo.
      in compenso manifestanti inermi vengono
      manganellati dalle "forze
      dell'ordine".Finché sono inermi...
      che paese di merd@Noo, ma che dici? Al massimo un paese di XXXXXXX. Ma basta trovare la catenella e tirare lo sciacquone...
  • giusep scrive:
    passaparola
    Buon Natale e un suggerimento per il dono sotto l'albero: regalate una tessera di iscrizione al ...http://www.facebook.com/group.php?gid=213632118815
    • marakesh scrive:
      Re: passaparola
      per natale anche un set ti trucchi, vedete il videohttp://www.youtube.com/watch?v=wUhVUBuj5RI
      • Shiba scrive:
        Re: passaparola
        - Scritto da: marakesh
        per natale anche un set ti trucchi, vedete il
        video

        http://www.youtube.com/watch?v=wUhVUBuj5RIMKULTRA... che tristezza ._.'
        • fino_in_fon do scrive:
          Re: passaparola
          La nostra specie è destinata a non credere a nulla.
          • Incubo notturno scrive:
            Re: passaparola
            Magari... invece crede a tutte le fandonie, bufale e leggende metropolitane che girano, senza verificare. I giacobbi e i ruggeri fanno un sucXXXXXne!
          • Shiba scrive:
            Re: passaparola
            - Scritto da: fino_in_fon do
            La nostra specie è destinata a non credere a
            nulla.Magari non è il tuo caso, ma la nostra è una specie di creduloni, altro che balle...
  • Nome e cognome scrive:
    Incomprensibile
    Mi sembra quantomeno fuori luogo ..... ma quando questi signori capiranno che con la censura solitamente si ottiene un effetto devastante ?
    • morpe scrive:
      Re: Incomprensibile
      - Scritto da: Nome e cognome
      Mi sembra quantomeno fuori luogo ..... ma quando
      questi signori capiranno che con la censura
      solitamente si ottiene un effetto devastante?vincere le prossime elezioni e discreditare gli oppositori è l'unico effetto che a loro interessa.i politici non hanno competenze per risolvere problemi, un politico può solo fare regole per le persone, non può vietare alla terra di tremare e alle case di crollare, questo è un problema che solo chi ha le competenze, cioè "chi sà e ha studiato" può risolvere.ai Leder politici serve una squadra di tecnici, ingegnerei, fisici è matematici, non di lacchè, piraña e pesci cane, il mondo è dominato da persone prive di atto creativo, rendiamocene conto e andiamo avanti!!
  • darkfly scrive:
    incostituzionale?
    una legge grave,in quante maniere diverse potrebbe essere applicata ?speriamo che intervenga la corte costituzionale
    • jfk scrive:
      Re: incostituzionale?
      - Scritto da: darkfly
      una legge grave,in quante maniere diverse
      potrebbe essere applicata
      ?

      speriamo che intervenga la corte costituzionaleEh, e poi il nano di arcore dira' che sono contro di lui perche' di sinistra.
    • Ast scrive:
      Re: incostituzionale?
      Appunto è quello il problema.Se dico su un sito pubblico "ammaziano Tizio e Caio" è giusto anche che venga denunciato.Ma se dico che non sono d'accordo su una cosa e metaforicamente dico "non sono d'accordo su quello che ha fatto Sempronio, meriterebbe la gogna", mi mettono dentro?Bah..
  • Star scrive:
    Alla fine...
    ...quando questo DLL passerà (e statene pur certi che come gli altri anche questo passerà) l'attuale governo otterrà quello che da tanto tempo sta bramando: mettere a tacere tutti coloro siano contro una determinata persona con la minaccia di farli finire in galera per un periodo di tempo superiore a chi violenta una donna o adesca un minorenne...Viva l'Italia.
    • jfk scrive:
      Re: Alla fine...
      - Scritto da: Star
      ...quando questo DLL passerà (e statene pur certi
      che come gli altri anche questo passerà)
      l'attuale governo otterrà quello che da tanto
      tempo sta bramando: mettere a tacere tutti coloro
      siano contro una determinata persona con la
      minaccia di farli finire in galera per un periodo
      di tempo superiore a chi violenta una donna o
      adesca un
      minorenne...

      Viva l'Italia.Basta semplicemente acquistare uno spazio di host all'estero, cina, russia, isole vergini, ecc.E poi si continua contro quei XXXXXXXX.Passi, passi, che ne vedremo delle belle. Quando Bossi dice di imbracciare i fucili cosa e'? Attivita' ricreazionale, credo.Aspettiamo, e vedremo cosa succede. Ah, poi il Nano di Arcore, dira' che ci sono congiure contro di loro se verra denunciato qualche alleato...Ogni riferimento NON e' puramente casuale.
      • H5N1 scrive:
        Re: Alla fine...
        [Sarcastic Mode Active]E' da tempo che ho un'idea: aprire un sito a Bogotà o in DioHaDimenticatoStoPosto da chiamare REPLAYER.Si prendono tutti le dichiarazioni dei politici e dei personaggi "untouchable" che possono essere ricondotte ad uno specifico reato (per il quale mai verranno neanche indagati) e si ripete lo stesso reato rivolgendo le stesse affermazioni contro il reo. :)Simpatico no?[Sarcastic Mode Terminated]-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 21 dicembre 2009 22.25-----------------------------------------------------------
        • XYZ scrive:
          Re: Alla fine...
          Modificato dall' autore il 21 dicembre 2009 22.25
          --------------------------------------------------Simpatico? E' un ottima idea!
      • Guybrush scrive:
        Re: Alla fine...
        - Scritto da: jfk
        - Scritto da: Star[...]
        Basta semplicemente acquistare uno spazio di host
        all'estero, cina, russia, isole vergini,
        ecc.Si puo' esprimere il proprio pensiero anche SENZA ricorrere alla violenza.
        E poi si continua contro quei XXXXXXXX.
        Passi, passi, che ne vedremo delle belle.
        Quando Bossi dice di imbracciare i fucili cosa
        e'? Attivita' ricreazionale,
        credo.No. e' un reato, ma il senatur non rinuncia all'immunità.Pero' chi ritiene di doverlo fare puo' denunciarlo.
        Aspettiamo, e vedremo cosa succede. Ah, poi il
        Nano di Arcore, dira' che ci sono congiure contro
        di loro se verra denunciato qualche
        alleato...
        Ogni riferimento NON e' puramente casuale.La violenza e' l'estremo rifugio degli incapaci (Isaac Asimov, se ricordo bene) e vale per tutti: politici E comuni cittadini.CiauGT
        • Sgabbio scrive:
          Re: Alla fine...
          - Scritto da: Guybrush

          ecc.
          Si puo' esprimere il proprio pensiero anche SENZA
          ricorrere alla
          violenza.Il problema è che espirmere un opinione sarà violenza per loro.
      • adelmo sorapsis scrive:
        Re: Alla fine...
        ciao, jfk- Scritto da: jfk
        Basta semplicemente acquistare uno spazio di host
        all'estero, cina, russia, isole vergini,
        ecc.
        E poi si continua contro quei XXXXXXXX.mi permetto di aggiungere, al tuo gia' gradevolissimo menu, anche una VPN (non italiana!) e tor+privoxy.dopodiche' sei a posto....forse (dico forse...) chiederanno conto dei nostro "comportamento scorretto-terroristico-informatico" online ai nipoti dei nipoti dei nostri nipoti.
    • ruppolo scrive:
      Re: Alla fine...
      - Scritto da: Star
      ...quando questo DLL passerà (e statene pur certi
      che come gli altri anche questo passerà)
      l'attuale governo otterrà quello che da tanto
      tempo sta bramando: mettere a tacere tutti coloro
      siano contro una determinata persona con la
      minaccia di farli finire in galera per un periodo
      di tempo superiore a chi violenta una donna o
      adesca un
      minorenne...

      Viva l'Italia.Allora faremo i conti della serva, come fa qualsiasi realtà economica: opteremo per quello che costa meno.
  • Piazzale Loreto 2.0 scrive:
    Io li aspetto al varco
    Se passa 'sta cosa, comincio a tenerli d'occhio e faccio denunce alla postale, chissa quanti tordi leghisti finiranno impallinati @^ @^ @^
    • picard12 scrive:
      Re: Io li aspetto al varco
      fossero solo quelli!!!
    • H5N1 scrive:
      Re: Io li aspetto al varco
      - Scritto da: Piazzale Loreto 2.0
      Se passa 'sta cosa, comincio a tenerli d'occhio e
      faccio denunce alla postale, chissa quanti tordi
      leghisti finiranno impallinati @^ @^
      @^Ma non lo sai che in Democrazia siamo tutti uguali, ma c'è qualcuno più uguale degli altri? :)
    • iRoby scrive:
      Re: Io li aspetto al varco
      Dai dai ognuno si prepari un souvenir della sua città...I milanesi il Duomo, i veronesi l'Arena,i romani il Colosseo,i palermitani la cattedrale normanna,i pisani la Torre Pendente...Quando ne vediamo qualcuno di questi politici gli diamo una "botta di cultura"... :DOh non sto istigando alla violenza voglio solo infondere un po' di cultura.
      • filo sganga scrive:
        Re: Io li aspetto al varco
        di potrebbe cospargerli di letame senza fargli male:è abbastanza umiliante senza spargimento di sangue...a meno che, qualche bovinide, non avesse avuto le emorroidi!- Scritto da: iRoby
        Dai dai ognuno si prepari un souvenir della sua
        città...

        I milanesi il Duomo,
        i veronesi l'Arena,
        i romani il Colosseo,
        i palermitani la cattedrale normanna,
        i pisani la Torre Pendente...

        Quando ne vediamo qualcuno di questi politici gli
        diamo una "botta di cultura"...
        :D

        Oh non sto istigando alla violenza voglio solo
        infondere un po' di
        cultura.
        • filo sganga scrive:
          Re: Io li aspetto al varco
          ops... si- Scritto da: filo sganga
          di potrebbe cospargerli di letame senza fargli
          male:
          è abbastanza umiliante senza spargimento di
          sangue...
          a meno che, qualche bovinide, non avesse avuto le
          emorroidi!

          - Scritto da: iRoby

          Dai dai ognuno si prepari un souvenir della sua

          città...



          I milanesi il Duomo,

          i veronesi l'Arena,

          i romani il Colosseo,

          i palermitani la cattedrale normanna,

          i pisani la Torre Pendente...



          Quando ne vediamo qualcuno di questi politici
          gli

          diamo una "botta di cultura"...

          :D



          Oh non sto istigando alla violenza voglio solo

          infondere un po' di

          cultura.
    • Lex Logic scrive:
      Re: Io li aspetto al varco
      Eh infatti.. quando dicono che hanno pronti i fucili.. non è apologia di reato? ah no non è contro la persona è contro lo stato di diritto proprio.. allora no niente non li perseguiamo..
    • fiertel91 scrive:
      Re: Io li aspetto al varco
      - Scritto da: Piazzale Loreto 2.0
      Se passa 'sta cosa, comincio a tenerli d'occhio e
      faccio denunce alla postale, chissa quanti tordi
      leghisti finiranno impallinati @^ @^
      @^Leghisti? Vedrai che il DDL passerà con la modifica che se il reato non comporta critiche od opposizione al Governo, il reato non è per forza perseguibile.
    • Stefano Zanobi scrive:
      Re: Io li aspetto al varco
      Ottima idea!Mi sa che finiranno subissati di denunce...
  • ruppolo scrive:
    Hanno paura
    Hanno paura, i nostri politici, che ci organizziamo per tirarli giù dalle spese.Beh, come dargli torto?Vorrei solo far presente (ai nostri simpatici politici) che le masse quando si muovono non hanno bisogno di anonimato, non hanno bisogno di essere intercettate, non hanno bisogno di fare apologia di reato. Quindi invece di perdere tempo con queste inutilissime leggi, cercate di scendere dal trono, andare sul facebook del caso e rispondere direttamente al popolo. In prima persona, naturalmente. O non ne siete capaci?
    • XYZ scrive:
      Re: Hanno paura
      - Scritto da: ruppolo
      Hanno paura, i nostri politici, che ci
      organizziamo per tirarli giù dalle
      spese.
      Beh, come dargli torto?

      Vorrei solo far presente (ai nostri simpatici
      politici) che le masse quando si muovono non
      hanno bisogno di anonimato, non hanno bisogno di
      essere intercettate, non hanno bisogno di fare
      apologia di reato. Quindi invece di perdere tempo
      con queste inutilissime leggi, cercate di
      scendere dal trono, andare sul facebook del caso
      e rispondere direttamente al popolo. In prima
      persona, naturalmente. O non ne siete
      capaci?Sarebbe un decimillesimo di quello che potremmo pretendere da loro come minimo sindacale. La nostra idiozia stà nel non farlo.Nell'essere troppo presi dai problemi delle nostre vite da permettergli di migliorare le loro ledendo le nostre.Costoro non sono stupidi, al contrario, sono furbi, e l' illegittimità del loro operato è pari solo alla loro furbizia. Attenzione ho detto furbizia, non intelligenza, se fossero intelligenti non dovremmo soffrire tali atti di terrorismo morale governativo. Ma qualcosa di più subdolo.Grazie al cielo, Non sono intelligenti.E' davvero un grande flagello quello di questi politichetti-saltimbanchi della nostra italietta, tanto dediti al flettere e strumentalizzare ogni mezzo di comunicazione da non rendersi conto di quanto siano prevedibili ed evidenti nel farlo.Si prospettano tempi duri per chi ha ancora un cervello capace di vedere tutte le infinite sfumature del grigio comprese tra un bianco e un nero che hanno già pianificato un futuro (per loro stessi).Riferendomi al tanto chiacchierato caso tartaglia:Quando quel povero pazzo ha tirato la statuetta, era già chiaro che alcuni servetti preoccupati dal giusto vociferare del popolo avrebbero subito indetto una caccia alle streghe. L' Italia evidentemente, non è poi molto cambiata dal Medioevo.
      • Guybrush scrive:
        Re: Hanno paura
        - Scritto da: XYZ
        - Scritto da: ruppolo[...]
        L' Italia evidentemente, non è poi molto cambiata
        dal
        Medioevo.Chioso con un commento non mio: "Ogni popolo ha i politici che si merita".Amaro, ma vero.GT
        • ortega7 scrive:
          Re: Hanno paura
          - Scritto da: Guybrush
          - Scritto da: XYZ

          - Scritto da: ruppolo
          [...]

          L' Italia evidentemente, non è poi molto
          cambiata

          dal

          Medioevo.
          Chioso con un commento non mio: "Ogni popolo ha i
          politici che si
          merita".
          Amaro, ma vero.Ogni politico ha il popolo che si merita.
    • djechelon scrive:
      Re: Hanno paura
      Loro hanno paura di qualcosa che in America è accettato da tempo: il non controllo dei media.In America si sono quasi arresi: la radio, la TV, la stampa, sono in mano a tanti soggetti, e questo si chiama PLURALISMO.Ora col Web 2.0 la Rete è in mano agli utenti che ne sono legittimi proprietari, e tranne qualche eccezione che non porta a nulla di concreto nessuno si attiva realmente per controllare Internet. E parlo di USA, non Iran e Cina.In Italia invece da sempre i media sono, vuoi o non vuoi, sotto il controllo di una parte politica, e l'informazione l'hanno fatta loro.Sono "loro" che decidono cosa farci vedere in TV, dalle case zeppe di telecamere alle isole sperdute con altrettante telecamere, dall'una e dall'altra parte.Ora che hanno scoperto che Internet non possono controllarla si sentono nella m***a, perchè perdono un potere che non gli spetta più ma che non vogliono mollare in virtù della loro "eredità".E non è un caso se con l'avvento del Digitale Terrestre gli indici Auditel sono rimasti INVARIATI ad esclusivo vantaggio del duopolio.Personalmente, se devo scegliere tra le piccole e le grandi emittenti, come qualità dei contenuti, preferisco direttamente YouTube (http://www.youtube.com/results?search_category=0&search_query=kittens&search_type=search_videos&hl=it&gl=IT&search_sort=relevance&page=)Un grande merito devo OGGETTIVAMENTE riconoscere al Silvio Berlusconi imprenditore: ha saputo cogliere l'onda e investire in un settore che sarebbe entrato nel profondo della nostra vita e della nostra cultura.Questo a mio avviso è un dato di fatto, oggettivo.
      • sxs scrive:
        Re: Hanno paura

        Un grande merito devo OGGETTIVAMENTE riconoscere
        al Silvio Berlusconi imprenditore: ha saputo
        cogliere l'onda e investire in un settore che
        sarebbe entrato nel profondo della nostra vita e
        della nostra cultura.Io non lo chiamerei "merito", senza specificare che perlui e' stato un grande affare ma per i telespettatori e'stata una disgrazia.
      • sergio scrive:
        Re: Hanno paura
        con i soldi della mafia sono bravi tutti- Scritto da: djechelon
        Un grande merito devo OGGETTIVAMENTE riconoscere
        al Silvio Berlusconi imprenditore: ha saputo
        cogliere l'onda e investire in un settore che
        sarebbe entrato nel profondo della nostra vita e
        della nostra
        cultura.
        Questo a mio avviso è un dato di fatto, oggettivo.
    • fox82i scrive:
      Re: Hanno paura
      - Scritto da: ruppolo
      Hanno paura, i nostri politici, che ci
      organizziamo per tirarli giù dalle
      spese.Se ho letto e capito bene il Decreto, forse questa prima frase rientra come reato di istigazione... :-)
      • ruppolo scrive:
        Re: Hanno paura
        - Scritto da: fox82i
        - Scritto da: ruppolo

        Hanno paura, i nostri politici, che ci

        organizziamo per tirarli giù dalle

        spese.

        Se ho letto e capito bene il Decreto, forse
        questa prima frase rientra come reato di
        istigazione...
        :-)No, perché io non istigo nessuno. Del resto, ti pare ci sia bisogno di istigare, allo stato in cui stiamo?Questa fase è già superata.
    • DarkOne scrive:
      Re: Hanno paura
      - Scritto da: ruppolo
      Hanno paura, i nostri politici, che ci
      organizziamo per tirarli giù dalle
      spese.
      Beh, come dargli torto?

      Vorrei solo far presente (ai nostri simpatici
      politici) che le masse quando si muovono non
      hanno bisogno di anonimato, non hanno bisogno di
      essere intercettate, non hanno bisogno di fare
      apologia di reato. Quindi invece di perdere tempo
      con queste inutilissime leggi, cercate di
      scendere dal trono, andare sul facebook del caso
      e rispondere direttamente al popolo. In prima
      persona, naturalmente. O non ne siete
      capaci?Utopia...
      • dany scrive:
        Re: Hanno paura
        senza saperlo, ho aperto poco fa un altro post che ha come titolo "hanno paura"....vuol dire che evidentemente è la realtà......cmq concordo con chi dice che l'istigazione verso i politici (perchè è evidente che il problema è l'istigazione contro i politici, perchè le istigazioni verso gli omosessuali o gli extracomunitari (fatte anche da politici a mezzo tv e internet, vero borghezio??) o altri non sono mai stati un problema a quanto pare)...bene dicevo che questo tipo di istigazione non viene fatto da utenti su internet, viene fatto da loro stessi in parlamento o in tv tutti i giorni....io se mi attraversa la strada gasparri lo stiro, ma non perchè me l'ha detto qualcuno...perchè mi tocca sentirlo (e vederlo!!) tutti i giorni mentre mangio....questa è istigazione alla violenza!!!.ps: e che si levino dalla testa che li lasceremo in pace...la gente non si rassegna manco in iran dove c'è la condanna a morte, quindi...
Chiudi i commenti