USA, amici e nemici del copyright

Pubblicata la nuova watchlist del Congresso a stelle e strisce, con i soliti sospetti della pirateria internazionale. Restano Cina, Russia e Ucraina. Entrano quest'anno Italia e Svizzera

Roma – I soliti sospetti della pirateria, più due nazioni inserite a sorpresa nell’ultima watchlist stilata al Congresso statunitense dall’ International Anti-Piracy Caucus . La proliferazione di piattaforme votate alla condivisione illecita dei contenuti continuerebbe a causare “danni irreparabili” all’economia degli States, in mancanza di piani legislativi efficaci a contrastare il fenomeno.

Nel corso del 2012, la Cina ha confermato tutte le paure dei congressman di Washington. Altissima la percentuale riscontrata nella distribuzione di software illegale, assestatasi intorno al 77 per cento per un valore commerciale di quasi 10 miliardi di dollari all’anno . Il paese asiatico dovrebbe ancora raggiungere un livello minimo di protezione del diritto d’autore, spostandosi verso un mercato autorizzato per musica, film e videogame.

In Russia , l’avvenuta adesione alle regole internazionali della World Trade Organizazion (WTO) dovrebbe spingere il governo di Mosca a stanare le varie piattaforme pirata, in particolare le reti social gestite da vKontakte, inserite dal Caucus statunitense nell’altra lista dei famigerati mercati del P2P . Stesso discorso per l’Ucraina, finita nel mirino per il cyberlocker Ex.ua , sequestrato agli inizi dello scorso febbraio su segnalazione di Microsoft e Adobe Systems.

Nella watchlist statunitense sono entrate quest’anno Italia e Svizzera . Il governo di Washington è preoccupato per la mancata introduzione della delibera presentata da AGCOM per la protezione dei contenuti sulle nuove reti di comunicazione elettronica. I detentori dei diritti sarebbero dunque rimasti privi di “strumenti efficaci” per poter arginare la proliferazione illecita dei propri contenuti.

In Svizzera, il problema è invece rappresentato dalla piattaforma di file hosting RapidShare, più volte dichiarata non responsabile delle violazioni commesse dai suoi utenti. Il sito di Zurigo aveva addirittura assoldato una società di lobbying per difendersi al Congresso, dichiarando di aver adottato strumenti efficaci per la rimozione dei contenuti su segnalazione degli aventi diritto .

Definite “nazioni in fase di transizione”, Canada e Spagna hanno ricevuto un timido applauso dai congressman negli States. Merito – nel secondo caso – della cosiddetta Ley Sinde , con cui i detentori dei diritti possono ottenere la rimozione di interi domini entro un massimo di 10 giorni , che si tratti di streaming o piattaforme per il download.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Gino Peloso scrive:
    E... direi...
    Pretendere che tutte le XXXXXXXte che si scrivono sui social network restino presenti a vita sarebbe come una casa nella quale i suoi abitanti conservano tutti gli scontrini per ricordarsi di cosa avevano comprato quel giorno...Prima o poi bisogna eliminare, perché tutto ha un costo, anche mantenere in vita la roba inutile.Farei così anche con youtube con i video più vecchi di X anni che non vede più nessuno da Y giorni :)
    • krane scrive:
      Re: E... direi...
      - Scritto da: Gino Peloso
      Pretendere che tutte le XXXXXXXte che si scrivono
      sui social network restino presenti a vita
      sarebbe come una casa nella quale i suoi abitanti
      conservano tutti gli scontrini per ricordarsi di
      cosa avevano comprato quel giorno...
      Prima o poi bisogna eliminare, perché tutto ha un
      costo, anche mantenere in vita la roba inutile.
      Farei così anche con youtube con i video più
      vecchi di X anni che non vede più nessuno da Y
      giorni
      :)Ma anche coi libri di storia, troppo spessi e pesanti, teniamo giusto le ultime 10 pagine e via tutto il resto.
    • Sgabbio scrive:
      Re: E... direi...
      01/10
    • sentinel scrive:
      Re: E... direi...
      - Scritto da: Gino Peloso
      Pretendere che tutte le XXXXXXXte che si scrivono
      sui social network restino presenti a vita
      sarebbe come una casa nella quale i suoi abitanti
      conservano tutti gli scontrini per ricordarsi di
      cosa avevano comprato quel
      giorno...Vero, ma i social network (sopratutto il più usatoal momento...) campano con la bava alla bocca deicommenti dei bimbiminkia, senza sarebbero mortiperché nessuna persona intelligente scriverebbelì dentro.
      Prima o poi bisogna eliminare, perché tutto ha un
      costo, anche mantenere in vita la roba
      inutile.Vedi sopra.
  • Prima di pubblicare un tuo commento scrive:
    La pubblicità di Voyager...
    La pubblicità di Voyager, che in queste pagine parte con il volume a palla: è odiosa è imbarazzante è culturalmente offensiva è . . . . . . . . . K A Z Z E N G E R !
    • pippo75 scrive:
      Re: La pubblicità di Voyager...
      - Scritto da: Prima di pubblicare un tuo commento
      La pubblicità di Voyager, che in queste pagine
      parte con il volume a
      palla:
      è odiosa
      è imbarazzante
      è culturalmente offensiva
      è . . .non è vero, è solo controproducente, se ero tentato di prendere un numero ora sto rivalutando il fatto.;( ;(
    • panda rossa scrive:
      Re: La pubblicità di Voyager...
      - Scritto da: Prima di pubblicare un tuo commento
      La pubblicità di Voyager, che in queste pagine
      parte con il volume a
      palla:
      è odiosa
      è imbarazzante
      è culturalmente offensiva
      è . . .
      . . .
      . . . K A Z Z E N G E R !Ma ke palle ke sei.La vedi solo tu la pubblicita' di voyager!Evidentemente sei stato profilato come utonto che si beve quelle panzane.A me mica la propone.Sveglia!
    • mcmcmcmcmc scrive:
      Re: La pubblicità di Voyager...
      - Scritto da: Prima di pubblicare un tuo commento
      La pubblicità di Voyager, che in queste pagine
      parte con il volume a
      palla:
      è odiosa
      è imbarazzante
      è culturalmente offensiva
      è . . .
      . . .
      . . . K A Z Z E N G E R !e dove sarebbe la pubblicità di voyager? Ma punto-informatico ha la pubblicità?
  • Xubuntu scrive:
    A maggior ragione su Facebook...
    ...non bisognerebbe mai mettere dati personali e foto su FB, perchè, anche se il tuo account protetto, avrai sicuramente tra gli amici qualche bimboXXXXXXX che prende e tagga e diffonde. A quel punto, anche se gli chiedi di rimuovere il materiale, è ormai troppo tardi.
    • mcmcmcmcmc scrive:
      Re: A maggior ragione su Facebook...
      - Scritto da: Xubuntu
      ...non bisognerebbe mai mettere dati personali e
      foto su FB, perchè, anche se il tuo account
      protetto, avrai sicuramente tra gli amici qualche
      bimboXXXXXXX che prende e tagga e diffonde. A
      quel punto, anche se gli chiedi di rimuovere il
      materiale, è ormai troppo
      tardi.io sto invecchiando, ma quando leggo sti commenti, non riesco proprio a capire il nesso con l'articolo. Ma in questo caso nemmeno con il titolo o l'abstract.Mi devo iniziare a preoccupare?
      • sentinel scrive:
        Re: A maggior ragione su Facebook...
        - Scritto da: mcmcmcmcmc
        - Scritto da: Xubuntu

        ...non bisognerebbe mai mettere dati
        personali
        e

        foto su FB, perchè, anche se il tuo account

        protetto, avrai sicuramente tra gli amici
        qualche

        bimboXXXXXXX che prende e tagga e diffonde. A

        quel punto, anche se gli chiedi di rimuovere
        il

        materiale, è ormai troppo

        tardi.

        io sto invecchiando, ma quando leggo sti
        commenti, non riesco proprio a capire il nesso
        con l'articolo. Ma in questo caso nemmeno con il
        titolo o l'abstract.
        Mi devo iniziare a preoccupare?Dovevi cominciare a farlo prima, ormai fb ha ammazzatoanche i tuoi neuroni.
        • Mela avvelenata scrive:
          Re: A maggior ragione su Facebook...
          - Scritto da: sentinel
          - Scritto da: mcmcmcmcmc

          - Scritto da: Xubuntu


          ...non bisognerebbe mai mettere dati

          personali

          e


          foto su FB, perchè, anche se il tuo
          account


          protetto, avrai sicuramente tra gli
          amici

          qualche


          bimboXXXXXXX che prende e tagga e
          diffonde.
          A


          quel punto, anche se gli chiedi di
          rimuovere

          il


          materiale, è ormai troppo


          tardi.



          io sto invecchiando, ma quando leggo sti

          commenti, non riesco proprio a capire il
          nesso

          con l'articolo. Ma in questo caso nemmeno
          con
          il

          titolo o l'abstract.

          Mi devo iniziare a preoccupare?

          Dovevi cominciare a farlo prima, ormai fb ha
          ammazzato
          anche i tuoi neuroni.Anche tu...il primo commento non c'entra un tubo con l'articolo!
          • panda rossa scrive:
            Re: A maggior ragione su Facebook...
            - Scritto da: Mela avvelenata
            - Scritto da: sentinel

            - Scritto da: mcmcmcmcmc


            - Scritto da: Xubuntu



            ...non bisognerebbe mai mettere
            dati


            personali


            e



            foto su FB, perchè, anche se il tuo

            account



            protetto, avrai sicuramente tra gli

            amici


            qualche



            bimboXXXXXXX che prende e tagga e

            diffonde.

            A



            quel punto, anche se gli chiedi di

            rimuovere


            il



            materiale, è ormai troppo



            tardi.





            io sto invecchiando, ma quando leggo sti


            commenti, non riesco proprio a capire il

            nesso


            con l'articolo. Ma in questo caso
            nemmeno

            con

            il


            titolo o l'abstract.


            Mi devo iniziare a preoccupare?



            Dovevi cominciare a farlo prima, ormai fb ha

            ammazzato

            anche i tuoi neuroni.

            Anche tu...il primo commento non c'entra un tubo
            con
            l'articolo!E' mica colpa nostra se il titolo dell'articolo e' fuorviante.A me il primo commento sembra perfettamente in tema col titolo.L'articolo non l'ho letto: parla di fessbuk e quindi non mi puo' fregar di meno.
          • mcmcmcmcmc scrive:
            Re: A maggior ragione su Facebook...
            - Scritto da: panda rossa
            E' mica colpa nostra se il titolo dell'articolo
            e'
            fuorviante.colpa "vostra"? E voi chi siete? E comunque il titolo non è fuorviante. Quindi è colpa vostra se non lo capite.
            A me il primo commento sembra perfettamente in
            tema col
            titolo.pan per focacce.
            L'articolo non l'ho letto: parla di fessbuk e
            quindi non mi puo' fregar di
            meno.parla di fb? Mah.
          • panda rossa scrive:
            Re: A maggior ragione su Facebook...
            - Scritto da: mcmcmcmcmc
            - Scritto da: panda rossa


            E' mica colpa nostra se il titolo
            dell'articolo

            e'

            fuorviante.

            colpa "vostra"? E voi chi siete? Quelli che commentano senza leggere.
            E comunque il
            titolo non è fuorviante. Quindi è colpa vostra se
            non lo capite.Il titolo allude che i contenuti di FB a distanza di anni potrebbero restituire una immagine distorta della realta'.Che altro vuoi aggiungere?

            A me il primo commento sembra perfettamente
            in

            tema col

            titolo.

            pan per focacce.Se pensi che questo basti a costringermi a leggere l'articolo ti sbagli di grosso.Al massimo ti posso concedere di leggere un tuo riassunto qui sul forum.

            L'articolo non l'ho letto: parla di fessbuk e

            quindi non mi puo' fregar di

            meno.

            parla di fb? Mah.Quale parte di "social network" non ti e' chiara?
          • mcmcmcmcmc scrive:
            Re: A maggior ragione su Facebook...
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: mcmcmcmcmc

            - Scritto da: panda rossa




            E' mica colpa nostra se il titolo

            dell'articolo


            e'


            fuorviante.



            colpa "vostra"? E voi chi siete?

            Quelli che commentano senza leggere.e allora è un noi!Non sempre, a volte leggo. Come in questo caso. Primo commento che cozzava con il titolo e abstract e allora mi sono letto l'articolo per curiosità. E infatti il commento era completamente fuori contesto.



            E comunque il

            titolo non è fuorviante. Quindi è colpa
            vostra
            se

            non lo capite.

            Il titolo allude che i contenuti di FB a distanza
            di anni potrebbero restituire una immagine
            distorta della
            realta'.
            Che altro vuoi aggiungere?a me pare che intenda che ciò che condividi su sn potrebbe perdersi.



            A me il primo commento sembra
            perfettamente

            in


            tema col


            titolo.



            pan per focacce.

            Se pensi che questo basti a costringermi a
            leggere l'articolo ti sbagli di
            grosso.
            Al massimo ti posso concedere di leggere un tuo
            riassunto qui sul
            forum.puoi fare come vuoi.



            L'articolo non l'ho letto: parla di
            fessbuk
            e


            quindi non mi puo' fregar di


            meno.



            parla di fb? Mah.

            Quale parte di "social network" non ti e' chiara?quella che sn = fb.
          • Mela avvelenata scrive:
            Re: A maggior ragione su Facebook...
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Mela avvelenata

            - Scritto da: sentinel


            - Scritto da: mcmcmcmcmc



            - Scritto da: Xubuntu




            ...non bisognerebbe mai
            mettere

            dati



            personali



            e




            foto su FB, perchè, anche se
            il
            tuo


            account




            protetto, avrai sicuramente
            tra
            gli


            amici



            qualche




            bimboXXXXXXX che prende e
            tagga
            e


            diffonde.


            A




            quel punto, anche se gli
            chiedi
            di


            rimuovere



            il




            materiale, è ormai troppo




            tardi.







            io sto invecchiando, ma quando
            leggo
            sti



            commenti, non riesco proprio a
            capire
            il


            nesso



            con l'articolo. Ma in questo caso

            nemmeno


            con


            il



            titolo o l'abstract.



            Mi devo iniziare a preoccupare?





            Dovevi cominciare a farlo prima, ormai
            fb
            ha


            ammazzato


            anche i tuoi neuroni.



            Anche tu...il primo commento non c'entra un
            tubo

            con

            l'articolo!

            E' mica colpa nostra se il titolo dell'articolo
            e'
            fuorviante.
            A me il primo commento sembra perfettamente in
            tema col
            titolo.Ma anche no...
            L'articolo non l'ho letto: parla di fessbuk e
            quindi non mi puo' fregar di
            meno.Ottimo. Resta nella tua ignoranza! Si parla di social network, mica c'è solo Feisbuk???
    • Argento scrive:
      Re: A maggior ragione su Facebook...
      - Scritto da: Xubuntu
      ...non bisognerebbe mai mettere dati personali e
      foto su FB, perchè, anche se il tuo account
      protetto, avrai sicuramente tra gli amici qualche
      bimboXXXXXXX che prende e tagga e diffonde. A
      quel punto, anche se gli chiedi di rimuovere il
      materiale, è ormai troppo
      tardi.condivido appieno: FB è il male e bisogna stare alla larga o condividere il meno possibile o immettere dati falsi!!!Non ci vedo nulla di male nel dare consigli utili e pragmatici su come salvaguardare la privacy in rete
    • anverone99 scrive:
      Re: A maggior ragione su Facebook...
      "scoprire se i contenuti suggeriti siano effettivamente rimasti online. Risultato: la storia raccontata dai social network è a rischio estinzione."Grazie a Dio-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 02 ottobre 2012 02.05-----------------------------------------------------------
      • Nome e cognome scrive:
        Re: A maggior ragione su Facebook...
        Modificato dall' autore il 02 ottobre 2012 02.05
        --------------------------------------------------si e no: chi è così stupido da mettere certe cose su internet merità di essere spu*****to per sempre. chi invece mette contenuti utili meriterebbe che tali contenuti rimangano a disposizione per sempre.
        • sentinel scrive:
          Re: A maggior ragione su Facebook...
          - Scritto da: Nome e cognome
          si e no: chi è così stupido da mettere certe cose
          su internet merità di essere spu*****to per
          sempre. chi invece mette contenuti utili
          meriterebbe che tali contenuti rimangano a
          disposizione per sempre.Il bello, è che ad essere sXXXXXXXte su fb sonoanche le ex che prima la danno e si fanno farele foto nude dai fidanzati, e poi si lamentano chequeste foto facciano il giro del pianeta...
Chiudi i commenti