USA, antitrust contro il progetto editoriale di Apple

Dopo la class action, anche il Dipartimento di Giustizia vuole fare luce sul mercato dei prezzi degli ebook
Dopo la class action, anche il Dipartimento di Giustizia vuole fare luce sul mercato dei prezzi degli ebook

Il Dipartimento di Giustizia statunitense ( Department of Justice , DoJ) sta preparando le carte per denunciare Apple e cinque diversi editori con l’accusa di aver dato vita a un cartello per mantenere artificiosamente alti i prezzi degli ebook .

Tutto parte da una class action depositata presso la corte distrettuale della California del Nord, che puntava il dito contro Apple e gli editori HarperCollins, Hachette, Macmillan, Penguin e Simon&Schuster, che pur non essendo ancora nominati nelle anticipazioni relative alla denuncia di DoJ, dovrebbero essere gli stessi editori ora coinvolti.

Il problema è costituito dal cosiddetto “modello d’agenzia” in base al quale sono gli editori a stabilire il prezzo a cui vengono venduti al pubblico gli ebook, cedendo al rivenditore il 30 per cento del guadagno.

Esso è stato di fatto imposto da Apple sul mercato, dove prima era invece predominante il modello wholesale utilizzato da Amazon e nel mercato tradizionale dei libri cartacei, in base al quale gli editori stabiliscono il prezzo per il rivenditore ed è questo che stabilisce quello al dettaglio.

Claudio Tamburrino

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti