USA, avanza l'ergastolo per i cracker

Clamorosi i contenuti del progetto di legge che si sta discutendo: ergastolo per i cracker che agiscono senza pensare a quel che fanno e intercettazioni senza garanzie né registrazioni. Washington spera così di garantirsi nuova sicurezza


Washington (USA) – Il voto di una sottocommissione congressuale americana rende più probabile che a breve sia introdotto il carcere a vita tra le possibili condanne per azioni di cracking.

I parlamentari sembrano infatti aver ceduto alle pressioni dell’amministrazione Bush a cui non è bastata la decisione di introdurre – nella bozza del “Cyber Security Enhancement Act” – l’ergastolo per chi consapevolmente metta a rischio la vita di qualcuno mediante violazione di sistema informatico.

La sottocommissione della Commissione Giustizia della Camera dei Rappresentanti, infatti, nelle scorse ore ha deciso che l’ergastolo potrà essere comminato anche nel caso in cui i rischi alla persona non siano stati provocati apposta ma per “noncuranza” delle conseguenze. Non solo. Se nella prima versione l’Act proponeva l’ergastolo solo nel caso in cui effettivamente fossero state causate ferite importanti o morte, nella nuova versione è sufficiente l’aver causato, appunto, un “rischio”.

La nuova versione della proposta di legge è stata approvata dalla sottocommissione con 8 voti a 0, un risultato schiacciante ritenuto preoccupante dai sostenitori dei diritti civili che temono che la normativa venga approvata così com’è anche dall’Aula, dove arriverà prossimamente.

Il clima che si vive a Washington e da cui sta scaturendo quella che si profila come la più severa legge contro il crimine informatico nel mondo, è ben illustrato dalle parole del parlamentare repubblicano Lamar Smith, che appoggia da tempo il progetto della nuova legge. “Fino a quando non avremo messo in sicurezza la nostra infrastruttura telematica – ha affermato Smith – con pochi colpi di tastiera e una connessione ad internet alcuni potranno ancora danneggiare l’economia e mettere a rischio la vita delle persone”.

“Un mouse – ha dichiarato Smith può essere pericoloso quanto un proiettile o una bomba”. “Così come un attacco fisico – ha concluso Smith parlando con i reporter – può causare un danno fisico, un attacco cyber può danneggiare sostanzialmente la nostra economia e mettere a rischio la salute e la sicurezza pubbliche”.

Che il Congresso abbia deciso di infilare il coltello nella piaga del crimine informatico in modo tale da farla sanguinare appare ovvio anche da alcune altre misure contenute nel progetto di legge. Misure che sembrano contraddire anche lo spirito di altre normative già in vigore.

Una di queste è consentire ai provider di servizi internet di fornire alla polizia le email dei propri abbonati o altri elementi della comunicazione elettronica laddove si ritenga che queste possano produrre un rischio di morte o di danno fisico a terzi. Un’azione che i provider dovrebbero compiere, spiega la legge, “in buona fede”. Fino ad oggi soltanto su iniziativa della polizia e su ordine della magistratura il provider poteva fornire log, email o altri dati relativi alle comunicazioni elettroniche di un proprio utente. L’Act tenta di risolvere il problema spiegando che l’intervento del provider va ritenuto legittimo quando “vi sia una emergenza che riguarda il pericolo di morte o di importante danno fisico di una qualsiasi persona” e quando la fornitura di questa informazione impone che “non vi siano ritardi”.

Non è un caso che Jim Dempsey, del Center for Democracy and Technology abbia dichiarato su Wired a questo proposito: “Abbiamo molti problemi con quella parte della normativa. Espande il potere di verifica fino ad includere controlli da parte di qualsiasi entità governativa: Stati, enti locali, agenzie federali e persino governi stranieri. E consente agli operatori di fornire informazioni dietro una qualsiasi richiesta governativa che ponga il problema dell’emergenza e quindi al di fuori di qualsiasi supervisione o registrazione del fatto”…

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Pubblica informazione
    "Deploriamo - si legge nel documento - i tentativi di parte delle autorità pubbliche di bloccare l'accesso all'informazione" perché ritengono i media "pericolosi o imbarazzanti per loro".Concordo pienamente con l'idea di fondo del messaggio, se non fosse che la fonte stessa di questo messaggio e' quella che poi viene a chiedere la censura e il controllo da parte dello stato.Non leggiamo in queste parole solo le cause del digital divide, ma portiamo anche nella realta' di tutti i giorni, dove il primo pirla che si sveglia la mattina riesce a censurare un sito su internet.
  • Anonimo scrive:
    Radiazioni
    "Non c'è bisogno di grandi sforzi di immaginazione per considerare la terra come un globo ronzante di trasmissioni elettroniche, un pianeta blaterante, annidato nel silenzio dello spazio."Chissà se le trasmissioni elettroniche a cui fanno riferimento sono quelle di Radio Vaticana, che continua ad appestarci con le sue frequenze in nome di un Dio che dovrebbe pensare al nostro bene.
  • Anonimo scrive:
    Il cyberterrorismo?
    Il copyright e la proprietà intelletuale sono leggi terroristiche scritte ed imposte dalle multinazionali!Questo è imperialismo informatico:la pirateria informatica rimane l'"unica forma di lotta" contro questo imperialismo terroristico delle multinazionali
  • Anonimo scrive:
    PIRATERIA
    WWW.TAILOT.CJB.NET SITO PIRATA
  • Anonimo scrive:
    Sì, no, ma...
    Che la Chiesa lotti contro il materialismo della società moderna è cosa arcinota. Finora nell?elenco delle cose che la Chiesa bollava appunto di essere portatrici di una cultura materialista c?era anche Internet. Ma adesso si sono accorti (bontà loro) che la rete delle reti qualche lato positivo ce l?ha?Bene, ne prendiamo atto con soddisfazione, almeno non ci sono voluti 400 anni, come per Galileo!;-) Ciao a tutti Voltaire 2001
    • Anonimo scrive:
      Re: Sì, no, ma...
      e` 1po` confuso sto` vaticano....come il resto del mondo....
    • Anonimo scrive:
      Re: Sì, no, ma...

      Bene, ne prendiamo atto con soddisfazione,
      almeno non ci sono voluti 400 anni, come per
      Galileo!
      ;-) Io non vorrei, però insomma ..... e chi ti dice che Galileo c'aveva ragione? Anzi potrebbe pure essere che quello che ha dimostrato Galileo ci ha portati fuori strada e di parecchio, staremo a vedere va leggi la genesi che ti spiega tutto qello che devi sapere.
      • Anonimo scrive:
        Re: Sì, no, ma...
        - Scritto da: ue

        Bene, ne prendiamo atto con soddisfazione,

        almeno non ci sono voluti 400 anni, come
        per

        Galileo!

        ;-)

        Io non vorrei, però insomma ..... e chi ti
        dice che Galileo c'aveva ragione? Anzi
        potrebbe pure essere che quello che ha
        dimostrato Galileo ci ha portati fuori
        strada e di parecchio, staremo a vedere va
        leggi la genesi che ti spiega tutto qello
        che devi sapere.dipende da cosa intendi con "quello che devi sapere": se intendi _come_ funziona l'universo, con il metodo di Galileo si e' giunti ad un modello abbastanza funzionante, se invece non ti interessa il "come" ma il "perche'" Galileo non ha mai affermato di averlo trovato, anzi mi risulta che lui stesso per il "perche'" rimandasse alla genesi... certo che se non ci fosse stato Galileo probabilmente non dovremmo studiare fisica generale 1 e 2... potrebbe anche essere un modo migliore... :)
  • Anonimo scrive:
    adoro i piani ben riusciti
    trovo assai divertente commentare le notizie senza leggerle se sono queste le razioni! ho trovato un nuovo passatempo. d'altronde molti nel mondo dell'informazione lo fanno tutti i giorni. forza gente continuate a commentarmi!
  • Anonimo scrive:
    POPULISMO
    Vista la scristianizzazione dell'europa bisognava dire qualcosa di populista... A forza di dire ca**ate li faranno lavorare! Questo papa ha chiesto tante scuse, ma sono il 3% di quante ne deve alle persone che hanno ucciso, e non parlo di medioevo, parlo di 800000 tutzi qualche anno fa per il quale la chiesa ha grosse responsablità. Per non parlare dei danni delle prese ideologiche sulla contracezione (23 milioni di malati di Aids in Africa) e sulle coppie di fatto che sono viste come la quinta essenza del diavolo.. (che esiste.. lo dice il papa).
    • Anonimo scrive:
      Re: POPULISMO
      quello che nn sopporto e che nn 1sola volta si sono fortemente schierati nei confronti di 1guerra...al massimo si son limitati a dire LA GUERRA E SBAGLIATA...nn e` che bisogna esser papa x saperlo...cmq ribadisco che essersi schierati a favore della liberta` d internet puo` solo essere utile alla causa....
    • Anonimo scrive:
      Re: POPULISMO

      Vista la scristianizzazione dell'europa
      bisognava dire qualcosa di populista... A
      forza di dire ca**ate li faranno lavorare!Su questo posso concordare con te. Il Vaticano non è nuovo di queste cose.
      Questo papa ha chiesto tante scuse, ma sono
      il 3% di quante ne deve alle persone che
      hanno ucciso, e non parlo di medioevo, parlo
      di 800000 tutzi qualche anno fa per il quale
      la chiesa ha grosse responsablità. Per non
      parlare dei danni delle prese ideologiche
      sulla contracezione (23 milioni di malati di
      Aids in Africa) e sulle coppie di fatto che
      sono viste come la quinta essenza del
      diavolo.. (che esiste.. lo dice il papa).Su questo perdonami ma stai sparando ca**ate a zero. La Chiesa è da tempo che non impone più niente, ma si limita a esprimere la propria opinione, per quanto discutibile possa essere; quindi i "danni" non credo siano stati causati dal Papa (che fra l'altro che scuse deve chiedere sul passato? Li ha uccisi mica lui gli """"infedeli"""") ma al massimo da chi lo ascolta...slack\b0y
  • Anonimo scrive:
    Ebbravo Sante Padre !!!
    Stavolta concordo al centoxcento.
  • Anonimo scrive:
    commento...
    sono andato sul sito del nostro amico karol woytyla e ho letto l'enclitica...I genitori dovrebbero accertarsi del fatto che i computer dei loro figli siano provvisti di filtri, quando ciò è possibile tecnicamente ed economicamente, in modo da proteggerli il più possibile dalla pornografia, dai maniaci sessuali e da altri pericoli. L'utilizzo incontrollato non dovrebbe essere consentito. dai maniaci sessuali.... ahahahah se io ho 15 anni devo stare attento ai maniaci???Ai bambini e ai giovani. Internet è una porta aperta su un mondo affascinante ed eccitante con una grande influenza formativa, ma non tutto ciò che esiste al di là di questa porta è sano, sicuro e vero. « Secondo l'età e le circostanze i bambini e i giovani dovrebbero essere avviati alla formazione circa i mezzi di comunicazione sociale, resistendo alla tentazione semplificatoria della passività acritica, a pressioni esercitate dai loro compagni e allo sfruttamento commerciale ».51 I giovani hanno il dovere di utilizzare bene Internet per riguardo a se stessi, ai propri genitori, parenti, amici, Pastori, insegnanti, e infine per obbedire a Dio.Il dovere???? Io lo uso come ho voglia internet... anche x vedere i siti porno!
    • Anonimo scrive:
      Re: commento...
      penso sia giusto che 1bambino di 6-7 anni nn debba vedere siti di pedofili ha immagini troppo violente...questo e` riconducibile alla legge sull` editoria....cmq esistono i filtri e dovrebbe esser cura dei genitori controllare quel che fanno i figli...fermo restando che e` responsabilita dei genitori educare i figli anche x quanto riguarda il sesso....
    • Anonimo scrive:
      Re: commento...
      - Scritto da: Erdap Oip (al contrario)
      I genitori dovrebbero accertarsi del fatto
      che i computer dei loro figli siano
      provvisti di filtri, [...]
      L'utilizzo incontrollato non
      dovrebbe essere consentito. e ha perfettamente ragione, visto che i genitori hanno il dovere di educare i figli, proteggerli temporaneamente da cio' che non e' adeguato a loro ed insegnargli un po' per volta a capire cosa sia "giusto" e cosa "sbagliato" (in senso generico...)ovviamente il modo di farlo cambia nettamente quando il figlio in questione ha 6, 12 o 18 anni...
      dai maniaci sessuali.... ahahahah se io ho
      15 anni devo stare attento ai maniaci???certo. anzi, probabilmente molto di piu' di quanto tu non dovessi stare attento a 10 anni: non credo che i pedofili veri siano cosi' diffusi come si dice, ma le persone a cui piace la "carne giovane" si...ovviamente puo' darsi che a 15 anni uno sia in grado di stare attento da solo, come puo' darsi che altri suoi coetanei non lo siano: di solito i genitori dovrebbero essere in grado di capire di che caso si tratta.
      [...] I giovani
      hanno il dovere di utilizzare bene Internet
      per riguardo a se stessi, ai propri
      genitori, parenti, amici, Pastori,
      insegnanti, e infine per obbedire a Dio.
      Il dovere???? Io lo uso come ho voglia
      internet... anche x vedere i siti porno!se tu hai piu' di 18 anni (21 in alcuni stati :) ) sei liberissimo di farne cio' che vuoi, purche' non faccia il male del "tuo prossimo"secondo la mia opinione, interpretando in un certo modo le parole del Papa si potrebbe anche dire che chi manda attachment e-mail in word va all'inferno, visto che non e' una cosa molto riguardosa di coloro a cui vengono inviati... anche se temo che questa cosa non facesse parte del loro pensiero... :)
  • Anonimo scrive:
    CHIESA LADRONA
    Che cosa vuole la Chiesa da Internet, vuole convertire le anime o fare politica o una raccolta di adesioni??? Non ne posso più delle interferenze della chiesa negli aspetti della "quotidianità" laica. I poteri sono separati, basta con queste invettive anacronistiche.
  • Anonimo scrive:
    cose già dette, però dagli oppositori
    "Imporre a una cultura la visione del mondo, i valori e persino la lingua propri di un'altra - spiega il documento - non è un dialogo. È imperialismo culturale". ma non lo hanno fatto loro per secoli? mah!
    • Anonimo scrive:
      Re: cose già dette, però dagli oppositori
      - Scritto da: gurmy
      "Imporre a una cultura la visione del mondo,
      i valori e persino la lingua propri di
      un'altra - spiega il documento - non è un
      dialogo. È imperialismo culturale".

      ma non lo hanno fatto loro per secoli? mah!Per questo lo hanno fatto per anni anche in nella gloriosa URSS lo stanno anche facendo gli USA e sta accadendo anche in Italia.... forse e' un problema che nessuno puo' giudicare, ma vedendo come la Chiesa si sta muovendo in questi ultimi anni forse possiamo sperare che non sia solo una futile Predica
      • Anonimo scrive:
        Re: cose già dette, però dagli oppositori
        Il problema è che la "Chiesa" non conta niente quando parla di paesi poveri, di emarginazione ecc..Diventa invece lume e faro da seguire quando parla di aborto, "parità" scolastica, divorzio ecc..
        • Anonimo scrive:
          Re: cose già dette, però dagli oppositori
          - Scritto da: Mangoni
          Il problema è che la "Chiesa" non conta
          niente quando parla di paesi poveri, di
          emarginazione ecc..Eh già.... infatti le centinaia di missioni impiantate tra Africa, Asia e America Latina sono nate da sole....

          Diventa invece lume e faro da seguire quando
          parla di aborto, "parità" scolastica,
          divorzio ecc..Semplicemente dice la sua opinione ? Hai mai visto uno stuolo di guardie svizzere irrompeer in una sala parto ?
      • Anonimo scrive:
        Re: cose già dette, però dagli oppositori
        potrebbe anche non imporre le sue onde elettromagnetiche (fuori legge, ma solo per la legge italiana!) agli abitanti di Cesano.Il discorso non è "lo fanno e lo hanno fatto tutti". Gli "altri" non sono rappresentanti religiosi, portatori della Verità Divina, ma semplici stati. E' questo bigottismo che mi crea fastidio. la differenza che c'è tra intenzione, parole e i fatti: il solito parlar bene e razzolare male....
    • Anonimo scrive:
      Re: cose già dette, però dagli oppositori
      I signori del vaticano dovrebbero un po' tacerevisto che la loro emittente radiofonica del ca££oche serve solo a fare propaganda, esce con dei kilowatt in faccia alla gente che si ammaladi leucemia ed ora vengono a fare i paladinidella tutela dell'informazione su internet.Mi fanno sempre piu' schifo.
      • Anonimo scrive:
        Re: cose già dette, però dagli oppositori
        Da quando in qua il campo magnetico si misurain Watt???????Invece di schifare gli altri fatti un po' dicultura...
        • Anonimo scrive:
          Re: cose già dette, però dagli oppositori

          Da quando in qua il campo magnetico
          si misura
          in Watt???????
          Invece di schifare gli altri fatti un po' di
          cultura...Pezzo di ignorante, si parla di *potenza*irradiata dalle antenne ed io ho detto che loro*escono* con dei kilowatt, ed avrei fatto bene a dire centinaia di kilowatt.Il campo magnetico nella spazio si misura in Volt/metro, dipende dalla posizione relativa in cui ti trovi rispetto alla sorgente e dalle caratteristiche di direttivita' dell'antenna.Nel dettaglio l'antenna e' descrivibile come una distribuzione di corrente e si puo' studiare il campo prodotto attraverso la teoria dei tensori di Green e dei potenziali elettromagnetici.Ora sono stufo di darti lezioni, se vuoi capiredi piu' torna al CEPU.
        • Anonimo scrive:
          Re: cose già dette, però dagli oppositori
          se la potenza si misurasse in kili di cozze al metroquadro, la gente morirebbe cmq di leucemia a causa di quelle antenne del caz**sii realista e non tutta teoria e niente realtà- Scritto da: DRAGON
          Da quando in qua il campo magnetico si misura
          in Watt???????
          Invece di schifare gli altri fatti un po' di
          cultura...
          • Anonimo scrive:
            Re: cose già dette, però dagli oppositori
            - Scritto da: 3b < sii realista e non tutta teoria e niente
            realtàsi dice: "Tutto chiacchiere e distintivo"... vabbè! L'ho detto!!!!Ciaoooooooooooooo
          • Anonimo scrive:
            Re: cose già dette, però dagli oppositori

            sii realista e non tutta teoria e niente
            realtàNon ne capiva nulla neppure di teoria che comunqueresta molto importante.
      • Anonimo scrive:
        Re: cose già dette, però dagli oppositori

        visto che la loro emittente radiofonica del
        ca££o
        che serve solo a fare propaganda, esce connon è vero, trasmette anche buona musica, tra l'altro.
        dei kilowatt in faccia alla gente che si
        ammalala gente che si ammala di leucemia, a quanto mi risulta, si è anche costruita case abusive dopo che le antenne sono state installate... un po' come quelli che scelgono di andare ad abitare in cima al Vesuvio e poi si lamentano delle eruzioni...
        • Anonimo scrive:
          Re: cose già dette, però dagli oppositori

          la gente che si ammala di leucemia, a quanto
          mi risulta, si è anche costruita case
          abusive dopo che le antenne sono state
          installate... un po' come quelli che
          scelgono di andare ad abitare in cima al
          Vesuvio e poi si lamentano delle eruzioni...Che bel ragionamento.No, non e' lo stesso, Il fatto che una personasia abusiva non significa che tu ne possa fare quello che vuoi. Mettiamo che nella loro ignoranzaabbiano scelto un posto sbagliato per fare gli abusivi, ok non lo sapevo, ma la cosa giusta sarebbe stata mandarli altrove (piu' difficile)non fregarsene (piu' facile).Tu sei uno di quelli che sostengono sia giustotirare sotto i pedoni che attraversano fuori dalle strisce vero?Comunque non c'e' niente da fare, preti e baciapile non li ho mai potuti soffrireed e' una di quelle poche cose che mi e' semprevenuta spontanea. (I miei sono sono cattolici)Saluti
          • Anonimo scrive:
            Re: cose già dette, però dagli oppositori


            mi risulta, si è anche costruita case

            abusive dopo che le antenne sono state

            installate... un po' come quelli che

            scelgono di andare ad abitare in cima al

            Vesuvio e poi si lamentano delle
            eruzioni...


            Che bel ragionamento.
            No, non e' lo stesso, Il fatto che una
            persona
            sia abusiva non significa che tu ne possa
            fare quello che vuoi. Mettiamo che nellavedi, non è che siccome sei abusivo ti posso ammazzare. è che siccome hai scelto di andare ad abitare sotto ad un vulcano o sotto ad un'antenna non puoi lamentarti se poi ti succede qualcosa.ci sono tanti posti dove costruirti la tua casetta abusiva, perché non sceglierli. forse se è stato deciso di non costruire sotto un'antenna un motivo ci sarà.
            loro ignoranza
            abbiano scelto un posto sbagliato per fare
            gli abusivi, ok non lo sapevo, ma la cosa
            giusta sarebbe stata mandarli altrove (piu'
            difficile)
            non fregarsene (piu' facile).mandarli altrove come, con la celere? o facendogli pure trovare la casuccia nuova pronta?
            Tu sei uno di quelli che sostengono sia
            giusto
            tirare sotto i pedoni che attraversano fuori
            dalle strisce vero?non è giusto. se un pedone mi attraversa male, certo non lo punto e non gli dò la caccia.ma se un pedone mi si butta scientemente sotto la macchina, stai pur certo che lo denuncio per avermi ammaccato il parafango.
            Comunque non c'e' niente da fare, preti e
            baciapile non li ho mai potuti soffrire
            ed e' una di quelle poche cose che mi e'
            sempre
            venuta spontanea. (I miei sono sono
            cattolici)aaaah, capisco, problemi di gioventù...vedrai che col tempo troverai modi più costruttivi per sfogare le tue frustrazioni.
        • Anonimo scrive:
          Re: cose già dette, però dagli oppositori
          costruire una casa abusiva è un buon motivo per morire di leucemia? è una "pena" adeguata alla colpa? o forse le antenne hanno dei limiti di emissione da rispettare e non rispettandoli uccidono più di 2000 case abusive?- Scritto da: lbo


          visto che la loro emittente radiofonica
          del

          ca££o

          che serve solo a fare propaganda, esce con

          non è vero, trasmette anche buona musica,
          tra l'altro.


          dei kilowatt in faccia alla gente che si

          ammala

          la gente che si ammala di leucemia, a quanto
          mi risulta, si è anche costruita case
          abusive dopo che le antenne sono state
          installate... un po' come quelli che
          scelgono di andare ad abitare in cima al
          Vesuvio e poi si lamentano delle eruzioni...
          • Anonimo scrive:
            Re: cose già dette, però dagli oppositori

            costruire una casa abusiva è un buon motivo
            per morire di leucemia? è una "pena"
            adeguata alla colpa?E il fatto che dei deficienti abbiano costruito case abusive vicino a dove hai le antenne radiofoniche, è un buon motivo per doverle abbattere e spenderci una barca di soldi? Hai delle statistiche alla mano? Sai se le onde radio (che sono a frequenza molto bassa) sono effettivamente dannose? Non sai che l'aumento di percentuale di malati di leucemia in quella zona è insignificante per poter dire che tali antenne causino effettivamente tumori? Nel senso che se perndi un gruppo di 1000 persone a caso in una città qualsiasi potresti con una buona probabilità trovarti davanti una percentuale di malati di leucemia uguale o maggiore.
            o forse le antenne
            hanno dei limiti di emissione da rispettare
            e non rispettandoli uccidono più di 2000
            case abusive?Solo la legge italiana vieta emissioni di onde radio oltre un determinato limite (non nel senso che in Vaticano non ci siano tali divieti, nel senso che IN TUTTO IL RESTO D'EUROPA non ci sono simili divieti). E solo a causa delle legge italiana gli abitanti di quella zona hanno manie di persecuzione.
      • Anonimo scrive:
        Re: cose già dette, però dagli oppositori
        non c'ho voja di riscrivere, leggi qui, va'...
    • Anonimo scrive:
      Re: cose già dette, però dagli oppositori

      dialogo. È imperialismo culturale".

      ma non lo hanno fatto loro per secoli? mah!può darsi che l'abbiano fatto per secoli.però ultimamente hanno cambiato idea e sono credibili.visto che qualcosa di buono può venire anche da loro, perché non dargli retta?
      • Anonimo scrive:
        Re: cose già dette, però dagli oppositori
        ma...le antenne sono venute prima o dopo delle case???e se son venute prima...chi ha autorizzato la costruzione di case la` vicino????e` simile al caso del nuovo aereoporto di milano(malpensa..???boh nn so`)cmq ci sono case vicino..e probabilmente nn e` la cosa migliore sentirsi l`aereo dentro casa....che poi trasmettano la loro propaganda...anche radio radicale lo fa`...si chiama liberta`...basta nn ascoltare....x l`omino che m ha dato del mussulmano...nn lo sono e se anche lo fossi nn vedo cosa c sarebbe di male...in inghilterra c sono nato..c vivo..c lavoro...penso che tu faccia lo stesso in italia....mi auguro...
        • Anonimo scrive:
          Re: cose già dette, però dagli oppositori
          - Scritto da: acromion
          ma...le antenne sono venute prima o dopo
          delle case???le antenne sono venute prima.
          e se son venute prima...chi ha autorizzato
          la costruzione di case la` vicino????infatti le case non le ha autorizzate nessuno e sono abusive.
          • Anonimo scrive:
            Re: cose già dette, però dagli oppositori
            - Scritto da: lbo

            e se son venute prima...chi ha autorizzato

            la costruzione di case la` vicino????
            infatti le case non le ha autorizzate
            nessuno e sono abusive.e allora bisognerebbe prendere chi ha costruito quelle case (soprattutto se non e' chi ci abita...) e costringerli a costruire nuove case in un luogo migliore per far abitare quelli che attualmente abitano nelle case abusive.
          • Anonimo scrive:
            Re: cose già dette, però dagli oppositori
            - Scritto da: valhalla
            - Scritto da: lbo


            e se son venute prima...chi ha
            autorizzato


            la costruzione di case la` vicino????

            infatti le case non le ha autorizzate

            nessuno e sono abusive.

            e allora bisognerebbe prendere chi ha
            costruito quelle case (soprattutto se non e'
            chi ci abita...) e costringerli a costruire
            nuove case in un luogo migliore per far
            abitare quelli che attualmente abitano nelle
            case abusive.peccato che nella maggioranza dei casi chi abita in case abusive è lo stesso che se le è costruite, o comunque se le è comprate ben sapendo che sono abusive.insomma, se ad uno gli sta antipatico il vaticano, deve dire "a me mi sta antipatico il vaticano sempre e comunque" e non cercare scuse.
  • Anonimo scrive:
    occhio...che..
    certo che mejo che dicano cosi` invece del contrario(tenendo pure conto che la maggior parte degli italiani pende dalle loro labbra..)MA....io nn griderei al miracolo cosi` presto...l`esperienza insegna che nessuno dice o fa` cose x niente...ricordiamoci che sitamo parlando di quello stesso vaticano che nn vuole che vengano costruite moschee in italia xche`I MUSSULMANI NN VOGLIONO LE CHIESE NEI LORO PAESI..come dire..faccio viver male i mussulmani italiani cosi` impari..e magari si tiran pure i capelli..personalmente li vedo come 1delle forze politiche esistenti in italia,e come tale bisognosa di consensi..forse ne han perso 1po` cn la storia della radio...posso dire 1cosa,lavoro in 1scuola in inghilterra e mi e` capitaTOd`entrare nell`aula dove si insegnano le RELIGIONI..penso possa bastare..poi se nel caso di internet sono in buona"fede"...man forte alla causa...benvenuti..
    • Anonimo scrive:
      Re: occhio...che..
      - Scritto da: acromion
      certo che mejo che dicano cosi` invece del
      contrario(tenendo pure conto che la maggior
      parte degli italiani pende dalle loro
      labbra..)
      MA....
      io nn griderei al miracolo cosi`
      presto...l`esperienza insegna che nessuno
      dice o fa` cose x niente...
      ricordiamoci che sitamo parlando di quello
      stesso vaticano che nn vuole che vengano
      costruite moschee in italia xche`I
      MUSSULMANI NN VOGLIONO LE CHIESE NEI LORO
      PAESI..così semo pari!
      come dire..faccio viver male i mussulmani
      italiani cosi` impari..e magari si tiran
      pure i capelli..Così je stà bene!Peccato che nun je potemo da' foco o staccalli la testa da'resto.
      personalmente li vedo come 1delle forze
      politiche esistenti in italia,e come tale
      bisognosa di consensi..forse ne han perso
      1po` cn la storia della radio...
      E noi je dovemo da' na mano sennò che ce stemo a fa ?

      posso dire 1cosa,lavoro in 1scuola in
      inghilterra e mi e` capitaTOd`entrare
      nell`aula dove si insegnano le
      RELIGIONI..penso possa bastare..
      Ma che ce stai a fa in inghirterra ? Er bidello o'r munsurmanno ?Damme retta, è mejo che qua non ce retorni!

      poi se nel caso di internet sono in
      buona"fede"...man forte alla
      causa...benvenuti..'A munsurmanno ... !;-)
    • Anonimo scrive:
      Re: occhio...che..
      - Scritto da: acromion
      certo che mejo che dicano cosi` invece del
      contrario(tenendo pure conto che la maggior
      parte degli italiani pende dalle loro
      labbra..)
      MA....
      io nn griderei al miracolo cosi`
      presto...l`esperienza insegna che nessuno
      dice o fa` cose x niente...Te per quale motivo fai tutto questo baccano... secondo il tuo ragionamento hai un secondo fine.... ti vuoi dare alla politica partendo da questo forum?!?
    • Anonimo scrive:
      Re: occhio...che..

      ricordiamoci che sitamo parlando di quello
      stesso vaticano che nn vuole che vengano
      costruite moschee in italia xche`I
      MUSSULMANI NN VOGLIONO LE CHIESE NEI LORO
      PAESI..scusa, cos'è che dice il vaticano?premesso che in Italia le moschee vengono costruite eccome, nonostante quello che secondo te direbbe il vaticano, premesso che si tolgono i crocifissi dalle aule delle scuole pubbliche per non "offendere" i musulmani (perché dovrebbero offendersi, poi? se io andassi in una scuola in un paese a maggioranza musulmana mica mi offenderei di vedere il loro simbolo! o di vedere lo scudo di david in una scuola israeliana...), tutto ciò premesso, mi pare che tu riporti le cose in modo sbagliato.il vaticano semmai dirà: visto che vi costruiamo le moschee e visto che siamo ben tolleranti, cercate di lasciar costruire qualche chiesa e di smetterla di perseguitare i cristiani.
      poi se nel caso di internet sono in
      buona"fede"...man forte alla
      causa...benvenuti..ecco, appunto, meno pregiudizi, non solo nei confronti degli immigrati, ma anche della Chiesa Cattolica.
      • Anonimo scrive:
        Re: occhio...che..
        ...e meno pregiudizi anche nei confronti di chi non crede in dio e non riconosce come propria la morale cattolica...
        • Anonimo scrive:
          Re: occhio...che..
          - Scritto da: 3b
          ...e meno pregiudizi anche nei confronti di
          chi non crede in dio e non riconosce come
          propria la morale cattolica...consa intendi per morale cattolica?
  • Anonimo scrive:
    perché la chiesa ce l'ha con i comunisti?
    Dire ""deplorazione" per le democrazie liberali e i regimi totalitari laddove "l'accesso ai mezzi di comunicazione sociale per fare politica spesso dipende dalla ricchezza e dove i politici e loro consiglieri non rispettano la verità e la lealtà, calunniando i propri oppositori e riducendo i problemi a dimensioni insignificanti".mi sembra ALQUANTO di sinistra.eppure la chiesa e i comunisti si rompono tanto le palle a vicenda (o in passato).in realtà, per motivi diversi, dicono le stesse cose.condivisibili a chiunque non viva _SOLO_ con la legge della giungla applicata.
    • Anonimo scrive:
      Re: perché la chiesa ce l'ha con i comunisti?
      [quello che dice la Chiesa]
      mi sembra ALQUANTO di sinistra.destra e sinistra sono categorie un po' limitate, nel senso che fino a qualche anno fa qualsiasi cosa fosse di sinistra doveva essere per forza anche atea, perché l'aveva detto marx (credo, non sono ferrato).
      eppure la chiesa e i comunisti si rompono
      tanto le palle a vicenda (o in passato).il problema è proprio questo. per essere "comunisti" bisognava essere anche atei.anche la "sinistra" ha i suoi bei dogmi da lasciarsi alle spalle.si può tranquillamente essere di sinistra e cristiani, a mio avviso.
      in realtà, per motivi diversi, dicono le
      stesse cose.diciamo che hanno anche finalità diverse...
    • Anonimo scrive:
      Re: perché la chiesa ce l'ha con i comunisti?
      Me lo son chiesto sempre anch'io... e la risposta sta effettivamente nella storica antipatia che c'è sempre stata fra la Chiesa del passato e il comunismo, in quanto:1) La Chiesa, almeno nel passato, era uno strumento per certi versi opressore e totalitarista.2) Marx disse che il buon comunista è anche Ateo ?__?byez
  • Anonimo scrive:
    Leggete bene e poi parlate...
    Il Papa evidenzia il problema che "...l'accesso ai mezzi di comunicazione sociale per fare politica spesso dipende dalla ricchezza..."Significa che Internet lo usano tutti per navigare ma solo pochi (ricchi e potenti) lo usano per pubblicizzare le proprie posizioni.Quindi i ricchi e i potenti sono in grado di manovrare l'opinione pubblica a loro piacimento.Non dimentichiamo infatti che sono solo una piccola percentuale gli utenti che riescono ad avere un atteggiamento critico nei confronti delle notizie diffuse.E ciò è proprio quello che sta succedendo, uguale uguale, col discorso delle televisioni.Cosa credete che sia il conflitto di interessi se non il rischio di concedere ai ricchi e potenti il diritto di informare?Il bello è che proprio ieri l'hanno magistralmente risolto obbligando il povero Berlusca a lasciare la presidenza del Milan a suo figlio e a Galliani.E NIENT'ALTRO!!!!!!Con affetto
    • Anonimo scrive:
      Re: Leggete bene e poi parlate...
      EEEhhhh ????Il Povero berlusca ????Povero ?povero ???poveriiino !eh si, io NON vorrei essere certo nei panni del "povero" berlusca !Mavaavaaaaaaa !!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Leggete bene e poi parlate...
        Non riconosci il sarcasmo quando lo vedi?
        • Anonimo scrive:
          Re: Leggete bene e poi parlate...
          Mah... non ne sarei così sicuro
          • Anonimo scrive:
            Re: Leggete bene e poi parlate...
            - Scritto da: kokoko3k
            Mah... non ne sarei così sicuroMdonna ragazzi datevi una svegliata... vi azzuffate anche fra di voi...
    • Anonimo scrive:
      Re: Leggete bene e poi parlate...
      - Scritto da: Smarronato cronico
      [...]

      Significa che Internet lo usano tutti per
      navigare ma solo pochi (ricchi e potenti) lo
      usano per pubblicizzare le proprie
      posizioni.e perche' questo sarebbe a favore dei potenti?Chiunque con una spesa minima di partenza di 1500? e un canone mensile di poco + di 50?/mese può mettere on-line tutto quello che vuole, di qualsiasi dimensione e per tutto il tempo che vuole (dimostrami il contrario). Puoi propagandare movimenti anarchici, movimenti liberali, movimenti qualsiasicosatipare senza per questo essere un potente e/o avere un'autocisterna piena di oro liquido. QUESTO E' INTERNET.Tutto il resto sono meccanismi per il condizionamento mentale che i potenti/ricchi (questa volta si) possono permettersi... tutto questo indipendentemente dal veicolo informativo.Quindi come al solito anche la Chiesa (perche' poi metterà bocca in settori che non gli appartengono non lo capirò mai...) è caduta nel tranello accusando quel povero e misero protocollo di comunicazione testuale (HTTP) che viene veicolato sul quel povero e bistrattato veicolo delle informazioni digitali che è internet.Nell'informazione via internet non c'è niente di pilotato. Il bello è (e nessuno potrà MAI togliercelo) che in internet l'informazione ti arriva SOLO se te la vai a cercare e in qualche caso non la trovi nemmeno (su questo semmai dovrebbero discutere... la liberta di mettere on-line QUALSIASI cosa).Perche' io sto scrivendo questo commento? Perche' IO HO SCELTO di guardare il sito di Punto Informatico e IO HO SCELTO di leggere questo articolo e poi sempre IO HO SCELTO di rispondere al tuo commento.Nessuno mi ha imposto niente.Tutt'altro discorso si deve fare (e avrebbero dovuto farlo) per quello che si fa per promuovere l'informazione contenuta nel sito, vale a dire: pubblicità in cartellone, pubblicità radiofonica, pubblicità televisiva, spamming, banners... tutti segnali che FORZATAMENTE ti arrivano al cervello e che dipendono fortemente dagli investimenti di denaro. Chi non associa al McDonalds le M arancioni a forma di patatina? nessuno. Ma loro hanno speso miliardi di dollari per promuovere quel marchio che ha condizionato la nostra vita.Tutto questo con internet NON C'ENTRA NIENTE.Non si tagliano le mani alle persone per evitare che rubino.Non si limita la diffusione di internet per evitare di veicolare informazioni sulla propaganda nazista, come invece cercano di fare quegli intelligentoni dei francesi contro yahoo.passo e chiudo.vrrrrrooooooooooooooooooommmm....
      • Anonimo scrive:
        Re: Leggete bene e poi parlate...
        - Scritto da: vrooooommmm
        - Scritto da: Smarronato cronico

        [...]
        e perche' questo sarebbe a favore dei
        potenti?
        Chiunque con una spesa minima di partenza di
        1500? e un canone mensile di poco + di
        50?/mese può mettere on-line tutto quello
        che vuole, di qualsiasi dimensione e per
        tutto il tempo che vuole (dimostrami il
        contrario). 1500? ti sembrano pochi? per alcune persone (in italia) sono lo stipendio di due mesi, per altre nel mondo possono essere quello di diversi anni!e' vero che internet e' piena di spazi gratuiti, e che con la sola spesa di collegamento e un minimo di conoscenze e' possibile avere uno spazio piu' che sufficiente per mettere online le proprie idee, ma non tutti possono farlo.in italia la maggior parte delle persone possono permettersi un computer adatto a collegarsi ad internet (un 386 con 8Mb di ram, ad esempio), ma usarlo non e' ancora all'altezza di tutti, ed e' sicuramente piu' difficile che non usare l'ultimo modello venduto a prezzi per alcuni insostenibili.poi bisogna aggiungere la spesa di una linea telefonica e quella delle telefonate per il collegamento, che possono essere problematiche per le fasce piu' disagiate della popolazione.in alcune parti del mondo la situazione e' ancora peggiore: non ci sono a disposizione neanche computer antiquati e magari il telefono (o altro mezzo per collegarsi) non e' neppure disponibile...
    • Anonimo scrive:
      Re: Leggete bene e poi parlate...
      la chiesa non ha diritto di parola finchè non abbatte le antenne di radio vaticana... e poi parla di ricchi e potenti... di manipolazione...
      • Anonimo scrive:
        Re: Leggete bene e poi parlate...
        Guarda che:1) le antenne di Radio Vaticana esistono da prima che si costruissero case là intorno;2) non è assolutamente scientificamente provato che le onde radio povochino malattie.Il motivo giuridico per cui Radio Vaticana è stata scagionata, poi, è una pagliacciata, lo ammetto.byez
    • Anonimo scrive:
      Re: Leggete bene e poi parlate...
      - Scritto da: Smarronato cronico
      Cosa credete che sia il conflitto di
      interessi se non il rischio di concedere ai
      ricchi e potenti il diritto di informare?I "ricchi e potenti" hanno lo stesso diritto di informare che hai tu, non credo che possa venir loro negato perchè hanno fatto i soldi.Insomma ricco = cattivo, povero=buono? Bel discorso da comunista del cazzo.Fuf
      • Anonimo scrive:
        Re: Leggete bene e poi parlate...
        - Scritto da: Fuf

        I "ricchi e potenti" hanno lo stesso diritto
        di informare che hai tu, non credo che possa
        venir loro negato perchè hanno fatto i
        soldi.
        Insomma ricco = cattivo, povero=buono? Bel
        discorso da comunista del cazzo.

        Fuf L'aspetto che forse ti sfugge (e sfugge a molti, vedo, in questi interventi) è che chi ha i soldi è in grado di manipolare l'opinione pubblica.Chi i soldi non ne ha, invece, è molto più indifeso di fronte ai tentativi di manipolazione.Se questo concetto lo vedi come un'espressione di "comunismo del cazzo", liberissimo di pensarla così. Ti auguro solo di riuscire a pensare con la tua testa...
  • Anonimo scrive:
    Quando il diavolo ti carezza...vuole l'anima!
    Facciamo attenzione, e ricordiamoci che il vaticano non fa niente per niente. Prima o poi introdurrà dei dogmi anche in rete!Pensi, piuttosto, ad eliminare o a rendere non inquinanti le sue antenne poste in mezzo alla gente, che si ammala a causa delle radiazioni. Porca puttana!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Quando il diavolo ti carezza...vuole l'anima!
      - Scritto da: Ugo
      Non e' ancora scientificamente provato che
      le antenne portino epidemie. Ma, scusa, le
      antenne non sono quelle dei cellulari? Il
      Vaticano ha un proprio gestore telefonico?
      Questa non l'avevo mai sentita, mah...mah.. ti pare normale lo stare in mezzo a un potente campo magnetico? ti pare sia una cosa naturale? e poi il campo magnetico di cui si parla non è quello provocato dai cellulari, ma quello di radio vaticana, che dei POTENTISSIMI (come portata coprono buona parte del globo) trasmettitori sopra le case di un paese in provincia di roma e i cui abitanti hanno un tasso di incidenza di leucemia parecchie volte sopra la norma...Tra l'altro il governo non deve preoccuparsi di fare rispettive le leggi ITALIANE riguardanti le emissioni elettromagnetiche in territorio ITALIANO?questo si che è uno scandalo.. e poi figurati se uno non comincia a imprecare...
      • Anonimo scrive:
        Re: Quando il diavolo ti carezza...vuole l'anima!
        Infatti pare che nn li si possa processare xe' le antenne risiedo nello suolo dello stato del vaticano (in minuscolo si)... che bello in nome di Dio emettere campi magnetici da acceleratore di particelle...
      • Anonimo scrive:
        Re: Quando il diavolo ti carezza...vuole l'anima!
        Il prob è che gli impianti di cesano ci sono da decenni e quando li hanno montati li era campagna... ora è diventata un'area urbana... per il discorso della legge italiana in italia c'è da sottolineare che i patti lateranensi fanno di fatto parte della legge italiana... e considerano quelli impianti alla stregua del territorio vaticano e quindi sotto un'altra giurisdizione.Credo che la cosa più logica è che per il passato hanno chiuso con questa "giustificazione" ed ora staranno cercando il sistema per spostare gli impianti o per limitare la potenza. boh
    • Anonimo scrive:
      Re: Quando il diavolo ti carezza...vuole l'anima!

      ad eliminare o a rendere
      non inquinanti le sue antenne poste in mezzo
      alla gente, che si ammala a causa delle
      radiazioni. chi ha costruito le case vicino alle antenne ??? e chi pur avendo visto le antenne ha comprato la casa ???
      Porca puttana!!non dire le parolaccie...
    • Anonimo scrive:
      Re: Quando il diavolo ti carezza...vuole l'anima!
      - Scritto da: benny
      Facciamo attenzione, e ricordiamoci che il
      vaticano non fa niente per niente. Prima o
      poi introdurrà dei dogmi anche in rete!Guarda che questo tipo di discorsi hanno veramente rotto i cosiddetti.E se non è Berlusconi, è il Papa.Ma la volete piantare (te e tutti quelli sinistrorsi come te) di sparare a zero senza neanche andare oltre il titolo delle notizie? Hai letto l'articolo? Hai letto il testo del Vaticano? Non credo proprio.Vai, leggi e fatti un esame di coscienza, se ci riesci.
      Pensi, piuttosto, ad eliminare o a rendere
      non inquinanti le sue antenne poste in mezzo
      alla gente, che si ammala a causa delle
      radiazioni. Questo è vero.
      Porca puttana!!E' quello che dico io.Ciao,@ngel
    • Anonimo scrive:
      Re: Quando il diavolo ti carezza...vuole l'anima!
      - Scritto da: benny
      Facciamo attenzione, e ricordiamoci che il
      vaticano non fa niente per niente. Prima o
      poi introdurrà dei dogmi anche in rete!Non credo. Mi sembra che per ora abbia detto delle cose giustissime. Ah... io sono ateo.
      Pensi, piuttosto, ad eliminare o a rendere
      non inquinanti le sue antenne poste in mezzo
      alla gente, che si ammala a causa delle
      radiazioni.
      Porca puttana!!Questo non c'entra niente.
  • Anonimo scrive:
    ebbravo il vaticano!
    eccierto!!! ebbravo il vaticano! ora vuole leccare le chiappette agli utenti della rete! beneeeeeeee!!! e poi che cazzo è l'etica in internet? ma scherziamo? vogliamo introdurre il sermone della domenica anche qua? ecchepalle!! che pensi alle guerre e ai problemi reali e tangibili!!! che è meglio!
    • Anonimo scrive:
      Re: ebbravo il vaticano!
      O non hai letto l'articolo, o hai avuto seri problemi a comprenderlo...
    • Anonimo scrive:
      Re: ebbravo il vaticano!
      - Scritto da: george sfiladini
      eccierto!!! ebbravo il vaticano! ora vuole
      leccare le chiappette agli utenti della
      rete! beneeeeeeee!!! e poi che cazzo è
      l'etica in internet? ma scherziamo? vogliamo
      introdurre il sermone della domenica anche
      qua? ecchepalle!! che pensi alle guerre e ai
      problemi reali e tangibili!!! che è meglio!L'Etica e' l'Anima di Internet.Senza Etica Internet sarebbe un covo di deficienti e lamers.Se credi che senza etica Internet cresca, beh, ti sbagli di grosso.Da cio' che dici si intuisce che non hai capito un bel niente dell'articolo di PI, ne' di cosa vuol dire l'Articolo stilato dal Consiglio Vaticano.Il Vaticano ha sempre saputo cio' che ha detto e dice, tu evidentemente no.Ti invito a rileggere l'articolo e a riformarti un'Etica personale.Andare in chiesa la Domenica e' molto piu' che ascoltare una predica, e' la Pace che c'e' in noi stessi.
      • Anonimo scrive:
        Re: ebbravo il vaticano!
        amen
      • Anonimo scrive:
        Re: ebbravo il vaticano!
        l'etica è una cosa personale e varia da individuo ad individuo da cultura a cultura da società a socità. vogliamo imporne una per tutti anche in rete? io no.e se proprio devo risponderti a me non basta andare in chiesa la domenica per poi sentirmi meglio. troppo comodo
        • Anonimo scrive:
          Re: ebbravo il vaticano!
          A parte il fatto che sono ateo, l'etica è un bene che in certi casi non riguarda solo una società, una persona, una cultura ecc. ma che deve riguardare in comune tutto il genere umano, ad esempio: pensi che la regola morale di non far del male agli altri senza motivo valga solo per questa o quella cultura?Per questo concordo con quanto scritto dal Vaticano, rappresenta una confessione che tanto male ha fatto nel passato me che, fortunatamente, da qualche decennio ha cominciato a ragionare bene.
    • Anonimo scrive:
      Re: ebbravo il vaticano!
      - Scritto da: george sfiladini
      eccierto!!! ebbravo il vaticano! ora vuole
      leccare le chiappette agli utenti della
      rete! beneeeeeeee!!! e poi che cazzo è
      l'etica in internet? ma scherziamo? vogliamo
      introdurre il sermone della domenica anche
      qua? ecchepalle!! che pensi alle guerre e ai
      problemi reali e tangibili!!! che è meglio!Discorso da prevenuto e ignorante (nel senso che ignora).L'etica c'entra, eccome; così come c'entra in tutti gli aspetti della società.Il qualunquismo col quale paventi il "sermone della domenica" dimostra che non hai una scala di valori e priorità molto valida.Come pensi di "pensare" alle "guerre" e ai "problemi reali"? Andando lì e mettendoti in mezzo urlando "FERMI TUTTI!"?Non credi che, invece, un sapiente lavoro di guida delle coscienze a partire "dal basso" (dal popolo della rete, sempre più popolo del mondo) possa sortire più realisticamente un effetto positivo?Se ho capito bene, da come parli mi sembri di sinistra; bene, non è proprio dalle "vostre parti" che insegnano fin da bambini che l'inculcare a partire dal basso (e dalle tenere età) è l'unico modo per guidare le masse?Bene, mi sembra che il discorso del Vaticano vada, in linea di principio, in questa direzione, perciò... dovresti essere d'accordo.Se poi ti basta la parola "Vaticano" per toccarti le parti basse, allora... è un problema tuo.Ciao,@ngel
      • Anonimo scrive:
        Re: ebbravo il vaticano!
        concettualmente sono di sinistra ,nn vado in chiesa ma so` cosa si fa` e si dice....tuttavia ho 1etica e` 1morale +che dignitosa,nn ammazzo ne ne sento il bisogno,nn rubo anche se avrei bisogno di qualcosina di + x sopravvivere,nn stupro e violento donne e bambini!tutte le filosofie di vita sono positive(sx,dx ,religioni)bisogna xo`,oltre che cn le parole,dimostrare cio` che si dice...ed il vaticano ha parecchia roba su cui riflettere in fatto di azioni passate e presenti...posso credere esista qualcosa di"superiore",ma nn credo sia il vaticano a rappresentarlo in terra..tutto qui....le parole sono 1cosa i fatti 1altra ok????hanno buttato giu` sto` discorso di internet????ok nn c`e` problema..proponete qualcosa e nel contempo adoperatevi x la riuscita...questo significa stare al mondo ...sia che sia di dx,sx,religioni o atei convinti...l`etica 1persona se la fa` studiando il mondo,imparando a conoscere le differenze ed apprezzando le diversita` tra i popoli...ed in questo il vaticano a sempre (e continua a farlo)peccato di presunzione xche` cerca d`imporre "il proprio" nelle scuole ,quando sarebbe mejo studiare tutte le religioni1
      • Anonimo scrive:
        Re: ebbravo il vaticano!
        -primo io non sono ne di destra ne di sinistra-secondo se continui ad etichettare la gente ti prenderai spesso grosse cantonate-terzo io penso che almeno in rete non ci dovrebbe essere una guida comune a tutti ma tutti dovrebbero esprimersi ilberamente senza venir influenzati da altre persone o modelli imposti.almeno qua per diamine!
        • Anonimo scrive:
          Re: ebbravo il vaticano!
          Non mi sembra proprio che il Vaticano si stia ergendo a guida comune (se la pensi così credo tu sia fermo al Medioevo, quando sì che che la Chiesa si ergeva a "guida comune"...). Ora quello della Chiesa è un parere come quello di tante altre persone, e se dice qualcosa di giusto mi sembra davvero mediocre il cercare di metterlo su una luce sbagliata. E daltronde è innegabile che in Internet ci debba essere una etica, anche se magari non identica a quella del mondo "reale".byez
  • Anonimo scrive:
    Allibisco anch'io...
    Concordo....ma mi sembra strano che il Vaticano ...
  • Anonimo scrive:
    Ma... ma ma... ma come? Yup! Allibisco!
    Eh? Il Vaticano che difende la diversita` culturale? Naahh... non puo` essere... non e` che e` uno scherzo? Una notizia finta? E` strabiliante... ho sempre pensato che fosse il Vaticano a voler imporre il suo modo di vedere le cose al resto del mondo... o ho preso una cantonata paurosa? Pronto a cambiare punto di vista, eh?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma... ma ma... ma come? Yup! Allibisco!

      Eh? Il Vaticano che difende la diversita`
      culturale? Naahh... non puo` essere... non
      e` che e` uno scherzo? Una notizia finta? E`
      strabiliante... ho sempre pensato che fosse
      il Vaticano a voler imporre il suo modo di
      vedere le cose al resto del mondo... o ho
      preso una cantonata paurosa? Pronto a
      cambiare punto di vista, eh?Chi è senza peccato scagli la prima pietra. Dopo la vicenda delle onde fuorilegge che Radio Vaticana continua a trasmettere noncurante delle proteste degli abitanti di Cesano, non vedo con che faccia possano mettersi in cattedra a sentenziare su Internet...
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma... ma ma... ma come? Yup! Allibisco!
        - Scritto da: Bruce Lee
        Chi è senza peccato scagli la prima pietra.
        Dopo la vicenda delle onde fuorilegge che
        Radio Vaticana continua a trasmettere
        noncurante delle proteste degli abitanti di
        Cesano, non vedo con che faccia possano
        mettersi in cattedra a sentenziare su
        Internet... uhm... hai perfettamente ragione. Ma del resto preferisco il vaticano che dica queste cose piuttosto che il vaccaro presidente americano che parla di libertà digitali e va poi quasi a mettere sotto embargo paesi che ospitano siti web 'scomodi', o il ns. governo che vara la legge sull'editoria e dopo ti viene a dire "l'italia è una repubblica democratica"....
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma... ma ma... ma come? Yup! Allibisco!
          so che qualcuno cercherà di pugnalarmi mentalmente per quel che mi appresto a scrivere...però in fondo io non ci vedo nulla di strano... voglio dire: credo che questo forum sia popolato da persone che hanno una propria idea di etica, morale e altre cosuccie del genere. Credo che tutti possano liberamente postare le loro idee per dire come la pensano, senza per forza voler prevalere sulle idee di altri, giuste o sbagliate che siano.dunque io non vedo niente di male nel fatto che il Vaticano abbia espresso la propria opinione su questi argomenti, rappresentando la Chiesa Cattolica tutta insieme (o perlomeno quelli che ci credono). Ognuno poi è libero di essere d'accordo o contrario su ciò che è scritto su quell'articolo. Come qualcuno ha ben ricordato, ogni persona, in special modo nella Rete, è libera di ricercare le informazioni che più gli aggradano, scegliendo magari con un buon senso critico (e qui naturalmente ognuno dovrebbe sapere già da solo cosa egli pensa sia buono...ma questo è un altro discorso, credo).Non penso per esmpio che qui su PI siano mai state scartate lettere rivolte alla redazione, dato che alcune sono state pubblicate proprio come notizie di qualche edizione (adesso non lo so davvero se il supremo De Andreis si schifa su qualche mail, spero di no data la stima che ho di 'sto giornale).A conti fatti penso sia giusto che la libertà d'espressione sia concessa a tutti; sia il Papa, sia chi è d'accordo col Papa, sia chi è disaccordo, sia chi insulta il Vaticano (anche se quest'ultima non mi sembra giusta, ma lasciamo stare, io sono per la critica costruttiva in ogni campo)per quanto riguarda il discorso di radio Vaticana sollevato poco fa, mi astengo. anzi no, sinceramente dà fastidio pure a me quella situazione. però parlarne qui mi smbra un po' OT (fa pure rima :)--Leonardose mi son spiegato male non punitemi :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma... ma ma... ma come? Yup! Allibisco!
            Per quanto riguarda Radio Vaticana, comincio a pendere verso la bilancia del Vaticano...In quanto a statisctiche alla mano la percentuale di malati di Leucemia in quella zona aumenta in modo pressoché insignificante, e poi perché, da quel che so, le onde radio sono a frequenza molto bassa e sono, in pratica, addirittura meno penetranti della luce visibile.Se qualcuno è informato sull'argomento onde radio risponda.byez
  • Anonimo scrive:
    accidenti....
    ecco un motivo per cui diventerei cristiano immediatamente.. :
    • Anonimo scrive:
      Re: accidenti....
      - Scritto da: Ombra
      ecco un motivo per cui diventerei cristiano
      immediatamente.. :
      Non sei un Cristiano se pensi solo ai tuoi interessi.
      • Anonimo scrive:
        Re: accidenti....
        - Scritto da: Ugo
        - Scritto da: Ombra

        ecco un motivo per cui diventerei
        cristiano

        immediatamente.. :

        Non sei un Cristiano se pensi solo ai tuoi
        interessi.eccheppalle pero'...non vi va mai bene niente... :) (dai su non fate i musi.... siate ironici)ma in fondo in fondo chi puo' dire di essere cristiano? ora diro' una cosa che manderà in bestia tutti (o quasi)... attenzione... sto per dirla....ma secondo voi... (sottovoce) dio.... come fa a essere cristiano se poi mi dice : "non adorare altro dio all'infuori di me"..... e gli altri dei? dove li mettiamo? e buddha? e allah? e l'essere umano?mah.... felice di essere ateo saluto, passo e chiudo.vrrrooooooooommmm!
    • Anonimo scrive:
      Re: accidenti....
      - Scritto da: Ombra
      ecco un motivo per cui diventerei cristiano
      immediatamente.. :
      Io neanche per questo e tant'altro.Comunque e' un documento apprezzabile, se i contenuti sono questi.Ma secondo voi in TV ne parleranno?
  • Anonimo scrive:
    CONCORDO COL VATICANO
    Uno dei pochissimi, ma determinanti casi, in cui concordo con il Vaticano.Quando la lotta si fa dura e seria, devo dire che il Vaticano ci azzecca sempre.
    • Anonimo scrive:
      Re: CONCORDO COL VATICANO
      vaglielo a spiegare al grande sinistroso al governo non molto tempo fa che voleva mettere la porta a tutte le connessione da e per l'Italia, vaglielo anche a dire a chi ancora oggi degli ultimi arrivati, sostiene che per pubblicare il proprio pensiero in maniera continuativa in internet devi essere iscritto all'albo dei "giornalisti" sostenendo che solo così si crea un soggetto di "responsabilità" (come se il CC fosse un manualetto per equilibrare il tavolo che balla).Non guardiamo molto lontano cercando gli attentati alla libertà di espressione, ci sono ovunque, striscianti, ma sono ovunque ci sia un interesse politico che basa la propria forza su quel che si dice e non su quel che si vede e che quindi può essere raccontato, in modo più o meno distorto, ma può essere narrato senza passare attraverso il filtro dell "illuminato" che vigila sulle nostre credulità e ci difende dai "nostri errori di valutazione"
      • Anonimo scrive:
        Re: CONCORDO COL VATICANO
        - Scritto da: IXB
        vaglielo a spiegare al grande sinistroso al
        governo non molto tempo fa che voleva
        mettere la porta a tutte le connessione da e
        per l'Italia, vaglielo anche a dire a chi
        ancora oggi degli ultimi arrivati, sostiene
        che per pubblicare il proprio pensiero in
        maniera continuativa in internet devi essere
        iscritto all'albo dei "giornalisti"
        sostenendo che solo così si crea un soggetto
        di "responsabilità" (come se il CC fosse un
        manualetto per equilibrare il tavolo che
        balla).
        Non guardiamo molto lontano cercando gli
        attentati alla libertà di espressione, ci
        sono ovunque, striscianti, ma sono ovunque
        ci sia un interesse politico che basa la
        propria forza su quel che si dice e non su
        quel che si vede e che quindi può essere
        raccontato, in modo più o meno distorto, ma
        può essere narrato senza passare attraverso
        il filtro dell "illuminato" che vigila sulle
        nostre credulità e ci difende dai "nostri
        errori di valutazione"I "signori" del POTERE hanno paura di INTERNET e la vogliono imbavagliare a loro piacimento.Ogni scusa è buona per fare il loro gioco e per restringere sempre più la libertà e l' accesso alla Rete con Leggi liberticide.Sono un Potere CORROTTO.
Chiudi i commenti