USA, cercare il porno a sette anni

A rivelarlo, uno studio di Symantec. Le parole sesso e porno sono tra le prime cinque ricercate dai minori di 18 anni. Anche i minori di sette anni sarebbero avidi amanti della nudità. In molti, tuttavia, dubitano dei risultati

Roma – La fine di un anno è sempre un momento utile per fare bilanci, per illustrare tendenze in ascesa (o in declino) e stilare speciali classifiche. E di classifiche si è occupata recentemente la security company Symantec. Con una Top 100 , pubblicata sul sito OnlineFamily.Norton , servizio web che permette ai genitori interessati di monitorare l’attività online dei propri pargoli, sempre più precocemente addentro alle chiaroscure dinamiche della Rete.

A stravincere, YouTube. La piattaforma di video sharing si è piazzata al primo posto in tutte le classifiche stilate da Symantec, a partire da quella generale relativa alle più diffuse chiavi di ricerca online da parte di ragazzi al di sotto dei 18 anni. Secondo posto per Google, seguito da Facebook e da altri due termini che hanno fatto preoccupare non poco famiglie connesse ed esperti in sicurezza informatica: sesso e porno .

Sesso ben al di sopra di Disney (posizione 93); porno ben più in alto di Twitter (66) e di MSN (33), lievemente battuto dalla parola boobs , tette. Tra le celebrità, ha vinto ancora Michael Jackson, già trionfatore di altre classifiche di fine anno come quelle di Google e Yahoo! . I termini sex e porn sono rimasti rispettivamente al quarto e quinto posto nella classifica relativa alle utenze maschili, mentre solo il sesso è comparso nella top 5 delle ragazzine. Che sembrano preferire la cantautrice country-pop Taylor Swift alle nudità di pornostar e amatori della carne.

Quella che, tuttavia, ha destato più di una perplessità è un’altra classifica, questa volta relativa alle ricerche da parte di giovanissime utenze al di sotto dei sette anni d’età . Qui scompare dal podio il sesso (probabilmente sostituito da cavoli e cicogne), ma rimane saldamente al quarto posto la parola porn , battendo la parola giochi e quella cartoon network . Qualcuno a questo punto è insorto, accusando pesantemente l’azienda statunitense di aver pubblicato risultati del tutto astrusi.

Un ragazzino di meno di sette anni, si spiega , non potrebbe perfettamente afferrare il significato concettuale e pratico della parola “porno”, soprattutto perché sarebbe impensabile che un genitore glielo insegni nel dettaglio. Quello che apparirebbe inoltre inusuale è che lo studio di Symantec abbia scoperto che gli utenti al di sotto dei sette anni ricerchino siti legati al P2P come Limewire e Mininova .

L’azienda statunitense ha comunque assicurato che i suoi studi si basano su circa 15 milioni di interrogazioni attraverso OnlineFamily.Norton . Qualcun’altro non ha esitato a sostenere che si tratti in realtà di dati con un solo scopo: far crescere la paura tra i genitori e quindi aumentare le vendite dei propri software. Altri , poi, hanno sfogato una certa vena sarcastica in tre pensieri. Primo, cercare la parola Google non avrebbe alcun senso. Secondo, i figli sono il futuro. Terzo, il futuro è condannato alla rovina.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Andrea scrive:
    Re: Be' compratevelo.
    Concordo pienamente ma aggiungo: se questo prodotto non darà la possibilità di poterci caricare e quindi riconoscere tutti o la maggior parte dei formati sarà un prodotto destinato a fallire...
  • Andrea scrive:
    e-reader o futuri pc?
    Prodotti realmente molto interessanti ma purtroppo prezzi ancora alti per quello che a mio avviso ,spingendomi un pò più in la,sarà il nuovo formato dei fututi PC Portatili.
  • Alessandrox scrive:
    OK ma se la carta sparisce....
    Con un libro cartaceo posso fotocopiare uno pezzo di testo per qualsiasi uso: una ricerca, una tesi, una citazione per legittima diffusione di informazioni quante volte nei forum e nelle e-mail si riportano le immagini di pezzi di giornale per diffondere una notizia particolarmente che ci riguarda?Qua' in Italia i media tradizionali godono anche di sovvenzioni pubbliche, ora un po' meno e secondo una normativa molto a discrezione del ministero preposto e con criteri discutibili... ma se c'e' la sovvenzione pubblica allora quegli usi sopra citati DEVONO essere garantiti... ma COME attraverso i supporti digitali con DRM ?Senza contare che in un dispositivo elettronico virtualmente non c'e' limite alla quantità di messaggi pubblicitari che si possono veicolare (il pezzo di carta è molto piu' limitato) se non dettato dai limiti hardware HW e dagli oggettivi limiti imposti da una corretta fruibilità.In sostanza le fonti di introiti principali sono 2:1) pagamento diretto2) introiti pubblicitariVogliamo dire che questi non sono sufficenti per fare dei buoni profitti?Distinguiamo tra le news i periodici e altre pubblicazioni come i libri e opuscoli: i primi si possono avvantaggiare meglio delle inserzioni pubblicitarie, facendo pagare quindi meno direttamente e magari limitatamente a certe sezioni/servizi; i secondi ovviamente devono privilegiare il pagamento diretto ma in tutti i casi non e' piu' possibile CITARE estraendole parti del contenuto..... per legittimi usi NO PROFITQUESTA per me e' una gravissima ed imperdonabile limitazione che lede il diritto universale all' acXXXXX alle informazioni.
    • Samuele C. scrive:
      Re: OK ma se la carta sparisce....
      - Scritto da: Alessandrox
      Con un libro cartaceo posso fotocopiare uno pezzo
      di testo per qualsiasi uso: una ricerca, una
      tesi, una citazione per legittima diffusione di
      informazioni quante volte nei forum e nelle
      e-mail si riportano le immagini di pezzi di
      giornale per diffondere una notizia
      particolarmente che ci
      riguarda?
      non l'ho capita, forse vorresti dire che un contenuto su carta è piu riusabile di uno già digitalizzato o il contrario?
      Qua' in Italia i media tradizionali godono anche
      di sovvenzioni pubbliche, ora un po' meno e
      secondo una normativa molto a discrezione del
      ministero preposto e con criteri discutibili...
      ma se c'e' la sovvenzione pubblica allora quegli
      usi sopra citati DEVONO essere garantiti... ma
      COME attraverso i supporti digitali con DRM
      ?boh credo dipenda dal software del dispositivo.

      Senza contare che in un dispositivo elettronico
      virtualmente non c'e' limite alla quantità di
      messaggi pubblicitari che si possono veicolare
      (il pezzo di carta è molto piu' limitato) se non
      dettato dai limiti hardware HW e dagli oggettivi
      limiti imposti da una corretta
      fruibilità.anche qui dipende dal software del dispositivo e come lo costruiranno.. Io lo immaginerei similarmente ad un browser che accede ad una pagina web protetta da password, allora se noi abbiamo la chiave vediamo il contenuto e se poi sul browser abbiamo installato un equivalente di Adblock (estensione per firefox) blocchiamo anche la pubbicità inoltre dovremmo poter premere su salva pagina, stampa etc.. un po come fanno i magazine online a pagamento.
    • anonimo scrive:
      Re: OK ma se la carta sparisce....
      - Scritto da: Alessandrox
      Con un libro cartaceo posso fotocopiare uno pezzo
      di testo per qualsiasi uso: Puoi passare allo scanner, fotografare o fotocopiare anche un ebook-reader. Io l'ho fatto.
  • JosaFat scrive:
    Quanta ignoranza...
    ...a partire dall'articolista, Giorgio Pontico.Non esiste solo il Kindle, cazzho! Per iLiad (e gli altri lettori iRex) esistono già da anni giornali francesi e italiani, in abbonamento. Ma intanto noi parliamo del Wall Street Journal per Amazon, che siamo più trendy e ammmeriggani.
  • angros scrive:
    Solo se libri e news sono gratis
    In tal caso, vale la pena di prendersi un reader; altrimenti, tanto vale comprarsi i libri su carta (almeno non rischiano di sparire nel nulla, e nessuno controlla quante volte lo leggi).Finchè c' è il DRM, per quanto mi riguarda, possono anche andare in malora
    • Gnoskji scrive:
      Re: Solo se libri e news sono gratis

      (avere un libro in forma digitale mi interessa
      solo perchè posso duplicarlo a costo zero,
      se mi togli questa funzione, è totalmente
      inutileMagari potresti provare a leggerlo...
      Plastica e batterie inquinano molto di più della
      carta, e richiedono molte più risorse. E quanto
      pensi che ti duri un Kindle? Io ho libri che
      hanno anche 20, 30, 50 anni... un Kindle ti dura
      altrettanto?guarda che non ti serve un lettore (diciamo un Kindle) per ogni libro che leggi, dentro un singolo lettore puoi infilarci centinaia di libri.
      Se vuoi ridurre il peso, invece del libro ti
      faccio il sito internet, che puoi guardarti dal
      computer della scuola o dal computer di casa (e
      nello zaino non metti nulla, solo la
      merenda)Peccato che anche i computer della scuola e quelli di casa (anche quello che useresti tu per fare il sito sono fatti di plastica e usano le batterie.Al di là dell'ironia, penso che i libri in formato elettronico siano il futuro e prima o poi se ne dovranno rendere conto tutti (comprese le case editrici).
      • angros scrive:
        Re: Solo se libri e news sono gratis

        Magari potresti provare a leggerlo...Posso leggere anche un libro di carta, se l' e-reader non mi offre qualcosa di più, a cosa serve?
        guarda che non ti serve un lettore (diciamo un
        Kindle) per ogni libro che leggi, dentro un
        singolo lettore puoi infilarci centinaia di
        libri.E se in famiglia siamo in 3, io voglio leggere un libro, e qualcuno nello stesso momento vuole leggerne un altro?
        Peccato che anche i computer della scuola e
        quelli di casa (anche quello che useresti tu per
        fare il sito sono fatti di plastica e usano le
        batterie.Ma quelli, in molti casi, ci sono già; e per chi non ce l'ha, gli stampo le pagine.
        Al di là dell'ironia, penso che i libri in
        formato elettronico siano il futuro e prima o poi
        se ne dovranno rendere conto tutti (comprese le
        case
        editrici).Se i libri elettronici sono il futuro, le case editrici sono il passato, e devono sparire, perchè la loro stessa esistenza non ha senso nel mondo dei libri elettronici (così come non ha senso il copyright)Come ho già detto, non sono contrario ai libri elettronici, sono contrario ai libri elettronici sotto copyright, perchè raccolgono solo il peggio dei due mondi: hanno il difetto dei libri cartacei di non essere copiabili, hanno il difetto dei libri elettronici di richiedere un lettore a batteria che può guastarsi, hanno dei difetti specifici (come quello di poter essere cancellati da remoto), e non offrono nessun vantaggio.
        • ruppolo scrive:
          Re: Solo se libri e news sono gratis
          - Scritto da: angros

          Magari potresti provare a leggerlo...

          Posso leggere anche un libro di carta, se l'
          e-reader non mi offre qualcosa di più, a cosa
          serve?Certo che offre qualcosa di più, ma tu che puoi saperne?Tu sei come Enjoy with Us, che parla, parla, parla di portatili, netbook, smartphone e non ha mai avuto nessuno di questi apparecchi. Però quanto parla...

          guarda che non ti serve un lettore (diciamo un

          Kindle) per ogni libro che leggi, dentro un

          singolo lettore puoi infilarci centinaia di

          libri.

          E se in famiglia siamo in 3, io voglio leggere un
          libro, e qualcuno nello stesso momento vuole
          leggerne un
          altro?Ecco, questo dimostra che non hai alba di come funzionano i dispositivi controllati da DRM.

          Peccato che anche i computer della scuola e

          quelli di casa (anche quello che useresti tu per

          fare il sito sono fatti di plastica e usano le

          batterie.

          Ma quelli, in molti casi, ci sono già; e per chi
          non ce l'ha, gli stampo le
          pagine.Migliaia di stampe, che spreco di risorse.

          Al di là dell'ironia, penso che i libri in

          formato elettronico siano il futuro e prima o
          poi

          se ne dovranno rendere conto tutti (comprese le

          case

          editrici).

          Se i libri elettronici sono il futuro, le case
          editrici sono il passato, e devono sparire,
          perchè la loro stessa esistenza non ha senso nel
          mondo dei libri elettronici (così come non ha
          senso il
          copyright)Eh certo, però allora li scrivi tu. Inizia e facci sapere appena hai pronti i primi. Grazie.
          Come ho già detto, non sono contrario ai libri
          elettronici, sono contrario ai libri elettronici
          sotto copyright, perchè raccolgono solo il peggio
          dei due mondi: hanno il difetto dei libri
          cartacei di non essere copiabili,Ma va? Non ho mai notato questo difetto... chissà come è arrivata a noi la Bibbia... vuoi vedere che 2 mila anni fa ne hanno stampate 10 miliardi di copie?
          hanno il
          difetto dei libri elettronici di richiedere un
          lettore a batteria che può guastarsi,Eh certo, perché la carta invece è eterna, non teme né l'umidità né il fuoco, è eterna.
          hanno dei
          difetti specifici (come quello di poter essere
          cancellati da remoto), e non offrono nessun
          vantaggio.Per te che non li leggi certamente no.Per me, invece, di vantaggi ne hanno molti. Ad esempio che li posso leggere quando capita, ovunque mi trovo.Ma si parla comunque sempre di "lettura", un'attività particolare.
          • angros scrive:
            Re: Solo se libri e news sono gratis

            Certo che offre qualcosa di più, ma tu che puoi
            saperne?Perchè non provi a dirlo, allora?
            Ecco, questo dimostra che non hai alba di come
            funzionano i dispositivi controllati da
            DRM.Funzionano cercando di spremerti più soldi possibile, e spiandoti di continuo (ad esempio, se un e-reader si guasta, devi segnalare che lo cambi)
            Migliaia di stampe, che spreco di risorse.Centinaia di batterie, quelle non sono uno spreco?
            Eh certo, però allora li scrivi tu. Inizia e
            facci sapere appena hai pronti i primi.
            Grazie.Chi ti dice che non lo stia già facendo?


            Come ho già detto, non sono contrario ai libri

            elettronici, sono contrario ai libri elettronici

            sotto copyright, perchè raccolgono solo il
            peggio

            dei due mondi: hanno il difetto dei libri

            cartacei di non essere copiabili,

            Ma va? Non ho mai notato questo difetto... chissà
            come è arrivata a noi la Bibbia... vuoi vedere
            che 2 mila anni fa ne hanno stampate 10 miliardi
            di
            copie?Adesso la bibbia è sotto copyright? Ti rendi conto di quello che dici?
            Eh certo, perché la carta invece è eterna, non
            teme né l'umidità né il fuoco, è
            eterna.Ho libri di 20, 30, 40 anni fa (in alcuni casi, di editori che non esistono più); i tuoi libri elettronici ti dureranno altrettanto? O dovrai ricomprarteli?
            Per te che non li leggi certamente no.Probabilmente ho incominciato a leggere libri elettronici prima di te (grazie a liberliber, o ai libri passati allo scanner che si trovano su alcuni siti). Di sicuro, comunque, non li vado a comprare a queste condizioni
            Per me, invece, di vantaggi ne hanno molti. Ad
            esempio che li posso leggere quando capita,
            ovunque mi
            trovo.Finchè ti dura la batteria
            Ma si parla comunque sempre di "lettura",
            un'attività particolare.Lettura "usa e getta", in cui tu compri un libro come ti compreresti un panino, lo "consumi" e te ne dimentichi; non ti interessa conservarlo nel tempo, non ti interessa che altri lo possano leggere.
          • ruppolo scrive:
            Re: Solo se libri e news sono gratis
            - Scritto da: angros

            Certo che offre qualcosa di più, ma tu che puoi

            saperne?

            Perchè non provi a dirlo, allora?Non che non ci provo, perché dovrei? Non mi chiamo Babbo Natale.

            Ecco, questo dimostra che non hai alba di come

            funzionano i dispositivi controllati da

            DRM.

            Funzionano cercando di spremerti più soldi
            possibile, e spiandoti di continuo (ad esempio,
            se un e-reader si guasta, devi segnalare che lo
            cambi)A me un brano riesce a spremermi solo 99 centesimi. A te riesce a spremere di più?

            Migliaia di stampe, che spreco di risorse.

            Centinaia di batterie, quelle non sono uno spreco?No, perché sono ricaricabili. Le pagine stampate, invece, non si possono ristampare.

            Eh certo, però allora li scrivi tu. Inizia e

            facci sapere appena hai pronti i primi.

            Grazie.

            Chi ti dice che non lo stia già facendo?Ah si? Bene, dimmi dove sono i tuoi libri, che li vado subito a prelevare.

            Ma va? Non ho mai notato questo difetto...
            chissà

            come è arrivata a noi la Bibbia... vuoi vedere

            che 2 mila anni fa ne hanno stampate 10 miliardi

            di

            copie?

            Adesso la bibbia è sotto copyright? Ti rendi
            conto di quello che
            dici?Hai detto che i libri non si possono copiare... o forse ti riferivi al copyright? Nessun problema, esistono le librerie. Sei mai entrato in una libreria? Vendono libri, sai? No, non li regalano, mi spiace per te.

            Eh certo, perché la carta invece è eterna, non

            teme né l'umidità né il fuoco, è

            eterna.

            Ho libri di 20, 30, 40 anni fa (in alcuni casi,
            di editori che non esistono più); i tuoi libri
            elettronici ti dureranno altrettanto? O dovrai
            ricomprarteli?Ah, si fanno le ipotesi? Nel penultimo trasloco ho dovuto buttare, a malincuore, mezzo migliaio di riviste, collezionate negli anni con pazienza, per mancanza di spazio. Se fossero state in forma digitale, ora le avrei ancora con me.Ma poi ho preso provvedimenti, ho preso uno scanner documentale e ho portato in digitale centinaia di libri e riviste. Non ho ancora terminato, ma d'ora in avanti non dovrò buttare più nulla. Viva il digitale!

            Per te che non li leggi certamente no.
            Probabilmente ho incominciato a leggere libri
            elettronici prima di te (grazie a liberliber, o
            ai libri passati allo scanner che si trovano su
            alcuni siti). Di sicuro, comunque, non li vado a
            comprare a queste
            condizioniTu non compri nulla che possa essere "grattato", questo lo abbiamo capito.

            Per me, invece, di vantaggi ne hanno molti. Ad

            esempio che li posso leggere quando capita,

            ovunque mi

            trovo.

            Finchè ti dura la batteriaAnch'io sto in piedi finché mi dura la "batteria", poi devo mangiare e dormire. E lo stesso vale per il lettore, una ricaricata e via.

            Ma si parla comunque sempre di "lettura",

            un'attività particolare.

            Lettura "usa e getta", in cui tu compri un libro
            come ti compreresti un panino, lo "consumi" e te
            ne dimentichi; non ti interessa conservarlo nel
            tempo,Al contrario, mi interessa tenerlo, ma soprattutto mi interessa poterne fruire comodamente. Penso anche gli altri, altrimenti perché comprare libri? Basta andare in biblioteca!
            non ti interessa che altri lo possano
            leggere.Infatti non mi interessa, anche perché tutti lo possono leggere, basta che se lo comprino, come ho fatto io. Ricordo bene quando ho comprato dei libri: dietro la copia che ho preso io ce n'era un altra uguale! Incredibile! Chissà perché, mi sono chiesto, ce n'è un altra... credevo che quel libro fosse solo per me... invece no, anche altri lo possono avere, incredibile!
          • angros scrive:
            Re: Solo se libri e news sono gratis

            Non che non ci provo, perché dovrei? Non mi
            chiamo Babbo
            Natale.Questa me la tengo per dopo
            A me un brano riesce a spremermi solo 99
            centesimi. A te riesce a spremere di
            più?A me riesce a spremere 0 (zero) centesimi, grazie a youtube e a vid2mp3.
            No, perché sono ricaricabili. Le pagine stampate,
            invece, non si possono
            ristampare.Il libro si può usare molte volte, anche per secoli, senza doverlo ristampare: le batterie quanti cicli carica-scarica fanno?



            Chi ti dice che non lo stia già facendo?
            Ah si? Bene, dimmi dove sono i tuoi libri, che li
            vado subito a
            prelevare.Cercatelo da solo, perché dovrei dirtelo? Non mi chiamo Babbo Natale. (citazione)Magari hai anche già trovato quello che ho scritto, e l' hai letto (è in Creative Commons)

            Adesso la bibbia è sotto copyright? Ti rendi

            conto di quello che

            dici?
            Hai detto che i libri non si possono copiare... o
            forse ti riferivi al copyright? Nessun problema,
            esistono le librerie. Sei mai entrato in una
            libreria? Vendono libri, sai? No, non li
            regalano, mi spiace per
            te.Perchè stamparli costa ; anche se mi scarico un libro e me lo stampo io mi costa (magari anche di più che a comprarlo in libreria)

            Ho libri di 20, 30, 40 anni fa (in alcuni casi,

            di editori che non esistono più); i tuoi libri

            elettronici ti dureranno altrettanto? O dovrai

            ricomprarteli?
            Ah, si fanno le ipotesi? Nel penultimo trasloco
            ho dovuto buttare, a malincuore, mezzo migliaio
            di riviste, collezionate negli anni con pazienza,
            per mancanza di spazio. Se fossero state in forma
            digitale, ora le avrei ancora con
            me.Mi dispiace che tu abbia dovuto traslocare in una casa più piccola...
            Ma poi ho preso provvedimenti, ho preso uno
            scanner documentale e ho portato in digitale
            centinaia di libri e riviste. Non ho ancora
            terminato, ma d'ora in avanti non dovrò buttare
            più nulla. Viva il
            digitale!Anche io ho recuperato qualche vecchia rivista con questo sistema, e l'ho messa online (di sicuro però non ho gettato l' originale)Hai presente quelli che passano i vecchi 8 mm su cd/dvd, poi buttano la pellicola, poi qualche anno dopo si accorgono che il dvd è già illeggibile?

            Probabilmente ho incominciato a leggere libri

            elettronici prima di te (grazie a liberliber, o

            ai libri passati allo scanner che si trovano su

            alcuni siti). Di sicuro, comunque, non li vado a

            comprare a queste

            condizioni
            Tu non compri nulla che possa essere "grattato",
            questo lo abbiamo
            capito.Regole dell' Acquisizione, numero 61http://www.hypertrek.info/index.php/roaComunque, cosa verrebbe "grattato" su liberliber?
            Anch'io sto in piedi finché mi dura la
            "batteria", poi devo mangiare e dormire. E lo
            stesso vale per il lettore, una ricaricata e
            via.Strano, per il libro no...
            Al contrario, mi interessa tenerlo, ma
            soprattutto mi interessa poterne fruire
            comodamente. Penso anche gli altri, altrimenti
            perché comprare libri? Basta andare in
            biblioteca!Dunque, se mi prendo il libro elettronico in biblioteca, sarei a posto, no? In biblioteca i libri sono gratis.
    • karnstein scrive:
      Re: Solo se libri e news sono gratis
      Io non vedevo l'ora che arrivassero gli e-book reader perché ho circa mille libri costretti per questioni di spazio a stare in cantina e che, proprio a causa di questa collocazione inappropriata, non posso rileggere senza che finire al pronto soccorso a causa di una crisi allergica.Però anche a me non piace il controllo, con o senza DRM.Per me l'ideale sarebbe comprerare il libro di carta e avere in omaggio il formato elettronico da mettere nel lettore.E poi....Vuoi mettere quanti libri ci stanno in un lettore? mi basterebbe mettere il "coso" in borsetta invece che portarmi dietro ogni volta una valigia in più solo per i libri!!!Sveglia editori! il futuro avanza e voi siete fermi ancora alla tavoletta di cera!!!
    • angros scrive:
      Re: Solo se libri e news sono gratis


      (avere un libro in forma digitale mi interessa

      solo perchè posso duplicarlo a costo
      zero,

      se mi togli questa funzione, è totalmente

      inutile

      Pensare che io invece i libri in digitale li
      leggerei. Tant'è che non si chiama
      "e-paster".Quelli cartacei non li puoi leggere? Cosa mi offre in più rispetto ai libri cartacei? Perchè se non mi offri nulla in più, ma anzi mi offri parecchi svantaggi (dipendenza dalla batteria, rischio che il libro ti venga cancellato da remoto), mi stai proponendo un bidone.
      E i giornali? Sì, perché non si tratta solo di
      libri, ma di tutti i prodotti cartacei. E un
      quotidiano al giorno, leva più di qualche albero
      di
      torno!A parte che un giornale si può riciclare in parecchi modi (ad esempio, quando si sta espletando una certa funzione fisiologica), per il giornale non mi serve un e-reader, mi serve un computer (o al limite un cellulare) connesso a internet (è da anni che non compro giornali, perchè con internet ho le stesse informazioni gratis)
      Ma il pc della scuola non è personale. Altrimenti
      potrei dire: "che puoi guardarti dall'e-reader
      della
      scuola".L' account sì, e all' account puoi accedere anche da casa (e per chi non ha il computer a casa, gli dai le stampe: se devi fare la versione cartacea solo per metà degli alunni, risparmi comunque carta e peso)



      Ti può leggere questi?

      http://www.liberliber.it



      Sono tutti gratis, in italiano, e in formati

      standard.

      Li trasferisci in pdf, no?Infatti, Andrea cercava qualche libro elettronico in italiano, io gli ho indicato un sito dove se ne possono trovare (non avendo un e-reader, non so se vanno bene, ma penso di sì)
    • ruppolo scrive:
      Re: Solo se libri e news sono gratis
      - Scritto da: angros



      A te sicuramente è inutile. Per te non conta il

      contenuto, ma il contenitore. Quindi che il
      libro

      sia bianco o contenga barzellette piuttosto che

      il principio della termodinamica, per te è

      ininfluente.

      Visto che qui stiamo parlando dei diversi tipi di
      contenitori (il "contenuto" è uguale, ma è
      disponibile sia in forma cartacea che su e-book),
      e di relativi vantaggi e svantaggi, il contenuto
      non è rilevante per la
      discussione.Bene, allora ti porto a conoscenza che il contenitore digitale ha molti vantaggi.

      E questo dove lo hai letto? Ah, scusa, tu non

      leggi. Copi

      solamente.

      http://www.smaltimento-rifiuti.com/servizi/raccolt
      http://www.smaltimento-rifiuti.com/servizi/raccoltPerché invece non ti documenti sull'inquinamento che genera il tuo pc che sta scaricando 24/7 da Internet? In particolare la quantità di CO2 immessa nell'atmosfera per la produzione della necessaria energia elettrica.
      Se il contenitore si guasta e io non posso
      trasferire il contenuto altrove, addio
      contenuto.È proprio questo il bello del digitale: posso metterlo in più contenitori. Anche quello protetto da DRM, ovviamente (ma tu non puoi saperlo, altrettanto ovviamente).
      Aula informatica, questa sconosciuta.E perché dovrei conoscerla? Non sono uno studente. Tu si?

      Ho giusto bisogno di rinnovare il vocabolario

      della lingua italiana. C'è? Così magari
      risparmio

      i 30 euro del Zingarelli su

      iTunes...

      su download-gate c' è lo zanichelli in pdfDovrei rubare il prodotto della Zanichelli? No grazie, posso essere anche povero, ma non ladro.
      • angros scrive:
        Re: Solo se libri e news sono gratis

        Bene, allora ti porto a conoscenza che il
        contenitore digitale ha molti
        vantaggi.E molti svantaggi.
        Perché invece non ti documenti sull'inquinamento
        che genera il tuo pc che sta scaricando 24/7 da
        Internet?Tu che ne sai di cosa fa il mio computer, e di quanto sta acceso?
        In particolare la quantità di CO2
        immessa nell'atmosfera per la produzione della
        necessaria energia
        elettrica.Evita di renderti ridicolo (prima il P2P è furto, poi fa chiudere gli abbonamenti flat, adesso emette CO2... cosa ci dirai poi? che dal P2P dipende la fame nel mondo?)
        È proprio questo il bello del digitale: posso
        metterlo in più contenitori. Anche quello
        protetto da DRM, ovviamente (ma tu non puoi
        saperlo, altrettanto
        ovviamente).E se si blocca il server, tutti i contenitori si bloccano.


        Aula informatica, questa sconosciuta.
        E perché dovrei conoscerla? Non sono uno
        studente. Tu
        si?Probabilmente non lo sei mai stato, viste certe sparate che fai.Io lavoro, ma studio anche, perchè ritengo di avere ancora da imparare; tu non hai nulla da imparare? O lo ritieni inutile?



        Ho giusto bisogno di rinnovare il vocabolario


        della lingua italiana. C'è? Così magari

        risparmio


        i 30 euro del Zingarelli su


        iTunes...



        su download-gate c' è lo zanichelli in pdf
        Dovrei rubare il prodotto della Zanichelli? No
        grazie, posso essere anche povero, ma non
        ladro.Non c' è nessuna informazione sul copyright, sul sito. Se ritieni che sia illegale segnalalo ai gestori (per me, se non lo rimuovono e nessuno reclama è legale, fino a prova contraria)
Chiudi i commenti