USA, di autovelox e domini poliziotto

Un cittadino del Tennessee acquista il dominio del sito ufficiale della polizia. Il contratto non era stato rinnovato: un'occasione da prendere al volo per lamentarsi in pace delle multe troppo salate per eccesso di velocità
Un cittadino del Tennessee acquista il dominio del sito ufficiale della polizia. Il contratto non era stato rinnovato: un'occasione da prendere al volo per lamentarsi in pace delle multe troppo salate per eccesso di velocità

Un personaggio animato a forma di distintivo, che stringe nella mano sinistra un bigliettone verde. Poi, una serie di link e di commenti poco indulgenti nei confronti dell’intricata rete di autovelox nello stato statunitense del Tennessee.

Questa, in sintesi, l’homepage che attende i visitatori del sito Bluffcitypd.com , ovvero quello che fino a poco tempo fa era il sito ufficiale del dipartimento di polizia di Bluff City, appunto, Tennessee. Lo spazio web è ora inondato di lamentele , relative a multe troppo salate per eccesso di velocità.

Proprio come quella – pari a circa 90 dollari – ricevuta dal computer designer Brian McCrary, che si era immediatamente fiondato sul sito della polizia locale per esprimere tutto il suo sdegno. Ma un avviso lo aveva colto di sorpresa: i responsabili del dipartimento non si erano ancora premurati di rinnovare il contratto per la detenzione del dominio web .

Bluffcitypd.com sarebbe stato presto chiuso, in attesa di nuove disposizioni. Praticamente un’occasione da cogliere al volo , almeno secondo un’intuizione improvvisa di Brian McCrary. Che aveva deciso di comprarsi lo spazio web, in modo da permettere a tutti di condividere informazioni sull’esatta posizione degli autovelox . E ovviamente scambiarsi pareri poco delicati sull’importo delle multe.

Mauro Vecchio

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

10 06 2010
Link copiato negli appunti