USA, niente Facebook al lavoro

Succede nel Maryland, ma non solo. Che siano portatori sani di malware o che distraggano il cliente, sempre più spesso i social network sono ospiti scomodi dei computer fuori dalle mura di casa

Il social network, dolce tentazione del web 2.0, inizia a vedersi chiudere alcune porte davanti: è successo negli Stati Uniti, dove la Maryland General Assembly ha deciso il divieto di accesso dai propri terminali a siti come MySpace e Facebook, ventilando un possibile rischio malware. Sulla stessa scia anche Apple, seppur con motivazioni differenti: in alcuni dei suoi negozi, il social è tutt’altro che gradito.

Nel caso del Maryland, il divieto è stato imposto dall’organo legislativo dello stato, ed è stato comunicato tramite una nota in cui viene spiegato che la motivazione principale che ha spinto a prendere una decisione siffatta è stata la necessità di dare una risposta al sempre maggiore numero di PC infetti appartenenti alla pubblica amministrazione. Durante le indagini sarebbe emerso che una considerevole fetta del malware accumulato proviene proprio da due dei big nel settore, ovvero Facebook e MySpace.

Gli esperti IT nominati dall’Assemblea Generale hanno quindi provveduto tempestivamente a bloccare l’accesso ai due portali che, comunque, non saranno i soli a pagare: nell’intenzione dell’organo statale del Maryland vi sarebbe quella di proseguire ad oltranza le indagini, bloccando qualsiasi sito venga identificato come “problematico”.

Questa soluzione, definita da molti sin troppo drastica, ha gettato comunque ombre e sospetti sulla vicenda. Sono in molti a chiedersi perché in questo caso non siano stati aumentati i dispositivi di sicurezza: secondo le ricostruzioni, la crociata contro il malware avrebbe rappresentato per i vertici della politica locale una buona argomentazione per risolvere un altro problema, ovvero quello della tentazione di accedere a Facebook durante le ore di lavoro.

Una tentazione ben nota negli ambienti vicini ad Apple, soprattutto nei suoi sfavillanti negozi: già nel 2007 era toccato a MySpace entrare nella blacklist di siti cui non è possibile accedere dai terminali dislocati nei vari negozi della mela. Ora è il turno di Facebook, defenestrato anch’esso forse proprio a causa della sua enorme popolarità.

Secondo vari rumour che circolano sul web, il divieto, applicato a discrezione del singolo store, è stato necessario in alcuni casi per via del brutto vizio di alcuni clienti soliti trattenersi più sulle pagine del sito dell’amicizia che sulle caratteristiche della macchina utilizzata. In sostanza Facebook sarebbe accusato di distrarre troppo la clientela da ciò che in realtà si vuole vendere, e di intrattenere per troppo tempo il singolo utente.

A differenza del divieto d’accesso a MySpace, il ban relativo a Facebook sarebbe a completa discrezione del titolare dello store, che può quindi decidere se mantenere o meno l’accessibilità al sito. O ai siti: perché potrebbero essere in molti quelli destinati a far compagnia alle due sorelle del social, Twitter su tutti. Non manca, comunque, chi è d’accordo con una decisione simile: secondo alcuni, i vari store si sarebbero trasformati nel tempo dei veri e propri Internet café piuttosto che in negozi, frequentati quindi anche da chi è intenzionato solo a “scroccare” un po’ di banda piuttosto che ad alleggerirsi dei quattrini necessari per entrare a far parte della grande famiglia della Mela.

Vincenzo Gentile

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • DOT.DOT scrive:
    Imprecisione nell'articolo
    Tratto dall'articolo: "Come si è riportato la scorsa settimana, tra i primi netbook ad utilizzare l'accoppiata N280/GN40 vi sarà l'Eee PC 1000HE di Asus, accreditato di 9,5 ore di autonomia.".In realtà è stato appurato che l'Eee PC 1000HE ha sì la nuova CPU Atom N280 ma ha ancora il vecchio chipset grafico 945GSE:http://blog.laptopmag.com/eee-pc-1000he-uses-intel-945gse-chipset-still-plays-720p-video
  • iRoby scrive:
    Da Intel solo pratiche scorrette
    Ho sempre avuto scarsa fiducia in Intel,la giudico un'azienda scorretta commercialmente e sotto molti aspetti.A parte la questione del bollino Vista Capable (o Vista Ready) per il quale dovrà decidere un giudice dopo la class action,Intel ha, non solo venduto i primi Atom con un chipset scandaloso, ma ha anche messo i bastoni tra le ruote a Nvidia e altre aziende nel non volere fornire la sola CPU Atom ad un prezzo "onesto" per periodo sufficiente a farle svuotare i magazzini di quell'orrendo chipset 945, ma sprattutto in attesa di introdurre questo nuovo chipset con grafica avanzata e quasi paragonabile a quella dei concorrenti.Li ha osteggiati volutamente in un periodo in cui non avrebbe potuto concorrere ad armi pari o avrebbe perso molto denaro con molti 945 invenduti. Perché sono sicuro che Intel avesse già questi nuovi chipset pronti ad andare in produzione in volumi.Quell'azienda sa solo lavorare così...Per questi motivi il mio prossimo netbook avrà un VIA Nano.
    • Samuele C. scrive:
      Re: Da Intel solo pratiche scorrette
      - Scritto da: iRoby
      Ho sempre avuto scarsa fiducia in Intel,

      la giudico un'azienda scorretta commercialmente e
      sotto molti
      aspetti.

      A parte la questione del bollino Vista Capable (o
      Vista Ready) per il quale dovrà decidere un
      giudice dopo la class
      action,
      quoto questa parte
      Intel ha, non solo venduto i primi Atom con un
      chipset scandaloso, ma ha anche messo i bastoni
      tra le ruote a Nvidia e altre aziende nel non
      volere fornire la sola CPU Atom ad un prezzo
      "onesto" per periodo sufficiente a farle svuotare
      i magazzini di quell'orrendo chipset 945, ma
      sprattutto in attesa di introdurre questo nuovo
      chipset con grafica avanzata e quasi paragonabile
      a quella dei concorrenti.attualmente intel ha la posizione predominante e la sfrutta anche a danno del consumatore, è una cosa normale

      Li ha osteggiati volutamente in un periodo in cui
      non avrebbe potuto concorrere ad armi pari o
      avrebbe perso molto denaro con molti 945
      invenduti. Perché sono sicuro che Intel avesse
      già questi nuovi chipset pronti ad andare in
      produzione in
      volumi.si e allora? marketing, se sei un utente furbo non abbocchi, se sei un utente che viene attirato dalle lucine e dal bollino vista ready sono affari tuoi.Sono almeno 20 anni che esiste l'accoppiate denominata "wintel" non è una novità neanche quella.Senza per questo volerla difendere o incoraggiare ti rispondo che Intel non fa mica beneficenza.Se amd si rialza come competitor le cose cambieranno incluso lo sviluppo dei proXXXXXri che mi sembra ristagni da un belpò.
      Quell'azienda sa solo lavorare così...

      Per questi motivi il mio prossimo netbook avrà un
      VIA Nano.probabilmente anche io qualcosa del genere perchè le limitazioni grafiche/prestazionali sono troppe su piattaforma intel con atomCiao,Samuele
  • Vault Dweller scrive:
    Peccato...
    ..che l'hd propriamente detto è il 1080p e non il 720p.
    • chojin scrive:
      Re: Peccato...
      - Scritto da: Vault Dweller
      ..che l'hd propriamente detto è il 1080p e non il
      720p.Peccato che le specifiche HDTV veramente includano 480p, 720p e 1080p di risoluzioni... Nonchè le versioni interlacciate per compatibilità legacy.
      • Deluso scrive:
        Re: Peccato...
        Peccato che non si faccia il 'saltone', cioè direttamente il fullHD, invece di succhiarci piano i soldi dal portafoglio come fa la biscia con il rospo.
  • James Kirk scrive:
    E prosegue la lenta marcia ...
    Lentammente ma inesorabilmente prosegue la marcia dei netbook verso la propria meta ideale, il Notebook.... con un vantaggio per i produttori che (a mio parere) guadagnano ormai più dai netbook che da notebook di fascia bassa.
    • Goregrind scrive:
      Re: E prosegue la lenta marcia ...
      - Scritto da: James Kirk
      ... con un vantaggio per i produttori che (a mio
      parere) guadagnano ormai più dai netbook che da
      notebook di fascia
      bassa.Citando il seguente articolo:http://punto-informatico.it/2527011/PI/News/hardware-retail-grossa-crisi.aspx"quello dei netbook, piattaforma principe per queste architetture, è un settore poco remunerativo, con vendite senz'altro in crescita ma numeri complessivi ristretti e soprattutto margini talmente esigui da risultare un problema più che un vantaggio."
      • anonimo scrive:
        Re: E prosegue la lenta marcia ...
        se un notebook in vendita si trova da 320 e netbook a volte costano di piu, dove e guadagno maggiore!?
      • James Kirk scrive:
        Re: E prosegue la lenta marcia ...
        - Scritto da: Goregrind

        "quello dei netbook, piattaforma principe per
        queste architetture, è un settore poco
        remunerativo,
        ..... margini talmente esigui da risultare un problema
        più che un
        vantaggio."Questo è quello che dicono i produttori, inclusa intel che (a differenza dei core) ha sempe tenuto segreti i prezzi di vendita degli atom ai produttori.Tuttavia se spesso notebook con schermi da 15,4" e cpu Core costano come i netbook qulche dubbio viene.
    • rob scrive:
      Re: E prosegue la lenta marcia ...
      come peso piu o meno ci siamo gia': 1,45kg mi pare (senza lettore dvd).
  • Fringuello scrive:
    C'è davvero qualcuno che...
    ... acquisterebbe uno di questi trabiccoli per usarlo come lettore HD?Con lettore raggetto blu?Con uscita Hdmi o dvi (e uscita stereo spero)?Per visionare Hdrip o dvdupsamplerip su quel display?Sistema Operativo Windows only ovviamente visto che non mi risulta esistano player linux che sopportino un carico del 100% o quasi sulla gpu x il deconding HD.I 1080p (hdrip) un Atom non li manda in play, un blueray con powerdvd che carica tutto sulla gpu forse si'...Prossimo passo: aggiungere una firewire per acquisizione da videocamerine?Sarebbe molto piu' interessante se i rifilatori di trabiccoli preparassero un parco software da offrire in pacchetto assieme a un Os non windowslike o anche.Chesso': un banale player multimediale?
    • Anonimo scrive:
      Re: C'è davvero qualcuno che...

      Sistema Operativo Windows only ovviamente visto che non
      mi risulta esistano player linux che sopportino un carico
      del 100% o quasi sulla gpu x il deconding HD.Mi spieghi questa frase ?
      • Anonimo scrive:
        Re: C'è davvero qualcuno che...
        OPS : rileggendo bene ho capito cosa intendi dire ..... avevo inteso CPU e non GPU. Confermo e sottoscrivo quando da te esposto ..... salvo essere smentito da qualcuno che conosce un software che sfrutta la GPU e che mi passi il link al progetto, lo testerei volentieri. Ciao ;)
      • samu scrive:
        Re: C'è davvero qualcuno che...
        - Scritto da: Anonimo

        Sistema Operativo Windows only ovviamente visto
        che
        non

        mi risulta esistano player linux che sopportino
        un
        carico

        del 100% o quasi sulla gpu x il deconding HD.

        Mi spieghi questa frase ?rispondo io a tutti e due: il caricare la gpu delle funzionidi visualizzazione, resizing e resampling viene fatto dall'estensione xv di X11.Quindi se il player di cui parli supporta xv, e gia' lo fanno, e il driver della scheda video x X11 supporta hw xv questo viene fatto trasparentemente .se invece usi come drive fbdev o vesa.. beh allora il problema e' quello mica il player ma puoi sempre metterti a scrivere il driver per quella scheda grafica e aiutare cosi' i possessori di quel netbook .
    • Enjoy with Us scrive:
      Re: C'è davvero qualcuno che...
      - Scritto da: Fringuello
      ... acquisterebbe uno di questi trabiccoli per
      usarlo come lettore
      HD?
      Con lettore raggetto blu?
      Con uscita Hdmi o dvi (e uscita stereo spero)?
      Per visionare Hdrip o dvdupsamplerip su quel
      display?

      Sistema Operativo Windows only ovviamente visto
      che non mi risulta esistano player linux che
      sopportino un carico del 100% o quasi sulla gpu x
      il deconding
      HD.

      I 1080p (hdrip) un Atom non li manda in play, un
      blueray con powerdvd che carica tutto sulla gpu
      forse
      si'...

      Prossimo passo: aggiungere una firewire per
      acquisizione da
      videocamerine?

      Sarebbe molto piu' interessante se i rifilatori
      di trabiccoli preparassero un parco software da
      offrire in pacchetto assieme a un Os non
      windowslike o
      anche.

      Chesso': un banale player multimediale?Non so se hai notato, ma il nuovo chipset, a parte un aumento deciso della potenza della grafica integrata (cosa certo non negativa) ha tagliato e di molto le pretese energetiche, consentendo di più che raddoppiare l'autonomia! Ti sembra un risultato così disprezzabile?
      • pentolino scrive:
        Re: C'è davvero qualcuno che...
        quoto in pieno, la piattaforma atom sta andando verso la maturità, con buona pace di chi ha acquistato la prima generazione, che risulta inevitabilmente piuttosto acerba, come è sempre stato per le "versioni 1.0".Ben venga insomma un chipset intel a basso consumo e prestazioni discrete ed un chipset nvidia a prestazioni elevate a costo di un maggior consumo; poi ognuno sceglie quello che preferisce.
    • PietroTC scrive:
      Re: C'è davvero qualcuno che...
      Beh ti posso confermare che l'atom dual core (330) su sk madre Intel (Intel D945GCLF2) è in grado con su windows xp di far girare tranquillamente video a 720p (testerò i 1080p se trovo dei video di test) : questo però utillizando player sw derivati da mplayer (io uso xbmc).
      • GIANLUK scrive:
        Re: C'è davvero qualcuno che...
        - Scritto da: PietroTC
        Beh ti posso confermare che l'atom dual core
        (330) su sk madre Intel (Intel D945GCLF2) è in
        grado con su windows xp di far girare
        tranquillamente video a 720p (testerò i 1080p se
        trovo dei video di test) : questo però
        utillizando player sw derivati da mplayer (io uso
        xbmc).Stessa esperienza...ma ho provato anche i video 1080p e dipende forse dalla codifica ma il risultato che alcuni hanno degli scatti saltuari, altri vanno senza problema...c'è da dire inoltre che il carico sulla cpu si assesta sul 35% ; se si trovasse un lettore capace di sfruttare tutti i due core (4 ht) forse girerebbero tutti..
  • helloworld scrive:
    finalmente
    le cose iniziano a farsi interessanti..
  • Ste scrive:
    Intel ha capito forse...?
    Che è opportuno spingere su questi proXXXXXri, visto che il mercato netbook è esploso in brevissimo tempo.In sostanza per usi non "estremi" vanno benissimo. E poi si dice che sono "poco" potenti...più che altro sono poco adatti a fare certe cose per via dei limiti di architettura.Inoltre si potrebbe spingerli anche come proXXXXXri "verdi" all'interno di mini desktop a bassissimo consumo, che generano anche forti risparmi economici. Pensiamo a uffici con numerose postazioni: un risparmio di alcune decine di watt a macchina non è poca cosa.
Chiudi i commenti