USA: pericolo, attraversamento mobile

Una ricerca condotta dalla Ohio State University ha rivelato che sono in aumento i casi di pedoni distratti da chiamate e SMS. E c'è chi parla di una sorta di cecità da disattenzione

Roma – C’è una nuova storia che ha arricchito di un altro caso il doloroso rapporto tra il comune uso degli attuali dispositivi mobile e la sempre vigile accoglienza dei centri di pronto soccorso. È la storia di Tiffany Briggs, ragazza statunitense di 25 anni che si trovava normalmente a passeggio per le strade di San Francisco, parlando con la nonna al cellulare. E poi un dolore improvviso, la testa finita contro un camion. Parcheggiato.

Sembra che l’utilizzo di telefoni cellulari e smartphone non costituisca un pericolo soltanto per chi guida, potenzialmente distratto da brevi messaggi di testo e chiamate improvvise. In una realtà sempre più votata al multitasking , inviare un SMS mentre si è a passeggio potrebbe causare dolori fisici da non trascurare, specialmente se non si guardano semafori, cantieri incustoditi o discrete voragini da tombino aperto.

Lo dicono i casi concreti, i bollettini rilasciati dagli stessi centri di pronto soccorso. Ma lo dicono anche gli accademici, a partire da una recente ricerca condotta dalla Ohio State University . Più di mille persone sarebbero finite tra le corsie d’emergenza nel 2008 dopo essere cadute per strada o aver sbattuto la testa contro una cabina telefonica. Il tutto per colpa di una chiamata o di una particolare applicazione mobile .

I dati emersi costituirebbero la punta di un iceberg, almeno stando a Jack Nasar, docente presso la Ohio State University . Numeri che sarebbero raddoppiati rispetto al 2007 , a loro volta doppi se riferiti all’anno ancora precedente. Una crescita che potrebbe – sempre stando al professor Nasar – risultare molto più consistente se vi fossero inclusi tutti i casi di incidenti lievi, che non necessitino cure mediche immediate.

La ricerca, che si è avvalsa dei record ospedalieri forniti dalla Consumer Product Safety Commission statunitense, ha scoperto che a provare tali dolorose esperienze sono soprattutto i giovani. Circa la metà dei casi studiati, infatti, è relativa a persone al di sotto dei 30 anni , di cui un quarto tra 16 e 20 anni. Non immuni gli adulti, con un quarto dei casi studiati tra 41 e 60 anni.

Il problema, per un altro studio condotto dalla Western Washington University , risiederebbe in una sorta di cecità da disattenzione da parte degli utenti mobile in cammino per le strade. Per spiegarlo, i ricercatori hanno piazzato un clown su una ruota sulla piazza principale del campus. Solo il 25 per cento di coloro che sono passati con un cellulare in mano ha potuto confermare di aver osservato il simpatico e soprattutto vistoso personaggio.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Pascquale scrive:
    Anche noi teniamo famiglia
    Ma se "BING" mi da' i soldi per comparire a inizio pagina subito a destra di "PUNTO INFORMATICO" come XXXXXXX faccio a parlare male di LUI?Sugli Euri non si sputacchia e nemmeno sui Dollari, anche se svalutati......Anche noi teniamo famiglia.Stamattina a "Emanuela Falcetti Istruzioni per l'uso" c'e'stato un personaggio della Microsoft Italia che ha pontificato che il Browser Int Explorer e'sicuro, suprattutto col nuovo Internet Explorer 8 e con i suoi continui aggiornamenti....(in risposta alla puntata di ieri in cui si diceva che non lo era affatto, al seguito degli avvertimenti di Francia e Germania)Ha anche detto che IN ITALIA TALE BROWSER E' PIU' SICURO CHE NEGLI ALTRI PAESI"...Perche' una simile XXXXXXX? Evidentemente, dato che organismi governativi in Francia e Germania hanno detto che Explorer non era sicuro (pensando agli utenti), il personaggio, sicuro che gli organismi governativi italiani MAI avrebbero avvertito gli utenti di tali difetti, a danno di una azienda, ha potuto sparare XXXXXXX a tutto spiano, sicuro di non essere smentito da nessuno.Ancora una volta tanta XXXXX per noi sudditi
  • gabriele scrive:
    Chissà perchè...
    ...punto informatico che è sempre cosi preciso ed esaustivo(quando gli fa comodo) non riporta anche i dati raccolti da nielsen in cui si dice l'esatto contrario, cioè che bing a dicembre ha perso lo 0.8 di percentuale rispetto a novembre attestandosi ad un più misero 9,9%SERVI!!!meditate ragazzi...
  • Nome e cognome scrive:
    Bing accorciaURL
    Stando ai miei rawlog, Bing crawla a casso di cane.Per esempio:miodominio.com/999-articolo-sulla-fuffa.htmlViene interpretato come miodominio.com/999Se miodominio.com/999 da come risultato "200 (OK)"allora l'indicizzazione avviene in quel modo, altrimenti mette l'URL per intero.Cosi l'attinenza della pagina (e quindi il ranking), costituito dal titolo dell'articolo e dal nome dell'URL, va a farsi friggere. Non mi sembra un bel metodo.Che utilizzino macchine MS-DOS 8+3 ? (rotfl)
  • spectra scrive:
    ma chi lo usa?
    perchè mai usarlo?
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: ma chi lo usa?
      contenuto non disponibile
      • Eretico scrive:
        Re: ma chi lo usa?
        - Scritto da: unaDuraLezione
        Per un periodo, anni fa, usavo baidu come motore
        alternativo... oggi praticamente trova la metà
        delle cose rispetto ad allora.Mah, chissà perchè... @^
    • il signor rossi scrive:
      Re: ma chi lo usa?
      - Scritto da: spectra
      perchè mai usarlo?perché è il motore predefinito nel browser predefinito in Windows!Quindi, per la maggior parte degli utenti: accendo il computer (Windows), premo l'icona di Internet (=apro IE), mi trovo Bing.
      • LuNa scrive:
        Re: ma chi lo usa?
        perche firefox non ti mette google come predefinito ?e adesso, con la storia del ballot screen, è ancora di più la stessa cosa.ogni browser, QUALSIASI browser lo fa per default.
        • advange scrive:
          Re: ma chi lo usa?
          Sì, esatto, è la stessa cosa.Notoriamente, infatti, Google è proprietaria di MS.Ed è proprietaria del sistema operativo su cui installa il browser di default; e questo SO ha il monopolio di fatto.
    • pippo75 scrive:
      Re: ma chi lo usa?
      - Scritto da: spectra
      perchè mai usarlo?come detto sopra, avesse usenet lo metterei come motore di ricerca predefinito, google ultimamente mi funge non troppo bene.
    • Zucca Vuota scrive:
      Re: ma chi lo usa?
      - Scritto da: spectra
      perchè mai usarlo?Bing (al momento solo quello USA) funziona diversamente da Google. Cerca di capire le domande che fai (analisi sintattica) mentre Google usa le parole come chiavi di ricerca. In altri termini se poni una domanda a Bing i link proposti saranno probabilmente più in contesto.
  • pippo75 scrive:
    usenet
    Sapete se c'è un motivo per cui Bing non ha un suo archivio dei NG?Non è interessata? Non ha la linceza?Sarebbe bello avere più motori di ricrca, capita per mesi interi che con Google le ricerche non funzionino.
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: usenet
      contenuto non disponibile
      • W.O.P.R. scrive:
        Re: usenet
        Non potrebbe essere una cosa un po' voluta il ghettizzare usenet?Io credo che sia interesse di molti che usenet sparisca, il perchè è piuttosto palese.
      • bubba scrive:
        Re: usenet
        quoto questo, specie il bold
        Google ha sempre trattato usenet come un pulcino
        nero.
        -disservizi frequenti
        -Sui messaggi recenti la ricerca non funziona
        praticamente
        mai
        -Pur avendo segnalato diversi gruppi nuovi da
        indicizzare, G. mi ha risposto che non era
        interessata a quei particolari gruppi (e non
        erano binari o
        chissachè).
        - nella ricerca adesso hanno mischiato usenent con
        i forum. E' vero che i forum possono essere
        considerati l'usentet odierna, ma
        stiXXXXX...si piu che i forum i "google gruppi"... e' veramente confuso-malgestito il segmento usenet da google... appunto trattato da pulcino nero.. ma a parte un NNTP, un cacchio di alternativa a google (webbased e con archivio antico, anche non preistorico al limite) esiste?
    • collione scrive:
      Re: usenet
      non ci vogliono licenze, basta aprire un mirror usenetè chiaro che costa, ma pure a google costa
    • Nome e cognome scrive:
      Re: usenet
      - Scritto da: pippo75
      Sapete se c'è un motivo per cui Bing non ha un
      suo archivio dei
      NG?
      Non è interessata? Non ha la linceza?

      Sarebbe bello avere più motori di ricrca, capita
      per mesi interi che con Google le ricerche non
      funzionino.I NG li usano ormai solo quelli appartenenti alla "vecchia scuola", quando ancora l'informatica era una cosa seria e per pochi professionisti degni di questo nome...Oggi la maggior parte dei bimbiminkia (vedi quelli che dopo aver installato umbutu si credono Mitnick) preferisce postare nei forum, così per mettere in mostra il proprio post count, avatar, firma con tremila faccine diverse, etc...
  • littlegauss scrive:
    Onore, Bing e Yahoo
    Notavo che il motore di default di punto informatico è bing e che quindi questo articolo fa onore alla redazione.Inoltre sono convinto che il motivo per cui yahoo si stia affossando non è negli scarsi servizi che offre rispetto a google, ma all'avarizia forsennata che li ha portati a rendere illeggibile la home di yahoo e a vendersi due sovversivi cinesi...
  • Eretico scrive:
    Tanto per cambiare...
    " "È risaputo - ha scritto Brett Yount, program manager del Bing Webmaster Center - che MSNbot è abbastanza lento". "Tipico in M$. :D
    • collione scrive:
      Re: Tanto per cambiare...
      fosse solo quello il problema http://www.h-online.com/open/news/item/Microsoft-bots-perform-denial-of-service-on-Perl-Testers-906094.htmlfanno schifo, azienducola da quattro soldi che produce fuffaware e servizi web buggati
      • Eretico scrive:
        Re: Tanto per cambiare...
        La cosa triste è che non è un azienducola da quattro soldi.
        • collione scrive:
          Re: Tanto per cambiare...
          il portafoglio non è da quattro soldi, ma le teste sono ugualmente bacate :Dpure Paris Hilton è miliardaria ma non sa fare un tubo
          • Eretico scrive:
            Re: Tanto per cambiare...
            - Scritto da: collione
            il portafoglio non è da quattro soldi, ma le
            teste sono ugualmente bacate
            :DLe teste bacate non sono le loro, altrimenti il loro portafoglio si svuoterebbe in poco tempo. Quelle bacate sono le nostre, ormai assuefatti, che gli diamo retta e continuiamo a servirci dei loro prodotti con la speranza, ogni volta disattesa, che le cose possano migliorare.
            pure Paris Hilton è miliardaria ma non sa fare un
            tuboAppunto (lo è di famiglia) non sa fare un tubo, però c'è chi la paga e non poco pure. Allora chi ha testa bacata ?
          • collione scrive:
            Re: Tanto per cambiare...
            santa verità purtroppo
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Tanto per cambiare...
            contenuto non disponibile
          • collione scrive:
            Re: Tanto per cambiare...
            posso dimostrarti che anche una lucertola riesce a fare quello che fa paris hilton :D
          • IT C scrive:
            Re: Tanto per cambiare...
            Perchè non ti proponi tu come Master Engineer alla Microsoft?Hanno bisogno di persone saccenti come te! Fagliela vedere chi è un vero programmatore! Ecco perchè fino ad ora sono stati solo un'azienda da 4 soldi! Mancava l'amico "collione"! for (i=0; i
          • Marco scrive:
            Re: Tanto per cambiare...
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: collione


            pure Paris Hilton è miliardaria ma non sa fare
            un

            tubo

            ho un paio di video che dimostrano il contrario.LOL!!!! :$
          • r1348 scrive:
            Re: Tanto per cambiare...
            - Scritto da: collione
            pure Paris Hilton è miliardaria ma non sa fare un
            tuboDi solito fa IL tubo...
Chiudi i commenti