USA, pornografia senza diritti?

Una donna californiana accusata di aver scaricato un film a luci rosse a mezzo BitTorrent risponde al fuoco: la pornografia non è tutelata dal copyright perché non promuove né scienza né arte

Roma – Era stata accusata di aver scaricato illegalmente un film pornografico amatoriale, finita nelle grinfie della società di produzione cinematografica Hard Drive Productions. Una donna californiana – Liuxia Wong il suo nome – aveva così ricevuto la solita lettera intimidatoria: pagare subito la cifra forfettaria di 3.400 dollari o rischiare di versarne 150mila dopo un processo per violazione del copyright a mezzo BitTorrent.

Le classiche strategie da troll del diritto d’autore , che hanno portato Liuxia Wong a contattare un avvocato messo a disposizione dagli attivisti di Electronic Frontier Foundation (EFF). La donna non avrebbe mai sentito parlare del film in questione, probabilmente scaricato da utenti terzi attraverso la sua connessione wireless non protetta .

Nella causa contro Hard Drive Productions, Wong ha accusato la stessa società cinematografica di molestie e tentativo d’estorsione. Secondo il legale della donna, la richiesta di pagamento forfettario non avrebbe alcuna validità. Dal momento che la registrazione ufficiale dell’opera – burocrazia per questioni di copyright – sarebbe avvenuta dopo l’invio della lettera intimidatoria .

Ma le accuse di Wong non sono finite qui. L’Articolo 1, Sezione 8 della Costituzione a stelle e strisce garantirebbe la tutela del copyright a quelle opere che “promuovono il progresso delle scienze e delle arti”. Un requisito che non sarebbe soddisfatto in generale dai film pornografici , sostiene la donna, con i vertici di Hard Drive Productions accusati di sfruttamento della prostituzione.

Il caso diventa così bollente tra le mani del giudice californiano. Togliere la protezione del diritto d’autore – quella affidata ai poteri del Congresso dall’Articolo 1, Sezione 8 – alle opere pornografiche significherebbe stravolgere l’intero mercato a luci rosse. Gli utenti del torrentismo sarebbero liberi di scaricare i filmini non più protetti dagli scudi della proprietà intellettuale.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • attonito scrive:
    resta una indiscrezione
    ma uno straccio di articolo su cose certe, mai, eh?
    • krane scrive:
      Re: resta una indiscrezione
      - Scritto da: attonito
      ma uno straccio di articolo su cose
      certe, mai, eh?Ma tu ancora leggi gli articoli qua ?
      • attonito scrive:
        Re: resta una indiscrezione
        - Scritto da: krane
        - Scritto da: attonito

        ma uno straccio di articolo su cose

        certe, mai, eh?

        Ma tu ancora leggi gli articoli qua ?so facendo un dd e la cosa va per le lunghe...
  • Guybrush Fuorisede scrive:
    Era otto il sistemotto
    ebbro di felicitàun po' gianni, un po' pinotto che ha inizziato a funzionare sui tablet e sui notequal provetto sistemonee gli amici suoi linarigià lo chiamano...-...co che fa rima sistemone?- Co' te fa rima, stacce...Cit:https://www.youtube.com/watch?v=_2ZsRp3x1v0quello era il passerotto, ma quando ho sentito parlare di "otto" mi si è accesa la lampadina.Scusate l'OT
  • CHKDSK scrive:
    L'interfaccia metro è il "problema"
    La questione non tasto start si o tasto start no perché se dovessero toglierlo basterà una chiave di registro per ripristinarlo.. la questione è plasmare la nuova interfaccia secondo le esigenze di quella orribile interfaccia grafica per tablet chiamata METRO. Ok unificare, ok rinnovarsi ma qui si segui la tendenza del momento stile Apple.Ho provato le versioni preliminari e l'interfaccia Metro mi fa pietà, il tasto start è l'ultimo dei problemi!
  • CHKDSK scrive:
    L'interfaccia metro è il "problema"
    La questione non tasto start si o tasto start no perché se dovessero toglierlo basterà una chiave di registro per ripristinarlo.. la questione è plasmare la nuova interfaccia secondo le esigenze di quella orribile interfaccia grafica per tablet chiamata METRO. Ok unificare, ok rinnovarsi ma qui si segui la tendenza del momento stile Apple.Ho provato le versioni preliminari e l'interfaccia Metro mi fa pietà, il tasto start è l'ultimo dei problemi!
    • MacGeek scrive:
      Re: L'interfaccia metro è il "problema"
      - Scritto da: CHKDSK
      Ok unificare, ok rinnovarsi ma
      qui si segui la tendenza del momento stile
      Apple.Non vedo cosa c'entri Apple.Apple fa OS X per i computer e iOS per gli iDevice con schermo touch. Con 2 interfacce BEN DISTINTE.È vero che Lion ha preso alcuni elementi di iOS (tipo Launchpad e gesture touch) ma questo non ne snatura affatto l'interfaccia che è sempre più o meno la stessa di sempre (i menu sono quelli, le finestre, pure, ecc).È M$ che ha voluto strafare cercando di fare il passo oltre. O meglio, il passo più lungo della gamba. Unificare le interfacce. Ma questo l'ha fatto perché, come sempre, copia senza CAPIRE.2 sistemi di interazioni diversi RICHIEDONO 2 interfacce diverse. Non ci sono ca**i.Questa metro sarà prontamente disattivata da chi utilizza Windoze per lavoro. È solo ulteriore inutile zavorra in più per l'OS.
  • Pagilaccett i scrive:
    Windows otto
    Questo sarà sicuramente l'anno di Windows (cag)otto.
  • Francesco scrive:
    Quando una cosa è razionale
    Quando una cosa è razionale... è difficile migliorarla.Non entro nel merito della tecnica o altro, parlo solo d'interfaccia, e da questo punto di vista Ubuntu non è diverso da Windows.Si deve cambiare per il gusto di cambiare, si complicano e si appesantiscono i menù solo per favorire gli utonti.Per motivi professionali opero con Windows 98, 2000, 2003, XP, Vista, Seven, 2008 e per office '97, 2000, 2007, 2010. Sarò retrogado, ma la velocità che ho con W2000/XP e Office '97 non la ritrovo con le nuove versioni.
    • dario scrive:
      Re: Quando una cosa è razionale
      - Scritto da: Francesco
      ma la
      velocità che ho con W2000/XP e Office '97 non la
      ritrovo con le nuove
      versioni.la velocità a crashare
      • nome e cognome scrive:
        Re: Quando una cosa è razionale

        la velocità a crasharequella la ritrovi solo con le ultimissime versioni di linux
        • Nord hahaha scrive:
          Re: Quando una cosa è razionale
          - Scritto da: nome e cognome

          la velocità a crashare

          quella la ritrovi solo con le ultimissime
          versioni di
          linuxHahahaha... questa è bella, secondo te Linux crasha più di Windows. Ma ROTFL.
          • nome e cognome scrive:
            Re: Quando una cosa è razionale

            Hahahaha... questa è bella, secondo te Linux
            crasha più di Windows. Ma
            ROTFL.Ovvio. E quando non è crashato è completamente inutile.
          • Nord hahaha scrive:
            Re: Quando una cosa è razionale
            - Scritto da: nome e cognome

            Hahahaha... questa è bella, secondo te Linux

            crasha più di Windows. Ma

            ROTFL.

            Ovvio. E quando non è crashato è completamente
            inutile.Delle vere perle di saggezza. (rotfl)
          • Enterprise Profession al scrive:
            Re: Quando una cosa è razionale

            Ovvio. E quando non è crashato è completamente
            inutile.Inutile forse per gli sparagestionaliVB e i cacciavitari alle prese con SQL Server. Io ci sviluppo da quasi 10 anni con Linux, 8 ore al giorno e prendo lo stipendio usando Linux.Guarda un po' fuori dal tuo polveroso e ingiallito mondo MS-centrico, che fuori il mondo sta cambiando!
          • pippo75 scrive:
            Re: Quando una cosa è razionale

            Inutile forse per gli sparagestionaliVB e i
            cacciavitari alle prese con SQL Server. Io ci
            sviluppo da quasi 10 anni con Linux, 8 ore al
            giorno e prendo lo stipendio usando
            Linux.E mi confronti un SO con un kernel.Avessi detto Windows vs Ubuntu avrei anche capito.Sembra quasi che tu sia invidioso di chi scrive gestionali, il lavoro è quello e loro quello fanno ( e si rispettano ).
          • krane scrive:
            Re: Quando una cosa è razionale
            - Scritto da: pippo75

            Inutile forse per gli sparagestionaliVB e i

            cacciavitari alle prese con SQL Server. Io ci

            sviluppo da quasi 10 anni con Linux, 8 ore al

            giorno e prendo lo stipendio usando

            Linux.
            E mi confronti un SO con un kernel.
            Avessi detto Windows vs Ubuntu avrei anche capito.
            Sembra quasi che tu sia invidioso di chi scrive
            gestionali, il lavoro è quello e loro quello
            fanno ( e si rispettano ).Come si rispettavano quelli che facevano i siti web per explorer 6 portando cosi' la rovina al mondo del web e anni di ritardi nelle tecnologie ?Ma anche no...
          • Enterprise Profession al scrive:
            Re: Quando una cosa è razionale

            E mi confronti un SO con un kernel.
            Avessi detto Windows vs Ubuntu avrei anche capito.Era chiaramente per farmi capire dal MS-addicted, poi sono passato da Slackware installata coi dischetti negli anni 90, fino ad oggi con Ubuntu e OpenSuse.
            Sembra quasi che tu sia invidioso di chi scrive
            gestionali, il lavoro è quello e loro quello
            fanno ( e si rispettano
            ).Nulla da dire sui gestionali, infatti il problema non è il fine, ma il mezzo.
          • nome e cognome scrive:
            Re: Quando una cosa è razionale

            Guarda un po' fuori dal tuo polveroso e
            ingiallito mondo MS-centrico, che fuori il mondo
            sta
            cambiando!Sisi, ma stai pensando di cambiare il tuo nome in Ganesh?
          • Bah scrive:
            Re: Quando una cosa è razionale
            io lo stipendio lo prendo perche' sviluppo. non per che sviluppo su windows o linux o mac. Forse e' meglio...
          • aphex twin scrive:
            Re: Quando una cosa è razionale
            Ma neanche tanto di meno
    • Francesco_Holy87 scrive:
      Re: Quando una cosa è razionale
      Dipende anche dalla macchina che usi, su computer datati è ovvio che 7 ti vada più lentamente.Su Ubuntu ho notato anche io un netto peggioramento di prestazioni, da quando c'è Unity: è diventato pachidermico, nonostante abbia un dual core e 4GB di RAM. spero sia solo problema di interfaccia, in questi giorni dovrò provare a rimetterci la shell Gnome.
      • pippo75 scrive:
        Re: Quando una cosa è razionale

        Su Ubuntu ho notato anche io un netto
        peggioramento di prestazioni, da quando c'è
        Unity: è diventato pachidermico, nonostante abbia
        un dual core e 4GB di RAM. spero sia solo
        problema di interfaccia, in questi giorni dovrò
        provare a rimetterci la shell Gnome.sbaglio o la 12.04 è più leggera? Comunque sia Gnome3 che Unity per il mometo mi sembrano male accolti da molti. Peccato perchè gnome2 era ottimo.Comunque esiste Mate.Ma si sta andando OT.Vedremno W8 come shell come si comporterà.
    • Sgabbio scrive:
      Re: Quando una cosa è razionale
      - Scritto da: Francesco
      Quando una cosa è razionale... è difficile
      migliorarla.

      Non entro nel merito della tecnica o altro, parlo
      solo d'interfaccia, e da questo punto di vista
      Ubuntu non è diverso da
      Windows.

      Si deve cambiare per il gusto di cambiare, si
      complicano e si appesantiscono i menù solo per
      favorire gli
      utonti.

      Per motivi professionali opero con Windows 98,
      2000, 2003, XP, Vista, Seven, 2008 e per office
      '97, 2000, 2007, 2010. Sarò retrogado, ma la
      velocità che ho con W2000/XP e Office '97 non la
      ritrovo con le nuove
      versioni.Sinceramente il "tasto" start era un pò stupido, visto che dovevi premerlo per terminare il sistema... :DPer il resto... come mai operi ancora con windows 98 ???
    • pierugo scrive:
      Re: Quando una cosa è razionale
      hihi. razionale. premere 'start' per spegnere il computer è proprio coerente e razionale...
      • Funz scrive:
        Re: Quando una cosa è razionale
        - Scritto da: pierugo
        hihi. razionale. premere 'start' per spegnere il
        computer è proprio coerente e
        razionale...Vero, ma come faccio a fermare il PC senza?Penza che per spegnere KDE devo staccare la ciabatta... :p
  • Francesco_Holy87 scrive:
    Credo proprio che sia la verità
    Dalle pre-consumer preview (build 8220) trapelate in rete, il tasto start è scomparso, e compare solo spostando il mouse in basso a destra. Discutibile o meno, tramite le impostazioni può essere riattivato lo start classico.
    • brain scrive:
      Re: Credo proprio che sia la verità
      - Scritto da: Francesco_Holy87
      Dalle pre-consumer preview (build 8220) trapelate
      in rete, il tasto start è scomparso, e compare
      solo spostando il mouse in basso a destra.
      Discutibile o meno, tramite le impostazioni può
      essere riattivato lo start
      classico.forse erano stufi di farsi prendere per i fondelli: "prema il pulsante start per SPEGNERE il pc" suonava decisamente male ;)
      • Francesco_Holy87 scrive:
        Re: Credo proprio che sia la verità
        Tra l'altro, mia madre continua a cercare di premere con il dito sul monitor, dicendo che Start non funziona...
        • Mela avvelenata scrive:
          Re: Credo proprio che sia la verità
          - Scritto da: Francesco_Holy87
          Tra l'altro, mia madre continua a cercare di
          premere con il dito sul monitor, dicendo che
          Start non
          funziona...Dovrebbe premere più forte! :D
      • frederick forthnite scrive:
        Re: Credo proprio che sia la verità
        infatti...
Chiudi i commenti