USA, spionaggio a prova di Aaron Swartz

L'hacker accusato di aver sottratto milioni documenti dal MIT sarebbe stato identificato da un sistema di sorveglianza serrato: webcam, agenti di polizia e servizio di sicurezza

Roma – Ha scaricato senza autorizzazione 4 milioni di documenti appartenenti al celebre MIT di Boston e per questo rischia una pena massima di 35 anni di carcere. In molti si sono chiesti come è stato possibile cogliere Aaron Swartz, 24enne ex studente di Stanford e co-fondatore di Reddit, a compiere operazioni informatiche ritenute illecite attraverso un account guest. La risposta, a quanto pare, coinvolge un sistema di webcam di sorveglianza e il servizio segreto di sicurezza in forza nel campus del MIT.

Swartz è stato arrestato dagli agenti di polizia dell’università lo scorso 6 gennaio e accusato di essere entrato senza permesso in un’aula informatica con accesso limitato . L’ accusa sostiene che il giovane nascondesse un laptop da cui accedeva con un account guest entro il network del MIT utilizzato per scaricare milioni di paper accademici dal database di JSTOR. Tuttavia, notano alcuni, i cancelli del MIT sono aperti 24 ore su 24 a studenti e ospiti, ai quali è consentito accedere ai servizi e al sistema informatico gratuitamente .

Swartz è invece accusato sia dai giudici federali sia dagli agenti che lo hanno arrestato di aver rubato i documenti dopo aver collegato il proprio PC al network universitario all’interno di uno spazio definito come “stanza riservata”, sebbene né il rapporto della polizia né le carte giudiziarie facciano riferimento a una serratura o a un cartello che indicasse l’inaccessibilità del luogo.

Le operazioni compiute dallo studente sarebbero state scoperte da un membro dello staff informatico del MIT nella giornata del 4 gennaio, quando nell’edificio 16 è stata identificata la presenza di un laptop all’interno di un network privato insieme a un hard disk esterno. Secondo il report redatto sul caso, un agente della polizia di Cambridge, un membro del servizio di sicurezza del MIT e un agente della polizia di Boston si sarebbero recati nell’edificio per sequestrare il computer e rilevare le impronte digitali. Successivamente, il PC sarebbe stato riposizionato al proprio posto il giorno seguente, provvisto di un software in grado di sorvegliare a mezzo webcam l’intera stanza.

Nel pomeriggio, un giovane descritto come “maschio bianco, con capelli scuri ondulati, lunghi ad altezza spalle, con uno zaino grigio, jeans e un casco da bicicletta bianco” è entrato nell’aula con un oggetto che assomigliava a un hard disk esterno. Il giorno seguente, gli agenti di sorveglianza del MIT sarebbero stati informati dell’avvenuto download di circa 70 GB di dati, il 98 per cento dei quali provenienti da JSTOR, valutati 50mila dollari (circa 35mila euro). A questo punto, l’individuo sospetto sarebbe stato identificato e bloccato in sella alla sua bicicletta. Secondo i resoconti, Swartz sarebbe balzato dalla sella e avrebbe cercato la fuga per poi essere bloccato da un addetto del servizio di sicurezza del campus.

Secondo i capi di imputazione, lo studente discepolo del Professor Larry Lessig sarebbe stato arrestato sulla base di questo capo d’imputazione: furto con scasso .

Cristina Sciannamblo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • eymerich scrive:
    Ma gli inglesi ...
    Non sono mica quel br4nc0 di 1d10t1 che hanno tirato fuori i principi di PRINCE2 e ITIL per la gestione "razionale" delle risorse IT?... chi è causa del suo male, pianga se stesso!-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 29 luglio 2011 11.11-----------------------------------------------------------
  • Stegson scrive:
    dovrebbero invece... chi lo dice?
    Il finale dell'articolo: chi ha affermato quella conclusione? Da cosa deriva? O è gratuita?
    • p4bl0 scrive:
      Re: dovrebbero invece... chi lo dice?
      - Scritto da: Stegson
      Il finale dell'articolo: chi ha affermato quella
      conclusione? Da cosa deriva? O è
      gratuita?se leggessi i link lo saprestiun aiutino: nello spezzone "Sempre secondo i risultati dell'inchiesta parlamentare" c'è una parola cliccabile
  • ciccio pasticcio quello vero scrive:
    saranno mac...
    4000 euro per un macpro fai in fretta a spenderli :)
  • attonito scrive:
    259 parole per dire niente
    ----------------------UK, spese folli per l'ITIl governo di Londra <b
    pagherebbe </b
    fino a 3,500 sterline per un semplicissimo PC. A rivelarlo è un'inchiesta parlamentare, che ha anche puntato il dito contro un vero e proprio cartello dell'informaticaRoma - A rivelarlo è stata una recente inchiesta condotta da alcuni membri parlamentari in terra britannica, riuniti presso la Public Administration Select Committee (PASC). Il governo di Londra <b
    spenderebbe </b
    cifre pazzesche per i più svariati dispositivi informatici, cifre fino a 10 volte più alte rispetto agli attuali prezzi di mercato."Un osceno sperpero di denaro", come si può leggere nel dettagliato report rilasciato dai vertici di PASC. Secondo le stime, per i vari dipartimenti di Whitehall <b
    sarebbero </b
    state spese fino a 3,500 sterline (quasi 4mila euro) per un semplicissimo desktop PC. Una follia dettata innanzitutto da uno scarso know how in ambito informatico.Ma ci <b
    sarebbe </b
    sicuramente dell'altro, a partire da un bassissimo livello di trasparenza relativa ai vari contratti stipulati dal governo britannico con una sorta di oligopolio dell'Information Technology. Contratti non a disposizione del pubblico, magari di consulenti esperti.Sempre secondo i risultati dell'inchiesta parlamentare, Whitehall <b
    sarebbe </b
    quasi schiava di un vero e proprio cartello dell'IT. Un gruppo di <b
    non meglio specificate società </b
    che sfruttano a mani basse i soldi di Londra. Il report di PASC ha innanzitutto consigliato un maggior livello di interoperabilità.Il fattore cruciale <b
    potrebbe </b
    però risiedere nell'outsourcing estremo applicato dal governo nel settore IT. I vari dipendenti <b
    dovrebbero </b
    invece venire accuratamente preparati per compiti informatici, per un notevole risparmio sui costi invece destinati a grandi società terze.----------------------MA nessuno ha le palle per non usare i condizionagi e le forme ipotetiche?
  • Guybrush scrive:
    Potrebbe benissimo essere
    Anche in azienda da me una postazione (non un PC) costa anche 20.000 euro/anno.Dipende:1) Dal tipo di hardware (circa il 10% del totale)2) Dal tipo di contratto di fornitura3) Dalle licenze del software installato4) Dal contratto di manutenzione.Metti una macchina in leasing, con almeno 2 ore di "tecnico on site": una fornitura di 1000 macchine ti garantisce la presenza di un tecnico (Technical Field Support) 5 giorni la settimana tutto l'anno.Metti un po' di software dedicato (chi ha nominato SAP ?) e vedi che il prezzo forse non arriva a 20.000 (per quello ci sono altre applicazioni) però supera di gran lunga quello del mero valore della macchina (400 euro + iva, S.O. incluso).GT
    • Funz scrive:
      Re: Potrebbe benissimo essere
      Indubbiamente, ma penso che i prezzi in UK si riferiscano alla macchina nuda e cruda, presumibilmente con un noto OS commerciale sopra.
      • Guybrush scrive:
        Re: Potrebbe benissimo essere
        - Scritto da: Funz
        Indubbiamente, ma penso che i prezzi in UK si
        riferiscano alla macchina nuda e cruda,
        presumibilmente con un noto OS commerciale
        sopra.Mi sembra comunque troppo, anche se si trattasse dei PC del ministero dell'interno o del MAE, in italia per trattarsi del prezzo del solo HW.GT
        • Ittiointerp rete scrive:
          Re: Potrebbe benissimo essere

          Mi sembra comunque troppo, anche se si trattasse
          dei PC del ministero dell'interno o del MAE, in
          italia per trattarsi del prezzo del solo
          HW.

          GTAl cambio di oggi poi 3500 sterline fanno 3999 !!!
      • 486 DX 33 scrive:
        Re: Potrebbe benissimo essere
        - Scritto da: Funz
        Indubbiamente, ma penso che i prezzi in UK si
        riferiscano alla macchina nuda e cruda,
        presumibilmente con un noto OS commerciale
        sopra.beh allora deve essere un PC, dato che Lion per mac costa solo 29$
        • Funz scrive:
          Re: Potrebbe benissimo essere
          - Scritto da: 486 DX 33
          - Scritto da: Funz

          Indubbiamente, ma penso che i prezzi in UK si

          riferiscano alla macchina nuda e cruda,

          presumibilmente con un noto OS commerciale

          sopra.

          beh allora deve essere un PC, dato che Lion per
          mac costa solo
          29$Commento ovvio, inutile alla discussione e volto solo a trollare. Faccio finta di non averlo letto. :p
      • nodx scrive:
        Re: Potrebbe benissimo essere
        - Scritto da: Funz

        Allora dipende tutto da cosa ci installano sopra
        (se ci mettono photoshop o Autocad...) e cosa
        considerano "infrastruttura": server, rete
        ecc.?
        Direi che sappiamo ancora decisamente troppo poco
        per tirare
        conclusioni.E qui sono più che d'accordo con te.Purtroppo fintanto che il livello della discussione è quello della caciara su conclusioni approssimate, perchè indagare le cause spesso richiede impegno, rimarremo dei quaraquaquà.
      • Craccolo scrive:
        Re: Potrebbe benissimo essere
        esatto, troppe variabili, troppi costi da aggiungere o meno, dovrebbero disaggregare le voci di spesa dividendo in percentuale quelli per HW nudo e crudo, per il SW, per la prima installazione e per le manutenzioni successive, nonché eventuali programmi di aggiornamento software inclusi nella vendita (es. aggiornamenti antivirus, office, gestionali e quant'altro). 4000 ad anno potrebbero anche essere tutto sommato non molti soldi.
    • panda rossa scrive:
      Re: Potrebbe benissimo essere
      - Scritto da: Guybrush
      Anche in azienda da me una postazione (non un PC)
      costa anche 20.000
      euro/anno.Ma assumere un dipendente capace, e pagarlo 10.000 euro l'anno di piu', facendo a meno di manutenzione e licenze, no?Se facessero cosi', le aziende risparmierebbero 10.000 euro l'anno di botto e aumenterebbero pure la produttivita'!
      • Fiber scrive:
        Re: Potrebbe benissimo essere
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: Guybrush

        Anche in azienda da me una postazione (non
        un
        PC)

        costa anche 20.000

        euro/anno.

        Ma assumere un dipendente capace, e pagarlo
        10.000 euro l'anno di piu', facendo a meno di
        manutenzione e licenze,
        no?

        Se facessero cosi', le aziende risparmierebbero
        10.000 euro l'anno di botto e aumenterebbero pure
        la
        produttivita'!il fatto e' che un sistema con RedHat ti costa uguale in spese fisse di manutezione/assistenza ad un sistema con Os Microsoftquello che dici tu e' solo fantasia per fare solito tifo da stadio pro Linux
        • panda rossa scrive:
          Re: Potrebbe benissimo essere
          - Scritto da: Fiber

          il fatto e' che un sistema con RedHat ti costa
          uguale in spese fisse di manutezione/assistenza
          ad un sistema con Os
          MicrosoftNo, se la manutenzione/assistenza software rientra nelle mansioni della persona che lo usa (e che paghi di piu' proprio per quello).
          quello che dici tu e' solo fantasia per fare
          solito tifo da stadio pro
          LinuxTra me e te sei tu quello che fa il tifo da stadio tipico dei perdenti.Io sto in tribuna e non faccio alcun tifo: semplicemente applaudo la squadra manifestamente piu' forte.
          • Fiber scrive:
            Re: Potrebbe benissimo essere
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Fiber




            il fatto e' che un sistema con RedHat ti
            costa

            uguale in spese fisse di
            manutezione/assistenza


            ad un sistema con Os

            Microsoft

            No, se la manutenzione/assistenza software
            rientra nelle mansioni della persona che lo usa
            (e che paghi di piu' proprio per
            quello).


            quello che dici tu e' solo fantasia per fare

            solito tifo da stadio pro

            Linux

            Tra me e te sei tu quello che fa il tifo da
            stadio tipico dei
            perdenti.
            Io sto in tribuna e non faccio alcun tifo:
            semplicemente applaudo la squadra manifestamente
            piu'
            forte.il solo fatto che fai finta di non sapere che usando RedHat si hanno costi annuali ..ed anche sostenuti, evince quello che ti ho scritto nel post precedente
          • nodx scrive:
            Re: Potrebbe benissimo essere
            - Scritto da: panda rossa

            No, se la manutenzione/assistenza software
            rientra nelle mansioni della persona che lo usa
            (e che paghi di piu' proprio per
            quello).Certo.E se nelle mansioni mettiamo anche spolverare gli uffici addio costi di pulizia, e proseguiamo con la cucina e il lavaggio piatti così dal bilancio escludiamo mensa, la consegna della posta e ciao ciao costi postali...fiko, hai mai pensato a mettere in piedi un'azienda?
          • miky scrive:
            Re: Potrebbe benissimo essere
            la persona la paghi uguale... e i costi di licenza sono uguali... per molte cose è meglio usare Linux e per altre Windows... le guerre di religione lasciamole ai bimbi-XXXXXXX...
          • DuDe scrive:
            Re: Potrebbe benissimo essere
            - Scritto da: miky
            la persona la paghi uguale... e i costi di
            licenza sono uguali... per molte cose è meglio
            usare Linux e per altre Windows... le guerre di
            religione lasciamole ai
            bimbi-XXXXXXX...Ammetto di non aver letto TUTTo l'articolo, ma c'e' anche da vedere se questi pc siano usati a mo' di macchina da scrivere, e non come macchine di sviluppo, nel primo caso sia si usasse red-hat o windows, non credo cambi molto in termini di costi, anzi, arrivo a dire che con red-hat forse forse si risparmia pure, nel caso di machina di sviluppo, be' c'e' da vedere per cosa e con che sviluppano.
        • il signor rossi scrive:
          Re: Potrebbe benissimo essere
          - Scritto da: Fiber

          il fatto e' che un sistema con RedHat ti costa
          uguale in spese fisse di manutezione/assistenza
          ad un sistema con Os
          Microsoftok, diciamo che costa uguale perché in entrambi i casi ti ci vuole un sistemista, anche se si potrebbe discutere sul quante volte deve intervenire questo sistemista se il server è linux o windows (o, il che è lo stesso, quanti sistemisti servono nella tua azienda per gestire N server windows o N server linux). Ma diciamo pure che non vi sia differenza nell'affidabilità tale da richiedere un numero differente di interventi o sistemisti.Rimane il costo delle licenze, che non sono semplici licenze di windows 7 home basic, ma di windows server più i vari software, e quindi non è poco. Anche a partità di costi di gestione, quindi, un'azienda può ottenere un bel guadagno dall'utilizzo di linux.E comunque ti garantisco che l'affidabilità non è la stessa. ;)
          • Fiber scrive:
            Re: Potrebbe benissimo essere
            - Scritto da: il signor rossi
            - Scritto da: Fiber



            il fatto e' che un sistema con RedHat ti
            costa

            uguale in spese fisse di
            manutezione/assistenza


            ad un sistema con Os

            Microsoft

            ok, diciamo che costa uguale perché in entrambi i
            casi ti ci vuole un sistemista, anche se si
            potrebbe discutere sul quante volte deve
            intervenire questo sistemista se il server è
            linux o windows (o, il che è lo stesso, quanti
            sistemisti servono nella tua azienda per gestire
            N server windows o N server linux).

            Ma diciamo pure che non vi sia differenza
            nell'affidabilità tale da richiedere un numero
            differente di interventi o
            sistemisti.
            Rimane il costo delle licenze, che non sono
            semplici licenze di windows 7 home basic, ma di
            windows server più i vari software, e quindi non
            è poco. Anche a partità di costi di gestione,
            quindi, un'azienda può ottenere un bel guadagno
            dall'utilizzo di
            linux.
            E comunque ti garantisco che l'affidabilità non è
            la stessa.
            ;)dipende da cosa si deve farese serve Windows Server 2008 per determinate esigenze o basta anche RedHatse RedHat adempiesse in tutto a 360gradi nessuno al mondo avrebbe piu' bisogno di Windows Server che non si userebbe piu'..mentre invece da come si vede anche dai dati di Gartner & Co. Windows Server e' diffusissimo dipende sempre da tanti fattori
      • Ittiointerp rete scrive:
        Re: Potrebbe benissimo essere
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: Guybrush

        Anche in azienda da me una postazione (non
        un
        PC)

        costa anche 20.000

        euro/anno.

        Ma assumere un dipendente capace, e pagarlo
        10.000 euro l'anno di piu', facendo a meno di
        manutenzione e licenze,
        no?

        Se facessero cosi', le aziende risparmierebbero
        10.000 euro l'anno di botto e aumenterebbero pure
        la
        produttivita'!Ma tu guardi il netto o il lordo dello stipendio?Poi moltiplica per 2 perchè mica lo fai lavorare 365 giorni l'anno e senza che si ammali mai.
      • nome e cognome scrive:
        Re: Potrebbe benissimo essere

        Ma assumere un dipendente capace, e pagarlo
        10.000 euro l'anno di piu', facendo a meno di
        manutenzione e licenze,
        no?

        Se facessero cosi', le aziende risparmierebbero
        10.000 euro l'anno di botto e aumenterebbero pure
        la
        produttivita'!As usual, il cantinaro premio nobel per l'economia che arriva con la soluzione pronta. Secondo te le aziende prendono le macchine in leasing perché sono gestite da idioti, giusto?
      • Picchiatell o scrive:
        Re: Potrebbe benissimo essere
        - Scritto da: panda rossa

        Ma assumere un dipendente capace, e pagarlo
        10.000 euro l'anno di piu', facendo a meno di
        manutenzione e licenze,
        no?

        Se facessero cosi', le aziende risparmierebbero
        10.000 euro l'anno di botto e aumenterebbero pure
        la
        produttivita'!citando un film americano "credete veramente che noi spendiamo qualche milione di dollari per qualche matita?"non vorrei che certi costi nascondessero dei fondi per tutt'altro...
  • Fetente scrive:
    Deve esserci un errore
    questa notizia sembra descrivere la situazione in italia, non in UK
    • styx scrive:
      Re: Deve esserci un errore
      - Scritto da: Fetente
      questa notizia sembra descrivere la situazione in
      italia, non in
      UKeheheh. E' la stessa cosa che ho pensato io... ossia "toh, tutto mondo e' paese"...
    • nessuno scrive:
      Re: Deve esserci un errore
      - Scritto da: Fetente
      questa notizia sembra descrivere la situazione in
      italia, non in UKLe XXXXXte succedono ovunque.La differenza é che in Italia vengono considerate una cosa normale é non si fa niente per contrastarle.Quando é uscito lo scandalo sulle spese gonfiate dai parlamentari molti di loro hanno perso la poltrona.
Chiudi i commenti