USA, una zarina del copyright per Obama

Si chiama Victoria Espinel e ha masticato a lungo proprietà intellettuale e affari internazionali. E' lei l'IP-czar voluto dal Presidente per dirigere l'orchestra del diritto d'autore

Roma – Alla fine, lo zar della proprietà intellettuale si è mostrato al Congresso degli Stati Uniti con un profumo di donna: Victoria A. Espinel è stata recentemente nominata primo IP czar a stelle e strisce. “Congratulazioni a Victoria Espinel – ha annunciato in un comunicato ufficiale Gigi B. Sohn, presidente di Public Knowledge , gruppo di legali specializzati in diritto digitale – per la sua nomina a Intellectual Property Enforcement Coordinator . Siamo convinti che sarà imparziale nel suo futuro approccio ai temi principali riguardanti l’applicazione della proprietà intellettuale”.

Victoria Espinel è, quindi, la donna scelta dal Presidente Barack Obama per dirigere l’orchestra a tutela del diritto d’autore , sia a livello nazionale che internazionale. “Queste tre personalità – ha dichiarato Obama riferendosi anche ad ulteriori due nomine in Congresso – hanno l’abilità e l’esperienza richieste dai loro rispettivi incarichi. Sono certo che serviranno a dovere il popolo statunitense e non vedo l’ora di iniziare a lavorare con loro”.

Espinel è stata ricercatrice alla George Mason University School of Law , dove si è specializzata in temi legati alla proprietà intellettuale e agli affari internazionali. Nel suo curriculum presentato dallo staff della Casa Bianca anche un ruolo di consigliere nel diritto d’autore per la Senate Judiciary Committee e la House Judiciary Committee . Nel 2005, poi, la nuova zarina ha offerto la sua professionalità all’ Office of the US Trade Representative .

Un iter professionale che è dunque piaciuto all’amministrazione Obama, pronta a dare un volto all’ IP czar istituito da George W. Bush nell’ultimissimo periodo del suo mandato. Il cosiddetto Pro-IP Act richiederà a Espinel di aprire un filo diretto con il Presidente e il Congresso , per riportare ogni sorta di programma volto alla tutela della intellectual property . Per la definitiva ufficialità, ora, si attende il sì del Senato. Poi, gli Stati Uniti del diritto digitale incoroneranno la nuova zarina.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • bLax scrive:
    adesso.....
    Da sempre ci sono questi contenziosi, non ci vedo nulla di male che google chieda un po di rispetto per le sue licenze....quello che ti do open è open, il resto è mio ....mica è complicatodiciamo che d'altronde bigG poteva anche fare meno la voce grossa e senza scomodare gli avvocati, che gelano subito l'aria, poteva spiegare con una semplice mail il fatto allo sviluppatore interessato....è sucXXXXX anche allo sviluppatore di easy-peasy, con Canonical....canonical ha suggerito i passaggi da fare per non rompre i pati chiari e mantenere l'amicizia, minacciando in caso contrario l'azione legale, proprio per non farsi cattiva pubblicità.Oltretutto il contenzioso sta nel fatto che il tipo ridistribuiva meteriale non Open, che invece l'utente finale, sopratutto se smaliziato, che installa una versione modificata nel device, puo benissimo installarsi da solo Gmaps e gli altri prog
  • sylvaticus scrive:
    Io preferisco Maemo 5 ed il Nokia N900..
    Peccato che i devices su cui è montato costino una botta, ma Maemo è una chicca... tra l'altro ci si può far girare l'intera Debian a velocità quasi nativa..http://maemo.nokia.com/
  • Bifolco scrive:
    Dice il proverbio contadino...
    ...Chi non gùgola, non gògola. E chi vuol intendere, intenda. (anonimo) 8)
  • hp suck scrive:
    bella delusione
    noooo questa è proprio una bella delusione da bigGa sto punto viva symbian (quando uscirà il symbian^2 opensource),maemo (già opensource ma ancora non uscito) e limo
  • WE WANT U scrive:
    GOOGLE E GLI SVILUPPATORI
    google non offre +lavoro a sviluppatori da parecchio tempo ormai cerca solo analisti di mercato marketing e avvocati!!!! certo il software se lo fa produrre aggratis e poi manda gli avvocati a batter cassa!
    • Emoticon e video scrive:
      Re: GOOGLE E GLI SVILUPPATORI
      e poi ogni tanto fa i concorsi dove si fa sviluppare un pacco di applicazioni per i suoi telefonini spendendo un centesimo di cosa avrebbe dovuto spendere diversamente
    • Emoticon e video scrive:
      Re: GOOGLE E GLI SVILUPPATORI
      wow un mega team di informatici!! ma allora continuano ad assumere proprio come se l'open source non fosse mai esistito (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)anzi, forse senza open source avrebbero assunto la metà delle persone(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
      • NomeCognome scrive:
        Re: GOOGLE E GLI SVILUPPATORI
        - Scritto da: Emoticon e video
        wow un mega team di informatici!! ma allora
        continuano ad assumere proprio come se l'open
        source non fosse mai esistito
        (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)ma perchè, te pensi che open source =
        le ditte non assumono più informatici? Guarda che ci sono ditte che sviluppano applicazioni open source (perchè ritengono di avere un rientro in altri modi e non dalla mera vendita del software) pagando il salario a tanti programmatori. Poi che i programmatori stessi nel loro tempo libero sviluppino i progetti che più gli stanno a cuore, non è in antitesi con quanto suddetto.
        • Emoticon e video scrive:
          Re: GOOGLE E GLI SVILUPPATORI
          è perchè dimentico sempre che le applicazioni web sono considerate software e che le aziende di consulenza si fanno chiamare software house
    • WE WANT U scrive:
      Re: GOOGLE E GLI SVILUPPATORI
      Account Strategist - MilanEmployment Counsel - MilanEnterprise Sales Manager - MilanIndustry Analyst - MilanIndustry Analyst Intern - Milan
      • WE WANT U scrive:
        Re: GOOGLE E GLI SVILUPPATORI
        http://www.google.com/support/jobs/bin/static.py?page=loc.html&dep_id=1054&loc_id=1100&topic=1054
        • Emoticon e video scrive:
          Re: GOOGLE E GLI SVILUPPATORI
          dai! ma se gli sviluppi il programma per il cellulare android e arrivi primo al concorso ti danno anche qualche soldino
      • The Punisher scrive:
        Re: GOOGLE E GLI SVILUPPATORI
        Quale parte di "Google non ha il quartier generale a Milano" non hai capito?
    • NomeCognome scrive:
      Re: GOOGLE E GLI SVILUPPATORI
      Fonti? O ti hanno telefonato direttamente per dirtelo?
  • WE WANT U scrive:
    sviluppatori aggratis cercasi
    Google cerca sviluppatori aggratis che rimangano nella massa nessuna impresa potrà mai avere sucXXXXX sfruttando i servizi open di google in quanto quando diventi troppo grosso arrivano i legali e ciao ciao!!!!!sviluppate gente che i soldi li fa solo google!!!!
    • Emoticon e video scrive:
      Re: sviluppatori aggratis cercasi
      tu non capisci la spiritualità del software (rotfl)
    • angros scrive:
      Re: sviluppatori aggratis cercasi
      Calma, il software (android) è libero, le applicazioni incriminate più che software sono "servizi" (le mappe, i video, la posta...), ed i programmi in questione sono semplicemente client per questi servizi: senza di essi, i programmi sono perfettamente inutili.
  • Enjoy with Us scrive:
    Google ha ragione, ma....
    Forse faceva meglio a starsene zitta in questa fase, poteva aspettare a mettere i puntini sulle i... se certe prese di posizione, sia pure legittime, spingessero taluni sviluppatori di android ad abbandonare la piattaforma non sarebbe certo un gran risultato...
    • angros scrive:
      Re: Google ha ragione, ma....
      E cosa doveva fare, lasciare che gli sviluppatori sprecassero ulteriore tempo e ulteriori soldi su una distro che sarebbe stata bloccata subito dopo? Meglio mettere le cose in chiaro appena possibile.Poi, probabilmente Google non poteva permettere neanche volendo che le applicazioni modificate rimanessero in circolazione, perchè molte delle informazioni a cui qualle applicazioni permettono l' acXXXXX non appartengono a Google, ma sono date in licenza a condizioni precise (fra cui l' obbligo di renderle accessibili solo tramite il software di Google)
  • Tuzz scrive:
    Ma dove ci rimetterebbe Google?
    Sarà che mi sono appena alzato, ma non capisco dove google ci rimetta se qualcuno distribuisce google maps etc nella propria ROM.Google guadagna proprio dal fatto che la gente usa i suoi programmi. Perché in una rom originale va bene, mentre in una mod no?
    • Emoticon e video scrive:
      Re: Ma dove ci rimetterebbe Google?

      Google guadagna proprio dal fatto che la gente
      usa i suoi programmi. e come? chi ti dice che sia esattamente così anche quando si accorda con samsung, lg, nokia,ecc.?
    • angros scrive:
      Re: Ma dove ci rimetterebbe Google?
      Perchè io potrei programmare la mod per scaricare TUTTE le mappe sul mio hard disk, così poi le consulto senza vedere nessuna pubblicità, e senza permettere a google la profilazione (Google, sapendo le località che mi interessano, può offrirmi pubblicità mirata). Peggio ancora, potrei fornire tali mappe ad altri, togliendo clienti a Google (ed anche alla Digital Globe, che fornisce a Google le foto satellitari), così Google non potrebbe più avere in licenza le foto, e dovrebbe chiudere Maps e Earth.
      • Stefano scrive:
        Re: Ma dove ci rimetterebbe Google?
        Ma questo lo puoi fare anche sulle rom ufficiali se installi qualsiasi software che ad esempio di scarica google maps in locale no?Cosa cambia tra un maps 'origiale' su una rom moddata e un maps originale su rom originale per google?
        • WE WANT U scrive:
          Re: Ma dove ci rimetterebbe Google?
          gia fatto tempo fa.... il problema e' mantenerle aggiornate sono proprio un sacco di dati ci ho messo + di una settimana
          • WE WANT U scrive:
            Re: Ma dove ci rimetterebbe Google?
            se google distribuisce le api con tanto di documentazione non si puo' lamentare se poi la gente le usa!
        • angros scrive:
          Re: Ma dove ci rimetterebbe Google?
          Non so di preciso come funzioni, comunque hai notato che:-con Google Earth, le immagini sono sempre mostrate in 3d su una proiezione curva (quindi non puoi, ad esempio, catturarle con uno screenshot ed usarle facilmente)-con Google Maps, le foto hanno un watermark, e le mappe ti arrivano come immagini, non come dati vettoriali.
    • roberto scrive:
      Re: Ma dove ci rimetterebbe Google?
      semplicissimo, e vale per qualsiasi distributore di servizi e contenuti.se accedo ai servizi/contenuti di un provider con una mia intercaccia, posso tagliare le partid della sua pubblicita e volendo anche sostituirle con le mie. cosi il business del provider va a rotoli. inoltre c''e pure il rischio che la mia interfaccia piaccia di piu di quella del provider. la posizione di google e' quindi assolutamente comprensibile, ma va trovato un qualche compromesso perche le applicazioni degli sviluppatori possono portare molto a tutti, seno perche mettersi a sviluppare in casa di google senza poter usare i suoi tools?
  • barra78 scrive:
    Assurdo
    che ci si lamenti di un'azienda come google che rende disponibili GRATUITAMENTE un sacco di strumenti che prima erano a pagamento o cmq fortemente limitati (vi ricordate cosa erano le webmail prima dell'arrivo di gmail?).Spesso questi prodotti sono opensource (android, chromium, v8, le nuove e future VM python). Quando poi per TUTELARE LE PROPRIE FONTI DI REDDITO questi programmi sono 'solo' free si sputa su bigG. Da fun di linux, dell'opensource ecc ho seguito con molto interesse lo sviluppo che molti programmi hanno avuto grazie ad eventi come il google summer of code l'unico pensiero che ho è 'grazie google di esistere'. Senza Google Empathy non avrebbe ancora il supporto ai video, Banshee non avrebbe acquisito la possibilità di condividere in streaming la musica, Joomla sarebbe più indietro nello sviluppo di alcune parti della versione 1.6.
    • Bruno scrive:
      Re: Assurdo
      Gli strumenti che ti mette a disposizione sono gratuiti nel senso che non li paghi, ma in cambio ti chiedono l'autorizzazione a ficcare il naso nelle tue cose (senza associarle direttamente a te, è vero). Si sono creati da soli la più grande e valida base dati per vendere analisi e statistiche sugli utenti. E' quello il loro guadagno, per non parlare della pubblicità che puoi piazzare ovunque dato che sei il sito più "clickato"
      • Emoticon e video scrive:
        Re: Assurdo
        del resto da qualche parte devono guadagnare. Non sono imprese statali
      • barra78 scrive:
        Re: Assurdo
        OK ma se non ti sta bene non usi i loro programmi. Fine della discussione.Altrimenti giustifichiamo quelli che piratano Windows perchè non vogliono dare a Microsoft quello che Microsoft gli chiede.
        • Emoticon e video scrive:
          Re: Assurdo
          eh ma è pieno di gente che vuole tutto aggratissè al 200%.Poi ovviamente pretendono di prendere lo stipendio...loro
  • Becero scrive:
    Google non vuol essere...
    ...Il nuovo Ubuntu, ma il nuovo Rat Fart, non ne ha mai fatto mistero.
  • Utente scrive:
    Open != Free
    Come da titolo. Open è un modello di sorgente. Free è un tipo di licenza... Che poi il modello di sorgente sia determinato ANCHE dalla licenza è un altro paio di maniche. Esistono licenze open e closed. Alcune open sono anche free, altre no.Open source = io ti do il sorgente, ma posso vincolarti come voglio nel suo utilizzo.Free software = puoi fare quello che vuoi col programmaEd è per questo che è stato coniato l'acronimo FOSS, Free Open Source Software, onde evitare malintesi. Poi la gente chiama il free open, e l'open free... Ed ha anche il coraggio di farsi chiamare 'giornalista'. Google ha tutte le ragioni di dire che Android È open. Lo è davvero: il sorgente è aperto, solo non puoi ridistribuirlo modificato (ergo non è libero).Così difficile capirlo? Mah.
    • Shu scrive:
      Re: Open != Free
      - Scritto da: Utente
      Come da titolo. Open è un modello di sorgente.No. Open source (e "open" per abbreviare) è un metodo disviluppo, con una serie di licenze approvate.
      Free è un tipo di licenza...No. Free è una filosofia di sviluppo del software (e per estensioneanche di vita, volendo).
      Open source = io ti do il sorgente, ma posso
      vincolarti come voglio nel suo
      utilizzo.Fino a un certo punto.
      Free software = puoi fare quello che vuoi col
      programmaNon è vero. Non puoi renderlo closed.
      Ed è per questo che è stato coniato l'acronimo
      FOSS, Free Open Source Software, onde evitare
      malintesi. Poi la gente chiama il free open, e
      l'open free...L'open include anche il free, quindi dire "open" equivalead abbreviare "software open source e free software".
      Ed ha anche il coraggio di farsi
      chiamare 'giornalista'. Google ha tutte le
      ragioni di dire che Android È open. Lo è davvero:
      il sorgente è aperto, solo non puoi
      ridistribuirlo modificato (ergo non è
      libero).Non è vero nemmeno questo.Android è open source (source.android.com), ma alcuneapplicazioni che vengono incluse nei telefoni non lo sono.Appunto il Market, GMail e Maps. Di queste non trovi isorgenti, perché sono software closed di Google.Ed è di questo che Google non vuole la redistribuzione.
      Così difficile capirlo? Mah.Potrei chiedermi la stessa cosa ma con "leggerlo" (o "informarsi")invece di "capirlo"...Bye.
      • Utente scrive:
        Re: Open != Free
        Puoi chiamare una mucca elefante, non per questo sarà più elefante di prima. Il senso intrinseco dei termini è quello, poi dell'OSI me ne sbatto altamente. OPEN SOURCE vuol dire SORGENTE APERTO.
        • Emoticon e video scrive:
          Re: Open != Free
          open source vuol dire:1) mi prendo il tuo programma perchè è gratis e ne posso disporre come voglio. 2) evito di assumere gente per farmi sviluppare un mio sistema/applicazione per il cellulare, il netbook, il nuovo apparecchio, ecc.Questo pensano le aziendone e sono le uniche che hanno tratto un reale vantaggio a lungo termine dall'open source
          • DarkSchneider scrive:
            Re: Open != Free
            - Scritto da: Emoticon e video
            open source vuol dire:

            1) mi prendo il tuo programma perchè è gratis e
            ne posso disporre come voglio.

            2) evito di assumere gente per farmi sviluppare
            un mio sistema/applicazione per il cellulare, il
            netbook, il nuovo apparecchio,
            ecc.

            Questo pensano le aziendone e sono le uniche che
            hanno tratto un reale vantaggio a lungo termine
            dall'open
            sourceFalso! Non c'è assolutamente nullla che mi vieti di realizzare un software, vendertelo e rilasciarti il sorgente. Tanto per cominciare Open Source != GPL.I vantaggi di una soluzione simile? Una azienda che ha il sorgente non sarà mai legata strettamente al supporto di chi ha realizzato il SW (dipende da come è scritto e dalla complessità dello stesso). Se Il produttore fallisce si potrà sempre trovare qualcuno che ne prosegua lo sviluppo o che realizzi delle personalizzazioni o adattamenti (anche qui perchè mai dovrebbe essere per forza gratis?). eventualmente la licenza con cui viene rilasciato garantisce a chi ha la paternità del SW che qualcun'altro non possa prenderlo e rivenderlo impropriamente (dipende dalal licenza scelta).
          • Emoticon e video scrive:
            Re: Open != Free
            questo NON è quello che pensano le aziendone (al limite è quello che è stato scritto sulla licenza gpl e simili). Avrei dovuto specificare che parlavo di aziendone di informatica
          • Funz scrive:
            Re: Open != Free
            - Scritto da: DarkSchneider
            - Scritto da: Emoticon e videoMa che, rispondi a 'sto troll?
          • DarkSchneider scrive:
            Re: Open != Free
            - Scritto da: Funz
            - Scritto da: DarkSchneider

            - Scritto da: Emoticon e video

            Ma che, rispondi a 'sto troll?Sono stato un po' alla larga da PI e non ho la lista troll aggiornata.In ogni caso meglio mettere in chiaro prima che qualcuno abbocchi!
          • Emoticon e video scrive:
            Re: Open != Free
            chiedo scusa ad entrambi. Adesso esco dalla modalità troll.AH ieri ho installato il mio Linux Ubuntu che ha un sacco di driver e manco un virus e poi è ingiusto che il software sia a pagamento.E' tutta colpa di micro$$oft!!E poi tra donazioni e premi ai primi vincitori gli sviluppatori stanno meglio di prima e ora anche il singolo può fare concorrenza alla grande industriaopen != gratis
          • Funz scrive:
            Re: Open != Free
            (rotfl)OK mi hai fregato, ci stai prendendo per i fondelli, non scrivi seriamente
          • Emoticon e video scrive:
            Re: Open != Free
            ma io dico la verità!!sul mio zx spectrum ho gentoo
          • Emoticon e video scrive:
            Re: Open != Free
            chi non ha la tua opinione è un troll. Beh per me sei un troll tu
          • NomeCognome scrive:
            Re: Open != Free
            Sí però anche te potevi almeno argomentare un pochino, invece di trollare liberamente. Vediamo:"questo NON è quello che pensano le aziendone"fonte? Che ne sai te di cosa pensano le aziendone? O sei tu tutte le aziendone possibili ed immaginabili? E le aziendine chi o cosa sono?"Avrei dovuto specificare che parlavo di aziendone di informatica"a chi o cosa ti riferisci in particolare? Nomi? Aziende italiane o straniere? O tiriamo dentro l' aria e poi la buttiamo fuori a caso?
          • Emoticon e video scrive:
            Re: Open != Free
            No ma adesso mi sono convertito.L'open source sta aiutando le aziende di informatica a crescere e i produttori di hardware che sfruttano i programmatori di sw open source hanno un grande rispetto e li pagano molto più di prima.Fonti? Links? non servono... è ovvio che è così
          • NomeCognome scrive:
            Re: Open != Free
            Cavolo, hai fregato anche me, trollatore del mese ... :-(Certo che se invece ragioni veramente così, non oso immaginare ...
          • Emoticon e video scrive:
            Re: Open != Free
            non osi immaginare la mia gentoo che gira sul mio zx spectrum?
          • Funz scrive:
            Re: Open != Free
            - Scritto da: Emoticon e video
            chi non ha la tua opinione è un troll. Beh per me
            sei un troll
            tuIl tuo intervento era talmente infarcito di falsità e in tono provocatorio da non potersi definire altrimenti che trollata.Il perchè quello che scrivi sia falso, parziale, semplicistico e inutilmente generalizzante, te l'hanno già spiegato altri.Rileggiti: open source vuol dire:1) mi prendo il tuo programma perchè è gratis e ne posso disporre come voglio.2) evito di assumere gente per farmi sviluppare un mio sistema/applicazione per il cellulare, il netbook, il nuovo apparecchio, ecc.Questo pensano le aziendone e sono le uniche che hanno tratto un reale vantaggio a lungo termine dall'open source
          • Emoticon e video scrive:
            Re: Open != Free
            ma parliamo di cose serie.... che fa sta tipa attaccata alla mela che hai come avatar?
      • cancellare qualsiasi contenuto scrive:
        Re: Open != Free
        - Scritto da: Shu
        - Scritto da: Utente

        Free software = puoi fare quello che vuoi col

        programma

        Non è vero. Non puoi renderlo closed.Se ti stai riferendo al FreeWare, non ha nulla a che fare con open source GPL eccetera. Il FreeWare può essere closed o open, è un tipo di "licenza" a se.http://it.wikipedia.org/wiki/Freeware
    • Germanico scrive:
      Re: Open != Free
      Non hai capito veramente una bega.
      • Utente scrive:
        Re: Open != Free
        Oppure ho un punto di vista diverso dal tuo. Ma vabbeh.
        • NomeCognome scrive:
          Re: Open != Free
          Non è tanto una questione di punti di vista, almeno che tu non voglia opinare che la mucca non è una mucca (o questa pipa non è una pipa, come ha detto qualcuno):http://en.wikipedia.org/wiki/Android_(operating_system)sotto la voce "Licensing".
          • Utente scrive:
            Re: Open != Free
            Beh, a questo punto giungiamo al significato di libertà in sé. Poi, sugli estremi, la licenza è parte del software. Se non sono libero di modificare a mio piacere la licenza, allora il software non è totalmente free... Per me la GPL è open con delle garanzie verso gli utenti... Free, nel vero senso del termine, poco.
          • Bruno scrive:
            Re: Open != Free
            smettila di arrampicarti sugli specchi, hai scritto una vagonata di castronerie: accetta l'errore e impara da chi ti corregge
          • Germanico scrive:
            Re: Open != Free
            Ripeto ancora una volta: non hai capito veramente una bega.
          • krane scrive:
            Re: Open != Free
            - Scritto da: Utente
            Beh, a questo punto giungiamo al significato di
            libertà in sé. Poi, sugli estremi, la licenza è
            parte del software. Se non sono libero di
            modificare a mio piacere la licenza, allora il
            software non è totalmente free... Per me la GPL è
            open con delle garanzie verso gli utenti... Free,
            nel vero senso del termine, poco.E' una licenza, il fatti stesso che sia legato a una licenza implica che non e' anarchico come intendi tu; che si chiami free GPL o Toni non cambia niente : devi rispettare la licenza.
          • NomeCognome scrive:
            Re: Open != Free
            - Scritto da: Utente
            Beh, a questo punto giungiamo al significato di
            libertà in sé.Più che al significato, oserei dire sulla definizione. Tipo la libertà di stampa, dipende da come la si definisce, in Italia per esempio di libero ha veramente poco! :-PPoi, sugli estremi, la licenza è
            parte del software. Se non sono libero di
            modificare a mio piacere la licenza, allora il
            software non è totalmente free...Secondo me qui incorri in un paradosso logico: la licenza è parte del software, ma non è software, tecnicamente è un' entità a parte, uno strumento legale [1] per la precisione. Te sei libero di modificare il software, appunto, ma non la licenza [2]. Altrimenti, seguimi, io prendo la licenza, la modifico per restringerla, magari farla diventare non-free, e poi magari faccio causa a tutti quelli che usano il "mio" software!Per me la GPL è
            open con delle garanzie verso gli utenti... Free,
            nel vero senso del termine,
            poco.In realtà la GPL è free [3], ma ovviamente secondo il tuo ragionamento torna quello che scrivi. Penso però che quello che scrivi fallisca per quanto detto sopra riguardo al tuo modo di ragionare. Ergo, la cosa non è (almeno così facilmente) opinabile.1. http://en.wikipedia.org/wiki/Software_license2. http://en.wikipedia.org/wiki/Free_software_license3. http://en.wikipedia.org/wiki/Gpl
    • WE WANT U scrive:
      Re: Open != Free
      a che serve un sorgente aperto se non puoi distribuirlo e condividere le conoscenze considerazioni e modifiche?????
      • krane scrive:
        Re: Open != Free
        - Scritto da: WE WANT U
        a che serve un sorgente aperto se non puoi
        distribuirlo e condividere le conoscenze
        considerazioni e modifiche?????Puoi fare tutto quello che permette di fare chi ha tirato fuori quel software, per questo ha legato una licenza a quel software.Altrimenti io potrei copiarmi autocad perche' il cd non e' protetto no ? Perche' pagarlo quando c'e' il comando copia cd ?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 29 settembre 2009 12.58-----------------------------------------------------------
        • WE WANT U scrive:
          Re: Open != Free
          ma infatti basta diritti d'autorebasta basta basta bastabasta con la proprietà privata il sistema crolla ogni 5 anni e gli stati lo mantengono inpiedi a suon di tasse e tangenti.!!!!aboliamo la proprietà privata! aboliamo il diritto d'autore i brevetti aboliamo tutto
          • krane scrive:
            Re: Open != Free
            - Scritto da: WE WANT U
            ma infatti basta diritti d'autore
            basta basta basta basta
            basta con la proprietà privata il sistema crolla
            ogni 5 anni e gli stati lo mantengono inpiedi a
            suon di tasse e tangenti.!!!!
            aboliamo la proprietà privata! aboliamo il
            diritto d'autore i brevetti aboliamo tuttoW l'anarkya !!!
          • WE WANT U scrive:
            Re: Open != Free
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: WE WANT U

            ma infatti basta diritti d'autore

            basta basta basta basta

            basta con la proprietà privata il sistema crolla

            ogni 5 anni e gli stati lo mantengono inpiedi a

            suon di tasse e tangenti.!!!!

            aboliamo la proprietà privata! aboliamo il

            diritto d'autore i brevetti aboliamo tutto

            W l'anarkya !!!meglio l'anarkya che un sistema corrotto dove siamo solo schiavi anzi peggio consumatori(oltre a essere farabutti e XXXXXXXX)
          • Emoticon e video scrive:
            Re: Open != Free
            insomma... meglio il medioevo
          • krane scrive:
            Re: Open != Free
            - Scritto da: WE WANT U
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: WE WANT U


            ma infatti basta diritti d'autore


            basta basta basta basta


            basta con la proprietà privata il sistema


            crolla ogni 5 anni e gli stati lo mantengono


            inpiedi a suon di tasse e tangenti.!!!!


            aboliamo la proprietà privata! aboliamo il


            diritto d'autore i brevetti aboliamo tutto

            W l'anarkya !!!
            meglio l'anarkya che un sistema corrotto dove
            siamo solo schiavi anzi peggio consumatori(oltre
            a essere farabutti e XXXXXXXX)Qualsiasi sistema utopico e teorico e' migliore di uno che si scontri con la realta'.
          • WE WANT U scrive:
            Re: Open != Free
            perche' pensi davvero di vivere un sistema con delle regole?
          • krane scrive:
            Re: Open != Free
            Ho detto questo ?P.S.Quotare aiuta
  • Samuele C. scrive:
    certo!mica la Google è la casa della ben
    mica è la casa della benficenza! se apre le porte allo sviluppatore e rilascia open suoi lavori mica significa che qualunque cosa faccia è per beneficenza. Ma stiamo scherzando? secondo me Google è fin troppo gentile
    • Utente scrive:
      Re: certo!mica la Google è la casa della ben
      Questione diversa, tutela il nome di Android: Se io prendessi Firefox, lo modificassi e lo distribuissi precompilato chiamandolo 'Firefox' la Mozilla Foundation cosa farebbe? Siamo ai limiti del ridicolo...
      • Francesco_Holy87 scrive:
        Re: certo!mica la Google è la casa della ben
        Si ma Firefox è sotto licenza GNU GPL, Android lo è anche infatti si può modificare, ma GMail, Maps e il resto delle applicazioni no... È come se tu installassi la versione Free di AVG nei computer della tua azienda.
      • Luca Cappellett i scrive:
        Re: certo!mica la Google è la casa della ben
        - Scritto da: Utente
        Questione diversa, tutela il nome di Android: Se
        io prendessi Firefox, lo modificassi e lo
        distribuissi precompilato chiamandolo 'Firefox'
        la Mozilla Foundation cosa farebbe?C'è già un precedente operativo, ovvero la versione Firefox su Debian.Lo stesso codice ricompilato su Debian si chiama in un altro modo e non Firefox (Iceweasel)http://en.wikipedia.org/wiki/Mozilla_Corporation_software_rebranded_by_the_Debian_projecthttp://www.geticeweasel.org/
        • DarkSchneider scrive:
          Re: certo!mica la Google è la casa della ben
          - Scritto da: Luca Cappellett i
          - Scritto da: Utente

          Questione diversa, tutela il nome di Android: Se

          io prendessi Firefox, lo modificassi e lo

          distribuissi precompilato chiamandolo 'Firefox'

          la Mozilla Foundation cosa farebbe?

          C'è già un precedente operativo, ovvero la
          versione Firefox su
          Debian.
          Lo stesso codice ricompilato su Debian si chiama
          in un altro modo e non Firefox
          (Iceweasel)

          http://en.wikipedia.org/wiki/Mozilla_Corporation_s


          http://www.geticeweasel.org/Per motivi di licenza, Nome e marchio di Firefox non sono sotto licenza libera, la filosofia ditro Debian impone di usare solo componenti free. Le alternative erano:- Usare Firefox con nome e marchio ufficiali rinunciando ad avere tutto free- Forkare Firefox cambiando nome, icona e già che c'erano allieneare i cicli di rilascio a quelli di Debian- Non usare firefox
  • angros scrive:
    Google Gaia, la storia si ripete
    Non so se avete mai sentito parlare del progetto Google Gaia (una riscrittura open-source di Google Earth): anche questo progetto era stato bloccato da Google con un "cease and desist", in modo analogo. La pagina non esiste più, ma su Archive si trova una copia, dove vengono spiegati i motivi del blocco:http://web.archive.org/web/20070123162839/http://gaia.serezhkin.com/index.htmlD'altra parte le API di Google Earth (o Google Maps, o GMail, o Youtube) non possono funzionare come software libero, se dipendono da contenuti che sono sul sito di Google (basterebbe che Google bloccasse l' acXXXXX, e tali applicazioni diventerebbero inutili). Inoltre, se google modifica il sistema di trasmissione dei dati, le applicazioni devono essere aggiornate, e questo creerebbe una serie di disguidi non indifferente se tali applicazioni fossero modificabili da tutti (e comunque servirebbe a poco, tanto si rimarrebbe comunque dipendenti da Google, software libero o no).Anche per il browser Chrome, alcune parti non sono libere (e sono le parti fatte per interagire nello specifico con Google); chi vuole il browser solo fatto con le parti libere può usare Chromium.Per i "servizi" di Google, l' unico modo per avere qualcosa del genere come software libero è avere anche il lato server libero: licenze AGPL, e dati di pubblico dominio (non posso usare le mappe e le foto di Google Earth, ma posso usare le mappe di OpenStreetMap e le foto di Nasa WorldWinds). Questo, comunque, richiederebbe di riscrivere le applicazioni in questione praticamente da zero.
    • Utente scrive:
      Re: Google Gaia, la storia si ripete
      Beh, e che dobbiamo pretendere cose free da un'azienda? Ma stiamo scherzando? E cosa guadagnerebbe Google a questo punto? C'è un limite a tutto... È un'azienda, non una ONLUS °-°
      • WE WANT U scrive:
        Re: Google Gaia, la storia si ripete
        google guadagna una montagna di soldi vendendo informazioni che ci vengono sottratte e' questo il vero bussiness !
      • Emoticon e video scrive:
        Re: Google Gaia, la storia si ripete
        parla sempre di termini economici o i figli di stallman ti rispondono che ci guadagnano nel codice. Per loro i soldi non esistono
        • angros scrive:
          Re: Google Gaia, la storia si ripete
          Se tanto il codice serve solo per accedere ad un servizio specifico, che è offerto solo da Google (come Google Maps), averlo free non serve poi a molto
    • ruppolo scrive:
      Re: Google Gaia, la storia si ripete
      - Scritto da: angros
      Per i "servizi" di Google, l' unico modo per
      avere qualcosa del genere come software libero è
      avere anche il lato server libero: licenze AGPL,
      e dati di pubblico dominio (non posso usare le
      mappe e le foto di Google Earth, ma posso usare
      le mappe di OpenStreetMap e le foto di Nasa
      WorldWinds). Questo, comunque, richiederebbe di
      riscrivere le applicazioni in questione
      praticamente da
      zero.Guarda caso una limitazione che lo sviluppatore iPhone non ha, visto che tra lo sviluppatore e Google si frappone una entità, chiamata Apple, che paga i diritti a Google. O, meglio, siamo noi utenti a pagarla, ma l'operazione è trasparente e, di fatto, possibile.
      • angros scrive:
        Re: Google Gaia, la storia si ripete

        O, meglio, siamo noi
        utenti a pagarla, ma l'operazione è trasparente
        e, di fatto,
        possibile.Così voi utenti la pagate due volte, perchè pagate sia la percentuale ad Apple che a Google
Chiudi i commenti