USA, visita di controllo per le App?

Dubbi legati a quelle mediche, FDA si preoccupa del loro influsso nella vita degli utenti. Si pensa a un'approvazione come quella per i farmaci

Roma – La US Food and Drug Administration ( FDA ), l’organo di controllo su medicinali e cibo a stelle e strisce, starebbe pensando di regolamentare le applicazioni che affermano avere un valore medico disponibili sugli smartphone.

Le applicazioni, spiega l’avvocato specializzato in questioni di sanità Bradley Merrill Thompson, dovrebbe essere considerate alla stregua degli altri strumenti medici e quindi soggetti all’approvazione della FDA.

Ad essere interessate, eventualmente, applicazioni come iStethoscope , che promette di trasformare l’iPhone in uno stetoscopio, o Instant Heart Rate che su Android dovrebbe misurare il battito del cuore. E altre sarebbero in via di sviluppo per risultati ben più invasivi, come le analisi del sangue o l’identificazione della cause della tosse dal rumore che fa.

Un’eventuale procedimento di verifica di queste applicazioni da parte dell’FDA potrebbe rallentare di molto il loro arrivo sul mercato e, di conseguenza, disincentivare il loro sviluppo. Anche perché se a questo si aggiunge l’ancora criptico processo di approvazione di AppStore, cui sono sottoposte le app per i dispositivi con la Mela, potrebbe creare un muro veramente alto da valicare.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • franz1789 scrive:
    concorrenti
    Beh mi pare che almeno HP, rispetto ai suoi concorrenti, stia cercando di accelerare la comparsa dei suoi frutti. Spero che questo spinga il mercato, da anni stagnante, a una qualche interessante rivoluzione..
  • incrdulo scrive:
    2013
    Non li vedremo mai, nel 2012 il mondo finirà.
  • Max scrive:
    la grande novità dei memristori
    è il fatto che possono tenere in memoria un numero virtalmente infinito di variazioni di stato, quindi superare la logica binaria... l'applicazione come memorie alternative alle nand è solo l'inizio, è l'ìapplicazione industriale più promettente nel breve termine. ma ne vedremo delle belle. probabilmente già nel prossimo decennio avremo una generazione completamente nuova di computer, analogici come il cervello degli esseri viventi
    • Alfonso Maruccia scrive:
      Re: la grande novità dei memristori
      Improbabile. Non c'è compatibilità con il set di istruzioni x86 quindi non ci posso far girare sopra i miei giochi DOS quindi non mi frega niente XD
      • Max scrive:
        Re: la grande novità dei memristori
        - Scritto da: Alfonso Maruccia
        Improbabile. Non c'è compatibilità con il set di
        istruzioni x86 quindi non ci posso far girare
        sopra i miei giochi DOS quindi non mi frega
        niente
        XDahahaha!!!!giusto
      • panda rossa scrive:
        Re: la grande novità dei memristori
        - Scritto da: Alfonso Maruccia
        Improbabile. Non c'è compatibilità con il set di
        istruzioni x86 quindi non ci posso far girare
        sopra i miei giochi DOS quindi non mi frega
        niente
        XDTranquillo Alfo'... faranno un porting di DosBox per questi computer qua coi memriscosi, e i nostri cari vecchi giochi dos potranno ancora girarci.
    • pabloski scrive:
      Re: la grande novità dei memristori
      i memristori hanno effettivamente questa interessantissima caratteristica....un sistema basato su porte logiche multistato è una manna per i ricercatori nel campo dell'IA....per ora l'unico altro progetto simile è quello finanziato dal DARPA ed è un proXXXXXre probabilistico.....ovviamente l'elettronica è abbastanza complessa, mentre con l'uso di memristori la complessità si ridurrebbe drasticamente...le vere applicazioni arriveranno, però, quando si comincerà a sfruttare i memristori per creare circuiti logici....sarà allora che la logica binaria subirà il tracollobeh, per noi addetti ai lavori significa solo ulteriori aggiornamenti e cambiamento totale di mentalità :D ....a me piace vivere in un settore dove non c'è mai tregua, a molti colleghi molto molto temo ;)
Chiudi i commenti