Usi WinNT? T'aumento la polizza

Una compagnia di assicurazioni americana, la prima ad aver introdotto polizze sulla sicurezza dei sistemi informatici, ha comunicato rincari per quei clienti che utilizzano Windows NT. La motivazione? Troppi bachi
Una compagnia di assicurazioni americana, la prima ad aver introdotto polizze sulla sicurezza dei sistemi informatici, ha comunicato rincari per quei clienti che utilizzano Windows NT. La motivazione? Troppi bachi


Okemos (USA) – La notizia era già trapelata qualche tempo fa come voce di corridoio, ma ora è assolutamente ufficiale: la società di assicurazioni J.S. Wurzler Underwriting Managers (JSWUM), una delle prime ad aver introdotto una polizza assicurativa contro possibili danni provocati da azioni di cracking e hacking, ha iniziato ad applicare prezzi più alti del 5-15% per i clienti che usano software basato su Windows NT.

La decisione è stata giustificata dal titolare della compagnia di assicurazioni, John Wurzler, con il fatto che “ci sono così tanti buchi di sicurezza nei prodotti Microsoft…”, precisando poi: “Noi sappiamo che la nostra base di clienti NT ha più downtime (tempi di inattività di un sistema, NdR)”.

Quando parla di “sistemi basati su NT” non è chiaro se Wurzler intenda includere o escludere Windows 2000 che, come è noto, è fondato su di una versione più avanzata dell’architettura NT.

Alcuni analisti sostengono che la decisione della JSWUM potrebbe, visto la sua autorevolezza nel campo, influenzare anche il resto del mercato delle assicurazioni contro le incursioni di hacker o cracker.

Wurzler sostiene di aver osservato un altro particolare interessante: gli amministratori di sistema che lavorano con software open source tendono ad impratichirsi maggiormente con i problemi che il loro lavoro comporta, inoltre conserverebbero il loro impiego per più tempo rispetto ai loro colleghi che utilizzano NT. Il fatto che i sistemisti NT cambino più spesso di azienda o ruolo, sempre secondo Wurzler, spiegherebbe perché, in genere, un sistema NT è meno aggiornato rispetto ad un sistema open source.

La Compagnia di Wurzler sostiene che la sua clientela è esattamente divisa a metà fra utilizzatori di sistemi Windows NT e utilizzatori di sistemi Unix/Linux. Per il futuro, visti i numerosi bug che hanno afflitto di recente Internet Information Server, Wurzler pensa di introdurre dei rincari anche per gli utilizzatori di quest’ultimo software.

Anche alle compagnie di assicurazione auto, in futuro, verrà in mente di discriminare fra veicoli equipaggiati con computer di bordo WinCE e veicoli equipaggiati con Linux embedded?

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

30 05 2001
Link copiato negli appunti