Utenze Alice Voce a rischio truffa 899?

Da ottobre gli utenti dell'offerta VoIP dell'incumbent avranno accesso automatico alle numerazioni con tariffa speciale. Ma i consumatori insorgono: no all'attivazione automatica

Roma – Il VoIP di Telecom Italia sta per conoscere gioie e dolori delle numerazioni speciali con servizi a sovrapprezzo. Tra poco più di un mese, infatti, questi servizi saranno accessibili anche dagli utenti di Alice Voce. Con un elevato rischio di incorrere in truffe, secondo ADUC .

Nelle bollette recapitate agli utenti dell’offerta Alice Voce, l’operatore ha inserito la seguente comunicazione: “le linee aggiuntive VoIP saranno abilitate, automaticamente e senza farne richiesta, alle chiamate verso i numeri speciali”. E l’associazione di difesa dei consumatori evidenzia che in questi numeri sono annoverati sia i “vecchi” 166, sia i numeri con prefisso 899, 892 e satellitari, inaccessibili fino al mese di settembre.

“Per disabilitarli – spiega ADUC – dovrà essere il cliente ad adoperarsi inviando una raccomandata AR, l’unica modalità che dà certezza”. L’estensione dell’accesso alle numerazioni speciali alle linee VoIP, secondo l’associazione, rappresenta un concreto rischio di cadere nella trappola di truffe telefoniche: “In pratica, a chi ha attivato Alice voce, che consente di avere fino a 5 linee telefoniche virtuali, saranno abilitate per ognuna di queste chiamate che possono costare anche 15 euro al minuto”.

“È l’ennesima farsa del gestore che domina il mercato e massacra gli utenti – osserva con tono critico l’associazione – Perché l’attivazione automatica? Perché non attendere che il cliente che ha bisogno di chiamare un numero speciale ne faccia richiesta? Giriamo il quesito all’ Agcom , sperando in un tempestivo intervento”.

Dario Bonacina

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • nome e cognome scrive:
    E non parliamo del videofonino!
    Non credete che stare al cellulare mentre si guida riduca gli incidenti? Aspettate di vedere i risultati che questi ricercatori otterranno dallo studio dell'uso dei videofonini!
  • Fracazzo Da' Velletri scrive:
    Non se ne può più
    Ma insomma basta, uno non può telefonare, non può farsi un cicchetto, magari adesso vorranno pure che guardiamo avanti la stada...
    • Andrea86 scrive:
      Re: Non se ne può più
      ba.. l'idea di guardare la strada non è male.. ma (donne a parte ihih) lo puoi fare anche telefonando... magari non in autostrada.. però.....
  • Luca Da Rin scrive:
    Cambio Automatico
    Questa ricerca può essere vera negli States dove il 90% delle auto ha il cambio automatico. Non dovendo più cambiare con la mano destra è certamente meno pericoloso reggere il cellulare per parlare, mentre si guida, oltretutto anche la frizione è automatica quindi non bisogna fare nulla nemmeno ai semafori o in salita.In europa è tutta un'altra storia visto che essendo invece il 90% delle auto a cambio manuale o sequenziale entrambe le mani sono costantemente impegnate e sacrificarne una per telefonare può distrarre in maniera pericolosa.
    • Spad scrive:
      Re: Cambio Automatico
      - Scritto da: Luca Da Rin
      Questa ricerca può essere vera negli States dove
      il 90% delle auto ha il cambio automatico. Non
      dovendo più cambiare con la mano destra è
      certamente meno pericoloso reggere il cellulare
      per parlare, mentre si guida, oltretutto anche la
      frizione è automatica quindi non bisogna fare
      nulla nemmeno ai semafori o in
      salita.

      In europa è tutta un'altra storia visto che
      essendo invece il 90% delle auto a cambio manuale
      o sequenziale entrambe le mani sono costantemente
      impegnate e sacrificarne una per telefonare può
      distrarre in maniera
      pericolosa.Hai ragione se da noi ci vossero tutte macchine con cambio automatico (la mia c'è l' ha automatico robotizzato) non servirebbe più l' auricolare, comunque il problema degli incidenti è solo dovuto ad un aumento di autovetture e basta il resto sono solo chiacchere.
  • arthas83 scrive:
    x mai stato sulle tangenziali milanesi
    mai pensato che magari questi tizi che fanno zig-zag lo farebbero anche senza cellulare all'orecchio??? E' assurdo che cittadini diano ragione all'assurda legge fatta solo x fare cassa che proibisce l'uso del cell senza auricolare. Dovrebbero proibire anche le sigarette alla guida allora! oppure le autoradio! senza considerare qndo ci si distrae per guardare i segnali stradali! (sì! avete capito bene! soprattutto dove vengono messi senza criterio!).Resto allibito e mi indigno per tutti questi buonisti! Se nn riesci a guidare col cell nn vuol dire che nn ci riescano gli altri! Io ho fatto passare pedoni sulle strisce parlando al cell in passato! dove il semaforo nn c'è! E cmq è il buon senso ke deve prevalere... io di certo non parlo al cell se devo affrontare tornanti di montagna, ma in autostrada (quelle dritte e deserte delle mie zone) o in coda in città cavolo! sai qnte manovre devi fare lì! hai bisogno di 4 mani!Dai, osanniamo pure gli autovelox sotto forma di agguato o le videocamere ai semafori!Ovviamente la rabbia ai buonisti la estendo a tutti gli altri commenti analoghi.Non voglio offendere nessuno in ogni caso.Saluti.
    • edomello scrive:
      Re: x mai stato sulle tangenziali milanesi
      "...Dovrebbero proibire anche le sigarette alla guida allora! oppure le autoradio! senza considerare qndo ci si distrae per guardare i segnali stradali! (sì! avete capito bene! soprattutto dove vengono messi senza criterio!)."Non parlare troppo forte, potrebbe sentirti un parlamentare! :D.I cartelli messi "un po'" qua e là sono un'abile (e quantomai invisibile) mossa per far guadagnare i produttori di cartelli (magari parente di colui che decide quanti e dove metterli..)
      • Andrea86 scrive:
        Re: x mai stato sulle tangenziali milanesi
        soprattutto quei cazzzzzzzarola di messaggi variabili in autostrada.. spegneteli e accendeteli solo quando servono! mica scrvere frasi stupide!!!si risparmierebbe anche corrente
  • Pippo Anonimo scrive:
    Mai stati sulle tangenziali milanesi
    Dove i pirla con il cellulare che ti tagliano la strada partendo dalla corsia centrale, sia verso destra che verso sinistra, si sprecano...A volte telefono anche io ma mi metto in prima corsia dietro un camion buono buono e non do fastidio a nessuno.Uh, quanto odio la razza umana, a volte.
  • doctord scrive:
    Diamo i numeri?
    "Quando i due ricercatori di Berkeley hanno analizzato il numero di incidenti verificatisi tra il 1987 e il 2005 in tutti gli Stati Uniti, hanno constatato che, nonostante l'esponenziale crescita del mercato della telefonia mobile, nello stesso periodo la frequenza degli incidenti stradali è rimasta costante, quando non addirittura calata"Questi due illustrissimi ricercatori (finanziati da chi?) non hanno considerato il fatto che rispetto al 1987 le automobili sono notevolmente più sicure. Che ne dite dell' ABS? Con gli anni assistiamo a miglioramenti continui a livello di chassis, di gomme, di sospensioni, controlli elettronici e via dicendo che compensano gli errori alla guida, cellulare in chiamata compreso. Anzi, mi meraviglio del fatto che il numero degli incidenti non sia notevolmente calato, segno che il cellulare potrebbe invece essere una concausa degli incidenti.
  • Lorenzo scrive:
    Ma secondo voi.....
    Una ricerca del genere l'hanno pure pagata ?Uno dei motivi addotti è il mancato aumento degli incidenti, ma lo stesso dato potrebbe essere citato per rendere inefficace altre misure volte a ridurre il numero di incidenti, quindi per me è da ignorarla.Lo spostarsi su corsi più lente o il rallentare può andar bene a patto di non intralciare la circolazione degli altri mezzi ma non se ne parla.Quante volte avete trovato uno fermo in corsia di emergenza al cellulare ? e una carreggiata ristretta per lo stesso motivo ? Per non parlare ti micro-tamponamenti o curve impostate male sempre per il solito motivo.Ma ce le dobbiamo bere tutte ?
  • Giada scrive:
    gabbie aperte, animali impazziti
    I maschietti, troppo sicuri di se, tendono a fare gli "sportivi" al volante, facendo acrobazie, sorpassando a destra in prossimità di semafori, parlando tranquillamente al cellulare gesticolando e andando veloce, cambiando i cd allo stereo, prendendo cose dai cassetti, causando spesso incidenti agli altri che cercano di evitare in estremis questi idioti che poi spesso scappano via. E scappano anche se sono coinvolti direttamente nell'incidente, specialmente se hanno urtato la macchina con una donna al volante prendendosela con lei.Se molti prendono la patente coi punti della nutella, non significa che sanno guidare! Ormai la gente è troppo abituata a cercar di far la furba, che non si rende conto degli sbagli che fa e del pericolo che fa correre agli altri. Purtroppo la giustizia vera non esiste.
    • ciko scrive:
      Re: gabbie aperte, animali impazziti
      [OT]
      E scappano anche se sono
      coinvolti direttamente nell'incidente,
      specialmente se hanno urtato la macchina con una
      donna al volante prendendosela con
      lei.di' la verita'... e' successa a te questa cosa... :)
      • Giada scrive:
        Re: gabbie aperte, animali impazziti
        Quando è successo a me, sono riuscita a prendere la targa e denunciarlo, ma quando è successo ad una signora che era ferma al semaforo e l'hanno tamponata non ho fatto in tempo a prendere la targa ed è scappato, la signora è rimasta scioccata. Chi lo ferma quello che è scappato? Cos'altro è in grado di fare? Fin dove si spingerà? Ti rendi conto che chi guida difficilmente lo si può controllare e gestire? E non stiamo ancora parlando di ubriachi, chi gesticola e parla al cellulare non è ubriaco di solito, chi cerca cose nella cassettiera mentre viaggia in città è l'uomo comune. Hai notato quanto sia difficile in città attraversare la strada senza semaforo? E questo è comunque una cosa tutta italiana.
    • ken scrive:
      Re: gabbie aperte, animali impazziti
      - Scritto da: Giada
      I maschietti, troppo sicuri di seAlcune donnine si rifanno il trucco nello specchietto mentre guidano, mai viste? E qualche settimana fa ne ho evitata per un pelo una che blaterava al cellulare e zigzagava allegramente tra le corsie dell'autostrada.D'accordissimo con te per tutto il resto, invece.
  • uff scrive:
    Fonti della ricerca
    Notare la fonte: American Enterprise Institute-Brookings Joint Center for Regulatory Studies (tra i cui fondatori vi sono professori di Berkeley e quasi completamente finanziata da Exxon-Mobil la quale in cambio riceve ricerche che dimostrano che bruciare carburanti fossili non fa danni) e collegatata alla Harvard Center for Risk Analysis a sua volta mantenuta dalla AT&T. Sara' anche tutto vero quello che dicono ma siccome si dice che bisogna legare il somaro dove il padrone vuole nutro pesanti dubbi.Adesso poi faccio anch'io una ricerca seguendo lo stesso metodo: la frequenza degli incidenti stradali e' pressapoco costante ma e' aumentato il consumo di alcool -
    guidare tazzati non aumenta il rischio di incidenti, voila'.
  • davorl scrive:
    correlazione
    Se ho capito bene lo studio dice "sono aumentati i telefonini mentre gli incidenti no, quindi non c'è correlazione".Mi sembra un tantino superficiale come conclusione.Assomiglia a quella ironica del culto del Mostro Volante di Spaghetti: "negli ultimi anni i pirati sono diminuiti e la temperatura globale è aumentata, QUINDI la causa per ridurre il riscaldamento globale dovremmo aumentare i pirati!":)
  • Joshi scrive:
    ma non prendiamoci per il c***
    Ora, mettendo in relazione due dati che non ci azzeccano niente, che risultato si spera di ottenere?Se cresce la vendita di cellulari non significa che cresce proporzionalmente il numero di cretini che lo usano durante la guida ( senza auricolare, preciso, senza auricolare ).Cos'è , una delle nuove ricerche "sommiamo due
  • Blasius scrive:
    Anche con l'auricolare...
    ...mi sono accorto che la mia attenzione si riduce e che tendo a rallentare e a reagire più lentamente. Ci sono state situazioni in cui, se avessi avuto in corso una conversazione forse non avrei potuto evitare un incidente.Però, anche questa storia del cellulare (come quella dell'alta velocità o dell'alcool) risponde alla ricerca di una "causa oggettiva" degli incidenti stradali,che invece sono determinati dalle persone che non rispettano le regole del codice e guidano in modo imprudente.I controlli di fatto non esistono! E' più semplice piazzare un autovelox e "cuccare" tutti quelli che superano anche di 10 km/h il limite (talora risibile) invece che studiare sistemi per verificare e contestare altre e più gravi violazioni (in città: mancato rispetto di precedenze e stop, passaggio agli incroci con rosso pieno, mancato rispetto delle strisce pedonali etc. etc.; fuori città: sorpasso in curva, sorpassi di serie di veicoli in coda, uso anomalo di fari e luci etc.).
  • PincoPallin o scrive:
    Forse c'entra poco però è un esperimento
    Magari c'entra poco con l'argomento citato nell'articolo, però c'entra se si parla di sicurezza stradale. In Olanda hanno fatto un esperimento: togliere ogni segnale stradale che tuteli la sicurezza di guida. Il risultato è che l'autista è più concentrato alla guida, più responsabile e più attento a sè e agli altri.Tende a non prendersi libertà tutelato dal fatto che tanto la sicurezza gliela fornisce che ha installato l'indicazione stradale.Forse nessuno sarebbe più portato ad usare il cellulare alla guida dovendo porre molta attenzione alla strada. Potrebbe essere interessante da approfondire...http://download.repubblica.it/pdf/domenica/2006/16072006.pdf
    • davorl scrive:
      Re: Forse c'entra poco però è un esperimento
      - Scritto da: PincoPallin o
      In Olanda hanno fatto un esperimento: togliere
      ogni segnale stradale che tuteli la sicurezza di
      guida.
      Il risultato è che l'autista è più concentrato
      alla guida, più responsabile e più attento a sè e
      agli altri.Questo perché in Olanda osservano i cartelli :)Ripetendo lo stesso esperimento in Italia sono certo che la frequenza degli incidenti rimarrebbe totalmente inalterata con o senza cartelli.
    • codroipo scrive:
      Re: Forse c'entra poco però è un esperimento
      - Scritto da: PincoPallin o
      Magari c'entra poco con l'argomento citato
      nell'articolo, però c'entra se si parla di
      sicurezza stradale.

      In Olanda hanno fatto un esperimento: togliere
      ogni segnale stradale che tuteli la sicurezza di
      guida.

      Il risultato è che l'autista è più concentrato
      alla guida, più responsabile e più attento a sè e
      agli
      altri.
      Tende a non prendersi libertà tutelato dal fatto
      che tanto la sicurezza gliela fornisce che ha
      installato l'indicazione
      stradale.

      Forse nessuno sarebbe più portato ad usare il
      cellulare alla guida dovendo porre molta
      attenzione alla strada. Potrebbe essere
      interessante da
      approfondire...

      http://download.repubblica.it/pdf/domenica/2006/16In tutta italia diverrebbe uguale a quelle città dove i cartelli già non vengono rispettati, ad esempio: la precedenza va a chi ha la macchina più vecchia e scassata.
      • yogurt scrive:
        Re: Forse c'entra poco però è un esperimento
        - Scritto da: codroipo
        - Scritto da: PincoPallin o

        Magari c'entra poco con l'argomento citato

        nell'articolo, però c'entra se si parla di

        sicurezza stradale.



        In Olanda hanno fatto un esperimento: togliere

        ogni segnale stradale che tuteli la sicurezza di

        guida.



        Il risultato è che l'autista è più concentrato

        alla guida, più responsabile e più attento a sè
        e

        agli

        altri.

        Tende a non prendersi libertà tutelato dal fatto

        che tanto la sicurezza gliela fornisce che ha

        installato l'indicazione

        stradale.



        Forse nessuno sarebbe più portato ad usare il

        cellulare alla guida dovendo porre molta

        attenzione alla strada. Potrebbe essere

        interessante da

        approfondire...




        http://download.repubblica.it/pdf/domenica/2006/16


        In tutta italia diverrebbe uguale a quelle città
        dove i cartelli già non vengono rispettati, ad
        esempio: la precedenza va a chi ha la macchina
        più vecchia e
        scassata.Piantatela di parlare dell'Italia come se sia tutta dove vivete voi.Nella mia città la gente rispetta i cartelli stradali, le strisce e tutto il resto.Poi lo so che ci sono altri posti dove se ti fermi col rosso ti suonano il clacson, ma non tutta l'Italia è così.
        • codroipo scrive:
          Re: Forse c'entra poco però è un esperimento
          - Scritto da: yogurt
          - Scritto da: codroipo

          - Scritto da: PincoPallin o


          Magari c'entra poco con l'argomento citato


          nell'articolo, però c'entra se si parla di


          sicurezza stradale.





          In Olanda hanno fatto un esperimento: togliere


          ogni segnale stradale che tuteli la sicurezza
          di


          guida.





          Il risultato è che l'autista è più concentrato


          alla guida, più responsabile e più attento a


          e


          agli


          altri.


          Tende a non prendersi libertà tutelato dal
          fatto


          che tanto la sicurezza gliela fornisce che ha


          installato l'indicazione


          stradale.





          Forse nessuno sarebbe più portato ad usare il


          cellulare alla guida dovendo porre molta


          attenzione alla strada. Potrebbe essere


          interessante da


          approfondire...








          http://download.repubblica.it/pdf/domenica/2006/16





          In tutta italia diverrebbe uguale a quelle città

          dove i cartelli già non vengono rispettati, ad

          esempio: la precedenza va a chi ha la macchina

          più vecchia e

          scassata.

          Piantatela di parlare dell'Italia come se sia
          tutta dove vivete
          voi.
          Nella mia città la gente rispetta i cartelli
          stradali, le strisce e tutto il
          resto.
          Poi lo so che ci sono altri posti dove se ti
          fermi col rosso ti suonano il clacson, ma non
          tutta l'Italia è
          così.E io che ho detto?Leggi meglio. Dove vivo io è vivibile. Ma ho visto certe città da tirarsi i capelli.
  • Asterisco scrive:
    E i pedoni che essemmessaggiano?
    Non è paragonabile all'attenzione da prestare a chi "guida" l'auto parlando con il "cellulare", ma schivare il pedone che "passeggia" parlando con il "cellulare", magari attraversando anche con l'"ALT" non è certo meno pericoloso.
    • mustafacchi o scrive:
      Re: E i pedoni che essemmessaggiano?
      bè, potenzialmente un pedone fa meno danni di una tonnellata di metallo plastica e materiali infiammabili ad alta velocità... certo, a meno che il pedone non sia LA COSA dei fantastici 4.
  • Giorgio scrive:
    Cellulare o no.
    Se uno è idiota, ed è incapace di guidare o fà l'arrogante, con o senza telefono non cambia molto. Punto. Personalmente, quando mi becco uno che inchioda per curvare all'ultimo, che si mette nella corsia sbagliata e poi ti taglia la strada, o che ti sorpassa sulla destra in autostrada, non è tutti stanno al telefono...sono imbecilli e basta. Poi oh, sarà pure uun luogo comune, ma i peggiori sono (per quello che vedo io):- donne (perennemente indecise su cosa fare e dove andare)- anziani (uomini e donne)- fighetti con il bmw o il mercedes (et similia)Ovviamente, mi è capitato spesso di beccare quello che rimane fermo con il verde, che sbanda in mezzo alla strada o non rispetta le precedenze, perchè intento a telefonare.
    • doctord scrive:
      Re: Cellulare o no.
      Concordo con tutto tranne che col sorpasso a destra in autostrada. Spesso è colpa del sorpassato, la gente deve imparare a tenere la destra!
      • Giorgio scrive:
        Re: Cellulare o no.
        - Scritto da: doctord
        Concordo con tutto tranne che col sorpasso a
        destra in autostrada. Spesso è colpa del
        sorpassato, la gente deve imparare a tenere la
        destra!Si, hai ragione. Nello specifico mi riferivo a casi particolari di pazzi che partono dalla corsia di sorpasso, tagliando 3 corsie e rifanno lo stesso per tornare sulla corsia di sorpasso...o comunque, mi riferisco a casi abbastanza limite. Premesso che, come detto, sono d'accordo con te, queste manovre sono pericolose e spesso innescate da motivi stupidi...ad esempio, se quello davanti a te stà marciando ad una velocità ragionevole e fisicamente non può spostarsi in quel momento, perchè magari ha la corsia a dx occupata...fare simili follie o abbronzarlo con gli abbaglianti, non ha senso...si aspetta un attimo insomma. Senza contare quelli che partono dalla corsia di accelerazione, si lanciano come folli sulla prima corsia per poi tagliare pericolosamente da destra a sinistra per raggiungere la corsia di sorpasso...o quelli che fanno la cosa opposta, ovvero partire dalla corsia di sorpasso e tagliarti la strada perchè devono uscire ad uno svincolo...cacchio, freni, rallenti e giri...invece che aumentare la velocità per poi tagliare all'ultimo. Vabbè, scusa il post chilometrico...era tanto per dare degli esempi di cosa intendevo.
        • doctord scrive:
          Re: Cellulare o no.

          abbronzarlo con gli abbaglianti, non ha
          senso...si aspetta un attimo insomma. Mammamia che mi hai fatto venire in mente... Iniziano 50 km prima ad abbagliarti senza tenere conto che stai sorpassando anche tu. Io poi con 140 cv vado pure a vel moderata. Solo in Italia si vedono simili idiozie, perchè di idioti si tratta, nulla più. Un consiglio: fateli passare sempre questi esseri inferiori perchè ho sentito di gente che è stata malmenata al casello per non averli fatti passare.
  • Msdead scrive:
    Come la penso io...
    Prima fra tutti è la patente a punti, è servita forse all'inizio ma al tg non sento che incidenti mortali, disastrosi, incidenti dovuti o a perdite di stabilità del mezzo, dell'irresponsabilità di qualcuno o perchè ci sono troppi limiti e la gente se ne frega, così per evitare di innervosirsi, ogni tanto, dove può e dove sa di non fare danni, si sfoga.Ci prendono per delinquenti, irresponsabili ma ogni estate è sempre la stessa storia, come lo è il sabato sera.Non è l'alcool il fattore determinate, non è l'andare ai 50,40, 110 che si risolvono le cose...Il problema alla base è che nessuno riesce ad andare ai 50, nessuno riesce ad andare ai 60 in tangenziale anche se ci sono i lavori o i 110...in base alla situazione è l'autista che deve valutare la situazione e adeguare la sua guida in modo da non costituire pericolo, però tutti devono anche capire che bere non solo rende più sicura la guida ma si guadagna in salute e poi la vita.In discoteca ci si può divertire anche senza strafogarsi di acolici, senza drogarsi e senza fare pazzie.Nella discoteca in cui sono andato nessuno esagerava e c'era un'alto senso di responsabilità da parte di tutti.Bere ok ma con moderazione perchè non salvi solo la tua vita ma anche dei tuoi amici e di quelli che stanno intorno a te.Riguardo alle limitazioni stradali invece devo dire che ne stanno mettendo sempre di più ma gli incidenti anziché diminuire stanno aumentando...tutto perchè la gente non è scema ma in base alla situazione adegua la propria guida.Autovelox, controllo semaforico, patente a punti ecc...secondo me le stesse limitazioni a volte sono causa di incidenti.Molti al semaforo inchiodano appena scatta il rosso perchè c'è il controllo e questo ha già causato diversi incidenti, l'autovelox uguale, appena si è ne pressi dell'autovelox la gente inchioda o rallenta e quando lo ha passato riprende la sua corsa.Prevenire le situazioni pericolose va bene ma il fatto è che, come fanno in qualunque settore (automobilistico, informatico ecc), per fare ciò applicano criteri che non fanno altro che favorirle.Proteggere e creare sicurezza non significa limitare l'utente sempre di più, perchè limitare, come poi si vede, causa più danno e, come effetto collaterale,la gente si ribella e in base alla situazione modifica il suo comportamento, questo è uguale per tutti i settori e i responsabili non sono più gli utenti (autisti, informatici e altri) ma chi continua ad applicare restrizioni credendo di creare sicurezza per il proprio paese o per proteggere i suoi interessi, quando invece crea più situazioni di pericolo e danno a se stesso, dovuti al fatto che la gente si sente trattata come stupida, che non capisce niente e s'innervosisce e poi fa quello che vuole perchè non ne può più e da qui nascono gli irresponsabili e i pirati.Come per il discorso del tizio del Microsoft Watch, che dice che vengono colpiti di più gli utenti che usano i prodotti leciti che non quelli che usano i prodotti pirata, uguale per gli autisti della strada.Per colpire la gente che usa prodotti pirata si va a colpire di più gli utenti onesti che non quella piccola parte che usa i prodotti pirata, stessa cosa per gli autisti: si colpiscono di più quelli responsabili che quelli irresponsabili, che poi come si sente e si vede al tg, gli incidenti ci sono stati ugualmente e direi anche di più di quando non c'era la patente a punti, autovelox e controlli vari.
  • codroipo scrive:
    Cambio automatico
    Come faceva osservare un utente, col cambio automatico, diffusissimo in america, utilizzare un cell anche in mano è molto meno pericoloso.per il resto trovo che questo pericolo sia sopravvalutato, anche io mi sono trovato a dover schivare persone che, guidando col cellulare, rallentavano irregolarmente e imprevedibilmente e alcuni addirittura non mantenevano la traiettoria prevista dalla corsia.Ma altresì quando ho avuto necessità di chiamare col cell mentre guidavo non ho avuto alcun problema: il numero era memorizzato in "chiamate recenti" e quindi non ho mai avuto bisogno di guardare lo schermo, il telefono è stato subito messo nella mano sinistra, e la priorità di concentrazione era concentrata sulla strada, preferendo sempre farmi ripetere 3 volte le cose piuttosto che perdere d'occhio la situazione.La velocità e la distanza di sicurezza ovviamente erano regolate di conseguenza, ma non andavo a lumaca come fan molti.L'unica cosa che mi ha messo in (relativo) pericolo è stato uno che mi ha voluto sorpassare a tutti i costi nonostante non stessi andando a lumaca e in un punto dove era meglio evitare.... non so se era perché avesse il pepe al culo o perché mi ha visto al tel e ha pensato "questo fa un incidente, meglio levarcelo dalle palle", fatto sta che mi ha messo molto più in pericolo quel sorpasso azzardato che tutta la mia (breve) conversazione!
  • Cell scrive:
    Non è che ...
    l'articolo intendesse "chi guida l'auto col cellulare" come "guidare l'auto per mezzo del cellulare (comandi vocali?)"?Se fosse così, il discorso potrebbe anche stare in piedi ...
  • Ermene Trismegild o scrive:
    visto coi miei occhi
    ho visto uno cambiare marcia E telefonare :)del resto io stesso mi sono reso conto che stavo gesticolando con entrambe le mani mentre guidavo ... per pochi secondi, però è successo...PSquesti captcha mi vengono sempre chiesti due volte.che palle!!
  • PincoPallin o scrive:
    Vero e falso
    Dall'esperienza sul campo si osserva che è vero che chi è al cellulare tendenzialmente rallenta, aumenta le distanze di sicurezza, cerca di tenersi sul lato meno trafficato se non addirittura si ferma lungo il ciglio della strada. Dal punto di vista del codice stradale si comporta insomma in maniera molto più corretta e legale di chi guida senza cellulare. Di contro però si osserva una minore attenzione a ciò che sta intorno (è tipico il zigzagare di chi sta mandando un sms o effettuando una chiamata) e soprattutto la riduzione di riflessi che fa sì che in caso di emergenza la reazione del pilota sia quasi nulla. Le due cose potrebbero annullarsi (maggiori precauzioni, minore attenzione).Resta il fatto che ritengo scorretti nei confronti degli altri (e di se stessi) sia il non prendere precauzioni alla guida (con o senza cellulare) sia il ridurre volutamente la propria attenzione (senza o con cellulare). Di conseguenza chi divulga idee come quelle che provengono da questa ricerca a mio avviso compie un'istigazione a delinquere.
    • nononloso scrive:
      Re: Vero e falso
      - Scritto da: PincoPallin o
      Dall'esperienza sul campo si osserva che è vero
      che chi è al cellulare tendenzialmente rallenta,
      aumenta le distanze di sicurezza, cerca di
      tenersi sul lato meno trafficato se non
      addirittura si ferma lungo il ciglio della
      strada.Se fosse così, sarebbe una manna. Invece quello che manca è proprio il tenersi sul lato, sopratutto in autostrada. Sulla prime due concordo.
    • ba1782 scrive:
      Re: Vero e falso
      - Scritto da: PincoPallin o
      Dall'esperienza sul campo si osserva che è vero
      che chi è al cellulare tendenzialmente rallenta,
      aumenta le distanze di sicurezza, cerca di
      tenersi sul lato meno trafficato se non
      addirittura si ferma lungo il ciglio della
      strada.Guidare in questo modo, imho, è pericoloso... In città dove il limite di velocità e velocità media coincidono(50-60km/h), se trovi qualcuno che va a 30 e che si butta da un lato della strada(magari senza fermarsi) costituisce comunque un pericolo: non per niente ma perchè non capisci cosa abbia intenzione di fare... E diciamocelo; quelli che si fermano durante una telefonata sono 2: io(non avendo auricolari e vivavoce, sono obbligato, ma negli ultimi 3 mesi mi è capitato 1 sola volta) e (forse, non so se hai abitudine di parlare al cell in macchina) te :D
    • Pino Maiuli scrive:
      Re: Vero e falso
      Io sono scampato da poco ad un incidente causato da una donna che, come dici tu, si è spostata dalla corsia centrale alla corsia di dx non appena ha portato il telefono all'orecchio dx (era davanti a me). Peccato che però ha rallentato troppo ed un camion che procedeva normalmente sulla corsia dx l'ha taponata violentemente sullo spigolo dx del paraurti buttandola letteralmente davanti a me e poi in corsia di emergenza dove ha fatto un disastro. Da quel giorno ho iniziato "studiare" il comportamento di chi guida con il cell. Confermo tutto. rallentano, troppo a mio parere, spesso rimangono in corsia centrale e se stanno messaggiando spesso sbandano incredibilmente. Tutto ciò non si verifica mai con l'auricolare. Chissà perchè...
  • anonimo scrive:
    ah sì ?
    dove il cambio automatico non é un must la gente magari non ha bisogno della destra per cambiare (e nessuno dopo aver recuperato il cellulare dal cruscotto con la destra se lo passa alla sinistra, neanche i mancini, forse quelli con la guida a destra) ma per mettere le frecce e girare bene il volante sì, poi chi lo prende e fa il numero di solito non guarda molto bene la strada
  • Nico. scrive:
    Venite...
    ...in italia a farvi un giro la mattina, o la sera...dopo il 345 idiota che schivate perchè parla al telefono, ne riparliamo.
    • efdsyhhgxja z scrive:
      Re: Venite...
      Se si studia la casistica ci sarà sempre 1 coglione che potrà confutare i risultati. I signori di cui sopra sono L'ingner cane di maidiregol, il medico di thank you for smocking , e quello di cui ignoro il nome che dice che non è l'inquinamento ad aver modificato il clima terrestre.
Chiudi i commenti