Veoh, la responsabilità non è piramidale

Universal, impossibilitata ad ottenere il controllo preventivo sulle clip, ha denunciato gli investitori per corresponsabilità nella violazione. Ma il giudice ha respinto la denuncia: la board ha altro da fare

Se Veoh non è responsabile nei confronti dei contenuti postati dai propri utenti, coloro che in Veoh infondono denari altrettanto non si possono considerare a loro volta responsabili: a stabilirlo, il giudice che si sta occupando di dirimere il contenzioso tra il portale di sharing e Universal Music Group.

UMG si era scagliata contro la piattaforma di sharing nel 2007: accusava Veoh di corresponsabilità nella violazione del diritto d’autore, di non vigilare sui contenuti postati dagli utenti e di non rimuovere il materiale caricato dagli utenti senza l’autorizzazione del detentore dei diritti. Veoh, così come nel caso dello scontro con un editore di contenuti pornografici, si era appellata alle eccezioni previste dal DMCA, secondo cui gli intermediari non sono responsabili per le azioni dei propri utenti finché non siano a conoscenza delle violazioni.

I safe harbor del DMCA non sono tagliati su misura delle piattaforme che offrano servizi diversi dallo storage, ma il giudice aveva riconosciuto che il ruolo degli intermediari si è evoluto , senza per questo rendere necessarie responsabilità editoriali sui contenuti caricati dagli utenti. In caso contrario, argomentava il magistrato, coloro che mettono a disposizione dei netizen sarebbero scoraggiati nell’assolvere alla loro missione di mettere in circolazione e fornire accesso all’informazione e all’intrattenimento.

Ma Universal è tornata all’attacco: se gli amministratori di Veoh non si possono considerare responsabili delle violazioni, allora devono esserlo gli investitori , coloro che determinano le politiche di comportamento di Veoh. UMG accusa la board degli investitori come se dovesse individuare un colpevole, dando nel contempo per scontato che Veoh operi in violazione della legge.

Sono argomentazioni che il giudice ha respinto . Possibile che gli investitori, affaccendati a stringere le redini della piattaforma, siano consapevoli dei singoli episodi di violazione? Possibile che incoraggino i netizen alla violazione? Possibile dimostrare che i finanziatori traggano un diretto vantaggio dalle violazioni commesse dagli utenti? “Semplicemente esercitando i diritti che derivano dalla loro proprietà con la sola selezione dei membri della board non si può configurare un reato di responsabilità derivata per la violazione – ha spiegato il giudice – né esiste il dovere per gli investitori (nemmeno per coloro che presiedono al team dirigenziale) di rimuovere i contenuti protetti dal copyright alla luce del DMCA”.

UMG ha incassato la seconda sconfitta nei confronti di Veoh, ma non sembra rassegnarsi all’indomabilità della rete. La collaborazione con YouTube macina successi a mezzo disattivazioni degli embed delle clip postate dagli utenti e l’etichetta non è disposta a lasciare che tutto scorra sulle piattaforme di sharing: in occasione di un leak dal retrogusto commerciale, sul sito di Universal è comparso un link ad un video postato su YouTube da un utente. YouTube, sotto segnalazione, ne ha rimosso l’audio.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Aname scrive:
    vincerà il più economico
    La lotta non sarà vinta da chi riusicrà ad andare più veoce, ma da chi riuscirà a fare i prezzi più economici
  • Enjoy with Us scrive:
    Finchè non tocco non ci credo!
    Gli annunci di memorie dalle prestazioni mirabolanti si sprecano, sarebbe ora di passare ai fatti. sarò il primo a comprare le nuove memorie se sono così veloci ed economiche come dicono!Per PI facciamo in modo che la prossima notizia a tale riguardo sia corredata da prezzi di vendita e data di lancio!
    • attonito scrive:
      Re: Finchè non tocco non ci credo!
      - Scritto da: Enjoy with Us
      Gli annunci di memorie dalle prestazioni
      mirabolanti si sprecano, sarebbe ora di passare
      ai fatti. sarò il primo a comprare le nuove
      memorie se sono così veloci ed economiche come
      dicono!e' come per i farmaci: il ricercatore dice "abbiamo concluso il primo test di laboratorio ed i dati sperimentali sono incoraggianti"Al che, il giornalista traduce "Entro un anno, la medicina X guarira' la malattia Y"Sono giornalisti, che ci vuoi fare....
      Per PI facciamo in modo che la prossima notizia a
      tale riguardo sia corredata da prezzi di vendita
      e data di lancio!BWWAHWAHWAHWAHWAHHWA ma lo sai che sei spiritoso?:D
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: Finchè non tocco non ci credo!
        - Scritto da: attonito
        - Scritto da: Enjoy with Us

        Gli annunci di memorie dalle prestazioni

        mirabolanti si sprecano, sarebbe ora di passare

        ai fatti. sarò il primo a comprare le nuove

        memorie se sono così veloci ed economiche come

        dicono!
        e' come per i farmaci: il ricercatore dice
        "abbiamo concluso il primo test di laboratorio ed
        i dati sperimentali sono
        incoraggianti"

        Al che, il giornalista traduce "Entro un anno, la
        medicina X guarira' la malattia
        Y"

        Sono giornalisti, che ci vuoi fare....

        Per PI facciamo in modo che la prossima notizia
        a

        tale riguardo sia corredata da prezzi di vendita

        e data di lancio!

        BWWAHWAHWAHWAHWAHHWA ma lo sai che sei spiritoso?
        :DMa che la ricerca vada avanti mi sembra ovvio, quello che non mi trova d'accordo è sbandierare prestazioni o cure miracolose ben prima che il prodotto sia effettivamente disponibile!Nel caso delle simil Flash Ram sono almeno un paio di anni che a cadenza mensile viene fatto l'annuncio di una nuova memoria rivoluzionaria...Direi che dopo tanti annunci sarebbe ora di finirla di dare spazio a tali spot, altrimenti non è più informazione ma pettegolezzo!
        • Giusta Punizione V2.0 scrive:
          Re: Finchè non tocco non ci credo!
          5 anni fa sembrava dovesse essere la morte dell'LCDc'erano ben 4 Tecnologie che lo superavano di eoni,..........Risultato abbiamo degli OLED scarsi di dimensioni di 10" con costi da monitor da 52" FullHD contrasto1Milione......Poi doveva pure uscire un Ibrido CRT ultrapiattoche doveva sbaragliare tutto......CHI l'HA VISTO ?Inutile fare brevetti e tenerli nel cassetto, in attesache l'esubero di prodotto venga venduto, si deve produrremeno, ma di qualità ed a basso costo, o si rischia unacrisi................OPS... c'è già la crisi.....
          • Giusta Punizione V2.0 scrive:
            Re: Finchè non tocco non ci credo!
            Dimenticavo.... i Memristor di HP che sono larivoluzione dell'elettronica, presentando unquadrante nuovo della visione di complessoche prima era solo teoria pura inapplicabileche fine hanno fatto.....Fogli di carta nellascatola degli X-Files......e tutto per i brevettise il mattone fosse un brevetto e nessuno loproducesse costruiremmo le case con il fangoed è questo che i brevetti portano, scatolee scatole di X-Files.
          • nexor scrive:
            Re: Finchè non tocco non ci credo!
            - Scritto da: Giusta Punizione V2.0
            Inutile fare brevetti e tenerli nel cassetto, in
            attesa
            che l'esubero di prodotto venga venduto, si deve
            produrre
            meno, ma di qualità ed a basso costo, o si
            rischia
            una
            crisi......
            .....
            .....
            OPS... c'è già la crisi.....Vuoi un po' troppo eh!Con le economie di scala produrre meno significa aumentare il costo del prodotto, ed ovviamente produrre di qualità ha lo stesso effetto...Il mercato ha le leggi che ha, i produttori non le possono cambiare: per guadagnare occorre vendere il prodotto in grandi quantità, scegliendo quindi quello più adatto a tali produzioni (cioè meno costoso da produrre) che sia accettato da molti utenti (cioè sopra un minimo di qualità).Finché un brevetto non è abbastanza maturo da avere bassi costi di produzione E qualità sufficiente, va' tenuto nel cassetto!Quando diverrà competitivo, avrà tutta la diffusione che merita. :-)Aggiungo che se volete sapere tutto sulle ultime tecnologie già in uscita sul mercato, ci sono molti siti online di recensioni di hardware e se sono buoni fanno ottimi approfondimenti sulle nuove tecnologie, mi pare che PI invece con articoli come questo voglia dare di più: farci scorgere il futuro e riflettere sul passato, a me questo fa molto piacere!
    • Cornholio scrive:
      Re: Finchè non tocco non ci credo!
      - Scritto da: Enjoy with Us
      Gli annunci di memorie dalle prestazioni
      mirabolanti si sprecano, sarebbe ora di passare
      ai fatti. sarò il primo a comprare le nuove
      memorie se sono così veloci ed economiche come
      dicono!
      Per PI facciamo in modo che la prossima notizia a
      tale riguardo sia corredata da prezzi di vendita
      e data di
      lancio!Queste le puoi comprare. Però a chip, probabilmente in lotti di mille, a un costo per prezzo assurdo specialmente se rapportate alla loro densità di informazione.Guarda che tutto quello che esce sotto forma di componente modulare per pc o quant'altro, un tempo era solo un chip sperimentale o quasi che veniva usato solo in ristretti ambiti militari, scientifici o industriale.
    • ruppolo scrive:
      Re: Finchè non tocco non ci credo!
      - Scritto da: Enjoy with Us
      Gli annunci di memorie dalle prestazioni
      mirabolanti si sprecano, sarebbe ora di passare
      ai fatti. sarò il primo a comprare le nuove
      memorie se sono così veloci ed economiche come
      dicono!Tu sarai l'ultimo, non il primo.I primi sono quelli che sono disposti a cacciare il soldo. È grazie a loro che la produzione aumenta e i prezzi scendono.
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: Finchè non tocco non ci credo!
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: Enjoy with Us

        Gli annunci di memorie dalle prestazioni

        mirabolanti si sprecano, sarebbe ora di passare

        ai fatti. sarò il primo a comprare le nuove

        memorie se sono così veloci ed economiche come

        dicono!
        Tu sarai l'ultimo, non il primo.
        I primi sono quelli che sono disposti a cacciare
        il soldo. È grazie a loro che la produzione
        aumenta e i prezzi
        scendono.Io sono il primo a comprare le cose utili e pratiche!Ma non sono certo il primo a lanciarmi in acquisti incauti!Tirino fuori queste memorie ai prezzi "economici" che dicono, se veramente costeranno meno delle Nand e avranno le prestazioni descritte, come già detto in precedenza sarò il primo a comprarle, certo se salta fuori che tali memorie magari costano 10 volte rispetto a quelle sul mercato, che magari sono si velocissime ma che magari perdono i dati dopo un mese ecc ecc... allora certo aspetterò che la tecnologia maturi!Purtroppo non è la prima volta che si leggono di questi ritrovati tecnologici mirabolanti, ma poi sul mercato passano anni prima di vederli commercializzati se mai avviene!Ti ricordi l'E-Ink?Doveva essere ultraeconomico, bene oggi trovi per esempio cornici digitali da 8 pollici sotto i 90 euro, che montano i "costosi" LCD, mentre l'E-Ink lo trovi solo su una manciata di reader a prezzi che partono dai 300 euro a salire.... e sono passati ben 2 anni dal lancio!
        • THe_ZiPMaN scrive:
          Re: Finchè non tocco non ci credo!
          - Scritto da: Enjoy with Us
          Ti ricordi l'E-Ink?
          Doveva essere ultraeconomico, bene oggi trovi per
          esempio cornici digitali da 8 pollici sotto i 90
          euro, che montano i "costosi" LCD, mentre l'E-Ink
          lo trovi solo su una manciata di reader a prezzi
          che partono dai 300 euro a salire.... e sono
          passati ben 2 anni dal lancio!Vorrei far notare che c'è una "piccola" differenza tra una cornice e un e-book reader come p.es. il Kindle2...I 300 euro non sono certo per il pannello e-ink, che peraltro ha caratteristiche ben diverse dall'LCD come la limitata gamma cromatica e la lentezza.
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Finchè non tocco non ci credo!
            - Scritto da: THe_ZiPMaN
            - Scritto da: Enjoy with Us

            Ti ricordi l'E-Ink?

            Doveva essere ultraeconomico, bene oggi trovi
            per

            esempio cornici digitali da 8 pollici sotto i 90

            euro, che montano i "costosi" LCD, mentre
            l'E-Ink

            lo trovi solo su una manciata di reader a prezzi

            che partono dai 300 euro a salire.... e sono

            passati ben 2 anni dal lancio!

            Vorrei far notare che c'è una "piccola"
            differenza tra una cornice e un e-book reader
            come p.es. il
            Kindle2...

            I 300 euro non sono certo per il pannello e-ink,
            che peraltro ha caratteristiche ben diverse
            dall'LCD come la limitata gamma cromatica e la
            lentezza.Ah no è per cosa sono? A quel prezzo ci compri un net book che è un tantino più complesso di un book reader!Il punto è che se fosse vero che sto E-Ink costa tanto poco a produrlo anche la periferica che lo integra, limitata ad un miniproXXXXXre ad una batteria e ad un buffer di memoria, dovrebbe costare poco, non certo i 300-600 euro che invece vengono richiesti!
          • THe_ZiPMaN scrive:
            Re: Finchè non tocco non ci credo!
            - Scritto da: Enjoy with Us

            I 300 euro non sono certo per il pannello e-ink,

            che peraltro ha caratteristiche ben diverse

            dall'LCD come la limitata gamma cromatica e la

            lentezza.


            Ah no è per cosa sono? A quel prezzo ci compri un
            net book che è un tantino più complesso di un
            book reader!E quanto più complesso sarebbe per curiosità? Perché io non vedo tutta questa differenza tra un e-book reader che monta una CPU arm, fa girare una versione di Linux, gestisce il pannello, gli e-book, text-to-speech, permette di prendere appunti dal touchscreen, ecc.ecc.
            Il punto è che se fosse vero che sto E-Ink costa
            tanto poco a produrlo anche la periferica che lo
            integra, limitata ad un miniproXXXXXre ad una
            batteria e ad un buffer di memoria, dovrebbe
            costare poco, non certo i 300-600 euro che invece
            vengono richiesti!Tu sì che te ne intendi di e-book reader. Immagino ne avrai avuti per le mani almeno una dozzina.
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Finchè non tocco non ci credo!
            - Scritto da: THe_ZiPMaN
            - Scritto da: Enjoy with Us



            I 300 euro non sono certo per il pannello
            e-ink,


            che peraltro ha caratteristiche ben diverse


            dall'LCD come la limitata gamma cromatica e la


            lentezza.





            Ah no è per cosa sono? A quel prezzo ci compri
            un

            net book che è un tantino più complesso di un

            book reader!

            E quanto più complesso sarebbe per curiosità?
            Perché io non vedo tutta questa differenza tra un
            e-book reader che monta una CPU arm, fa girare
            una versione di Linux, gestisce il pannello, gli
            e-book, text-to-speech, permette di prendere
            appunti dal touchscreen,
            ecc.ecc.


            Il punto è che se fosse vero che sto E-Ink costa

            tanto poco a produrlo anche la periferica che lo

            integra, limitata ad un miniproXXXXXre ad una

            batteria e ad un buffer di memoria, dovrebbe

            costare poco, non certo i 300-600 euro che
            invece

            vengono richiesti!

            Tu sì che te ne intendi di e-book reader.
            Immagino ne avrai avuti per le mani almeno una
            dozzina.Mai visto un navigatore satellitare?80-90 euro schermo touch, alloggio per SD, batteria e proXXXXXre.... dimenticavo alcuni già hanno capacità multimediali e sono in grado di visualizzare testi!E hanno uno schermo a colori in teoria più costoso del famigerato E-Ink! E allora?Io continuo a non trovare la giustificazione dei prezzi dei book reader!
          • THe_ZiPMaN scrive:
            Re: Finchè non tocco non ci credo!
            - Scritto da: Enjoy with Us



            I 300 euro non sono certo per il pannello e-ink,


            Ah no è per cosa sono? A quel prezzo ci compri un


            net book che è un tantino più complesso di un


            book reader!



            E quanto più complesso sarebbe per curiosità?

            Perché io non vedo tutta questa differenza tra un

            e-book reader che monta una CPU arm, fa girare

            una versione di Linux, gestisce il pannello, gli

            e-book, text-to-speech, permette di prendere

            appunti dal touchscreen,

            ecc.ecc.

            Mai visto un navigatore satellitare?
            80-90 euro schermo touch, alloggio per SD,
            batteria e proXXXXXre.... dimenticavo alcuni già
            hanno capacità multimediali e sono in grado di
            visualizzare testi!E dove lo trovi a 80/90 euro un navigatore satellitare un po' serio? Al mercatino dell'usato?
            E hanno uno schermo a colori in teoria più
            costoso del famigerato E-Ink! E allora?E allora se prendi un TomTom 630 lo paghi circa 250 euro, ovvero più o meno quanto costa un e-book reader come il kinkle2 (300$) che ha + o - la stessa potenza e un display grande il doppio.
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Finchè non tocco non ci credo!
            - Scritto da: THe_ZiPMaN
            - Scritto da: Enjoy with Us




            I 300 euro non sono certo per il pannello
            e-ink,



            Ah no è per cosa sono? A quel prezzo ci
            compri
            un



            net book che è un tantino più complesso di un



            book reader!





            E quanto più complesso sarebbe per curiosità?


            Perché io non vedo tutta questa differenza tra
            un


            e-book reader che monta una CPU arm, fa girare


            una versione di Linux, gestisce il pannello,
            gli


            e-book, text-to-speech, permette di prendere


            appunti dal touchscreen,


            ecc.ecc.



            Mai visto un navigatore satellitare?

            80-90 euro schermo touch, alloggio per SD,

            batteria e proXXXXXre.... dimenticavo alcuni già

            hanno capacità multimediali e sono in grado di

            visualizzare testi!

            E dove lo trovi a 80/90 euro un navigatore
            satellitare un po' serio? Al mercatino
            dell'usato?


            E hanno uno schermo a colori in teoria più

            costoso del famigerato E-Ink! E allora?

            E allora se prendi un TomTom 630 lo paghi circa
            250 euro, ovvero più o meno quanto costa un
            e-book reader come il kinkle2 (300$) che ha + o -
            la stessa potenza e un display grande il
            doppio.Trovi dei navigatori MIO a 80 euro nuovi di pacca, se vai su marche cinesi li trovi anche a 70 euro con schermo da 4.5 pollici!Per quanto riguarda la potenza del proXXXXXre, quella integrata sull'ultimo dei navigatori è fin troppo potente per gestire un Book reader, che ha una velocità di aggiornamento della pagina limitato a 1 pagina ogni 1/2 secondo (se tutto va bene) e una scala di ben otto tonalità di grigio!Un proXXXXXre ARM da 5 euro è più che sufficiente per gestire la logica di tale reader, poi ci devi aggiungere un card reader 4-5 euro? una batteria, valore 4-5 euro (vedi ad esempio le batterie agli Ioni di litio vendute per cellulari o macchine fotografiche che hanno potenze nominali simili a quella del lettore in oggetto), poi appunto lo schermo che a detta dei produttori dovrebbe essere molto più economico da produrre rispetto agli LCD.... e quanto costa il tutto? 50 - 60 euro? Nooo!300 dollari minimo (gli altri lettori costano anche 500-600 euro) + tasse + dogana= minimo 400 euro! Un affarone!
          • THe_ZiPMaN scrive:
            Re: Finchè non tocco non ci credo!
            - Scritto da: Enjoy with Us
            Per quanto riguarda la potenza del proXXXXXre,
            quella integrata sull'ultimo dei navigatori è fin
            troppo potente per gestire un Book reader, che ha
            una velocità di aggiornamento della pagina
            limitato a 1 pagina ogni 1/2 secondo (se tutto va
            bene) e una scala di ben otto tonalità di
            grigio!Non ti smentisci mai. Un genio.
            Un proXXXXXre ARM da 5 euro è più che sufficiente
            per gestire la logica di tale reader, poi ci devi
            aggiungere un card reader 4-5 euro? una batteria,
            valore 4-5 euro (vedi ad esempio le batterie agli
            Ioni di litio vendute per cellulari o macchine
            fotografiche che hanno potenze nominali simili a
            quella del lettore in oggetto), poi appunto lo
            schermo che a detta dei produttori dovrebbe
            essere molto più economico da produrre rispetto
            agli LCD.... e quanto costa il tutto? 50 - 60
            euro?Dovevi mettere in piedi un'azienda di produzione di dispositivi elettronici. A quest'ora con i tuoi calcoli saresti miliardario (in euro sia chiaro). Chissà perché non lo hai fatto? Magari sei ancora in tempo; licenziati dal tuo posticino e mettiti sotto a produrre e-book readers e altri device per l'elettronica di consumo; tanto prendi un proXXXXXre ARM da 5 euro, una batteria da 5 euro, un LCD da 20 euro e hai fatto un navigatore da 30 euro!!!Spettacolare...
            300 dollari minimo (gli altri lettori costano
            anche 500-600 euro) + tasse + dogana= minimo 400
            euro! Un affarone!Guarda, nessuno ti obbliga ad acquistarli per tua fortuna. Io non mi faccio problemi a spendere 500 euro per un e-book reader, e l'UNICO motivo per cui non l'ho ancora fatto è perché voglio essere certo che non vi sia di mezzo alcuna porcheria DRM che mi vincoli per il futuro.Per il resto sono un sistema ottimo per potermi portare in vacanza una decina di libri senza sforare la franchigia dell'aereo, o per prendere appunti senza sprecare inutilmente carta o senza dover accendere un portatile, ed hanno un sistema di visualizzazione che non affatica gli occhi. Su alcuni poi gira Linux ed è possibile eseguirne il tweaking, e questo è un'altra delle prerogative che mi interessa.Mentre io lavoro però tu continua pure a fantasticare sui device a costo zero che hai in testa.
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Finchè non tocco non ci credo!
            - Scritto da: THe_ZiPMaN
            - Scritto da: Enjoy with Us

            Per quanto riguarda la potenza del proXXXXXre,

            quella integrata sull'ultimo dei navigatori è
            fin

            troppo potente per gestire un Book reader, che
            ha

            una velocità di aggiornamento della pagina

            limitato a 1 pagina ogni 1/2 secondo (se tutto
            va

            bene) e una scala di ben otto tonalità di

            grigio!

            Non ti smentisci mai. Un genio.


            Un proXXXXXre ARM da 5 euro è più che
            sufficiente

            per gestire la logica di tale reader, poi ci
            devi

            aggiungere un card reader 4-5 euro? una
            batteria,

            valore 4-5 euro (vedi ad esempio le batterie
            agli

            Ioni di litio vendute per cellulari o macchine

            fotografiche che hanno potenze nominali simili a

            quella del lettore in oggetto), poi appunto lo

            schermo che a detta dei produttori dovrebbe

            essere molto più economico da produrre rispetto

            agli LCD.... e quanto costa il tutto? 50 - 60

            euro?

            Dovevi mettere in piedi un'azienda di produzione
            di dispositivi elettronici. A quest'ora con i
            tuoi calcoli saresti miliardario (in euro sia
            chiaro). Chissà perché non lo hai fatto? Magari
            sei ancora in tempo; licenziati dal tuo posticino
            e mettiti sotto a produrre e-book readers e altri
            device per l'elettronica di consumo; tanto prendi
            un proXXXXXre ARM da 5 euro, una batteria da 5
            euro, un LCD da 20 euro e hai fatto un navigatore
            da 30
            euro!!!
            Spettacolare...
            Guarda caso ci sono diversi navigatori in commercio sotto i 70 euro, cosa che appunto è possibile solo ammettendo un costo della componentistica pari a circa la metà, visto che poi ci sono le spese di progettazione montaggio distribuzione, guadagno del produttore ecc...Il mio vuole solo essere un esempio di quanto ladrano certe aziende su certe tecnologie.

            300 dollari minimo (gli altri lettori costano

            anche 500-600 euro) + tasse + dogana= minimo 400

            euro! Un affarone!

            Guarda, nessuno ti obbliga ad acquistarli per tua
            fortuna. Io non mi faccio problemi a spendere 500
            euro per un e-book reader, e l'UNICO motivo per
            cui non l'ho ancora fatto è perché voglio essere
            certo che non vi sia di mezzo alcuna porcheria
            DRM che mi vincoli per il
            futuro.E bravo scialaquattore, sarà un caso che adesso lettori di ebook anche con touch screen li trovi a meno di 150 euro e con display LCD sotto i 100 euro? O forse avevo ragione Io a sostenere che fossero delle ladrate?Ma ti pare mai possibile che un book reader te lo possano vendere alla stessa cifra di iPad?
          • THe_ZiPMaN scrive:
            Re: Finchè non tocco non ci credo!
            - Scritto da: Enjoy with Us
            - Scritto da: THe_ZiPMaN

            Non ti smentisci mai. Un genio.A distanza di due anni ancora non ti smentisci. Resti sempre un XXXXXXX genio.
            Guarda caso ci sono diversi navigatori in
            commercio sotto i 70 euroSì, nel 2011, non nel 2009 quando è stato scritto il commento. E' strano che ad un genio come te sfuggano delle considerazioni tanto argute come il fatto che la tecnologia avanza e i costi si abbassano.
            cosa che appunto è
            possibile solo ammettendo un costo della
            componentistica pari a circa la metàMa anche no.
            visto che
            poi ci sono le spese di progettazione montaggio
            distribuzione, guadagno del produttoreChe sono quasi ininfluenti essendo tutta roba fatta in Cina. Le spese di progetto sono praticamente inesistenti dato che si tratta di SoC su cui viene fatto girare software già precedentemente esistente. I costi di montaggio sono quasi nulli per via del costo della manodopera cinese e la distribuzione non pesa visto che si tratta di prodotti gestiti dalla grande distribuzione dove vengono venduti in quantitatà nelle super offerte.
            Il mio vuole solo essere un esempio di quanto
            ladrano certe aziende su certe tecnologie.Le aziende non ladrano, semplicemente produrre in Cina costa meno che altrove. D'altronde produrre in un paese in cui per esempio per i lavori edili il numero di morti accettabili per un viene messo nero su bianco nel capitolato è ben diverso dal produrre lo stesso bene in un paese in cui i costi aziendali sono vertiginosi. E anche il fatto di copiare quanto già inventato altrove abbassa considerevolmente i costi di R&D.
            E bravo scialaquattore, sarà un caso che adesso
            lettori di ebook anche con touch screen li trovi
            a meno di 150 euro e con display LCD sotto i 100
            euro? O forse avevo ragione Io a sostenere che
            fossero delle ladrate?No, non è un caso che tu abbia dovuto aspettare due anni per vedere un simile risultato. E non è nemmeno un caso che un telefono android di qualità costi oggi sui 400-500 euro, mentre se aspetti due anni troverai un telefono di qualità superiore a meno di 150 euro.Si chiama tecnologia e tende a progredire, creando nuovi prodotti, migliori dei precedenti e a prezzi tendenzialmente inferiori. Capisco però che sia un concetto un po' ostico forse da comprendere.
            Ma ti pare mai possibile che un book reader te lo
            possano vendere alla stessa cifra di iPad?Sì.
  • Istant scrive:
    Ibernazione
    Sarebbe fantastico un PC con ibernazione istantanea. Come lo riaccendi, lo ritrovi istantaneamente pronto, come l'avevi lasciato. Il reboot allora sì che diventerebbe solo un reset.
    • davidsual scrive:
      Re: Ibernazione
      Se mi posso permettere windows vista possiede già l'ibernazione.La uso da tantissimo tempo, con un click il pc si accende all'istante, lo trovo molto utile
      • rock3r scrive:
        Re: Ibernazione
        esiste almeno da windows xp, ed esiste anche in mac os e linux. quel che è diverso è che l'ibernazione attuale deve copiare la ram sull'hd allo spegnimento e ricaricarla all'accensione (non è istantaneo, e più ram hai più è lenta) senza contare la fase di post e le varie inizializzazioni (ad es. dei controller raid). Qui si tratterebbe, usando la FeRAM come memoria, di potersi evitare tutta la fase di scaricamento/caricamento della memoria di sistema, cosa non trascurabile in termini di tempo, dato che la FeRAM è in grado di mantenere le informazioni in memoria. Si tratterebbe quindi di avere il pc acceso e pronto in 10 secondi...
        • The Bishop scrive:
          Re: Ibernazione
          IMHO non e' per niente auspicabile di utilizzare questa tecnologia in sostituzione delle comuni ram volatili in quanto esporrebbe il sistema a innumerevoli problemi di sicurezza dall'impatto tutt'altro che leggero. Inoltre non mi sembra consono l'utilizzo di memorie a cicli di scrittura limitati in sostituzione della memoria di sistema (a meno che non siate degli aficionados di system failure & BSOD). L'impiego piu' logico, come sottolineato dall'articolo e' individuabile nella sostituzione deglle attuali tecnologie flash in quanto pare che questa nuova tecnologia consenta un maggior numero di cicli di riscrittura e notevoli prestazioni rispetto alle altre memorie SSD.
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Ibernazione
            - Scritto da: The Bishop
            IMHO non e' per niente auspicabile di utilizzare
            questa tecnologia in sostituzione delle comuni
            ram volatili in quanto esporrebbe il sistema a
            innumerevoli problemi di sicurezza dall'impatto
            tutt'altro che leggero. Inoltre non mi sembra
            consono l'utilizzo di memorie a cicli di
            scrittura limitati in sostituzione della memoria
            di sistema (a meno che non siate degli
            aficionados di system failure & BSOD). L'impiego
            piu' logico, come sottolineato dall'articolo e'
            individuabile nella sostituzione deglle attuali
            tecnologie flash in quanto pare che questa nuova
            tecnologia consenta un maggior numero di cicli di
            riscrittura e notevoli prestazioni rispetto alle
            altre memorie
            SSD.Ottimo commento, hai messo il dito nella piaga, anche queste memorie hanno un ciclo di scritture limitato rispetto alle DRam, ma non ti preoccupare tanto vedrai che fra un mese uscirà un'altro articolo sensazionalista con un'altra Ram ancora più efficente di questa.... il problema è che per ora in commercio ci sono solo le Nand e nessuno ha dato tempi di commercializzazione di queste nuove tecnologie!Se hai fatto caso alle notizie di qualche giorno fa la stessa Toshiba ha rilevato il settore storage da Fuj!Perchè comprare una fabbrica di HD se pensi di produrre a breve delle Ram performanti quasi come le Dram, più economiche delle attuali Nand e anche più longeve?Evidentemente l'attesa non sarà così breve!
          • ruppolo scrive:
            Re: Ibernazione
            - Scritto da: Enjoy with Us
            Perchè comprare una fabbrica di HD se pensi di
            produrre a breve delle Ram performanti quasi come
            le Dram, più economiche delle attuali Nand e
            anche più
            longeve?Per cessare un concorrente, ovviamente.
          • Beppe scrive:
            Re: Ibernazione

            Perchè comprare una fabbrica di HD se pensi di
            produrre a breve delle Ram performanti quasi come
            le Dram, più economiche delle attuali Nand e
            anche più
            longeve?
            Evidentemente l'attesa non sarà così breve!mmmmm, possono essere tanti gli scopi, pensa se lo avessero fatto per sfruttare dei brevetti, saprai bene, che le società detengono dei brevetti su determinate tecnologie, alcune volte se questi brevetti sono davvero utili agli scopi dell'acquirente, valgono persino di più della società stessa, poi nel contempo ti togli un concorrente ed acquisisci il suo portafoglio clienti. Cosa vuoi di più?
          • THe_ZiPMaN scrive:
            Re: Ibernazione
            - Scritto da: The Bishop
            L'impiego piu' logico, come sottolineato dall'articolo e'
            individuabile nella sostituzione deglle attuali
            tecnologie flashMah, io ce le vedo molto bene anche su telefonini e smartphone che trarrebbero un elevato vantaggio dall'uso di memorie non volatili: abbassamento dei consumi (la ram non consuma mentre non la si usa), la possibilità di accendere l'apparecchio in tempi virtualmente nulli, non doversi preoccupare di interrompere il lavoro se si scarica di colpo la batteria.Tali apparecchi hanno una vita comunque relativamente breve e abbinando queste tecnologie ad un controller con wear levering si dovrebbe riuscire a coprirla in modo soddisfacente. Inoltre le prestazioni non sono così estreme da sconsigliarne l'adozione.
      • Aname scrive:
        Re: Ibernazione
        Hai già provato col portatile? Il gorno dopo con un click non succede un XXXXX!
    • ruppolo scrive:
      Re: Ibernazione
      - Scritto da: Istant
      Sarebbe fantastico un PC con ibernazione
      istantanea. Come lo riaccendi, lo ritrovi
      istantaneamente pronto, come l'avevi lasciato. Il
      reboot allora sì che diventerebbe solo un
      reset.Io già godo di questa funzionalità da quasi 10 anni, con il mio portatile Apple: lo apro ed è istantaneamente pronto.
      • Glamour scrive:
        Re: Ibernazione
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: Istant

        Sarebbe fantastico un PC con ibernazione

        istantanea. Come lo riaccendi, lo ritrovi

        istantaneamente pronto, come l'avevi lasciato.
        Il

        reboot allora sì che diventerebbe solo un

        reset.
        Io già godo di questa funzionalità da quasi 10
        anni, con il mio portatile Apple: lo apro ed è
        istantaneamente
        pronto.Anche la mia calcolatrice fa lo stesso, ed è più potente.
        • ruppolo scrive:
          Re: Ibernazione
          - Scritto da: Glamour
          Anche la mia calcolatrice fa lo stesso, ed è più
          potente.Mi inchino alla potenza della sua calcolatrice :o
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: Ibernazione
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: Istant

        Sarebbe fantastico un PC con ibernazione

        istantanea. Come lo riaccendi, lo ritrovi

        istantaneamente pronto, come l'avevi lasciato.
        Il

        reboot allora sì che diventerebbe solo un

        reset.
        Io già godo di questa funzionalità da quasi 10
        anni, con il mio portatile Apple: lo apro ed è
        istantaneamente
        pronto.Anche se le batterie sono scariche?Sai Ibernazione e suspend sono modalità note, ma una non è certo istantanea e l'altra pone semplicemente il PC in una condizione di minimo assorbimento elettrico, minimo per modo di dire....Che poi ste nuove Ram non siano adeguate allo scopo è un'altro paio di maniche!
Chiudi i commenti