Verona: Web nel mirino dei farmacisti

Anche da noi Internet viene percepita come un pericolo quando si tratta di distribuzione online di sostanze farmacologiche e medicine omeopatiche
Anche da noi Internet viene percepita come un pericolo quando si tratta di distribuzione online di sostanze farmacologiche e medicine omeopatiche


Verona – Dal convegno nazionale dei farmacisti italiani si è levato un grido di allarme verso Internet, strumento interessante ma veicolo pericoloso, perché incontrollato, di sostanze farmacologiche distribuite senza il necessario controllo.

Il convegno, nel quale sono emersi i timori del settore per l’imminente liberalizzazione pensata per consentire un più facile accesso ai nuovi operatori e una riduzione dei prezzi, ha messo in luce come il commercio senza ricette che caratterizza la rete “rischia di creare non pochi danni alla salute del paziente”.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

21 11 1999
Link copiato negli appunti