Vine, contaminazione porno

Il servizio di video-sharing su Twitter si fa subito notare per una clip porno selezionata per il suo pubblico. Gli utenti insorgono, Twitter censura e Apple abbassa di rango la nuova app. Che comunque piace agli inserzionisti

Roma – Se è vero che il porno è l’anima della Rete , Vine non fa eccezione: la app di condivisione di micro-video su Twitter non solo ha iniziato a popolarsi di contenuti a luci rosse, ma è anche stata usata per promuovere contenuti pornografici a tutti i suoi utenti.

In pieno accordo con la brevità dei messaggi testuali di Twitter, Vine permette di registrare piccoli spezzoni video di 6 secondi da condividere poi sul network di microblogging o altrove sul web: la funzionalità “Editor’s Pick” promuove un video scelto sui feed di tutti gli utenti di Vine, ed è così che la performance “Dildoplay” è stata distribuita in rete e visualizzata sui terminali degli utenti – previa accettazione del fatto (reso noto con un messaggio esplicito) che si trattava di contenuti espliciti.

Ma il messaggio di avviso non è stato sufficiente a mettere Vine al riparo di polemiche e problemi. Molti utenti si sono lamentati e Twitter è stata subito costretta a correre ai ripari: i rappresentanti del servizio di micro-blogging hanno offerto le proprie scuse per la comparsa di un video porno indesiderato sui gadget mobile degli utenti, parlando di un “errore umano” che ha portato alla scelta della clip come selezionata per la visione generale.

Il video è stato ovviamente rimosso in fretta e, per evitare il verificarsi di un nuovo incidente simile, Vine ha cominciato a filtrare gli hashtag riferibili a contenuti pornografici o comunque sessualmente espliciti. Anche Apple, a breve distanza dal fattaccio delle icone da 500 pixel è corsa subito ai ripari, rimuovendo la app Vine da quelle promosse con la funzionalità “Featured” dell’app store di iOS.

Se i porno-incidenti che si verificano su gadget spesso destinati a un’utenza giovane e giovanissima spesso fanno storcere il naso a chi lega il proprio nome a questi servizi, la capacità virale già dimostrata da Vine piace agli inserzionisti: saranno pure sei voltili secondi , ma per promuovere un prodotto (su Twitter e altrove) i limiti temporali del nuovo micro-YouTube sembrano perfetti .

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • pallino pinco scrive:
    ottimo
    ho preso la versione university a 79 euro fino al 2017, in due pc, suite completa + 60 minuti di chiamate skype al mese... ormai ero abituato con la release preview da diversi mesi, questa versione è molto più fluida e veloce e sono stati corretti tutti i piccoli bugottimo lavoro di microsoft
    • antonio vigna scrive:
      Re: ottimo
      Ciao,riguardo alla licenza office 2013 university, mi sapresti dire se è valida su 2 pc con 2 account diversi? oppure vale solo per lo stesso account?Grazie milleAntonio
  • roby6732 scrive:
    editor gratuiti , a pagamento o liberi?
    Al giorno d'oggi tutte le suite per ufficio sono valide; però non dimenticatevi che i formati proprietari sono sempre un grosso problema per tutti.Scegliete quello che volete, ma che il programma sia libero,non importa se gratuito o no Il futuro non sarà di certo in mano a qualche software-house, io credo che tutti dovranno uniformarsi ai formati ed alle licenze libere,perchè chi non lo fa (come lo stato fino a poco tempo fa) poi si trova tagliato fuori dal resto del mondo e deve correre ai ripari per poter continuare a parlare con gli altri.(stati)
  • nushuth scrive:
    non trasferibile?!?
    i prezzi per gli abbonamenti sono davvero alti, soprattutto per le edizioni home & student (mentre per le aziende il discorso è diverso, vanno considerati anche i vantaggi) ma questo lo avete gia indicato praticamente tutti, non aggiungo altro.Nessuno però ha evidenziato il tentativo di "far fuori" tutta la filiera di distribuzione e vendita che conta nel mondo migliaia e migliaia di posti di lavoro. ricapitolando, ecco l'obiettivo: triplicare il prezzo per tutti senza distribuire i profitti con i distributori (e avere anche un elenco di utenti cui bussare alla porta con il cartellino di BSA)La vera novità però è quel "tutte non trasferibili" che mi fa andare su tutte le furie. posso capire la non trasferibilità delle licenze OEM perche legate al'hardware (e quindi trasferibili solamente se viene trasferita la proprietà dell'intero PC) e naturalmente la non trasferibilità di un abbonamento (dove naturalmente non ha senso, posso sempre disdirlo io e sottoscriverlo tu) ma qui stiamo parlando di licenze RETAIL.... mi chiedo quanto sia legale davvero tutto questo.delle due diventa evidente la paura che microsoft (ma anche le altre software house non sono da meno) hanno nei confronti del software usato. ci provano con office, pacchetto "di punta", e se nessuno si lamenta proseguiranno con windows, per terminare l'opera con i videogames.viene un grande dubbio: che in fondo, in microsoft non sanno piu cosa inventarsi di nuovo d aincludere in word ed excel. che in fondo le novità di office 2013 sono quasi impercettibili, a parte l'interfaccia per win8 che a mio parere non avrà alcun appeal nelle aziende, perche IMHO non implementeranno mai win8 sui desktop aziendali. e per il futuro non prevedono sostanziali cambiamenti di trend.A questo punto sentono il bisogno di correre ai ripari:impedire ad un utente di acquistare software usato perche non ha alcuna funzionalità in meno rispetto a quello nuovo.tutto questo è davvero graveP.S.: avete rotto i XXXXXXXX con questa guerra "MS office - open office - libre office":non vi rendete conto che siamo davvero liberi quando possiamo scegliere?io personalmente li uso tutti e due, a seconda nel momento e della necessità. suggerisco l'uno o l'altro a seconda del cliente e di quello che ci deve fare. e sono soffisfatto di tutti.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 30 gennaio 2013 08.35-----------------------------------------------------------
    • webwizard scrive:
      Re: non trasferibile?!?
      - Scritto da: nushuth
      P.S.: avete rotto i XXXXXXXX con questa guerra
      "MS office - open office - libre
      office":
      non vi rendete conto che siamo davvero liberi
      quando possiamo
      scegliere?

      io personalmente li uso tutti e due, a seconda
      nel momento e della necessità. suggerisco l'uno o
      l'altro a seconda del cliente e di quello che ci
      deve fare. e sono soffisfatto di
      tutti.Quotone al cubo...
  • svarosky90 scrive:
    Libre Office open office???
    State scherzando vero?? libre office e/o openoffice fanno schifo! Concordo col dire che le licenze hanno prezzi assurdi, ma sicuramente quello che propone msoffice non è certo paragonabile a libreoffice... forse chi lo dice al massimo sa usare un elenco numerato....
    • bradipao scrive:
      Re: Libre Office open office???
      - Scritto da: svarosky90
      State scherzando vero?? libre office e/o
      openoffice fanno schifo! Concordo col dire che le
      licenze hanno prezzi assurdi, ma sicuramente
      quello che propone msoffice non è certo
      paragonabile a libreoffice...

      forse chi lo dice al massimo sa usare un elenco
      numerato....Sicuramente MsOffice ti da' di più e fatto meglio, ma al giorno d'oggi un editor di testi per uso personale deve essere gratuito. E' per questo che in ambito non lavorativo si assiste al passaggio in massa a Libre/OpenOffice. Negli anni sarà così naturale farne uso, che le persone lo chiederanno anche per lavoro.
      • The Tech Guy scrive:
        Re: Libre Office open office???

        Sicuramente MsOffice ti da' di più e fatto
        meglio, ma al giorno d'oggi un editor di testi
        per uso personale deve essere gratuito.Esiste WordPad, gratuito: basta e avanza per molti senza dover cercare altri programmi.Con Win 8 RT c'è pure Office compreso nel prezzo, per cui necessità di passare a LibreOffice ne vedo poche.Da Mac User, ti posso dire che esistono molte alternative ad Office, con filosofie diverse e prezzi inferiori. Ognuna (imho) migliore di OOo e Libre Office, nonostante ci sia da spendere qualche euro.
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: Libre Office open office???

          Da Mac User, ti posso dire che esistono molte
          alternative ad Office, con filosofie diverse e
          prezzi inferiori.Peccato che, in genere, sono molto limitate ed offrono meno funzioni e meno compatibilità di quanta non ne offra LibreOffice.
        • Commodore64 scrive:
          Re: Libre Office open office???
          - Scritto da: The Tech Guy
          Con Win 8 RT c'è pure Office compreso nel prezzo,
          per cui necessità di passare a LibreOffice ne
          vedo poche.Scusa...Quindi faccio a meno di usare una suite free tipo Office, e viceversa mi prendo di pacca quella meraviglia che si chiama Win RT (e che infatti è tanto perfetta da vendere a più non posso, in ogni singola nazione del mondo, infatti leggere questo PLEASE http://www.theverge.com/2013/1/30/3931492/3-months-with-surface-im-starting-to-hate-this-thing ) ??Allibito...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 01 febbraio 2013 02.02-----------------------------------------------------------
      • nome e cognome scrive:
        Re: Libre Office open office???

        meglio, ma al giorno d'oggi un editor di testi
        per uso personale deve essere gratuito. E' perEditor di testi? E non basta notepad?
        questo che in ambito non lavorativo si assiste al
        passaggio in massa a Libre/OpenOffice. Negli anniAh si... c'è un passaggio di massa, chiaro, misurabile ed evidente.
    • paoloholzl scrive:
      Re: Libre Office open office???
      - Scritto da: svarosky90
      State scherzando vero?? libre office e/o
      openoffice fanno schifo! Concordo col dire che le
      licenze hanno prezzi assurdi, ma sicuramente
      quello che propone msoffice non è certo
      paragonabile a libreoffice...

      forse chi lo dice al massimo sa usare un elenco
      numerato....Vero ma falso .... :-)Cominciamo con il guardare come è composta la platea degli utilizzatori delle principali suite.Più del 95% usa a malapena il 20% della videoscrittura la stragrande maggioranza non sa neppure come si usano i tabulatori e un buon terzo che il salto pagina si anticipa con control-invio.Sul tabellone elettronico ben pochi sa la differenza tra un riferimento assoluto e relativo.Per questa! platea LibreOffice è meglio di Office semplicemente perchè è gratis, sempre aggiornata, intuitiva, senza i lacci-lacciuoli delle dipendenze con versioni del S.O. o altro e fa ben più di quello di cui hanno normalmente bisogno.Poi ci sono quelli che pur conoscendo lo strumento abbastanza bene si adattano a qualche rinuncia in nome della libertà e del risparmio (e tra questi mi ci metto io).(Acquisto il solo Access per me al momento insostituibile).Poi ci sono quelli che hanno davvero bisogno delle funzionalità superiori di Office, in particolare per Excell e Access, questi fanno bene a comprarselo ...ma saranno sì e no un 5%.
  • Giancarlo Piccinini scrive:
    libreoffice.org
    Fate come volete io con --99 Euro per Anno--- li spendo per la cena di pesce USO SOLO LIBREOFFICE http://it.libreoffice.org/ è favoloso e non costa nulla dico NULLA
    • panda rossa scrive:
      Re: libreoffice.org
      - Scritto da: Giancarlo Piccinini
      Fate come volete io con --99 Euro per Anno--- li
      spendo per la cena di pesce

      USO SOLO LIBREOFFICE http://it.libreoffice.org/
      è favoloso e non costa nulla dico
      NULLAParole al vento.Qui c'e' gente a cui piace buttare i soldi per poi XXXXXXXrsi.
    • nome e cognome scrive:
      Re: libreoffice.org
      - Scritto da: Giancarlo Piccinini
      Fate come volete io con --99 Euro per Anno--- li
      spendo per la cena di pesce

      USO SOLO LIBREOFFICE http://it.libreoffice.org/
      è favoloso e non costa nulla dico
      NULLABravo, stai leggero che la gastrite poi te la fa venire libre office.
    • Sandro kensan scrive:
      Re: libreoffice.org
      - Scritto da: Giancarlo Piccinini
      Fate come volete io con --99 Euro per Anno--- li
      spendo per la cena di pesce

      USO SOLO LIBREOFFICE http://it.libreoffice.org/
      è favoloso e non costa nulla dico
      NULLAProgramma ottimo, per chi scrive testi occasionalmente come me e come tutti quelli che conosco è eccezzzionale veramente.
  • attonito scrive:
    a ognuno il suo
    galimba lecca apple, maruccia spara XXXXXXX a tutto tondo, e annunzuata-t1000 si occupa di padron microsoft. I conti tornano, come sempre.
    • marco scrive:
      Re: a ognuno il suo
      - Scritto da: attonito
      galimba lecca apple, maruccia spara XXXXXXX a
      tutto tondo, e annunzuata-t1000 si occupa di
      padron microsoft. I conti tornano, come
      sempre.A titolo di curiosità.Se disprezzi tanto i redattori, perché bazzichi ancora qui?
      • attonito scrive:
        Re: a ognuno il suo
        - Scritto da: marco
        - Scritto da: attonito

        galimba lecca apple, maruccia spara XXXXXXX a

        tutto tondo, e annunzuata-t1000 si occupa di

        padron microsoft. I conti tornano, come

        sempre.

        A titolo di curiosità.
        Se disprezzi tanto i redattori, perché bazzichi
        ancora qui?Grazie per la domanda.la risposta e' un misto di motivazioni.1. tra i frequentatori, c'e' gente (pochissima) che stimo, e che con me condividono il disprezzo (o quanto meno, una molto bassa opinione) per i redattori e mi piace frequentarli telematicamente.2. pigrizia. sono qui da almeno un decennio e un giro ce lo faccio quasi ogni giorno.3. autocompiacimento. Alfonso "rutti e scorrenge" Maruccia scrive settimanalmente errori grossolani, leggendo i quali, mi sento molto piu' intelligente di quanto io non sia. Questo sul piano tecnico, per il resto, questo posto e' il festival del paraculismo, non c'e' un articolo che e' uno in cui si dia per certo qualcosa: e' tutto un "sembrerebbe", "parrebbe", "non e' sicuro"... li disprezzo molto per questa assenza di responsabilita'.4. filosofia cinese. Negli anni ho assistito al collasso qualitativo del portale, la vendita della qualita', l'asservimento agli iserzionisti. All'inizio ero incredulo, poi speranzoso in un sussulto di dignita' del sito, infine rassegnato. Ora spero che questo posto collassi su se stesso trascinando nel gorgo i redattori, che mi auguro finiscano a fare un lavoro dove debbano sudarsi lo stipendio: minatore, asfaltatore di strade, boscaiolo nella taiga Polare, sminatore, palombaro di profondita', etc.Spero di aver soddisfatto la sua curiosita'.
        • panda rossa scrive:
          Re: a ognuno il suo
          - Scritto da: attonito
          - Scritto da: marco

          - Scritto da: attonito


          galimba lecca apple, maruccia spara
          XXXXXXX
          a


          tutto tondo, e annunzuata-t1000 si occupa
          di


          padron microsoft. I conti tornano, come


          sempre.



          A titolo di curiosità.

          Se disprezzi tanto i redattori, perché bazzichi

          ancora qui?

          Grazie per la domanda.
          la risposta e' un misto di motivazioni.

          1. tra i frequentatori, c'e' gente (pochissima)
          che stimo, e che con me condividono il disprezzo
          (o quanto meno, una molto bassa opinione) per i
          redattori e mi piace frequentarli
          telematicamente.

          2. pigrizia. sono qui da almeno un decennio e un
          giro ce lo faccio quasi ogni
          giorno.

          3. autocompiacimento. Alfonso "rutti e scorrenge"
          Maruccia scrive settimanalmente errori
          grossolani, leggendo i quali, mi sento molto piu'
          intelligente di quanto io non sia. Questo sul
          piano tecnico, per il resto, questo posto e' il
          festival del paraculismo, non c'e' un articolo
          che e' uno in cui si dia per certo qualcosa: e'
          tutto un "sembrerebbe", "parrebbe", "non e'
          sicuro"... li disprezzo molto per questa assenza
          di
          responsabilita'.

          4. filosofia cinese. Negli anni ho assistito al
          collasso qualitativo del portale, la vendita
          della qualita', l'asservimento agli iserzionisti.
          All'inizio ero incredulo, poi speranzoso in un
          sussulto di dignita' del sito, infine rassegnato.
          Ora spero che questo posto collassi su se stesso
          trascinando nel gorgo i redattori, che mi auguro
          finiscano a fare un lavoro dove debbano sudarsi
          lo stipendio: minatore, asfaltatore di strade,
          boscaiolo nella taiga Polare, sminatore,
          palombaro di profondita',
          etc. 5. E' uno dei pochissimi forum in rete (forse l'unico) dove si puo' postare e veder pubblicato il messaggio all'istante, senza dover inviare fotocopie di carte di identita', codici fiscali, dichiarazioni di responsabilita' e altre balle.
        • marco scrive:
          Re: a ognuno il suo
          Trovo la risposta più sensata di quella proposta da nome e cognome
      • nome e cognome scrive:
        Re: a ognuno il suo

        A titolo di curiosità.
        Se disprezzi tanto i redattori, perché bazzichi
        ancora
        qui?Gliel'hanno messo in home page e non ha ancora capito come cambiare...
  • Raven scrive:
    Caro?
    99 euro l'anno mi sembrano un po' troppi, soprattutto perché ho comprato una licenza Ultimate a 52 euro e che a circa 100 euro già oggi si trovano pacchetti Office Home&Student che durano "a vita", senza canoni annuali.Per pagare un canone, questo dovrebbe essere sui 40 euro massimo l'anno, in modo da arrivare a meno di 100 euro con la durata media di una release di Office (circa 2 anni?).
    • combobreake r scrive:
      Re: Caro?
      ocio, 99 euro sono per 5 pc...- Scritto da: Raven
      99 euro l'anno mi sembrano un po' troppi,
      soprattutto perché ho comprato una licenza
      Ultimate a 52 euro e che a circa 100 euro già
      oggi si trovano pacchetti Office Home&Student che
      durano "a vita", senza canoni
      annuali.
      Per pagare un canone, questo dovrebbe essere sui
      40 euro massimo l'anno, in modo da arrivare a
      meno di 100 euro con la durata media di una
      release di Office (circa 2
      anni?).
      • Raven scrive:
        Re: Caro?
        - Scritto da: combobreake r
        ocio, 99 euro sono per 5 pc...Vero... ma prima bisogna essere in 5 in casa... poi bisogna pure averli questi 5 pc...
    • bradipao scrive:
      Re: Caro?
      - Scritto da: Raven
      99 euro l'anno mi sembrano un po' troppi,
      soprattutto perché ho comprato una licenza
      Ultimate a 52 euro e che a circa 100 euro già
      oggi si trovano pacchetti Office Home&Student che
      durano "a vita", senza canoni
      annuali.
      Per pagare un canone, questo dovrebbe essere sui
      40 euro massimo l'anno, in modo da arrivare a
      meno di 100 euro con la durata media di una
      release di Office (circa 2
      anni?).farà la fine del dodo
    • crespi scrive:
      Re: Caro?
      - Scritto da: Raven
      99 euro l'anno mi sembrano un po' troppi,
      soprattutto perché ho comprato una licenza
      Ultimate a 52 euro e che a circa 100 euro già
      oggi si trovano pacchetti Office Home&Student che
      durano "a vita", senza canoni
      annuali.
      Per pagare un canone, questo dovrebbe essere sui
      40 euro massimo l'anno, in modo da arrivare a
      meno di 100 euro con la durata media di una
      release di Office (circa 2
      anni?).100 euro l'anno per 5 dispositivi ed avere l'office sempre aggiornato (più 20gb di spaziosu sky drive) sono una ottima offerta per le piccole aziende.Pure troppo, forse ho capito male. Infatti. Se si potesse addirittura estendere di 5 in 5 sarebbe veramente ottimo, 20 euro l'anno a postazione... no dai, ci sarà uno sbaglioQualcuno mi dice se ho capito male???
      • crespi scrive:
        Re: Caro?


        100 euro l'anno per 5 dispositivi ed avere
        l'office sempre aggiornato (più 20gb di spaziosu
        sky drive) sono una ottima offerta per le piccole
        aziende.
        Pure troppo, forse ho capito male. Infatti. Se si
        potesse addirittura estendere di 5 in 5 sarebbe
        veramente ottimo, 20 euro l'anno a postazione...
        no dai, ci sarà uno
        sbaglio

        Qualcuno mi dice se ho capito male???Ho capito male! E' per uso non commerciali. Ed allora che se lo tengano. Troppi soldi. Molti si abitueranno ad usare LibreOffice o OO e fine della storia.MS, vuoi continuare a fare business con Office? fatti i tuoi conti e poi mettilo al prezzo più basso possibile!! Se costa poco se lo prendono tutti, privati ed aziende, ma se inizi a paerdere terreno nei confronti di altri prodotti non è più finita, dopo è difficile recuperare.
        • devil64 scrive:
          Re: Caro?
          - Scritto da: crespi



          100 euro l'anno per 5 dispositivi ed avere

          l'office sempre aggiornato (più 20gb di
          spaziosu

          sky drive) sono una ottima offerta per le
          piccole

          aziende.

          Pure troppo, forse ho capito male. Infatti.
          Se
          si

          potesse addirittura estendere di 5 in 5
          sarebbe

          veramente ottimo, 20 euro l'anno a
          postazione...

          no dai, ci sarà uno

          sbaglio



          Qualcuno mi dice se ho capito male???

          Ho capito male! E' per uso non commerciali. Ed
          allora che se lo tengano. Troppi soldi.

          Molti si abitueranno ad usare LibreOffice o OO e
          fine della
          storia.

          MS, vuoi continuare a fare business con Office?
          fatti i tuoi conti e poi mettilo al prezzo più
          basso possibile!! Se costa poco se lo prendono
          tutti, privati ed aziende, ma se inizi a paerdere
          terreno nei confronti di altri prodotti non è più
          finita, dopo è difficile
          recuperare.Molto più in fretta di quanto tu possa immaginare.Due utenti diversi: ad uno gli installo in dua boot Win64 e Ubuntu 12.04 e all'altra le installo su Win7 Office 2010 e Libre Office. Bene, il primo usa SOLO Ubuntu, l'altra ha disinstallato Office perché preferisce Libre Office. Ma l'Office lo ha acquistato!!! MS la vedo dura se le persone iniziano a trovare di meglio a meno....
    • thebecker scrive:
      Re: Caro?
      - Scritto da: Raven
      99 euro l'anno mi sembrano un po' troppi,
      soprattutto perché ho comprato una licenza
      Ultimate a 52 euro e che a circa 100 euro già
      oggi si trovano pacchetti Office Home&Student che
      durano "a vita", senza canoni
      annuali.
      Per pagare un canone, questo dovrebbe essere sui
      40 euro massimo l'anno, in modo da arrivare a
      meno di 100 euro con la durata media di una
      release di Office (circa 2
      anni?).Io non ho problemi di costi. Libre Office 0 per sempre! ;)
      • Raven scrive:
        Re: Caro?

        Io non ho problemi di costi. Libre Office 0 per
        sempre!
        ;)Permettimi di dirti che Libre Office alias Open Office non è minimamente all'altezza di tanti altri programmi a pagamento.Prova Mellel, prova Nisus, Scrivaner, Numbers e tanti altri programmi che non cercano di essere la fotocopia mal riuscita di MS Office e poi ne riparliamo.Poi, ovviamente, dipende tutto da cosa devi farci, ma anche per casa, io ho preferito sganciare i 52 euro ed avere Office originale (su PC), più altri soldi per avere Mellel e Numbers su Mac.Per chi davvero non ha nulla da fare, bastano WordPad, TextEdit e simili, senza installare un pacchetto pesante come LO o OOo.
        • paprika scrive:
          Re: Caro?
          - Scritto da: Raven

          Io non ho problemi di costi. Libre Office 0
          per

          sempre!

          ;)
          Permettimi di dirti che Libre Office alias Open
          Office "Alias OpenOffice" una XXXX.
        • panda rossa scrive:
          Re: Caro?
          - Scritto da: Raven

          Io non ho problemi di costi. Libre Office 0
          per

          sempre!

          ;)
          Permettimi di dirti che Libre Office alias Open
          Office non è minimamente all'altezza di tanti
          altri programmi a
          pagamento.No. Non ti permettiamo.Libre Office ha due qualita' che M$ manco si sogna.1) E' libero.2) E' gratis!
          • nome e cognome scrive:
            Re: Caro?

            No. Non ti permettiamo.
            Libre Office ha <s
            due </s
            tre qualita' che M$ manco si
            sogna.
            1) E' libero.
            2) E' gratis!3) Fa schifo.
          • panda rossa scrive:
            Re: Caro?
            - Scritto da: nome e cognome

            No. Non ti permettiamo.

            Libre Office ha <s
            due </s

            tre qualita' che M$ manco
            si

            sogna.

            1) E' libero.

            2) E' gratis!
            3) Fa schifo a quelli che non hanno cervello o non lo sanno
            usare (il cervello).Hai ragione.
          • The Tech Guy scrive:
            Re: Caro?
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: nome e cognome


            No. Non ti permettiamo.


            Libre Office ha <s
            due
            </s



            tre qualita' che M$ manco

            si


            sogna.


            1) E' libero.


            2) E' gratis!

            3) Fa schifo a quelli che non hanno cervello
            o non lo sanno


            usare (il cervello).

            Hai ragione.I problemi sono come funziona, la sua pesantezza, il suo formato, la sua non completa compatibilità con gli standard di fatto.OpenOffice e LibreOffice vanno bene per piccole realtà con pretese minime.Ma per queste persone vanno più che bene gli strumenti presenti di default in qualsiasi OS.
          • panda rossa scrive:
            Re: Caro?
            - Scritto da: The Tech Guy
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: nome e cognome



            No. Non ti permettiamo.



            Libre Office ha <s
            due

            </s





            tre qualita' che M$ manco


            si



            sogna.



            1) E' libero.



            2) E' gratis!


            3) Fa schifo a quelli che non hanno
            cervello

            o non lo sanno




            usare (il cervello).



            Hai ragione.
            I problemi sono come funziona, Funziona come ci si aspetta.
            la sua pesantezza,La tua macchina.
            il suo formato, unico formato standard ISO
            la sua non completa compatibilità
            con gli standard di
            fatto.Gli standard li stabilisce ISO.Tutto il resto e' violazione degli standard ISO.
            OpenOffice e LibreOffice vanno bene per piccole
            realtà con pretese minime.http://www.computerworlduk.com/news/open-source/3400404/french-government-to-use-postgresql-and-libreoffice-in-free-software-adoption-push/
            Ma per queste persone vanno più che bene gli
            strumenti presenti di default in qualsiasi
            OS.Infatti LiBo e' presente di default in qualsiasi distro di OS non piastrellata.
          • The Tech Guy scrive:
            Re: Caro?


            I problemi sono come funziona,
            Funziona come ci si aspetta.No, funziona come funzionava Office 10 anni fa.Se poi sei rimasto a 10 anni fa, allora hai ragione: funziona come tu ti aspetti.

            la sua pesantezza,
            La tua macchina.Esatto, mia e tutte le altre non pompate per aprire un file excel.

            il suo formato,
            unico formato standard ISOC'è una differenza enorme fra standard di fatto e standard ipotetici.Accetta questa differenza.Se se l'unico al mondo ad usare uno standard iso, quando gli altri usano tutti MS Office. Quello non standard sei tu.
            Gli standard li stabilisce ISO.
            Tutto il resto e' violazione degli standard ISO.Vedi sopra. Il mondo reale è diverso.
            Infatti LiBo e' presente di default in qualsiasi
            distro di OS non
            piastrellata.Cioè in qualche zerovirgola dei computer esistenti al mondo.
          • panda rossa scrive:
            Re: Caro?
            - Scritto da: The Tech Guy


            I problemi sono come funziona,

            Funziona come ci si aspetta.
            No, funziona come funzionava Office 10 anni fa.E come funzionava office 10 anni fa?Esattamente come ora, solo che non c'erano le piastrelle.
            Se poi sei rimasto a 10 anni fa, allora hai
            ragione: funziona come tu ti
            aspetti.Spiegaci tu che cosa riesci a fare adesso che non riuscivi a fare 10 anni fa con office!


            la sua pesantezza,

            La tua macchina.
            Esatto, mia e tutte le altre non pompate per
            aprire un file excel.Le mie macchine sono tutt'altro che pompate, e non ho mai avuto problemi ad aprire un foglio elettronico.


            il suo formato,

            unico formato standard ISO
            C'è una differenza enorme fra standard di fatto e
            standard ipotetici.
            Accetta questa differenza.Io la accetto. Sei tu che insisti a voler far passare come standard qualcosa di proprietario, chiuso, non documentato e non interoperabile col resto dell'universo.
            Se se l'unico al mondo ad usare uno standard iso,
            quando gli altri usano tutti MS Office. Quello
            non standard sei tu.Tranquillo: tra tre anni al massimo terminerai l'asilo, e ti renderai conto che coi capricci non si ottiene nulla nel mondo reale.Goditi l'infanzia di fiabe e illusioni finche' puoi.

            Gli standard li stabilisce ISO.

            Tutto il resto e' violazione degli standard
            ISO.
            Vedi sopra. Il mondo reale è diverso.E te ne renderai conto presto anche tu.

            Infatti LiBo e' presente di default in
            qualsiasi

            distro di OS non

            piastrellata.
            Cioè in qualche zerovirgola dei computer
            esistenti al
            mondo.Lo avevamo capito che la tua conoscenza del mondo coincide con quella della tua cameretta.Non serve ribadirlo ad ogni occasione.
          • The Tech Guy scrive:
            Re: Caro?

            Spiegaci tu che cosa riesci a fare adesso che non
            riuscivi a fare 10 anni fa con
            office!L'interfaccia è migliorata parecchio negli ultimi 10 anni.Non vederlo è da ciechi.
            Le mie macchine sono tutt'altro che pompate, e
            non ho mai avuto problemi ad aprire un foglio
            elettronico.Uno?Io ne devo tenere aperti una decina tutti insieme, con altri 10-20 che fanno da input.Come dicevo, hai esigenze minimali.
            Sei tu che insisti a voler far passare come
            standard qualcosa di proprietarioStandard di fatto: fattene una ragione.Che sia proprietario, chiuso o a pagamento, non cambia di una virgola il fatto che sia uno standard di fatto utilizzato e utilizzabile da chiunque, con tanto di lettori gratuiti.
            Tranquillo: tra tre anni al massimo terminerai
            l'asilo, e ti renderai conto che coi capricci non
            si ottiene nulla nel mondo
            reale.LOL.Nel mondo reale, si richiede Microsoft Office, possibilmente versione 2007 o 2010.
            Lo avevamo capito che la tua conoscenza del mondo
            coincide con quella della tua
            cameretta.
            Non serve ribadirlo ad ogni occasione.LOL^2.
          • panda rossa scrive:
            Re: Caro?
            - Scritto da: The Tech Guy

            Spiegaci tu che cosa riesci a fare adesso
            che
            non

            riuscivi a fare 10 anni fa con

            office!
            L'interfaccia è migliorata parecchio negli ultimi
            10
            anni.
            Non vederlo è da ciechi.Ribbon e piastrelle?(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)

            Le mie macchine sono tutt'altro che pompate,
            e

            non ho mai avuto problemi ad aprire un foglio

            elettronico.
            Uno?
            Io ne devo tenere aperti una decina tutti
            insieme, con altri 10-20 che fanno da
            input.
            Come dicevo, hai esigenze minimali.Come dicevo, utilizzi male il tuo sistema.Tieni dieci-venti fogli aperti e magari travasi i dati dall'uno all'altro A MANO!Come si conviene ad ogni utonto clicca clicca che non ha alcuna consapevolezza del prodotto che usa.Io elaboro migliaia di files, di milioni di righe mentre sono alla macchinetta a sorseggiarmi il caffe', o sul forum di PI a cazzeggiare.E adesso dimmi chi e' il fesso tra me e te.

            Sei tu che insisti a voler far passare come

            standard qualcosa di proprietario
            Standard di fatto: fattene una ragione.
            Che sia proprietario, chiuso o a pagamento, non
            cambia di una virgola il fatto che sia uno
            standard di fatto utilizzato e utilizzabile da
            chiunque, con tanto di lettori gratuiti.Il lettore gratuito e' una presa in giro.Se devi distribuire il tuo documento in sola lettura, lo converti in pdf.Tu ti sei chiuso volutamente in una gabbia e hai la pretesa che anche gli altri entrino in gabbia per comunicare con te.Stai fresco!

            Tranquillo: tra tre anni al massimo
            terminerai

            l'asilo, e ti renderai conto che coi
            capricci
            non

            si ottiene nulla nel mondo

            reale.
            LOL.
            Nel mondo reale, si richiede Microsoft Office,
            possibilmente versione 2007 o 2010.Nel mondo reale si richiedono dati, ed elaborazioni di dati.Il come si faccia non e' un problema.Contano i risultati.

            Lo avevamo capito che la tua conoscenza del
            mondo

            coincide con quella della tua

            cameretta.

            Non serve ribadirlo ad ogni occasione.
            LOL^2.
          • nome e cognome scrive:
            Re: Caro?

            E adesso dimmi chi e' il fesso tra me e te.Dipende quanto prende lui per spostare fogli excel e tu per cazzeggiare. Ma il tuo problema è che tu sei sicuramente percepito come inutile.
          • panda rossa scrive:
            Re: Caro?
            - Scritto da: nome e cognome

            E adesso dimmi chi e' il fesso tra me e te.

            Dipende quanto prende lui per spostare fogli
            excel e tu per cazzeggiare. Ma il tuo problema è
            che tu sei sicuramente percepito come
            inutile.Non da chi mi paga.E questa e' l'unica cosa che conta.
          • Commodore64 scrive:
            Re: Caro?
            - Scritto da: The Tech Guy
            No, funziona come funzionava Office 10 anni fa.
            Se poi sei rimasto a 10 anni fa, allora hai
            ragione: funziona come tu ti
            aspetti.Guarda che l'Office di 10 anni fa funzionava a meraviglia...Oddio, spero di non averti dato una notizia sconvolgente. Non era mia intenzione.
          • nome e cognome scrive:
            Re: Caro?

            unico formato standard ISOLOL allora sei a posto, il formato in cui libreshit salva (ODF 1.2) non è ISO... stanno ancora aspettando.
      • devil64 scrive:
        Re: Caro?
        - Scritto da: thebecker
        - Scritto da: Raven

        99 euro l'anno mi sembrano un po' troppi,

        soprattutto perché ho comprato una licenza

        Ultimate a 52 euro e che a circa 100 euro già

        oggi si trovano pacchetti Office
        Home&Student
        che

        durano "a vita", senza canoni

        annuali.

        Per pagare un canone, questo dovrebbe essere
        sui

        40 euro massimo l'anno, in modo da arrivare a

        meno di 100 euro con la durata media di una

        release di Office (circa 2

        anni?).

        Io non ho problemi di costi. Libre Office 0 per
        sempre!
        ;)Non direi, le persone che hanno un briciolo di cervello FANNO UNA DONAZIONE!!!Io nel 2012 ho donato 50eu a Wikipedia e 50eu a LibreOffice.Certo che sono gratuiti come dici tu, ma mettere mano al portafoglio li aiuta.Saluti
  • panda rossa scrive:
    office a piastelle
    Sono proprio curioso di vedere come si fa una tabella pivot con le ditate sullo schermo.
    • Raven scrive:
      Re: office a piastelle
      - Scritto da: panda rossa
      Sono proprio curioso di vedere come si fa una
      tabella pivot con le ditate sullo
      schermo.Office è in parte già pronto per il touch.I ribbon sono nati in questa prospettiva: pulsantoni in vece degli anacronistici menu.Di fatto il ribbon è un menu a icone touch, anziché a parole.Per il resto non credo che Office si modificherà ancora di molto a breve.
      • panda rossa scrive:
        Re: office a piastelle
        - Scritto da: Raven
        - Scritto da: panda rossa

        Sono proprio curioso di vedere come si fa una

        tabella pivot con le ditate sullo

        schermo.
        Office è in parte già pronto per il touch.
        I ribbon sono nati in questa prospettiva:
        pulsantoni in vece degli anacronistici
        menu.
        Di fatto il ribbon è un menu a icone touch,
        anziché a
        parole.Benissimo.Peccato che in una normale sessione di utilizzo, l'uso dei menu e dei ribbon e' meno del 5% e il restante tempo lo si usa per immettere o elaborare i dati.Vale anche per il word proXXXXXr, dove addirittura il tempo di utilizzo dell'interfaccia scende all'1%.Voglio vederlo qualcuno scrivere un documento di analisi con word con il touch screen.
        Per il resto non credo che Office si modificherà
        ancora di molto a breve.Io ho smesso di averci a che fare da anni.Il problema non me lo pongo proprio.
        • Raven scrive:
          Re: office a piastelle
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: Raven

          - Scritto da: panda rossa


          Sono proprio curioso di vedere come si
          fa
          una


          tabella pivot con le ditate sullo


          schermo.

          Office è in parte già pronto per il touch.

          I ribbon sono nati in questa prospettiva:

          pulsantoni in vece degli anacronistici

          menu.

          Di fatto il ribbon è un menu a icone touch,

          anziché a

          parole.

          Benissimo.
          Peccato che in una normale sessione di utilizzo,
          l'uso dei menu e dei ribbon e' meno del 5% e il
          restante tempo lo si usa per immettere o
          elaborare i dati.Questo dipende da che programma usi (Office ne ha diversi) e da cosa ci devi fare.
          Vale anche per il word proXXXXXr, dove
          addirittura il tempo di utilizzo dell'interfaccia
          scende all'1%.Anche qui, dipende da cosa devi fare.
          Voglio vederlo qualcuno scrivere un documento di
          analisi con word con il touch
          screen.Si scrive.Ma mi pare che tu sia un po' troppo inquadrato.Usa un minimo di flessibilità intellettuale.Non ha mai detto nessuno che tu debba usare esclusivamente l'interfaccia touch.Il touch è un'aggiunta. In alcuni casi è ottima, in altri no.Nessuno ti dice di toccare obbligatoriamente lo schermo col ditino, in alcuni casi lo farai con il mouse, in altri con la tastiera, in altri ancora con il pennino.Microsoft sta cercando (con risultati alterni) di creare un'interfaccia gestibile con più di uno strumento.A seconda della situazione, potrai usare ciò che ti sarà più comodo.Tablet con/senza tastiera fisica, computer con tastiera/mouse e così via.Apple sta, al momento, facendo il contrario, con 2 interfacce diverse per Mac e iPad, anche se alcune funzioni stanno migrando dall'una all'altra piattaforma e viceversa.
          Io ho smesso di averci a che fare da anni.
          Il problema non me lo pongo proprio.Io invece sto via via passando da Excel 2003 ad Excel 2010 e, tolti i problemi di memoria maggiore richiesta, mi sto trovando molto bene.
          • ruppolo scrive:
            Re: office a piastelle
            - Scritto da: Raven
            Microsoft sta cercando (con risultati alterni) di
            creare un'interfaccia gestibile con più di uno
            strumento.
            A seconda della situazione, potrai usare ciò che
            ti sarà più
            comodo.
            Tablet con/senza tastiera fisica, computer con
            tastiera/mouse e così
            via.È questo il problema, Microsoft pretenderebbe di far usare agli utenti la stessa applicazione con sistemi di input diversi.
            Apple sta, al momento, facendo il contrario, con
            2 interfacce diverse per Mac e iPad, anche se
            alcune funzioni stanno migrando dall'una
            all'altra piattaforma e
            viceversa.Addirittura 3 interfacce diverse, in quanto quella per iPhone/iPod touch è diversa da quella per iPad. Ognuna è progettata per il dispositivo su cui girerà.
          • tucumcari scrive:
            Re: office a piastelle
            - Scritto da: ruppolo
            Addirittura 3 interfacce diverse, in quanto
            quella per iPhone/iPod touch è diversa da quella
            per iPad. Ognuna è progettata per il dispositivo
            su cui
            girerà.(rotfl)è vero me lo ha detto biancaneve e i 7 nani facevano si con la testa!
    • dalek scrive:
      Re: office a piastelle
      e usare access senza mouse?
      • para vento scrive:
        Re: office a piastelle
        - Scritto da: dalek
        e usare access senza mouse?per usare access, con o senza mouse, bisogna averci problemi molto molto seri...
        • thebecker scrive:
          Re: office a piastelle
          - Scritto da: para vento
          - Scritto da: dalek

          e usare access senza mouse?

          per usare access, con o senza mouse, bisogna
          averci problemi molto molto
          seri...in effeti, bloccare i propri dati in un formato chiuso con i vari sistemi di database open che esistono e proprio da utonti!!
    • ruppolo scrive:
      Re: office a piastelle
      - Scritto da: panda rossa
      Sono proprio curioso di vedere come si fa una
      tabella pivot con le ditate sullo
      schermo.Ormai appartieni al passato.
      • attonito scrive:
        Re: office a piastelle
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: panda rossa

        Sono proprio curioso di vedere come si fa una

        tabella pivot con le ditate sullo

        schermo.

        Ormai appartieni al passato.(Scusa panda, posso dirglielo io? grazie.)MA XXXXXXXXXXXX, XXXXX! E adesso fai a piangere da annuziata, su!
      • panda rossa scrive:
        Re: office a piastelle
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: panda rossa

        Sono proprio curioso di vedere come si fa una

        tabella pivot con le ditate sullo

        schermo.

        Ormai appartieni al passato.Apple ha forse deciso che, siccome tu NON SEI CAPACE di realizzare una tabella pivot, e' obsoleta?Ecco perche' gli iDevices saranno sempre cosi per giocare ad angry birds, e in ambito lavorativo si continueranno ad usare i PC!
Chiudi i commenti