Viva la collaborazione open source

Le autorità al di là e al di qua dell'Atlantico pensano a sfruttare massicciamente l'approccio open allo sviluppo e al miglioramento delle infrastrutture software. Grazie al contributo dei cittadini

Con Change.gov Barack Obama ha dato il via a una tendenza , che si sta diffondendo a macchia d’olio nelle istituzioni dei paesi di cultura anglosassone. Directgov , il super-portale britannico aperto al contributo dei cittadini, ha ad esempio dato il via a un’iniziativa di condivisione di idee e soluzioni di sviluppo per migliorare il portale in pieno spirito di collaborazione open .

Si tratta di un progetto volto a mettere mano alle fondamenta di un sito visitato mensilmente da più di 11 milioni di persone, ed è per questo che se la Internet di Barack Obama (prima con Change.gov e ora attraverso il portale della Casa Bianca Whitehouse.gov) si dice aperta al contributo di chiunque indipendentemente dalle competenze e dalla specializzazione, Directgov è più specificatamente interessata a chiamare a raccolta gli sviluppatori software più capaci .

Obama si dice promotore di una Internet aperta e che sia una possibilità di sviluppo e informazione per tutti? Le istituzioni d’oltremanica vanno oltre e decidono di essere più specifiche, con iniziative mirate a obiettivi precisi. Dagli States risponde il Dipartimento della Difesa, che si inventa una copia carbone di SourceForge.net per farne l’archivio di software open source sviluppato (prima di tutto) da personale interno.

Il portale si chiama Forge.mil , e al momento pare non raggiungibile, ma è noto per essere stato realizzato partendo dalla stessa infrastruttura su cui gira SourceForge, a cui i militari hanno aggiunto quelle componenti necessarie a far sì che esso fosse in linea con le necessità e gli standard del DoD. Tra questi standard c’è ad esempio la possibilità di usare le smartcard per autorizzare l’accesso a certe parti del sistema.

Il primo obiettivo di Forge.mil appare quello di avere il controllo sul codice open in via di sviluppo : i progetti sono visionabili anche dall’esterno, ma per modificare il codice o contribuire di proprio pugno è necessario avere le autorizzazioni utili a passare i controlli di cui sopra. Quel che non è ancora chiaro è a chi bisognerebbe eventualmente rivolgersi per ottenerle, queste autorizzazioni.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • giodeguon scrive:
    banda larga
    Il fatto che ci sia la possibilità di diffondere contenuti televisivi via internet la dice lunga su come saranno impossibili investimenti di questo tipo in Italia: perché mai sua Emittenza e codazzo finto oppositivo dovrebbero rinunciare alla programmazione schifosa da repubblica delle banane aprendo una nuova frontiera?
    • XYZ scrive:
      Re: banda larga
      - Scritto da: giodeguon
      Il fatto che ci sia la possibilità di diffondere
      contenuti televisivi via internet la dice lunga
      su come saranno impossibili investimenti di
      questo tipo in Italia: perché mai sua Emittenza e
      codazzo finto oppositivo dovrebbero rinunciare
      alla programmazione schifosa da repubblica delle
      banane aprendo una nuova
      frontiera?Senza contare la condizione di privilegiato economico in cui versa il concetto di "telco" all'italiana. Far pagare il prezzo pieno offrendo un 10% circa del minimo sindacale a cui si è chiamati, appaltando e subappaltando lavori che si prolungheranno nei "secoli dei secoli" e adottando una politica di assistenza al cliente che fà concorrenza ad un addetto alle pubbliche relazioni dell'NSA..E senza contare anche i 2 grandi mostri televisivi italiani, che innovano sè stessi non migliorandosi, ma distruggendo il resto, e rimanendo staticamente avviluppati al portafogli di imprese e cittadini tramite cavilli legali che farebbero ridere anche un famoso "doganiere"...."Chi Siete?Dove Andate?Cosa Portate?...1 Fiorino!"Davvero gente... Non ci resta che piangere!
  • Alessandrox scrive:
    ALOHAnet !
    E come potevano stare a guardare alle Hawaii la cui universita' e' stata tra i pionieri dello sviluppo dei protocolli di rete?http://it.wikipedia.org/wiki/ALOHAnetFIGO! I PC che si salutano in Hawaiiano...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 03 febbraio 2009 10.11-----------------------------------------------------------
  • 5Lire scrive:
    Non criticate....inutilmente..
    la rete è un proXXXXX a catena....state pur certi che tra qualche anno anche qui in italia faremo passi in avanti per quel che riguarda la banda...chiaramente c'è il criticone di turno....bla bla bla....vi ricordate nel 2005 che connessione media avevamo noi italiani? la 640kb; ora siamo in media sulla 7mb...eh già non è abbastanza, non posso scaricare il video/musica (film di turno o album musicale) in 5 secondi ma devo attenderne 15 (che tragedia esistenziale!!!)ma per favore almeno non parlate a vanvera...oggi con la rete faccio cose che nell'anno 2000 nemmeno potevo immaginare e chissà di quali nuove applicazioni potremo usufruire solo attraverso l'utilizzo della rete..A me sinceramente sta bene così...sono più che soddisfatto dello stato attuale delle cose, per quel che concerne la rete (su altri argomenti avrei seri dubbi e tanto da argomentare e, perchè no, criticare :D )
    • Deluso scrive:
      Re: Non criticate....inutilmente..
      No ADSL, no UMTS, modem 56k che va a 48.No, non sono in mezzo ai monti, ma a 10 km da Forlì.
      • NOADSLAHIAH IAHIAHI scrive:
        Re: Non criticate....inutilmente..
        - Scritto da: Deluso
        No ADSL, no UMTS, modem 56k che va a 48.

        No, non sono in mezzo ai monti, ma a 10 km da
        Forlì.Io fino a novembre dell'anno scorso versavo nella tua stessa situazione.. e abito a 5km in linea d'aria da perugia!
    • Nicolaus scrive:
      Re: Non criticate....inutilmente..
      si ma guarda che 640kb e 2 , 4 , 7Mb non sono effettivi... non erano effettivi ne con 640kb ne ora con i 7Mb..
      • iole scrive:
        Re: Non criticate....inutilmente..
        incredibile ma vero a me va 7mega effettivi in provincia di pisa
        • Nicolaus scrive:
          Re: Non criticate....inutilmente..
          Intanto fai il test quì prima di tutto:http://www.speedtest.net/it/Un conto è guardare cosa c'è scritto sui computerini in basso a destra che compaiono nella tua barra di windows un conto è guardare l'effettiva connessione effettuando il test. Poi semmai mi dirai, inviando il tuo link che ti forniranno dopo aver fatto la connessione.Io con l'adsl di tele2 (comprata da vodafone) a 2Mb (2 Mb perchè mi hanno dovuto abbassare la banda perchè altrimenti non potevo ricevere le telefonate voip, perchè a dir loro l'adsl occupava la banda del voip che diveniva instabile e quindi funzionava a scatti e poi cadeva, è già qui evidenzio la pessima infrastruttura) questi sono i risultati: http://www.speedtest.net/result/403505131.pngora posta i tuoi, fatico credere che ci sia scritto: 7000 da te.
      • Lanf scrive:
        Re: Non criticate....inutilmente..
        Vicino a Bologna, Alice 7Mbit, scaricati ennemila megabyte da Atari a 850Kbyte/sec fissi.Lanf
    • Nunnepoz scrive:
      Re: Non criticate....inutilmente..
      Se a te è indifferente avere ora servizi che i cittadini di altre nazioni hanno già da 10 anni, a qualcuno potrebbe non piacere. N'es pas?
      • 5Lire scrive:
        Re: Non criticate....inutilmente..
        allora dimmi a cosa serve professionalmente parlando una linea a 500 mega, se non a scaricare anche senza avere il tempo di usufruire di quel che si possiede? e cmq sia in italia siamo un pò restii alle novità ed all'alta tecnologia soprattutto, per non parlare della mancata alfabetizzazione tecnologica.Mancano le infrastrutture per usufruire di certe tecnologie all'avanguardia (vedi quelli di sopra che dicono di non avere l'adsl stando a qualche km dalle città). Mancando le infrastrutture i costi diventano esorbitanti..a conti fatti le società non investono ed attendono che i politicanti diano aiuti economico/finanziari.E cmq non si trattano di digital divide di intervalli di 10 anni...ma parliamo al massimo di 2 o 3 anni...il prossimo passo dell'adsl italiana è 20 mega (dai 7 in media attuali, ah no scusate i quasi 7 miracolosi come alcuni dicono che hanno la connessione che va a 6,5 mega invece che 7, e giù con le lamentele, senza capire che alla base ci possono essere migliaia di motivi per cui c'è ogni tanto quel 0,5 mega in meno, congestione, lontananza dal provider, ecc ecc).
        • Digital Diviso scrive:
          Re: Non criticate....inutilmente..
          Tu non vivi in Italia,vero?Apri gli occhi,apri gli occhi.
        • Nicolaus scrive:
          Re: Non criticate....inutilmente..
          al paese affianco al mio hanno detto che L'adsl non arriverà mai perchè non è zona produttiva. Quando avremo i 20 Mb lo stesso paese avrà ancora il 56k... ma il bello è che filtrano anche la connessione, cosa ne faremo di 20 Mb sulle stesse infrastrutture dello 0,640 Mb per scaricare la posta?? bho...
  • vday scrive:
    Invece in Itaglia........
    Grazie a mr. bellicapelli ABBIAMO IL DIGGITALE TERRESTRE che non SERVE AD UNA MAZZA e per cui sono stati BUTTATI VIA DEI CONTRIBUENTI!!!!!Poi si lamentano che l'itaglia E' INDIETRO CON LO SVILUPPO!!!Di questo passo finiremo DIETRO ALLO ZIMBABWE!!!! :@ :(
  • spa scrive:
    i nuovi rumeni
    prevedo che la situazione rimarrà invariata per almeno 10 anni facendo degradare ancora di più l'italia rispetto agli altri paesi, ma del resto gli italiani sono già ORA considerati i "terroni" d'Europa, basta vedere quello che sta succedendo in UK contro di noi per capire il sentimento che tira.L'importante di questi tempi è avercelo duro, come dice Bossi, pensare al milan e alla fga, il resto tanto sono e saranno sempre chiacchere.
  • Michele scrive:
    Noi andiamo avanti con i segnali di fumo
    E' impressionante!! noi siamo ordini di grandezza indietro :( spesso da noi anche con l'adsl non si riesce a vedere manco un video da youtube in streaming... che tristezza...
    • vday scrive:
      Re: Noi andiamo avanti con i segnali di fumo
      - Scritto da: Michele
      E' impressionante!! noi siamo ordini di grandezza
      indietro :( spesso da noi anche con l'adsl non si
      riesce a vedere manco un video da youtube in
      streaming... che
      tristezza...Fosse almeno fumo...... BONO!!!! ;)
      • 5Lire scrive:
        Re: Noi andiamo avanti con i segnali di fumo
        già...almeno in quello siamo avanti, troppo avanti!! :P
        • XYZ scrive:
          Re: Noi andiamo avanti con i segnali di fumo
          - Scritto da: 5Lire
          già...almeno in quello siamo avanti, troppo
          avanti!!
          :PEmbè? Andiamone fieri no? :)
    • Surak 2.0 scrive:
      Re: Noi andiamo avanti con i segnali di fumo
      "Noi" abbiamo cittadine (sì, comprese Roma o Milano) quindi ogni metro di fibra ottica là, serve 100 persone mentre qui una e quindi il servizio costa di più e lo rinnovano meno.Oltre ad essere meno appetibile per la concorrenza. Certo...c'è anche molta incapacità imprenditoriale italianaed anche furberia, ma la logica economica e del progresso ci mette in una situazione sfavorevole da quel punto di vista e spiega il perchè anche gli Usa non sono messi poi così bene (hanno urbanistica "spanta")
Chiudi i commenti