Vodafone, crescono ricavi e clienti su rete fissa

Vodafone va in controtendenza: nei mesi del lockdown il mondo delle telco ha perso ricavi, mentre Vodafone ha accelerato e acquisito nuovi uitenti.
Vodafone va in controtendenza: nei mesi del lockdown il mondo delle telco ha perso ricavi, mentre Vodafone ha accelerato e acquisito nuovi uitenti.

Il lockdown di inizio anno ha avuto un profondissimo impatto sulla dieta digitale delle famiglie italiane ed ha avuto pesanti contraccolpi tanto a livello di traffico dati, quanto in termini di remunerazione delle telco. Secondo i dati AGCOM, infatti, l’impennata del traffico dati ha avuto per contro un risvolto pesante in termini di conto economico delle telco, ma non sembra essere questo il caso di Vodafone: il gruppo, anzi, mette a segno un ottimo risultato sia in quanto ad abbonamenti aggiuntivi che in quanto a ricavi, arrivando a superare quota 3 milioni di utenti su rete fissa.

Il settore delle telecomunicazioni ha registrato nei primi tre mesi del 2020 una flessione dei ricavi pari al 5,8% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente e questo anche a fronte di un forte aumento del traffico dati giornaliero dovuto principalmente al più intenso utilizzo di contenuti video in streaming

Rapporto AGCOM

Traffico su rete fissa: l’impatto del lockdown

Per Vodafone trattasi di un andamento in controtendenza nel momento di maggior pressione per la Rete italiana, dunque, consolidando la presenza del gruppo in Italia tanto sul fronte fisso quanto su quello mobile. Complessivamente nel secondo trimestre 2020 Vodafone ha messo a segno un aumento del 4,1% nei ricavi ed ha attivato ben 139 mila nuove linee. Il gruppo ha pertanto saputo attirare l’utenza che si è trovata nella necessità di un miglior servizio di Rete, qualsivoglia fosse la pulsione a fronte di tale necessità: smart working, remote learning o semplice intrattenimento, in ogni caso sulla base di una famelica necessità di banda. A fronte di questo successo, il gruppo ha altresì saputo gestire un aumento del 40% nel traffico dati consumato rispetto al trimestre precedente, un’impennata senza precedenti legata alle nuove abitudini consolidatesi in tempo di isolamento sociale.

Sulla base dei dati AGCOM, ogni giorno su ogni singola rete fissa si sono consumati in media quasi 6GB di dati, mentre nello stesso periodo di un anno prima (l’aumento tra gennaio e maggio 2020 rispetto al 2019, invece, è stato pari al 48,8%). Questi numeri sono frutto di quanto accaduto: l’aumento improvviso degli streaming video in ogni fascia oraria, nonché il moltiplicarsi delle videochiamate, ha avuto come conseguenza un parallelo aumento del traffico tanto in download quanto in upload, con predominanza del primo.

La fibra Vodafone raggiunge oggi 23,7 milioni di clienti e 7,6 milioni di unità immobiliari su tutto il territorio nazionale, capillarità ed estensione a cui occorre aggiungere la copertura 4.5G in 400 città italiane, la copertura 4G in circa 7600 comuni e un piano per lo sviluppo della rete FWA già stilato su 2000 comuni non ancora raggiunti dalla fibra.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

01 08 2020
Link copiato negli appunti