W3C: HTML5 è standard. In beta

Annunciata la finalizzazione delle funzionalità che faranno parte del web di "nuova generazione". Tempo un altro paio d'anni e lo standard sarà standard per davvero. Poi verrà HTML5.1

Roma – Il World Wide Web Consortium (W3C) ha finalmente annunciato la conclusione dei lavori sulle specifiche di HTML5 e Canvas 2D, due elementi fondamentali per il web di “nuova generazione” e la proliferazione di “app web-based” promossa da Mozilla, Google e altri.

HTML5 è ora standard, almeno per quanto riguarda le funzionalità: lo sviluppo del linguaggio entra ora nella fase di rifinitura e limatura , ma le parti interessate potranno cominciare ad adottare la tecnologia potendo contare su un set di specifiche ben definite, interoperabili e durature.

Come già preventivato da qualche mese , poi, il W3C ha avviato i lavori sulla versione successiva di HTML, HTML 5.1: durante i due anni entro i quali HTML 5 dovrebbe diventare standard fatto e finito (2014), i membri del consorzio si daranno da fare sulle funzionalità da includere in una tecnologia che farà il suo debutto definitivo entro il 2016.

Sarà a tale proposito interessante seguire l’iter del tag “video” e del codec da usare per la fruizione dei contenuti multimediali senza plug-in esterni, una delle caratteristiche più dibattute di HTML5, che non a caso è stata archiviata in vista della futura release 5.1: al momento i due campi opposti di H.264 (Apple, Microsoft) e VP8/WebM (Google, Mozilla) non sembrano ancora pronti a raggiungere un punto d’incontro.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • panda rossa scrive:
    Il server può fare quello che vuole!
    A questi dinosauri incapaci non riesce ad entrare in testa un concetto banale.Ammesso che il server sia libero di fare quello che vuole, e' il client quello che decide se mandare o non mandare informazioni.Quindi la smettano di prendersela coi server e si occupino invece dei client e del neurone di quelli che lo utilizzano.Il client e' perfettamente in grado di accettare o rifiutare i cookies, e perfino di manipolarli. Puo' conservarli, puo' cancellarli, puo' fare tutto.Quindi chissenefrega di quello che fa il server. Lasciatelo fare!
  • Lorenzo scrive:
    Solita solfa
    Ma perche' si buttano sempre a capofitto a buttare pietre negli ingranaggi di cio' che funziona ? "Con le nuove regole europee - spiega l'Autorità - i cookie "tecnici" possono essere utilizzati anche senza consenso, ma rimane naturalmente fermo per i gestori dei siti l'obbligo di informare gli utenti della loro presenza in maniera il più possibile semplice, chiara e comprensibile."Cioe' se il mio sito ha una checkbox "ricordami" accanto al login mi pare chiaro che si ricorda alcuni dati dell'utente ... se all'utente non e' chiaro il significato di ricordami siamo nei guai ok metteremo un avviso : il bottone ricordami ( o ricorda login ) serve a udite udite ricordare i dati per fare il login ! Ora va bene che si possono usare i cookie per tracciare ma da qui a gridare aiuto al cookie al cookie ce ne passa , regolate l'uso dei cookie per tracciare e lasciate in pace quelli utili . Non dimentichiamo poi che il (generico) sito propone il coockie ma e' il browser ( e quindi l'utente ) che li accetta, chi non vuole usarli puo' benissimo disattivarli o ancora meglio disattivare quelli di terzi ,il problema non e' fare in modo che i siti aggiungano una pagina in piu' inutile ( su alcuni siti inglesi era gia' spuntata una finestrella con il segno di spunta "dichiaro che accetto i cookie " prima che all'ultimo minuto cambiassero la regola in i cookie hanno consenso implicito), ma fare in modo che chi entra in rete sappia cosa sta facendo .
  • Fai il login o Registrati scrive:
    ...
    Io non vedo il problema. Se non sbaglio i cookie si possono eliminare con i programmi di pulitura disco e si puo' anche evitare il tracciamento con certe estensioni browser (es. ghostery).
    • roccanaturale1 scrive:
      Re: ...
      - Scritto da: Fai il login o Registrati
      Io non vedo il problema. Se non sbaglio i cookie
      si possono eliminare con i programmi di pulitura
      disco e si puo' anche evitare il tracciamento con
      certe estensioni browser (es.
      ghostery).Quoto in pieno
  • Anonimo scrive:
    Vai con le XXXXXXXte
    Nel 2012 i cookie sono necessari per tutto, queste robe sono solo XXXXXXXte...
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Vai con le XXXXXXXte
      - Scritto da: Anonimo
      Nel 2012 i cookie sono necessari per tutto,I siti web fatti a modo funzionano bene anche senza cookie.
      • Anonimo scrive:
        Re: Vai con le XXXXXXXte
        Ah beh certo sicuramente... Non hai la minima idea di cosa stai parlando, è quello il problema.
      • Basta Basta pirateria scrive:
        Re: Vai con le XXXXXXXte
        - Scritto da: Nome e cognome
        - Scritto da: Anonimo

        Nel 2012 i cookie sono necessari per tutto,

        I siti web fatti a modo funzionano bene anche
        senza
        cookie.Soprattutto nella tua testa.Potrebbero certamente, questi burocrati del menga, occuparsi di cose piu' importanti. Basta vedere l'utilità della legge sulla privacy.
        • Fai il login o Registrati scrive:
          Re: Vai con le XXXXXXXte
          - Scritto da: Basta Basta pirateria
          Potrebbero certamente, questi burocrati del
          menga, occuparsi di cose piu' importanti. Basta
          vedere l'utilità della legge sulla
          privacy.Quindi per te la legge sulla privacy e' inutile? :|
      • Fulmy(nato) scrive:
        Re: Vai con le XXXXXXXte
        - Scritto da: Nome e cognome
        I siti web fatti a modo funzionano bene anche
        senza cookie.ora vado di sopra a spiegarlo a quelli del reparto sviluppo ;)
Chiudi i commenti