Warner Bros, film APPetitosi

Nuovo canale di offerta per i film della major: giungeranno via app ai dispositivi con la Mela

Roma – Warner Bros esordirà con un nuovo canale di distribuzione per i suoi film: le applicazione per dispositivi Apple. Si tratta di una via alternativa a iTunes (che però non verrà abbandonato): lo store ufficiale di Cupertino, d’altronde, in 23 dei 35 paesi in cui è attivo non offre film nel suo catalogo .

Il progetto della major esordirà con due blockbuster, entrambi del regista Cristopher Nolan: “Il Cavaliere Oscuro” e “Inception”.

L’app verrà messa in vendita gratuitamente e conterrà i primi cinque minuti del film e contenuti extra come curiosità, quiz, giochi e integrazione Facebook e Twitter. Se volesse continuare la visione, l’utente poi dovrà spendere negli Stati Uniti 10 dollari per il nuovo capitolo di Batman e 12 (due in più della versione senza extra di iTunes) per il film con Leornardo Di Caprio.

Nel resto dei paesi interessati i prezzi variano dagli 8 dollari chiesti per il Cavaliere Oscuro in alcuni paesi dell’Europa dell’Est ai 24 per vedere Inception in Nuova Zelanda.

Secondo i primi osservatori la qualità del video sembra alta (non HD ma comparabile, per esempio, a quella iTunes) e sono due le possibilità di fruizione: download o streaming.

Fra i mercati esclusi da iTunes e ora raggiunti vi sono Cina, Russia, Grecia, Ungheria, Portogallo e Repubblica Ceca . Il menù della app mostra 16 diverse lingue supportate e i sottotitoli per il film sono disponibili in 34 lingue differenti.

L’esordio in Russia e Cina coincide con l’ annuale rapporto “Special 301” dell’ International Intellectual Property Alliance che inserisce questi Paesi tra quelli che “non prevedono misure adeguate di protezione per la proprietà intellettuale”.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • frazma scrive:
    e negli altri stati?
    Ma se uno apre un sito russo, cinese o taiwanese poi può contraffare quello che gli pare, tanto a loro di quelle leggi non gliene frega una ceppa
  • ninjaverde scrive:
    ChiusiPerchè
    84mila sottodomini assolutamente privi di materiale pedoXXXXXgrafico.Chiusi perchè SFIGATI?! :s
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: ChiusiPerchè
      - Scritto da: ninjaverde
      84mila sottodomini assolutamente privi di
      materiale
      pedoXXXXXgrafico.
      Chiusi perchè SFIGATI?! :sE' un po' come se censurassero TUTTA altervista perché in UN sottodominio trovano un sito (o peggio una sola immagine) pedo...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 febbraio 2011 14.08-----------------------------------------------------------
      • ninjaverde scrive:
        Re: ChiusiPerchè
        Modificato dall' autore il 18 febbraio 2011 14.08
        --------------------------------------------------Le solite stupidate insomma..... :s
      • Sgabbio scrive:
        Re: ChiusiPerchè
        E sucXXXXX ad imageshack, che da una fantomatica immagine pedo, hanno osucrato l'intero server 5 del sito per l'italia, quando bastava contattare i gestori e segnalare....
    • ruppolo scrive:
      Re: ChiusiPerchè
      - Scritto da: ninjaverde
      84mila sottodomini assolutamente privi di
      materiale
      pedoXXXXXgrafico.
      Chiusi perchè SFIGATI?! :sOvvio, sono SOTTOdomini.
  • uno qualunque scrive:
    Afraid.org funziona
    un sito a caso trovato con googlehttp://vygotsky.afraid.org/a me funziona
  • spacevideo scrive:
    ora servono regole rigide
    per combattere tutto il marcio della rete ora servono regole rigide, poi in futuro si vedrà, ma adesso internet è uno strumento incontrollato, privo di libertà e pieno di illegalità.Basta con il buonismo, e la tolleranza, violi le regole, via dalla rete.
    • ullala scrive:
      Re: ora servono regole rigide
      - Scritto da: spacevideo
      per combattere tutto il marcio della rete ora
      servono regole rigide, poi in futuro si vedrà, ma
      adesso internet è uno strumento incontrollato,
      privo di libertà e pieno di
      illegalità.

      Basta con il buonismo, e la tolleranza, violi le
      regole, via dalla
      rete.Se invece di parlare a vanvera ti istruissi smetteresti di sparare XXXXXXcce a caso!Io i siti "sequestrati" li raggiungo benissimo e tu non sai neppure il perchè!E altrettanto può fare chiunque lo voglia.Mi spiace tanto per le tue "tirate" sul buonismo ma purtroppo per te (e per il DoJ non basta dire che che una cosa non ti piace perchè tutti accettino la tua idea di quel che piace o meno!Le chiacchere rimangono chiacchere e la rete non è fatta di chiacchere ma di persone che se vogliono fanno ANCHE chiacchere (magari a vanvera) come le tue, ma purtroppo per te c'è anche altro!
    • Sgabbio scrive:
      Re: ora servono regole rigide
      Sei cosi estremista che finisci di essere bollato come troll.
    • Punto scrive:
      Re: ora servono regole rigide
      Ecco il solito videotechino.Rassegnati siete destinati a scomparire come i dinosauri, è solo questione di tempo
    • Anon scrive:
      Re: ora servono regole rigide
      - Scritto da: spacevideo
      per combattere tutto il marcio della rete ora
      servono regole rigide, poi in futuro si vedrà, ma
      adesso internet è uno strumento incontrollato,
      privo di libertà e pieno di
      illegalità.

      Basta con il buonismo, e la tolleranza, violi le
      regole, via dalla
      rete.Peccato che il server "chiuso" non conteneva solo materiale illegale, anzi, molto non lo era.Pensa che bello, tutti quelli che offrono un servizio online di streaming come il tuo con i siti chiusi perché la polizia sommariamente pensa alla violazione di copyright (alla Dynit è sucXXXXX), o ancora peggio, perché qualcuno di cui non conosci l'identità ha commesso un qualche reato non ancora provato e decidono di bloccare tutto il server.La giustizia è diverso da questo, che altro non è che abuso di potere e giustizia sommaria.
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: ora servono regole rigide
      Come definisci "marcio della rete"? Perchè, per me, un sito marcio che andrebbe estirpato è videotecheforum.Inoltre, le "regole rigide" a chi servono? A te? E il resto del mondo cosa ci guadagnerebbe? Nulla! Quindi, perchè metterle?Senza tali regole, voi noleggiatori siete destinati a sparire; con regole più rigide, sopravvivereste... ma cosa offrireste in cambio, per giustificare le limitazioni che vorreste imporre agli altri? Nulla! Quindi, non c'è motivo di tutelarvi.
      • ninjaverde scrive:
        Re: ora servono regole rigide
        - Scritto da: uno qualsiasi
        Come definisci "marcio della rete"? Perchè, per
        me, un sito marcio che andrebbe estirpato è
        videotecheforum.

        Inoltre, le "regole rigide" a chi servono? A te?
        E il resto del mondo cosa ci guadagnerebbe?
        Nulla! Quindi, perchè
        metterle?

        Senza tali regole, voi noleggiatori siete
        destinati a sparire; con regole più rigide,
        sopravvivereste... ma cosa offrireste in cambio,
        per giustificare le limitazioni che vorreste
        imporre agli altri? Nulla! Quindi, non c'è motivo
        di
        tutelarvi.Per me andrebbe chiuso Face Book.Una vera porcheria, ma a quanto pare a molti piace fare auto-delazione.Mettiamolo ai voti: se vince il sì lo chiudiamo! :D
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: ora servono regole rigide
          - Scritto da: ninjaverde
          Per me andrebbe chiuso Face Book.Io chiuderei il sito della FIMI e quello della SIAE. :)Il sistema di censura dei provider usato solo ufficialmente per scommesse e pedoXXXXX (ma in realtà usato per ben altro) non è expoitabile in qualche modo, così per poter aggiungere qualche indirizzo utile? :D
          • ninjaverde scrive:
            Re: ora servono regole rigide
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
            - Scritto da: ninjaverde

            Per me andrebbe chiuso Face Book.

            Io chiuderei il sito della FIMI e quello della
            SIAE.
            :)
            Il sistema di censura dei provider usato solo
            ufficialmente per scommesse e pedoXXXXX (ma in
            realtà usato per ben altro) non è expoitabile in
            qualche modo, così per poter aggiungere qualche
            indirizzo utile?
            :D(ghost)
    • regole scrive:
      Re: ora servono regole rigide
      Le regole su internet chi sono solo non piacciono a quelli come te.
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: ora servono regole rigide
        - Scritto da: regole
        Le regole su internet chi sono solo non piacciono
        a quelli come
        te.Le regole su internet si chiamano RFC. E i tentativi di censura le VIOLANO.Questo già basta a definirli illegali e a definire sacrosanti i sistemi per aggirare la censura, qualunque sia la scusa (perché possono usare solo scuse).
    • bubba scrive:
      Re: ora servono regole rigide
      - Scritto da: spacevideo
      per combattere tutto il marcio della rete ora
      servono regole rigide, poi in futuro si vedrà, ma
      adesso internet è uno strumento incontrollato,
      privo di libertà e pieno di
      illegalità.

      Basta con il buonismo, e la tolleranza, violi le
      regole, via dalla
      rete.Giusto! il primo provvedimento sara' estromettere SpaceVideo dalla rete internet! Troppi messaggi reazionari e facinorosi! Rauss! ci vuole ORDINE E DISCIPLINA
      • ninjaverde scrive:
        Re: ora servono regole rigide
        - Scritto da: bubba
        - Scritto da: spacevideo

        per combattere tutto il marcio della rete ora

        servono regole rigide, poi in futuro si vedrà,
        ma

        adesso internet è uno strumento incontrollato,

        privo di libertà e pieno di

        illegalità.



        Basta con il buonismo, e la tolleranza, violi le

        regole, via dalla

        rete.
        Giusto! il primo provvedimento sara' estromettere
        SpaceVideo dalla rete internet! Troppi messaggi
        reazionari e facinorosi! Rauss! ci vuole ORDINE E
        DISCIPLINAQuoto: manganellate in testa ai XXXXX! :@
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: ora servono regole rigide
      - Scritto da: spacevideo
      per combattere tutto il marcio della rete ora
      servono regole rigide, poi in futuro si vedrà, ma
      adesso internet è uno strumento incontrollato,
      privo di libertà e pieno di illegalità.Rispondi alla domanda:scaricare qualcosa gratuitamente senza pagarla, diffonderla senza il permesso di chi l'ha creata e senza dargli soldi, è giusto o è sbagliato?Perché se come dici tu è sbagliato perché i produttori non hanno un rientro economico dalle produzioni, allora la detenzione, il download e la condivisione GRATUITA di pedoXXXXXgrafia non vanno assolutamente sanzionati, in quanto distruggono la produzione (senza produzione, non ci sono vittime).Se invece come dico io è giusto perché c'è un rientro pubblicitario all'opera derivante dalla diffusione gratuita, allora il download e la condivisione GRATUITA di materiale sotto copyright non vanno assolutamente sanzionati, in quanto finanziano la produzione (e quindi nuovi film e nuove canzoni).Delle due condizioni "scaricare senza pagare fa male a chi produce" o "scaricare senza pagare fa bene a chi produce" può essere vera o l'una, o l'altra, e questo indipendentemente da quale sia la cosa prodotta. Quindi, se va sanzionata una, non va sanzionata l'altra.Decidi, ma se pensi davvero che la libera circolazione gratuita in rete di qualcosa faccia del male a chi quel qualcosa la produce, allora devi essere coerente con tutto quello che affermi e quindi cominciare a divulgare a tutti, gratuitamente si intende, materiale pedoXXXXXgrafico, a meno che tu non sia favorevole al che continuino a produrne sempre nuovo.A te la scelta, se preferisci liberalizzare il pedoXXXXX e criminalizzare il download sotto copyright sarà una tua scelta, ma poi non uscirtene dicendo che "Internet è uno strumento incontrollato, privo di libertà (tu vuoi ridurle ancora di più) e pieno di illegalità" (tue parole).Decidi, una volta per tutte: scaricare qualcosa senza pagare chi l'ha prodotta fa bene o fa male a chi quel qualcosa l'ha prodotto? Non rispondere dicendo "fa male se la produzione è legale e fa bene se la produzione è illegale": le regole economiche e il fatto che ci sia pubblicità a chi produce sono indipendenti se si tratta di una cosa legale o illegale.
    • Funz scrive:
      Re: ora servono regole rigide
      Se ti chiudessero il sito della videoteca perché il tuo provider sullo stesso server tiene un sito illegale, non ti girerebbero?
  • Anon scrive:
    Come dicevano i detentori del copyright:
    "La pedo XXXXXgrafia è il nostro miglior alleato."
    • Sgabbio scrive:
      Re: Come dicevano i detentori del copyright:
      no, peggio: "La pedoXXXXXgrafia è una cosa meravigliosa!"
      • Thepassenge r scrive:
        Re: Come dicevano i detentori del copyright:
        Il che è ancora peggio se si pensa che quei criminali delle lobby sono contenti di queste cose. E' proprio vero che quando ci sono i soldi e la libertà di parole si marcia sopra a tutto, persino sulle persone.- Scritto da: Sgabbio
        no, peggio: "La pedoXXXXXgrafia è una cosa
        meravigliosa!"
      • Anon scrive:
        Re: Come dicevano i detentori del copyright:
        - Scritto da: Sgabbio
        no, peggio: "La pedoXXXXXgrafia è una cosa
        meravigliosa!"Ecco, ancora peggio. Tanto, libertà, legge e diritto valgono solo fino a quando non tocchi gli interessi del potente, poi "sò cazz' tua".
      • Sandro kensan scrive:
        Re: Come dicevano i detentori del copyright:
        - Scritto da: Sgabbio
        no, peggio: "La pedoXXXXXgrafia è una cosa
        meravigliosa!"E la XXXXXgrafia no? I bambini devono essere assolutamente al sicuro quando navigano su Internet. La Cina è la nostra maestra, il nostro faro che illumina la via, la nostra stella polare. Là hanno già vietato la XXXXXgrafia, gli americani e noi italiani seguiamo a breve.Intanto accontentiamoci della pedofilia, degli oggetti contraffatti, del gioco d'azzardo, del copyright, del diritto all'oblio, dei siti che incitano alle diete, ecc, ecc. Seguirà il XXXXX e poi ci saranno le immagini di nudo o sconvenienti.Cinaaaaaa, arriviamoooooo...
Chiudi i commenti