Warner: le major si sono inguaiate da sole

L'industria della musica è stata poco reattiva e troppo orgogliosa, così si è inimicata i consumatori. Non ripetano l'errore gli operatori mobili. Non lo dice uno qualunque, lo dice il CEO di Warner Music

Roma – “Ci siamo sbagliati”. Tempo di ammissioni di colpa per il CEO di Warner Music, Edgar Bronfman, che invita gli operatori telefonici a non ripetere gli errori delle major, asserragliate in posizioni orgogliose, stantie e poco lungimiranti. Posizioni che nell’era digitale hanno inevitabilmente incoraggiato il propagarsi della pirateria.

Meditabondo, il CEO di Warner Music Ha dispensato consigli e si è battuto il petto Bronfman, ospite del GSMA Mobile Asia Congress a Macao. A capo di Warner, una delle etichette meno dinamiche sul fronte della musica digitale e più reazionarie nei confronti del file sharing, Bronfman ha illustrato le tare di un’industria che dovrebbe rivedere le proprie strategie.

“Pensavamo che i nostri contenuti fossero perfetti così com’erano. Ci aspettavamo che i nostri affari rimanessero beatamente inalterati anche se il mondo stava progredendo verso l’interattività e verso connessioni ubique, mentre il file sharing stava esplodendo – ha ammesso Bronfman – E naturalmente ci sbagliavamo.” L’errore dell’industria dell’intrattenimento? “Rimanendo fermi o muovendoci con tempi geologici, abbiamo inavvertitamente scatenato la guerra contro i nostri consumatori negando loro quello che desideravano.”

Il CEO di Warner Music deve aver sperimentato sulla propria pelle questa contrapposizione tra la posizione dell’industria e quella degli utenti: persino il figlio era stato colto in flagrante con l’mp3 illegale ancora in fase di download. Si ritiene lecito supporre che il giovane non avesse avuto alcuna ragione di dedicarsi alle attività pirata per lesinare sugli acquisti di musica. Ma anche papà Bronfman sembra aver intuito le ragioni del pargolo: scaricare musica via P2P è più comodo che destreggiarsi fra scaffali di music store e vetusti supporti lucchettati. Le alternative al P2P legali e online? Sono ancora troppo macchinose per utenti abituati ad attingere ai flussi di musica che scorrono liberamente in rete.

Il CEO di Warner mette dunque sull’attenti gli operatori della telefonia. Sarà meglio per loro che non ripetano gli stessi errori dell’industria della musica: dovranno muoversi per tempo e affrontare preparati le sfide che il mercato ha già iniziato a porre; dovranno offrire al consumatore “un’esperienza non meno che entusiasmante”. Un monito ben indirizzato, visto e considerato che – spiega Bronfman – l’offerta di contenuti su piattaforma mobile è “noiosa, banale e poco sofisticata” mentre i consumatori vorrebbero poter fruire di musica “da comprare in modo facile e veloce, ovunque si trovino”.

Il modello a cui mirare? Quello proposto da Apple con il suo iPhone, edificato su un prodotto di successo come iPod, che a sua volta regge un servizio di distribuzione musicale ben studiato come iTunes. E pensare che fino a pochi mesi fa Warner Music sparava a zero sulla proposta di Jobs di eliminare i sistemi di blindatura e rivendicava da Apple un maggiore potere decisionale sui brani venduti su iTunes.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Daniele M. scrive:
    Ma non ha senso...
    ...o mi sfugge qualcosa?Parlo di crittografia tipo PGP o GPG (quindi a chiavi asimmetriche).Se il file è stato crittato con la mia chiave privata (e quindi posso averlo fatto solo io), la polizia può utilizzare la mia chiave pubblica (che, per definizione, CHIUNQUE può avere e utilizzare senza password) per decrittare i miei documenti crittati.Quindi, non è questo il caso (anche perché non si tratta di un file "crittato", ma più che altro di una firma digitale di un file leggibile da chiunque). Il tipo di file per cui mi può essere richiesta la chiave è quindi stato crittato con la mia chiave pubblica, e può essere decrittato SOLO con la mia chiave privata + la password che la protegge (e che io devo fornire alla polizia).Ma, per definizione di chiave pubblica, CHIUNQUE può aver crittato quel file (decifrabile solo da me), quindi non c'è nessuna prova contro di me sul fatto che quel documento sia veramente il mio.Se la polizia trova un file (non necessariamente sul mio computer) che è stato crittato con la mia chiave pubblica e quindi posso decrittare solo io, NON È ASSOLUTAMENTE DETTO che sia il mio, anzi potrebbe essere stato creato apposta per incastrarmi.O no?E se anche fosse il mio, come è possibile dimostrarlo dal punto di vista strettamente informatico?
  • odio il lunedì scrive:
    PERCHE' PI NON ESCE OGGI??
    che succede?
  • Refused scrive:
    Finiremo allo stesso modo...
    Anche in Italia e' molto probabile che vada a finire allo stesso modo, visto che importiamo le peggiori abitudini da ogni dove, specialmente quelle + umilianti e tristi, oltre a essere "moralmente" scorrette; gia' "moralmente", quella morale di cui tutti si riempiono la bocca per fare bella figura davanti a partiti e chiesa. puah.
  • H5N1 scrive:
    Qualora anche in Italia...
    ...invito i lettori a non tenere file crittografati sul PC di casa, ma salvare tutto su diversi server di Paesi dove queste leggi non hanno effetto.
  • Luke scrive:
    Prossima mossa ripristino della tortura?
    ..ma solo nei casi accertati di terrorismo. Se poi siete attivisti animalisti allora faremo un'eccezione, tanto gli animalisti sono pò terroristi pure loro, come tutti gli altri cittadini sospetti, d'altronde! Anche il mio capufficio è un terrorista, infatti penso che dovrebbero torturarlo con l'elettroshock, chissà quali misfatti confesserebbe. Anche un animalista, volendo, dietro minaccia di due anni di carcere senza prove può svelare una password, e se non c'è, fabbricarne una e magari anche le prove, per aiutare dei poveri poliziotti inetti a guadagnarsi la paga, non sarà proprio il massimo dell'applicazione dei principi dello Stato di Diritto, ma almeno avrà la pena (già comminata) ridotta della metà, vuoi mettere! Adesso basta fare qualche taglio ai duecentomila film polizieschi americani che come da copione recitano ad ogni piè sospinto i due diritti fondamentali che si riconoscono ad un indagato "può rimanere in silenzio, puoi avvalerti di un avvocato" e forse anche noi un giorno ci scorderemo che eravamo cittadini, innocenti fino a prova contraria. Credo che questa legge non meriti una fama diversa dagli strumenti di tortura usati per far confessare i rei sospetti dell'ancient regime. Personalmente poco mi interessa se sui computer dei presunti terroristi ci sono i piani per distruggere new york o abbiategrasso, i signori poliziotti a mio parere dovrebbero attaccarsi al.... cluster di mainframe e tirare forte... altrimenti un domani potrebbero chiedermi se voglio tornare ad essere un servo della gleba (naturalmente per il bene della libertà) e non credo che avrò molta scelta.
  • slayer scrive:
    Vada in galera
    Qui non stanno chiedendo a chiunque di aprire i file criptati. Sulla base di una investigazione che *ha portato a sequestrare il suo computer*, questa farabutta deve fornire l'accesso ai suoi file o andare in galera, sara' lei a scegliere la cosa per lei piu' conveniente.
    • duffogrup scrive:
      Re: Vada in galera
      Non sapevo che su PI si potesse dare della farabutta a qualcuno che non è stato ancora condannato.Buono a sapersi.
      • unounoduetr ecinque scrive:
        Re: Vada in galera
        Ma è evidente che lui è l'Onnipotente, fattosi uomo per scrivere su P.I.Lui sa tutto, e per questa tua risposta presuntuosa andrai all'inferno.Amen.
    • polpot scrive:
      Re: Vada in galera
      Bravo, tu sì che hai capito! Ti mandiamo a casa la targa di cittadino modello.
    • grandeN scrive:
      Re: Vada in galera
      e tu vada affanculo
    • Mauro Boselli scrive:
      Re: Vada in galera
      Quindi se veramente in quei documenti ci fosse, che so, qualcosa che dimostra che magari è stata lei a collaborare ad un qualche attentato (le due torri, la metropolitana di Londra o che altro) in questo caso se la caverebbe con due anni dentro e poi chi s'è visto s'è visto?!? Ma possibile che non sia evidente a nessuno l'idiozia di questa norma? Che alla fine va a colpire solo i cittadini onesti.
  • grandeN scrive:
    HUNTINGDON CHIUDERA'
    sono anni che tutti noi attivisti siamo braccati in ogni modo e in ogni parte del mondo, ma Huntingdon Life Sciences chiuderà lo stesso, potete incatenarci quanto volete, ma quel posto sarà chiuso!
  • ml712 scrive:
    La speranza del mondo
    Il mondo deve gioire perchè chi comanda è stupido e si autodistruggerà.
  • Tsukishiro Yukito scrive:
    Se la donna fosse una VERA terrorista...
    A tutti quelli che difendono la "bontà" di questa legge IDIOTA.Leggete e riflettete.Immaginate per un attimo che la donna sia una terrorista, parte di un movimento terrorista.Nei suoi file criptati ha le identità di tutti i suoi complici, uno sfacelo di documenti ideologici del gruppo cui appartiene (islamici, nordirlandesi, fanatici cristiani, neoluddisti, nazimaoisti... fate voi), e tutti i piani per realizzare un bel po' di attentati.Se cedesse la password ci sarebbe abbastanza materiale per condannarla a DECINE di anni di galera (sappiamo tutti quanto siano pesanti le leggi sul terrorismo).Ora, secondo voi, la ragazza, posta di fronte a queste due prospettive:- Consegno la password e finisco imputata & condannata per terrorismo, banda armata, tentato omicidio, complotto contro l'ordinamento dello Stato, ecc ecc, e probabilmente dalla galera non ne esco più. Nel frattempo smantellano il movimento di cui faccio parte.- Non consegno la password, mi faccio due anni in gabbia, e poi ne esco, e appena ne esco col piffero che mi ribeccano. Nel frattempo spero che i miei compagni di lotta facciano saltare per aria qualche ristorante o la casa del primo ministro.Secondo voi, cosa sceglierebbe?Avete capito, adesso, perché questa legge è non solo criminale (perché ribalta la presunzione di innocenza in presunzione di colpevolezza) ma soprattutto TREMENDAMENTE IDIOTA e COMPLETAMENTE INUTILE rispetto agli obiettivi che si prefigge?
    • AndreaB scrive:
      Re: Se la donna fosse una VERA terrorista...
      Hai perfettamente ragione: è una scemenza madornale.
      • Tsukishiro Yukito scrive:
        Re: Se la donna fosse una VERA terrorista...
        - Scritto da: AndreaB
        Hai perfettamente ragione: è una scemenza
        madornale.Noto soprattutto che in ormai quasi 20 ore da quando ho postato il mio commento, nessuno dei mr. "non-ho-nulla-da-nascondere-non-ho-nulla-da-temere" è spuntato con qualche obiezione, sensata o meno...
    • Anonimo scrive:
      Re: Se la donna fosse una VERA terrorista...
      In realtà la soluzione al tuo paradosso c'è. Basta indire la pena di morte per chi dimentica la password, anche in quegli stati dove non esiste pena di morte per quasiasi altro reato.Così hai la certezza che anche se super-terrorista ti conviene rivelarla, almeno rischi una pena minore e ti salvi la vita ;) ;) ;)PS: battute a parte, sono pienamente d'accordo con te
  • ml712 scrive:
    soluzione: computer=mente
    Si dovrebbe considerare il contenuto del computer comela mente di una persona, per cui inviolabile.In effetti ormai è un'estensione della nostra mente.E' ora di estendere i diritti.Non credo che ci siano leggi che permettono di entrare nella nostra mente,ed in essa, credo non ci siano censure, se non autoimposte.
    • Tsukishiro Yukito scrive:
      Re: soluzione: computer=mente
      - Scritto da: ml712
      Si dovrebbe considerare il contenuto del computer
      come
      la mente di una persona, per cui inviolabile.
      In effetti ormai è un'estensione della nostra
      mente.
      E' ora di estendere i diritti.
      Non credo che ci siano leggi che permettono di
      entrare nella nostra
      mente,
      ed in essa, credo non ci siano censure, se non
      autoimposte.Attento, che se qualcuno ti legge penserà subito di estendere al contrario i non-diritti: possiamo violare con la forza un computer? Benissimo, lo faremo anche con la mente. E vai di tortura!
    • Zullo scrive:
      Re: soluzione: computer=mente
      - Scritto da: ml712
      Si dovrebbe considerare il contenuto del computer
      come
      la mente di una persona, per cui inviolabile.
      In effetti ormai è un'estensione della nostra
      mente.
      E' ora di estendere i diritti.
      Non credo che ci siano leggi che permettono di
      entrare nella nostra
      mente,Per il solo fatto che al momento è tecnicamente impossibile... Appena lo sarà sarà sicuramente permesso. Quale modo migliore per risolvere casi in cui mancano le prove? Quale miglior macchina della verità?
      • ml712 scrive:
        Re: soluzione: computer=mente
        allora siamo a "Monority Report"dal libro di Philips Dick e poi film.Attenti a cio' che pensate...
    • polpot scrive:
      Re: soluzione: computer=mente

      Non credo che ci siano leggi che permettono di
      entrare nella nostra mente,I nostri esperti legali stanno pensando anche a quello.
  • ris8_allo_zen0 scrive:
    Perquisizione!?
    Francamente non capisco la differenza fra la richiesta fatta a questa donna e un mandato di perquisizione. Gliene hanno già fatta una e, volente o nolente, ha dovuto accettare. Allo stesso modo dovrebbe, volente o nolente, fornire la password per i suoi file e mi sembra giusto che vada in galera finché non le ritorni in mente o non la trovi la polizia tramite brute-force. Ha paura che facciano uso improprio dei dati personali? E che deve dire chi ha la propria casa circondata dalle striscie gialle alla mercé dei poliziotti per chissà quanti giorni?Se poi è stata incriminata ingiustamente, quello è un problema che riguarda l'intero atto giudiziario e non soltanto la richiesta della password, quindi esula completamente dall'ambito informatico.Tutto questo ovviamente IMHO.RAZ
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: Perquisizione!?
      contenuto non disponibile
      • ris8_allo_zen0 scrive:
        Re: Perquisizione!?
        - Scritto da: unaDuraLezione
        Hai un'idea alquanto distorta delle indagini.
        Parti dall'ipotesi che se è indagata è colpevole,
        e se è innocente è un errore degli
        inquirenti.
        La mia ipotesi è che se le hanno già sequestrato il computer, vorrà dire che hanno ragioni abbastanza fondate per farlo. A questo punto possono anche permettersi di entrare nei file cifrati con la forza. Non ci vedo gran differenza, sono entrambe violazioni della proprietà privata.
        Al contrario, è normale indagare 2 o 5 o 10
        persone quando si sa che il colpevole è uno
        solo.
        [...]Perché, è normale entrare in casa e sequestrare il PC a 2 o 5 o 10 persone solo per fare delle indagini?
        Ma è per questa stessa ragione non ci si può
        permettere di fare un abominio di legge che ne
        metta in prigione una percentuale (è pure
        statistica) che realmente si sia dimenticata una
        password.Questo è un altro dei tantissimi motivi per cui si dovrebbe abbandonare la password a favore di metodi migliori (smart card?).In ogni caso c'è sempre la percentuale di coloro che si dimenticano la combinazione della cassaforte; sono di meno ma ci sono. Puoi spiegarmi cosa si fa con loro?RAZ
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: Perquisizione!?
          contenuto non disponibile
          • ris8_allo_zen0 scrive:
            Re: Perquisizione!?
            Senza rancore, ma c'è ancora qualcosa che non mi è chiaro:- Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: ris8_allo_zen0

            La mia ipotesi è che se le hanno già sequestrato

            il computer, vorrà dire che hanno ragioni

            abbastanza fondate per farlo.

            Quindi secondo te esiste il concetto di colpevole
            al 50%?
            Mi sai portare un riferimento giuridico a riguardo?
            Da http://it.wikipedia.org/wiki/Perquisizione:" L'art. 247 c.p.p. prevede che la perquisizione può essere disposta dall'autorità giudiziaria quando ricorre il fondato motivo che taluno occulti sulla persona il corpo del reato o cose pertinenti al reato [...]; oppure quando ricorre il fondato motivo che tali cose si trovino in un luogo determinato ovvero in tale luogo determinato sia possibile eseguire l'arresto dell'imputato o dell'evaso. ""Fondato motivo" non mi pare uguale a "certezza"!Ma a parte questo: quello che non capisco io, è con quali poteri e motivazioni la polizia britannica abbia provveduto al sequestro del computer. Non credo che le abbiano solo chiesto "Scusi, non è che possiamo dare un'occhiata al suo PC?", le avranno fatto una perquisizione in casa - o sbaglio?. Quindi un capo d'imputazione dovrebbe avercelo già, oppure le leggi britanniche sono in questo caso diverse dalle nostre per cui si possono sequestrare beni a destra e a manca per svolgere indagini. Potresti chiarirmi?A parte questo, mi sono convinto che è un'idiozia mandare in galera qualcuno che non si ricorda la password - che sia vero o no -, in ogni caso non si possono estorcere informazioni. Dopotutto esiste la facoltà di non rispondere; tutta 'sta storia non avrebbe né capo né coda in un paese civile come l'UK. Troppa gente, soprattutto troppe persone cariche di responsabilità sono ancora confuse dalle novità della tecnologia, tanto da credere che si tratti di un mondo a parte dove la giustizia sociale non può mettere piede.RAZ
          • gerry scrive:
            Re: Perquisizione!?
            - Scritto da: ris8_allo_zen0
            Quindi un capo d'imputazione
            dovrebbe avercelo già, oppure le leggi
            britanniche sono in questo caso diverse dalle
            nostre per cui si possono sequestrare beni a
            destra e a manca per svolgere indagini. Potresti
            chiarirmi?Un capo di imputazione non fa di te un condannato. I condannati sono i colpevoli di un reato.Paradossalmente potrebbe farsi 5 anni di galera per non aver consegnato la password e poi non essere condannata per altri reati per mancanza di prove.
        • blabla scrive:
          Re: Perquisizione!?
          - Scritto da: ris8_allo_zen0
          In ogni caso c'è sempre la percentuale di coloro
          che si dimenticano la combinazione della
          cassaforte; sono di meno ma ci sono. Puoi
          spiegarmi cosa si fa con loro?Si apre la cassaforte con la forza (non si mette in galera a priori la persona indagata).
    • Matx scrive:
      Re: Perquisizione!?
      La differenza è che uno una password potrebbe anche dimenticarsela, quindi anche se vorrebbe fornire la password alla polizia potrebbe non essere in grado di farlo perchè non se la ricordaEd ovviamente mi sembra una cosa completamente assurda mettere in galera una persona perchè si è dimenticata una passwordSenza contare poi che quei dati criptati potrebbero essere stati creati a sua insaputa da un programma o da qualsiasi altra cosa, magari sono solamente dei semplici file temporanei...
      • polpot scrive:
        Re: Perquisizione!?

        Ed ovviamente mi sembra una cosa completamente
        assurda mettere in galera una persona perchè si è
        dimenticata una passwordSembra a te, a noi pare logica e pratica.
        magari sono solamente dei semplici file temporanei...Sta a te dimostrarlo.
    • Luke scrive:
      Re: Perquisizione!?
      Massì deve fornire la password di file che devono essere per forza cifrati, visto che la polizia non riesce ad interpretarli, cosa dovrà fare dopo? Farsi iptnotizzare? Prestarsi a qualche "strumento di stimolazione fisica" per aiutare la sua memoria fallace? Fabbricare prova per il reato di omicidio nel caso in cui sia sospettata di omicidio? Già perchè qui si dà per scontato che quei file contengano chissà cosa, percui la si condanna senza una prova, senza un reato, sulla base del fatto che non ha "collaborato contro se stessa". Ma collaborare contro se stessi non fa parte del nostro ordinamento giuridico, nè di altri paesi occidentali che si ritengono civili. Le indagini spettano alla polizia, all'indagato solo di non inquinarle.
  • Enjoy with Us scrive:
    La soluzione
    Esistono programmini freeware in grado di creare più livelli di criptazione, nel senso che una prima password evidenzia determinati documenti scelti dall'utente mentre una seconda password o una terza ecc.. evidenziano altri documenti, magari quelli che veramente si vuole proteggere.Il bello è che in nessun modo è possibile comprendere quanti diversi livelli criptati vi siano.Capito quindi?Almeno due password, di cui una farlocca da fornire, così che nessuno abbia a protestare!
    • Get Real scrive:
      Re: La soluzione
      Immagino tu sia assolutamente convinto (come molti di questo forum, vedo) che le autorità questo non lo sappiano.O siete ingenui o siete illusi.
      • ml712 scrive:
        Re: La soluzione
        Anche se lo sanno non possono farci nulla,non possono dimostrare che esista un'altro livello :)))
      • Get Real scrive:
        Re: La soluzione
        Eh, le prigioni sono piene di gente che era tanto sicura di sé...
        • Enjoy with Us scrive:
          Re: La soluzione
          Guarda che un sistema di crittografia a 512 bit è attualmente inviolabile, quindi se tu fornisci la password richiesta non possono poi pretendere che tu ammetta di avere altri livelli e quindi altre password.Dico solo che se proprio uno ci tiene a criptare un file un HD o quello che vuole, gli conviene farlo con un sistema a livelli di questo tipo.
        • polpot scrive:
          Re: La soluzione

          Eh, le prigioni sono piene di gente che era tanto
          sicura di sé...Giusto!
  • Delfino golosO scrive:
    Nella sfortuna è fortunata....
    ...si è paradossale ma è così.L'attivista è fortunata a vivere in un paese civile come il Regno Unito, perchè malgrado la legge in questione sia antidemocratica (grazie George Junior!!!), almeno le autorità britanniche le hanno inviato una richiesta ufficiale e ha così tanti giorni per poter prendere una iniziativa a sua difesa.In Italia si presentano un paio di finanzieri alla porta, senza neanche salutarti ti mettono a sotto sopra la casa e ti portano via qualunque cosa assomigli a un supporto di memoria perchè forse avevi scaricato files mp3.Meditate gente.
  • Eugenio Rustico scrive:
    Non è possibile dim che esiste un v.cr.?
    O, almeno, questo è quello che sostiene la ditta produttrice e di cui tu ti fidi.Quando la Microsoft parlava di IE appena uscito e diceva che era sicuro ci hai creduto?Quando matematici da tutto il mondo hanno detto che l'MD5 era sicuro e qualche tempo fa hanno trovato un modo per forzare le collisioni?E si parla di un algoritmo aperto e visibile a tutti. Figuriamoci un prodotto commerciale, closed source, pubblicizzato che razza di garanzia ti da.
  • Eugenio Rustico scrive:
    Il lato positivo è che...
    ...questo dimostra che RSA è inattaccabile da Scotland Yard. Se davvero, come dicono, lo è anche per la CIA, l'FBI e il KGB, siamo a cavallo.(?)
  • nordest scrive:
    quote latte e la merda tirata addosso
    al telegiornale quando la polizia va nella via del sud a prelevare un delinquente gli tiravano sopra vasi da fiori cessi e bidetal nord invece per proteste contro le quote latte tiravano la merda delle vacchese l'europa porta questa roba pure in italia gli esattori della password dove preferiscono andare?al nord o al sud?in italia una cosa del genere non passa
  • Jack_991 scrive:
    Innocente fino a prova contraria?
    Ma non ho capito bene... In inghilterra non funziona il presupposto dell'innocenza fino a prova contraria?Altrimenti sarebbe altamente incostituzionale!
    • HHHH scrive:
      Re: Innocente fino a prova contraria?

      Ma non ho capito bene... In inghilterra non
      funziona il presupposto dell'innocenza fino a
      prova contraria?

      Altrimenti sarebbe altamente incostituzionale!In Gran Bretagna non c'è una costituzione, ma principi stabiliti in base all'uso. Usi che possono cambiare per adattarsi a mutate situazioni.
  • allanon scrive:
    Per fortuna sono pochi...
    ... ma a quei pochi che continuano a giustificare azioni giudiziarie di questo tipo chiedo: perché non emigrate in Cina? State sicuri che li lo stato non ha problemi ad estorcere una password in nome della sicurezza nazionale (da noi "incautamente" la chiamiamo tortura psicologica o fisica), ad incarcerare ed eventualmente assassinare pericolosi terroristi (da noi li chiamiamo "incautamente" prigionieri politici), a difendere il cittadino da idee eversive e pericolose come quelle espresse su questo forum (da noi la chiamiamo incautamente "censura")...Il bello è che magari sono le stesse persone che criticano la Cina perché utilizza questi metodi! Non vi passa nemmeno lontanamente per il cervello che a furia di rinunciare alle vostre libertà individuali in nome della continua "paura del nemico", state diventando voi il "nemico"?A leggere certi commenti rimango francamente allucinato...una webcam costa meno di dieci euro al supermercato: perché non facciamo una bella legge che ne impone l'istallazione in ogni stanza? Magari collegata con l'"autorità", che userà le informazioni "solo per il mio bene", tanto non ho "nulla da nascondere", nemmeno quando faccio sesso con mia moglie... Sai quanti crimini in meno con questa semplice legge?! Cosa temete? NON AVETE NULLA DA NASCONDERE, GIUSTO?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 16 novembre 2007 14.29-----------------------------------------------------------
    • stefano scrive:
      Re: Per fortuna sono pochi...
      - Scritto da: allanon
      ... ma a quei pochi che continuano a giustificare
      azioni giudiziarie di questo tipo chiedo: perché
      non emigrate in Cina?
      Queste azioni sono giustificate proprio perche' non siamo in Cina. Ti devo spiegare qual'e' la differenza tra Italia e Cina?Le indagini penali sono fatte allo scopo di perseguire reati come contemplati dal codice, sulla base di leggi approvate da un parlamento eletto al massimo ogni 5 anni, con una corte costituzionale che ne valuta la conformita' ai principi fondamentali, con un sistema giudiziario a tre livelli prima di arrivare ad una sentenza definitiva. Con tutte le sue imperfezioni, il nostro e' un sistema che regge. Ed in questo sistema le chiavi te le chiederanno perche' sei in contatto con Lo Piccolo, non perche' sei un militante del partito degli avatar.Tra parentesi, non siamo pochi, siamo la maggioranza. Basta uscire dalla net-utopia di PI e chiederlo a chi ti sta di fronte per accorgertene. Tra l'altro, secondo te le indagini sul prete condannato per acquisto di materiale pedoporno sono state fatte nel rispetto della sua "privacy"? Il suo IP non e' stato tracciato, non e' stato chiesto al ISP di fornire il nominativo, non si sono monitorate le transazioni monetarie? Come vedi di fronte al penale la Privacy non vale e non deve valere.
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: Per fortuna sono pochi...
        contenuto non disponibile
        • stefano scrive:
          Re: Per fortuna sono pochi...
          - Scritto da: unaDuraLezione

          dimenticare una password non deve essere un reato.
          Punto.Qualsiasi giudice e' in grado di capirlo. Punto.
          Se dimostrano che faccio finta di dimenticarla
          per nascondere dei delitti, ok, altrimenti
          no.Ci sono ben tre gradi di giudizio per valutare questo.
          E se dici "se è indagato ci sarà un motivo",
          auguro con tutto il cuore che capiti a
          te.Vittimismo fuori luogo, chiunque nel nostro paese e' indagato dispone di strumenti per far valere i propri diritti. Proprio perche' non siamo in Cina.Tra parentesi, scrivo da un portatile con hard disk criptato. Se mi dovesse capitare come tu mi auguri non avrei difficolta' a decidere il da farsi.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Per fortuna sono pochi...
            contenuto non disponibile
          • Jonny Stecchino scrive:
            Re: Per fortuna sono pochi...
            - Scritto da: stefano
            - Scritto da: unaDuraLezione



            dimenticare una password non deve essere un
            reato.

            Punto.

            Qualsiasi giudice e' in grado di capirlo. Punto.
            Ah si? come? con la macchina della verità?

            Se dimostrano che faccio finta di dimenticarla

            per nascondere dei delitti, ok, altrimenti

            no.

            Ci sono ben tre gradi di giudizio per valutare
            questo.Come no! sempre che tu te li possa permetter tre gradi di giudizio... e soprattutto che la tua inutile vita non abbia altro scopo per diversi anni... semplicemente ridicolo


            E se dici "se è indagato ci sarà un motivo",

            auguro con tutto il cuore che capiti a

            te.

            Vittimismo fuori luogo, chiunque nel nostro paese
            e' indagato dispone di strumenti per far valere i
            propri diritti. Proprio perche' non siamo in
            Cina.Cioè tutti possono permettersi un bravo avvocato?Siamo il paese dei soli ricchi?

            Tra parentesi, scrivo da un portatile con hard
            disk criptato. Se mi dovesse capitare come tu mi
            auguri non avrei difficolta' a decidere il da
            farsi.Buon per te che vivi in un mondo di certezze tutto tuo.
      • noid scrive:
        Re: Per fortuna sono pochi...

        Tra parentesi, non siamo pochi, siamo la
        maggioranza. Basta uscire dalla net-utopia di PI
        e chiederlo a chi ti sta di fronte per
        accorgertene.


        Tra l'altro, secondo te le indagini sul prete
        condannato per acquisto di materiale pedoporno
        sono state fatte nel rispetto della sua
        "privacy"? Il suo IP non e' stato tracciato, non
        e' stato chiesto al ISP di fornire il nominativo,
        non si sono monitorate le transazioni monetarie?
        Come vedi di fronte al penale la Privacy non vale
        e non deve
        valere.Ip tracciato, ISP contattato, carta di credito, non è mica una questione di privacy ! Hanno fatto delle indagini, hanno fatto bene, che le facciano su chi vogliono compreso il sottoscritto se ne hanno voglia. Che mi montino dei keylogger sul Pc o mi mandino dei trojan per posta se vogliono le mie password. Quello che proprio non va è che torturino qualcuno (perchè ritengo che 2 anni di carcere equivalgano ad una tortura) per fare si che questo si auto-accusi di qualcosa. Questo è da Cina, ma non solo Cina. Ho usato tante di quelle password in tanti anni che di sicuro non me le ricordo tutte. Magari in giro da qualche parte ho ancora qualche file protetto con queste password. Ma che io a distanza, che ne so, di 10 anni non abbia il sacrosanto diritto di perdere una password ? Anche in dieci giorni posso dimenticarla !!! Se perdi un qualsiasi documento, tipo le spese che hai detratto dalla dichiarazione dei redditi, vai incontro al massimo ad una sanzione amministrativa. Tutt'al più se uno non collabora alle indagini potrà avere una aggravante QUALORA RISULTI COLPEVOLE. Ma che uno debba fornire le prove della sua innocenza, sulla base di una presunzione di colpevolezza,pena la galera, esiste solo nelle peggiori dittature di questo travagliato globo. E ora l'Inghilterra è tra queste.
      • fred scrive:
        Re: Per fortuna sono pochi...

        Con tutte le sue imperfezioni, il nostro e' un
        sistema che regge. Ed in questo sistema le chiavi
        te le chiederanno perche' sei in contatto con Lo
        Piccolo, non perche' sei un militante del partito
        degli avatar.A me risulta che di recente in Italia persone coinvolte in una indagine sul pedoporno ma che di pedoporno non avevano nulla si trovano a dover pagare delle multe ipergonfiate e non mi pare poco.
  • minchiolo scrive:
    io son d'accordo
    Vivi in uno stato di diritto, ergo ne accetti regole e leggi.Altrimenti la nuova guinea ti aspetta. Sono animalista anch'io, ma sono anche per la collaborazione colla giustizia, quella vera. Gli sbirri che uccidono a botte le persone come aldovrandi o aldo bianzino fanno molto schifo anche a me, ma sto sempre a lamentarmi per la mancanza di certezza della pena, mi sentirei incoerente a criticare un provvedimento del genere.Se nascondi qualcosa a costo di andare in galera, hai la coda di paglia, il discorso privacy a quel punto lo trovo già superato. SE poi, come dice qualcuno, il file è infilato da terzi, da trojan, ci si dimentica la password e via dicendo, ovvio che tutto il discorso cade.
  • dehiho scrive:
    come incastrare qualcuno
    basta mette nel suo disco, un bel file criptato a sua insaputa, magari contenente una scannerizzazione della costituzione... :-p
    • Bastard Inside scrive:
      Re: come incastrare qualcuno
      - Scritto da: dehiho
      basta mette nel suo disco, un bel file criptato a
      sua insaputa, magari contenente una
      scannerizzazione della costituzione...
      :-pIo direi di spedirglielo per posta elettronica come allegato a una mail dal titolo evocativo O)Che so, "tnt plutonium dirty bomb anthrax ricin smallpox c4 lecciso" :o :D :D :DDai, facciamolo con un po' di indirizzi e-mail inglesi scelti a caso (idea) O) O) O)
    • polpot scrive:
      Re: come incastrare qualcuno
      Meglio qualche incastrato in più che un terrorista a piede libero.
  • Padre Ernesto scrive:
    La psw? L' ho dimenticata!
    2 anni di galera^ E che se frega!!amen. Sbirri di cacca!!
  • Daniele scrive:
    Giusta richiesta
    Scusate ma non vedo dove sia il problema. Se un giudice ha il fondato sospetto che voi abbiate provi o indizi nascosti in una cassaforte ha l'autorità di imporvi di aprirla o aprirla con altri mezzi. Questo in crittografia non è possibile e c'è quindi bisogno di uno strumento legislativo adeguato. La richiesta di aiuto dell'attivista e inoltre puramente demagogica: nessuno è interessato a leggere le sue poesie o vedere le sue foto. Il desiderio del giudice è quello di acquisire prove per l'indagine.Io sono sempre a favore delle critiche ma quando sono giustificate e non quando sono più che altro istintive contro un provvedimento che ha le sue motivazioni.
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: Giusta richiesta
      contenuto non disponibile
    • isaia panduri scrive:
      Re: Giusta richiesta
      Ma che dici?!E' l'autorità che deve provare la mia colpevolezza, altrimenti DEVE presumere la mia innocenza.Mica può impormi di autoincriminarmi o anche solo di provare che sono innocente!!Altrimenti, si finisce che se ho commesso crimini punibili con più di 2 anni, mi tengo la pw, altrimenti se sono inferiori, la rivelo. Ti rendi conto che è un sistema del cavolo...
    • stefano scrive:
      Re: Giusta richiesta
      - Scritto da: Daniele
      Scusate ma non vedo dove sia il problema.
      Se un giudice ha il fondato sospetto che voi
      abbiate provi o indizi nascosti in una cassaforte
      ha l'autorità di imporvi di aprirla o aprirla con
      altri mezzi. Questo in crittografia non è
      possibile e c'è quindi bisogno di uno strumento
      legislativo adeguato. La richiesta di aiuto
      dell'attivista e inoltre puramente demagogica:
      nessuno è interessato a leggere le sue poesie o
      vedere le sue foto. Il desiderio del giudice è
      quello di acquisire prove per
      l'indagine.Hai perfettamente ragione. Ma questo non e' il contesto in cui si puo' razionalmente affrontare questo discorso.
      Io sono sempre a favore delle critiche ma quando
      sono giustificate e non quando sono più che altro
      istintive contro un provvedimento che ha le sue
      motivazioni.Piu' che istintive, sono ideologiche. Qui domina l'anarco-individualismo, una ideologia vecchia di due secoli, applicata alla rete ed alle tecnologie.
      • guest scrive:
        Re: Giusta richiesta

        [...] Qui domina
        l'anarco-individualismo, una ideologia vecchia di
        due secoli, applicata alla rete ed alle
        tecnologie.Di solito però quelli che la schifano quando è applicata ai diritti civili, la osannano quando è applicata al mercato e sfocia nel peggior liberismo.
    • linuxcontro scrive:
      Re: Giusta richiesta
      Probabilmente in mezzo a quei file c'erano anche le sue foto senza veli...
      • Daniele scrive:
        Re: Giusta richiesta
        Ragazzi, non ho spiegato bene il punto del mio discorso. Penso anche io che sia una legge un pò controversa, ma certamente affronta una questione molto importante:se voi proteggete i vostri documenti in una cassa forte le autorità in un modo o nell'altro riusciranno ad accedervi. Con la crittografia è diverso: è impossibile! a meno di falle nell'algoritmo o password semplici, cose che però non si presentano il più delle volte.Ci vogliono degli strumenti legislativi che garantiscano al magistrato la possibilità di acquisire tutte le prove necessarie per provare la colpevozza o l'innocenza dell'indagato o per proseguire un indagine.
    • guest scrive:
      Re: Giusta richiesta
      - Scritto da: Daniele
      Scusate ma non vedo dove sia il problema.
      Se un giudice ha il fondato sospetto che voi
      abbiate provi o indizi nascosti in una cassaforte
      ha l'autorità di imporvi di aprirla o aprirla con
      altri mezzi. Questo in crittografia non è
      possibile e c'è quindi bisogno di uno strumento
      legislativo adeguato. La richiesta di aiuto
      dell'attivista e inoltre puramente demagogica:
      nessuno è interessato a leggere le sue poesie o
      vedere le sue foto. Il desiderio del giudice è
      quello di acquisire prove per
      l'indagine."operare per acquisire" è diverso da "obbligare a fornire"come interrogatorio è diverso da tortura.Anche i bobbies che hanno sparato all'elettricista brasiliano nella metropolitana avevano il sospetto che fosse un terrorista, ma hanno sbagliato e allora perché non deve essere legittima l'opinione che in questo caso abbia sbagliato il legislatore ?
      Io sono sempre a favore delle critiche ma quando
      sono giustificate e non quando sono più che altro
      istintive contro un provvedimento che ha le sue
      motivazioni.Chi non fornisce prove (per motivi suoi che non sta a noi veder quanto sono validi o per legittima ignoranza tipo amnesia o operazione effettuata da terzi)è come avesse fornito prove di colpevolezza, è questo che da fastidio a molti, poi io penso che nello spirito giuridico debba valere una certa uguaglianza di trattamento, se io devo fornire dati che voglio tenere riservati, perchè esiste il segreto di stato?Così anziché metterti la droga in tasca per arrestarti arbitrariamente (dici che non può succedere ? anche gli ebrei tedeschi negli anni 30 lo pensavano, anche iraniani naturalizzati usa nel 2000 lo pensavano) basta che ti mettano un file crittato sul pc, lo capisci il rischio?
      • Daniele scrive:
        Re: Giusta richiesta
        Capisco le tue motivazioni, ma in un futuro in cui possiamo immaginare che la prova digitale acquisterà un'importanza sempre maggiore, non si può accettare che queste ultime siano sempre inaccessibili alle autorità. Forse la risposta Inglese non è la migliore, ma visto il problema io non saprei trovarne una migliore.E poi se lo stato volesse veramente fabbricare prove per arrestarti non avrebbe certo bisogno di questa legge.Le teorie cospirazionistiche no per favore.
        • Anon scrive:
          Re: Giusta richiesta
          - Scritto da: Daniele
          Capisco le tue motivazioni, ma in un futuro in
          cui possiamo immaginare che la prova digitale
          acquisterà un'importanza sempre maggiore, non si
          può accettare che queste ultime siano sempre
          inaccessibili alle autorità. Forse la risposta
          Inglese non è la migliore, ma visto il problema
          io non saprei trovarne una
          migliore.Uhmm... quindi finchè non si trova di meglio si mette una legge assurda? (Perchè E' assurda!) mi sembra un modo di ragionare alquanto stupido...
          E poi se lo stato volesse veramente fabbricare
          prove per arrestarti non avrebbe certo bisogno di
          questa
          legge.Magari no, ma con questa di certo si semplifica la vita, castrando i diritti dei cittadini
    • polpot scrive:
      Re: Giusta richiesta
      Ragazzo, tu sì che hai capito tutto. Potresti seguire uno dei nostri corsi ed entrare anche tu nella polpot!
      nessuno è interessato a leggere le sue poesie o
      vedere le sue foto.Tra coleghi ci facciamo sempre grasse risate a leggere le poesie degli indagati!
    • webwizard scrive:
      Re: Giusta richiesta
      - Scritto da: Daniele
      Scusate ma non vedo dove sia il problema.
      Se un giudice ha il fondato sospetto che voi
      abbiate provi o indizi nascosti in una cassaforte
      ha l'autorità di imporvi di aprirla o aprirla con
      altri mezzi.Solitamente è difficile che, ad esempio, ti ritrovi in casa una cassaforte messa da qualcun'altro, cosa che può invece capitare con file binari. Inoltre, se mi dimentico la combinazione non sono previsti cinque anni di gabbio.
  • Adrianotiger scrive:
    Scusa del terrorismo
    Sia l'UK che gli USA usano sempre la scusa del terrorismo.In UK si uccidono innocenti per via del presunto terrorismo.In USA si creano guerre con la scusa del terrorismo.In Italia si crea il panico con la scusa del terrorismo.Alla fine, se si vuole che i cittadini la pensano come lo stato, si usa la parola magica "terrorismo" ed ecco che tutti sono d'accordo che una qualsiasi persona debba pagarla! Anche se magari non c'entra proprio niente!Basta!!!!!!!!!!
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: Scusa del terrorismo
      contenuto non disponibile
    • fred scrive:
      Re: Scusa del terrorismo
      Penso sia chiaro per tutti che il terrorismo e' voluto e non c'e' l'intenzione a a risolvere il problema perche' fa comodo; questo spiega i comportamenti che leggiamo nell'informazione e che ci sembrano irrazionali poiche' tendono a rinvigorirlo (la politica estera di certe nazioni....)
    • Mauro scrive:
      Re: Scusa del terrorismo
      come fai a sapere che non c'entra nulla? Chiedilo ai vicini di casa del medico inglese organizzatore dell'attentato di Londra, spiegalo a loro perchè un amico, genitore, fratello, la sera non è rientrato a casa....E' un ente governativo, legale, autorizzato, che sta facendo il prorpio lavoro. o pensi che non abbiano da fare che investigare sui segretucci da 4 soldi di quella tizia?Penso che l'interesse generale (nel caso la sicurezza, anche la tua sicurezza, quella che ti permette stasera di uscire con gli amici e che ti da tranquillità di fronte a gentaglia ignorante pronta a far saltare in aria e squartare tuo figlio o tuo fratello) questo interesse debba prevalere sulla privacy del singolo, non sono la redazione di Novella 2000 che investiga sulla vita di una persona bensì è un ente che esiste per me, per te e per la collettività. se poi qualche politico abusa del potere, questo è un altro discorso. Non credi?
      • Adrianotiger scrive:
        Re: Scusa del terrorismo
        Tu non ti rendi conto di quello che fanno.Sono complotti, e spesso sono organizzazioni interne che divulgano la notizia che sono stati arrestati terroristi. Ma non è vero niente! Spesso sono solo i media che raccontano quello che gli viene detto di raccontare!BinLaden ha messo in ginocchio l'America... Se è stato veramente lui, non si sa. Ma fa comodo così. Intanto sarà alla Casa Bianca a bersi la birra con Bush.Quando vado a casa, non sono i terroristi di sicuro che mi preoccupano! Tu hai paura, perché lo stato (o meglio gli americani) sono riusciti nel loro intento di provocarla questa paura. Per cosa? Per poter modificare più velocemente le leggi, per poter far la guerra, per poter spiare meglio gli altri paese, per poter ricevere informazioni segrete.E l'Italia ci casca come un bambino e crede alle menzogne (tra l'altro sempre raccontate) della grande America!
      • isaia panduri scrive:
        Re: Scusa del terrorismo
        E' proprio grazie a gente che pensa le cose che dici tu se il mondo sta diventando sempre più uno stato di polizia.Pensare che lo stato debba essere in grado di sapere tutto quello che fai in modo da impedire crimini è, come spero converrai, una pura assurdità.Pensa, nemmeno se ci fosse una telecamera in ogni casa, anzi, un poliziotto di guardia in ogni casa, sarebbe impossibile prevenire del tutto gli atti di terrorismo. A meno che non sia disposto ad essere sorvegliato ininterrottamente h24.Ma se sei disposto ad essere sorvegliato h24... quale sarebbe la differenza fra te e un criminale già condannato?La paura della morte, o degli attentati terroristici è sotto ogni punto di vista razionale (e sottolineo razionale) priva di fondamento. Ogni giorno rischi di morire in un incidente d'auto, ma nessuno ti vieta di guidare o di attraversare la strada. Eppure il rischio è elevatissimo. Com'è che non hai paura? Mentre invece temi che in questo momento un gruppo di persone stia pensando a come farti precipitare addosso un aereo di linea oppure che se ne stia andando in giro con una bomba da fare esplodere quando ti incontra.Renditi conto dell'assurdità. In Iraq c'è un attentato ogni santo giorno. più o meno con la frequenza degli incidenti d'auto. Pensi che la gente sia chiusa in casa h24? se le possibilità di saltare in aria fossero le stesse di quelle di morire in un incidente d'auto (e guarda che al momento è più facile che tu venga colpito da un fulmine che non che resti coinvolto in un attentato) non vivresti più?Smettetela di avere paura.
      • freeeak scrive:
        Re: Scusa del terrorismo
        sei proprio un boccalone...
  • Utente Non Registrato scrive:
    Ripetiamo tutti.....
    La Guerra è PaceLa Libertà è SchiavitùLIgnoranza è Forza
    • noid scrive:
      Re: Ripetiamo tutti.....
      - Scritto da: Utente Non Registrato
      La Guerra è Pace
      La Libertà è Schiavitù
      LIgnoranza è ForzaEpperò la deficenza rimane deficenza...
    • noid scrive:
      Re: Ripetiamo tutti.....
      - Scritto da: Utente Non Registrato
      La Guerra è Pace
      La Libertà è Schiavitù
      LIgnoranza è ForzaLa Luce è Tenebre Il Caldo è Freddo E il Sale è Dolce.E voglio vedere se la redazione di censura anche questa !!!! @^ @^ @^
      • Khamul scrive:
        Re: Ripetiamo tutti.....
        Ehm... L'utente precedente non ha "sparato a caso".Quella è una citazione "da brivido" ben precisa, di un libro ben preciso...;)
        • noid scrive:
          Re: Ripetiamo tutti.....
          Ok, ammetto la mia ignoranza. Però sparata lì così senza un contesto intorno, può pure averla scritta Socrate ma io non ci trovo un gran senso...
        • noid scrive:
          Re: Ripetiamo tutti.....
          Ok, mi sono documentato. Si ricade sempre lì, Franklin e Orwell.
          • Utente Non Registrato scrive:
            Re: Ripetiamo tutti.....
            Certe volte mi chiedo se google renda il mondo migliore o peggiore ?Cmq un senso ce l'aveva....
          • noid scrive:
            Re: Ripetiamo tutti.....
            - Scritto da: Utente Non Registrato
            Certe volte mi chiedo se google renda il mondo
            migliore o peggiore
            ?Come quella prima, anche questa frase andrebbe argomentata, ossia resa comprensibile ai più. Ossia devi fornire la chiave di lettura. Diversamente stai applicando una forma di crittografia, e ti meriti 2 anni di carcere !!!
          • webwizard scrive:
            Re: Ripetiamo tutti.....
            - Scritto da: noid
            - Scritto da: Utente Non Registrato

            Certe volte mi chiedo se google renda il mondo

            migliore o peggiore

            ?

            Come quella prima, anche questa frase andrebbe
            argomentata, ossia resa comprensibile ai più.
            Ossia devi fornire la chiave di lettura.
            Diversamente stai applicando una forma di
            crittografia, e ti meriti 2 anni di carcere
            !!!Se non cacci la pazzword....
    • OutOfBounds scrive:
      Re: Ripetiamo tutti.....
      2+2=5Orwell era un profeta
  • volgare scrive:
    ZEITGEIST
    IMPORTANTE:Questo film sta sollevando un polverone!Dovreste scaricarlo con bittorrent e guardarlo. Poi non dite che non eravate stati avvertiti...http://download.luogocomune.net/torrents/Zeitgeist.The.Movie.DVDRip.XviD.ItaSubs.avi.torrent...ma nessuno mi ha detto niente :°(
    • Pro Soul scrive:
      Re: ZEITGEIST
      - Scritto da: volgare
      IMPORTANTE:
      Questo film sta sollevando un polverone!
      Dovreste scaricarlo con bittorrent e guardarlo.
      Poi non dite che non eravate stati
      avvertiti...

      http://download.luogocomune.net/torrents/Zeitgeist

      ...
      ma nessuno mi ha detto niente :°(Visto qualche giorno fa. E' SPLENDIDO!Ma dubito che la gente abbia capacità di intelletto per comprenderlo.La reazione classica sarà: "Uff... devo leggere i sottotitoli, non ho voglia di leggere, non ce n'è uno di 30 secondi cantato dalle veline ?"
    • Menk scrive:
      Re: ZEITGEIST
      si ma è inutile se non parli del filmè il solito pippotto eretico che dice le solite str***e eretiche: la religione è uno strumento di controllo, le sacre scritture sono tutte str****e e chi crede a Dio, a Allah o a un'altra entità superiore è un emerito imb*****eil tutto ovviamente raccontato con un odio verso la religione che fa paura alcune perle:"...il Papa girare a zonzo nella sua papamobile ultraterrena circondato da un vetro antiproiettili spesso 1 metro"no,no, deve andare su una macchina scoperta, così magari stavolta riescono a farlo fuori con + facilità, magari persone che lo odiano grazie anche a film come i tuoi "4,1 miliardi di persone nel mondo credono ad un'entità che vede tutto e controllo le loro vite, il 62% della popolazione mondiale"ecco bravo, visto che sono così tanti, non ti senti un estraneo ? perchè non te ne vai su marte ?eppoi non ti dà fastidio di essere cirdondato da 4,1 miliardi di imb*****i ?apparte che la % mi sembrava fosse + alta
      • fabian rox scrive:
        Re: ZEITGEIST
        ho visto il film a tratti, non tutto per motivi di tempo, ma non mi sembra per niente eretico per ben 3 motivi:1. non esclude l'esistenza di un dio ma spiega la fregatura delle religioni2. tratta altri 2 argomenti fondamentali oltre alla religione3. ovviamente un estremista-fondamentalista si sente attaccato quando gli si toccano quei 2 stuzzicadenti sulla quale si poggiano le proprie convinzioni.il film tratta di 3 argomenti ben distinti, basta svegliarsi dal torpore della tv, come dice Pro Soul.
  • Che testa!!! scrive:
    Io le password le dimentico sempre...
    rischio di finire in galera per smemoratezza, questa e' una legge che punisce l'arterioscleresi. :|
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: Io le password le dimentico sempre...
      contenuto non disponibile
    • Lorenzo scrive:
      Re: Io le password le dimentico sempre...
      Io uso ogni tanto file zip con la password , la dimentico non spesso spessissimo ( tanto e' vero che se mi porto appresso i file in una pennina mi porto le password scritte da qualche parte ). Spesso e volentieri mi capita di vover sistemare il client di posta a parenti ed amici ... secondo voi quanti si ricordano la password della posta ? E secondo voi ... quanti si dimenticano anche l'indirizzo ... :'(Meno male che non siamo in Inghilterra ...
    • polpot scrive:
      Re: Io le password le dimentico sempre...

      rischio di finire in galera per smemoratezza,Quando sarai nelle docce ricordati di non raccogliere le saponette.
  • Pelosa scrive:
    Doppia password
    Beh, io uso TrueCrypt con 2 password. Posso sbloccare il volume facendo vedere un altro contenuto (e non quello nascosto). Il bello è che non c'è possibilità di dimostrare che esista una seconda password con altri contenuti.Quindi:1. loro trovano un file cifrato2. mi chiedono la password3. io gliela fornisco4. loro non trovano niente di importante5. mi chiedono la seconda password?6. io dico che non c'è e non so neanche cos'è:-)
    • Edgar scrive:
      Re: Doppia password
      - Scritto da: Pelosa
      Beh, io uso TrueCrypt con 2 password. Posso
      sbloccare il volume facendo vedere un altro
      contenuto (e non quello nascosto). Il bello è che
      non c'è possibilità di dimostrare che esista una
      seconda password con altri
      contenuti.
      Quindi:
      1. loro trovano un file cifrato
      2. mi chiedono la password
      3. io gliela fornisco
      4. loro non trovano niente di importante
      5. mi chiedono la seconda password?
      6. io dico che non c'è e non so neanche cos'è

      :-)Quoto, truecrypt è ottimo
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: Doppia password
      contenuto non disponibile
      • noid scrive:
        Re: Doppia password
        - Scritto da: unaDuraLezione
        - Scritto da: Pelosa

        Beh, io uso TrueCrypt con 2 password.

        grazie per l'informazione, adesso sappiamo tutti
        che dobbiamo chiederti due password anzichè
        una.2 password, 4 anni di carcere. Vedrai che gli passa la voglia !!! :D :D :D
        • jjj scrive:
          Re: Doppia password
          forse non conosci il programma e le sue funzionalità. è impossibile dimostrare che il secondo volume è...un volume crittato e che è necessaria una seconda psswrd.
          • noid scrive:
            Re: Doppia password
            - Scritto da: jjj
            forse non conosci il programma e le sue
            funzionalità. è impossibile dimostrare che il
            secondo volume è...un volume crittato e che è
            necessaria una seconda
            psswrd.o forse lo conosco, compresa quella che si chiama "plausible deniability". E tu lo sai che vogliono dire queste faccette :D :D :D ?
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Doppia password
            contenuto non disponibile
          • fred scrive:
            Re: Doppia password

            o forse non avete letto bene cosa dice la legge
            inglese.
            Gli basta *SOSPETTARE* che tu abbia del contenuto
            cifrato. Non è nemmeno necessario che tu ce l'abbia
            veramente il file cifrato.Attento alla traduzione, la legge si riferisce al possibile contenuto di un file cifrato, non al file stesso, quindi deve essere dimostrabile che il file cifrato esiste e la legge si applica in base al contenuto.Il problema semmai e' che talvolta e' difficile capire se un file e' crittografato.Ad esempio se tu tenti di estrarre un file che si chiama miaposta.rar e questo ti chiede la password la cifratura e' evidente.se invece nell'estrazione del file miaposta.rar winrar mi dice che non riconosce il file stiamo gia' entrando nel campo del dubbio, e le prove richiedono certezza.Ed e' qui che arriva l'incertezza: un container come quelli creati con drivecrypt e similari non contengono header per cui e' gia' difficile confermare che sia crittografato, indubbiamente una partizione con filesystem sconosciuto e' un indizio molto forte perhce' altrimenti che ragione di esistere ha quella partzione in quella maniera? (al di la dell'ingoranza informatica e di tutti i possibili dettagli).Ecco che allora la plausible dniability delle doppie patizioni vengono in aiuto; non solo manca la certezza dell'esistenza della crittografia ma e' molto difficile sostenere anche il sospetto so non in un'area di esperti di sicurezza che in tribunale avrebbe poca strada.Sta tutto all'imputato al non fare passi falsi perche' in questa occasione quello che gli resta da provare sono i trabocchetti.
          • noid scrive:
            Re: Doppia password
            - Scritto da: fred
            Attento alla traduzione, la legge si riferisce al
            possibile contenuto di un file cifrato, non al
            file stesso, quindi deve essere dimostrabile che
            il file cifrato esiste e la legge si applica in
            base al
            contenuto.
            Il problema semmai e' che talvolta e' difficile
            capire se un file e'
            crittografato.http://www.stat.fsu.edu/pub/diehard/
          • Edo78 scrive:
            Re: Doppia password
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: noid


            o forse lo conosco, compresa quella che si
            chiama

            "plausible deniability". E tu lo sai che
            vogliono

            dire queste faccette :D :D :D

            ?

            o forse non avete letto bene cosa dice la legge
            inglese.
            Gli basta *SOSPETTARE* che tu abbia del contenuto
            cifrato.
            Non è nemmeno necessario che tu ce l'abbia
            veramente il file
            cifrato.Mi sa che sei ancora più confuso degli inglesi ...Se una cosa del genere fosse vera basterebbe che un poliziotto dicesse che sospetta che tu hai un file criptato e ti chiede la password, tu non avendo il file criptato non hai nemmeno la password quindi non puoi fornirla e ti fai anni di carcere ...
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Doppia password
            contenuto non disponibile
          • polpot scrive:
            Re: Doppia password

            Gli basta *SOSPETTARE* che tu abbia del contenuto
            cifrato.
            Non è nemmeno necessario che tu ce l'abbia
            veramente il file cifrato.È una legge ben fatta.
    • pentolino scrive:
      Re: Doppia password
      magari basta farsi furbi ed evitare di avere un disco di 10 giga con 9 giga di partizione nascosta! poi certo sarebbe cmq difficile dimostrare che quei 9 giga sono una partizione nascosta ma sempre meglio essere prudenti! :-)
      • T.A. scrive:
        Re: Doppia password

        poi certo sarebbe cmq difficile
        dimostrare che quei 9 giga sono una partizione
        nascosta ma sempre meglio essere prudenti!Mah, penso che la scusa "L'ho creata da 10 giga ma finora avevo solo 1 Giga di dati da metterci dentro" sia sufficiente.P.S. Io ho una partizione da 10 Giga con solo 100 kappa usati, sono un terrorista? :-)
        • pentolino scrive:
          Re: Doppia password
          - Scritto da: T.A.

          Mah, penso che la scusa "L'ho creata da 10 giga
          ma finora avevo solo 1 Giga di dati da metterci
          dentro" sia
          sufficiente.di questi tempi non si sa mai!
          P.S. Io ho una partizione da 10 Giga con solo 100
          kappa usati, sono un terrorista?
          :-)per le idee che circolano adesso probabilmente sì :-D
      • fred scrive:
        Re: Doppia password
        Un secondo disco senza partizioni, perche no?pero' dovete giustificare la presenza di un disco non partizionato (es: s'e' sputtanato e state aspettando un modo per recuperarlo).Attenzione che il disk manager quando lo vede vuole scrivere la singnature, non permettetelo e per sicurezza backuppate l'header.
    • fred scrive:
      Re: Doppia password
      Qualche suggerimento:Alla seconda passowrd usate un keyfile, per keyfile usate un file non desta sospetti e magari si puo' recuperare se va perduto.Disattivate con regedit l'aggiornamento delle date all'accesso dei files.Se usate truecrypt potete utilizzare la modalita' traveller, certo ingoiare la chiavetta usb non e' il massimo ma penso che ognuno abbia un cesso nei dintorni con lo sciaquone pronto; riempita la chiavetta di file disordinati di varia natura con varie date, collegate spesso la chiavetta ai pc diversi dal vostro a casaccio.Non proteggete lo spazio libero sulla partizione innocua poiche' lo spazio mancante e' un indizio.Replicate i vostri programmi p2p sulle partizioni visibili con configurazioni simili ma utente diverso e files innocui (ovvero non coperti da diritto d'autore ne nulla).Installate l'quivalente freeware dei vostri programmi nelle partizioni visibili.Ogni tanto lavorate per qualche tempo con la data spostata di qualche anno. E' anche normale che un disco durante la manutenzione perda link o punti file e partizioni non piu' disponibili, pensate a come emulare al meglio una situazione simile (tipo installare programmi che non usate e rimuovere manualmente i files senza disintallarli, generera' una situazione di caso).E comunque penso avrete capito che il caos vero o falso che sia e' vostro amico perche' genera incertezze.Se vi sequestrano il pc e vi viene riconsegnato radete al suolo tutte le installazione rimuovendo qualsiasi file eseguibile o setup o qualunque cosa che possa contenere un troian, attenti anche ad alcuni formati di documento, ispezionate accuratamente l'hardware, tutti i connettori, controllate il sigillo dell'alimentatoe, la mobo anche sotto, tutti i dispositivi hardware, la tabella delle partizioni, se hanno preso anche la tastiera sostituitela senza remore.Se lo ritenete utile attivate il supporto disabili per introdurre la pwd cliccando col mouse sui tasti della tastiera virtuale... La guida riportava altri dettagli ma non me li ricordo, se qualcuno avesse il link sarei felice di recuperarla; aggiungete in coda quel che ritenete utile.
      • Sparrow scrive:
        Re: Doppia password
        Azz,un vero incubo !Per valerne la pena dovresti davvero nascondere qualcosa di grosso, che ti permetta di vivere da nababbo !In caso contrario, per due canzonette per esempio, meglio ascoltare la radio ...
      • polpot scrive:
        Re: Doppia password

        certo ingoiare la chiavetta usb non e'
        il massimo ma penso che ognuno abbia un cesso nei
        dintorni con lo sciaquone pronto;E senz'altro noi ci divertiremo nel recuperarla.
        Se lo ritenete utile attivate il supporto
        disabili per introdurre la pwd cliccando col
        mouse sui tasti della tastiera virtuale...Perché il nostro logger registra i tasti premuti ma non le cliccate ovviamente.
    • polpot scrive:
      Re: Doppia password

      6. io dico che non c'è e non so neanche cos'èQuarantottore sotto torchio e la password la canti col coro delle voci bianche.
  • Edo78 scrive:
    Fornire documenti in chiaro ?
    Adesso che sono un po' meno addormentato mi rendo conto di una cosa assurda ...Se veramente è possibile fornire i documenti in chiaro invece della chiave io potrei criptarmi le istruzioni per un attentato e quando me lo chiedono gli fornisco in chiaro la ricetta della torta di mele.Senza la chiave non possono sapere se gli ho fornito il documento originale o meno ...
    • stefano scrive:
      Re: Fornire documenti in chiaro ?
      appunto ....è assurdo... se non sanno la chiave, non sanno cosa è criptato per cui al posto del manuale del bombarolo perfetto gli do la ricetta delle lasagne
      • polpot scrive:
        Re: Fornire documenti in chiaro ?

        è assurdo... se non sanno la chiave, non sanno
        cosa è criptato per cui al posto del manuale del
        bombarolo perfetto gli do la ricetta delle lasagneE già noi siamo tanto gnubbi...
    • noid scrive:
      Re: Fornire documenti in chiaro ?
      - Scritto da: Edo78
      Adesso che sono un po' meno addormentato mi rendo
      conto di una cosa assurda
      ...
      Se veramente è possibile fornire i documenti in
      chiaro invece della chiave io potrei criptarmi le
      istruzioni per un attentato e quando me lo
      chiedono gli fornisco in chiaro la ricetta della
      torta di
      mele.

      Senza la chiave non possono sapere se gli ho
      fornito il documento originale o meno
      ...Non sono il massimo esperto ma non credo che sia proprio così. Se ragioniamo di un documento in chiaro e lo stesso documento criptato, avendo il documento in chiaro tramite criptoanalisi si può ricavare la chiave di criptatura. Probabilmente anche da una sola parte del documento in chiaro. Non credo però che lo stesso processo sia applicabile nel caso in cui di un volume criptato con n files ne vada a fornire uno solo, perchè il file potrebbe essere frammentato ed inoltre viene comunque memorizzato a cluster di dimensione indefinita in quanto non posso sapere il file system utilizzato e le opzioni di formattazione. Insomma se una cripta con Truecrypt un DVD non sarà mai in grado neanche volendo fornire i 3000 files che ci stanno dentro in chiaro così che loro possano risalire alla chiave utilizzata. E' evidente comunque che non possono essere così idioti. Vogliono semplicemente "indurre" la gente a non usare più la crittografia. Tutti quelli che continueranno, avranno da nascondere più di due anni di carcere. Sono pienamente d'accordo col dire che è una forma di tortura, Amnesty International dovrebbe attivarsi subito.
      • gerry scrive:
        Re: Fornire documenti in chiaro ?
        - Scritto da: noid
        Non sono il massimo esperto ma non credo che sia
        proprio così. Se ragioniamo di un documento in
        chiaro e lo stesso documento criptato, avendo il
        documento in chiaro tramite criptoanalisi si può
        ricavare la chiave di criptatura. Non ne sono sicuro.E comunque se cripto un documento è perchè non voglio che altri lo vedano, non ha senso poi tenerne una copia in chiaro, no?Dovrei fornirgli qualcosa di equivalente.
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: Fornire documenti in chiaro ?
          contenuto non disponibile
          • gerry scrive:
            Re: Fornire documenti in chiaro ?
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: gerry



            Dovrei fornirgli qualcosa di equivalente.

            per ogni file cifrato devi avere un file in
            ciharo delle stesse dimensione con contenuto del
            tipo "scemo chi legge" ripetuto
            all'infinito.
            Dici che mangiano la foglia?Non ho mica capito.Io dicevo che se tengo qualcosa criptato è molto probabile che non abbia fisicamente un equivalente in chiaro.Perchè dannarsi la vita a crittare le cosa se poi ne tieni una copia in chiaro da un'altra parte? E' stupido, no?
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Fornire documenti in chiaro ?
            contenuto non disponibile
          • eccomi qua... scrive:
            Re: Fornire documenti in chiaro ?
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: gerry


            Non ho mica capito.



            Io dicevo che se tengo qualcosa criptato è molto

            probabile che non abbia fisicamente un

            equivalente in

            chiaro.

            ovvio...non è cosi' ovvio. Magari ho dei file del lavoro sul computer di casa (contabilità, lista dei conttatti presso i clienti, eccetera...). Nessuna informazione che necessiti il segreto di Stato, ma magari devo portarmi dietro questi file su un supporto come un hard disk esterno o un dvd RW. In questo caso, magari tengo i file sul pc di casa in chiaro (ripeto, nulla di assolutamente segreto), mentre vorrei criptare i file che mi porto in giro.my 2 cents...
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: Fornire documenti in chiaro ?
        contenuto non disponibile
        • noid scrive:
          Re: Fornire documenti in chiaro ?
          Infatti, dalla password si genera tramite un algoritmo di hashing una chiave a n. bit che sarà poi quella utilizzata per crittografare il tutto. Avendo la chiave la password è inutile. Il punto è che la clausola di avere il documento in chiaro non è così stupida, nell'ottica di poter risalire alla chiave utilizzata e sapere quindi se uno ti prende in giro con la ricetta della Piera oppure dice la verità. Con un intero volume invece non resta che la password o la galera.
      • polpot scrive:
        Re: Fornire documenti in chiaro ?

        Amnesty International dovrebbe attivarsi subito.Amnesty International probabilmente prende soldi da noi.
    • fred scrive:
      Re: Fornire documenti in chiaro ?
      la legge dice che bisogna fornire il file decrittato, le forze dell'ordine hanno chiesto la chiave per decrittare;non so dal punto di vista della difesa se e quanto possa valere, qui server veramente una perizia giuridica sull'applicazione letterale della legge, certo pero' che se decrittano e' trovano qualcosa che veramente hai commesso di grave e' piu' difficile per te difenderti.
  • Jester24 scrive:
    IMHO
    "guardi ... io gliela fornirei veramente volentieri ... però il problema è che non la ricordo nemmeno io ... sa, in realtà non era una password ma un'intera frase ... perchè lo sa che il pgp funziona così vero? ecco, non me la ricordo. Oltretutto il pc ve lo siete preso qualche mese fa ... è passato del tempo. Spero anzi che voi, con i vostri potenti mezzi riusciate a trovarla perchè almeno così potrei riavere i miei files"Poi cosa fanno? mi mettono in galera per "smemoratezza molesta"?Scherzi a parte, credo che comunque se hanno sequestrato la macchina, qualche cosa sotto ci sia, però se non son abbastanza svegli per trovare una passphrase, beh ... che imparino. Così è troppo facile!La cosa carina è che magari ci perdono tempo, la ingabbiano per un pò, fanno il diavolo a quattro e poi, una volta decrittati i file trovano le ricette di cucina di zia Giuseppa ...
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: IMHO
      contenuto non disponibile
      • alfa beta scrive:
        Re: IMHO
        se applicano una legge PALESEMENTE INCOSTITUZIONALE, che ti COSTRINGE AD AUTOACCUSARTI ed annulla di colpo il principio secondo cui si e' innocenti fino a prova contraria E punisce le INTENZIONI come se fossero FATTI, allora si finira' in prigione.MA a questo punto risulta palese come tu stia considerando normale ed ineluttabile che l'inghilterra sia diventata il quarto reich.
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: IMHO
          contenuto non disponibile
        • noid scrive:
          Re: IMHO
          - Scritto da: alfa beta
          se applicano una legge PALESEMENTE
          INCOSTITUZIONALE, che ti COSTRINGE AD
          AUTOACCUSARTI ed annulla di colpo il principio
          secondo cui si e' innocenti fino a prova
          contraria E punisce le INTENZIONI come se fossero
          FATTI, allora si finira' in
          prigione.
          MA a questo punto risulta palese come tu stia
          considerando normale ed ineluttabile che
          l'inghilterra sia diventata il quarto
          reich.In molti paesi (e non faccio nomi per non alzare polveroni OT) puoi essere incarcerato senza motivi. O addiruttura essere "giustiziato" (=assassinato) da governi che sempre si dichiarano "democratici". L'Inghilterra deve essere parificata nè più nè meno a questi governi. E gli USA, nelle loro logiche di paladini della libertà e della legalità, dovrebbero proporre un embargo verso questo paese assolutista...
        • il_Mav scrive:
          Re: IMHO
          Non capisco perché consentire il procedere delle indagini debba essere considerato "autoaccusarsi". Solo in Italia, nel Paese dei Furbi, la maggior parte della gente pensa che debba essere sacrosanto potersi sottrarre alle indagini.Nel resto del mondo lo pensa solo qualche criminale che ha qualcosa da nascondere. Quando staranno per arrestare il Bin Laden di turno e non potranno perché i documenti che lo inchiodano sono criptati con GPG/PGP e chiavi da 2048 bit mi raccomando... difendete ancora la privacy! :DMi fate scompisciare! Diamo sempre più possibilità ai criminali di coprire le proprie tracce... si dai!
          • noid scrive:
            Re: IMHO
            - Scritto da: il_Mav
            Non capisco perché consentire il procedere delle
            indagini debba essere considerato
            "autoaccusarsi". Solo in Italia, nel Paese dei
            Furbi, la maggior parte della gente pensa che
            debba essere sacrosanto potersi sottrarre alle
            indagini.

            Nel resto del mondo lo pensa solo qualche
            criminale che ha qualcosa da nascondere. Quando
            staranno per arrestare il Bin Laden di turno e
            non potranno perché i documenti che lo inchiodano
            sono criptati con GPG/PGP e chiavi da 2048 bit mi
            raccomando... difendete ancora la privacy!
            :D

            Mi fate scompisciare! Diamo sempre più
            possibilità ai criminali di coprire le proprie
            tracce... si
            dai!La crittografia aumenta le possibilità di uno o più criminali di coprire le proprie tracce, proprio come un AK-47 in mano a un criminale fà più danni di una lancia, e di questo passo fino alla bomba atomica o chissà cos'altro. Si chiama progresso scientifico e non va mai di pari passo col progresso sociale ed ancor meno con il progresso umano dell'individuo. Le pistole sono proibite ma i criminali e i polizziotti le hanno, io no. Questa legge come l'ITAR prima ed altre non ha efficacia per combattere la criminalità come non ha efficacia proibire le vendita di armi. Possono avere una certa efficacia in quanto forma repressiva di una libertà di tutti, come un coprifuoco può essere efficace per prevenire dei disordini. Ma non viviamo in stati in cui vige il coprifuoco 24 ore al giorno tutti i giorni dell'anno. E non parlare di Bin Laden, lui l'AK-47 ce l'ha !
          • il_Mav scrive:
            Re: IMHO
            - Scritto da: noid
            io no. Questa legge come l'ITAR prima ed altre
            non ha efficacia per combattere la criminalità
            come non ha efficacia proibire le vendita di
            armi. Possono avere una certa efficacia in quanto
            forma repressiva di una libertà di tutti, come un
            coprifuoco può essere efficace per prevenire dei
            disordini. Ma non viviamo in stati in cui vige il
            coprifuoco 24 ore al giorno tutti i giorni
            dell'anno. E non parlare di Bin Laden, lui
            l'AK-47 ce l'haNessuno vuole proibire la crittografia fra privati... semplicemente se c'è un procedimento giudiziario a tuo carico sei tenuto a non ostacolare le indagini. D'altra parte mi pare che l'inquinamento delle prove o la distruzione delle stesse sia un comportamento ritenuto universalmente scorretto... o no?
          • Antonio R scrive:
            Re: IMHO
            E quindi bisogna arrestare una persona perchè semplicemente "non ricorda la password" (cosa che potrebbe dire chiunque se sotto accusa)? Possono dunque testare se la ricordo o meno?Ma dai! Non facciamo gli ipocriti..Per fare un'indagine in cui non c'entrano i fattori informatici stanno anche 20 anni e per un documento vogliono procedere all'arresto immediato?E' colpa mia se non ricordo la password?Bin Laden di certo è indagato per BEN altro e per cose già discusse e note..Ah una precisazione, se non l'acchiappano è perchè la "mafia" c'è anche a livello mondiale ;)Pensi che gli USA con tutti gli strumenti di altissima tecnologia che ha riesce a vedere un meteorite che cadrà tra 30 anni o se c'è materia nei buchi neri e non riesce a trovare una persona nascosta.. BAH!
          • polpot scrive:
            Re: IMHO
            Bene, bene! Un altro che non desidera altro che farsi trasparente. Ti proporrò per un riconoscimento.
  • Ergo Proxy scrive:
    scapaptoia
    La sezione 49 del RIPA prevede invece che il destinatario della richiesta possa trarsi d'impaccio semplicemente fornendo alle autorità i documenti decifrati. Una password si dimentica facilmente: è impresa meno ardua recuperare il documento qualora fosse stato archiviato in chiaro su altri supporti.ovvero se succedess ein italia provenzano et similia troveranno la scappatoia
  • William scrive:
    Mah...
    "Il computer della donna è stato sequestrato dalla polizia nello scorso maggio."Sta tizia non mi sembra una santarella...comunque...non poteva usare una chiavetta usb o un disco esterno?!
    • Skywalker scrive:
      Re: Mah...
      Leggere: è una attivista animalista.Hai presente gente che, nel bergamasco, gira per i campi a togliere gli archetti, illegali, per la cattura dei passeriformi, ma che poi si becca una accusa di violazione di proprietà privata e/o diffamazione (perché lo scrive sui giornali). Il magistrato fa "un atto dovuto" e apre un'inchiesta. Siccome il pezzo al giornale lo hai composto e mandato con il tuo computer, ti sequestrano il computer per "cercare le conferme". Peccato che tu tutto quanto riguarda la tua attività di animalista, inclusi i nomi e gli indirizzi degli altri membri del gruppo, tra cui quello della moglie del capo della polizia, che ha sempre dato una mano ma in segreto per non litigare con il marito, amante dei passeriformi in polenta.Ora io:- garantisco la riservatezza di chi mi ha affidato i suoi dati, e, giusto per fare un po' di "persuasione non violenta" (detta anche minaccia o tortura psicologica), vengo spedita in galera per due anni- mi salvo il culo, ma sputtano chi, fidandosi di me, mi aveva affidato parte della sua privacy. Speriamo che il marito, visto che ha un'arma di ordinanza, gli piacciano solo i passeriformi e sappia controllare i suoi istinti.
  • ZardoTagore scrive:
    E ora di finirla!
    Che schifo! Una persona è innocente fin'chè non viene provata la sua colpevolezza. Dunque è palese che l'accusatore debba fornire le prove di colpevolezza nei confronti dell'accusato, sarebbe giusto che le indagini si muovessero nel più totale riserbo, nel caso che l'accusatore sbagliasse la riservatezza dell'operazione garantirebbe all'accusato l'anonimato senza subire la gogna pubblica. Invece è tutto il contrario, una persona non è dichiarata colpevole ma grazie ai media che attraverso l'informazione piccola e meschina fanno si che: il sospetto, dubbio e incertezze si insinui nella mente delle persone rovinando la vita dell'accusato solo in base a sospetti spesso circostanziali. La vita privata di una persona, i suoi vizii, le sue trasgressioni, i suoi sentimenti non devono essere messe in piazza mai! Il privato niente centra con il sociale, sono due isole distinte. Come dice il Grillo Parlante ... e Vaffanculo!
  • Hiei3600 scrive:
    Ed In Italia?
    Cosa aspettano i nostri brillanti politici Italiani,ad approvare PRIMA DI SUBITO e all'UNANIMITA'(Altro che maggioranza risicata),queste magnifiche leggi che sprizzano democrazia e libertà da tutti i pori?Andiamo tutti in parlamento a far subitissimo approvare queste leggi pensate esclusivamente per tutelarci e per il nostro bene,a,non dimenticate di portare con voi i vostri Hard Disk non crittografati così da far vedere a tutti tutto quello che avete così dimostrerete di essere"A Posto".(anonimo)
  • V for Vendetta scrive:
    Ci siamo...
    Finalmente sono venuti allo scoperto.Ora possono smettere di sparare le balle sulla lotta al terrorismo, alla pedofilia e tutto il resto.Forse la gente inizierà a capire a cosa servono tutte le telecamere, tutti i passaporti biometrici e tutte le registrazioni del dna.Hanno sperimentato ben bene prima e adesso iniziano sul serio: attivisti, opposizioni politiche, critici verso il governo, etc etc.Preparatevi come meglio credete."La libertà è schiavitù" -V-
  • Edo78 scrive:
    usare strumenti migliori
    Ci sono strumenti (truecrypt per esempio) che consentono di criptare un'intera partizione o un dispositivo in modo che non si possa nemmeno capire se sono dati criptati o dati casuali, in questo caso se ti chiedessero la password tu potresti dirgli che non ci sono documenti criptati ma è solo spazzatura informatica rimasta da una formattazione e loro non avrebbero modo di dimostrare il contrario.Certo probabilmente tra poco in inghilterra uscirà una legge che permetterà alla polizia di torturarti se gli stai antipatico o se sono annoiati ...
    • jfk scrive:
      Re: usare strumenti migliori
      - Scritto da: Edo78
      Ci sono strumenti (truecrypt per esempio) che
      consentono di criptare un'intera partizione o un
      dispositivo in modo che non si possa nemmeno
      capire se sono dati criptati o dati casuali, in
      questo caso se ti chiedessero la password tu
      potresti dirgli che non ci sono documenti
      criptati ma è solo spazzatura informatica rimasta
      da una formattazione e loro non avrebbero modo di
      dimostrare il
      contrario.
      Gli sequestrano, il computer e lo sottopongono ad un team di periti, ed il gioco e' fatto lo stesso.Piu' che altro bisognerebbe gasare il governo anche li' :-)
      • Edo78 scrive:
        Re: usare strumenti migliori
        - Scritto da: jfk
        Gli sequestrano, il computer e lo sottopongono ad
        un team di periti, ed il gioco e' fatto lo
        stesso.no, tu puoi anche dare il computer a chi ti pare ma il massimo che puoi dimostrare è che contiene dati apparentemente casuali.Non è possibile in alcun modo dimostrare un file/partizione/dispositivo criptato con truecrypt contenga qualcosa di diverso da spazzatura (l'unico modo ovviamente sarebbe di avere la password di truecrypt e usarla).
        • Sparrow scrive:
          Re: usare strumenti migliori
          E' proprio così, leggetevi la guida di truecrypt.Se poi uno è pigro e non vuole farsi la partizione nascosta e criptata ...
    • a b scrive:
      Re: usare strumenti migliori
      Di piu': truecrypt consente la plausible deniability!All'interno della partizione crittata ne puoi creare un'altra che rimane "invisibile" e in cui metterai i file che vuoi che rimangano DAVVERO segreti. Se ti chiedono la password tu puoi dare quella della partizione "esterna"...http://en.wikipedia.org/wiki/Truecrypt#Plausible_deniabilitycia'
      • Criptainer scrive:
        Re: usare strumenti migliori
        - Scritto da: a b
        Di piu': truecrypt consente la plausible
        deniability!
        Giusto!Le partizioni crifrate con TC sono indistinguibili da spazio libero con dati casuali, proprio per il fatto che non conserva header di cifratura né strutture dati ordinate in esse.Qualora in futuro (non si deve mai escludere nulla) le tecniche di crittoanalisi dovessero condurre a dei nuovi modelli di rilevazione probabilistica, si potrà sempre attivare l'Hidden Container (è comunque bene usarlo correntemente).Sottolineo che TC è un progetto costola di E4M (Encryption for the Masses), ed è forse uno dei pochi baluardi del sacrosanto rispetto della privacy.Si sente spesso parlare di attentati terroristici e delle conseguenti leggi incostituzionali che vengono promulgate, senza accorgersi che il vero terrorismo è quest'ultimo!!Usate il cervello, è l'arma più efficace.
        • polpot scrive:
          Re: usare strumenti migliori

          Le partizioni crifrate con TC sono
          indistinguibili da spazio libero con dati casualiInfatti è notorio che lo spazio libero è normalmente occupato da dati casuali... così casuali da attirare l'attenzione.Comunque, dato che è spazio libero senza importanza... prima di restituire il computer lo sovrascriviamo, dopo averne fatto una copia.
          • C riptainer scrive:
            Re: usare strumenti migliori
            - Scritto da: polpot

            Le partizioni crifrate con TC sono

            indistinguibili da spazio libero con dati
            casuali

            Infatti è notorio che lo spazio libero è
            normalmente occupato da dati casuali... così
            casuali da attirare
            l'attenzione.Forse non mi sono spiegato, o forse sei tu che non capisci.Spazio libero con "dati casuali" non significa file di dati memorizzati in aree di cluster contigue, bensì valori di bit a zero ed uno sparsi in maniera casuale sull'HD, ovvero _esattamente_ come se uno avesse usato un HD e poi l'avesse formattato o cancellato sovrascrivendo più volte l'intera superficie con bit casuali (wiping).Ora giunti a questo punto, in virtù delle specifiche caratteristiche dei contenitori cifrati TC che elencavo qualche post prima, ad oggi non è possibile dimostrare che un HD in tale stato sia stato cifrato piuttosto che sempicemente cancellato.Se a questo aggiungiamo anche la tecnica dei virtual container, è facile comprendere come la ragazza dell'articolo non avrebbe avuto problemi se avesse utilizzato questi sistemi di crittografia (oppure steganografia).Ah, il fatto che tu conosca l'esistenza della cifratura e dei progammi per impiegarla, non toglie che devi dimostarne l'utilizzo, altrimenti rimarrà una tua supposizione...Concludo ricordando che TC è opensource, quindi scaricando i file di programma controllando la signature pgp, si è anche sicuri della genuinità del prg. e dell'assenza di backdoor od espedienti simili (Zimmermann ne sa qualcosa...).
      • polpot scrive:
        Re: usare strumenti migliori

        All'interno della partizione crittata ne puoi
        creare un'altra che rimane "invisibile"E ovviamente noi non lo sappiamo.
        • Edo78 scrive:
          Re: usare strumenti migliori
          - Scritto da: polpot

          All'interno della partizione crittata ne puoi

          creare un'altra che rimane "invisibile"

          E ovviamente noi non lo sappiamo.Se mi creo N file da diversi gb, li monto come se fossero dei normali device, all'interno di ognuno ne creo altri a matrioska e ne prendo alcuni a caso e li metto assieme in un raid 5 e uso truecrypt sull'unità risultante mentre in altri metto dei valori casuali.Ogni ora mando via email l'md5 di ogni file e se mi dovesse ritornare la macchina con qualche bit diverso li denuncio.
    • pegasus2000 scrive:
      Re: usare strumenti migliori
      - Scritto da: Edo78
      Ci sono strumenti (truecrypt per esempio)...http://www.truecrypt.org/Mi hai tolto le parole di bocca, volevo postarlo io! ;)
    • polpot scrive:
      Re: usare strumenti migliori

      Ci sono strumenti (truecrypt per esempio)E ovviamente noi siamo sprovveduti e non li conosciamo...
      • Edo78 scrive:
        Re: usare strumenti migliori
        - Scritto da: polpot

        Ci sono strumenti (truecrypt per esempio)

        E ovviamente noi siamo sprovveduti e non li
        conosciamo...Visto come hanno risposto in molti la mia supposizione che molti di voi (sprovveduti l'hai detto tu) non conoscessero truecrypt era fondata.
    • polpot scrive:
      Re: usare strumenti migliori
      Non è necessaria una legge. Usiamo manganelli ricoperti di silicone molto morbido, e poi sta a te dimostrare che gli agenti ti hanno picchiato mentre eri sotto la loro custodia.Ogni tanto, certo, ci scappa un po' la mano:http://www.pane-rose.it/files/index.php?c3:o10283Ma sono incidenti di percorso sulla via del progresso.
      • Edo78 scrive:
        Re: usare strumenti migliori
        - Scritto da: polpot
        Non è necessaria una legge. Usiamo manganelli
        ricoperti di silicone molto morbido, e poi sta a
        te dimostrare che gli agenti ti hanno picchiato
        mentre eri sotto la loro
        custodia.

        Ogni tanto, certo, ci scappa un po' la mano:

        http://www.pane-rose.it/files/index.php?c3:o10283

        Ma sono incidenti di percorso sulla via del
        progresso.e allora io uccido tutti gli esseri umani così non rimane nessuno che possa chiedermi la chiave dei miei file criptati.Non ti pare di esagerare un attimo ?
  • Akim scrive:
    LoL ??????
    E se avessi dimenticato la password ?Che mi sottopongano alla macchina della verita' LOOOOOOOLIDIOTI
    • Stufo scrive:
      Re: LoL ??????
      pazzword dimenticata? intanto, ti fai un paio di anni al gabbio di her majesty (che non si sa mai che ti stimoli le sinapsi e che ti ritorni in mente la pazzword, anche grazie al fresco) poi quando uscirai, nel 2010, potrai anche aver imparato a non cifrar nulla.il problema non è questa disposizione in sè, ma quando e come verrà applicata anche in italia.
      • alfa beta scrive:
        Re: LoL ??????
        e' ineluttabile, blahg blah blah, bella trollata
      • krane scrive:
        Re: LoL ??????
        - Scritto da: Stufo
        pazzword dimenticata?
        intanto, ti fai un paio di anni al gabbio di her
        majesty (che non si sa mai che ti stimoli le
        sinapsi e che ti ritorni in mente la pazzword,
        anche grazie al fresco) poi quando uscirai, nel
        2010, potrai anche aver imparato a non cifrar
        nulla.
        il problema non è questa disposizione in sè, ma
        quando e come verrà applicata anche in
        italia.Ma scherzi ? Basta che gli dai un po' di file che dichiari essere il contenuto del file criptato e sono contenti.Ma l'hai letto l'articolo ?
        • polpot scrive:
          Re: LoL ??????

          Basta che gli dai un po' di file che
          dichiari essere il contenuto del file criptato e
          sono contenti.Eh sì, siamo tanto gonzi!
  • danieleMM scrive:
    Anche non avessi nulla da nascondere...
    ...non fornirei la password!Che mandino in galera un innocente che vuole preservare la propria privacy se se la sentono!
    • piero scrive:
      Re: Anche non avessi nulla da nascondere...
      - Scritto da: danieleMM
      ...non fornirei la password!
      Che mandino in galera un innocente che vuole
      preservare la propria privacy se se la
      sentono!condivido, in ogni caso è necessario mobilitarsisaluti Piero
    • Stufo scrive:
      Re: Anche non avessi nulla da nascondere...
      sela sentono, se la sentono. dopotutto, sono solo inglesi.
  • asdasdasd scrive:
    Inghilterra allo sbando
    53 DOMANDE - Allatto dellacquisto del biglietto, ogni viaggiatore sarà così costretto a compilare un elenco di 53 domande che spaziano dal programma del soggiorno ai dettagli della carta di credito usata per il pagamento; dagli indirizzi email al numero di targa della macchina, fino alle multe non pagate e agli eventuali voli persi in passato. Le informazioni verranno poi girate alla polizia, alle dogane, allufficio immigrazione e ai servizi di sicurezza almeno 24 ore prima del viaggio, in modo da poter effettuare ulteriori controlli e, nel caso, impedire la partenza o lo sbarco sul suolo britannico degli individui sospetti. Non solo. A chi ha conti in sospeso (leggi multe non pagate) potrà essere persino proibito di lasciare il Paese.http://www.corriere.it/esteri/07_novembre_15/gb_domande_turismo.shtml
    • The Punisher scrive:
      Re: Inghilterra allo sbando
      - Scritto da: asdasdasd
      53 DOMANDE - Allatto dellacquisto del
      biglietto, ogni viaggiatore sarà così costretto a
      compilare un elenco di 53 domande che spaziano
      dal programma del soggiorno ai dettagli della
      carta di credito usata per il pagamento...Cut...Gordon Brown, primo ministro, laburisti (sinistra).Contro questa proposta (e tante altre palesemente illiberali) si sta muovendo prepotentemente David Cameron, conservatori (destra).Un mondo al contrario, vero?
      • George Orwell scrive:
        Re: Inghilterra allo sbando
        - Scritto da: The Punisher
        Contro questa proposta (e tante altre palesemente
        illiberali) si sta muovendo prepotentemente David
        Cameron, conservatori
        (destra).

        Un mondo al contrario, vero?Mica tanto. La dittatura improntata sul controllo totale immaginata da George Orwell in 1984 era di ispirazione comunista-sovietica.
  • Marco Marcoaldi scrive:
    Esiste sempre la lotta armata
    Chi ha le palle, rispolvera la vecchia 38.
    • olandese volante scrive:
      Re: Esiste sempre la lotta armata
      Ti conviene fare le valiegie già da ora... Prevedo un viaggietto solo andata per quel di Guantanamo...
    • ahbe scrive:
      Re: Esiste sempre la lotta armata
      e se domani le rispolverasse il tuo vicino di casa perchè gli hai occupato il posto auto
      • Marco Marcoaldi scrive:
        Re: Esiste sempre la lotta armata
        a quanto vedo solo imbecilli !
        • Get Real scrive:
          Re: Esiste sempre la lotta armata
          L'unico imbecille sei tu.Lo Stato ha sconfitto i movimenti eversivi. TUTTI.Lo Stato ha più armi di te, più mezzi di te, più uomini di te, e meglio addestrati e preparati.Non siamo più negli anni '70: ora il divario di mezzi e capacità tra individuo e Stato è incolmabile. Non solo: non esistono più rifugi sicuri, l'intera Europa è un unico singolo spazio, passare il confine non ti metterà al sicuro.Provaci pure, e sarai annientato.
          • V for Vendetta scrive:
            Re: Esiste sempre la lotta armata

            Lo Stato ha sconfitto i movimenti eversivi. TUTTI.

            Lo Stato ha più armi di te, più mezzi di te, più
            uomini di te, e meglio addestrati e
            preparati.
            Lo Stato aveva semplicemente i movimenti eversivi più GROSSI.Se un gruppo metteva una bomba, lo Stato faceva una strage.Ubi maior, minor cessat... :(
    • TheSandman scrive:
      Re: Esiste sempre la lotta armata
      Quante volte devo ripeterlo? La 38 serve solo per far fuoco da un alto tra due stazioni di servizio opposte dell'autostrada. Dopotutto, cosa sarebbe la vita se non ci fosse un pò di rischio, se non ci fosse un pò di piombo istituzionale da schivare quando decidi di andare in giro la domenica.Cmq, tralasciando gli "scherzi", non diamo troppo risalto a questa notizia, anzi, pregherei PI di togliere questo articolo, che non sia mai in nostro ministro dell'ingiustizia, o magari dello della pubblica distruzione capitan qui e lo leggono, poi sono volatili senza zucchero anche per noi.The Sandman
  • Michele scrive:
    Che legge del caxx
    Come da oggetto.
  • Gino scrive:
    è la legge...
    ...non è suo cugino Vincenzo che vuole varsi i mazzi suoi o sbirciarle nel cassetto delle mutandine..sono le autorità, con delle motivazioni sotto!Non vuole far leggere le poesiole o le lettere d'amore?? Se è per questo non penso che gli faccia piacere andare a farsi vedere dal ginecologo però rinuncia a un pò privacy "intima" per un motivo!Il cifrato va bene per nascondere i dati TRA PRIVATI...non tra PRIVATI e AUTORITA'...nel momento in cui le autorità hanno il ragionevole dubbio che il cifrato sia usato per celare un reato, allora devono intervenire! E lo decide il magistrato, non il postino! Se cifrate le mail con vostra zia Giuseppa, dubito che vi chiedano di mostrarle in chiaro! Se cifrate le email con Provenzano molto probabilmente vi chiederanno di mostrarle in chiaro! Rifiutate??? C'è la pena! Oppure pensate che basta cifrare qualcosa per "essere salvi"??? ci si lamenta sempre che il diritto è pieno di scappatoie e ora vi lamentate?avanti pedofili, basta che cifrate i vostri dati/immagini/video e nessuno vi tocca!! Per la serie "quando la privacy e il garantismo a tutti costi manda a put***e tutto il diritto"
    • ciao scrive:
      Re: è la legge...
      ma che marea di stronzate vai dicendo?
    • Beccamorto scrive:
      Re: è la legge...
      - Scritto da: Gino
      ...non è suo cugino Vincenzo che vuole varsi i
      mazzi suoi o sbirciarle nel cassetto delle
      mutandine..sono le autorità, con delle
      motivazioni
      sotto!
      Non vuole far leggere le poesiole o le lettere
      d'amore?? Se è per questo non penso che gli
      faccia piacere andare a farsi vedere dal
      ginecologo però rinuncia a un pò privacy "intima"
      per un
      motivo!
      Il cifrato va bene per nascondere i dati TRA
      PRIVATI...non tra PRIVATI e AUTORITA'...nel
      momento in cui le autorità hanno il ragionevole
      dubbio che il cifrato sia usato per celare un
      reato, allora devono intervenire! E lo decide il
      magistrato, non il postino! Se cifrate le mail
      con vostra zia Giuseppa, dubito che vi chiedano
      di mostrarle in chiaro! Se cifrate le email con
      Provenzano molto probabilmente vi chiederanno di
      mostrarle in chiaro! Rifiutate??? C'è la pena!
      Oppure pensate che basta cifrare qualcosa per
      "essere salvi"??? ci si lamenta sempre che il
      diritto è pieno di scappatoie e ora vi
      lamentate?
      avanti pedofili, basta che cifrate i vostri
      dati/immagini/video e nessuno vi tocca!! Per la
      serie "quando la privacy e il garantismo a tutti
      costi manda a put***e tutto il
      diritto"In nessuno stato di diritto puoi essere obbligato ad autoaccusarti.E che vogliano sbirciare nei documenti di qualcuno non ricade neanche nelle possibili ritorsioni legali contro un testimone reticente.Le chiavi, se le vogliono, se le devono cercare da soli.Inoltre non hanno previsto paradossi giuridici come il caso che per esempio se io ti mando un file cifrato senza chiave, poi tu puoi essere arrestato perché non puoi fornire loro la chiave che ti hanno chiesto?Una legge scritta coi piedi, incostituzionale e pure inapplicabile in maniera sensata merita solo di essere bocciata dalla Corte Costituzionale, o analogo organo che abbiano in UK.
      • ahbe scrive:
        Re: è la legge...
        - Scritto da: Beccamorto
        - Scritto da: Gino

        ...non è suo cugino Vincenzo che vuole varsi i

        mazzi suoi o sbirciarle nel cassetto delle

        mutandine..sono le autorità, con delle

        motivazioni

        sotto!
        In nessuno stato di diritto puoi essere obbligato
        ad
        autoaccusarti.In America è il quinto emendamento, secondo il quale nessuno può essere obbligato a testimoniare contro sè stesso.Esiste la facoltà di non rispondere proprio per questo motivo, per non dire cose che potrebbero incriminarti. Scusa ma se voglio confessare mi costituisco, non puoi obbligami a costituirmi con le minacce, il passo successivo è la tortura. Se non sei in grado di provare la colpevolezza di qualcuno non puoi torturarlo per farlo confessare. Mi piace che oggi si da dei barbari ai medievali, con la sfacciata e arrogante illusione dei più, che oggi sia meglio di allora, invece non solo non è cambiato nulla anzi c'è persino l'ipocrisia di chiamare giustizia un sopruso fatto proprio dallo stato che si vanta di essere il difensore dei deboli ai quali invece toglie ogni garanzia di giustizia e di dignità.
        • krane scrive:
          Re: è la legge...
          - Scritto da: il_Mav
          Io la vedo in maniera molto più semplice. Se non
          ha niente da nascondere che problema c'è a fare
          leggere qualche lettera d'amore al giudice?E se sono le lettere in cui organizzo la mia difesa con l'avvocato ?
        • Sgabbio scrive:
          Re: è la legge...
          dicevano cosi anche i nazisti...
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: è la legge...
          contenuto non disponibile
          • il_Mav scrive:
            Re: è la legge...
            E che interesse avresti, di grazia, a dimenticarti la password di un documento importante? Di solito se rischi di dimenticartela te la scrivi da qualche parte.Credo che la scusa della "password dimenticata" sia nella maggior parte dei casi, appunto, una scusa. Specialmente se una persona si trova a doversi difendere davanti ad un giudice.Dai su... le password che si dimenticano sono quelle dei siti web che uno memorizza nel browser, non quelle dei documenti che hai interesse a criptare.
          • gerry scrive:
            Re: è la legge...
            - Scritto da: il_Mav
            Dai su... le password che si dimenticano sono
            quelle dei siti web che uno memorizza nel
            browser, non quelle dei documenti che hai
            interesse a
            criptare.http://www.google.com/search?hl=it&client=opera&rls=it&hs=PC6&sa=X&oi=spell&resnum=0&ct=result&cd=1&q=crack+zip+password&spell=1Conta quanto programmi shareware ci sono.Poi tira la conclusione che se c'è questa offerta evidentemente c'è altrettanta domanda.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: è la legge...
            contenuto non disponibile
      • Gigoachef scrive:
        Re: è la legge...
        La corte costituzionale come la conosciamo noi europei continentali semplicemente non c'è per il semplice motivo che in Gran Bretagna non esiste proprio una Costituzione scritta. Una specie funzione di controllo di legittimità delle leggi la compie la Camera dei Lord.
    • Sissoko scrive:
      Re: è la legge...
      Speriamo che facciano una bella legge su chi dice boiate come te, magari mettendo come clausola che se nn ti cali i pantaloni e ti metti a 90° davanti al caro vladimiro ti passi 5 anni in carcere. :P
    • danieleMM scrive:
      Re: è la legge...
      Quindi se, per legge, ti mettono una telecamera in bagno e in camera da letto perché "devono controllare quello che fai" va bene?dai su...un po' di cervello... non ne serve tanto.. son sicuro che ne hai! Usalo!mai rinunciare a libertà e privacyper nessuno scopose un reato è stato commesso la strada per svelarlo non è commetterne un altronella presente si può chiamare: "ricattazione"noncché "minacce" e nel caso la incarcerino "incriminazione in mancanza di prove"
    • Stufo scrive:
      Re: è la legge...
      certo che si manda a puttane il diritto. si deve puttane il diritto, perché in questo caso, il tuo diritto è rovescio.ma ti pare ragionevole dover rinunciare alle proprie libertà personali per una supposta guerra al terrorismo? svegliati!
    • DanieleD scrive:
      Re: è la legge...
      Chi è pronto a dar via le proprie libertà fondamentali per comprarsi briciole di temporanea sicurezza non merita né la libertà né la sicurezza.Benjamin Franklin
      • Get Real scrive:
        Re: è la legge...
        - Scritto da: DanieleD
        Chi è pronto a dar via le proprie libertà
        fondamentali per comprarsi briciole di temporanea
        sicurezza non merita né la libertà né la
        sicurezza.

        Benjamin FranklinQuando la finirai di quotare gente morta da più di 200 anni?Il mondo è cambiato.
        • p4bl0 scrive:
          Re: è la legge...
          questa frase probabilmente è più attuale adesso che 200 anni fa
        • Dracone scrive:
          Re: è la legge...
          Sei quanto di piu' vicino ad una scimmia ammaestrata che abbia visto ...Se hai meno di 10 anni hai speranzeSe hai tra 1 10 e 20 anni sono gli ormonise hai piu' di 20 anni .... EUTANASIA !!!sembra moltro draconiano, ma ha il suo perche' .
        • fabianope scrive:
          Re: è la legge...
          - Scritto da: Get Real
          - Scritto da: DanieleD

          Chi è pronto a dar via le proprie libertà

          fondamentali per comprarsi briciole di
          temporanea

          sicurezza non merita né la libertà né la

          sicurezza.



          Benjamin Franklin

          Quando la finirai di quotare gente morta da più
          di 200
          anni?le leggi di newton, con i dovuti ritocchi, valgono ancora oggi.la frase di franklin, senza ritocchi, vale ancora oggi.fabianope
        • Sgabbio scrive:
          Re: è la legge...
          E ancora attuale adesso invece, troll :D
        • Virgult scrive:
          Re: è la legge...
          - Scritto da: Get Real
          Quando la finirai di quotare gente morta da più
          di 200
          anni?

          Il mondo è cambiato.E con questo cosa vorresti dire...? Dobbiamo lasciare che altri si puliscano il culo con le nostre libertà fondamentali, solo perchè sono "vecchie"? Secondo te, vecchio è sinonimo di obsoleto?Ah già, sei un troll...
        • Luke scrive:
          Re: è la legge...
          Hai ragione che è cambiato, adesso dovremmo avere più diritti, ma c'è sempre gente come te pronta a rinunciarvi per paura dell'uomo nero.
        • webwizard scrive:
          Re: è la legge...
          - Scritto da: Get Real
          - Scritto da: DanieleD

          Chi è pronto a dar via le proprie libertà

          fondamentali per comprarsi briciole di
          temporanea

          sicurezza non merita né la libertà né la

          sicurezza.



          Benjamin Franklin

          Quando la finirai di quotare gente morta da più
          di 200
          anni?Quando i troll la finiranno di fare commenti fuori luogo.
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: è la legge...
        contenuto non disponibile
    • beebox scrive:
      Re: è la legge...
      - Scritto da: Gino
      Il cifrato va bene per nascondere i dati TRA
      PRIVATI...non tra PRIVATI e AUTORITA'...nelAttenzione ai ragionamenti "precotti": in molti paesi del mondo chi ha la cosiddetta "autorità" estorce le confessioni con la tortura per poi mandare a morte i "colpevoli". Chiedere ad una persona di aiutare chi la inquisisce a trovare le prove per inquisirla è qualcosa di un tantino pericoloso. La differenza fra una democrazia ed una dittatura è (o dovrebbe essere) che in democrazia l'autorità non è assoluta, proprio per evitare che qualcuno se ne impadronisca (con soldi o altro) e la usi in modo discrezionale.
      avanti pedofili, basta che cifrate i vostri
      dati/immagini/video e nessuno vi tocca!! Per la
      serie "quando la privacy e il garantismo a tutti
      costi manda a put***e tutto il
      diritto"Se passasse la tua impostazione, basterebbe che qualcuno (magari la stesa "autorità") ti mandasse un file cifrato (magari contenente materiale pedoporno) di cui tu non hai la chiave per metterti in grossi guai. Non dimenticare che in certi paesi del mondo (e non necessariamente solo nelle dittature) la polizia che vuole incastrare qualcuno gli infila in tasca o in auto qualche dose di droga ed il gioco è fatto.Non voglio difendere a priori la vicenda di questa inglese, perchè non conosco la vicenda, ma voglio solo mettere in guardia rispetto a certi ragionamenti superficiali del tipo "ma io non ho nulla da nascondere e quindi non ho nulla da temere".
    • fabianope scrive:
      Re: è la legge...
      Ciao, Gino- Scritto da: Gino
      Il cifrato va bene per nascondere i dati TRA
      PRIVATI...non tra PRIVATI e AUTORITA'..IMHO hai ragione...ma in un mondo perfetto!! (platonico, hegeliano, ecc.ecc.) :=)attento al diagramma di flusso che sta girando nella mia testaccia bacata:Privato "X" che usa PGP-
      Autorita' si fa dire la passphrase-
      "membro" dell'Autorita' che passa la notizia "sotto banco" ai giornali -
      Privati-che -leggono-il-giornale + sputtanamento di "X" sui giornali...quindi a questo punto -per la proprieta' transitiva- il rapporto e' tra privato-privati e non piu' tra privato-autorita'.ma continuiamo un attio con il diagramma: -
      denuncia di "X" per fuga di notizie -
      Autorita' risponde "indagheremo, ma sa, siamo in sottonumero, sta cambiando il governo, il comandante, ecc.ecc." -
      (supponiamo) "X" si dimosta innocente -
      giornali ne danno notizia in fondo all'ultima pagina in caratteri piccolissimi.morale....uso (anzi usavo!!) GPG ma solo per provare...ma mi sono dimenticato la passphrase!! :=))
    • aaabbb scrive:
      Re: è la legge...
      no, negli stati civili c'e' il diritto a non autoaccusarsi, quindi non sei tenuto a fornire alcunche' che possa danneggiarti agli inquirenti: ovviamente l'inghilterra non e' uno stato civile, ma non c'e' da stupirsi visto che sono anglosassoni e quindi inferiori
    • Mxp scrive:
      Re: è la legge...
      - Scritto da: Gino
      ...non è suo cugino Vincenzo che vuole varsi i
      mazzi suoi o sbirciarle nel cassetto delle
      mutandine..sono le autorità, con delle
      motivazioni
      sotto!
      Non vuole far leggere le poesiole o le lettere
      d'amore?? Se è per questo non penso che gli
      faccia piacere andare a farsi vedere dal
      ginecologo però rinuncia a un pò privacy "intima"
      per un
      motivo!
      Il cifrato va bene per nascondere i dati TRA
      PRIVATI...non tra PRIVATI e AUTORITA'...nel
      momento in cui le autorità hanno il ragionevole
      dubbio che il cifrato sia usato per celare un
      reato, allora devono intervenire! E lo decide il
      magistrato, non il postino! Se cifrate le mail
      con vostra zia Giuseppa, dubito che vi chiedano
      di mostrarle in chiaro! Se cifrate le email con
      Provenzano molto probabilmente vi chiederanno di
      mostrarle in chiaro! Rifiutate??? C'è la pena!
      Oppure pensate che basta cifrare qualcosa per
      "essere salvi"??? ci si lamenta sempre che il
      diritto è pieno di scappatoie e ora vi
      lamentate?
      avanti pedofili, basta che cifrate i vostri
      dati/immagini/video e nessuno vi tocca!! Per la
      serie "quando la privacy e il garantismo a tutti
      costi manda a put***e tutto il
      diritto"Ti ricordo che le comunicazione (pizzini) tra Provenzano ed i suoi complici erano in qualke modo "criptate"... è stato complito della polizia cercar di "decifrarli"....
    • filoberto scrive:
      Re: è la legge...
      mi sono sforzato, davvero, di trovare un senso alle tue parole... non ci sono proprio riuscito... o sei un troll, o forse vivi in un mondo di fantasia..cosa vuol dire?"autorita'" per te e' una parola magica, che funziona sempre, in inghilterra come in Italia, in Myanmar come in un altro milione di nazioni esistite nel corso della storia?senza parlare delle singole persone, gruppi di persone, singole istituzioni che esercitano l'autorita'le autorita' a volte possono essere corrotte, antidemocratiche, o, semplicemente, sbagliare.la legge deve prevedere dei meccanismi di tutela verso il cittadino contro chi (persone, te lo ricordo) esercita questa autorita'le leggi non sono immutabili, se sono fallaci si devono cambiarebisogna fare attenzione alla carica emotiva-ideale con cui si coprono certe parole
      • filoberto scrive:
        Re: è la legge...
        Aggiungo:certo che nelle parola della signora indagata ci sono certe "ingenuita'" (la polizia non si puo' e non si deve fare problemi se si imbatte nelle sue poesie e corrispondenze intime, poi, ovviamnete, non deve divulgarle)poi per certi versi la crittografia puo' essere equiparata all'uso di una cassetta di sicurezza, per cui, A CERTE PARTICOLARI CONDIZIONI, le forze di polizia possono indagare sul contenuto...poi se io perdo la chiave non posso essere obbligato aprirla, ma, sempre A CERTE CONDIZIONI, le forze di polizia possono provare a forzarla... ma spetta a loro, e io non sono obbligato a fornire la chiave o le prove di averla persa...
    • Sgabbio scrive:
      Re: è la legge...
      ottima trollata.
    • Luke scrive:
      Re: è la legge...
      Le emerite ca**ate che stai dicendo in questo messaggio dovrebbero valerti già da sole un bel viaggio premio in un gulag siberiano, giusto per prenderti un po' di tempo libero e riflettere sul significato di principi cardine dello Stato di Diritto codificati nel nostro codice penale tipo "un imputato può avvalersi della facoltà di non rispondere", e "un imputato non deve produrre prove a suo discapito", ed anche "un cittadino è innocente fino a prova contraria".
    • polpot scrive:
      Re: è la legge...
      Bravo Gino! Ti mandiamo a casa un attestato di buon cittadino, a te e a tuo cugino Pino!
  • Cavallo GolOso scrive:
    sono con lei
    sono totalmente con leivedrò cosa posso fare.iniziamo tutti a crittografare la nostra roba, ma tutta! ma come possiamo dare a loro una mano ora che sono incasinati (o meglio, a lei)?credo che leggere gli scritti di Calamai sia opportuno, specie alla luce di faccende come questa.
  • outkid scrive:
    alla fine chi ha le palle esce fuori..
    .. in questo caso e' una donna.io non credo che non ci sara' una forte reazione da parte dell'opinione pubblica.qui si tratta di dimostrare la propria innocenza alleggerendo lo stato dall'onere di dover dimostrare la colpevolezza e, sulla base di supposizioni fondate o meno, estorcere informazioni che potrebbero esser riservate quanto legittime.
  • Santos-Dumont scrive:
    UK affanzum
    Io fossi quell'animalista mediterei seriamente di emigrare e mandare tutti... etc.
    • outkid scrive:
      Re: UK affanzum
      - Scritto da: Santos-Dumont
      Io fossi quell'animalista mediterei seriamente di
      emigrare e mandare tutti...
      etc.si.. magari viene in italia..imho questa legge avra' vita breve.gli uk sono un popolo di gran lunga molto piu' civile di noi e lo dimostra il fatto che una donna gli stia gia' tenendo banco perche' e' inammissibile, per quanto sia riuscita a passare, questa presunzione di colpevolezza.
      • anonimo scrive:
        Re: UK affanzum
        - Scritto da: outkid
        - Scritto da: Santos-Dumont

        Io fossi quell'animalista mediterei seriamente
        di

        emigrare e mandare tutti...

        etc.
        si.. magari viene in italia..
        imho questa legge avra' vita breve.
        gli uk sono un popolo di gran lunga molto piu'
        civile di noi e lo dimostra il fatto che una
        donna gli stia gia' tenendo banco perche' e'
        inammissibile, per quanto sia riuscita a passare,
        questa presunzione di
        colpevolezza.Tenendo banco? Non mi risulta che stia vincendo nessuna causa. O da le chiavi o va in galera. Fa notizia, forse ne farà di più se va in carcere, ma la legge rimane quella.
        • 123 scrive:
          Re: UK affanzum
          - Scritto da: anonimo
          Tenendo banco? Non mi risulta che stia vincendo
          nessuna causa. O da le chiavi o va in galera. Fa
          notizia, forse ne farà di più se va in carcere,
          ma la legge rimane
          quella.e se la key non te la ricordi? ipnosi regresiva?
          • anonimo scrive:
            Re: UK affanzum
            - Scritto da: 123
            - Scritto da: anonimo

            Tenendo banco? Non mi risulta che stia vincendo

            nessuna causa. O da le chiavi o va in galera. Fa

            notizia, forse ne farà di più se va in carcere,

            ma la legge rimane

            quella.
            e se la key non te la ricordi? ipnosi regresiva?Galera, o, come dice l'articolo, basta che consegni l'originale. Comunque qui si guarda sempre al particolare ("se mio fratello che conosceva la password me l'ha cambiata?" "se scherzi a parte salva un file criptato nel mio computer?" "se ho una doppia personalità e quella che vogliono arrestare non è quella che si ricorda la password?" "Se il mio dio mi impedisce di rivelare qualunque forma di segreto ad estranei?") e non si guarda un po' più in là degli aspetti tecnici: questo caso farà cambiare qualcosa? Questa ragazza ha qualche speranza se ricorre ai tribunali abbattendo la legge nella sostanza e non sul caso singolo di amnesia extracorporea? Queste secondo me sono le uniche cose che contano, il resto è fuffa
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: UK affanzum
            contenuto non disponibile
          • HotEngine scrive:
            Re: UK affanzum
            - Scritto da: unaDuraLezione
            Come dimostra che l'originale e il cifrato sono
            hanno gli stessi
            contenuti?Con la password! ;-) ;-)
          • pippo scrive:
            Re: UK affanzum
            la costringono a ricifrare i documenti con la sua chiave privata e verificano che siano identici a quelli criptati :-P
          • krane scrive:
            Re: UK affanzum
            - Scritto da: pippo
            la costringono a ricifrare i documenti con la sua
            chiave privata e verificano che siano identici a
            quelli criptati
            :-PMolti programmi di criptazione introducono del rumore casuale proprio per non permettere che la stessa cosa cifrata 2 volte sia riconoscibile come identica.
          • slayer scrive:
            Re: UK affanzum
            non ne ho presenti, quali programmi usano questa tecnica?
          • krane scrive:
            Re: UK affanzum
            - Scritto da: slayer
            non ne ho presenti, quali programmi usano questa
            tecnica?Piu' di quanto immagini: prova a criptare qualcosa 2 volte e confronta l'md5 del risultato.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: UK affanzum
            contenuto non disponibile
          • Semplicemen te geniale scrive:
            Re: UK affanzum
            Ovvio!Ma dato che non se la ricorda gli danno i suoi 2 anni, in più ne aggiungerei altri 3 perché "è probabile" che abbia tentato di dare un file fasullo (e lei non può dimostrare il contrario senza password).Beato chi ha fame e sete di giustizia, perchè sarà giustiziato.
          • polpot scrive:
            Re: UK affanzum
            Esatto, tutte bubbole. Quarantottore sotto la nostra custodia e la password esce fuori.
          • krane scrive:
            Re: UK affanzum
            - Scritto da: polpot
            Esatto, tutte bubbole. Quarantottore sotto la
            nostra custodia e la password esce
            fuori.Ma prendetevela con i mafiosi, che a far cantare i poveracci son capaci anche i bambini dell'asilo a quelle condizioni.
        • polpot scrive:
          Re: UK affanzum
          Bravo, adesso ti mandiamo una targa di bravo cittadino. Se sei lo stesso del messaggio più sotto, ne riceverai due.
        • Darth Vader scrive:
          Re: UK affanzum
          Meraviglioso !- Chi non ha niente da nascondere non ha niente da temere.- Joseph Goebbels 1936Le potenze anglosassoni hanno fatto un gran baccano negli ultimi 50 anni dicendo che loro erano i "BUONI" e gli altri il "MALE ASSOLUTO" e adesso fanno esattamente le stesse cose...... un po' di coerenza no, eh ?Tanto sono inglesi, una simile legge da noi che siamo MOLTO MEGLIO di loro non passerebbe mai......... ;-)
    • ... scrive:
      Re: UK affanzum
      Così scatta l'ordine di cattura internazionale... non hanno preso i nazisti inscatolati per due mesi in mezzo l'Atlantico ma stai tranquillo che a questa la tirano fuori da un buco su marte
    • Stufo scrive:
      Re: UK affanzum
      emigrare quindi scappare. e poi dove? invece di scappare, come dicevano i romani, "siste signa!' pianta il vessillo! per i meno avvezzi 'segna un punto di difesa e difendilo!'o se preferisci datti da fare per contribuire a bloccare queste leggi insulse. lo stato, checché se ne dica, siamo noi e quindi noi facciamo le leggi.ci vuole un movimento di opinione pubblica che blocchi queste derive illiberali, comunist-nazis-fasciste.
      • Mauro scrive:
        Re: UK affanzum
        Stufonon sono d'accordo, l'emergenza terrorismo deve per forza prevalere sull'individuo a presindere dal comunismo o dal capitalismo, esiste un ente governativo autorizzato che sta facendo il suo dovere, mi viene difficile pensare che invece siano interessati ai segreti di quella tizia. E' chiaro che l'ente opera nell'interesse dei cittadini, tra cui ci sono le vittime dell'attentato fatto da un tranquillo medico londinese. Che sia animalista non ha importanza, c'è una presunzione di reato, se la tizia è ok che problemi ha? Mica sta pubblicato la sua vita su Oggi. Sta fornendo dati ad un ente che opera nella segretezza assoluta nato proprio in difesa di atti di terrosismo. io preferisoc che esistano enti come questo. L'abuso dei dati poi è altra faccenda. Non pensi?
        • bt scrive:
          Re: UK affanzum
          - Scritto da: Mauro
          Stufo
          non sono d'accordo, l'emergenza terrorismo deve
          per forza prevalere sull'individuo a presindere
          dal comunismo o dal capitalismo, esiste un ente
          governativo autorizzato che sta facendo il suo
          dovere, mi viene difficile pensare che invece
          siano interessati ai segreti di quella tizia. E'
          chiaro che l'ente opera nell'interesse dei
          cittadini, tra cui ci sono le vittime
          dell'attentato fatto da un tranquillo medico
          londinese. Che sia animalista non ha importanza,
          c'è una presunzione di reato, se la tizia è ok
          che problemi ha? Mica sta pubblicato la sua vita
          su Oggi. Sta fornendo dati ad un ente che opera
          nella segretezza assoluta nato proprio in difesa
          di atti di terrosismo. io preferisoc che esistano
          enti come questo. L'abuso dei dati poi è altra
          faccenda. Non
          pensi?http://www.schneier.com/blog/archives/2007/11/redefining_priv.html
        • gerry scrive:
          Re: UK affanzum
          - Scritto da: Mauro
          E'
          chiaro che l'ente opera nell'interesse dei
          cittadiniLo stato non è Dio, non è un essere perfetto e buono per definizione. Anche lo stato deve darsi delle regole.
        • Semplicemen te geniale scrive:
          Re: UK affanzum
          Il problema è che tu parti da due presupposti:- Lei è una terrorista- Lei sa la sua passoword e non la vuole dareIl problema è che nessuno può dimostrare che queste due affermazioni siano vere. Scordare una password capita a chiunque, ed altrettanta gente ha piccoli segreti da nascondere (che siano filmini porno o ricette o segreti di stato) e non è terrorista.Ora hai due possibilità:1 - Siccome non si può dimostrare che non è una terrorista l'arresti (come fanno in questo caso), allora dovrebbero arrestare tutte kle persone del mondo, come fai a dimostrare che non sei un terrorista (ti ricordo che potresti aver scordato la password seriamente)2 - Siccome non puoi dimostrare che è una terrorista non l'arresti, come logica e giustizia consiglianoTra l'altro sta storia del terrorismo è esagerata. è diventata una parolina magica, appena la si sente lo Stato diventa Santo che cerca di salvare tutti noi poveri indifesi dai brutti uomini neri.
Chiudi i commenti