Washington: archiviare il caso intercettazioni

Dopo la denuncia di EFF nei confronti di AT&T, accusato di aver spiato milioni di cittadini per conto del governo, il Dipartimento di Giustizia tenta di far archiviare il caso per ragioni di sicurezza nazionale

Washington (USA) – Il caso AT&T torna alla ribalta della cronaca internazionale: il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti è intenzionato ad insabbiare le accuse e chiudere subito il caso. A suo dire, infatti, l’intervento di EFF , la potente associazione che si batte per i diritti digitali, potrebbe costringere a rendere pubblici segreti di Stato .

La questione è bollente se si pensa che EFF, documenti alla mano, parla apertamente di intercettazioni di massa del tutto illegali. AT&T , secondo una testimonianza che dopo l’intervento del Dipartimento acquisisce nuovo spessore, ha ammassato oltre 300 terabyte d’intercettazioni per conto del governo federale statunitense.

Dalle dichiarazioni del Dipartimento di Giustizia contenute in un documento ufficiale emerge quindi che la battaglia legale tra EFF ed AT&T potrebbe arrivare arendere noti alcuni particolari scottanti e compromettenti del “rapporto di collaborazione” tra l’operatore e i responsabili anti-terrorismo del Dipartimento.

La Casa Bianca Particolari che secondo il DOJ sono naturalmente coperti dal segreto di Stato. Malgrado la propria presa di posizione, peraltro, il Dipartimento non ha ammesso che AT&T abbia avuto alcun ruolo in qualsiasi operazione di sorveglianza telematica antiterrorismo attuata dall’amministrazione Bush .

Va ricordato, e il DOJ si premura di farlo, che grazie alle cosiddette National Security Letter , il governo degli Stati Uniti può richiedere l’ accesso arbitrario a qualsiasi tipo d’informazione personale digitalizzata. Il Dipartimento di Giustizia statunitense ha recentemente confermato l’esistenza di almeno 3500 indagini condotte per mezzo di questo strumento.

Nel frattempo, anche AT&T ha immediatamente chiuso in difesa: le accuse avanzate da EFF porterebbero alla “diffusione di dettagli tecnici sulla struttura tecnologica” dell’operatore, hanno detto alcuni portavoce dell’azienda, “in grado di compromettere seriamente la posizione di AT&T”.

Tommaso Lombardi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    V for Vendetta
    Quando iniziamo a far esplodere qualcosa?Prima che sia troppo tardi...Ricordate Parigi nel 1789? I cittadini non discutevano certo sui forum e se aspettavano ancora...(cylon)
    • Anonimo scrive:
      Re: V for Vendetta
      - Scritto da:
      Quando iniziamo a far esplodere qualcosa?Mai.
      Prima che sia troppo tardi...E' già troppo tardi.
      Ricordate Parigi nel 1789? I cittadini non
      discutevano certo sui forum e se aspettavano
      ancora...I cittadini di Parigi nel 1789 morivano di fame e non avevano niente da perdere. Le cose sono parecchio diverse ora: finché ci sarà pane in tavola, non ci saranno rivolte.Anche il più spiantato di noi ha troppo da perdere. Sei pronto a farti sequestrare tutto quello che hai, a finire in prigione e passare i prossimi anni della tua vita tra cause e processi?
      • Anonimo scrive:
        Re: V for Vendetta
        Panem et Circenses.Festa, Farina, e Forca.Governate così, e nessuno si ribellerà, quali che siano i soprusi commessi da chi governa.
  • Anonimo scrive:
    Re: Le cam di sicurezza vedono come le m
    e quanto costa 1 telecamera?2 milioni di dillari???
Chiudi i commenti