Wikipedia, di editing e libertà

Annunciata una sperimentazione nel sistema di modifica degli articoli in inglese: tutti potranno operare anche sulle voci più controverse. In attesa del via libera da parte dei senior editor

Roma – Si tratta di una mossa strategica che dovrebbe bilanciare il bisogno di proteggere dai vandali della parola la più nota enciclopedia libera del web con il diritto di ogni netizen a partecipare a quella che resta una comunità online aperta. E Wikipedia ha parlato a tal proposito di un passo importante appena intrapreso.

È infatti stata inaugurata la fase di prova di Pending Changes , ovvero una nuova modalità pensata dall’enciclopedia libera per allentare le già rigide manette applicate alle mani di chi voglia contribuire all’ampliamento di pagine su personaggi e tematiche particolarmente controversi .

Nel dettaglio , l’iniziale fase sperimentale coinvolgerà 2mila articoli in lingua inglese , come quelli sull’ex-presidente statunitense George W. Bush o sul Primo Ministro del Regno Unito David Cameron. Un numero destinato però a crescere, secondo le indicazioni degli stessi wikipediani.

Gli utenti potranno in pratica modificare gli articoli in questione, proponendo i propri cambiamenti in una board, in attesa – lo status provvisorio verrà appunto indicato col termine pending – dell’autorizzazione a procedere da parte dei senior editor di Wikipedia. E ciò sarà possibile per tutti, anche per utenti nuovi o che non hanno inserito le proprie credenziali .

In pratica, si tratta – secondo la stessa pagina dedicata a Pending Changes – di un’alternativa ai precedenti (e più restrittivi) modi di operare sulle pagine più controverse dell’enciclopedia. Modalità come quella semi-protetta o totalmente protetta. Una novità elettrizzante, almeno per il founder Jimmy Jimbo Wales. Ma anche uno spazio pubblico dove le modifiche enciclopediche potranno essere discusse e quindi approvate.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • aid85 scrive:
    i soliti pasticci ...
    hanno risolto talmente bene i problemi con le VPN che prima non avevo problemi da quando ho aggiornato non mi si connette più...come con i driver stampanti... proporle a chi a problemi come download autonomo no? bisogna aggiornare tutti i sistemi?A me la stampante va benissimo ma quando esce qualke aggiornamento che mi tocca i driver devo ripristinare quelli precedenti o smanettare due giorni per nulla...Jobs: hai rotto il XXXXX... pensa più a OSX invece che hai giocattoli !!
  • nome e cognome scrive:
    Ecco perchè affilati le unghie.
    I Mac user, sono come il proprio sistema, i primi affilano le unghie per arrampicarsi sugli specchi, il secondo subisce 4 service PATCH all'anno e quindi affila le unghie..(rotfl)
  • Difensore scrive:
    I Mac
    I Mac sono stabili come quei Linux che fanno 1 solo calcolo su 1 solo server per 1 decennio. Stabili si, ma solo su un hardware.Per questo Windows e Linux e' meglio.
    • MeX scrive:
      Re: I Mac
      si vede, non riesci nemmeno a fare le accentate con il tuo OS?
      • Pippo Lacoca scrive:
        Re: I Mac
        Beh non ci riesco neanche io con OSX. O meglio, non ho voglia di stare a cambiare ogni volta il layout della tastiera, tanto si capisco lo stesso :)Cm ,OP e' un trollone dai, non dargli retta
    • Francy scrive:
      Re: I Mac
      - Scritto da: Difensore
      I Mac sono stabili come quei Linux che fanno 1
      solo calcolo su 1 solo server per 1 decennio.
      Stabili si, ma solo su un
      hardware.
      Per questo Windows e Linux e' meglio.Quoto. Anche una lavatrice che ha un os scritto appositamente per ciò che è equipaggaiata, funziona bene. Ma non è di elettrodomestici che vogliamo parlare bensì di computer
    • bibop scrive:
      Re: I Mac
      vallo a dire a chi ha installato osx su pc non apple... per favore non scrivete cose di cui non avete la minima idea...
    • pabloski scrive:
      Re: I Mac
      - Scritto da: Difensore
      I Mac sono stabili come quei Linux che fanno 1
      solo calcolo su 1 solo server per 1 decennio.beh veramente devo ammettere che in 3 anni e mezzo non è mai andato in crash
      Stabili si, ma solo su un
      hardware.questo è vero, ma quanto vale oggi giorno questa restrizione? apple alla fin fine usa lo stesso hardware che usano i pc e quando nvidia fa XXXXXXX, ad esempio, si vede pure sui mac ( fonde la scheda grafica ad esempio )l'unico vantaggio è che in un mac non troverai mai un componente hardware totalmente fuori standard o talmente buggato da richiedere tremila workaroundsalla fine l'obiettivo del mondo pc dovrebbe essere quello di diventare come il mondo mac e non viceversa....lo stesso Ballmer ammise l'anno scorso che la colpa di molti guai è delle subaziende taiwanesi che credono di poter produrre hardware e poi combinano disastri a raffica
  • rover scrive:
    WGA
    Ah, intendi in Windows Genuine Advantage?Che fa il paio con Office Genuine Advantage...Sono trojan per chi usa Windows oppure office craccati.In realtà è un activex che verifica la genuinità dei prodotti, e non fa altro che ricordare che stai usando un prodotto senza licenza (office) o dopo 30 giorni impedisce l'uso di Windows. Mi sembra in quanto ho prodotti regolari, anche se pagati poco. Il bello che mi sono capitati dei PC windows craccati con regolare sticker sul case...Sembra che nel mondo Windows sia altrettanto figo craccare l'OS quanto possedere un mac. Pur avendo a disposizione una licenza OEM.Ma MAcOs tarocco esiste?Il mio snow leopard, che ho messo sul macbook posso installarlo anche su altri mac, oppure viene legato come in Windows, alla macchina?
    • bibop scrive:
      Re: WGA
      puoi installarlo dove ti pare se e' una copia retail...le versioni date con i computer hanno un file testuale che limita l'installazione ad un certo tipo di macchina "protezione" aggirabilissima... ma se tu avessi 3 macbook uguali potresti tranquillamente clonare l'hd di uno sugli altri due e non avresti problemi.... se metti un macintosh in modalita' target disk... lo fai diventare un disco rigido firewire esterno in pratica.... puoi avviare un altro mac collegato via firewire senza problemi.... a me e' capitato di avviare un powermac g4 con l'hd di un ibook piu' volte...
    • MeX scrive:
      Re: WGA
      http://en.wikipedia.org/wiki/Windows_Genuine_Advantage#False_positive_rate False positive rate The WGA program can produce false positives (incorrectly identifying a genuine copy of Windows as "not genuine"). This can happen for any number of reasons such as failed updates, etc. Microsoft has established a forum to help users encountering problems.[34] In February 2007, a "Not Sure" section was added to the program, in case of an incorrect reading.[35]According to an editorial on the arstechnica.com technology website, WGA reported around 22% of 500 million Windows computers as failing the test; of these less than 0.5% were due to pirate software, with the balance (over 20%, or 90% of all positives) related to non piracy issues. Microsoft "refused to comment on the rate of pure false positives" beyond saying it was "under 1%" (or as stated, at most around 5 million users affected).[36] [edit]False negatives On June 18, 2007, news surfaced that it is possible to positively validate as a "Genuine Microsoft Product" user (and as a result be able to download certain software from Microsoft's official website) using Internet Explorer with IEs4Linux and Wine, running on Linux,[2] without even having a Windows-family system installed. [edit]Major failures in WGA system From the moment that WGA was released, it had a flaw that allows a typical user to remove the program without uninstalling its root key, causing Windows to think that the software is installed although no "nagging" process or RAM usage occurs.[citation needed] This flaw has not yet (June 2009) been fixed, although it still prevents critical system updates.[citation needed]On October 5, 2006, a WGA failure occurred, incorrectly flagging some systems as being non-genuine.[37]On August 25, 2007, the Microsoft WGA servers suffered an outage, resulting in many legitimate copies of Windows XP and Vista being marked as counterfeit.[38] The issue was solved about twelve hours later. According to Microsoft, "fewer than 12,000 systems were affected worldwide."[39]On July 18, 2008, reports of Microsoft's WGA and OGA servers being offline surfaced again. Microsoft later responded that only offline verification was temporarily down.[40]
  • MeX scrive:
    differenza tra update Linux/Apple e Win
    semplice, i primi certo mettono "pezze" (la sicurezza non esiste, va sempre pathacto qualcosa) ma anche nuove funzionalitá e migliorie.Windows, con i service pack tenta di rimediare ad errori di progettazione/design, o appioppare spyware e trojan come WPA, in piú molto spesso fatto l'aggiornamento scopri che quei driver che prima andavano da dio non vanno piú etc etc...
    • rover scrive:
      Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
      Non sai bene di cosa stai parlando.E non te lo spiego, così vai sull'update di Windows e scopri le categorie e le tipologie degli update.Buon troll...
    • Morpheus61 scrive:
      Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
      - Scritto da: MeX
      semplice, i primi certo mettono "pezze" (la
      sicurezza non esiste, va sempre pathacto
      qualcosa) ma anche nuove funzionalitá e
      migliorie.

      Windows, con i service pack tenta di rimediare ad
      errori di progettazione/design, o appioppare
      spyware e trojan come WPA, in piú molto spesso
      fatto l'aggiornamento scopri che quei driver che
      prima andavano da dio non vanno piú etc
      etc...Quanto qualunquismo e sentito dire, ma che gusto ci trovate a fare a gara su chi la spara meglio, ogni OS ha le sue rogne e i suoi pregi, per cui crescete (non è riferito a te in particolare Mex ma è un discorso in generale)
      • MeX scrive:
        Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
        si si... io poi sono fermo ad XP... mi ricordo comunque che ebbi svariati problemi in seguito agli aggiornamenti, e veri e propri fastidi con la WGA
        • ruppolo scrive:
          Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
          - Scritto da: MeX
          si si... io poi sono fermo ad XPMa le email le mandi attraverso una macchina del tempo proxy? :D
        • Francy scrive:
          Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
          - Scritto da: MeX
          si si... io poi sono fermo ad XP... mi ricordo
          comunque che ebbi svariati problemi in seguito
          agli aggiornamenti, e veri e propri fastidi con
          la
          WGASe hai la licenza, non hai rogne con Wga
          • Mario scrive:
            Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
            Bene, ora questa favoletta spiegala a quelli che pur avendo la licenza hanno avuto rogne.
          • rover scrive:
            Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
            Mai avuto rogne, personalmente.Poi ho scoperto, visto che sono venuti a chiedere aiuto, che cercavano rogne, i malcapitati.Mi spiego meglio: i problemi li hanno avuti coloro i quali cercavano di reinstallare WIndows apparentemente sulla stessa macchina, ma in realtà avevano nel frattempo cambiato la sk madre o parti significative.Windows lega il codice del prodotto all'ID Hw della macchina.Quindi, per le versioni non OEM, al massimo lo puoi installare su più macchine identiche.
          • bibop scrive:
            Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
            tu hai il brutto vizio di parlare sempre per tua esperienza personale come se il mondo fosse una proiezione di quello che succede a te...l'id e' dato dai seriali identificativi di alcune parti della macchia... mobo scheda di rete eccecc.. non ci possono essere 2 computer con l'identificativo della scheda di rete uguale... tra le altre cosee cmq wga e' una rogna per gli onesti e un fastidio aggirabile per i disonesti... dire diversamente e' mentire a se stessi
          • zuzzurro scrive:
            Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
            Hai ragione.Che villano. nemmeno utilizzasse prodotti Apple per avere un'eseprienza personale! Tsk...
          • bibop scrive:
            Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
            poveretto
          • zuzzurro scrive:
            Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
            Sì, è proprio un poveretto.!!!!
          • bibop scrive:
            Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
            lui e' nn poveretto tu sei inutile
          • zuzzurro scrive:
            Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
            Beh, sostengo una giusta causa.
          • bibop scrive:
            Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
            il manifesto l'ha scritto balmer mentre fa la scimmia cerebrolesa??
          • zuzzurro scrive:
            Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
            Cosa cenra ballmer? io supporto Apple.
          • MeX scrive:
            Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
            giá, e tu non hai idea di quanto mi sia divertito a installare Windows SErver 2003 sulla stessa macchina 5 volte, e 5 volte dover chiamare il centralnio MIcrosoft per farmi attivare l'OS
          • Enjoy with iRuttolo scrive:
            Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
            "MeX" e "server" nella stessa frase direi proprio che non vanno d'accordo...a me che tu non debba difendere il mac mini!ma tu non eri un fotografo? che ti serve installare un OS server?
          • MeX scrive:
            Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
            io un fotografo? LOL magari!Si in effetti ho sempre odiato la parte server, peró mi toccava e mi sono arrabattato :)
          • Enjoy with iRuttolo scrive:
            Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
            hai detto 100 volte "e se fossi un fotografo" nella news sul mac mini...che cavolo l'hai detto a fare se non lo sei?
          • MeX scrive:
            Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
            perché é una classica tipologia di professionisti che usa Apple e penso non abbiano chissá quali conoscenze informatiche...
          • Francy scrive:
            Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
            - Scritto da: Mario
            Bene, ora questa favoletta spiegala a quelli che
            pur avendo la licenza hanno avuto
            rogne.Basta chiamare il numero verde di Microsoft, nei remoti casi in cui Wga non funzioni bene. Mai avuto problemi comunque, e di attivazioni ne ho fatte veramente tante
          • MeX scrive:
            Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
            si, in teoria :)
        • nome e cognome scrive:
          Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
          - Scritto da: MeX
          si si... io poi sono fermo ad XP... mi ricordo
          comunque che ebbi svariati problemi in seguito
          agli aggiornamenti, e veri e propri fastidi con
          la
          WGAPer fastidi intendi la finanza in casa? C'è un ottimo bugfix supportato anche da Apple che si chiama pagare il software.
          • MeX scrive:
            Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
            ma tu ti fare brutta figura non ti stanchi mai?http://en.wikipedia.org/wiki/Windows_Genuine_Advantage#False_positive_rate
          • Francy scrive:
            Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
            - Scritto da: MeX
            ma tu ti fare brutta figura non ti stanchi mai?

            http://en.wikipedia.org/wiki/Windows_Genuine_AdvanBeh? Ci sta scritto che c'è stato qualche caso di insucXXXXX. Risolvibile tramite chiamata MS, ma ricordati sono pochi casi che rapportati al numero di license vendute è un infinitesimo
          • MeX scrive:
            Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
            si si... fai tu modifiche HW di test su un server e chiama OGNI SANTA VOLTA per attivare Windows...
          • Nedanfor non loggato scrive:
            Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
            - Scritto da: MeX
            si si... fai tu modifiche HW di test su un server
            e chiama OGNI SANTA VOLTA per attivare
            Windows...Se ti pagano anche mentre stai chiamando non vedo il problema :PMicrosoft è ottima solo per un motivo: ti permette di fare un lavoro da 30 minuti in due ore, dare la colpa all'OS e venire pagato per due ore. Certo, se poi se la prendono con te allora il tutto diventa deleterio anche economicamente (e non solo mentalmente) :D
          • MeX scrive:
            Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
            eh... se hai tempi stretti non é il massimo :)
      • bibop scrive:
        Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
        quindi e' falso che i service pack di windows storicamente sono usati per modificare anche radicalmente parti vitali dell'os rilasciate e scopertesi mal progettate o mal sviluppate?va bene che il discorso di mex era provocatoriamente qualunquista ma la riscrittura completa della sicurezza di xp era un service pack se non ricordo male... lo stesso vista ha avuto un bel lifting... per non parlare del lifting di vista a 7...
        • rover scrive:
          Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
          Le patch mensili di Windows sistemano piccoli problemi, possono anche aggiornare drivers su richiesta dell'utente, applicano comunque miglioramenti e possono sistemare anche bug x la sicurezza.i Service pack, oltre che raccogliere le patch rilasciate fino a quel momento, possono in effetti, come è accaduto, riscrivere parti del OS, sia relativamente all'aspetto grafico, sia alla sicurezza, prestazioni, ecc.Un po' come l'ultimo aggiornamento di MAcOs.Chi ha avuto problemi nell'installazione dei SP?Coloro i quali, pur non essendone in grado, hanno smanazzato pesantemente su parti critiche di Windows, semmai con l'ausilio di utilities molto potenti e senza rendersi conto di cosa stavano combinando.Comunque su MAcOs c'è almeno il vantaggio che:-utilities che consentano di fare danni al sistema se ne trovano poche-virus non ce ne sono (ma leggendo gli eccessi dei fanboy di mac c'è da pensare che li scriva qaulche tifoso di mac...ma so che non è vero)-l'utente medio mac è culturalmente poco propenso a ficcare il naso dove non dovrebbe. Tutto il contrario di molti utenti Windows.Ma sai, se io giro in moto, e a tutte le curve casco, mi devo porre il problema se la colpa è della moto o di chi la conduce.
          • bibop scrive:
            Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
            non e' interessante e statisticamente rilevante che "tu" caschi per stabilire la qualita'/efficacia del prodottoe' rilevante che a parita' di capacita' dell'utilizzatore (gruppo non singolo) su una moto X caschi n volte e su una moto Y caschi n^1000 volte (quali siano le ragioni indotte o provocate)la sicurezza di xp fu completamente riscritta con il sp2 ... ci misero 2 anni per tirarlo fuori per porre rimedio al disastro dell'esplosione di internet, tra le altre cose, e questo fu una delle concause del disastro longhorn. xp era stato talmente un sucXXXXX (la vendita di pc con xp era stata talmente un sucXXXXX) che non potevano tralasciare i continui problemi derivati dalle scelte di design iniziali... ma vabbe' questo per dire che xp ha avuto 2 sp di portata degna di un major upgrade... gratuiti ma sempre major upgrade eranoe finiamola di dire cavolate sull'utente medio fa questo l'utente medio non fa quellol'utente medio di un personal computer NON FA NULLA CON IL PC se non navigare e usare quei 3 programmi che qualcun'altro gli ha instalato... tralasciando tutti i problemi derivanti dal p2p e dalla navigazione con browser inadatti...i molti utenti windows culturalmente portati a smanettare... be ... ti rendi conto che hai scritto na frase senza senso??
        • nome e cognome scrive:
          Re: differenza tra update Linux/Apple e Win

          va bene che il discorso di mex era
          provocatoriamente qualunquista ma la riscrittura
          completa della sicurezza di xp era un service
          pack se non ricordo male... lo stesso vista ha
          avuto un bel lifting... per non parlare del
          lifting di vista a
          7...Invece il lifting da macosx 10.0 a 10.1 che Apple ha dovuto dar via gratis per il troppi buchi presenti nella prima versione ce lo scordiamo? O il lifting dell'ultimo snow leopold, 0 new features ma un sacco di XXXXX tolta per 29 euro lo lasciamo perdere?
        • MeX scrive:
          Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
          giá, la SP2 di Windows XP era praticamente una dichiarazione del tipo "scusate, non avevamo avuto tempo per finire XP, ecco l'ultimo pezzo"
          • bibop scrive:
            Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
            no no la sp2 di xp e' stato un ammissione di... scusate non sapevamo minimamente cosa fosse internet e non avevamo calcolato l'esplosione del www...
          • MeX scrive:
            Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
            giá, ancora peggio :D
          • zuzzurro scrive:
            Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
            Già, proprio così.
          • MeX scrive:
            Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
            [img]http://comps.fotosearch.com/comp/UNN/UNN752/pappagallo-giungla-uccelli_~u12402733.jpg[/img]
          • zuzzurro scrive:
            Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
            non ho capito. Comunque avendo postayto il link sicuramente hai ragione.
          • MeX scrive:
            Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
            http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2915996&m=2917438#p2917438
        • Morpheus61 scrive:
          Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
          Anche aggiornando il mio iMac ho avuto problemi con alcuni software che uso come ad esempio QuarkXPress ma io lo trovo una cosa non inconcepibile quando si apportano modifiche a un qualunque OS che ci siano malfunzionamenti, poi la definizione di Patch è: programma o parte di programma che corregge un software per cui è una correzione sempre indipendentemente dall'OS.Smettiamola con i discorsi il mio è meglio del tuo ognuno ha i suoi pro e contro anche il Mac può avere problemi altrimenti perchè pagherei l'assistenza di un tecnico certificato Mac. Allo stesso modo può avere problemi Windows che oltre ad avere una maggiore diffusione e quindi percentualmente molte più possibilità di malfunzionamenti, deve anche girare su un numero configurazioni hardware talmente infinito che è statisticamente impossibile che non ci sia qualche problema, che poi microsoft abbia fatto tante stupidaggini è verissimo, ma trovo veramete stupido che un utente che dice di usare solo Mac o Windows o Linux critichi gli altri Os con dei luoghi comuni spesso legati al passato.MacOs ottimo sistema operativo ma ma a livello professionale legato ancora a settori specificiWindows per ora ancora senza concorrenza a livello Giochi e in molti ambiti professionali (la diffusione conta per i programmatori)Linux sarebbe forse il vero sostituto di windows ma è ancora troppo frammentato in mille distro e questo non ne favorisce certo la diffusione, e sappiamo benissimo che senza la diffusione, il supporto da parte delle software house a livello professionale latita.Quindi nessuno lo ha più duro degli altri altrimenti gli altri non esisterebbero-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 17 giugno 2010 16.34-----------------------------------------------------------
          • bibop scrive:
            Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
            scusa ma il tuo pippone cosa c'entrerebbe con quello che ho scritto?
          • Morpheus61 scrive:
            Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
            che i discorsi del tipo il mio è più duro sono solo stupidaggini ogni OS ha pro e contro, basta usarli tutti per rendersene conto.
          • bibop scrive:
            Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
            e ripeto... cosa c'entra il tuo pippone con quello che ho scritto? e con l'argomento in se??se ti piace fare sermoni sulle pari opportunita' a questi poveri os falli pure ma nn fare il santone
          • Morpheus61 scrive:
            Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
            Hai ragione ogni discussione è inutile se non viene da Applestore
          • bibop scrive:
            Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
            ripeto.. il tuo pippone e la tua coda di paglia cosa c'hanno a che vedere con quello che ho scritto??e' semplice basta che spieghi con terminologia appropriata e senza fare troppi panegirici inutili per diluire il discorso cosa c'entra quello che hai scritto con quello che ho scritto io...ci riesci??? se si bene .. altrimenti... troll
          • Morpheus61 scrive:
            Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
            bibopquindi e' falso che i service pack di windows storicamente sono usati per modificare anche radicalmente parti vitali dell'os rilasciate e scopertesi mal progettate o mal sviluppate?i service pack di windows sono soprattutto raccolte di Patch.LA definizione di Patch è: programma o parte di programma che corregge un software qualunque software, le patch vengono rilasciate sia per Windows che Linux o Mac. quindi quello che hai scritto vale per tutti,spero che così ti sia più comprensibile.E con questo chiudo che non ho voglia di litigare
          • bibop scrive:
            Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
            anchequesta parolina sconosciuta... ancheSillabazione/Fonetica[àn-che]EtimologiaEtimo incertoVedi ant. e tosc. anco, cong. 1 pure (aggiunge qualcosa a quanto precedentemente detto o sottinteso): anche oggi piove; c'ero anch'io | con il sign. di 'oltre tutto, per di più': non intendo rispondere e sono anche offeso ' per rafforzare l'idea di possibilità: potrebbe anche succedere 2 persino, addirittura: ho aspettato anche troppo 3 sebbene, seppure (introduce una prop. concessiva implicita col gerundio o con l'infinito preceduto da a, o esplicita col congiuntivo o l'indicativo preceduti da se): anche sforzandosi, non ce la farebbe; anche a pagarlo il doppio, non accetterebbe; anche se partissi (parto) ora, non arriverei (arriverò) in tempo | quand'anche, ammesso pure che, pur se ¶ avv. (ant. , lett.) ancora: egli sentì anche una volta che la sua trista passione era immedicabile (D'ANNUNZIO) | per anche, per anco, finora; del resto: né io sono per anche un manzoniano (CARDUCCI).si chiudi ... e' meglio che la chiudi qua
    • rover scrive:
      Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
      WPA intendi il WI-FI criptato?Non sapevo fosse un trojan?Dimmi dove abiti che vengo a sniffarti un po' il wi-fi
    • Steve Robinson Hakkabee scrive:
      Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
      i primi certo mettono "pezze" (la sicurezza non esiste, va sempre pathacto qualcosa)
      • MeX scrive:
        Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
        no.Se puoi porci rimedio (sul serio) con una patch no.Un errore di design é per esempio creare utenza di Admin di default durante l'installazione, e concepire una cosa perversa come l'UACBackdoors, bugs etc etc... ci saranno SEMPRE in un programma.
        • Eretico scrive:
          Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
          - Scritto da: MeX
          Un errore di design é per esempio creare utenza
          di Admin di default durante l'installazione,...Scusa, ma durante quale installazione, della patch, del service pack o del sistema ? Perchè se ti riferisce all'installazione di un sistema, che via sia un utente admin lo ritengo una cosa del tutto normale.
          ...e concepire una cosa perversa come
          l'UACBe vero. Diciamo che è la brutta copia del sudo di Linux anche se c'è da dire che questo dovrebbe rendere la vita più difficile anche al malaware oltre che all'utente.
          Backdoors, bugs etc etc... ci saranno SEMPRE in
          un programma.Chiaro e anche se non ve ne fossero, i programmi necessitano sempre di migliorie e nuove funzionalità che a loro volta potrebbero aprire nuovi bugs.
          • MeX scrive:
            Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
            per durante l'installazione intendo che al momento dell'installazione, non solo viene creata un'utenza admin, ma addirittura non viene forzata la creazione di una password!
          • Eretico scrive:
            Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
            Questa è la chiara dimostrazione che è l'utente che non ha esperienza o le conoscenze necessarie. Il fatto che crei un utente admin lo trovo, e lo ripeto, normale. Che non forzi la richiesta di una password potrebbe essere una mancanza in effetti, ma oggi non ci vuole un genio per capire che l'admin deve essere difeso da una password forte e qui ci scontriamo con le le conoscenze, o meglio le non conoscenze, dell'utente medio. Poi il fatto di obbligare la password e basta ha poco significato. Uno ci scrive per pigrizia "aaa" ed il gioco è fatto. In realtà dovrebbe essere il sistema a fornirla in modo che sia forte oppure meglio sarebbe se controllasse che la password inserita rispetti certe regole e che sia forte.
          • MeX scrive:
            Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
            giá solito discorso... é colpa dell'utente...Dovrebbero togliere le centraline dalle macchine, in fondo era solo colpa dell'utente se non tirava l'aria e ingolfava il motore
    • zuzzurro scrive:
      Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
      ma difatti. Io non capirò mai come Microsoft detenga il 90% (o è di più?9 del mercato, mentra Apple no.Che ignoranti!
      • bibop scrive:
        Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
        il 50 e passa % dei pc sono pc aziendali/corporate... apple non compete in quei settori e quel 50% e' eredita' dei contatti aziendali con ibm, con i commerciali di microsoft e gli it manager che neanche sapevano cosa fossero le alternative...se non capisci vuol dire che hai dei problemi ad analizzare la storia dell'informatica moderna...
      • MeX scrive:
        Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
        cerca su google "microsoft abuso di posizione dominante"
        • bibop scrive:
          Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
          seeee sono le commissioni antitrust ad essere nel torto...
        • zuzzurro scrive:
          Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
          hai ragione.maledetti abusivi!
          • MeX scrive:
            Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
            [img]http://i8.photobucket.com/albums/a19/jadedkiss77/Abusivo.jpg[/img]
        • Lemon scrive:
          Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
          - Scritto da: MeX
          cerca su google "microsoft abuso di posizione
          dominante"Anche senza cercarla si capisce subito che chi abusa deve averla la posizione dominante, come ha fatto MS ad arrivarci nonostante la Apple era già prima in tutto (ed in alternativa l'Amiga), bhè, questo non si sa... come mai mezzo mondo non ha scelto Apple quella volta??
          • MeX scrive:
            Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
            http://en.wikipedia.org/wiki/Criticism_of_Microsoft
          • Morpheus61 scrive:
            Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
            Semplice ha conXXXXX in licenza il suo OS a IBM e di conseguaenza anche ai compatibili cosa che Apple non ha fatto, forse se job avesse seguito la stessa strada ora avremmo MacOs su molte piu piattaforme Hardware ma forse avremmo anche gli stessi problemi che ha Microsoft.
          • bibop scrive:
            Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
            osx e' su piu' piattaforme hardware di windows...powerpc x86 arm... e osx e' talmente portabile che non avrebbero problemi a portarlo su altro... presente che windows funziona solo su piattaforma x86???i problemi di microsoft quando fece uscire xp furono di design e di vision e di analisi del mercato prossimo venturo... ci misero 2 anni a risolvere i problemi di sicurezza di xp... altro che son tutti uguali...risolvere e' un parolone ci misero una pezza... solo con uac sono arrivati a qualcosa di confrontabile al resto del mondo...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 17 giugno 2010 17.14-----------------------------------------------------------
          • Morpheus61 scrive:
            Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
            - Scritto da: bibop
            osx e' su piu' piattaforme hardware di windows...

            powerpc x86 arm... e osx e' talmente portabile
            che non avrebbero problemi a portarlo su altro...Quando parlo di piattaforme hardware mi riferisco al guazzabuglio di schede periferiche e componenti che compongono il panorama mondiale dei PC
            presente che windows funziona solo su piattaforma
            x86???

            i problemi di microsoft quando fece uscire xp
            furono di design e di vision e di analisi del
            mercato prossimo venturo... ci misero 2 anni a
            risolvere i problemi di sicurezza di xp... altro
            che son tutti
            uguali...ma stiamo ancora a parlare di XP perchè mi sembra che ci sia un altro sistema operativo ora, XP aveva qualche problema all'uscita questo è vero ma si torna sempre al discorso di prima, un conto è un OS che deve funzionare su un Hardware ben definito come il Mac e un'altra cosa è girare su sistemi hardware molto eterogenei, è chiaro che si rischia molto di più, le incompatibilità esistono anche a livello hardware esempio schede madri e alcuni tipi di ram, pensa che incubo cercare di fare un OS che funzioni con qualunque componente, è chiaro che ci possano essere problemi, la diffusione di Windows è la sua forza e al tempo stesso la sua debolezza.
            risolvere e' un parolone ci misero una pezza...
            solo con uac sono arrivati a qualcosa di
            confrontabile al resto del
            mondo...il uac non è perfetto ma è sicuramente un miglioramento.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 17 giugno 2010 17.50-----------------------------------------------------------
          • bibop scrive:
            Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
            no piattaforma hardware e' quello che ti ho scritto puntoe stiamo a paralare di storia dell'informatica... e di metotologia di approccio all'evoluzione dei softwarexp fu un disastrovista e' stato un disastrosolo che 7 te l'hanno fatto pagare invece di chiamarlo "sp2"-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 17 giugno 2010 17.52-----------------------------------------------------------
          • Morpheus61 scrive:
            Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
            Va bene Hai ragione tu, cercare di parlare ad un fanboy è inutile.
          • bibop scrive:
            Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
            l'ultima spiaggia del trollone....se io sono un fanboy perche' ti dico che hai scritto delle stupidaggini usando terminologia inapropriatamente ... problema tuoil fanboy qua non sono certo iobuona serata e la prossima volta quando parli di piattaforma usa il termine correttamente
          • Morpheus61 scrive:
            Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
            Scusa dimenticavo che sei così permaloso
          • bibop scrive:
            Re: differenza tra update Linux/Apple e Win
            ma a quanto pare il permaloso sei tu... non riesci a non accettare che ti venga appuntato che quello che scrivi e' o off topic o falsopoi vedila come ti pare... di santoni sto forum e' pieno
  • MeX scrive:
    altro dettaglio...
    sono notevolmente migliorate le prestazioni OpenGL... io ne ho sicuramente beneficiato giocando ad Half Life due sul mio sottodotato macboook 13 con una misera GMAx1300 Intel
  • nome e cognome scrive:
    Ma non era perfetto e sicuro?
    Come da oggetto, peccato che l'ultimo sistema della mela, sia un autentica accozzaglia(come dice bipop) di codice, che necessità di patch continuamente, centinaia di megabyte su megabyte, 4 service patch all'anno (rotfl)
    • attonito scrive:
      Re: Ma non era perfetto e sicuro?
      - Scritto da: nome e cognome
      Come da oggetto, peccato che l'ultimo sistema
      della mela, sia un autentica accozzaglia(come
      dice bipop) di codice, che necessità di patch
      continuamente, centinaia di megabyte su megabyte,
      4 service patch all'anno
      (rotfl)non esistono sistemi che non necessitano di patch, perche' non esistono codici perfetti. Questa e' la cruda realta'.
      • non so scrive:
        Re: Ma non era perfetto e sicuro?
        Si però Ms è stata duramente criticata quando faceva patch in continuazione, ora Ms tiene bene con gli aggiornamenti mensili, e ad aggiornare in continuazione sono Mac e Linux. Quindi per par condicio un po' di critiche anche a loro.- Scritto da: attonito
        - Scritto da: nome e cognome

        Come da oggetto, peccato che l'ultimo sistema

        della mela, sia un autentica accozzaglia(come

        dice bipop) di codice, che necessità di patch

        continuamente, centinaia di megabyte su
        megabyte,

        4 service patch all'anno

        (rotfl)
        non esistono sistemi che non necessitano di
        patch, perche' non esistono codici perfetti.
        Questa e' la cruda
        realta'.
        • attonito scrive:
          Re: Ma non era perfetto e sicuro?
          - Scritto da: non so
          Si però Ms è stata duramente criticata quando
          faceva patch in continuazione, ora Ms tiene bene
          con gli aggiornamenti mensili, e ad aggiornare in
          continuazione sono Mac e Linux. Quindi per par
          condicio un po' di critiche anche a
          loro.

          - Scritto da: attonito

          - Scritto da: nome e cognome


          Come da oggetto, peccato che l'ultimo sistema


          della mela, sia un autentica accozzaglia(come


          dice bipop) di codice, che necessità di patch


          continuamente, centinaia di megabyte su

          megabyte,


          4 service patch all'anno


          (rotfl)

          non esistono sistemi che non necessitano di

          patch, perche' non esistono codici perfetti.

          Questa e' la cruda

          realta'.a parte il tuo modo errato di quotare: Si, hai ragione.Tieni pero' conto che Apple ha saputo (onore al merito) creare intorno a se una "aura" di "se lo faccio e' perche' e' giusto, se lo fai tu e' perche sei cattivo". Quidi:Apple patcha giornalente = ah, sono attenti alla sicurezza dei clientiM$ patcha giornalente = ah, che rottura di scatole!Apple patcha mensilmente = che bravi, raccolgono le patch per non disturbami troppo!M$ patcha mensilmente = ah, XXXXXXXX, ve ne fregate della mia sicurezza!Un po' come il primo della classe a scuola, te lo ricordi? tu e lui, stesse domande, stesse risposte: a te 6 e 1/2, a lui 8. Perche? perche nel tempo si e' creato l'aura del "migliore" e quindi vive di rendita...
          • Fragy scrive:
            Re: Ma non era perfetto e sicuro?
            - Scritto da: attonito
            - Scritto da: non so
            Un po' come il primo della classe a scuola, te lo
            ricordi? tu e lui, stesse domande, stesse
            risposte: a te 6 e 1/2, a lui 8. Perche? perche
            nel tempo si e' creato l'aura del "migliore" e
            quindi vive di
            rendita.O più che altro perché è risucita con una buona politica di mercato e crearsi un grossa base di fan boy che non tengono conto della realtà.Come gustamente dice "attonito", non esistono sistemi che non necessitano di patch, è solo questione di tempo. Poi se dalla tua,apple, hai tutta una serie di spalatori che non perdono occasione di far notare la tua "pagliuzza",altri s.o., per nascondere la loro trave, che ci vuoi fare :-)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 17 giugno 2010 09.46-----------------------------------------------------------
          • Mario scrive:
            Re: Ma non era perfetto e sicuro?
            - Scritto da: Fragy
            O più che altro perché è risucita con una buona
            politica di mercato e crearsi un grossa base di
            fan boy che non tengono conto della
            realtà.o più che altro è anche riuscita a creare una categoria di talebani che senza conoscere una virgola, pontificano dalla mattina alla sera sulle mele
            Come gustamente dice "attonito", non esistono
            sistemi che non necessitano di patch, è solo
            questione di tempo. Poi se dalla tua,apple, hai
            tutta una serie di spalatori che non perdono
            occasione di far notare la tua "pagliuzza",altri
            s.o., per nascondere la loro trave, che ci vuoi
            fare
            :-)Beh è notorio che è colpa di apple se MS fa le patch della patch della patch.
          • Fragy scrive:
            Re: Ma non era perfetto e sicuro?
            - Scritto da: Mario
            - Scritto da: Fragy



            O più che altro perché è risucita con una buona

            politica di mercato e crearsi un grossa base di

            fan boy che non tengono conto della

            realtà.

            o più che altro è anche riuscita a creare una
            categoria di talebani che senza conoscere una
            virgola, pontificano dalla mattina alla sera
            sulle
            meleStai parlando di te stesso immagina ...


            Come gustamente dice "attonito", non esistono

            sistemi che non necessitano di patch, è solo

            questione di tempo. Poi se dalla tua,apple, hai

            tutta una serie di spalatori che non perdono

            occasione di far notare la tua "pagliuzza",altri

            s.o., per nascondere la loro trave, che ci vuoi

            fare

            :-)

            Beh è notorio che è colpa di apple se MS fa le
            patch della patch della
            patch.Fino a ieri il pometto era insuperabile, ammettere che non è così rosicchia vero?
        • krane scrive:
          Re: Ma non era perfetto e sicuro?
          - Scritto da: non so
          Si però Ms è stata duramente criticata quando
          faceva patch in continuazione, ora Ms tiene bene
          con gli aggiornamenti mensili, e ad aggiornare in
          continuazione sono Mac e Linux. Quindi per par
          condicio un po' di critiche anche a loro.Veramente e' stata duramente criticava perche' introduceva bug con le patch; mi trovi qualche link riguardo a queste critiche a cui alludi ?
          - Scritto da: attonito

          - Scritto da: nome e cognome


          Come da oggetto, peccato che l'ultimo sistema


          della mela, sia un autentica accozzaglia(come


          dice bipop) di codice, che necessità di patch


          continuamente, centinaia di megabyte su

          megabyte,


          4 service patch all'anno


          (rotfl)

          non esistono sistemi che non necessitano di

          patch, perche' non esistono codici perfetti.

          Questa e' la cruda

          realta'.
          • Mario scrive:
            Re: Ma non era perfetto e sicuro?
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: non so

            Si però Ms è stata duramente criticata quando

            faceva patch in continuazione, ora Ms tiene bene

            con gli aggiornamenti mensili, e ad aggiornare
            in

            continuazione sono Mac e Linux. Quindi per par

            condicio un po' di critiche anche a loro.

            Veramente e' stata duramente criticava perche'
            introduceva bug con le patch; mi trovi qualche
            link riguardo a queste critiche a cui alludi
            ?
            Aspetta che controlla su wikipedia, poi su google, poi chiede a S. Gennaro.
      • Eretico scrive:
        Re: Ma non era perfetto e sicuro?
        Bravo e non solo i sistemi ricadono in questa regola.
      • carlo3gs scrive:
        Re: Ma non era perfetto e sicuro?
        - Scritto da: attonito
        - Scritto da: nome e cognome

        Come da oggetto, peccato che l'ultimo sistema

        della mela, sia un autentica accozzaglia(come

        dice bipop) di codice, che necessità di patch

        continuamente, centinaia di megabyte su
        megabyte,

        4 service patch all'anno

        (rotfl)
        non esistono sistemi che non necessitano di
        patch, perche' non esistono codici perfetti.
        Questa e' la cruda
        realta'.la cruda e dura realtà è che non sai nemmeno di cosa parli, non sai niente di niente.. ma cioè.. proprio NIENTE, ZERO, NADA. mi sono spiegato vero? ... i troll non sono + come una volta...scarica il 45° aggiornamento patch di 4 righe di codice degli ultimi 2 mesi di mamma M$ ti prepara, serve per tappare l'ennesima falla già sfruttata.. hai un pc che è una centrale delle poste e non lo sai...
    • ruppolo scrive:
      Re: Ma non era perfetto e sicuro?
      - Scritto da: nome e cognome
      Come da oggetto, peccato che l'ultimo sistema
      della mela, sia un autentica accozzaglia(come
      dice bipop) di codice, che necessità di patch
      continuamente, centinaia di megabyte su megabyte,
      4 service patch all'anno
      (rotfl)Se non erro i PC con Windows necessitano di patch giornaliere, per cui 4 all'anno non sono poi tante.Comunque hai poco da sXXXXXXX, il nostro è un ottimo sistema, il tuo è un XXXXX, che non gestisce nemmeno dei banali PDF, per non parlare dei .zip o del fatto che non te lo danno nemmeno con uno straccio di programma per la posta, cosa che anche l'ultimo dei Linux fornisce.Ma tienti pure stretto il tuo colabrodo, alle botnet è utile.
      • rover scrive:
        Re: Ma non era perfetto e sicuro?
        ERRI
      • Enjoy with iRuttolo scrive:
        Re: Ma non era perfetto e sicuro?

        Comunque hai poco da sXXXXXXX, il nostro è un
        ottimo sistema, il tuo è un XXXXX, che non
        gestisce nemmeno dei banali PDF, per non parlare
        dei .zip ...ma parli te? che per avere la sincronizzazione dei pdf su iphone abbiamo (stavolta mi tocca essere dei "vostri") dovuto aspettare la 4° generazione di iphone e itunes 9.2? e del fatto che gli archivi .zip non sono riconosciuti? voglio aprire un documento dentro un .zip da un sito web e..."safari non può scaricare il documento", ma vaff...ah già la soluzione è mandarsi una mail per poter avere in memoria un banale pdf...se poi ho più documenti, basta usare più mail! semplice no? basta thinkare differente
        • DarkOne scrive:
          Re: Ma non era perfetto e sicuro?
          - Scritto da: Enjoy with iRuttolo
          ma parli te? che per avere la sincronizzazione
          dei pdf su iphone abbiamo (stavolta mi tocca
          essere dei "vostri") dovuto aspettare la 4°
          generazione di iphone e itunes 9.2? e del fatto
          che gli archivi .zip non sono riconosciuti?
          voglio aprire un documento dentro un .zip da un
          sito web e..."safari non può scaricare il
          documento", ma
          vaff...

          ah già la soluzione è mandarsi una mail per poter
          avere in memoria un banale pdf...se poi ho
          più documenti, basta usare più mail! semplice no?
          basta thinkare
          differenteLOL! Azzittito totalmente...Ah, a proposito...windows mi pare che fin da XP supporta nativamente i file .zip. E' proprio un troll penoso questo ruTTolo.Lamenta l'integrazione di un client di posta...ma come, fino a poco fa a lamentarsi che era incluso IE, adesso ci lamentiamo che non è incluso Mail? Il limite al trolleggio non ha proprio limiti di dignità eh...
      • Nedanfor non loggato scrive:
        Re: Ma non era perfetto e sicuro?
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: nome e cognome

        Come da oggetto, peccato che l'ultimo sistema

        della mela, sia un autentica accozzaglia(come

        dice bipop) di codice, che necessità di patch

        continuamente, centinaia di megabyte su
        megabyte,

        4 service patch all'anno

        (rotfl)

        Se non erro i PC con Windows necessitano di patch
        giornaliere, per cui 4 all'anno non sono poi
        tante.

        Comunque hai poco da sXXXXXXX, il nostro è un
        ottimo sistema, il tuo è un XXXXX, che non
        gestisce nemmeno dei banali PDF, per non parlare
        dei .zip o del fatto che non te lo danno nemmeno
        con uno straccio di programma per la posta, cosa
        che anche l'ultimo dei Linux
        fornisce.
        Ma tienti pure stretto il tuo colabrodo, alle
        botnet è
        utile.Gli .zip li supporta almeno da XP Pro (l'Home non l'ho mai provato, ad esser sincero). Non so che gestore di archivi è incluso in MacOS, magari ti sei confuso con .7z, .bz2, .tar o .rar.Quanto al colabrodo... Solo se è su hardware pessimo e con una connessione pessima, trovo noiosi i DDoS sui siti che frequento. Altrimenti è meglio che il computer non lo usi proprio (o, se proprio deve, offline) almeno il web diventerebbe più vivibile.
    • collione scrive:
      Re: Ma non era perfetto e sicuro?
      buhahahahaha service patch?questo fa capire quanto ne sai di informaticanon sai nemmeno che i cosi di uindovs si chiamano service pack? :D
    • il signor rossi scrive:
      Re: Ma non era perfetto e sicuro?
      - Scritto da: nome e cognome
      Come da oggetto, peccato che l'ultimo sistema
      della mela, sia un autentica accozzaglia(come
      dice bipop) di codice, che necessità di patch
      continuamente, centinaia di megabyte su megabyte,
      4 service patch all'anno
      (rotfl)so che è solo trolling, però magari qualcuno legge e ci crede... quindi a questo punto ricordiamo che Microsoft rilascia, ogni primo martedì del mese, gli aggiornamenti per Windows... 12 volte all'anno, centinaia di megabyte su megabyte.
      • rover scrive:
        Re: Ma non era perfetto e sicuro?
        Qualche decina di MB, a meno che non si tratti di SP.Ma, x esempio, in 9 anni su XP sono usciti 3 SP.
        • ruppolo scrive:
          Re: Ma non era perfetto e sicuro?
          - Scritto da: rover
          Qualche decina di MB, a meno che non si tratti di
          SP.
          Ma, x esempio, in 9 anni su XP sono usciti 3 SP.E 30 mila patch.
          • Fragy scrive:
            Re: Ma non era perfetto e sicuro?
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: rover

            Qualche decina di MB, a meno che non si tratti
            di

            SP.

            Ma, x esempio, in 9 anni su XP sono usciti 3 SP.

            E 30 mila patch.il SP raccoglie tutte le patch pregresse ... e aggiunge qualche cosa d'altro. Non è un unico aggiornamentoCon questo non voglio difendere win ma solo mettere qualche puntino.
        • bibop scrive:
          Re: Ma non era perfetto e sicuro?
          minimizzare non fa bene alla salute...
    • Mario scrive:
      Re: Ma non era perfetto e sicuro?
      Un'accozaglia di sfarfugliate in un solo post?
  • bibop scrive:
    http://punto-informatico.it/b.aspx?i=291
    vero mi sono talmente abituato alla velocita' di snow leopard a quicktime x, al nuovo finder e a tutte le rifiniture e raffinatezze di snow leopard che non mi sembra vero che siano passati solo 12 mesi... il giudizio su un dato software dato da uno che diceva che vista era un os superlativo non mi interessa... o meglio qualunque giudizio negativo e' prova provata che sia un oggetto di qualita'...si dice accozzaglia... non cozzaglia... accozzaglia di frasi fatte e incapacita' cognitiva...
    • nome e cognome scrive:
      Re: http://punto-informatico.it/b.aspx?i=291
      Cozzaglia o accozaglia Snow leomela rimane sempre un ammasso di codice che viene continuamente patchato, patch a GOGO..(rotfl)
      • bibop scrive:
        Re: http://punto-informatico.it/b.aspx?i=291
        poveretto
      • ruppolo scrive:
        Re: http://punto-informatico.it/b.aspx?i=291
        - Scritto da: nome e cognome
        Cozzaglia o accozaglia Snow leomela rimane sempre
        un ammasso di codice che viene continuamente
        patchato, patch a
        GOGO..(rotfl)Questo vale per qualsiasi sistema operativo, da decenni. Quindi, cos'hai da ridere, stolto!
      • pabloski scrive:
        Re: http://punto-informatico.it/b.aspx?i=291
        sarà ma a me dei 3 sistemi più diffusi, macos sembra quello più coerente sotto il profilo della progettazione e dell'architettura
      • Nedanfor non loggato scrive:
        Re: http://punto-informatico.it/b.aspx?i=291
        - Scritto da: nome e cognome
        Cozzaglia o accozaglia Snow leomela rimane sempre
        un ammasso di codice che viene continuamente
        patchato, patch a
        GOGO..(rotfl)Hai un grafico che contiene le patch per Windows e quelle per MacOS in questi 12 mesi? E comunque, meglio del codice patchato che quello non patchato...
  • cognome e nome scrive:
    4 service pack....
    Siamo al quarto service pack nel giro di nemmeno un anno, ad ogni update centinaia e centinaia di megabyte di patch, capisco perchè questo snow viene venduto a 29euro (rotfl) è il giusto prezzo per una cozzaglia di codice continuamente patchato...(rotfl)
    • bibop scrive:
      Re: 4 service pack....
      l'accozzaglia e' nella tua testa
    • bibop scrive:
      Re: 4 service pack....
      snow leopard e' uscito il 9 giugno 2008... il 4 update minore e' venuto 2 anni e una settimana dopo...le basi del trollaggio rispettale... una informazione vera tutto il resto scemenze... per la seconda parte sei perfettamente in linea con i tuoi standard....
      • nome e cognome scrive:
        Re: 4 service pack....
        - Scritto da: bibop
        snow leopard e' uscito il 9 giugno 2008... il 4
        update minore e' venuto 2 anni e una settimana
        dopo...

        le basi del trollaggio rispettale... una
        informazione vera tutto il resto scemenze... per
        la seconda parte sei perfettamente in linea con i
        tuoi
        standard....Buauhaahauhauhauah il 9 giugno 2008 il tuo dio Jobbe ha detto che l'anno successivo sarebbe uscito macoshit 10.6 fatti due conti.Continui a sparare XXXXXte... get the facts.
      • nome e cognome scrive:
        Re: 4 service pack....
        http://www.theapplelounge.com/acquisti/snow-leopard-disponibilita-nel-mercato-italiano/Non sai nemmeno quando la cozzaglia è stata messa in vendita...(rotfl)
    • ruppolo scrive:
      Re: 4 service pack....
      - Scritto da: cognome e nome
      Siamo al quarto service pack nel giro di nemmeno
      un anno, ad ogni update centinaia e centinaia di
      megabyte di patch, capisco perchè questo snow
      viene venduto a 29euro (rotfl) è il giusto prezzo
      per una cozzaglia di codice continuamente
      patchato...(rotfl)Ha parlato quello che usa un sistema che viene patchato ogni mese da 9 anni a questa parte...
      • nome e cognome scrive:
        Re: 4 service pack....
        Pensa che gli update per la cozzaglia della mela sono settimanali ed ogni 3 mesi fanno la conta delle centinaia di megabyte di patch.
        • ruppolo scrive:
          Re: 4 service pack....
          - Scritto da: nome e cognome
          Pensa che gli update per la cozzaglia della mela
          sono settimanali ed ogni 3 mesi fanno la conta
          delle centinaia di megabyte di
          patch.Impara scrivere, ignorante. A te il piccone, non il computer, dovrebbero darti!
    • rover scrive:
      Re: 4 service pack....
      Si dice accozzaglia.
    • kurtz77 scrive:
      Re: 4 service pack....
      Forse non sai che gli aggiornamenti di MacOS X non vengono rilasciati sotto forma di pacchetti Delta che sostituiscono le porzioni di codice soggette a revisione. I pacchetti vengono ricompilati con le patch e quindi resi disponibili. Il peso dell'aggiornamento è dovuto al fatto che vengono reinstallati da capo per intero i software aggiornati.
  • cats in cool scrive:
    cura dei dettagli
    E' sempre ben chiaro che molte volte la differenza sta nella cura dei particolari, ovviamente in questo il Macosx e' signore e padrone rispetto a tutti gli altri linux freebsd windoz etc.. i dettagli sono veramente strabilianti e nonostante gli aggiustamenti macroscopici proposti nell'aggiornamento piu' o meno buono ed efficace, ma sempre e costantemente puntuale, ci sono sempre i dettagli a cambiare il risultato. Apple insegna ancora una volta..
    • exchang3 scrive:
      Re: cura dei dettagli
      menomale che ci sono loro
    • cognome e nome scrive:
      Re: cura dei dettagli
      Si insegna che per cercare di sistemare alla cozzaglia di codice di Snow sono costretti a lavorare di più, poverini deve essere faticoso rilasciare 4 service pack in nemmeno un anno, centinaia di megabyte di patch a GOGO...(rotfl)
      • bibop scrive:
        Re: cura dei dettagli
        tu proprio non riesci a non scrivere cavolate e'?i service pack li ha windows... come i macrokernel e gli zombie e non mi riferisco ai pc...
      • ruppolo scrive:
        Re: cura dei dettagli
        - Scritto da: cognome e nome
        Si insegna che per cercare di sistemare alla
        cozzagliaSi scrive accozzaglia, ignorante. Il tuo sistema operativo del ca**o non ti avvisa delle figure da ignorante che stai facendo?
    • rover scrive:
      Re: cura dei dettagli
      Anche il tuo post è strabiliante
    • attonito scrive:
      Re: cura dei dettagli
      - Scritto da: cats in cool
      E' sempre ben chiaro che molte volte la
      differenza sta nella cura dei particolari,
      ovviamente in questo il Macosx e' signore e
      padrone rispetto a tutti gli altri linux freebsd
      windoz etc.. i dettagli sono veramente
      strabilianti e nonostante gli aggiustamenti
      macroscopici proposti nell'aggiornamento piu' o
      meno buono ed efficace, ma sempre e costantemente
      puntuale, ci sono sempre i dettagli a cambiare il
      risultato. Apple insegna ancora una volta..Vero, la cura maniacale dei dettagli regna sovrana in Apple, nulla da dire.Ecco perche' il parrucchiere (omosessuale) sottocasa usa solo produtti Apple: per lui il dettaglio e' fondamentale (ieri lì'ho visto giochicchiare con l'iPad).Io (etero) mi accontento di sistemi piu' grezzi, poiche' do' meno importanza a dettagli che giudico minori.Ovvio, ognuno se la canta e se la suona come gli pare: questo e' il bello della pluralita' di ovverta del mercato, ognuno sceglie cio' che piu' gli aggrada.
      • Liosandro scrive:
        Re: cura dei dettagli
        - Scritto da: attonito
        - Scritto da: cats in cool

        E' sempre ben chiaro che molte volte la

        differenza sta nella cura dei particolari,

        ovviamente in questo il Macosx e' signore e

        padrone rispetto a tutti gli altri linux freebsd

        windoz etc.. i dettagli sono veramente

        strabilianti e nonostante gli aggiustamenti

        macroscopici proposti nell'aggiornamento piu' o

        meno buono ed efficace, ma sempre e
        costantemente

        puntuale, ci sono sempre i dettagli a cambiare
        il

        risultato. Apple insegna ancora una volta..

        Vero, la cura maniacale dei dettagli regna
        sovrana in Apple, nulla da
        dire.
        Ecco perche' il parrucchiere (omosessuale)
        sottocasa usa solo produtti Apple: per lui il
        dettaglio e' fondamentale (ieri lì'ho visto
        giochicchiare con
        l'iPad).
        Io (etero) mi accontento di sistemi piu' grezzi,
        poiche' do' meno importanza a dettagli che
        giudico
        minori.
        Ovvio, ognuno se la canta e se la suona come gli
        pare: questo e' il bello della pluralita' di
        ovverta del mercato, ognuno sceglie cio' che piu'
        gli
        aggrada.Allora facciamo così: mandami la tua donna, tua sorella, o anche tua figlia (che ne so, magari hai 70 anni, sei anonimo...).Poi vediamo cosa ti dicono di questo utente mac, quando tornano tutte irritate a casa.Oddio, magari non ci tornano subito, eh?
        • Steve Robinson Hakkabee scrive:
          Re: cura dei dettagli

          Poi vediamo cosa ti dicono di questo utente mac,
          quando tornano tutte irritate a
          casa.XXXXXXX che risposta da macho!
          • Liosandro scrive:
            Re: cura dei dettagli
            - Scritto da: Steve Robinson Hakkabee

            Poi vediamo cosa ti dicono di questo utente mac,

            quando tornano tutte irritate a

            casa.

            XXXXXXX che risposta da macho!BAUHAHUHAHAHUAHUAHU!!!! :D
        • attonito scrive:
          Re: cura dei dettagli
          - Scritto da: Liosandro
          - Scritto da: attonito

          - Scritto da: cats in cool


          E' sempre ben chiaro che molte volte la


          differenza sta nella cura dei particolari,


          ovviamente in questo il Macosx e' signore e


          padrone rispetto a tutti gli altri linux
          freebsd


          windoz etc.. i dettagli sono veramente


          strabilianti e nonostante gli aggiustamenti


          macroscopici proposti nell'aggiornamento piu'
          o


          meno buono ed efficace, ma sempre e

          costantemente


          puntuale, ci sono sempre i dettagli a cambiare

          il


          risultato. Apple insegna ancora una volta..



          Vero, la cura maniacale dei dettagli regna

          sovrana in Apple, nulla da

          dire.

          Ecco perche' il parrucchiere (omosessuale)

          sottocasa usa solo produtti Apple: per lui il

          dettaglio e' fondamentale (ieri lì'ho visto

          giochicchiare con

          l'iPad).

          Io (etero) mi accontento di sistemi piu' grezzi,

          poiche' do' meno importanza a dettagli che

          giudico

          minori.

          Ovvio, ognuno se la canta e se la suona come gli

          pare: questo e' il bello della pluralita' di

          ovverta del mercato, ognuno sceglie cio' che
          piu'

          gli

          aggrada.

          Allora facciamo così: mandami la tua donna, tua
          sorella, o anche tua figlia (che ne so, magari
          hai 70 anni, sei
          anonimo...).
          Poi vediamo cosa ti dicono di questo utente mac,
          quando tornano tutte irritate a
          casa.
          Oddio, magari non ci tornano subito, eh?Rocco, calmati. L'ecXXXXX di testosterone deve averti obnubilato la parte frontale dell'encefalo: di grazia, mi dici dove ho scritto che gli utenti di apple sono tutti XXXXX e tutti i non utenti di apple sono non XXXXX? Io ho portato l'esempio del parrucchiere sotto casa MIA al quale piacciono gli apple e a me no. Adesso ai XXXXX non possono piacere gli apple? mi sembrerebbe limitativo, ti pare?
          • Liosandro scrive:
            Re: cura dei dettagli
            - Scritto da: attonito
            - Scritto da: Liosandro

            - Scritto da: attonito


            - Scritto da: cats in cool



            E' sempre ben chiaro che molte volte la



            differenza sta nella cura dei particolari,



            ovviamente in questo il Macosx e' signore e



            padrone rispetto a tutti gli altri linux

            freebsd



            windoz etc.. i dettagli sono veramente



            strabilianti e nonostante gli aggiustamenti



            macroscopici proposti nell'aggiornamento
            piu'

            o



            meno buono ed efficace, ma sempre e


            costantemente



            puntuale, ci sono sempre i dettagli a
            cambiare


            il



            risultato. Apple insegna ancora una volta..





            Vero, la cura maniacale dei dettagli regna


            sovrana in Apple, nulla da


            dire.


            Ecco perche' il parrucchiere (omosessuale)


            sottocasa usa solo produtti Apple: per lui il


            dettaglio e' fondamentale (ieri lì'ho visto


            giochicchiare con


            l'iPad).


            Io (etero) mi accontento di sistemi piu'
            grezzi,


            poiche' do' meno importanza a dettagli che


            giudico


            minori.


            Ovvio, ognuno se la canta e se la suona come
            gli


            pare: questo e' il bello della pluralita' di


            ovverta del mercato, ognuno sceglie cio' che

            piu'


            gli


            aggrada.



            Allora facciamo così: mandami la tua donna, tua

            sorella, o anche tua figlia (che ne so, magari

            hai 70 anni, sei

            anonimo...).

            Poi vediamo cosa ti dicono di questo utente mac,

            quando tornano tutte irritate a

            casa.

            Oddio, magari non ci tornano subito, eh?

            Rocco, calmati. L'ecXXXXX di testosterone deve
            averti obnubilato la parte frontale
            dell'encefalo: di grazia, mi dici dove ho scritto
            che gli utenti di apple sono tutti XXXXX e tutti
            i non utenti di apple sono non XXXXX? Io ho
            portato l'esempio del parrucchiere sotto casa MIA
            al quale piacciono gli apple e a me no. Adesso ai
            XXXXX non possono piacere gli apple? mi
            sembrerebbe limitativo, ti
            pare?Eccolo che rigira la frittata: se tu mi specifichi che l'utente parrucchiere è omosessuale ed usa Apple e tu sei etero ed usi altro, per una regola retorica e semantica affermi che gli utenti Apple sono omosessuali.Quindi meglio che ti ammutolisci, gringo, hai sparato la XXXXXXXta e ti abbiamo beccato col XXXX scoperto. Sei fortunato che non sono omosessuale. Ma se vuoi ti mando qualche amico...
          • attonito scrive:
            Re: cura dei dettagli

            Quindi meglio che ti ammutolisci, gringo, hai
            sparato la XXXXXXXta e ti abbiamo beccato col
            XXXX scoperto. Sei fortunato che non sono
            omosessuale. Ma se vuoi ti mando qualche
            amico...CITO:

            Ovvio, ognuno se la canta e se la suona come gli

            pare: questo e' il bello della pluralita' di

            ovverta del mercato, ognuno sceglie cio' che

            piu' gli aggrada.Qui la retorica ce la leggi solo tu.Senti, comunque: facciamo che hai ragione tu,contento? Ciao, Mescales.
          • Liosandro scrive:
            Re: cura dei dettagli
            - Scritto da: attonito

            Quindi meglio che ti ammutolisci, gringo, hai

            sparato la XXXXXXXta e ti abbiamo beccato col

            XXXX scoperto. Sei fortunato che non sono

            omosessuale. Ma se vuoi ti mando qualche

            amico...

            CITO:


            Ovvio, ognuno se la canta e se la suona come
            gli


            pare: questo e' il bello della pluralita' di


            ovverta del mercato, ognuno sceglie cio' che


            piu' gli aggrada.

            Qui la retorica ce la leggi solo tu.
            Senti, comunque: facciamo che hai ragione tu,
            contento? Ciao, Mescales.Tu cita, che io tarzan.Intanto questo lo hai scritto tu:"Ecco perche' il parrucchiere (omosessuale) sottocasa usa solo produtti Apple: per lui il dettaglio e' fondamentale (ieri lì'ho visto giochicchiare con l'iPad).Io (etero) mi accontento di sistemi piu' grezzi, poiche' do' meno importanza a dettagli che giudico minori."Se poi non conosci la retorica non è colpa tua. Guarda che ho ragione indipendentemente da quello che dici tu. Te saludi
          • logicaMente scrive:
            Re: cura dei dettagli
            - Scritto da: attonito
            Qui la retorica ce la leggi solo tu.Non solo lui, ad essere sinceri. Per curiosità: perchè avresti tenuto a specificare l'orientamento sessuale tuo e suo invece del - per esempio - titolo di studio, o dell'età etc?
          • MeX scrive:
            Re: cura dei dettagli
            perché é un XXXXXXXX, logicamente.
          • logicaMente scrive:
            Re: cura dei dettagli
            - Scritto da: MeX
            perché é un XXXXXXXX, logicamente.Era la risposta che avevo in mente anch'io.
    • Nedanfor non loggato scrive:
      Re: cura dei dettagli
      - Scritto da: cats in cool
      E' sempre ben chiaro che molte volte la
      differenza sta nella cura dei particolari,
      ovviamente in questo il Macosx e' signore e
      padrone rispetto a tutti gli altri linux freebsd
      windoz etc.. i dettagli sono veramente
      strabilianti e nonostante gli aggiustamenti
      macroscopici proposti nell'aggiornamento piu' o
      meno buono ed efficace, ma sempre e costantemente
      puntuale, ci sono sempre i dettagli a cambiare il
      risultato. Apple insegna ancora una
      volta..I dettagli a livello server (dove viene impiegato FreeBSD, a meno che tu non sia un masochista e con la pretesa di usarlo come desktop) sono fondamentali. Tra i dettagli richiesti a livello server: padding, effetti grafici carini, coerenza delle interfacce e la docbar ultra-tamarra.O forse i server in genere sono senza GUI e tu stai paragonando le mele con le pere. A livello desktop FreeBSD non ci azzecca una mazza (e Linux è un kernel... Senza un OS sopra hai decisamente pochi dettagli) :D
  • emanuele bonardi scrive:
    Bug esportazione Imovie 09 in HD
    Ma il bug di esportazione video con Imovie09 in HD utilizzando l'estensione .move, l'hanno sistemato? In pratica se si esporta un filmato di una lunghezza di circa 20 minuti e all'interno del video ho usato l'effetto slow motion, nell'esportare il video in formato HD (ovvero un file.mov) predo il sincronismo tra audio e video nel file esportato. Non mi è chiaro se questo dipende da Imovie09 oppure dal codec di Quick time X. Eppure è un bug che esiste da circa un anno.
    • nome e cognome scrive:
      Re: Bug esportazione Imovie 09 in HD
      No quelli della mela devono pensare alla prossima IXXXXXXXta, non sarà sistemato.
      • Liosandro scrive:
        Re: Bug esportazione Imovie 09 in HD
        - Scritto da: nome e cognome
        No quelli della mela devono pensare alla prossima
        IXXXXXXXta, non sarà
        sistemato.Per curiosità: chi sei?No, perchè mi piacerebbe sapere nome e cognome di un frustrato come te, che entra nelle notizie del sistema che gli fa schifo e ci perde tempo scrivendo cose stupide.E' evidente che hai una fissazione.Get a life.
        • bibop scrive:
          Re: Bug esportazione Imovie 09 in HD
          no per favore anche tu con ste idiozie di frasine fatte??? per favore risparmiatele e risparmiacele... a questo ancora rode del flop di zune e' obiettivo come una prostituta sull'avvenenza di un cliente...
        • nome e cognome scrive:
          Re: Bug esportazione Imovie 09 in HD
          Sei comico.
          • Liosandro scrive:
            Re: Bug esportazione Imovie 09 in HD
            - Scritto da: nome e cognome
            Sei comico.Meno male. Almeno io faccio ridere volontariamente.
      • Mario scrive:
        Re: Bug esportazione Imovie 09 in HD
        Chiameranno te per spiegargli le tue solite icacchiate
    • rover scrive:
      Re: Bug esportazione Imovie 09 in HD
      Perchè tu usi imovie?Vale qual che costa.L'intenzione non era male, il risultato...
  • iJulio32 scrive:
    Testo
    Questo aggiornamento,rispetto a 10.6.3,non migliora la velocità,ma le prestazioni!
    • giacche scrive:
      Re: Testo
      - Scritto da: iJulio32
      Questo aggiornamento,rispetto a 10.6.3,non
      migliora la velocità,ma le prestazioni!Probabilmente la velocità di punta rimane la stessa, ma l'assetto ribassato consente un migliore inserimento nelle applicazioni di punta e quindi migliori prestazioni.Me l'ha detto il mago Otelma!
      • Divino Otelma scrive:
        Re: Testo
        A noi non risulta questa interazione di cui Lei professa.Ne consegue che questo aggiornamento nulla aggiunge ne' toglie alle tempistiche di una elaborazione.
    • Pippo Lacoca scrive:
      Re: Testo
      Anche perche' in certi contesti la queslita' delle prestazioni e' inversamente proporzionale alla velocita' delle stesse! :P
Chiudi i commenti