Windows 10, client OpenSSH in arrivo

La versione più recente dell'OS di Redmond include una gradita sorpresa per gli admin in fregola di interazioni testuali, una shell OpenSSH opzionale potenzialmente in grado di facilitare la vita a molti

Roma – Dopo aver aperto le porte al mondo FOSS con la tecnologia Windows Subsystem for Linux (WSL), Microsoft si appresta ora a fare l’ennesima concessione agli admin capaci di parlare il linguaggio del Pinguino con l’integrazione di un client OpenSSH perfettamente integrato nel tradizionale ecosistema di Windows .

Le shell testuali crittograficamente protette dal protocollo SSH sono una funzionalità particolarmente utile – se non indispensabile – per gli amministratori di sistema e i professionisti dell’IT, e anche su Windows sono ovviamente presenti vari tool per l’accesso ai server remoti come il popolare client PuTTY .

L’integrazione di OpenSSH su Windows 10 renderebbe meno indispensabile la disponibilità dei succitati tool SSH, e per chi volesse testare il tutto l’opzione è già presente – sotto forma di funzionalità “beta” – nella versione 1709 di Windows 10 meglio nota come Fall Creators Update .


L’ implementazione OpenSSH di Microsoft è accessibile tra le funzionalità opzionali di Windows 10 1709 , e una volta installata l’utente avrà accesso sia a un client che a un server SSH direttamente dalle due shell testuali correntemente disponibili sul sistema (Prompt dei Comandi e PowerShell).

OpenSSH su Windows 10 è al momento un progetto in fase di sviluppo e le funzionalità disponibili non sono complete , ma è altamente probabile che Microsoft sarà invogliata a completare in fretta il lavoro sul codice vista l’indubbia comodità di avere a disposizione un tool SSH nativo anche su Windows.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti