Windows 11: al via i test per l'integrazione con Android 12.1

Windows 11: al via i test per l'integrazione con Android 12.1

Microsoft continua a lavorare sull'integrazione tra Android e Windows 11, con ottime prospettive di miglioramento.
Microsoft continua a lavorare sull'integrazione tra Android e Windows 11, con ottime prospettive di miglioramento.

L’impegno volto a migliorare l’integrazione tra Windows 11 e Android è stato preso e ribadito ufficialmente da Microsoft in più di un’occasione. Venerdì, il colosso di Redmond ha infatti lanciato un aggiornamento che aggiorna la versione del sistema operativo mobile Google integrata in Windows 11, allo scopo di migliorarne l’esecuzione delle applicazioni su PC.

L’update è al momento disponibile soltanto per i tester iscritti al programma Windows Insider, ma potrebbe essere esteso alla release pubbliche in un prossimo futuro.

Windows 11: tra Android 12.1 e altri miglioramenti, integrazione sempre più totale

Il grosso cambiamento apportato da questo aggiornamento, e che abbiamo anticipato nel titolo, riguarda la versione di Android che permette a Windows di eseguire app mobile. Attualmente, la release pubblica di Windows 11 utilizza Android 11, mentre la nuova versione entrata in fase di test lavora con Android 12.1, conosciuto anche come Android 12L.

L’obiettivo, manco a dirlo, è migliorare sempre di più il modo in cui le applicazioni pensate per Android si integrano con il sistema operativo di casa Microsoft. Ad esempio, i messaggi popup delle app potranno essere integrati direttamente al sistema notifiche di Windows, mentre la barra delle applicazioni potrà dirci se un applicativo Android sta accedendo al microfono o alla posizione del dispositivo. Inoltre, pare che adesso le app verranno riprese esattamente da dove le avevamo lasciate, nel caso provassimo ed eseguirle dopo aver riacceso il PC da una situazione di stand-by.

Tra gli altri miglioramenti, Microsoft segnala una riprogettazione dell’app delle impostazioni che si utilizza per gestire il sottosistema di Windows per Android, allo scopo di fornire all’utente un’esperienza più semplice e “pulita”. Inoltre, è stato migliorato il modo in cui le app possono accedere alla videocamera del PC e l’integrazione generale con i sistemi di rete.

Sebbene sia tutto molto allettante, va detto che la build in questione è in fase di implementazione nel canale Dev, letteralmente il primo passo quando si entra nel programma Windows Insider. Questo significa che le probabilità che si verifichino bug e arresti anomali sono maggiori rispetto al normale, ma Microsoft sottolinea di stare lavorando con i partner per risolvere queste problematiche il prima possibile. Per la release pubblica, in pratica, bisogna avere un po’ di pazienza.

Fonte: The Verge
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 22 mag 2022
Link copiato negli appunti