Windows 7 M3, primi video e immagini

Ecco i primi video e screenshot della recente Milestone 3 di Windows 7

Roma – Negli scorsi giorni sul blog thinknext.net sono apparsi i primi video e i primi screenshot della terza Milestone (M3) di Windows 7, rilasciata da Microsoft ai propri tester la scorsa settimana.

In questo post si trova una lunga galleria di immagini commentate della M3.

Qui sono invece attualmente disponibili due video: uno relativo al pulsante Start ed uno relativo alla nuova calcolatrice integrata in Windows 7.

Nei prossimi giorni l’autore del blog conta di pubblicare altri video per la gioia del globo terracqueo.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • lol scrive:
    la verità su wikipedia
    Una serie di articoli che fanno riflettere:http://complottismo.blogspot.com/search/label/Wikipedia
  • Fra Martino scrive:
    wikipedia è brava a cancellare
    Come al solito wikipedia fa quello che una manciata di admin anela quotidianamente a fare: cancellare voci. Ora, che ci siano presunti problemi di copyright (ma è tutto da vedere) o che si parli di associazioni locali italiane, giocatori, giornalisti, poeti o quant'altro, poco importa.Evvai col bianchetto. Che non necessariamente si deve bere.
    • fiertel91 scrive:
      Re: wikipedia è brava a cancellare
      Se sei pronto a sborsare tu i soldi per sostenere una controversia legale, fatti avanti. Un'azienda no-profit non può, al massimo può far pressione perché si inverta la tendenza territorialista.
  • chemicalbit scrive:
    Non mi sembra una gran notizia ....
    Non mi sembra una gran notizia ....una rimozione per violazione di copyright: su Wikipedia se ne fanno non poche ogni giorno.(Per il fatto che fosse una lista, bisogna vedere che lista.Se è una lista come il Guinness dei Primati, ovvio che copiarla è una vioalzioen di copyright, perché è un'opera d'ingegno quello che c'è scritto in quel libro.Se è una lista come ad es. l'elenco in ordine cronologico delle nazioni vinitrici del campionato di calcio maschile (elencando solo anno e nazione), o l'elenco in ordine alfabetico per cognome dei presidenti degli Stati Uniti (elencando solo cognome, nome, data d'inzio mandato e quella di fine) . In tal caso è ineleggibile di copyright (come ad es. un'immagine contenente solo una forma geometrica come un quadrato) ed è di pubblico dominio. Anche perché nessuno potrebbe farlo diversamente -e che è, deve sbagliare apposta?!- L'articolo però non dice come fossero quelle liste)E il discorso su Wikileaks (che riguarda la segretezza della corrispondenza, a quanto ho capito), che c'entra?
  • copyunacipp a scrive:
    Richiesta oscena
    Il copyright non puo' coprire un elenco basato su dati pubblici, se uno fa un elenco a partire da nord a sud delle montagne Italiane diventano sue? Nessuno puo' nominarle piu' e alle elementari devono pagare le royalty quando insegnano?Il codice civile italiano dice cheFormano oggetto del diritto di autore le opere dell'ingegno di carattere creativo che appartengono alle scienze, alla letteratura, alla musica, alle arti figurative, all'architettura, al teatro e alla cinematografia, qualunque ne sia il modo o la forma di espressioneCreativo un elenco???? Pur ordinato per copertura????Ma con il cavolo. Stanno esagerando, stanno proprio esagerando.
    • H5N1 scrive:
      Re: Richiesta oscena
      - Scritto da: copyunacipp a
      Il copyright non puo' coprire un elenco basato su
      dati pubblici, se uno fa un elenco a partire da
      nord a sud delle montagne Italiane diventano sue?
      Nessuno puo' nominarle piu' e alle elementari
      devono pagare le royalty quando
      insegnano?

      Il codice civile italiano dice che

      Formano oggetto del diritto di autore le opere
      dell'ingegno di carattere creativo che
      appartengono alle scienze, alla letteratura, alla
      musica, alle arti figurative, all'architettura,
      al teatro e alla cinematografia, qualunque ne sia
      il modo o la forma di
      espressione

      Creativo un elenco???? Pur ordinato per
      copertura????

      Ma con il cavolo. Stanno esagerando, stanno
      proprio
      esagerando.E difatti:1 - il Codice Civile Italiano non si applica negli States2 - In Europa ancora non c'è il riconoscimento delle cosiddette "Patents" per le idee, ma solo il Diritto D'autore su opere di ingegno che non possono essere idee. Negli States puoi "patentare" qualsiasi cosa, anche come cuoci la pasta...
      • laico scrive:
        Re: Richiesta oscena

        E difatti:
        1 - il Codice Civile Italiano non si applica
        negli
        StatesGrazie ma fin li' ci arrivavo. Il punto e' che comunque si conosce una lunga letteratura in diritto comparato dove si studia anche quello che fanno gli altri e questa elaborazione produce dottrina e giurisprudenza. Quindi cosa fa questo o quello non e' indifferente. Io non conosco bene la normativa USA ma presumo che il fatto siano protetti gli elenchi non sia cosi' scontato, dipende dall'epoca storica (a maggior ragione trattandosi di un paese di Common Law dove l'opera giurisprudenziale e' tra le fonti del diritto a pieno titolo a differenza che da noi), una pretesa del genere dieci o venti anni fa non so se sarebbe stata cosi' piana (peraltro quelli di Wikipedia hanno abbozzato senza tentare la sorte di fronte a un giudice, quindi non sapremo mai come avrebbe deciso). Circa i patents per il software, per esempio, anche questa e' una introduzione abbastanza recente.
        2 - In Europa ancora non c'è il riconoscimento
        delle cosiddette "Patents" per le idee, ma solo
        il Diritto D'autore su opere di ingegno che non
        possono essere idee. Negli States puoi
        "patentare" qualsiasi cosa, anche come cuoci la
        pasta...Vero e non vero, per esempio si possono brevettare, date certe caratteristiche gli algoritmi.La questione comunque e' l'estensione analogica della disciplina sulla proprieta' intellettuale a campi sempre nuovi e in maniera sempre piu' ampia, questo "movimento" e' internazionale. Quindi accada in USA, Italia o Lituania la questione e' sempre uguale. Stanno esagerando.
        • H5N1 scrive:
          Re: Richiesta oscena
          Ci sarà sempre più bisogno di nascondersi.
        • XYZ scrive:
          Re: Richiesta oscena
          - Scritto da: laico

          E difatti:

          1 - il Codice Civile Italiano non si applica

          negli

          States

          Grazie ma fin li' ci arrivavo. Il punto e' che
          comunque si conosce una lunga letteratura in
          diritto comparato dove si studia anche quello che
          fanno gli altri e questa elaborazione produce
          dottrina e giurisprudenza. Quindi cosa fa questo
          o quello non e' indifferente. Io non conosco bene
          la normativa USA ma presumo che il fatto siano
          protetti gli elenchi non sia cosi' scontato,
          dipende dall'epoca storica (a maggior ragione
          trattandosi di un paese di Common Law dove
          l'opera giurisprudenziale e' tra le fonti del
          diritto a pieno titolo a differenza che da noi),
          una pretesa del genere dieci o venti anni fa non
          so se sarebbe stata cosi' piana (peraltro quelli
          di Wikipedia hanno abbozzato senza tentare la
          sorte di fronte a un giudice, quindi non sapremo
          mai come avrebbe deciso). Circa i patents per il
          software, per esempio, anche questa e' una
          introduzione abbastanza
          recente.


          2 - In Europa ancora non c'è il riconoscimento

          delle cosiddette "Patents" per le idee, ma solo

          il Diritto D'autore su opere di ingegno che non

          possono essere idee. Negli States puoi

          "patentare" qualsiasi cosa, anche come cuoci la

          pasta...

          Vero e non vero, per esempio si possono
          brevettare, date certe caratteristiche gli
          algoritmi.

          La questione comunque e' l'estensione analogica
          della disciplina sulla proprieta' intellettuale a
          campi sempre nuovi e in maniera sempre piu'
          ampia, questo "movimento" e' internazionale.
          Quindi accada in USA, Italia o Lituania la
          questione e' sempre uguale. Stanno
          esagerando.Che stiano esagerando, mi sembra ovvio. Certo il trasformare un informazione in una fonte di denaro, specialmente nei tempi attuali, diventa quasi un impellenza, giusto fare soldi con le idee.Oh certo, giustissimo.Ma fino a che punto è giusto farlo? Fino a che punto un contenuto deve essere protetto?O meglio, Esistono determinate casistiche in cui il diritto su opera di ingegnio, deve venire meno in favore dell' Etica o della pubblica (e giusta) conoscenza?E più importante ancora, che sia esattamente questa casistica che si cerca di criminalizzare, con tutto questo chiasso?Che sia un atto di difesa del "far soldi con le idee insomma"? Visti i tempi?
          • laico scrive:
            Re: Richiesta oscena
            -
            Che stiano esagerando, mi sembra ovvio.
            Certo il trasformare un informazione in una fonte
            di denaro, specialmente nei tempi attuali,
            diventa quasi un impellenza, giusto fare soldi
            con le
            idee.

            Oh certo, giustissimo.

            Ma fino a che punto è giusto farlo?

            Fino a che punto un contenuto deve essere
            protetto?
            Ogni problema complesso ha una soluzione semplice, generalmente sbagliata.Detto questo a mo' di confessione io la mia soluzione semplice ce l'ho. L'idea e' che uno merita guadagno se ha fatto una certa fatica, oltre diventa mega-super-profitto e non vedo perche' alla comunita' statuale dovrebbe fregare di darsi stradafare perche' qualcuno da benestante o ricco possa diventare straricco. Quindi che ne dite di un qualcosa tipo:1) il diritto intellettuale (economico si intende) permane fino al sopraggiungere di una delle due condizioni:a) 10 volte il costo di produzioneb) 20 anni per i libri, 10 per i film e opere musicali, 5 per il software. Le date decorrono dalla prima pubblicazione (non mi frega niente morte autore ecc., se campa se li becca lui o colui a cui li ha venduti, se muore eredi ...)La prima che si verifica estingue il diritto e non puo' essere in nessuna maniera rinnovato.Cosi' alla grossa mi sembra ragionevole, certo poi e' difficile calcolare il costo di sviluppo ma credo che ce la si possa fare.Non pretendo sia oro colato ma concettualmente ci si puo' lavorare sopra (qualcuno dira' 5 volte il costo di produzione, altri poco almeno 30, chi 30 anni x i libri ecc.). A me sembra molto ragionevole.Chiamiamolo insomma rapporto impegno/beneficio ottimale.Ricordiamoci che la proprieta' intellettuale ha come causa forte il fatto che garantisce che uno si sprema perche' cosi' si riempie le tasche di soldi e questo a vantaggio della collettivita' che ha interesse ad avere libri, musica, film, brevetti, idee insomma che migliorano le cose. Tuttavia se queste idee vengono ingessate in alti costi finisce che circolano di meno e quindi ci rimettiamo tutti e non si sviluppano nuove idee o uno deve continuamente reinventare da zero l'acqua calda.
          • Giacomo scrive:
            Re: Richiesta oscena
            Tralasciando il fatto che sono d'accordo con te per quanto riguarda il fatto che il guadagno dettato dal Diritto d'Autore sia troppo elevato rispetto alla effettiva fatica che una persona possa fare per ottenere il prodotto, c'è anche da considerare che con un decadimento dello stesso determinato da una linea temporale si rischia di ottenere questo scenario : Tutti attendono che decada il diritto d'autore per poter usufruire dei contenuti del prodotto; in questo modo anche i prodotti validi potrebbero (ripeto : potrebbero) non avere un ritorno monetario adeguato.Resta comunque un discorso molto più corretto di tanti altri che ho visto qua dentro, peccato che sia inattuabile allo stato attuale delle cose...
          • laico scrive:
            Re: Richiesta oscena

            ottenere questo scenario : Tutti attendono che
            decada il diritto d'autore per poter usufruire
            dei contenuti del prodotto; in questo modo anche
            i prodotti validi potrebbero (ripeto :
            potrebbero) non avere un ritorno monetario
            adeguato.
            Direi che aspettare 20 anni prima di leggere un libro (magari un manuale software), 5 anni prima di utilizzare un software, 10 per vedere un film ecc. Siano tantucci, non avrei cosi' paura in proposito. Chi aspetta e' un bavbone da p2p (senza offesa x gli amanti del genere). Pensa tu la gente che fa la coda la notte per acquistare l'uscita dell'ultimo della Rawling x esempio, no direi che non c'e' da avere paura in proposito.
            Resta comunque un discorso molto più corretto di
            tanti altri che ho visto qua dentro, peccato che
            sia inattuabile allo stato attuale delle
            cose...E sull'innattuabile perche' fino adesso si da' retta solo a chi si mette in tasca i soldi e non a chi li sborsa non ci piove, ma io intanto semino un idea ... con un po' di fortuna magari germoglia ...
          • Giacomo scrive:
            Re: Richiesta oscena
            - Scritto da: laicoma io intanto semino un idea ... con un po' di fortuna magari germoglia...Speriamo! :)
          • laico scrive:
            Re: Richiesta oscena
            - Scritto da: Giacomo
            - Scritto da: laico
            ma io intanto semino un idea ... con un po' di
            fortuna magari
            germoglia...


            Speriamo! :)Speriamo, intanto se sei d'accordo, se ne hai occasione, semina anche tu l'idea. Piu' semi si piantano in giro' piu' aumenta la probabilita' che qualcosa ne esca.;)
          • fiertel91 scrive:
            Re: Richiesta oscena
            Interessante la tua idea, potrei prenderla come spunto per un articolo sul caso. Interessante sì, perché mi riporta alla memoria il programma della Rosa del Pugno, che, tra i vari punti, prevedeva la revisione delle leggi sul copyright. Ma non voglio far politica, solo vedere un attimo la situazione.
          • laico scrive:
            Re: Richiesta oscena
            - Scritto da: fiertel91
            Interessante la tua idea, potrei prenderla come
            spunto per un articolo sul caso. Interessante sì,
            perché mi riporta alla memoria il programma della
            Rosa del Pugno, che, tra i vari punti, prevedeva
            la revisione delle leggi sul copyright. Ma non
            voglio far politica, solo vedere un attimo la
            situazione.Quelli della rosa mi piacciono poco (per una serie di motivi ma non dilunghiamoci). Posso assicurare che la mia trovata e' originale (per modo di dire, diciamo piuttosto che ci sono arrivato da solo, magari altri 200.000 hanno proposto/pensato qualcosa di simile, a me non risulta ma non escludo niente del genere, nulla di nuovo sotto il sole dopotutto ...). In ogni caso non mettiamo colori a un idea, e' un idea e basta, puo' star bene al fascista come al comunista, giudicatela per quello che vale. Non e' ideologica, e' solo un'idea.Se ti da' uno spunto per un articolo, benone, non chiedo nemmeno il copyright ;-)
          • fiertel91 scrive:
            Re: Richiesta oscena
            Menzionavo la Rosa perché questa è stata l'unica forza politica a trattare l'argomento in modo analogo al tuo. Non altro.Comunque ti linkerò quando l'avrò stilato ;)
  • Nilok scrive:
    wikkywikky
    Ciao,eppure lo avevo detto:wikkywikky è una fonte inesauribile di DISINFORMAZIONE...probabilmente strumentalizzata (incosapevolmente) da alcuni Servizi Segretia cui viene data una "parvenza" di LIBERALISMO sfruttando il "contributo" di ignari utentiOvviamente non ha futuro.A prestoNilok
    • Sarkozy Vs Scientolog y scrive:
      Re: wikkywikky
      Si dai Nilok hai detto come al solito le solite fesserie
    • H5N1 scrive:
      Re: wikkywikky
      - Scritto da: Nilok
      Ciao,
      eppure lo avevo detto:
      wikkywikky è una fonte inesauribile di
      DISINFORMAZIONE...

      probabilmente strumentalizzata (incosapevolmente)
      da alcuni Servizi
      Segreti

      a cui viene data una "parvenza" di LIBERALISMO
      sfruttando il "contributo" di ignari
      utenti

      Ovviamente non ha futuro.

      A presto
      NilokSei a 1664 post.Se sono tutti di questo tenore pensa a quanti caratteri sprecati...
    • anonimo scrive:
      Re: wikkywikky
      E' strumentalizzata da Xenu che cerca di controllarci la mente con la disinformazione! Ma tanto noi abbiamo Shpalmer che ci difenderà!!!!
      • Leto scrive:
        Re: wikkywikky
        - Scritto da: anonimo
        E' strumentalizzata da Xenu che cerca di
        controllarci la mente con la disinformazione! Secondo me verremo assoggettati tutti degli "Geonemotodium arraknis "(noti anche come "Shaihuludata gigantica").
    • kennozzz scrive:
      Re: wikkywikky
      - Scritto da: Nilok
      Ciao,
      eppure lo avevo detto:
      wikkywikky è una fonte inesauribile di
      DISINFORMAZIONE...Ma l'hai letto l'articolo?!?!?!?Cosa non si fa per screditare chi informa su scientology...uesto è la "the Fair Game policy" o la strategia "Attack the Attacker"???
  • Il Detrattore scrive:
    wikipedia e' una m....
    ci mancherebbe che ora sia lecito fottere contenuti altrui e marcarli pure con licenza GPL quando e' roba con (c) tanto piu' di grosse aziende.wikipedia e' gestita da una mandria di ragazzini che non sanno nulla di copyright e anzi se ne fanno scudo in questa ridicola crociata per la "libera espressione" che non ha alcun valore giuridico morale e materiale.se i contenuti commerciali non sono disposti a pagarli (es : guardate che schifezza di foto sono ridotti a usare negli articoli di wikipedia) liberissimi di creare i loro, peccato che nei fatti il risultato e' una porcheria.quanto tempo e risorse sprecate.
    • Samuele C scrive:
      Re: wikipedia e' una m....
      fottiti ti risponderanno
    • Bugone scrive:
      Re: wikipedia e' una m....
      3 righe, 4 righe, 4 righe, 1 riga.Hei ma quello è il mio schema di rapperesentazione dei contenuti! Io ti mando in galera! Hai capito? In galera!Ma arriverà im momento che qualcuno si incazzerà davvero e inizierà a farli saltare in aria.
    • PeeBee scrive:
      Re: wikipedia e' una m....
      - Scritto da: Il Detrattore
      quanto tempo e risorse sprecate.Hai ragione. Spegni il PC e torna a giocare coi soldatini. Lascia le questioni serie agli adulti.
    • Trollerella ndo scrive:
      Re: wikipedia e' una m....
      Don't feed the troll!- Scritto da: Il Detrattore
      ci mancherebbe che ora sia lecito fottere
      contenuti altrui e marcarli pure con licenza GPL
      quando e' roba con (c) tanto piu' di grosse
      aziende.

      wikipedia e' gestita da una mandria di ragazzini
      che non sanno nulla di copyright e anzi se ne
      fanno scudo in questa ridicola crociata per la
      "libera espressione" che non ha alcun valore
      giuridico morale e
      materiale.

      se i contenuti commerciali non sono disposti a
      pagarli (es : guardate che schifezza di foto sono
      ridotti a usare negli articoli di wikipedia)
      liberissimi di creare i loro, peccato che nei
      fatti il risultato e' una
      porcheria.

      quanto tempo e risorse sprecate.
    • Nome e cognome scrive:
      Re: wikipedia e' una m....
      - Scritto da: Il Detrattore
      quanto tempo e risorse sprecate....da che pulpito!
    • Fra Martino scrive:
      Re: wikipedia e' una m....
      O Detrattore, emula Newton (Helmuth http://it.wikipedia.org/wiki/Helmut_Newton) e provvedi a coprire un'evidente falla della beneamata wikipedia.
    • H5N1 scrive:
      Re: wikipedia e' una m....

      "libera espressione" che non ha alcun valore
      giuridico morale e
      materiale.Stronzata per stronzata, dittatura per dittatura allora io direi che tali affermazioni meritano la scarnificazione, la tortura continuata ed il pubblico ludibrio...
    • Antitroll scrive:
      Re: wikipedia e' una m....
      ...eraviglia.concordo.
    • fiertel91 scrive:
      Re: wikipedia e' una m....
      Il Detrattore: perla di saggezza, fonte di verità, conduci il popolo credulone verso la luce della sapienza vera, dei valori veri che ci faranno sopravvivere!Se non sai niente di copyright (che è quel che sospetto di più) allora ecco per te questo link: http://it.wikipedia.org/wiki/Wikipedia:Copyright . Imbranato.
  • hogwarts scrive:
    temo sia troppo tardi
    la morsa del potere si stringe da lungo tempo, da molto lontano e in moltissimi modimentre noipigridormiamo
    • Nemo_bis scrive:
      Re: temo sia troppo tardi
      Per quanto riguarda Nielsen, comunque, non è che si sia perso un granché. L'unica cosa che conta è questo messaggio: http://en.wikipedia.org/w/index.php?diff=240098774&oldid=240096858 .
      • Il Detrattore scrive:
        Re: temo sia troppo tardi
        semplice : create i VOSTRI contenuti, articoli, ricerche, libri, foto, tutto gratis e GPL, poi state a guardare come da tutta sta fatica la gente manco vi dira' grazie e anzi copiera' tutto su altri siti dove guadagna con l'advertising e magari modifichera' i contenuti senza neanche citare l'autore.non e' questione di ozio o pigrizia, e' questione di BUON SENSO !nessuno sgobba gratis e par farsi pure prendere per il culoda una mandria di 13enni brufolosi.una ricerca come quella di Nielsen non sara' mai possibile in GPL, nessuno spenderebbe il tempo e le risorse necessarie per farlo gratis, i professionisti si fanno pagare mica stan li' a giocare con wikipedia.
        • Bugone scrive:
          Re: temo sia troppo tardi

          una ricerca come quella di Nielsen non sara' mai
          possibile in GPL, nessuno spenderebbe il tempo e
          le risorse necessarie per farlo gratis, i
          professionisti si fanno pagare mica stan li' a
          giocare con
          wikipedia.I professionisti molto spesso sono anche degli incapaci che vogliono vendere feccia a prezzo di profumo.Ho ben presenti i siti che i cosidetti "professionisti" realizzano per enti pubblici e anche aziende: copie di software con licenza GPL un po' modificati e male arrangiati per sembrare qualcosa di diverso dall'originale.La comunicazione del sapere e della conoscenza è un partimonio dell'umanità, non dei tuoi cosiddetti "professionisti" con le pezze al culo.
        • Nome e cognome scrive:
          Re: temo sia troppo tardi
          - Scritto da: Il Detrattore

          nessuno sgobba gratis e par farsi pure prendere
          per il
          culo
          da una mandria di 13enni brufolosi.
          Quanto rispetto per il lavoro altrui... lasciami indovinare: tu sei la sola fonte di verità assoluta su questo universo? C'ho preso? Eh?
          una ricerca come quella di Nielsen non sara' mai
          possibile in GPL, nessuno spenderebbe il tempo e
          le risorse necessarie per farlo gratis, i
          professionisti si fanno pagare mica stan li' a
          giocare con
          wikipedia.Ci sarebbe da scrivere un libro (e guarda un po' è stato fatto) che smentisce aspramente, amaramente, scientificamente la tua tesi superficiale e perfettamente inesatta.Saluti oh Grande Lucifero!
        • lattepiu scrive:
          Re: temo sia troppo tardi
          - Scritto da: Il Detrattore
          semplice :
          le risorse necessarie per farlo gratis, i
          professionisti si fanno pagare mica stan li' a
          giocare con
          wikipedia.Sai, nel mondo ci sono tanti professionisti che pensano, ti sembrerà strano, che nella vita non ci debbano essere solo i soldi. Che il diritto di essere informati dovrebbe prescindere da ogni forma di copyright.Che l'umanità è destinata a ben altri obiettivi.Lo so probabilmente tu sbufferai un sorrisetto come a dire "sto qui crede alle favole", fatti una semplice domanda: quanto costa comprare i libri per mandare un ragazzo a scuola media?la risposta giusta è: non dovrebbe costare nulla.Se trovi altre risposte mi dispiace ma non sei ancora pronto.
        • XYZ scrive:
          Re: temo sia troppo tardi
          - Scritto da: Il Detrattore
          semplice :

          create i VOSTRI contenuti, articoli, ricerche,
          libri, foto, tutto gratis e GPL, poi state a
          guardare come da tutta sta fatica la gente manco
          vi dira' grazie e anzi copiera' tutto su altri
          siti dove guadagna con l'advertising e magari
          modifichera' i contenuti senza neanche citare
          l'autore.

          non e' questione di ozio o pigrizia, e' questione
          di BUON SENSO
          !

          nessuno sgobba gratis e par farsi pure prendere
          per il
          culo
          da una mandria di 13enni brufolosi.

          una ricerca come quella di Nielsen non sara' mai
          possibile in GPL, nessuno spenderebbe il tempo e
          le risorse necessarie per farlo gratis, i
          professionisti si fanno pagare mica stan li' a
          giocare con
          wikipedia.DFTTChissà quanto ti pagano per scrivere su questo blog...
        • fiertel91 scrive:
          Re: temo sia troppo tardi
          Uhm...13enne brufoloso a me, che contribuisco in wikipedia da diversi mesi.Formati e ripassa, la realtà non è così cinica e venale come vorrebbero farla passare.Se quella lista fosse stata tanto importante da meritare brevetto più lotta legale, allora gloria alla Nielsen e alla sua originalità senza pari.Per quanto riguarda te, invece formati e ripassa, evitando qualche appellativo che a te si addicerebbe bene, forse meglio di brufoloso tredicenne.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 22 settembre 2008 22.27-----------------------------------------------------------
    • Fra Martino scrive:
      Re: temo sia troppo tardi
      amen, fratello.
  • Nathaniel Hornblower scrive:
    Nielsen market navigational boxes
    C'è da dire che gli articoli di wikipedia rimossi si intitolavano col nome dell'azienda Nielsen, come si può evincere da questa pagina:http://en.wikipedia.org/w/index.php?title=Special%3ALog/delete&user=Cyde
Chiudi i commenti