Windows 7 non girerà su ARM

Il nuovo SO made in Redmond sarà disponibile solo su macchine basate su processori x86. Smentite le anticipazioni della vigilia
Il nuovo SO made in Redmond sarà disponibile solo su macchine basate su processori x86. Smentite le anticipazioni della vigilia

Adesso è ufficiale. Quando Windows 7 in ottobre raggiungerà PC e scaffali di tutto il mondo eviterà di proposito i netbook dotati di microprocessori basati su architettura ARM , proprio come quelli che Acer ha intenzione di produrre.

Il futuro di questa CPU a 32 bit sembra essere legato esclusivamente a Google Android e alle varie distribuzioni di Linux , attraverso cui ARM cercherà di mantenere la fetta di mercato conquistata finora e (al limite) a farsi strada tra i subnotebook.

Dai piani alti di Microsoft si evince che tutto questo non dovrebbe costituire un problema per la distribuzione di Windows 7: “Siamo piuttosto scettici riguardo alle possibilità commerciali di Android – spiegano – in quanto c’è la mancanza di un ecosistema completo”.

L’unico OS made in Redmond compatibile con ARM resta dunque Windows Mobile. Che, a differenza del suo parente Seven tuttavia, non consente di avere accesso al vasto parco di hardware compatibile con i PC: periferiche e software, stampanti, videogame, scanner, monitor e tutto ciò che è relativo alla produttività e al divertimento in ufficio e a casa. (G.P.)

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

04 06 2009
Link copiato negli appunti