Windows 8 copia meglio

Il prossimo sistema operativo Microsoft supporterà nativamente lo standard USB 3.0 e cambierà l'amministrazione della funzione Copia&Incolla

Roma – Aria di rinnovamento in casa Microsoft. In attesa della conferenza BUILD , che si terrà in California tra il 13 e il 16 settembre, il colosso di Redmond svela nuovi dettagli sul sistema operativo attraverso i post sul blog ufficiale.

Tanto per cominciare, Windows 8 cambierà modo di gestire il Copia&Incolla, strizzando l’occhio a Mac OS e Ubuntu. La nuova funzione permetterà di gestire i file da copiare in maniera più approfondita e riunirà i transfer sotto un’unica finestra di dialogo, in caso di copie multiple.

Utilizzando gli appositi pulsanti di controllo l’utente avrà la possibilità di mettere in pausa una specifica copia in corso, per dare la precedenza ad un diverso trasferimento. In modalità normale la percentuale sull’avanzamento sarà l’unico dato visibile, mentre cliccando su “More Details” la finestra verrà ampliata e si accederà alle proprietà dei processi attivi, con tutti i dettagli riguardanti l’andamento.

Contemporaneamente l’azienda di Redmond ha anche confermato il supporto nativo allo standard USB SuperSpeed . Per Windows 8 Microsoft ha infatti scritto uno stack software partendo da zero, specifico per USB 3.0, pur mantenendo separatamente anche gli stack dedicati a USB 1.1 e 2.0. Come noto, lo standard SuperSpeed è grado di garantire una velocità di trasferimento (teorica) pari a 4,8 Gbit/s (circa 600 MB/s).

Roberto Pulito

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • attonito scrive:
    Android adda mori'!
    Per chi non vuol essere schiavo di android: http://replicant.us
  • Francesco Battistini scrive:
    Android ha parrecchie gatte da pelare...
    che fosse bucato lo si sapeva da un po'...http://www.atlantisway.com/articoli/gadgets-e-mobile/item/593-hacker-contro-android-scoperte-vulnerabilit%C3%A0-in-alcune-applicazioni
    • sbrotfl scrive:
      Re: Android ha parrecchie gatte da pelare...
      Hacker contro Android, scoperte vulnerabilità in <b
      alcune applicazioni </b
      Già il titolo la dice lunga... credi che su ios tutte le applicazioni non abbiano buchi? (rotfl)(rotfl)(rotfl) Se fosse così gli aggiornamenti non avrebbero più senso... eppure ce ne sono
      • sbrotfl scrive:
        Re: Android ha parrecchie gatte da pelare...
        Ah...come i tuoi amici sopra rimandato in trolling... ormai gli unici promossi sono Mex e ruppolo
    • OldDog scrive:
      Re: Android ha parrecchie gatte da pelare...
      "Gli sviluppatori di App spesso non sono in grado, o non hanno intenzione, di seguire tutte le indicazioni su come costruire app sicure. Per questo spesso si creano situazioni del genere. Alcune applicazioni si interfacciano alla rete e se queste applicazioni sono vulnerabili, un attacco potrebbe danneggiarle anche con un solo sms. Alla domanda su quali fossero queste applicazioni Hassel si è rifiutato di dare questi nomi per evitare di dare un vantaggio agli hacker.Il portavoce di Google Jay Nancarrow ha dichiarato che in realtà nel quartier generale di Montain View non pensano che ci sia alcuna vulnerabilità in Android, aggiungendo che i bug elecati da Hessel non sono assolutamente presenti in Android."Mi sembra chiaro un concetto, a cui tanti girano attorno: se il mio frigorifero è malfatto e va in cortocircuito, non è che me la posso prendere con l'elettricista che ha fatto l'impianto di casa o con chi mi vende energia elettrica A MENO CHE il guasto sia generato da loro o che viceversa l'impianto abbia propagato il guasto (es. una sovratensione" danneggiando altri apparecchi collegati.Se ci sono applicazioni insicure, NON può farci nulla Google per riconoscerle o migliorarne il funzionamento, ha solo il dovere di realizzare un sistema che MINIMIZZI la possibilità di escalation della vulnerabilità verso il sistema operativo Android, dove prenderebbe diritti elevati e potrebbe far ben altro danno. NON MI PARE sia stato rilevato questo, quindi di cosa stiamo parlando?
      • sbrotfl scrive:
        Re: Android ha parrecchie gatte da pelare...
        - Scritto da: OldDog
        di
        cosa stiamo
        parlando?Di niente... come al solito su PI...
    • bubba scrive:
      Re: Android ha parrecchie gatte da pelare...
      - Scritto da: Francesco Battistini
      che fosse bucato lo si sapeva da un po'...

      http://www.atlantisway.com/articoli/gadgets-e-mobifai lo spammer del tuo blogghettino, h24? noioso...
  • TheOriginalFanboy scrive:
    offerta eccezionale. droid + av gratis!
    il passo è breve..ti vendono i virus e insieme l'antivirus.. come windows, con norton preinstallato...eh eh.. che fail...
    • sbrotfl scrive:
      Re: offerta eccezionale. droid + av gratis!
      Non ci sono più gli studenti di una volta... rimandato in trolling con 3/10 (2 voti in più del tuo amico sopra giusto per aver citato av)... anche per te ne riparliamo a settembre
      • il signor rossi scrive:
        Re: offerta eccezionale. droid + av gratis!
        - Scritto da: sbrotfl
        Non ci sono più gli studenti di una volta...
        rimandato in trolling con 3/10 (2 voti in più del
        tuo amico sopra giusto per aver citato av)...
        anche per te ne riparliamo a
        settembreinvece è così... sonyericsson ha appena annunciato che nei nuovi xperia mini pro è incluso mcafee mobile security.D'altra parte era ovvio. Sono due modelli diversi di distribuzione software e utilizzo. Quello su cui Annunziata sbaglia è nel considerare quella di iOS una situazione temporanea: sarà sempre così. Su iOS ci sarà poco malware perché c'è più controllo. Anche perché iPhone c'è da diversi anni e quindi secondo la teoria di Annunziata ora ci dovrebbe essere un sacco di malware. Invece il modello Apple funziona, da questo punto di vista.E' meglio? E' peggio? Meglio più libertà anche di scrivere software malevolo o meglio più controllo e meno malware?Ognuno è libero di scegliere e ognuno ha le sue ottime ragioni quale che sia la scelta.Una cosa però va detta: su Windows e in generale sui pc è così da sempre e nessuno si è mai lamentato, perciò non vedo perché questa crociata contro Android. E' un sistema operativo, e dunque devi stare attento a cosa installi.
        • TheOriginalFanboy scrive:
          Re: offerta eccezionale. droid + av gratis!
          - Scritto da: il signor rossi
          - Scritto da: sbrotfl

          Non ci sono più gli studenti di una volta...

          rimandato in trolling con 3/10 (2 voti in
          più
          del

          tuo amico sopra giusto per aver citato av)...

          anche per te ne riparliamo a

          settembre
          scusa.. come fate voi??KABOOOOOOOOOOOOM
          invece è così... sonyericsson ha appena
          annunciato che nei nuovi xperia mini pro è
          incluso mcafee mobile
          security.APPUNTO...ripassa che è meglio...
        • MacGeek scrive:
          Re: offerta eccezionale. droid + av gratis!
          - Scritto da: il signor rossi
          Una cosa però va detta: su Windows e in generale
          sui pc è così da sempre e nessuno si è mai
          lamentato, perciò non vedo perché questa crociata
          contro Android. E' un sistema operativo, e dunque
          devi stare attento a cosa
          installi.Insomma ti piace così tanto "l'esperienza" Windoze, che te sei contento di portartela anche in tasca.Contento tu... :D
          • io posso scrive:
            Re: offerta eccezionale. droid + av gratis!
            - Scritto da: MacGeek
            Insomma ti piace così tanto "l'esperienza"
            Windoze, che te sei contento di portartela anche
            in
            tasca.
            Contento tu... :DSolo sony ericsson lo fa (senz'altro a causa di accordi con mcafee) basta non comprare i loro prodotti!
        • Maxsix scrive:
          Re: offerta eccezionale. droid + av gratis!
          - Scritto da: il signor rossi
          - Scritto da: sbrotfl

          Non ci sono più gli studenti di una volta...

          rimandato in trolling con 3/10 (2 voti in
          più
          del

          tuo amico sopra giusto per aver citato av)...

          anche per te ne riparliamo a

          settembre

          invece è così... sonyericsson ha appena
          annunciato che nei nuovi xperia mini pro è
          incluso mcafee mobile
          security.Link se no la gente qua si inferocisce (se non fa come al solito finta di niente)http://www.androidworld.it/2011/08/25/mcafee-preinstallato-sui-prossimi-xperia-pro-e-xperia-mini-pro-54301/
          • OldDog scrive:
            Re: offerta eccezionale. droid + av gratis!
            - Scritto da: Maxsix
            Link se no la gente qua si inferocisce (se non fa
            come al solito finta di
            niente)

            http://www.androidworld.it/2011/08/25/mcafee-preinMa voi dove vivete? Non avete idea di come funzionino questi accordi, vero?L'azienda che produce antivirus sa che il mercato PC è destinato a decrescere: il mercato sta passando una quota di prodotti a smartphone e tablet che NON hanno bisogno di antivirus, semmai di una buona crittografia dei dati per evitare che te li leggano quando li dovessi perdere... Infatti in buona parte dell'annuncio si legge"La tecnologia mobile di McAfee consente agli utenti di utilizzare i propri strumenti di comunicazione mobile senza preoccupazioni. Gli utenti possono trovare il proprio telefono smarrito grazie alle funzioni di allarme e di monitoraggio della posizione, evitare luso illecito grazie al blocco remoto e cancellare o conservare i ricordi importanti e i dati personali utilizzando le funzioni di back-up e ripristino da remoto, anche nel caso che il dispositivo sia stato sottratto o smarrito."Però l'azienda di antivirus deve cercare di entrare lo stesso nel mercato e per farlo PAGA per poter preinstallare i suoi prodotti. Sono tutte licenze temporanee, ma spesso verranno confermate e pagate alla scadenza da persone "pigre" che non vogliono sbattersi per capire e scegliere. Soldi loro, affari loro.L'azienda che produce il terminale sa che è difficile differenziarsi, quindi accetta di ospitare un sw che per alcuni potrà sembrare un "plus" e troverà clienti convinti che il prodotto pre-installato sia un "opional di serie" e di aver risparmiato. Non esiste il concetto di "alzacristalli elettrico in prova per un mese", quindi sarà convinto di averlo avuto gratis per sempre. Non voglio ricordare quante volte negli anni ho spiegato a conoscenti che NO, l'antivirus comprato con il pc e mai aggiornato da DUE ANNI per non pagare la registrazione NON proteggeva un beatissimo tubo. Android non è perfetto e sicuramente esiste gratis in un modello di business dove Google si fa i fatti nostri e li rivende a chi paga per farci pubblicità mirata. Stessa cosa, purtroppo, fatta da facebook, apple phone, ecc. ecc. visto che far soldi facili piace a tanti.Menarcela con il rischio malware, invece, è diffamare la concorrenza. Risparmiamocela tutti.
          • bubba scrive:
            Re: offerta eccezionale. droid + av gratis!


            Però l'azienda di antivirus deve cercare di
            entrare lo stesso nel mercato e per farlo PAGA
            per poter preinstallare i suoi prodotti. Sono
            tutte licenze temporanee, ma spesso verranno
            confermate e pagate alla scadenza da persone
            "pigre" che non vogliono sbattersi per capire e
            scegliere. Soldi loro, affari
            loro.ya,esatto. E' lo STESSO motivo per cui, nonostante siano odiati da milioni di persone nel mondo, praticamente TUTTI i notebook con windoze preinstallato hanno una pletora di "inutilty" installate. E' un win-win per M$,OEM,produttore av&affini. Non per l'utente, ma pazienza quello non conta :)
    • hermanhesse scrive:
      Re: offerta eccezionale. droid + av gratis!
      Senti che rumore di legno sotto i dentini... lavateli eh dopo, che sennò ti viene la carie. (ROTFL)
  • Fetente scrive:
    Impressioni di un nuovo utente Android
    Ho da poco acquistato un galaxy s e ho iniziato a pasticciare con android. Fin da subito mi sono reso conto di una cosa molto fastidiosa, ovvero le applicazioni richiedono quasi tutte di accedere a internet e ai dati del telefono (compresa la rubrica!) anche se sono semplici giochini. Fin qui posso capire: chi scrive le applicazioni vuole anche "sfruttarle" in qualche modo... la cosa che non mi va giù, però, è che il S.O. non prevede alcun mezzo, gestibile dall'utente, per IMPEDIRE alle applicazioni di accedere a tali risorse. Un qualcosa di simile, per capirci, a un firewall un pò evoluto, con il controllo non solo delle porte tcp/ip ma anche delle risorse del sistema.Poi cercando ho visto che sì, utility di questo genere ce ne sono eccome, e alcune se ho capito bene si limitano a impostare determinati flag del S.O. stesso. Ma allora perchè non incorporare queste funzionalità nello stesso Android? La risposta, pare, è che servono i diritti di Root. In pratica, o sblocchi il telefono (invalidando la garanzia, magari?), oppure ti rassegni a obbedire alle applicazioni che installi, senza poter controllare come si comportano.Beh alla fine la mia impressione è che questa sia una scelta ben precisa di chi ha realizzato il sistema operativo, per trattare gli utenti da "parco buoi", per renderli il più possibile dipendenti dall'esterno e quindi vincolati a spendere, ad adeguarsi alle scelte di Google £ C, eccetera.Conclusione: forse con i diritti di root e un buon firewall (o una ROM modificata con la possibilità di gestire i diritti di acXXXXX delle applicazioni alle risorse) Android potrebbe diventare un sistema abbastanza sicuro. Tanto per cambiare, chi ha realizzato il s.o. è colpevole dei problemi di sicurezza tanto quanto gli utenti - un pò come il micidiale auto-avvio da chiavetta usb che ha contribuito in tempi recenti a diffondere così tanti virus. Di chi era colpa, degli utenti o di MS?Cya
    • zizzo scrive:
      Re: Impressioni di un nuovo utente Android

      Beh alla fine la mia impressione è che questa sia
      una scelta ben precisa di chi ha realizzato il
      sistema operativo, per trattare gli utenti da
      "parco buoi", per renderli il più possibile
      dipendenti dall'esterno e quindi vincolati a
      spendere, ad adeguarsi alle scelte di Google
      £ C,Sicuramente quando ti chiedono la connessione ad internet è per farti ricevere il contenuto dei banner, e spesso i server di banner chiedono anche altri tipi di dato. Può non sembrare simpatico.Spesso la versione a pagamento è senza banner.Sugli altri sistemi che non chiedono autorizzazioni i banner ci sono?
    • mmmm scrive:
      Re: Impressioni di un nuovo utente Android
      Un pò la penso come te però se fosse stato un permesso ad esempio su richiesta come era sui java symbian sarebbe stato una palla, ogni volta ti sarebbe venuto fuori scritto "permetti o no all'app di accedere alla rubrica?" così invece le vedi all'installazione se lo potrà fare.Se tu invece intendi che nonostante voglia accedere tu lo impedisci allora si è intenzionale, ma più che altro per le pubblicità, altrimenti tutti installerebbero e poi subito toglierebbero il permesso di connettersi a internet così niente più banner.Cmq se un programma ti chiede troppe cose lascia perdere, c'è sempre un'alternativa o un clone che va le stesse cose alla fine... magari meglio...
    • the_m scrive:
      Re: Impressioni di un nuovo utente Android
      - Scritto da: Fetente
      modo... la cosa che non mi va giù, però, è che il
      S.O. non prevede alcun mezzo, gestibile
      dall'utente, per IMPEDIRE alle applicazioni di
      accedere a tali risorse. Un qualcosa di simile,
      per capirci, a un firewall un pò evoluto, con il
      controllo non solo delle porte tcp/ip ma anche
      delle risorse del sistema.Semplice, hai due opzioni1) per utenti base: ti fidi di Google, installi app solo dal market e NON attivi la spunta su "consenti installazione software da origini sconosciute" (che su tutti gli android di default è disattivata); nel rarissimo caso che sul market venga identificata da google un'app come malware, viene disinstallata da tutti i terminale automaticamente e senza chiedere nulla.2) per utenti avanzati: installi droidwall e blocchi internet a tutto ciò che non dovrebbe andare in internet; installi qualche utility o una ROM decente come la CM7 che supporti automaticamente la revoca delle autorizzazioni (io con un LG 2X e CM7.1 nightly l'opzione ce l'ho di serie nelle Impostazioni
      CyanogenMod
      Applicazioni
      Gestione autorizzazioni)Questa è libertà di scelta e che di default ti propone un sistema sicuro per l'utente standard; iOS invece è libertà di fare solo quello che pare a loro...
      Poi cercando ho visto che sì, utility di questo
      genere ce ne sono eccome, e alcune se ho capito
      bene si limitano a impostare determinati flag del
      S.O. stesso. Ma allora perchè non incorporare
      queste funzionalità nello stesso Android? Di default IMHO non ti danno la possibilità di XXXXre i permessi delle app perchè togliere i permessi significa potenzialmente creare malfunzionamenti o situazioni non previste nell'app stessa, con conseguenti lamentele degli utenti, bassi rating per le app, richieste di rimborsi, ecc.
      • Fetente scrive:
        Re: Impressioni di un nuovo utente Android
        Grazie, tutte ottime osservazioni. Peccato che la CyanogenMod per il Galaxy non sia disponibile - almeno credo.Cya
        • sbrotfl scrive:
          Re: Impressioni di un nuovo utente Android
          - Scritto da: Fetente
          Grazie, tutte ottime osservazioni. Peccato che la
          CyanogenMod per il Galaxy non sia disponibile -
          almeno
          credo.
          Cyahttp://wiki.cyanogenmod.com/wiki/Samsung_Galaxy_S:_FAQ#Support_BreakdownNon sbagli del tutto...
      • MacGeek scrive:
        Re: Impressioni di un nuovo utente Android
        - Scritto da: the_m
        1) per utenti base: ti fidi di Google, installi
        app solo dal market e NON attivi la spunta su
        "consenti installazione software da origini
        sconosciute" (che su tutti gli android di default
        è disattivata); nel rarissimo caso che sul market
        venga identificata da google un'app come malware,
        viene disinstallata da tutti i terminale
        automaticamente e senza chiedere
        nulla.

        2) per utenti avanzati: installi droidwall e
        blocchi internet a tutto ciò che non dovrebbe
        andare in internet; installi qualche utility o
        una ROM decente come la CM7 che supporti
        automaticamente la revoca delle autorizzazioni
        (io con un LG 2X e CM7.1 nightly l'opzione ce
        l'ho di serie nelle Impostazioni
        CyanogenMod

        Applicazioni
        Gestione
        autorizzazioni)

        Questa è libertà di scelta e che di default ti
        propone un sistema sicuro per l'utente standard;
        iOS invece è libertà di fare solo quello che pare
        a loro...Su iOS senza tanti sbattimenti hai software più sicuro, abbondante e di qualità superiore. E non devi starlo a cercare, dai già dove trovarlo tutto.Ah, e poi c'è poco da "fidarsi di Google". Google NON controlla le applicazioni che vanno sul suo store come fa Apple, le rimuove solo a POSTERIORI dopo la denuncia di utenti TRUFFATI.Anche Apple ha il kill-switch. Ma non è mai stata costretta ad usarlo.
        • Zadar scrive:
          Re: Impressioni di un nuovo utente Android
          Su iOS una volta che l'applicazione è installata ha TUTTI i permessi che può avere, solo che non te lo dice. Non per nulla Apple ha chiesto recentemente di non accedere all'ID del dispositivo, perché praticamente quasi tutte le applicazioni lo vanno a prendere e lo mandano al server dello sviluppatore, che così lo usa per capire quanta gente usa l'app.La verifica che fanno i recensori Apple è relativa solo all'uso di API riservate e controlla che l'app sia conforme allo stile Apple e funzioni 'decentemente'. NON controlla se l'app fa cose che non deve fare. Quando invii un'app per la verifica NON dici da nessuna parte cosa fa l'app, e i controlli li fanno a campione, dato che mi è anche capitato che accettassero un aggiornamento che su certe versioni di iOS neanche partiva, ma l'ho scoperto dopo che l'hanno iniziato a segnalare gli utenti (visto che per altro non c'è modo coi tool di Apple di testare versioni diverse del sistema).
          • MacGeek scrive:
            Re: Impressioni di un nuovo utente Android
            - Scritto da: Zadar
            Su iOS una volta che l'applicazione è installata
            ha TUTTI i permessi che può avere, solo che non
            te lo dice. Non per nulla Apple ha chiesto
            recentemente di non accedere all'ID del
            dispositivo, perché praticamente quasi tutte le
            applicazioni lo vanno a prendere e lo mandano al
            server dello sviluppatore, che così lo usa per
            capire quanta gente usa l'app.Le App hanno acXXXXX solo a quello che le API di sistema permettono.E girano in una sand box.Chiedono il permesso all'utente per la geolocalizzazione e le push notification.Quella dell'ID era una pratica permessa (necessaria per le push notification), ma pare che Apple ci stia ripensando e proporrà qualche altro sistema per quella funzionalità.
            La verifica che fanno i recensori Apple è
            relativa solo all'uso di API riservate eAppunto. Non puoi usare API non sancite da Apple. E avere quindi acXXXXX di basso livello dell'hardware.
            controlla che l'app sia conforme allo stile Apple
            e funzioni 'decentemente'. NON controlla se l'app
            fa cose che non deve fare. Quando invii un'app
            per la verifica NON dici da nessuna parte cosa fa
            l'app, e i controlli li fanno a campione, dato
            che mi è anche capitato che accettassero un
            aggiornamento che su certe versioni di iOS
            neanche partiva, ma l'ho scoperto dopo che
            l'hanno iniziato a segnalare gli utenti (visto
            che per altro non c'è modo coi tool di Apple di
            testare versioni diverse del sistema).Il sistema non sarà perfetto, ma si è rilevato sicuramente efficace, visto che ad oggi non sembra essere passato mai un malware (niente uso di kill-switch da parte di Apple, a differenza di Google).E' vero che con gli updates, in alcuni casi, alcune app possono andare in crash. Quindi il sistema di verifica non è perfetto. Ma immagino sia perfettibile.
          • mmmm scrive:
            Re: Impressioni di un nuovo utente Android
            - Scritto da: MacGeek
            Le App hanno acXXXXX solo a quello che le API di
            sistema
            permettono.
            E girano in una sand box.
            Non sono veramente in una sandbox, le api sono tutte disponibili è la apple a monte che controlle le app prima di inserirle che non abbiano riferimenti strani...
            Appunto. Non puoi usare API non sancite da Apple.
            E avere quindi acXXXXX di basso livello
            dell'hardware.Puoi se non ti beccano ti fatto è già sucXXXXX vedi il caso di iDOS che vedeva tutto il file system...
            Il sistema non sarà perfetto, ma si è rilevato
            sicuramente efficace, visto che ad oggi non
            sembra essere passato mai un malware (niente uso
            di kill-switch da parte di Apple, a differenza di
            Google).Dipende cosa intendi per malware, se vuoi includere anche le app che usano i tuoi dati per dubbi scopi allora si che c'è malware...
    • attonito scrive:
      Re: Impressioni di un nuovo utente Android

      Beh alla fine la mia impressione è che questa sia
      una scelta ben precisa di chi ha realizzato il
      sistema operativo, per trattare gli utenti da
      "parco buoi", per renderli il più possibile
      dipendenti dall'esterno e quindi vincolati a
      spendere, ad adeguarsi alle scelte di Google
      £ C,elementare Watson, elementare.
  • mmmm scrive:
    Nota bene
    Vorrei far notare a tutti che le applicazioni sono in pseudo-java. Chiusi in una VM, con un sistema di permessi che vengono annunciati all'installazione.E se non basta perchè voglio ulteriori dettagli c'è un'applicazione sul market che è in grado di decompilare e analizzare le applicazioni e dire esattamente a cosa accede (alcuni permessi permettono più di una cosa) e se hai il root ti permette anche di falsificare le info. Se ad esempio l'app richiede l'ID del telefono ne viene inserito uno statico a caso nell'app e poi ricompila il tutto. Tutto questo effettuato sul tuo terminale in pochissime mosse che quasi chiunque riuscirebbe...Se uno è particolarmente nerd può persino decompilare l'app.....Per aiutare l'utente google potrebbe solamente affinare un pò i permessi, visto che alcuni sono in gruppo e fare una scansione prima di inserirle sullo store.Per gli utenti apple: non pensate che apple abbia il sorgente delle app, a lei arriva tutto compilato, fa un controllo solamente che non usi api non permesse, che si accenda correttamente e che non sia contro le sue regole, tipo un browser non webkit o un motore javascript non interpretato... Se l'app ruba i dati utente non gli interessa un gran che come non interessa a google, ma almeno su android lo posso intuire con i permessi...
    • MacGeek scrive:
      Re: Nota bene
      C'è un'altra sicurezza nello store Apple.Gli sviluppatore sai chi sono. Apple ha la loro carta di credito, e le loro credenziali certe.Se fanno XXXXXX li puoi beccare subito e denunciare, è difficile nascondersi.Quindi prima di poter scrivere un malware, che tra l'altro difficilmente passerebbe i vari controlli (pur non approfonditi), devi anche organizzarti con le cose di cui sopra: avere identità false, conti bancari e carte di credito clonate, ecc). Non è facile. E una volta che hai fatto il malware, ammesso che abbia passato le maglie del controllo, alla prima denuncia di un utente, ti chiudono il conto, rimuovono le app da tutti i terminali che l'hanno scaricato e ti vengono a cercare. La possibilità di diffusione è veramente ridotta.Infatti nessuno si prende di briga di farlo e puntano al target più facile, cioè ANDROID.
      • formichiere scrive:
        Re: Nota bene
        sei sicuro che sia un'eslusiva apple?io so che anche per il market ufficiale di android devi pagare un tot di euro per l'iscrizione, e dubito che quella cifra venga inviata in contanti in una busta anonima verso gli uffici di google.ma forse intendevi altro e non ho capito...
        • MacGeek scrive:
          Re: Nota bene
          - Scritto da: formichiere
          ma forse intendevi altro e non ho capito...Che su Android non è l'unico modo di distribuire software, ma solo uno dei tanti....
          • sbrotfl scrive:
            Re: Nota bene
            - Scritto da: MacGeek
            - Scritto da: formichiere

            ma forse intendevi altro e non ho capito...

            Che su Android non è l'unico modo di distribuire
            software, ma solo uno dei
            tanti....Si ma il metodo ufficiale è solo uno... il Market! Se tu ti installi software craccato o comunque di dubbia provenienza sono affaracci tuoi...
      • mmmm scrive:
        Re: Nota bene
        non penso sia così difficile, specie in certi paesi fare delle carte di credito magari prepagate con nome falso...credenziali certe un corno...tra l'altro come ho detto alla apple non credo interessi se ti rubano i dati purchè non faccia troppo scalpore...inoltre magari non è nemmeno illegale se ci stanno quei termini d'uso chilometrici scritti da qualche parte...
  • rudy scrive:
    sicurezza democratica
    si puo convenire che idioti o ignoranti ce ne sono sempre, ma un modello di sicurezza deve tenerne conto per funzionare, per tutti. inoltre virus e malware tendono ad accumularsi dove c''e piu "spazio", a scapito di dove ce ne e' meno, questo il principale motivo per la scarsita di virus sui mac rispetto ai PC.Da queste premesse il modello di "piattaforma chiusa ma sbloccabile da un utente un minimo abile" pare una soluzione non stupida. Uno potrebbe pensare che sia la scelta apple; non ne sono convinto, ma potrebbe esserci e un po funziona cosi.Prima pensavo fosse la scelta symbian, ma la complicazione e limitazione dei certificati utente, e l'impossibilita di downgrade del firmware mi paiono incongrui.Google, ricordo che si e' tenuto il cancellatore remoto degli applicativi, se presi dal suo store: anche con android se non sei capace resta nello store sicuro, seno fatti tuoi. Sembra ok, ma resta troppo facile per un incapace cambiare store, cosi' resta il modello di sicurezza piu debole e, associato alla diffusione della piattaforma, vince il primato x i malware.. Ma naturalmente sulle macchine chiuse con la scusa del malware ogni venditore ci mette e ci toglie quello che vuole, per business, politica, bigottismo, antipatia o altro, e ti tocca tenerti una macchina che fa quel che vuole lei.. e anche qui: l'instupidimento di massa danneggia anche i meno stupidi.C'è chi inneggia al dittatore per risolvere i problemi di sicurezza e chi si dibatte colla democrazia..
    • shevathas scrive:
      Re: sicurezza democratica

      Da queste premesse il modello di "piattaforma
      chiusa ma sbloccabile da un utente un minimo
      abile" pare una soluzione non stupida.
      Mi spiace dirlo ma purtroppo rimane una soluzione alquanto stupida. In primo luogo non è detto da nessuna parte che l'utente che sblocca sia poi l'utente che effettivamente usa quella piattaforma. Secondariamente è alquanto facile invogliare gli utonti ad andare dall'amico smanettone a farsela sbloccare così da poter usare l'applicazione "guardami le tette" o "spia gli sms della morosa".-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 25 agosto 2011 13.39-----------------------------------------------------------
      • rudy scrive:
        Re: sicurezza democratica
        lo fanno gli amici smanettoni, molti lo desiderano, ma gli sbloccati restano una netta minoranza di utenti (non giudicare solo dagli amici smanettoni intorno a te..). abbastanza pochi da non dar spazio agli assalti del malware, mi pare chiaro dai numeri dei virus su ipad e symbian.
        • shevathas scrive:
          Re: sicurezza democratica
          - Scritto da: rudy
          lo fanno gli amici smanettoni, molti lo
          desiderano, ma gli sbloccati restano una netta
          minoranza di utenti come le playstation 1 e 2 sbloccate, ovviamente.
          (non giudicare solo dagli
          amici smanettoni intorno a te..). abbastanza
          pochi da non dar spazio agli assalti del malware,
          mi pare chiaro dai numeri dei virus su ipad e
          symbian.se una piattaforma è diffusa e vulnerabile diventa appetibile per chi ha interesse a spacciare spazzatura. Quanti sono gli smartphone symbian in confronto a quelli android ?
  • Bad Sapper scrive:
    Android non è soggetto a malware
    Android È il malware.E non solo lui intendiamoci !Accendi il telefono o il tablet e ti arriva l'avviso di upgrade di qualcosa. La prima volta che vai nel market ti dice che c'è una versione nuova. Clicchi sulla versione nuova ti dice che è stata cambiata la policy dei permessi ora l'applicazione può leggere i tuoi dati personali, inviarli a chi vuole, spedire il tuo ID, appropriarsi del tuo account google ... insomma in pratica un malware, vuoi installarlo ?
    • sbortfl scrive:
      Re: Android non è soggetto a malware
      - Scritto da: Bad Sapper
      Android È il malware.
      1/10 in trolling... ne riparliamo a settembre
      E non solo lui intendiamoci !

      Accendi il telefono o il tablet e ti arriva
      l'avviso di upgrade di qualcosa. La prima volta
      che vai nel market ti dice che c'è una versione
      nuova.Noooooo gli aggiornamenti noooooo
      Clicchi sulla versione nuova ti dice che è
      stata cambiata la policy dei permessi ora
      l'applicazione può leggere i tuoi dati personali,
      inviarli a chi vuole, spedire il tuo ID,
      appropriarsi del tuo account google ... insomma
      in pratica un malware, vuoi installarlo
      ?E tu da bravo utente intelligente rispondi "Siiiiiiiiiiiii"
  • sbrotfl scrive:
    Annunziata
    "anche questione di come la piattaforma viene gestita""la più ovvia, è che la natura del meccanismo di distribuzione delle applicazioni su iOS sia nettamente diverso da quello Android: la scelta di flessibilità fatta da Google, che in pratica equivale a quella da tempo utilizzata da tutti i PC del mondo, rende più complicato garantire sicurezza a tutti. "Annunziata per cortesia... finiscila di scrivere articoli su android e se ti piace scriverli almeno argomentali... ricordo che non è la prima volta che te lo fanno notare
    • hermanhesse scrive:
      Re: Annunziata
      Quando glielo fai notare si offende e ti dice che non capisci nulla del tuo lavoro.PECCATO che lui non capisca nulla del nostro (informatica).
      • sbrotfl scrive:
        Re: Annunziata
        Già... ho letto la vostra discussione sull'altro articolo :(
      • attonito scrive:
        Re: Annunziata
        - Scritto da: hermanhesse
        Quando glielo fai notare si offende e ti dice che
        non capisci nulla del tuo lavoro.E quando le unghie non fanno piu' presa sullo specchio, la butta in scherzo partendo con le battutine: allora sai di avere ragione.
  • Marco scrive:
    La colpa e' SEMPRE dell'utilizzatore
    E mi spiego meglio:mio cognato ha un iPhone. Lo ha sempre avuto. Ha cambiato telefono ogni volta che Steve gli diceva di farlo. Ed ogni volta cercava (riuscendoci) procedure di XXXXXXXXX installando stor "alternativi" con programmi "crackati"... risultato? terminale pieno di me**a, attivati servizi a pagamento SULLA sim (con conseguente richiesta piangente a Vodafone di CAMBIO NUMERO). Mia cognata (la di lui moglie) ha un iPhone che le ha dato il marito (in genere il suo precedente, "disinfestato e riportato dentro il cancelletto di Steve) e non si lamenta.Io uso Android, scarico e compro dal market ed OGNI VOLTA verifico i permessi che richiede l'app in questione (es: se sei un programma per prendere appunti PERCHE' vuoi avere acXXXXX a internet e geolocalizzarmi?!?!? non ti installo!!!)... Dipendente della mia stessa azienda, con Android usa market "alternativi", scarica app da ogni dove e installa qualsiasi cosa gli venga data... MORALE? 3 giorni fa mi ha mandato un sms in cui mi comunicava che era troppo pezzente per comprare un gioco il cui costo era di 2$!!!Questa mattina il suo terminale e' sulla mia scrivania per la bonifica!Concludo: non e' la tecnologia buona o cattiva, non e' meglio iPhone con il suo "Giardino dorato" o Android con la "libertà" dei market: tutto e' in mano all'utente. Lo e' sempre stato e sempre lo sarà!Se guido una Ferrari a 300Km/h e mi schianto su un muro, nessuno direbbe che con una Porche certe cose non succedono: direbbero che sono un IDIOTA.Iniziamo a dirlo anche agli IDIOTI che usano male i loro terminali...Io ho detto la mia
    • MacGeek scrive:
      Re: La colpa e' SEMPRE dell'utilizzatore
      - Scritto da: Marco
      E mi spiego meglio:
      mio cognato ha un iPhone. Lo ha sempre avuto. Ha
      cambiato telefono ogni volta che Steve gli diceva
      di farlo. Ed ogni volta cercava (riuscendoci)
      procedure di XXXXXXXXX installando stor
      "alternativi" con programmi "crackati"...
      risultato? terminale pieno di me**a, attivati
      servizi a pagamento SULLA sim (con conseguente
      richiesta piangente a Vodafone di CAMBIO NUMERO).Non ci credo.Non mi risulta ci siano malware succhiasoldi, neanche per i dispositivi jailbreackati.Dimostra.
      • Marco scrive:
        Re: La colpa e' SEMPRE dell'utilizzatore
        - Scritto da: MacGeek
        - Scritto da: Marco

        E mi spiego meglio:

        mio cognato ha un iPhone. Lo ha sempre
        avuto.
        Ha

        cambiato telefono ogni volta che Steve gli
        diceva

        di farlo. Ed ogni volta cercava (riuscendoci)

        procedure di XXXXXXXXX installando stor

        "alternativi" con programmi "crackati"...

        risultato? terminale pieno di me**a, attivati

        servizi a pagamento SULLA sim (con
        conseguente

        richiesta piangente a Vodafone di CAMBIO
        NUMERO).

        Non ci credo.
        Non mi risulta ci siano malware succhiasoldi,
        neanche per i dispositivi
        jailbreackati.
        Dimostra.Forse "mi ho spiegato male"... non ho scritto da nessuna parte di app succhia soldi, ho scritto di SERVIZI ATTIVI SULLA SIM succhia soldi (mi serviva un esempio per rafforzare il concetto di IDIOTA con in mano un terminale) ;)
        • Mr. X scrive:
          Re: La colpa e' SEMPRE dell'utilizzatore
          - Scritto da: Marco
          - Scritto da: MacGeek

          - Scritto da: Marco


          E mi spiego meglio:


          mio cognato ha un iPhone. Lo ha sempre

          avuto.

          Ha


          cambiato telefono ogni volta che Steve
          gli

          diceva


          di farlo. Ed ogni volta cercava
          (riuscendoci)


          procedure di XXXXXXXXX installando stor


          "alternativi" con programmi
          "crackati"...


          risultato? terminale pieno di me**a,
          attivati


          servizi a pagamento SULLA sim (con

          conseguente


          richiesta piangente a Vodafone di CAMBIO

          NUMERO).



          Non ci credo.

          Non mi risulta ci siano malware succhiasoldi,

          neanche per i dispositivi

          jailbreackati.

          Dimostra.

          Forse "mi ho spiegato male"... non ho scritto da
          nessuna parte di app succhia soldi, ho scritto di
          SERVIZI ATTIVI SULLA SIM succhia soldi (mi
          serviva un esempio per rafforzare il concetto di
          IDIOTA con in mano un terminale)
          ;)Che sfortunatamente è indipendente dal dispositivo
          • Marco scrive:
            Re: La colpa e' SEMPRE dell'utilizzatore
            - Scritto da: Mr. X
            Che sfortunatamente è indipendente dal dispositivoAppunto :)
          • Sandro kensan scrive:
            Re: La colpa e' SEMPRE dell'utilizzatore
            - Scritto da: Marco
            - Scritto da: Mr. X

            Che sfortunatamente è indipendente dal
            dispositivo
            Appunto :)Vabbé, quotiamo un po' di persone. Che facciamo degli idioti? li appendiamo al muro? Eppure votano e magari anche comandano chi gli sta sotto...
    • caps scrive:
      Re: La colpa e' SEMPRE dell'utilizzatore
      Quoto tutto!- Scritto da: Marco
      E mi spiego meglio:
      mio cognato ha un iPhone. Lo ha sempre avuto. Ha
      cambiato telefono ogni volta che Steve gli diceva
      di farlo. Ed ogni volta cercava (riuscendoci)
      procedure di XXXXXXXXX installando stor
      "alternativi" con programmi "crackati"...
      risultato? terminale pieno di me**a, attivati
      servizi a pagamento SULLA sim (con conseguente
      richiesta piangente a Vodafone di CAMBIO NUMERO).
      Mia cognata (la di lui moglie) ha un iPhone che
      le ha dato il marito (in genere il suo
      precedente, "disinfestato e riportato dentro il
      cancelletto di Steve) e non si
      lamenta.

      Io uso Android, scarico e compro dal market ed
      OGNI VOLTA verifico i permessi che richiede l'app
      in questione (es: se sei un programma per
      prendere appunti PERCHE' vuoi avere acXXXXX a
      internet e geolocalizzarmi?!?!? non ti
      installo!!!)... Dipendente della mia stessa
      azienda, con Android usa market "alternativi",
      scarica app da ogni dove e installa qualsiasi
      cosa gli venga data... MORALE? 3 giorni fa mi ha
      mandato un sms in cui mi comunicava che era
      troppo pezzente per comprare un gioco il cui
      costo era di
      2$!!!
      Questa mattina il suo terminale e' sulla mia
      scrivania per la
      bonifica!

      Concludo: non e' la tecnologia buona o cattiva,
      non e' meglio iPhone con il suo "Giardino dorato"
      o Android con la "libertà" dei market: tutto e'
      in mano all'utente. Lo e' sempre stato e sempre
      lo
      sarà!

      Se guido una Ferrari a 300Km/h e mi schianto su
      un muro, nessuno direbbe che con una Porche certe
      cose non succedono: direbbero che sono un
      IDIOTA.
      Iniziamo a dirlo anche agli IDIOTI che usano male
      i loro
      terminali...
      Io ho detto la mia
    • Mike scrive:
      Re: La colpa e' SEMPRE dell'utilizzatore
      - Scritto da: Marco
      E mi spiego meglio:
      mio cognato ha ...
      ...
      Mia cognata (la di lui moglie) ha ...
      ... Deve esserci un malware: hai due cognati sposati tra di loro... ;)Mike.
      • Marco scrive:
        Re: La colpa e' SEMPRE dell'utilizzatore
        - Scritto da: Mike
        - Scritto da: Marco

        E mi spiego meglio:

        mio cognato ha ...

        ...

        Mia cognata (la di lui moglie) ha ...

        ...

        Deve esserci un malware: hai due cognati sposati
        tra di
        loro...
        ;)
        Mike.LOL!!! :DNon addentriamoci in questi concetti...perche' la signorina...GNAM!!!! :D
    • Al3xI98O scrive:
      Re: La colpa e' SEMPRE dell'utilizzatore
      Come dico sempre ad allievi e cliente:il problema è tra la tastiera e la sedia...
    • 1977 scrive:
      Re: La colpa e' SEMPRE dell'utilizzatore
      Hai detto la tua, con la quale non concordo nella maniera piu' assoluta.Prima capiamo che l'utente e' (e ha tutto il diritto) ad essere un ignorante in materia, prima capiamo che i sistemi devono essere intrinsecamente sicuri e facili da usare.
      • shevathas scrive:
        Re: La colpa e' SEMPRE dell'utilizzatore

        Prima capiamo che l'utente e' (e ha tutto il
        diritto) ad essere un ignorante in materia, prima
        capiamo che i sistemi devono essere
        intrinsecamente sicuri e facili da
        usare.di contro sistema sicuro e facile da usare significa sistema limitato dove puoi fare solo ed esclusivamente le azioni previste, verificate e giudicate sicure, dal progettista del sistema. La facilità e la sicurezza la paghi in versatilità.
        • 1977 scrive:
          Re: La colpa e' SEMPRE dell'utilizzatore
          - Scritto da: shevathas

          Prima capiamo che l'utente e' (e ha tutto il

          diritto) ad essere un ignorante in materia,
          prima

          capiamo che i sistemi devono essere

          intrinsecamente sicuri e facili da

          usare.

          di contro sistema sicuro e facile da usare
          significa sistema limitato dove puoi fare solo ed
          esclusivamente le azioni previste, verificate e
          giudicate sicure, dal progettista del sistema. La
          facilità e la sicurezza la paghi in
          versatilità.Vero. Devi allora cercare di trovare una media, cercando di spingerti cmq sempre verso sicurezza e facilita' (iPhone docet).
          • Talking Head scrive:
            Re: La colpa e' SEMPRE dell'utilizzatore

            Vero. Devi allora cercare di trovare una media,
            cercando di spingerti cmq sempre verso sicurezza
            e facilita' (iPhone
            docet).Non vedo perché. Il mercato è grande.Come è normale che sia, c'è spazio per tutti: perché livellare il livello verso il basso, perdendo parte dei clienti?Mia nonna* userà l'iPhone, io, che non voglio perdere in versatilità per non avere la tentazione di installare apps fuori mercato, preferisco altro. Mi sembra normale saggezza economica differenziare in prodotti per ignoranti e prodotti per esperti, è così in tutti i campi.Ci sono gli sci per principianti e gli sci per esperti, la racchetta da tennis da principiante e quella per esperti, la macchina adatta ad un principiante e a chi ama guidare. Bisognerebbe evitare di produrre sci per esperti per timore che un principiante si faccia del male? Il principiante si comprerà gli sci da principianti e non rompe le balle a me che voglio lo sci duro da portare ma che tagli la neve, anche se ti fa cascare se non cambi la lamina in curva.
      • Me Medesimo scrive:
        Re: La colpa e' SEMPRE dell'utilizzatore
        - Scritto da: 1977
        Prima capiamo che l'utente e' (e ha tutto il
        diritto) ad essere un ignorante in materia, prima
        capiamo che i sistemi devono essere
        intrinsecamente sicuri e facili da
        usare.Balle! Il sistema deve essere sì sicuro... ma se l'utente sbaglia a utilizzare il prodotto, l'azienda non ha alcuna responsabilità!A me (e molti altri eh) non va di essere messo in gabbia perchè ci sono gli ignoranti in giro! Sei ignorante? Benissimo hai tutto il diritto di esserlo ma poi non usi il prodotto! Vuoi usarlo lo stesso perchè va di moda? Benissimo ma poi ne paghi le conseguenze.Se tu in fabbrica perdi una mano perchè l'hai infilata nel macchinario acceso non puoi fare causa all'azienda o alla ditta costruttrice!
        • 1977 scrive:
          Re: La colpa e' SEMPRE dell'utilizzatore
          - Scritto da: Me Medesimo
          Balle! Il sistema deve essere sì sicuro... ma se
          l'utente sbaglia a utilizzare il prodotto,
          l'azienda non ha alcuna
          responsabilità!il sistema dev'essere sicuro e versatile, punto. e in questo apple non ha rivali, c'e' poco da fare. se il sistema non e' sicuro o versatile, o se l'utente tende a commettere errori, l'azienda deve chiedersi cosa NON ha fatto per evitare tali comportamenti.Un cellulare, un computer, devono essere come un elettrodomestico, un frigo o una lavatrice. Come diceva Ford, la vera tecnologia e' quella che arriva a tutti.expired.
          • shevathas scrive:
            Re: La colpa e' SEMPRE dell'utilizzatore
            - Scritto da: 1977
            - Scritto da: Me Medesimo

            Balle! Il sistema deve essere sì sicuro...
            ma
            se

            l'utente sbaglia a utilizzare il prodotto,

            l'azienda non ha alcuna

            responsabilità!

            il sistema dev'essere sicuro e versatile, punto.cosa impossibile. O il sistema è sicuro e quindi può essere fatto solo quello che viene esplicitamente permesso o è versatile: l'utente può fare tutto tranne quello espressamente proibito.
            e in questo apple non ha rivali, c'e' poco da
            fare. se il sistema non e' sicuro o versatile, o
            se l'utente tende a commettere errori, l'azienda
            deve chiedersi cosa NON ha fatto per evitare tali
            comportamenti.può far evitare gli errori più comuni, ma se uno si intestardisce a mettere ghiaia nella lavatrice o l'arrosto appena sfornato nel frigo l'azienda produttrice non è che può farci molto.
          • 1977 scrive:
            Re: La colpa e' SEMPRE dell'utilizzatore
            - Scritto da: shevathas
            può far evitare gli errori più comuni, ma se uno
            si intestardisce a mettere ghiaia nella lavatrice
            o l'arrosto appena sfornato nel frigo l'azienda
            produttrice non è che può farci
            molto.chiaro. ma diciamo che quantomeno puoi mitigare tali casistiche.con un sistema sicuro, semplice, versatile.tipo iPhone.
          • sbrotfl scrive:
            Re: La colpa e' SEMPRE dell'utilizzatore
            - Scritto da: 1977
            con un sistema sicuro, semplice, <b
            versatile </b
            .
            tipo iPhone.(rotfl)(rotfl)
          • sbrotfl scrive:
            Re: La colpa e' SEMPRE dell'utilizzatore
            - Scritto da: Fiber
            i beoti vanno protetti cosi' ovvero vanno
            interdettiNo i beoti vanno istruiti. Se non vogliono sono affaracci loro... selezione naturale...
          • Fiber scrive:
            Re: La colpa e' SEMPRE dell'utilizzatore
            - Scritto da: sbrotfl
            - Scritto da: Fiber

            i beoti vanno protetti cosi' ovvero vanno

            interdetti

            No i beoti vanno istruiti. Se non vogliono sono
            affaracci loro... selezione
            naturale...so benissimo che andrebbero istruiti ..ma si fa prima ad interdirli per poi farli paventare ad capzum che il device e' immune quando invece non e' il device che è immune ...e far colorare la bocca alla gente capra informatica di solite boiate a favore di Apple ..esattamente come ha fatto Jobs che ha capito l'antifona anche per poi far parlare bene le capre informatiche che fanno la massa in merito alla sua azienda e ai suoi devices capisc'ammeè ;)sono stati maghi della psicologia applicata alla capra informatica che costituisce la massa mondiale e da cui arrivano le entrate/i soldi piu' importanti-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 25 agosto 2011 15.07-----------------------------------------------------------
          • shevathas scrive:
            Re: La colpa e' SEMPRE dell'utilizzatore


            so benissimo che andrebbero istruiti ..
            o almeno messi in condizione di non nuocere.
            l'antifona anche per poi far parlare bene le
            capre informatiche che fanno la massa in merito
            alla sua azienda e ai suoi devices
            la Apple deve vendere, è stata brava ad azzeccare le politiche commerciali.

            capisc'ammeè ;)

            sono stati maghi della psicologia applicata alla
            capra informatica che costituisce la massa
            mondiale e da cui arrivano le entrate/i soldi
            piu'
            importantichiamali fessi.
      • zizzo scrive:
        Re: La colpa e' SEMPRE dell'utilizzatore
        Dovrebbero rilasciare un patentino per installare il software.E' come se visto che il motorino è pericoloso allora lo si fa andare come una bicicletta. Questo già ridurrebbe certe "ingenuità", a scapito del mercato.Poi il rischio c'è sempre. Se un'app che serve per mappare i posti dove si è urinato e di inviare un sms di irrisione a un amico che aveva precedentemente marcato lo stesso territorio, aggiornando il database dei territori conquistati su internet e postando su facebook l'esito dell'impresa, certi permessi per usare l'app vanno comunque concessi.E per quanto si possa controllare l'app prima di metterla in un market (... non mi addentro ...), una volta che i dati hanno lasciato il telefono è difficile sapere come vengono usati, e passati 6 mesi dal rilascio non è detto che l'app cambi leggermente comportamento..
        • sbrotfl scrive:
          Re: La colpa e' SEMPRE dell'utilizzatore
          - Scritto da: zizzo
          Dovrebbero rilasciare un patentino per installare
          il
          software.
          E' come se visto che il motorino è pericoloso
          allora lo si fa andare come una bicicletta.
          Questo già ridurrebbe certe "ingenuità", a
          scapito del
          mercato.Patentino??? I dati sono dell'utente! Se l'utente vuole che i propri dati rimangano protetti si informa sennò tanto meglio per chi ci lucra!
          Poi il rischio c'è sempre. Se un'app che serve
          per mappare i posti dove si è urinato e di
          inviare un sms di irrisione a un amico che aveva
          precedentemente marcato lo stesso territorio,
          aggiornando il database dei territori conquistati
          su internet e postando su facebook l'esito
          dell'impresa, certi permessi per usare l'app
          vanno comunque
          concessi.Certo il rischio c'è sempre... se tu vai per strada in motorino e segui tutte le norme hai sempre la possibilità di trovare il XXXXXXXXXX che sfreccia ai 200 km/h contromano...
          E per quanto si possa controllare l'app prima di
          metterla in un market (... non mi addentro ...),
          una volta che i dati hanno lasciato il telefono è
          difficile sapere come vengono usati, e passati 6
          mesi dal rilascio non è detto che l'app cambi
          leggermente
          comportamento..Purtroppo ti do' ragione.
      • contenuto ingiurioso volgare illegale scrive:
        Re: La colpa e' SEMPRE dell'utilizzatore
        - Scritto da: 1977
        l'utente e' (e ha tutto il
        diritto) ad essere un ignorante in materia, prima
        capiamo che i sistemi devono essere
        intrinsecamente sicuri e facili da
        usare.Ma anche 'sto XXXXX.Voglio una macchina CN intrinsecamente sicura e facile da usare
  • Polpetta scrive:
    Re: Android sempre più come Windoze
    Ma alla fine, l'antivirus, serve o no su Android?
    • TheOriginalFanboy scrive:
      Re: Android sempre più come Windoze
      - Scritto da: Polpetta
      Ma alla fine, l'antivirus, serve o no su Android?si.. ce ne sono già molti, partire da avg..
    • the_m scrive:
      Re: Android sempre più come Windoze
      - Scritto da: Polpetta
      Ma alla fine, l'antivirus, serve o no su Android?NON serve a nulla se installi app solo dal market di Google: nel caso una di queste app venisse riconosciuta come malware viene disinstallata da remoto su tutti i terminali (resta comunque un'eventualità molto rara, visto che si parla di poche app scovate su più di 200.000 disponibili...).Consiglio invece un firewall (es. DroidWall) che ti permette di XXXXre l'acXXXXX a internet alle app che non hanno necessità di collegarsi in rete (come la maggior parte dei giochi e molte utility), così eviti per certo che possano trasferire qualche dato personale di nascosto.
  • MacGeek scrive:
    Walled garden...
    Forse poi non era un'idea così cattiva... no? ;)
    • Ego scrive:
      Re: Walled garden...
      - Scritto da: MacGeek
      Forse poi non era un'idea così cattiva... no? ;)NOhttp://www.melablog.it/post/12648/problemi-di-privacy-2-app-su-3-inviano-ludid
      • MacGeek scrive:
        Re: Walled garden...
        - Scritto da: Ego
        - Scritto da: MacGeek

        Forse poi non era un'idea così cattiva...
        no?
        ;)

        NO
        http://www.melablog.it/post/12648/problemi-di-privBeh sempre meglio dei malware che ti svuotano la ricarica del cell...Forse qualcuno si dimentica che suoi cell ci sono SOLDI. Per quello la sicurezza è ben più importante che sui computer.
        • AlessioC scrive:
          Re: Walled garden...
          Sul cellulare spesso ci sono informazioni personali ben più preziose del credito residuo...
          • MacGeek scrive:
            Re: Walled garden...
            - Scritto da: AlessioC
            Sul cellulare spesso ci sono informazioni
            personali ben più preziose del credito
            residuo...E vabbè, non tutti siamo pieni di segreti. Ma tutti abbiamo (almeno un po' di) credito sul cell. Ed è bello appetibile per molti.Io le mie password non le tengo nella rubrica ma in un app apposita che le cripta (Wallet).
        • Ego scrive:
          Re: Walled garden...
          - Scritto da: MacGeek
          - Scritto da: Ego

          - Scritto da: MacGeek


          Forse poi non era un'idea così
          cattiva...

          no?

          ;)



          NO


          http://www.melablog.it/post/12648/problemi-di-priv

          Beh sempre meglio dei malware che ti svuotano la
          ricarica del
          cell...
          Forse qualcuno si dimentica che suoi cell ci sono
          SOLDI. Per quello la sicurezza è ben più
          importante che sui
          computer.lol questo dipende se prendi il malware, peccato che il rapporto è di 44 malware contro il 70% delle app di ios che ti rubano i dati, secondo te quale è la cosa peggiore? fatti un po di contiun ex programmatore scrisse sul forum di apple (poi regolarmente cancellato perchè scomodo)che apple risolse il problema del malware su ios chiamandolo semplicemente app, da allora non esiste malware su ios, solo app certificate
    • collione scrive:
      Re: Walled garden...
      bah, a me sembrano affermazioni molto allarmisticheprimo c'è poco malware che va a segno e il 100% dei malware su android sono trojan ( spesso presunti in markets alternativi )secondo non si cita minimamente il sistema dei permessi di android che, se usato dall'utente, blocca le attività malevole del malwarearrivati a questo punto c'è veramente poco che si possa fareal massimo google può aumentare i controlli sul suo market, ma eliminare i market terzi o castrare le interazioni app-sistema implica perdere moltissimo e non ne vale la penacerto se gli utenti non dessero a cani e porci i permessi per mandare sms e dati via web, i loro smartphone sarebbero molto più sicuri
      • MacGeek scrive:
        Re: Walled garden...
        - Scritto da: collione
        secondo non si cita minimamente il sistema dei
        permessi di android che, se usato dall'utente,
        blocca le attività malevole del
        malware

        arrivati a questo punto c'è veramente poco che si
        possa fareSi può fare un controllo all'origine e non permettere store non ufficiali.Come ha fatto Apple.Solo così puoi battere i trojan.Ed è questo il motivo per cui i malware di iOS stanno ancora e saranno probabilmente sempre a ZERO.
        • IlTester scrive:
          Re: Walled garden...
          - Scritto da: MacGeek
          - Scritto da: collione

          secondo non si cita minimamente il sistema
          dei

          permessi di android che, se usato
          dall'utente,

          blocca le attività malevole del

          malware



          arrivati a questo punto c'è veramente poco
          che
          si

          possa fare

          Si può fare un controllo all'origine e non
          permettere store non
          ufficiali.
          Come ha fatto Apple.
          Solo così puoi battere i trojan.

          Ed è questo il motivo per cui i malware di iOS
          stanno ancora e saranno probabilmente sempre a
          ZERO.Si può anche collegare il cervello prima di scaricare e installare. Mi dicono che sia la soluzione migliore, anche se non è fattibile per tutti.
          • MacGeek scrive:
            Re: Walled garden...
            - Scritto da: IlTester
            Si può anche collegare il cervello prima di
            scaricare e installare. Mi dicono che sia la
            soluzione migliore, <b
            anche se non è fattibile per
            tutti </b
            .Esatto.
          • formichiere scrive:
            Re: Walled garden...
            eh si, ma non e' un problema da poco secondo me. ..e lo dico tifando android, lo uso ormai da un paio di anni e da froyo in poi mi sta dando soddisfazione! ma il problema del market non e' da sottovalutare. in realta' non saprei neanche dare una soluzione perche' a me piace il sistema cosi' com'e' adesso (cioe' senza possibili censure da parte del controllore) e con il sistema dei permessi teoricamente l'utente dovrebbe riuscire a salvaguardarsi (a parte possibili ambiguita' gia' uscite nei commenti in passato). pero' i problemi ci sono. il malware e' presente. e la gente evidentemente non e' pronta per pensare prima di installare applicazioni.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Walled garden...
            - Scritto da: MacGeek
            - Scritto da: IlTester

            Si può anche collegare il cervello prima di

            scaricare e installare. Mi dicono che sia la

            soluzione migliore, <b
            anche se non
            è fattibile
            per

            tutti </b
            .

            Esatto.Quindi, stai ammettendo che il walled garden va bene solo per le persone senza cervello.
          • MacGeek scrive:
            Re: Walled garden...
            - Scritto da: uno qualsiasi
            Quindi, stai ammettendo che il walled garden va
            bene solo per le persone senza
            cervello.No, va bene per tutti. Ma quelli senza cervello rovinano gli ecosistemi.Come i lavavetri ai semafori e i vu cumprà nelle spiagge. Io non gli compro niente per principio perché mi rompono i co*lioni, ma finché c'è qualcuno (senza cervello) che lo fà continueranno a rompere i co*lioni a tutti.Idem per i malware. Finché ci sono gli idioti senza cervello che si fanno spennare, ci saranno quelli che vorranno spennarli e anche io dovrò stare attento a pararmi il c*lo invece che vivere in santa pace.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Walled garden...
            - Scritto da: MacGeek
            - Scritto da: uno qualsiasi

            Quindi, stai ammettendo che il walled garden
            va

            bene solo per le persone senza

            cervello.

            No, va bene per tutti. Ma quelli senza cervello
            rovinano gli
            ecosistemi.

            Come i lavavetri ai semafori e i vu cumprà nelle
            spiagge. Io non gli compro niente per principio
            perché mi rompono i co*lioni, ma finché c'è
            qualcuno (senza cervello) che lo fà continueranno
            a rompere i co*lioni a
            tutti.E allora perchè compri da Apple?

            Idem per i malware. Finché ci sono gli idioti
            senza cervello che si fanno spennare, ci saranno
            quelli che vorranno spennarliInfatti: per questo Apple esiste e guadagna.
            e anche io dovrò
            stare attento a pararmi il c*lo invece che vivere
            in santa
            pace.Se sei su Apple, hai il c*lo che odora di vasellina da un pezzo.
          • ruppolo scrive:
            Re: Walled garden...
            Ma quanto ti rode? @^Sono proprio curioso di vedere fino a che punto riuscirai a sopportare il sucXXXXX di Apple e le sconfitte di Android @^
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Walled garden...
            Sei messo male, se l'unica trollata che riesci a fare è ripetere a pappagallo "ma quanto ti rode".
          • Ego scrive:
            Re: Walled garden...
            - Scritto da: ruppolo
            Ma quanto ti rode? @^

            Sono proprio curioso di vedere fino a che punto
            riuscirai a sopportare il sucXXXXX di Apple e le
            sconfitte di Android
            @^mi ricordi quello del film kung pow che pensava che perdere fosse vincere, che prendere legnate fosse picchiare e sconfitta ed umiliazione fosse vittoria e lode, sei uguale uguale
          • hermanhesse scrive:
            Re: Walled garden...
            Devo ripostare tutti i grafici che dicono che racconti balle?
          • Ma secondo me scrive:
            Re: Walled garden...
            Si, è più che corretto quanto hai scritto.Ma poni il caso che l'APK non dichiari completamente tutte le parti del telefono che va a leggere?
          • Mac scrive:
            Re: Walled garden...
            L'applicazione viene chiusa dal sistema appena cerca di fare un'operazione non consentita.
          • Ma secondo me scrive:
            Re: Walled garden...
            E se il codice non glielo permette?
          • OldDog scrive:
            Re: Walled garden...
            - Scritto da: Ma secondo me
            E se il codice non glielo permette?Che stai dicendo? Applicazioni che operano con autorità maggiore del sistema? O succede perché c'è l'exploit di una vulnerabilità oppure non esiste, AFAIK.Qui tutti si mettono a tirare palate di schifezze su ogni prodotto che funziona solo e soltanto per ragioni COMMERCIALI. In un mercato di milioni di dispositivi se la situazione fosse una tale catastrofe avremmo una coda di utenti inferociti a chiedere di riavere i loro soldi: perché non succede? Perché tutti sparano il titolone, poi riempiono l'articolo di "si dice", "potrebbe", "se l'utente usa market non ufficiali", "se l'utente abilita il sw trojan"... Smettiamola di chiedere "più polizia": è sempre stata la strada che ha portato alle dittature, mai al vivere meglio. Chiedete agli agnelli pasciuti e felici che invece di brucare nei prati son felici di venir sfamati dall'allevatore e tenuti al riparo dalla pioggia in comode stalle. Chiedetegli qualcosa a Pasqua, mentre girano sull'arrosto... ;-)
          • Fai il login o Registrati scrive:
            Re: Walled garden...
            - Scritto da: IlTester
            Si può anche collegare il cervello prima di
            scaricare e installare. Mi dicono che sia la
            soluzione migliore, anche se non è fattibile per
            tutti.Sante parole! Come dice il vecchio adagio: il virus più pericoloso è quello seduto davanti al pc. Ma mi sa che pretendi troppo!!!
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: Walled garden...

          Si può fare un controllo all'origine e non
          permettere store non
          ufficiali.
          Come ha fatto Apple.
          Solo così puoi battere i trojan.

          Ed è questo il motivo per cui i malware di iOS
          stanno ancora e saranno probabilmente sempre a
          ZERO.Puoi anche castrarti: così sarai sicuro di non prenderti mai una malattia venerea.
          • MacGeek scrive:
            Re: Walled garden...
            - Scritto da: uno qualsiasi
            Puoi anche castrarti: così sarai sicuro di non
            prenderti mai una malattia
            venerea.Non mi sembra molto "castrato" lo store Apple...http://148apps.biz/app-store-metrics/Anzi siamo arrivati al punto che è molto più facile trovare applicazioni per iOS che per MacFaccio un solo esempio, i DIZIONARI...
          • MacGeek scrive:
            Re: Walled garden...
            Ed è proprio la semplicità e la sicurezza che garantisce l'UNICO e CONTROLLATO store che invoglia a comprare. Di conseguenza gli sviluppatori scrivono applicazioni. E i prezzi si abbassano...E' un win-win-win per gli utenti (e anche per Apple, che ci prende il 30%, ovvio).
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Walled garden...
            - Scritto da: MacGeek
            Ed è proprio la semplicità e la sicurezza che
            garantisce l'UNICO e CONTROLLATO store che
            invoglia a comprare.Invoglia, o costringe creando un monopolio?
            Di conseguenza gli
            sviluppatori scrivono applicazioni.Sì, applicazioni fasulle; front-end per testi.
            E i prezzi si
            abbassano...Gli altri hanno prezzi a zero, quindi non si abbassano
            E' un win-win-win per gli utenti (e anche per
            Apple, che ci prende il 30%,
            ovvio).Gli utenti ottengono solo di avere la parte posteriore che puzza di vasellina.
          • MacGeek scrive:
            Re: Walled garden...
            Le applicazioni per iOS sono di qualità spesso ECCELLENTE ed hanno dei prezzi così bassi, grazie alla grande diffusione che l'AppStore permette, che non ha precedenti paragoni in ambito informatico.Il prezzo medio delle App (escludendo i giochi) è di 2,32$, quello dei giochi addirittura di 1,05$. Nonostante questo ci sono piccoli produttori che hanno fatto fortuna (chiedi a quelli di Angry Birds).Quindi nessuna vasellina per gli utenti iOS. Magari per quelli Android sì, visto che quest'ultimo sembra avere ormai le magagne di Windoze. Ma probabilmente certa gente dopo tanto uso di prodotti M$ ormai c'è abituata... eheh
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Walled garden...
            - Scritto da: MacGeek
            Le applicazioni per iOS sono di qualità spesso
            ECCELLENTETi pagano, per dirlo? Sono solo dei frontend per i siti.
            ed hanno dei prezzi così bassi, grazie
            alla grande diffusione che l'AppStore permette,
            che non ha precedenti paragoni in ambito
            informatico.Strano... su linux il prezzo è molto più basso. Quindi, ci sono precedenti (ma non mi sorprende che tu non lo sappia)

            Il prezzo medio delle App (escludendo i giochi) è
            di 2,32$, quello dei giochi addirittura di 1,05$.Su linux il prezzo di solito è zero.
            Nonostante questo ci sono piccoli produttori che
            hanno fatto fortuna (chiedi a quelli di Angry
            Birds).Certo, nessuno mai andato in rovina puntando sulla stupidità del pubblico

            Quindi nessuna vasellina per gli utenti iOS.Non ve ne siete accorti? Pagate per ciò che gli altri hanno da anni gratis... e credete pure di avere una novità.Siete talmente pervasi dall'odore di vasellina che nemmeno ve ne rendete più conto.
          • pietro scrive:
            Re: Walled garden...
            - Scritto da: uno qualsiasi
            - Scritto da: MacGeek--

            Quindi nessuna vasellina per gli utenti iOS.

            Non ve ne siete accorti? Pagate per ciò che gli
            altri hanno da anni gratis... e credete pure di
            avere una
            novità.

            Siete talmente pervasi dall'odore di vasellina
            che nemmeno ve ne rendete più
            conto.preferisco pagare qualche euro a un programmatore che ha messo impegno e fatica per fare una buona applicazione che avere tutto gratis e ad ogni malfunzionamento del telefono essere terrorizzato che un malware mi stia spianando tutto e stia spedendo i miei dati a chissà chi
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Walled garden...
            - Scritto da: MacGeek
            - Scritto da: uno qualsiasi

            Puoi anche castrarti: così sarai sicuro di
            non

            prenderti mai una malattia

            venerea.

            Non mi sembra molto "castrato" lo store Apple...
            http://148apps.biz/app-store-metrics/Trovami un interprete basic.Trovami un compilatore.Trovami un emulatore SNES

            Anzi siamo arrivati al punto che è molto più
            facile trovare applicazioni per iOS che per
            MacMac fa così schifo?
            Faccio un solo esempio, i DIZIONARI...I dizionari sono testi, non programmi.Se tu chiami "programma" un file di testo, te ne posso trovare milioni.
          • MacGeek scrive:
            Re: Walled garden...
            - Scritto da: uno qualsiasi
            - Scritto da: MacGeek


            Trovami un interprete basic.Questo c'è ;)http://itunes.apple.com/us/app/basic/id362411238?mt=8
            Trovami un compilatore.Mmm... classe di applicazioni vietata perché potresti saltare il walled garden (appunto).
            Trovami un emulatore SNESNon vedo l'utilità visto che ci sono già 67,168 MODERNI E OTTIMIZZATI giochi per iOS al momento, e ne escono 119 nuovi AL GIORNO!Mi dirai che molti sono delle ciofeghe, e posso anche essere d'accordo. Ma ci sono anche le delle vere e proprie perle come Cut-The-Rope.Comunque ci sono degli emulatori. Ad esempio c'è l'emulatore dell'HP 48 (pagata tipo 300mila lire all'epoca, mi pare, GRATIS su App Store), che pure ha un linguaggio di programmazione interno.
            Mac fa così schifo?Assolutamente no. Ma trovare un dizionario italiano o ita/engl per Mac decente è sempre stato problematico (senza contare il costo). Per iOS ce ne sono a buttare (praticamente ci sono quelli di TUTTE le case editrici).

            Faccio un solo esempio, i DIZIONARI...

            I dizionari sono testi, non programmi.
            Se tu chiami "programma" un file di testo, te ne
            posso trovare milioni.Non sono solo "testi".Prendi questo: http://itunes.apple.com/it/app/merriam-webster-dictionary/id438477986?mt=8Ti trova la parola inglese PRONUNCIANDOLA (voice search). Ti legge le parole, clicchi su qualsiasi parola e hai la definizione, ed è completissimo e ovviamente sempre aggiornato.Ah... ed è GRATIS!!!!Ancora più impressionante è il traduttore di Google:http://itunes.apple.com/it/app/google-translate/id414706506?mt=8Che ti traduce una qualsiasi FRASE PRONUNCIATA da una qualsiasi lingua ad un'altra (e la legge).Praticamente FANTASCIENZA.Sempre GRATIS (ma necessita purtroppo di internet).
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Walled garden...
            - Scritto da: MacGeek
            - Scritto da: uno qualsiasi

            - Scritto da: MacGeek





            Trovami un interprete basic.

            Questo c'è ;)
            http://itunes.apple.com/us/app/basic/id362411238?mOh, adesso Apple li permette?Comunque, perchè mai bisogna pagarlo, quando programmi equivalenti su tutte le altre piattaforme sono gratuiti?


            Trovami un compilatore.

            Mmm... classe di applicazioni vietata perché
            potresti saltare il walled garden
            (appunto).Appunto. Quindi, castrato.


            Trovami un emulatore SNES

            Non vedo l'utilità Miopia?
            visto che ci sono già 67,168
            MODERNI E OTTIMIZZATI giochi per iOS al momento,
            e ne escono 119 nuovi AL
            GIORNO!

            Mi dirai che molti sono delle ciofeghe, e posso
            anche essere d'accordo. Ma ci sono anche le delle
            vere e proprie perle come
            Cut-The-Rope.E quello sarebbe una perla?E comunque: mi dici dove trovo ChronoTrigger, ad esempio?

            Comunque ci sono degli emulatori. Ad esempio c'è
            l'emulatore dell'HP 48 (pagata tipo 300mila lire
            all'epoca, mi pare, GRATIS su App Store), che
            pure ha un linguaggio di programmazione
            interno.Fammi funzionare Chronotrigger su quella, allora.


            Mac fa così schifo?

            Assolutamente no. Ma trovare un dizionario
            italiano o ita/engl per Mac decente è sempre
            stato problematico (senza contare il costo).http://translate.google.com/
            Per
            iOS ce ne sono a buttare (praticamente ci sono
            quelli di TUTTE le case
            editrici).



            Faccio un solo esempio, i DIZIONARI...



            I dizionari sono testi, non programmi.

            Se tu chiami "programma" un file di testo,
            te
            ne

            posso trovare milioni.

            Non sono solo "testi".
            Prendi questo:
            http://itunes.apple.com/it/app/merriam-webster-dic

            Ti trova la parola inglese PRONUNCIANDOLA (voice
            search). Ti legge le parole, clicchi su qualsiasi
            parola e hai la definizione, ed è completissimo e
            ovviamente sempre
            aggiornato.
            Ah... ed è GRATIS!!!!Voice search:http://www.google.com/insidesearch/voicesearch.html

            Ancora più impressionante è il traduttore di
            Google:
            http://itunes.apple.com/it/app/google-translate/idE ti serve l'applicazione? Io vado direttamente sul sito.
            Che ti traduce una qualsiasi FRASE PRONUNCIATA da una
            qualsiasi lingua ad un'altra (e la legge).
            Praticamente FANTASCIENZA.Per voi, sì. Per me, è una realtà da anni.
            Sempre GRATIS (ma necessita purtroppo di
            internet).Appunto: vado sul sito
          • ruppolo scrive:
            Re: Walled garden...
            - Scritto da: uno qualsiasi

            Si può fare un controllo all'origine e non

            permettere store non

            ufficiali.

            Come ha fatto Apple.

            Solo così puoi battere i trojan.



            Ed è questo il motivo per cui i malware di
            iOS

            stanno ancora e saranno probabilmente sempre
            a

            ZERO.

            Puoi anche castrarti: così sarai sicuro di non
            prenderti mai una malattia
            venerea.Ma quanto ti rode? (rotfl)(rotfl)
        • Ego scrive:
          Re: Walled garden...
          - Scritto da: MacGeek
          - Scritto da: collione

          secondo non si cita minimamente il sistema
          dei

          permessi di android che, se usato
          dall'utente,

          blocca le attività malevole del

          malware



          arrivati a questo punto c'è veramente poco
          che
          si

          possa fare

          Si può fare un controllo all'origine e non
          permettere store non
          ufficiali.
          Come ha fatto Apple.
          Solo così puoi battere i trojan.

          Ed è questo il motivo per cui i malware di iOS
          stanno ancora e saranno probabilmente sempre a
          ZERO.certo che stanno a 0.. apple ha chiamato il malware app, ha risolto il problema alla fonte, in questo modo è sparito il malware
          • ruppolo scrive:
            Re: Walled garden...
            - Scritto da: Ego
            certo che stanno a 0.. apple ha chiamato il
            malware app, ha risolto il problema alla fonte,
            in questo modo è sparito il
            malwareChe trollata scarsina... sarà colpa dell'acidità di stomaco? (rotfl)(rotfl)
          • Ego scrive:
            Re: Walled garden...
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: Ego

            certo che stanno a 0.. apple ha chiamato il

            malware app, ha risolto il problema alla
            fonte,

            in questo modo è sparito il

            malware

            Che trollata scarsina... sarà colpa dell'acidità
            di stomaco?
            (rotfl)(rotfl)lol non è una trollata ma un post del forum dell'assistenza di ios che apple ha cancellato, ma poi che parli a fare che non capisci una mazza, vattene a dormire che tanto il cane vecchio non impara nulla, può solo guaire e scodinzolare, tu sei cosi
        • hermanhesse scrive:
          Re: Walled garden...
          Android ti chiede se vuoi poter installare market alternativi.E questo è sacrosanto.La SCELTA è sacrosanta. Se te ne sei dimenticato mi dispiace ma non centri più nulla con l'informatica.
      • ruppolo scrive:
        Re: Walled garden...
        - Scritto da: collione
        bah, a me sembrano affermazioni molto
        allarmistiche

        primo c'è poco malware che va a segno e il 100%
        dei malware su android sono trojan ( spesso
        presunti in markets alternativi
        )

        secondo non si cita minimamente il sistema dei
        permessi di android che, se usato dall'utente,
        blocca le attività malevole del
        malwareSistema completamente inutile, visto che è sufficiente che le richieste dell'applicazione malevola siano coerenti con le funzioni offerte (ovviamente false).
        arrivati a questo punto c'è veramente poco che si
        possa
        fareA parte buttare Android nella spazzatura.
        al massimo google può aumentare i controlli sul
        suo market, ma eliminare i market terzi o
        castrare le interazioni app-sistema implica
        perdere moltissimo e non ne vale la
        pena

        certo se gli utenti non dessero a cani e porci i
        permessi per mandare sms e dati via web, i loro
        smartphone sarebbero molto più
        sicuriSe mia nonna avesse le ruote...
        • Ego scrive:
          Re: Walled garden...
          - Scritto da: ruppolo
          - Scritto da: collione

          bah, a me sembrano affermazioni molto

          allarmistiche



          primo c'è poco malware che va a segno e il
          100%

          dei malware su android sono trojan ( spesso

          presunti in markets alternativi

          )



          secondo non si cita minimamente il sistema
          dei

          permessi di android che, se usato
          dall'utente,

          blocca le attività malevole del

          malware

          Sistema completamente inutile, visto che è
          sufficiente che le richieste dell'applicazione
          malevola siano coerenti con le funzioni offerte
          (ovviamente
          false).


          arrivati a questo punto c'è veramente poco
          che
          si

          possa

          fare

          A parte buttare Android nella spazzatura.


          al massimo google può aumentare i controlli
          sul

          suo market, ma eliminare i market terzi o

          castrare le interazioni app-sistema implica

          perdere moltissimo e non ne vale la

          pena



          certo se gli utenti non dessero a cani e
          porci
          i

          permessi per mandare sms e dati via web, i
          loro

          smartphone sarebbero molto più

          sicuri

          Se mia nonna avesse le ruote...l'importante è che ci credi.. rosik duro e ruppolo?
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: Walled garden...
      Certo che è una cattiva idea: il malware a volte ti frega dei soldi, ma potresti anche essere fortunato. Con il walled garden, ti fregano soldi e dati SEMPRE.
      • ruppolo scrive:
        Re: Walled garden...
        - Scritto da: uno qualsiasi
        Certo che è una cattiva idea: il malware a volte
        ti frega dei soldi, ma potresti anche essere
        fortunato. Con il walled garden, ti fregano soldi
        e dati
        SEMPRE.Ti brucia, eh? (rotfl)(rotfl)
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: Walled garden...
          È a te che brucia-
        • Ego scrive:
          Re: Walled garden...
          - Scritto da: ruppolo
          - Scritto da: uno qualsiasi

          Certo che è una cattiva idea: il malware a
          volte

          ti frega dei soldi, ma potresti anche essere

          fortunato. Con il walled garden, ti fregano
          soldi

          e dati

          SEMPRE.

          Ti brucia, eh? (rotfl)(rotfl)appena mi ricordo il nome del tipo di kung pow che pensava che umiliandosi diventasse figo te lo posto, me lo ricordi troppo
      • Sandro kensan scrive:
        Re: Walled garden...
        - Scritto da: uno qualsiasi
        Certo che è una cattiva idea: il malware a volte
        ti frega dei soldi, ma potresti anche essere
        fortunato. Con il walled garden, ti fregano soldi
        e dati
        SEMPRE.Questa è carina :DDD
    • Talking Head scrive:
      Re: Walled garden...
      - Scritto da: MacGeek
      Forse poi non era un'idea così cattiva... no? ;)No.iOS è immune ai Virus? Non tanto quanto un mattone. Comprare un mattone è quindi una buona idea? Ti stupirà, ma l'assenza di virus non è l'unica cosa da considerare nell'acquisto di un telefono.Più cose si possono fare, più è possibile fare qualcosa di sbagliato. Come ho detto molte volte, iOS è perfetto per chi non sa usare un computer (e non può/vuole imparare). A mia nonna, probabilmente comprerei un iPad, non un computer. Un iPhone e non un Android.*Di contro io con un iPad non saprei che farmene, visto che non fa quello per cui mi serve. Certo, non prende neanche virus. Uno pari con il mattone.Quindi no, non sarebbe una buona idea chiudersi in un Walled Garden per la paura di virus che si evitano se si è nel pieno delle capacità mentali (cosa purtroppo non più vera per mia nonna*) al costo di perdere funzionalità. Da notare che "si evitano" semplicemente non prendendo nulla fuori dal market ufficiale (come con iOS), ad eccezione del caso in cui mi serva qualcosa di cui sono sicuro sulla fonte. Nello specifico, mi è capitato due volte. Comprare qualcosa perché ci proibisce un'opzione è l'equivalente di murare le prese elettriche per evitare la tentazione di infilarci le dita. Notizia flash: basta non farlo.Nell'eventualità in cui però qualcuno non sia in grado di controllarsi, hai ragione: meglio il walled garden. Ma, fossi in te, a quel punto penserei seriamente al mattone. Certo, magari costa poco, non fa status symbol... telefonare usando un lingotto d'oro? ZERO Virus e effetto scenico assicurato.Btw, capisco la rosicata: già due persone che conosco hanno cambiato il loro iPhone per un Androide e dalle loro tribolazioni nel fare il passo ho notato che sia più facile dire "Eh, però io almeno non mi posso fare male, con la macchina con la velocità regolata" che ammettere di aver speso più soldi degli altri per essere limitati e contenti di esserlo.PS: da alcuni tuoi commenti di stupore su Google Voice/Translate per iOS, intuisco che tu non abbia mai provato estensivamente un Android - l'uso di GV non ha paragoni sui due sistemi. Ovviamente sei liberissimo di informarti o meno di quello di cui parli, però secondo me eviti un po' la figuraccia se quantomeno fingi di averne provato uno.* per correttezza espositiva, mia nonna in realtà ha difficoltà a usare il cordless di casa e non mi verrebbe mai in mente di comprargli uno smartphone. Spero mi scuserete questa piccola licenza.
      • MacGeek scrive:
        Re: Walled garden...
        Non capisco quali siano tutti questi limiti del walled garden di iOS.Con iOS non ci puoi direttamente programmare (o usare tools di sviluppo non supportati da Apple). That's it.iPhone e iPad non sarebbero comunque gli hardware più adatti a quell'utilizzo, non fosse altro per lo schermo di dimensioni ridotte e la mancanza di una tastiera fisica. Sono pensati per altri utilizzi.iOS è nato per dispositivi connessi alla rete cellulare. Questo necessita un'attenzione alla sicurezza ben superiore che quella (al principio assai scarsa) dedicata ai computer generici che non hanno al loro interno necessariamente dati sensibili né un credito in soldi direttamente utilizzabile.Apple c'è stata attenta. I copycat come Android, per una serie di motivi, NO.E ora che gli OS si sono diffusi si vedono le conseguenze:iOS zero malware/trojan/virus. Android bucato ogni giorno peggio di Windoze.(Gli altri OS mobili non se li fila nessuno comunque...)I potenziali utenti traggano le conseguenze:A) Da una parte usare il telefono senza preoccupazioni e avere acXXXXX ad un'infinità di programmi in modo semplice e veloce, testati e certificati dalla casa madre, a prezzi più che onesti (o gratis), con la sola reale limitazione di non poterci programmare sopra;B) dall'altra dover installare antivirus come su Windoze e dover girare per n-store per poter scaricare programmi di dubbia qualità e affidabilità, ma poter fare "quello che mi pare" (sono proprio curioso di sapere poi cosa ci farà la gente di tanto estremo).
        • MacGeek scrive:
          Re: Walled garden...
          Che poi poter fare "quello che mi pare" non è neanche vero, visto che il crap-ware che installano gli operatori non si può neanche disinstallare...(vedi il post successivo).
        • hermanhesse scrive:
          Re: Walled garden...
          Macgeek, a parte le innumerevoli imprecisioni, devi capire una cosa: ANDROID NON HA COPIATO UN SOLO BIT DA IOS.Chiaro? Oppure per te non si possono più scrivere SO per smartphone perchè Apple ne ha fatto uno?
        • Talking Head scrive:
          Re: Walled garden...
          - Scritto da: MacGeek
          Non capisco quali siano tutti questi limiti del
          walled garden di
          iOS.Per cellulari, attualmente è un problema relativo. Per ora, delle app che uso più frequentemente, solo una non esiste per iOS ma ha un corrispettivo a pagamento (tinyshark), e due tipologie non hanno un corrispettivo (uTorrent, emulatori vari).Non è un dramma, ma è fastidioso: anche se totalizzano il 10-15% del tempo che passo con lo smartphone, questo equivale al 70-80% del tempo che passo con lo smartphone usando un'app qualsiasi presa dal market, non di default (browser, mail, gtalk, office). Diciamo che pagando per un'app che altri offrono free potrei riottenere un 30-40% di utilizzo.Il vero problema è comunque la possibilità che un giorno esca qualche applicazione che mi serva davvero e io non possa scaricarla per scelta altrui. Mi infastidisce anche solo l'idea.Detto questo, la parte del discorso "in un walled garden mi è completamente inutile" era riferita all'iPad e alla possibilità di lavorarci. Il 90% delle apps che uso le scrivo io in C o Java, quindi capirai bene che per me è davvero un mattone.
          iOS è nato per dispositivi connessi alla rete
          cellulare. Questo necessita un'attenzione alla
          sicurezza ben superiore che quella (al principio
          assai scarsa) dedicata ai computer generici che
          non hanno al loro interno necessariamente dati
          sensibili né un credito in soldi direttamente
          utilizzabile.Fai attenzione, un mio amico con i vecchi computer attaccati al modem e M$ Win si è visto sottrare vari milioni del vecchio conio in chiamate a numeri 144.
          A) Da una parte usare il telefono senza
          preoccupazioni e avere acXXXXX ad un'infinità di
          programmi in modo semplice e veloce, testati e
          certificati dalla casa madre, a prezzi più che
          onesti (o gratis), con la sola reale limitazione
          di non poterci programmare
          sopra;

          B) dall'altra dover installare antivirus come su
          Windoze e dover girare per n-store per poter
          scaricare programmi di dubbia qualità e
          affidabilità, ma poter fare "quello che mi pare"
          (sono proprio curioso di sapere poi cosa ci farà
          la gente di tanto
          estremo).Non hai davvero idea di cosa sia un Android? Quando parli di qualcosa, devi conoscerlo. Altrimenti fai come il tassidermista di algeri, cercando di imbalsamare un leone senza averlo mai visto in vita: si rende ridicolo.http://bizzarrobazar.wordpress.com/tag/imbalsamato/Su Android hai il market normale, come su iOS. Walled quanto iOS (poco meno, visto che non fanno scelte morali sulle App da accettare). Se vuoi, puoi andare in "Impostazioni" e settare aperta l'opzione "Accetta anche apps non provenienti dal market". In quel caso puoi andare su un sito internet esterno e installare apps. Se non vuoi, rimani Walled.Quindi si tratta di A vs (A con l'opzione di diventare B in caso di necessità). Tu preferisci non avere l'opzione. Io penso che se la si pensa come te non si ha mai visto un Android né si ha mai capito il dibattito. Oppure, con la stessa mentalità, si murano le prese elettriche per non avere la tentazione di infilarci volontariamente le dita.
          • MacGeek scrive:
            Re: Walled garden...
            - Scritto da: Talking Head
            - Scritto da: MacGeek
            Detto questo, la parte del discorso "in un walled
            garden mi è completamente inutile" era riferita
            all'iPad e alla possibilità di lavorarci. Il 90%
            delle apps che uso le scrivo io in C o Java,
            quindi capirai bene che per me è davvero un
            mattone.Beh se il tuo lavoro/hobby è programmare, l'iPad non è per te. Semplice ;)Però se vuoi programmare specificatamente l'iPad puoi farlo, ma con un computer. E la Apple ti mette degli ottimi tools gratuitamente a disposizione (prima dell'iPhone questi tools le altre case te li facevano pagare. E TANTO).
            Fai attenzione, un mio amico con i vecchi
            computer attaccati al modem e M$ Win si è visto
            sottrare vari milioni del vecchio conio in
            chiamate a numeri 144.Quello, al limite, era un problema strettamente italiano.Qui con i cell la cosa è globale.Comunque, certo, era un bel problema all'epoca.
            Su Android hai il market normale, come su iOS.
            Walled quanto iOS (poco meno, visto che non fanno
            scelte morali sulle App da accettare). Se vuoi,
            puoi andare in "Impostazioni" e settare aperta
            l'opzione "Accetta anche apps non provenienti dal
            market". In quel caso puoi andare su un sito
            internet esterno e installare apps. Se non vuoi,
            rimani Walled.

            Quindi si tratta di A vs (A con l'opzione di
            diventare B in caso di necessità). Tu preferisci
            non avere l'opzione. Io penso che se la si pensa
            come te non si ha mai visto un Android né si ha
            mai capito il dibattito. Oppure, con la stessa
            mentalità, si murano le prese elettriche per non
            avere la tentazione di infilarci volontariamente
            le dita.Se ho la necessità di attivare l'opzione per altri store, perché quello di Google non ha quello che cerco, l'opzione B) resta valida. Se non è proprio contemplata, come nel caso di iOS, non ho necessità di attivare opzioni perché tutti i programmi (e sicuri) so già dove trovarli. Quindi non vedo il vantaggio di complicare le cose per l'utente e renderle meno sicure.Senza contare che lo store Google non è controllato come quello Apple, cioè non c'è nessuna verifica della funzionalità delle applicazioni che ci sono sopra da parte di Google.
          • Alcool scrive:
            Re: Walled garden...

            Beh se il tuo lavoro/hobby è programmare, l'iPad
            non è per te. Semplice
            ;)No, il mio lavoro è altro, sono ricercatore, analista finanziario, roba del genere. Programmare al massimo è una parte di questo: per fare il mio lavoro mi servono programmi non convenzionali, e me li scrivo da solo, o uso programmi open scritti da persone che fanno il mio lavoro.Il punto comunque è che qualsiasi persona che lavora con il computer in qualche modo, con l'iPad non ci fa niente. Con un netbook qualsiasi da 200, puoi fare tutto quello che fai con un PC. Si torna quindi al punto precedente: per la persona che necessita di un PC per guardare la posta, girare su FB, scrivere il diario e giocare a Angry Birds (mia nonna*), un iPad può essere utile. Per qualsiasi uso avanzato del PC, il walled garden rende l'oggetto completamente inutile.Non poco utile. Completamente inutile. Qual'è invece il vantaggio?Non rischiare di prendere virus. Come?Andando in opzioni.Impostazioni.Vuoi accedere a programmi non autorizzati? Si.Andare su un sito.Vuoi scaricare questo programma? Sì.Vuoi dargli acXXXXX alle carte di credito? Sì.Per quel che mi riguarda non è un "vivere con la paura". Quando ho l'opzione disabilitata, navigo e uso il cell esattamente come con iPhone.
            Se ho la necessità di attivare l'opzione per
            altri store, perché quello di Google non ha
            quello che cerco, l'opzione B) resta valida. Se
            non è proprio contemplata, come nel caso di iOS,
            non ho necessità di attivare opzioni perché tutti
            i programmi (e sicuri) so già dove trovarli.
            Quindi non vedo il vantaggio di complicare le
            cose per l'utente e renderle meno
            sicure.Immagino che, rileggendo la frase, tu ti renda conto da solo dell'errore logico. Si sta parlando di walled garden vs opzione di uscire dal walled garden.E tu rispondi: meglio il walled garden, perché nel walled garden c'è tutto mentre se posso uscire vuol dire che qualcosa non c'è. Questa è, contemporaneamente:- un'inversione causa effetto, per lo stesso motivo un'economia chiusa, senza scambi commerciali (Corea del Nord) è meglio di un'economia aperta (USA): se non necessito di commerciare, vuol dire che produco di più e meglio. Tra l'altro questa è effettivamente parte della propaganda di Kim Jong-il. Ovviamente invece le due cose "quantità/diversità di apps" vs "apertura" sono ortogonali.- un fatto empiricamente falso, ti ho fatto notare varie applicazioni non presenti all'interno del walled garden.- una dimostrazione ulteriore del fatto che non conosci Android. Btw, il paragone con la corea del nord si fa più aderente: in effetti i sudditi sono convinti di essere lo stato più ricco del mondo.Ci sono applicazioni che nel walled garden non ci sono (uTorrent). Conosco i produttori di uTorrent (la BitTorrent Foundation), il software oltretutto è Open, mi fido. Con un OS, se voglio, attivo l'opzione, vado e lo scarico. Con un altro OS, non posso. Walled Garden, o Walled Garden con un ponte levatoio che si può tirare su o giù. Misteriosamente, le città preferivano la seconda opzione. Però ci sono persone, che non hanno mai visto quello che c'è fuori dal Wall, che sostengono sia inutile avere una porta: cosa ci sarà mai fuori che vale la pena di essere visto? E poi pare ci siano barbari pericolosi! Meglio non rischiare la tentazione di uscire, meglio murare tutte le porte. E, per alcune persone (mia nonna*), probabilmente è effettivamente meglio: potrebbe premere l'opzione per sbaglio, o non capirne il senso, o farsi ingannare da un sito che dice di abilitare l'opzione.A ognuno il suo. Ma provare a convincere chi è stato fuori (ma abitualmente vive dentro le mura, con il ponte alzato per non avere preoccupazioni) che fuori non c'è niente ed è meglio murare il ponte, è particolarmente inutile :)
          • MacGeek scrive:
            Re: Walled garden...
            L'hai fatta un po' lunga, ma non mi devi convincere che l'iPad non può soppiantare al 100% un computer. Sono d'accordo con te. Ma per alcune cose, quelle diciamo leggere, è sicuramente più comodo.Non indispensabile. Più comodo. E per alcuni (io penso molti) può soddisfare egregiamente tutte le necessità. Non per te e me, certo.Ti dirò, io benché sia appassionato di cose Apple, non l'avevo comprato. Me l'hanno regalato questa estate per il mio compleanno. E' simpatico ("fantascientifico" forse è l'aggettivo più adatto), ci gioco, forse riesco anche ad usarlo per lavoro (deve essere comodo per raccogliere dati sul campo, c'è FileMaker che è notevole, e bellissimi notebook multimediali, proverò a breve a sostituirlo alle schede classiche cartacee). Però il mio MacBook Pro di certo non lo vendo!
          • Talking Head scrive:
            Re: Walled garden...
            Lo sdoppiamento del thread porta sicura maggior leggibilità, non lo riunisco.
            L'hai fatta un po' lunga, ma non mi devi
            convincere che l'iPad non può soppiantare al 100%
            un computer. Sono d'accordo con te.Allora ho un problema, mi confondi, non capisco. La questione era "Non era meglio il walled garden?". E io ho risposto: no, perché con un OS serio in cui posso buttare apps java/c al volo, ci posso lavorare. E ci sono varie cose che mi piacerebbe fare in mobilità con un tablet con un terminale Linux e un compilatore C nativo.Tu mi rispondi "Eh, certo, anche io non potrei mai lavorare con un iPad, forse lo posso usare per prendere appunti, di solito ci cazzeggio". Ok, quello che penso anche io: l'ho provato, carino, divertente. Però allora la tua prima domanda cosa voleva dire? "Non è meglio un walled garden, in cui puoi scaricare facilmente Angry Birds ma non puoi installare apps che servono per lavorare?" Eh, no. Per me no. Forse sbaglio io a non giocare a Angry Birds. Come ho già detto, magari per mia nonna* sì, è meglio un walled garden.
          • MacGeek scrive:
            Re: Walled garden...
            Ho risposto troppo presto, non avevo letto l'intero post.In realtà su iOS c'è un secondo store parallelo. Quello per le app vietate da Apple. Cydia. Lì puoi trovare i tuoi programmi torrent, il terminale e tante altre belle cose che Apple non permette nel suo giardino recintato.Ma una volta che esci dal giardino, sei esposto a rischi.Per fortuna XXXXXXXXXare iOS comporta un minimo di conoscenze tecniche non alla portata nei normali niubbi (a parte quando funzionava il meraviglioso sito XXXXXXXXXme.com). Insomma devi sapere quello che stai facendo. Quindi, solitamente, sei consapevole anche dei rischi.Questo secondo store alla fine è tollerato da Apple. Se volesse potrebbe essere molto più proattiva a bloccarlo. Ma non lo fa. Lo fa solo quando i XXXXXXXXXers trovano vulnerabilità gravi, come quella che ha permesso il citato XXXXXXXXXme.com.Quindi iOS in realtà non ti limita. Se non vuoi essere limitato.Ma per scavalcare il muro devi essere un po' "abile" e devi sapere quindi cosa stai facendo e a quali rischi vai incontro.
          • Talking Head scrive:
            Re: Walled garden...

            Quindi iOS in realtà non ti limita. Se non vuoi
            essere
            limitato.
            Ma per scavalcare il muro devi essere un po'
            "abile" e devi sapere quindi cosa stai facendo e
            a quali rischi vai
            incontro.Stai seriamente sostenendo che un'opzione come "installa quello che vuoi" è meglio, per il consumatore, che necessiti di operazione complessa e non facilmente resettabile, piuttosto che un'opzione nelle impostazioni attivabile e disattivabile a scelta? Davvero? Non vuoi il ponte levatoio con il telecomando elettrico, ma gradisci in compenso la possibilità di sfondare il muro con un ariete per poi lasciarlo bucato definitivamente?E una volta fatto il XXXXXXXXX, se voglio navigare di nuovo sicuro dopo aver installato una singola app di cui mi fido, cosa faccio? Si può ribaltare senza resettare il cell? La garanzia vale ancora?Il confronto diventa sempre più difficile, dai risposte che non considero nell'orizzonte delle possibilità: sembra il bipensiero Orwelliano. Se hai delle preferenze distanti dalla norma, bisogna dirlo. Se discuto di bellezza femminile, non posso creare il thread "Meglio Platinette di Belen" e stare ore a portare avanti la discussione, per poi dire "Eh, ma a me piacciono i travestiti obesi, che c'è di male?". Niente ovviamente. Ma la discussione sarebbe stata più fluida se ci avessi detto prima delle tue strane preferenze. Se tu preferisci dover XXXXXXXXXare qualcosa piuttosto che impostazioni-
            opzioni-
            crocetta, avverti prima. In tal caso, sì, meglio il Walled Garden. Se ti piace, mettici anche una scossa allo scroto, nessuno ti giudica.
      • sbrotfl scrive:
        Re: Walled garden...
        - Scritto da: Talking Head
        * per correttezza espositiva, mia nonna in realtà
        ha difficoltà a usare il cordless di casa e non
        mi verrebbe mai in mente di comprargli uno
        smartphone. Spero mi scuserete questa piccola
        licenza.No! verrai sodomizzato seduta stante
    • hermanhesse scrive:
      Re: Walled garden...
      No, non alla maniera di Apple.App bacate e che usano UDID per tracciare gli utenti ci sono anche in Apple, quindi ci va qualcosa di più.E non è una questione "informatica", ma di management.La questione è che Google deve semplicemente fare un controllo preventivo "antivirus style".Sono a conoscenza di tutti i modi per rootare Android: basta cercare traccia di questi sulle app e già risolviamo l'80% dei problemi.Per il resto, sarebbe bello avere la possibilità di bloccare alcune funzionalità dalle app a posteriori.
Chiudi i commenti