Le conquiste di USB 3.0

Nel corso dell'anno corrente usciranno altri 80 milioni di dispositivi provvisti della nuova connessione SuperSpeed. Nel 2013 sarà la volta di smartphone e tablet

Roma – La società di analisi di mercato In-Stat ha elaborato una nuova stima riguardante la diffusione dello standard SuperSpeed. Secondo il report il 2011 sarà un anno d’oro per USB 3.0. La connessione dovrebbe inoltre convivere senza problemi con l’interconnessione Thunderbolt che raggruppa in un solo cavo diverse filosofie input/output.

Nel corso dell’anno circa 80 milioni di dispositivi USB 3.0 si uniranno ai diversi sistemi presenti sul mercato che già supportano la tecnologia. Come noto, lo standard SuperSpeed è grado di garantire una velocità di trasferimento (teorica) pari a 4,8 Gbit/s (circa 600 MB/s).

Advanced Micro Device, che ha scelto di non sostenere Thunderbolt, sarà il portabandiera della nuova avanzata Universal Serial Bus, ma anche Intel inizierà a supportare nativamente il nuovo standard senza più ricorrere ai controller aggiuntivi. Il cambio di filosofia consentirà la produzione di motherboard PC più snelle ed economiche.

Videocamere e fotocamere saranno ovviamente determinanti nella diffusione dello standard, ma secondo gli analisti anche smartphone e tablet avranno il loro peso. 1,2 miliardi di telefoni cellulari già includono una “normale” porta micro-USB ma entro il 2013 ci si aspetta di vedere i primi dispositivi mobile equipaggiati con SuperSpeed 3.0.

Roberto Pulito

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Franky scrive:
    e gli eredi di Bonaparte e di Cavour?
    E gli eredi di Bonaparte e di Cavour non dovrebbero far causa a chi pubblica i libri di storia...in virtu' del presunto diritto all'oblio ?Io sono per il diritto al "Non-Oblio"..la memoria e' importante...tra breve i tedeschi potrebbero fare causa agli israeliani...perche' celenbrano il giorno della memoria e ricordano l'olocausto provocato dai nazisti...
  • Fail scrive:
    Io però non dimentico
    Che in quanto leghista Achille Ottaviani sia proprio uno XXXXXXX.
  • uno nessuno scrive:
    Buffone
    Allora io dovrei farmi mantenere a vita, da Google!
  • p4bl0 scrive:
    adesso la causa la può anche ritirare..
    praticamente tutti i risultati della prima pagina di google cercando "Achille Ottaviani" riguardano la causa che ha sporto, solo il 5° risultato porta all'articolo originale
  • bubba scrive:
    c'e' una cosa divertente in tutto cio' :
    il suddetto intelligentone e' titolare di almeno un pidocchioso canale tv (tvverona) e di un giornale (cronache del veneto) ... ma NON VEDO in prima pagina questa "importante" notizia... dovrebbe essere una grande campagna di liberta', no? da quei "mostri di internet"... mah.. forse sa anche lui che e' una idiozia?
  • nome cognome scrive:
    ora sarà doppiamente famoso...
    Mr. Achille Ottaviani ora sarà ricordato per due cose: denunciato per estorsione e poi assolto (con che motivazioni?) e crociata contro quei "mostri informatici" dei motori di ricerca. Domanda maliziosetta: è un ex senatore leghista... perchè non è stato ricandidato e/o non rivotato?
  • Memory scrive:
    Streisand effect
    Streisand effecthttps://secure.wikimedia.org/wikipedia/en/wiki/Streisand_effect
  • ruppolo scrive:
    Facile parlare qui...
    ...protetti dall'anonimato.Molto facile.
    • Reef scrive:
      Re: Facile parlare qui...
      Poteva rimanere anonimo pure lui, bastava non diventare un personaggio pubblico andando in politica.. E così non doveva denunciare Google, magari non veniva neppure indagato..
    • Memory scrive:
      Re: Facile parlare qui...

      ...protetti dall'anonimato.Mentre ruppolo è il tuo nome e cognome, immagino... (rotfl)
      • . . . scrive:
        Re: Facile parlare qui...
        Esatto.Si chiama Rup Polo. :-D
      • ciccio quanta ciccia scrive:
        Re: Facile parlare qui...
        È il suo cognome sì e non è uno scherzo. Ovviamente, come sempre, non ha centrato il punto.
        • cancellare scrive:
          Re: Facile parlare qui...
          - Scritto da: ciccio quanta ciccia
          È il suo cognome sì e non è uno scherzo.
          Ovviamente, come sempre, non ha centrato il
          punto.http://www.ruppolo.com/ :|
    • panda rossa scrive:
      Re: Facile parlare qui...
      - Scritto da: ruppolo
      ...protetti dall'anonimato.

      Molto facile.In un paese dove c'e' gente con la denuncia facile, l'anonimato e' una delle precauzioni da prendere quando si sostengono idee che contrastano con lo status quo.Sappiamo benissimo che quando l'idea forte e' inattaccabile, viene attaccata la persona che la sostiene, e abbiamo imparato a difenderci.
    • hermanhesse scrive:
      Re: Facile parlare qui...
      Perchè credi che se lo trovassi per strada non gli direi cosa penso di lui dopo un gesto del genere?Guarda che al mondo non siamo tutti bacia pile & pilastri, sai?
    • bubba scrive:
      Re: Facile parlare qui...
      - Scritto da: ruppolo
      ...protetti dall'anonimato.

      Molto facile.zuffolo ma tu ROMPI GLI ZEBEDEI su ogni argomento per lavoro? Io pensavo facessi solo il markettaro per apple..Sai benissimo anche tu che questa cosa del diritto all'oblio declinato su un search engine ,NON HA NESSUN SENSO... e' una presa di posizione demente e basta.
    • uno nessuno scrive:
      Re: Facile parlare qui...
      E' proprio vero, Egregio Signor Ruppolo de Ruppolis.
  • Risposta alla notizia scrive:
    problema risolto
    con questa notizia in giro per il web non si trova più niente....
  • Reef scrive:
    Che vergogna,,
    ..ma questi politici dovi li troviamo. Inizia ad essere pesante la situazione, ogni giorno come nostri rappresentanti ci fanno vergognare avanzando iniziative insulse, BASTA!! E' inutile tentare di cancellare la storia non basta bruciare i libri come una volta.Andate a fare lavori più consoni alle vostre capacità andate a spalare letame, a fare buche o lavori simili. ANDATEVENE!!
  • sandro_aa scrive:
    solo per informazione
    ... Che facciamo cancelliamo anche i 5 in pagella e lasciamo solo i voti dal 6 in su perché tanto ormai è passato tanto tempo... Solo a livello di informazione (anche se poco collegata con la notizia): attualmente sono esposti nei tabelloni solo i voti positivi, se ci sono insufficienze (anche una sola) il tabellone ha la linea vuota e si deve contattare la famiglia PRIMA di esporli.Sulla pagella i 5 sono riportati ma la pagella può essere "vista" solo dalla famiglia o dalla scuola (se il povero pargoletto decide di iscriversi ancora)
  • Findi scrive:
    solo in Italia...
    solo qui da noi si vedono certe cause.smetti di rubare e vedrai che non ti succede nulla.:-)
    • Ciccio scrive:
      Re: solo in Italia...

      smetti di rubare e vedrai che non ti succede
      nulla.
      Ecco il risultato!Se non sbaglio è stato assolto perche il fatto non sussiste eppure tu lo giudichi per cio che (per la legge) NON HA COMMESSO.Google e gli altri dovrebbero mettere a disposizione un tool per eliminare qualsiasi dato personale trattato contro la volontà del titolare.Google non si limita a linkare ma trattiene in cache e tratta all'estero tutto ciò che indicizza.Ti ricordo che in Italia vengono sequestrati siti e arrestati gli amministratori solo perchè linkano contenuti su siti di streaming.
      • . . . scrive:
        Re: solo in Italia...
        E' solo becero protagonismo all'italiana.Capirei di più se avesse avuto grane e fosse risultato colpevole...Ma in questo caso risulta INNOCENTE. Quindi ? Dove starebbe il problema di privacy.Anzi, ben venga questa cosa, o no ?Poi era un personaggio pubblico e quindi ?Secondo me è solo un modo per uscire dall'oblio non per rimanerci !!!Altro tentativo di fare soldi alle spalle di altri altro che oblio, a questo punto ci sarebbe da chiedersi se la sentenza fosse all'epoca fosse giusta.
        • panda rossa scrive:
          Re: solo in Italia...
          - Scritto da: . . .
          E' solo becero protagonismo all'italiana.

          Capirei di più se avesse avuto grane e fosse
          risultato
          colpevole...
          Ma in questo caso risulta INNOCENTE. link?
          • . . . scrive:
            Re: solo in Italia...
            http://punto-informatico.it/3190768/PI/News/italia-ex-parlamentare-denuncia-google.aspx
          • panda rossa scrive:
            Re: solo in Italia...
            - Scritto da: . . .
            http://punto-informatico.it/3190768/PI/News/italiaUn link un po' meno autoreferenziale, ma dal quale si possa accedere al testo della sentenza?
      • N&C scrive:
        Re: solo in Italia...
        - Scritto da: Ciccio

        smetti di rubare e vedrai che non ti succede

        nulla.


        Ecco il risultato!
        Se non sbaglio è stato assolto perche il fatto
        non sussisteSbaglaitissimo, è stato assolto con la formula: "PERCHE' IL FATTO NON SUSSISTE" che è la nuova denominazione del vecchio "INSUFFICIENZA DI PROVE".
        eppure tu lo giudichi per cio che
        (per la legge) NON HA
        COMMESSO.
        Sbagliato lo giusdica per ciò che (per la legge) NON SI E' RIUSCITI A DIMOSTRARE PIENAMENTE, NON ESSENDOCI SUFFICIENTI PROVE PER CONDANNARLO SOPRA OGNI RAGIONEVOLE DUBBIO.Prima di dire a Google come si deve comportare impara ad usarla per comprendere come stanno realmente le cose.
        • Ciccio scrive:
          Re: solo in Italia...

          Sbaglaitissimo, è stato assolto con la formula:
          "PERCHE' IL FATTO NON SUSSISTE" che è la nuova
          denominazione del vecchio "INSUFFICIENZA DI
          PROVE".Conosco la formula e non stiamo giudicando se la legge è sbagliata. E' stato assolto quindi non è colpevole.Secondo il tuo ragionamento, se io ti calunnio e tu vieni assolto per insufficienza di prove, è giusto che la comunità ti ritenga colpevole come tu stai facendo con questo tizio.
          Prima di dire a Google come si deve comportare
          impara ad usarla per comprendere come stanno
          realmente le
          cose.Stai tranquillo che so come usare Google....Tu continua pure ad usare gmail, chrome e tutti gli altri servizi che il buon google ti mette a disposizione "gratis".
          • panda rossa scrive:
            Re: solo in Italia...
            - Scritto da: Ciccio

            Sbaglaitissimo, è stato assolto con la formula:

            "PERCHE' IL FATTO NON SUSSISTE" che è la nuova

            denominazione del vecchio "INSUFFICIENZA DI

            PROVE".
            Conosco la formula e non stiamo giudicando se la
            legge è sbagliata. E' stato assolto quindi non è
            colpevole.Qui non c'e' mica minzolini.C'e' poco da assolvere.Se mancano le prove, se il fatto non costituisce piu' reato per via di sopraggiunte leggi ad personam, se il proXXXXX e' stato prescritto per decorrenza dei termini accorciatisi nel frattempo, non venire a raccontare che e' stato assolto.La legge non lo avra' condannato, ma questo non ha alcuna rilevanza nei confronti dell'opinione pubblica.
            Secondo il tuo ragionamento, se io ti calunnio e
            tu vieni assolto per insufficienza di prove, è
            giusto che la comunità ti ritenga colpevole come
            tu stai facendo con questo tizio.E' giusto che la comunita' ricordi i fatti come sono andati e non solo la conclusione.
          • shevathas scrive:
            Re: solo in Italia...
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Ciccio


            Sbaglaitissimo, è stato assolto con la
            formula:


            "PERCHE' IL FATTO NON SUSSISTE" che è la nuova


            denominazione del vecchio "INSUFFICIENZA DI


            PROVE".

            Conosco la formula e non stiamo giudicando se la

            legge è sbagliata. E' stato assolto quindi non è

            colpevole.

            Qui non c'e' mica minzolini.
            C'e' poco da assolvere.
            Se mancano le prove, se il fatto non costituisce
            piu' reato per via di sopraggiunte leggi ad
            personam, se il proXXXXX e' stato prescritto per
            decorrenza dei termini accorciatisi nel
            frattempo, non venire a raccontare che e' stato
            assolto.
            quale parte di "assolto per non aver commesso il fatto" non ti è chiara ?
            La legge non lo avra' condannato, ma questo non
            ha alcuna rilevanza nei confronti dell'opinione
            pubblica.
            e allora a che pro tenere su tribunali e giudici ? Televoto e sentenza capitale o assoluzione.
            E' giusto che la comunita' ricordi i fatti come
            sono andati e non solo la
            conclusione.o solo l'avvio.
          • panda rossa scrive:
            Re: solo in Italia...
            - Scritto da: shevathas
            quale parte di "assolto per non aver commesso il
            fatto" non ti è chiara
            ?Poco sopra dicevano "perche' il fatto non sussiste".E' diverso.Non aver commesso il fatto vuol dire che non ha mai scippato borsette con la pensione."che il fatto non sussiste" vuol dire che lo ha anche fatto, ma che non ha (piu') rilievo penale.Perche' dunque e' stato assolto quest'uomo?Esiste un testo con la sentenza che si possa leggere direttamente senza interposte interpretazioni?

            La legge non lo avra' condannato, ma questo non

            ha alcuna rilevanza nei confronti dell'opinione

            pubblica.


            e allora a che pro tenere su tribunali e giudici
            ? Televoto e sentenza capitale o
            assoluzione.Tribunali e giudici servono a stabilire se la legge e' stata violata e se il caso comminare pene.All'opinione pubblica interessa anche il risvolto etico e morale delle cose.Es. fumare non e' (ancora del tutto) vietato.Tu sei libero di essere un fumatore nei luoghi dove ti e' permesso fumare.Io pero' voglio sapere se sei un fumatore per starti alla larga, perche' i fumatori mi fanno schifo.
      • pietro scrive:
        Re: solo in Italia...
        se una cosa è stata pubblicata è pubblica, per sempre, se un giornale è stato scritto e distribuito non puoi cancellare una notizia. Al massimo una notizia puoi smentirla.Ci sarà sempre comunque qualcuno che ne ha una copia.La rete è il giornale non google, google è solo l'indice.
  • the_m scrive:
    Ridicoli
    Ma possibile che questi politici matusalemmi non si rendono conto delle str*nzate che dicono?Non capire che un motore di ricerca si basa solo su dei calcoli per decidere l'ordine in cui mostrare i risultati... e che se la gente potesse modificarli a tiramento alla fine il motore non troverebbe nulla di attinente.Non capire che se ogni volta che il posizionamento non va bene a qualcuno il motore dovesse risarcire milioni di euro, chiuderebbero tutti nel giro di un anno, rendendo praticamente inutile il web (e facendoci ritornare tecnologicamente all'età della pietra).E poi dovrebbe essere della gente così a guidare la nazione? Mah.. siamo messi bene
    • xtyling scrive:
      Re: Ridicoli
      Su internet (come nella vita) non si può fare tutto quello che si vuole.Ci deve essere il rispetto della altrui libertà....google è un sito come tutti gli altri , e quando si fa una ricerca utilizzando questo sito, si deve tenere conto che il materiale che si mostra non deve offendere nessuno.è troppo facile dire che è tutto automatico e quindi non si hanno colpe.google sa bene questo, e perciò (per quanto difficile) filtra il XXXXX, i siti illegali in genere....il fatto che certi siti ( o notizie) siano su internet non autorizza a ripubblicare (o mettere dei link per dare risalto)infatti google spesso si adegua alle leggi dei paesi dove svolge il servizio
      • pietro scrive:
        Re: Ridicoli
        - Scritto da: xtyling
        Su internet (come nella vita) non si può fare
        tutto quello che si
        vuole.
        Ci deve essere il rispetto della altrui
        libertà....
        google è un sito come tutti gli altri , e quando
        si fa una ricerca utilizzando questo sito, si
        deve tenere conto che il materiale che si mostra
        non deve offendere
        nessuno...il materiale che Google mostra è presente in Internet indipendentemente da Google ed è raggiungibile anche attraverso altre strade, Google rende solo più semplice trovarlo.
      • bubba scrive:
        Re: Ridicoli
        - Scritto da: xtyling
        Su internet (come nella vita) non si può fare
        tutto quello che si
        vuole.
        Ci deve essere il rispetto della altrui
        libertà....
        google è un sito come tutti gli altri ,Ma quando mai? google non e' un sito, e' una societa'.Uno dei suoi servizi e' google search, il cui scopo e' scandagliare i siti web ALTRUI per archiviarne temporaneamente e secondo certi criteri automatici (ranking & co) i risultati.
        e quando
        si fa una ricerca utilizzando questo sito, si
        deve tenere conto che il materiale che si mostra
        non deve offendere
        nessuno.Ma quando mai? a me il sito www.silvioberlusconifansclub.org offende ma pero' lo trovo attraverso google (o altri search engine) e sta ancora li'. Idem per siti neonazisti, pro-jiad , anarco bombaroli, di gatti in bottiglia :) , ecc ecc.
        è troppo facile dire che è tutto automatico e
        quindi non si hanno
        colpe.PURTROPPO anche x colpa di leggi idiote fatte da idioti non e' tutto automatico, su questo hai ragione.
        google sa bene questo, e perciò (per quanto
        difficile) filtra il XXXXX, i siti illegali in
        genere....Ma quando mai? non sai che "internet is for porn" e google cataloga il XXXXX come i "siti illegali" (qualunque cosa siano) come fa per tutti gli altri.Siccome pero' ci sono leggi idiote di cui sopra, e le tecnologie di google lo permettono, da' la possibilita' "visiva" di filtrare alcune cose, se l'utente lo desidera.Se sinora hai trollato va bene, ma se ci credi veramente, siamo messi MOLTO male.
  • ciccio quanta ciccia scrive:
    Troppo comodo
    Diritto all'oblio? Se è diritto all'oblio, privacy e altri paroloni inutili allora si deve applicare a TUTTO non solo a ciò che fa comodo e quindi alle notizie cattive per la propria reputazione. Immagino che il parlamentare in questione non ha nulla da obiettare invece se si trovano notizie sulla sua vittoria di un premio, su milioni da lui dati in beneficienza, sulla sua carriera da ufficiale plurimedagliato e sul Festival di Sanremo che ha vinto? Vero?! Che facciamo cancelliamo anche i 5 pagella e lasciamo solo i voti dal 6 in su perché tanto ormai è passato tanto tempo... ci vuole l'oblio... non è oblio è CODA DI PAGLIA!
    • shevathas scrive:
      Re: Troppo comodo
      credo basti dare la stessa evidenza della notizia dell'inquisizione, alla notizia della successiva assoluzione
      • poppi scrive:
        Re: Troppo comodo
        - Scritto da: shevathas
        credo basti dare la stessa evidenza della notizia
        dell'inquisizione, alla notizia della successiva
        assoluzionecon un bel link tra le due, magari
      • ciccio quanta ciccia scrive:
        Re: Troppo comodo
        Dipende se tale notizia esiste e se non esiste, come dice Panda, che se la scriva lui riportando la sentenza che è un documento pubblico. Qui stiamo facendo i bambini di 2 anni: mamma mi ha detto scemo, uffa!!! Dai su! Il passato di una persona non è un file da gettare nel cestino, bello o brutto che sia.
      • collione scrive:
        Re: Troppo comodo
        in ogni caso l'accusa è semplicemente assurda, perchè google in nessun modo è un editore di notizie
      • gerry scrive:
        Re: Troppo comodo
        - Scritto da: shevathas
        credo basti dare la stessa evidenza della notizia
        dell'inquisizione, alla notizia della successiva
        assoluzioneCredo che dovrebbe denunciare il Corriere e fargli togliere la pagina... ma forse non può attaccare un potente giornale italiano perché ne uscirebbe con le ossa rotte @^
        • il solito bene informato scrive:
          Re: Troppo comodo
          - Scritto da: gerry
          - Scritto da: shevathas

          credo basti dare la stessa evidenza della
          notizia

          dell'inquisizione, alla notizia della successiva

          assoluzione

          Credo che dovrebbe denunciare il Corriere e
          fargli togliere la pagina... ma forse non può
          attaccare un potente giornale italiano perché ne
          uscirebbe con le ossa rotte
          @^no, perché sanno bene che non caverebbero un ragno da un buco. I giornali italiani sono tutti in deficit, quindi si riempiono di inserzionisti a cui leccano il... le scarpe e ogni anno devono elemosinare gli aiuti dello stato.
      • t a n y s t r o p h e u s scrive:
        Re: Troppo comodo
        - Scritto da: shevathas
        credo basti dare la stessa evidenza della notizia
        dell'inquisizione, alla notizia della successiva
        assoluzioneCon questa denuncia mi aspetto che la notizia dell'assoluzione avra` una certa visibilita`.Soprattutto se portera` a qualcosa di concreto.
  • pocomolto scrive:
    Un politico NON ha diritto di oblìo
    Finchè è politico, io, come cittadino VOGLIO essere informato su qualunque cosa lo riguardi. Anche se è stato assolto VOGLIO sapere TUTTA la storia.Diverso è se si tratta di un poveraccio qualunque... ah già... un poveraccio qualunque non ha milioni da spendere per far causa a Google.CAPITE ?Ed ora ditemi che sono malizioso.
    • anonimo scrive:
      Re: Un politico NON ha diritto di oblìo
      E' vero, è giusto che si sappia tutto.Purtroppo però sembra che della conclusione del proXXXXX non si trovi nulla e questo è un danno per il soggetto (anche perché se "il fatto non sussiste" significa che non ha fatto proprio nulla).La colpa ovviamente non è di google (nè di altri motori di ricerca), se la notizia non c'è è difficile da trovare.La colpa non è del Corriere visto che non si può obbligarlo a pubblicare le notizie.Il problema è che il danno rimane!Non c'è nessun colpevole ma il danno sì.In qualche modo bisognerà trovare una soluzione, non saprei quale.
      • panda rossa scrive:
        Re: Un politico NON ha diritto di oblìo
        - Scritto da: anonimo

        In qualche modo bisognerà trovare una soluzione,
        non saprei
        quale.L'interessato aprira' un blog dove scrivera' la sua versione dei fatti il link alla sentenza della cassazione che lo assolve.Non e' difficile e costa zero.
        • Undertaker scrive:
          Re: Un politico NON ha diritto di oblìo
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: anonimo
          L'interessato aprira' un blog dove scrivera' la
          sua versione dei fatti il link alla sentenza
          della cassazione che lo
          assolve.... che finirá al 7483276482° posto, mentre la sentenza di condanna é al terzo postoProprio lo stile di un "certo" giornale che pubblica falsitá in prima pagina e le rettifiche in quindicesima
          • Sgabbio scrive:
            Re: Un politico NON ha diritto di oblìo
            ignori come funzionano i motori di ricerca, per dire che una cosa simile rimane in fondo alla classifica, se è pertinente, scala.
          • gerry scrive:
            Re: Un politico NON ha diritto di oblìo
            - Scritto da: Sgabbio
            ignori come funzionano i motori di ricerca, per
            dire che una cosa simile rimane in fondo alla
            classifica, se è pertinente,
            scala.Non è detto, un grosso pezzo del rank lo fanno i riferimenti.Se non riesce a farsi linkare, finisce piuttosto in basso.
          • Vortex scrive:
            Re: Un politico NON ha diritto di oblìo
            - Scritto da: gerry
            - Scritto da: Sgabbio

            ignori come funzionano i motori di ricerca, per

            dire che una cosa simile rimane in fondo alla

            classifica, se è pertinente,

            scala.

            Non è detto, un grosso pezzo del rank lo fanno i
            riferimenti.
            Se non riesce a farsi linkare, finisce piuttosto
            in
            basso.Infatti. Farebbe prima a chiedere al Corriere di aggiungere una nota di aggiornamento all'articolo. Così prende due piccioni con una fava: l'onore è salvo e chi cerca del caso trova la pagina, trova direttamente l'assoluzione, così diventerebbe fonte d'orgoglio (come ulteriore dimostrazione di essere estraneo ai fatti) anziché di onta. Oltretutto non ci sarebbe censura. Però neanche i soldi di Google, che va tanto di moda denunciare :D
          • Almeno ci si fa qualche risata.. scrive:
            Re: Un politico NON ha diritto di oblìo
            anch'io concorddo che sia la soluzione migliore... fai mettere al corriere una nota di update su quella pagina e finisce lì..
          • t a n y s t r o p h e u s scrive:
            Re: Un politico NON ha diritto di oblìo

            Non è detto, un grosso pezzo del rank lo fanno i
            riferimenti.
            Se non riesce a farsi linkare, finisce piuttosto
            in
            basso.Io non scarteri l'ipotesi che questa denuncia possa servire a far scalare rank alla notizia, che ora rimbalzera` di sito in sito (vedi PI), soprattutto se si andra` avanti nella causa.Ma forse sono troppo machiavellico, e semplicemente l'ex-parlamentare sta tentando il colpo gobbo.
          • kaiserxol scrive:
            Re: Un politico NON ha diritto di oblìo
            Se nessuno ti caga e nessun sito si riporta rimani in fondo. Forse sei tu che non sai come funzionano ;-)
          • panda rossa scrive:
            Re: Un politico NON ha diritto di oblìo
            - Scritto da: kaiserxol
            Se nessuno ti caga e nessun sito si riporta
            rimani in fondo. Forse sei tu che non sai come
            funzionano
            ;-)Se io cerco Tizio Caio sentenza la pagina che parla della sentenza, anche se avesse un rank infimo, emerge, in quanto e' l'unica a contenere la parola sentenza.E se non basta, ci aggiungo eventualmente condannato o assolto Il ranking mi dira' quanto sara' linkata, ma io non voglio sapere quanto e' linkata, io voglio sapere se quella pagina esiste!
          • bubba scrive:
            Re: Un politico NON ha diritto di oblìo
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: kaiserxol

            Se nessuno ti caga e nessun sito si riporta

            rimani in fondo. Forse sei tu che non sai come

            funzionano

            ;-)

            Se io cerco Tizio Caio sentenza la pagina
            che parla della sentenza, anche se avesse un rank
            infimo, emerge, in quanto e' l'unica a contenere
            la parola
            sentenza.

            E se non basta, ci aggiungo eventualmente
            condannato o
            assolto

            Il ranking mi dira' quanto sara' linkata, ma io
            non voglio sapere quanto e' linkata, io voglio
            sapere se quella pagina
            esiste!In effetti e' al 1'posto su google search : "Sentenze - Cassazione IV Penale n. 14682 del 12 aprile 20111) Tizio N. IL (OMISSIS);. 2) Caio N. IL (OMISSIS);. 3) Sempronio N. IL (OMISSIS);. avverso la sentenza n. 3493/2009 TRIBUNALE di BRESCIA, del 22/02/2010; ...www.ricercagiuridica.com/sentenze/index.php?num=3516 "PS: dai scherzavo :) sono ovviamente abbastanza d'accordo.
          • gerry scrive:
            Re: Un politico NON ha diritto di oblìo
            - Scritto da: Undertaker

            Proprio lo stile di un "certo" giornale che
            pubblica falsitá in prima pagina e le rettifiche
            in
            quindicesimaQuindi un comportamento giusto, usuale e accettato ;)[NB: c'è una leggera ironia, meglio che lo precisi]
          • cotton scrive:
            Re: Un politico NON ha diritto di oblìo
            - Scritto da: Undertaker
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: anonimo

            L'interessato aprira' un blog dove scrivera' la

            sua versione dei fatti il link alla sentenza

            della cassazione che lo
            assolve.

            ... che finirá al 7483276482° posto, mentre la
            sentenza di condanna é al terzo
            posto

            Proprio lo stile di un "certo" giornale che
            pubblica falsitá in prima pagina e le rettifiche
            in
            quindicesimaessendo una faccenda datata va da se, che, chi ci incappa (in questa notizia), è molto probabilmente una persona interessata alla vicenda e che ha eseguito delle ricerche. Quindi è altrettanto molto probabile che incappi anche nell'eventuale blog .... per quello che riguarda la rete maggiore è l'interesse per un argomento e maggiori e complete sono le informazioni che si trovano.. al contrario, quando una cosa non interessa a nessuno, le info scarseggiano e cosi' pure i tanto paventati danni morali.
          • histor91 scrive:
            Re: Un politico NON ha diritto di oblìo
            - Scritto da: Undertaker
            Proprio lo stile di un "certo" giornale che
            pubblica falsitá in prima pagina e le rettifiche
            in
            quindicesimaLa legge prevede che la rettifica abbia la stessa visibilità della "falsità". Volevi fare lo sveglio...
      • western scrive:
        Re: Un politico NON ha diritto di oblìo
        secondo me la colpa va a chi dà la notizia, in questo caso al corriere: il mezzo è cambiato e i giornali degono rendersi conto che si devono aggiornare; secondo me è loro dovere gestire gli archivi affinché venga riportata correttamente la cronologia degli eventi, anche in caso di singola visita dell'utente.. Cosa difficile? c.a.z.z.i loro, se non sono capace cambino mestiere o rimangano nel cartaceo
        • western scrive:
          Re: Un politico NON ha diritto di oblìo
          chiedo scusa per la sintassi, ma mi sparisce metà del campo di digitazione e non posso vedere gli eventuali errori
          • Quaraquaqua scrive:
            Re: Un politico NON ha diritto di oblìo
            - Scritto da: western
            chiedo scusa per la sintassi, ma mi sparisce metà
            del campo di digitazione e non posso vedere gli
            eventuali
            erroriTrascina l'angolo in basso a destra, vedrai che si allarga.
          • panda rossa scrive:
            Re: Un politico NON ha diritto di oblìo
            - Scritto da: Quaraquaqua
            Trascina l'angolo in basso a destra, vedrai che
            si
            allarga.Mica tutti hanno un browser cosi' evoluto.
        • Prozac scrive:
          Re: Un politico NON ha diritto di oblìo
          - Scritto da: western
          secondo me la colpa va a chi dà la notizia, in
          questo caso al corriere: il mezzo è cambiato e i
          giornali degono rendersi conto che si devono
          aggiornare; secondo me è loro dovere gestire gli
          archivi affinché venga riportata correttamente la
          cronologia degli eventi, anche in caso di singola
          visita dell'utente.. Cosa difficile? c.a.z.z.i
          loro, se non sono capace cambino mestiere o
          rimangano nel
          cartaceoSono perfettamente d'accordo con te.Soprattutto quando le notizie riguardano fatti relativi ad indagini, tribunali, sentenze. Tutto l'iter giudiziario dovrebbe essere collegato (il web è nato per questo, no? Per creare iper-testi collegati tra loro). Così facendo, alla notizia (magari sensazionalista perché fa scandalo) di un'eventuale indagine, c'è collegata la sentenza dove cade tutto il castello e l'indagato viene assolto.
        • Mighael scrive:
          Re: Un politico NON ha diritto di oblìo
          ma tecnicamente non è manco tanto difficile basterebbero gli articoli correlati, ma se il corriere si è limitato a dare la notizia del proXXXXX e non dell'assoluzione il problema è del corriere non di google, che tra l'altro fornisce strumenti per la rimozione dei link che in genere si risolve in 1/2 giorni massimo.Diciamo che ci sta provando...
          • il solito bene informato scrive:
            Re: Un politico NON ha diritto di oblìo
            - Scritto da: Mighael
            ma tecnicamente non è manco tanto difficile
            basterebbero gli articoli correlati, ma se il
            corriere si è limitato a dare la notizia del
            proXXXXX e non dell'assoluzione il problema è del
            corriere non di google,... la notizia su un'incriminazione fa vendere di sicuro molto di più di una notizia su un'assoluzione.
          • panda rossa scrive:
            Re: Un politico NON ha diritto di oblìo
            - Scritto da: il solito bene informato

            ... la notizia su un'incriminazione fa vendere di
            sicuro molto di più di una notizia su
            un'assoluzione.Motivo in piu' per mettere fine a questo mercimonio.Togliamo l'informazione da questo schifoso giro di soldi e automaticamente verra' meno la necessita' di sbattere il mostro in prima pagina per far vendere il giornale.
      • .poz scrive:
        Re: Un politico NON ha diritto di oblìo
        - Scritto da: anonimo
        Il problema è che il danno rimane!
        Non c'è nessun colpevole ma il danno sì.Ma che cappero stai dicendo ! Ma quale danno ? E' vero che nel tal anno è stato rinviato a giudizio ? Si. Quindi la notizia riportata è vera. In un paese libero non si può condananre qualcuno perchè ha scritto una cosa vera (sempre che non si tratti di dati persona sensibili protetti dalla legge sulla privacy, ma non è questo il caso.Altrimenti se scrivo che Bruto ha ucciso Cesare gli eventuali eredi mi possono fare causa?
    • panda rossa scrive:
      Re: Un politico NON ha diritto di oblìo
      - Scritto da: pocomolto
      Finchè è politico, io, come cittadino VOGLIO
      essere informato su qualunque cosa lo riguardi.
      Anche se è stato assolto VOGLIO sapere TUTTA la
      storia.Non solo, ma se uno DIVENTA parlamentare, allora tutta la sua vita passata deve emergere.
    • Undertaker scrive:
      Re: Un politico NON ha diritto di oblìo
      - Scritto da: pocomolto
      Finchè è politico, io, come cittadino VOGLIO
      essere informato su qualunque cosa lo riguardi.
      Anche se è stato assolto VOGLIO sapere TUTTA la
      storia."infangate,infangate, qualcosa resterá"
  • andy61 scrive:
    Perchè ha denunciato Google ...
    ... e non il Corriere della Sera e gli altri giornali?Google riporta soltanto collegamenti, non notizie.Se vuole eliminare la notizia, se la deve prendere con l'ANSA e con i giornali (tra l'altro, di tutto il mondo, che potrebbero a loro volta aver riportato la notizia).Ma qui si entra nel diritto di cronaca.E soprattutto sui difficili criteri per decidere quando una notizia possa essere rimossa per sempre dal pianeta Internet (cosa in ogni caso impossibile).
    • Sgabbio scrive:
      Re: Perchè ha denunciato Google ...
      Ma poi sopratutto, se ci sono notizie della sua assoluzione...di cosa si lamenta ?
    • Alvaro Vitali scrive:
      Re: Perchè ha denunciato Google ...
      - Scritto da: andy61
      ... e non il Corriere della Sera e gli altri
      giornali?

      Google riporta soltanto collegamenti, non notizie.
      Il QI dei politici italiani non permette loro di capire questi concetti elementari.
    • Quaraquaqua scrive:
      Re: Perchè ha denunciato Google ...
      - Scritto da: andy61
      ... e non il Corriere della Sera e gli altri
      giornali?

      Google riporta soltanto collegamenti, non notizie.Perchè Google c'ha bei soldoni!
    • bubba scrive:
      Re: Perchè ha denunciato Google ...
      - Scritto da: andy61
      ... e non il Corriere della Sera e gli altri
      giornali?

      Google riporta soltanto collegamenti, non notizie.

      Se vuole eliminare la notizia, se la deve
      prendere con l'ANSA e con i giornali (tra
      l'altro, di tutto il mondo, che potrebbero a loro
      volta aver riportato la
      notizia).

      Ma qui si entra nel diritto di cronaca.NO, qui si rientra nel dovere (non nel diritto) di comprarsi due o tre libri su internet e capire come funziona.Il cialtrone si lamenta perche' su un quotidiano del 26 aprile 1993 si dice che e' stato portato in tribunale. E che poi e' stato assolto. E digitando il suo nome su google (dio google) il ranking tra le due notizie e' diverso.Questo tizio vuole MODIFICARE RETROATTIVAMENTE la storia forse? Modificare retroattivamente i giornali del 1993 per far metter una postilla che poi anni dopo e' stato assolto? Altre vie non le vedo... Perche agire su google search (come su gli altri centinaia di search engine) e' una cosa che non ha il minimo senso...Siamo alla follia :P
      • bubba scrive:
        Re: Perchè ha denunciato Google ...
        - Scritto da: bubba
        - Scritto da: andy61PS: andy61 ovviamente non ce l'avevo con te... :) avrei dovuto quotare solo la frase sul "diritto di cronaca", che mi serviva per dare enfasi alla mia frase dopo.. evabbe.
Chiudi i commenti